PDA

Visualizza la versione completa : energia dei fulmini....



Barney09
19-05-2006, 14:31
da perfetto incompetente mi chiedo...<br><br>come mai non si cerca il metodo per &quot;addomesticare&quot; l&#39;energia dei fulmini?<br><br><br><br><br><br>ho trovato una discussione su questo argomento gi&agrave; su questo forum.<br><br>Scusate per il post.<br><br>

ag_smith
19-05-2006, 16:21
perche&#39; hanno una grandissima potenza ma una bassa energia perche&#39; durano poco..<br>

Docrates
19-05-2006, 18:02
ci hanno pensato ...solo che per adesso i fulmini cadono a caso e non dove vuoi tu.<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">perche&#39; hanno una grandissima potenza ma una bassa energia perche&#39; durano poco..</div></div><br>Dissento. Anni fa vidi un documentario dove spiegavano che in durante un solo temporale si libera energia sufficiente per un anno intero ad una citt&agrave; come New York. Solo che è impossibile catturare tutti i fulmini.

Franco52
19-05-2006, 18:54
noi di &quot;Altra Scienza&quot; abbiamo prodotto una monografia intitolata &quot;Elettricit&agrave; dall&#39;atmosfera&quot; dove sono riportate alcune ricerche che si propongono di ricavare energia dai fulmini. Non mi sembra affatto un&#39;idea strampalata, anzi questo fa parte del nuovo modo di interpretare il problema energia: con tutti i sistemi possibili; se prendiamo un&#39;unit&agrave; di abitazione, per esempio una casa in campagna, un condominio in citt&agrave;, ecc. occorre studiare TUTTI i sistemi per ricavare energia da quel particolare ambiente.

ag_smith
19-05-2006, 19:16
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Docrates @ 19/5/2006, 19:02)</div><div id="quote" align="left">ci hanno pensato ...solo che per adesso i fulmini cadono a caso e non dove vuoi tu.<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">perche&#39; hanno una grandissima potenza ma una bassa energia perche&#39; durano poco..</div></div><br>Dissento. Anni fa vidi un documentario dove spiegavano che in durante un solo temporale si libera energia sufficiente per un anno intero ad una citt&agrave; come New York. Solo che è impossibile catturare tutti i fulmini.</div></div><br>mi riferivo al singolo fulmine...<br><br>cmq sicuro che nel documentario non hanno fatto l&#39;errore di calcolare i watt ansiche i joule ?

MetS
19-05-2006, 19:51
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Barney09 @ 19/5/2006, 15:31)</div><div id="quote" align="left">da perfetto incompetente mi chiedo...<br>come mai non si cerca il metodo per &quot;addomesticare&quot; l&#39;energia dei fulmini?<br>ho trovato una discussione su questo argomento gi&agrave; su questo forum.<br>Scusate per il post.</div></div><br>Perche&#39; come qualcuno ha detto pocanzi, i fulmini cadono a caso.<br>Ricordo di un esperimento avvenuto negli States anni fa.<br>Misero una serie di parafulmini inmodo che potessero attirarli e misurare gli effetti e la potenza.<br>Ebbene, in un anno di sperimentazioni i fulmini scelsero di cadere ovunque riservando la scarica ai parafulmine soltanto il 6% delle volte.<br>Come puoi sfruttarli se non sai dove cadono?<br><br>MetS

Framoro
19-05-2006, 19:53
Nn si ha la tecnologia per :<br>1 immagazzinare una tale energia<br>2 raccogliere tale fenomeno che è governato dalla casualit&agrave; di caduta e dall&#39;elevata potenza ma bassa(bassissima) durata.<br><br>

Franco52
19-05-2006, 20:00
non fatevi prendere dal panico nell&#39;affrontare sfide tecnologiche&#33;<br>Io ho fatto dei progetti per costruire basi nell&#39;inferno di Venere e non mi sento di essere preso per matto.<br>Comunque andate su google e digitate POWER FROM LIGHTING.

