PDA

Visualizza la versione completa : NOVITA' - CELLE FOTOVOLTAICHE AL MIRTILLO



17-05-2006, 23:07
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/303093c607fbbc94105ef412d48180cc.gif" alt="image"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1f1428ab56fbdfaaee87926e46c0c322.gif" alt="image"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ceb5dbc01131f72dda9a5756c1cfe1bb.gif" alt="image"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/778d2b1bcea48fc9c1570bdc09162e23.gif" alt="image"><br><br><br>Per fortuna la ricerca anche se poco considerata, come avviene in Italia, riesce sempre a stupire per le sue scoperte stupefacenti.<br><br>Dalla ricerca italiana arriva l&#39;innovativa proposta di costruire celle solari con materiali organici al posto del costoso silicio.<br><br>Alcuni ricercatori dell&#39;Universit&agrave; di Tor Vergata con il progetto Freenergy (fonti rinnovabili ecosostenibili di energia) propongono di sostituire le celle fotovoltaiche di silicio con celle solari con il pigmento (antocianine) di frutti di bosco in grado di assorbire la luce.<br><br>Per chi vuole capire come si realizza una cella fotovoltaica al mirtillo è a disposizione un filmato dell&#39;Universit&agrave; Roma&quot; visionabile sul sito web di ecoage.com<br><br>Non resta che sperare che queste ricerche possano continuare e che non subiscano la sorte del progetto Archimede di Rubbia (Rubbia se ne va in Spagna)<br><br>Articolo di Vito D&#39;Onofrio - Fonti Radio Rai Greenplanet - 28-4-06<br><br><span class="edit">Edited by Cigno - 18/5/2006, 00:40</span>

snapdozierxxxxxxxxxxxxxxxx
18-05-2006, 17:58
ci sono post dell&#39;anno scorso sullo stesso argomento

18-05-2006, 20:47
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8080c283e63c4eb56e9daf73c60e8c48.gif" alt=":rolleyes:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/54eb01627fa4a11747930a571f02b2c7.gif" alt="image"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/aa4e37d92101b2ac2c9e9b0ec29a79f4.gif" alt="image"><br><br><br>Sono stato ad una sessione informativa aperta ai cittadini presso una Centro che si occupa di energie alternative e fonti rinnovabili , ho parlato con una persona che da anni è specializzata nel risparmio energetico, per curiosit&agrave; ho domandato (visto che girano le voci) se era vero che incomincia a scarseggiare il silicio e la risposta è stata: &quot;Non è vero - Le Aziende petrolifere che hanno la licenza di venderlo sono solo sette , tutti sono obbligati a comprare da loro e la produzione non si esaurir&agrave; mai.<br><br> Riguardo al polimero e mirtillo le ricerche non andranno avanti perchè i soldi sono tutti &quot;concentrati&quot; nel conto energia....<br><br>Risulta anche a voi.......<br><br><br>

catanò
19-05-2006, 07:28
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Cigno @ 18/5/2006, 21:47)</div><div id="quote" align="left">Riguardo al polimero e mirtillo le ricerche non andranno avanti perchè i soldi sono tutti &quot;concentrati&quot; nel conto energia....<br><br>Risulta anche a voi.......</div></div><br>Non è possibile che ci si rifugi in castronate o paliativi a giustificare mancanze di danaro per la ricerca&#33;<br>Che cosa centra il conto energia quale sanguisuga della ricerca?<br>Il conto energia viene finanziato da tutta la collettivit&agrave; italiana che consuma energia elettrica&#33;<br>Leggete bene il decreto Agosto 2005, è scritto chiaramente che la copertura finanziaria al conto energia <span style="color:blue"><b>è data dall'aumento delle bollette elettriche&#33;</b></span> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2bc8c623594179cdc139880f1062582d.gif" alt="image"><br><br>Ciao.<br><br>Catanò

gennarocs
19-05-2006, 08:30
Dirò di più il conto energia ha messo in circolazione tanti di quei soldi che le aziende gi&agrave; attive nel settore ora non avranno più problemi ad investire ingenti somme nella ricerca. E&#39; anche vero che tutto ciò non sappiamo se si tradurr&agrave; in minori costi per l&#39;utente finale ma sicuramente ci saranno miglioramenti in termini di rendimento e di efficienza quindi di conseguenza per l&#39;ambiente. E comunque l&#39;attenzione verso il fotovoltaico e le rinnovabili in generale supportata da ingenti flussi monetari non potr&agrave; che fare bene.