MetS
19-05-2006, 20:21
Piacere di dialogare con Altrascienza.<br>Il problema dei fulmini in effetti e&#39; un falso problema.<br>Ci sono cosi&#39; tante forme di energia non sfruttate dall&#39;uomo e molto piu&#39; facilmente sfruttabili che fa sicuramente cadere questo discorso ad un futuro lontano.<br>Penso alle maree, alle correnti marine, allo stesso eolico, al geotermico (non mi sento di spendere una parola sul fotovoltaico per vari motivi) al solare termico.<br><br>Incominciamo a vedere di usare pienamente e completamente queste forme che gia&#39; conosciamo prima di intraprendere strade colme di ostacoli.<br><br>Saluti<br><br>MetS

Franco52
19-05-2006, 20:51
Concordo che il problema dei fulmini è un falso problema, è solo una scusa per affrontare il problema dell&#39;innovazione.<br>Va bene si studiare le energie tradizionali (tra queste io includo anche le energie rinnovabili come il solare e l&#39;eolico) ma occorre dare una spinta alle aziende che poggiano sempre i piedi sul sicuro.<br>Per esempio nel campo eolico ho proposto il generatore a tornado e questo perchè se lasciamo che le industrie facciono il gioco di prendere il massimo di guadagno da una tecnologia ben conosciuta, non potremo, o non potranno, o non vorranno sperimentare il nuovo. Ormai anche nel campo delle energie rinnovabili si è creata una specie di mafia che controlla quei prodotti, limitati, e li gestisce solo per ricavarne profitti, non per dare autonomia energetica alla gente.<br>Noi pensiamo alla produzione locale di energia e alla variet&agrave; della produzione energetica, perchè se un giorno non c&#39;è vento, potrei avere il sole; se non ho il sole potrei avere l&#39;acqua da trasformare in idrogeno, se non ho niente posso usare le mie braccia per muovere un volano, e via dicendo. Addirittura c&#39;è un tizio che ricava energia dal passaggio delle automobili sulla strada che premono dei sistemi piezoelettrici, per fare un esempio. La variet&agrave; delle risorse premunisce chi si procura energia da solo dalle mancanze temporanee di una o più forma di energia.<br>Scusate questa dissertazione e vi accenno, tornando all&#39;argomento, che basterebbe una roccia basaltica per accumulare l&#39;energia di un fulmine.

MetS
19-05-2006, 21:04
Mi e&#39; venuto un dubbio.<br>Il magnetismo del ferro non potrebbe essere indotto in qualche modo anche dall&#39;energia sviluppata da un fulmine (10, 100, 1 milione di fulmini)?<br>Ditemi se mi sbaglio.....<br><br>MetS

Franco52
20-05-2006, 11:50
prima di affrontare un problema scientifico bisogna vedere cosa hanno fatto gli altri: questa è la prassi corretta.<br>Volevo ricordare che qualcuno ha gi&agrave; sperimentato la produzione artificiale di fulmini per mezzo di sistemi laser.

_Anyone_
20-05-2006, 12:03
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Franco Malgarini @ 20/5/2006, 12:50)</div><div id="quote" align="left">Volevo ricordare che qualcuno ha gi&agrave; sperimentato la produzione artificiale di fulmini per mezzo di sistemi laser.</div></div><br><br>l&#39;avevo visto tempo fa su discovery channel sparavano un impulso laser verso l&#39;alto, che ionizzava una sottile colonna di aria, e il fulmine si scaricava giu&#39; in tutta la sua potenza. (alla faccia di tutto quello finora scritto <img src="http://www.energeticambiente.it/images/61b00fee4d9eeafd0325052494de64e3.gif" alt=";)"> )<br><br>era anche una cosa abbastanza veloce, le nubi pure le addensavano loro, ma nn saprei quanto sia sostenibile un siistema di produzione di energia del genere. xche&#39; si dovrebbero tenere nubi perennemente addensate sopra la &quot;centrale&quot; e credo che sicuramente l&#39;equilibrio del clima li intorno ne rimarrebbe un po&#39; sconvolto<br>

Dynoc
21-05-2006, 12:23
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Docrates @ 19/5/2006, 19:02)</div><div id="quote" align="left">Anni fa vidi un documentario dove spiegavano che in durante un solo temporale si libera energia sufficiente per un anno intero ad una citt&agrave; come New York.</div></div><br>bhè&#33; se è vero questo...<br><br>basterebbero pochi temporali all&#39;anno...<br>e il clima non verrebbe sconvolto&#33;

Barney09
22-05-2006, 16:07
Il mio discorso era puramente teorico... volevo solo capire se era una cosa fattibile.<br><br>Da quello che ho letto in questo e in un altro post, pare che siano stati studiati dei sistemi per tentare di raccogliere questa elettricit&agrave;, anche se senza grandi successi.<br>

Franco52
25-06-2006, 14:05
Ecco un possibile uso dell&#39;energia dei fulmini.<br><br><br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/fc7a133023d33e71c4abbacc57a6a36c.png" alt="Attached Image"></table><p>

28-09-2006, 12:55
beh dovete immaginare che<br>i fulmini rispetto alle altre fonti di energia sono una bazzeccola, cioè si producono per caricamento elettrostatico delle nuvole (mi sembra, correggetemi se sparo *******te)<br><br>quindi ci sono tanti altri modi per prendere energia, che i fulmini non se li è pensati nessuno&#33;<br><br>ad esempio, le centrali idroelettriche: avete idea di che forza ha l&#39;acqua che si muove con la forza di gravit&agrave;? e pensare che adesso una centrale nucleare eroga la potenza di 10 centrali idroelettriche medie<br><br>comunque mi sembra che un fulmine abbia 1GW di potenza in media, ma non ne sono sicuro, e comunque questa potenza è come quella che si può ricavare da un condensatore carico, svanisce subito

odisseo
28-09-2006, 14:03
Ho due obiezioni<br>1) il fulmine non è una bazzecola, è una fonte estemamente concentrata, a parte problemi di resistenza delle strutture (impulsi di milioni di volts per migliaia o decine di migliaia di Amperes non sono una bazzecola)<br>2) prova a calcolare con l&#39;uso di un pò di chimica elementare e teoria dei gas quale volume occupa un solo litro di acqua che passa in pochi centesimi di secondo, da 20 °C a 300 °C<br><br>Odisseo<br>

NonSoloBolleDiAcqua2
28-09-2006, 17:31
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Franco Malgarini @ 19/5/2006, 21:00)</div><div id="quote" align="left">Comunque andate su google e digitate POWER FROM LIGHTING.</div></div><br>Se fossi in grado di accumulare l&#39;0.1&#37; dell&#39;energia di un solo fulmine avrei 1000 anni di energia gratuita.<br>Cercate anche Power from Lightning.<br>Bolle

28-09-2006, 19:35
bene e come accumoli tutta quella energia in una frazione di secondo? in un condensatore da GIGA JOULE?

buran001
28-09-2006, 20:24
Salve,qualche anno fa&#39; ho visto un servizzio su un canale sat dove spiegavano un progetto di studio dei fulmini,il sito dei test si trovava in USA dove c&#39;é un luogo dove cadono in percentuale piu fulmini durante un anno che in altri posti,utilizzavano dei razzi a combustibile solido di costruzzione amatoriale capaci di salire in verticale per oltre 20km&#33;&#33; il razzo era collegato con una bobina di cavo lunghissima di piccolissimo diametro ,(ogni volta dovea essere rimpiazzato per la fusione) veniva sparato il razo da una torre di 40mt verso le nubi in procinto di scariche atmosferiche,il risultato era una saetta che colpiva il razzo etramite il piccolissimo cavo giungeva verso la torre di lancio dove cerano enormi isolatori e apparechiature di misurazzione costruite appositamente,i dati giungevano in fibbra ottica all&#39;laboratorio poco distante per non avere nessun collegamento elettrico tra la torre ed il laboratorio per la sicurazza,i filmati erano veramente spettacolari ,ovviamente é un sistema valido ma costoso utilizzabile solo per studio dei fenomeni atmosferici<br>Ciao