BrightingEyes
19-05-2006, 09:02
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (catanò @ 19/5/2006, 08:28)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Cigno @ 18/5/2006, 21:47)</div><div id="quote" align="left">Riguardo al polimero e mirtillo le ricerche non andranno avanti perchè i soldi sono tutti "concentrati" nel conto energia....<br><br>Risulta anche a voi.......</div></div><br>Non è possibile che ci si rifugi in castronate o paliativi a giustificare mancanze di danaro per la ricerca&#33;<br>Che cosa centra il conto energia quale sanguisuga della ricerca?<br>Il conto energia viene finanziato da tutta la collettivit&agrave; italiana che consuma energia elettrica&#33;<br>Leggete bene il decreto Agosto 2005, è scritto chiaramente che la copertura finanziaria al conto energia <span style="color:blue"><b>è data dall'aumento delle bollette elettriche&#33;</b></span> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/51d224a0f479cadd4e82a2b94be3911c.gif" alt="image"><br><br>Ciao.<br><br>Catanò</div></div><br>Vero.<br><br>La storia dello &quot;spreco&quot; di soldi pubblici per foraggiare pochi fortunati è da dimenticare. I soldi alla ricerca (non dimentichiamo di destinare bene il 5 per mille &#33;) devono crescere, ma sopratutto concentrarsi sulle ricerche veramente promettenti. Ma questo non c&#39;entra col CE, che non dimentichiamo, è la SOLA strada per creare una domanda di pannelli FV forte, continua e duratura negli anni. Questa è la strada maestra per lo sviluppo del FV.<br>Se c&#39;è mercato la ricerca e sviluppo, dopo un doveroso startup a livello scientifico accademico, la fanno anche le imprese.<br>Soluzioni come le celle organiche le vedo benissimo per installazioni semplici e di bassissima tecnologia per dare energia gratuita nel terzo mondo, dove la semplicit&agrave; e il basso costo sono molto più importanti della resa.<br><br>Le scelte ideologiche di imposizione dall&#39;alto con contributi e piani quinquennali di investimenti in opere di dubbia resa appartengono a una realt&agrave; passata.

VasoDiCoccio
20-05-2006, 16:43
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (Cigno @ 18/5/2006, 00:07)</div><div id="quote" align="left">Dalla ricerca italiana arriva l&#39;innovativa proposta di costruire celle solari con materiali organici al posto del costoso silicio.</div></div><br>c&#39;è un articolo su &quot;energia solare FV&quot; (5 ueri) che vogliono sperimentare la cosa a Ventotene)<br><br>ciao<br><br>

slides83
31-05-2006, 19:19
Nessuno ha ancora provato questo esperimento secondo il video dell&#39;universit&agrave;?<br>L&#39;ossido di titanio si vende su <a href="http://www.zetalab.biz" target="_blank">www.zetalab.biz</a><br><br>ciao

15-06-2006, 20:31
Ciao c&#39;e&#39; qualcuno che ha provato l&#39;esperimento delle celle al mirtillo?Ci proverei io ma non saprei(anche dopo moltissime ricerche)dove trovare il conduttore trasparente(il vetrino dove viene messo l&#39;ossido di titanio) che si vede nel video.Chi ha qualche consiglio???????

Garlick
20-06-2006, 08:11
Ho aperto un post apposito su SOLUZIONI FAI DA TE,<br><br><a href="http://www.forumcommunity.net/?t=3305774" target="_blank">http://www.forumcommunity.net/?t=3305774</a>

nll
13-12-2006, 12:31
L&#39;argomento è stato ripreso oggi, anche perché gli sviluppi si fanno interessanti: dal 2008 di prevede l&#39;installazione dei primi pannelli FV sull&#39;isola di Ventotene, quindi la fase puramente teorica comincia a lasciar spazio alla sperimentazione per l&#39;industrializzazione del prodotto. Inutile ricordare che quando è l&#39;industria a muoversi le aspettative di riduzione dei costi di produzione e di aumento dell&#39;efficienza sono più che giustificate. Speriamo in tempi brevi, in fin dei conti il 2008 non è poi così lontano e una volta tanto non partiamo per ultimi.<br><br><a href="http://www.repubblica.it/2006/11/sezioni/ambiente/solare/cellule-mirtillo/cellule-mirtillo.html" target="_blank">Pannelli solari più economici grazie ai pigmenti del mirtillo</a>