28-09-2006, 21:45
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (NorbiX @ 28/9/2006, 20:35)</div><div id="quote" align="left">bene e come accumoli tutta quella energia in una frazione di secondo? in un condensatore da GIGA JOULE?</div></div><br>fonte: <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=3876522&amp;st=30#entry45914052" target="_blank">http://energierinnovabili.forumcommunity.n...0#entry45914 052</a><br>Hellblow:<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Si potrebbe pensare ad un sistema che scarica a terra la corrente, che attraverser&agrave; un blocco di NaCl. Il calore (si deve calcolare se basta) dovrebbe fondere il sale e quindi immagazzinare il calore. In seguito il calore potebbe essere riutilizzato nuovamente per altre cose (riscaldamento, produzione energia elettrica ecc...)<br><br>Questo è un primo metodo di utilizzo a cui ho pensato appena sveglio, ma potrebbe benissimo venir immagazzinata, quest&#39;energia, anche sotto forma di idrogeno. E&#39; tutto un po da vedere....</div></div><br>metodi ce ne sono (forse l&#39;ultima cosa da fare è usare condensatori) ... potresti cercare anche nella sezione <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?f=166102" target="_blank">Accumulazione di Energia</a>

29-09-2006, 13:24
ma scusate allora sta ionosfera ha una differenza di potenziale rispetto alla terra, e con un laggio laser si potrebbe creare una specie di collegamento elettrico?<br><br>ma invece di usare condensatori da MV, non di potrebbe alimentare un trasformatore abbassatore che carica un condensatore a media tensione con molta più capacit&agrave;?<br><br>=( lascio perdere, mi sa che questo sistema non fa per me

Valerio78
29-09-2006, 14:03
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">ma scusate allora sta ionosfera ha una differenza di potenziale rispetto alla terra</div></div><br>Il differenziale si può sfruttare col <a href="http://www.energoclub.it/doceboCms/page/198/Dispositivi_free_energy.html" target="_blank">generatore a potenziale elettrostatico</a> . Il principio è chiaro, le prestazioni meno, ma dovrebbe funzionare.<br><br>Valerio

NonSoloBolleDiAcqua2
29-09-2006, 15:09
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (NorbiX @ 28/9/2006, 20:35)</div><div id="quote" align="left">bene e come accumoli tutta quella energia in una frazione di secondo? in un condensatore da GIGA JOULE?</div></div><br>Il discorso era ovviamente teorico orientato a chiarire l&#39;entit&agrave; energetica.<br>Ora passiamo al tempo...ed in particolare alla frazione di secondo...e ipotizziamo (per assurdo) l&#39;esistenza di un fulmine lento...che duri 1 secondo esatto.<br>Risolveremmo il problema dell&#39;accumulo?<br>Se fosse lentissimo e durasse 1 ora o lentissimo lentissimo e durasse un&#39;intera giornata?<br>Saremmo in grado di utilizzare questa energia?<br>Avremmo bisogno dei condensatori brevettati da Tesla oppure potremmo fare qualche altra cosa?<br>Bolle

29-09-2006, 15:45
quel che penso è che, anche se il fulmine fosse &quot;lentissimo&quot;, ma mantenesse inalterati i suoi parametri di tensione e corrente, saremmo comunque di fronte ad una potenza difficilmente gestibile con metodi &quot;direttamente elettrici&quot; ... per questo sarebbe forse meglio utilizzare il fulmine per fare altro ... tipo generare vapore, idrogeno, o ancora altro, non so, qualche idea?

OggettoVolanteIdentificato
29-09-2006, 17:19
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (NonSoloBolleDiAcqua2 @ 28/9/2006, 18:31)</div><div id="quote" align="left">Se fossi in grado di accumulare l&#39;0.1&#37; dell&#39;energia di un solo fulmine avrei 1000 anni di energia gratuita.</div></div><br>Ciao,bolle. L&#39;ing. Vito Barone scrive che &#39;&#39;Un fulmine potrebbe alimentare una lampada da 100 Watt per tre mesi.&#39;&#39;....... più o meno il valore in Watt che io ritengo probabile ,considerando la durata della scarica ,la luminosit&agrave; emessa,l&#39;esplosione sonica e i danni effettivi quando scocca sulla cima di un edificio. Da dove hai prelevato quella tua stima? (ultraottimistica,se pensi al fatto che si tratta di pura elettricit&agrave; statica).

29-09-2006, 18:13
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Tutta l’energia di un fulmine ha valori per alimentare , se immagazzinata , una lampada da 60 Watt<br>per un mese (0,06 x 24 x 30 = 43.2 kWh). Mentre ,vista la rapidit&agrave; del fenomeno , la sua potenza è<br>superiore alla potenza che sono in grado di fornire tutte le centrali elettriche installate in Europa.</div></div><br>fonte: <a href="http://www.rotarycarraraemassa.it/MainPage/Relazioni/Fulmini%20e%20parafulmini.pdf" target="_blank">www.rotarycarraraemassa.it</a><br><br>si ... NonSoloBolleDiAcqua2 è un po&#39; ottimista. Bisogna distinguere tra energia e potenza.<br>Però, avendo la possibilit&agrave; di &quot;catturare&quot; tanti fulmini, contemporaneamente modificando il concetto di centrale (decentralizzando), si dovrebbero avere tante piccole &quot;centraline&quot; di citt&agrave; che contribuiscono all&#39;apporto energetico in rete.

29-09-2006, 18:46
questo costerebbe un tantino di più di qualsiasi altro sistema di produzione energetico credo io

29-09-2006, 19:16
potrebbe essere ...<br>ma, dato che ancora non sappiamo come potrebbe essere fatta una simile &quot;centralina&quot;, e considerando che una volta costruita, la materia prima è gratis ... le stime di resa economica non saprei proprio farle per ora

29-09-2006, 19:20
beh anche l&#39;acqua e il vneto sono gratis, anche il combustibile nucleare è quasi gratis (ne consumano 2m cubi circa all&#39;anno in una centrale)<br><br>è gratis anche il calore della terra e la luminosit&agrave; del sole, ma costa invece trasformare queste belle cose in energia elettrica<br><br>qui invece c&#39;è gi&agrave; energia elettrica, basta saperla accumulare

29-09-2006, 20:12
eh si ... bella sfida tecnologica ... qualcuno ha idee?

mariomaggi
29-09-2006, 21:36
Caro compositore,<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">eh si ... bella sfida tecnologica ... qualcuno ha idee?</div></div><br>beh, quelle non sono mai mancate, ma ci sono solo quelle&#33;<br><br>Linea ferroviaria a levitazione magnetica. I magneti fissati a terra potrebbero essere rimagnetizzati dalla vicinanza di un solo conduttore superisolato, percorso dalla corrente del fulmine. <img src="http://www.energeticambiente.it/images/7444f0f099861cc23b8c3db21155960d.gif" alt=";)"><br><br>Non e&#39;un&#39;idea seria, lo so&#33;<br><br>Piuttosto, sono convinto che prima o poi si riuscira&#39; ad ottenere un accumulo elettrolitico di energia da fulmine.<br>Un laghetto di elettrolita potrebbe &quot;caricarsi&quot; istantanamente, modificando la struttura dell&#39;elettrolita. Il liquido carico&quot; potrebbe poi essere scaricato passando in una cella. Non ho assolutamente idea di quale strada si potra&#39; percorrere per ottenere questo risultato.<br><br>Ciao<br>Mario<br><br>