mariomaggi
13-12-2006, 12:49
Caro nll,<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Speriamo in tempi brevi, in fin dei conti il 2008 non è poi così lontano e una volta tanto non partiamo per ultimi.</div></div><br>Mi lasciano perplesso queste ricerche &quot;a tempo&quot;.<br>Se le celle sono gia&#39; definite, non serve aspettare il 2008 per testarle.<br>Se non sa ancora come farle, il 2008 e&#39; ottimistico.<br><br>Se invece il problema e&#39; la disponibilita&#39; stagionale dei mirtilli, si possono acquistare nell&#39;emisfero sud.<br><br>Io sono convinto che da diversi prodotti naturali si possa ricavare qualcosa di utile per generare elettricita&#39;. Se funziona con i mirtilli, forse funziona anche con le more.<br><br>Ciao<br>Mario

francescomat
13-12-2006, 12:55
Ho letto il documento: pur non capendo quasi niente di roba tecnica, mi domando: ma se una cella in laboratorio produce il 4-10&#37; dell&#39;energia che riceve, una volta montata su di un pannello quanto potr&agrave; rendere?<br><br>Sono ottimista per vocazione, ma pessimista per mestiere.

topolinus
13-12-2006, 13:14
le arance rosse siciliane, contengono una enorme quantit&agrave; di antocianine. diverse da quelle del mirtillo ma non è detto che non funzionino ugualemnte ... magari meglio <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3014f6c55e18e687a9fe48408162e05f.gif" alt=":)">

giorgio demurtas
13-12-2006, 13:54
Ho visto il video dell&#39;univerit&agrave; di Torvergata. Sembra che le possa fare anche Art Attack...<br>L&#39;ossido di titanio lo spalmano in un velo di xxx micrometri... con una spatola? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/64c5877b3e6f88697ce0c1a5e060cb03.gif" alt=":huh:">

topolinus
13-12-2006, 14:36
giorgio usano una sospensione di ossido di titanio e poi la mettono in forno. da quello che ho capito, oltre all&#39;uniformit&agrave; dello spessore è molto importante la dimensione delle particelle di ossido che devono essere il più piccolo possibile.<br>per il resto il procedimento è estremamente semplice esattamente come sembra.

nll
15-12-2006, 16:47
Caro Mario, la data del 2008 è per avviare la costruzione di una centrale sperimentale, ma per poterlo fare bisogna aver gi&agrave; studiato e realizzato i pannelli che la comporranno. Non mi pare, con i nostri tempi burocratici, che il 2008 sia poi così lontano.<br><br>Certo che molti di noi potrebbero dire che certe conoscenze le avevamo ormai da tempo e forse invece del 2008 si sarebbe potuto iniziare 5, o 10 anni fa, ma ancora oggi ci sono gli scettici (o i diversamente interessati, se preferisci) che frenano ogni iniziativa che punti a sostituire il petrolio nella produzione di energia e nei trasporti.

doctorx
28-12-2006, 12:03
salve a tutti leggendo i vari post sull&#39;argomento non sono riuscito a trovare comunque il video sulla realizzazione della cella al mirtillo .<br>qualcuno mi può aiutare in questo ?<br><br>ps. complimenti a tutti per i vari argomenti scentifici e non veramente notevole&#33;&#33;&#33;

neo-niki
28-12-2006, 15:46
@ doctorx:<br><br>il video si trovano nella sezione &quot;video&quot; .... di Freenergy:<br><br><a href="http://freenergy.uniroma2.it/index.php?option=com_content&amp;task=view&amp;id=16&amp;Itemi d=30" target="_blank">http://freenergy.uniroma2.it/index.php?opt...id=16&Itemid=30</a><br><br>By<br><br>Niki

doctorx
29-12-2006, 15:47
grazie neo-niki

Lucent2k1
15-01-2007, 19:09
Altri dettagli su:<br><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=5095796" target="_blank">http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=5095796</a><br><br>Mi permetto di ricollegare l&#39;argomento

atimameg
22-10-2007, 19:20
up perchè interessante&#33;