30-09-2006, 12:59
a proposito di elettriliti<br><br>dove posso trovare condensatori da capacit&agrave; enormi a basso prezzo?

mariomaggi
30-09-2006, 14:20
NorbiX,<br>in questa discussione stiamo parlando di fulmini e non di condensatori a basso prezzo.<br>Fai la domanda - che deve essere piu&#39; completa e dettagliata - per esempio nella sezione &quot;accumulo energetico&quot;, qui ci stona. Grazie<br>Ciao<br>Mario<br><br>

30-09-2006, 19:45
ah K

30-09-2006, 20:20
Ve be&#39; dai su non fare cosi&#39;.<br>Ecco i condensatori, alla fine ci sono i link dei vendors<br>Certo rimane il problema di scalare la carica ad un valore di tensione accettabile.<br>Magari una bobina con nucleo magnetico sulla quale il fulmine scarica i milioni di ampere e poi generare tensione piu&#39; bassa per induzione dico per dire ...<br><a href="http://www.battcon.com/PapersFinal2004/MillerPaper2004.pdf" target="_blank">http://www.battcon.com/PapersFinal2004/MillerPaper2004.pdf</a><br><br>Questa discussione andrebbe spostata nella sezione opportuna ... <img src="http://www.energeticambiente.it/images/818dc371314b9ea86408fc783ec99612.gif" alt=":ph34r:">

ag_smith
30-09-2006, 22:09
il problema e&#39; che i fulmini hanno tanta potenza ma poca energia&#33;&#33;<br><br>infatti sono potenti eprche&#39; durano pochissimo se proviamo a spalmare la loro energia nel tempo anche ipotizzando un rendimento del 100&#37; ci accorgiamo che non hanno cosi&#39; tanta energia e che il gioco non varrebbe la candela a meno che non si trovi un sistema supereconomico e esenza manutenzione...

01-10-2006, 00:40
secondo me (ma è solo un mio parere &quot;a occhio&quot;), per come è fatto un fulmine (intendo i parametri tensione corrente e durata dell&#39;impulso), anche se esso è gi&agrave; energia elettrica, credo che sia inutile cercare di immagazzinarlo direttamente come energia elettrica. Quelle tensioni, per giunta così impulsive, non c&#39;è modo di isolarle e quindi non c&#39;è modo di incanalarle in un avvolgimento primario per prelevarne qualcosa di utilizzabile in un ipotetico secondario ... è una situazione limite troppo estrema ... sinceramente credo più ad un possibile utilizzo per altri scopi .<br>In Canada, ad esempio, nelle citt&agrave; più a nord, alcuni grattacieli sono dotati di un sistema di riscaldamento esterno per evitare che si formi del ghiaccio in inverno ... si potrebbe forse usare l&#39;energia dei fulmini in maniera quasi diretta per questo scopo? ... ci sono altre applicazioni in cui non ci serve energia elettrica ma altre forme (soprattutto calore)? ... io sono più propenso a questi utilizzi.<br><br>... ovviamente i fulmini bisogna &quot;attirarli&quot; coi laser ionizzanti o qualcos&#39;altro, perchè ce ne servono tanti

01-10-2006, 11:47
quoto 100&#37; ag smith

odisseo
01-10-2006, 11:53
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (ag&#95;smith @ 30/9/2006, 23:09)</div><div id="quote" align="left">il problema e&#39; che i fulmini hanno tanta potenza ma poca energia&#33;&#33;<br><br>infatti sono potenti eprche&#39; durano pochissimo se proviamo a spalmare la loro energia nel tempo anche ipotizzando un rendimento del 100&#37; ci accorgiamo che non hanno cosi&#39; tanta energia e che il gioco non varrebbe la candela a meno che non si trovi un sistema supereconomico e esenza manutenzione...</div></div><br><a href="http://www.poweron.ch/upload/cms/user/8Ilfulminespettacolonaturale.pdf#search=%22energia %20del%20fulmine%22" target="_blank">http://www.poweron.ch/upload/cms/user/8Ilf...el%20fulmine%22</a><br><br>Odisseo<br>

01-10-2006, 12:40
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">nelle citt&agrave; più a nord, alcuni grattacieli sono dotati di un sistema di riscaldamento esterno per evitare che si formi del ghiaccio in inverno ... si potrebbe forse usare l&#39;energia dei fulmini in maniera quasi diretta per questo scopo?</div></div><br>Qualcuno ha visto fulmini in inverno con temperature al suolo inferiori a zero Celsius?<br><br>Verificare sempre le condizioni di contorno, prima di perdere tempo in ipotesi miracolose.<br><br>Ciao<br>Tersite

01-10-2006, 13:29
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (tersite1 @ 1/10/2006, 13:40)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">nelle citt&agrave; più a nord, alcuni grattacieli sono dotati di un sistema di riscaldamento esterno per evitare che si formi del ghiaccio in inverno ... si potrebbe forse usare l&#39;energia dei fulmini in maniera quasi diretta per questo scopo?</div></div><br>Qualcuno ha visto fulmini in inverno con temperature al suolo inferiori a zero Celsius?<br><br>Verificare sempre le condizioni di contorno, prima di perdere tempo in ipotesi miracolose.<br><br>Ciao<br>Tersite</div></div><br>ehi ehi ... l&#39;ho buttata lì giusto per fare un esempio di come usare l&#39;energia dei fulmini in maniera diversa dall&#39;elettrico puro ... scusa tanto se perdo tempo in ipotesi miracolose&#33;&#33;&#33;<br><br>... e poi che ne sai che anche in quelle condizioni non esistanon comunque ddp tra nuvole e terra che si possono &quot;spremere&quot; artificialmente con l&#39;uso dei laser ionizzanti? ... non parlo di aspettare un fulmine naturale ...<br>.. e comunque, le ipotesi miracolose le facciamo un po&#39; tutti qui, non vedo perchè devi essere così critico nei miei confronti&#33;

OggettoVolanteIdentificato
01-10-2006, 18:25
Il fulmine scocca spesso dal basso verso l&#39;alto,per questo Tersite sottolineava il fatto che,con basse temperature,non si ha una grande umidit&agrave; al suolo; umidit&agrave; che concorre al trasporto delle cariche elettriche. E anche dirottando il fulmine verso un grattacielo coperto di ghiaccio,abbasseresti di qualche grado alcune decine di metri quadrati,un&#39;inezia:son 200 Kilowattora di energia,che,sebbene dirottati verso il ghiaccio,vengono dissipati soprattutto dall&#39;aria gelida attigua. L&#39;energia di un fulmine discretamente potente corrisponde a 30 euro di Enel. <img src="http://www.energeticambiente.it/images/4f1f2725f32a21eaa7610e8eeea178bf.gif" alt=":lol:">

01-10-2006, 18:46
si, ma gli do ragione anch&#39;io su questo ... è solo che non mi piacciono i toni<br><br>x OVI<br>ti quoto perchè sai che la penso come te sull&#39;energia totale di un fulmine quando mi ricordi che:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">L&#39;energia di un fulmine discretamente potente corrisponde a 30 euro di Enel.</div></div><br>ti ricordi che pure io ho detto a suo tempo:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">... ovviamente i fulmini bisogna &quot;attirarli&quot; coi laser ionizzanti o qualcos&#39;altro, perchè ce ne servono tanti</div></div><br>&quot;ce ne servono tanti&quot; ... st&agrave; a significare proprio il fatto che un solo fulmine (anche grosso) non serve a granchè in termini energetici ...<br><br><span class="edit">Edited by compositore - 1/10/2006, 20:10</span>

01-10-2006, 20:57
Mi scuso per i toni<br>Ma finalmente è venuto fuori che da un fulmine di grandezza media si possono ricavare, al massimo teorico, 200 KWh.<br>Il consumo quindicinale di una famiglia media.<br>Le citt&agrave; come New York alimentate per un anno dall&#39;energia di un fulmine sono *******te scritte da analfabeti scientifici, che confondono l&#39;energia con la potenza, come la stragrande maggioranza.<br><br>Ciao<br>Tersite

01-10-2006, 21:18
hai proprio ragione, non bisogna confondere potenza ed energia (e ... grazie per le scuse dei toni).<br><br>p.s.: forse ti è sfuggito, ma il fatto che l&#39;energia di un fulmine non è poi tanta è venuto fuori un po&#39; di post fa ... <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=3159985&amp;st=15#entry48054046" target="_blank">http://energierinnovabili.forumcommunity.n...5#entry48054 046</a><br>(sempre allegato ad una sconveniente mia idea ... veramente sconveniente, dato che si trattava di decentralizzare una centrale in tante piccole &quot;centraline&quot; ... ma il principio del brainstorming è proprio questo - siamo ancora nella prima fase senza censura - poi si sfoltisce)

NonSoloBolleDiAcqua2
02-10-2006, 01:33
Vedo che il concetto potenza enegia è molto interpretato in questo 3d...date un&#39;occhiata a questo sistemino.<br><a href="http://www.mikebrownsolutions.com/tesla-lightning.htm" target="_blank">http://www.mikebrownsolutions.com/tesla-lightning.htm</a><br>Per quanto riguarda i conti, non sono stato assolutamente ottimista ma provocatorio, non è la prima volta che qualcuno mette in dubbio l&#39;energia del fulmine...ma se interessa, si puo&#39; calcolare facilmente l&#39;energia di un fulmine...occorre solo capire quale fulmine&#33;&#33;&#33;<br>Lo sapevate che il fulmine artificiale piu&#39; lungo mai realizzato lo ha generato Tesla?<br>Se Nicola si era scomodato a studiare/realizzare i fulmini...magari un motivo ci sar&agrave; stato...(dopo ha sicuramente trovato di meglio).<br>Non pensiamo ad accumulare energia nei modi convensionali...pensiamo ad altro...su su...che la soluzione è sotto gli occhi di tutti.<br>Bolle

02-10-2006, 01:51
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (NonSoloBolleDiAcqua2 @ 2/10/2006, 02:21)</div><div id="quote" align="left">Non pensiamo ad accumulare energia nei modi convensionali...pensiamo ad altro...su su...che la soluzione è sotto gli occhi di tutti.<br>Bolle</div></div><br>anch&#39;io sono del parere che coi fulmini bisogna scostarsi un po&#39; dal &quot;convenzionale&quot;<br><br>però, nel link che hai postato ci sono delle cose che non capisco:<br>l&#39;articolo dice che un fulmine medio (naturale) ha una tensione di 1 miliardo (billion) di Volts ed una corrente di 3000 ampere. Ne ricava, per moltiplicazione credo, 3 miliardi (billions) di kilowatt di POTENZA (power), e subito dopo dice: enough energy to run a major city for months (abbastanza ENERGIA per alimentare una grande citt&agrave; per mesi).<br>Chi ha scritto l&#39;articolo confonde POTENZA con ENERGIA?<br><br>usando formulette delle medie:<br><br>POTENZA = TENSIONE x CORRENTE<br>ENERGIA = POTENZA x TEMPO (tempo di applicazione dell&#39;evento elettrico in ore - fulmine ... quanto dura un fulmine medio?)<br><br>usando i dati che ci fornisce l&#39;articolo da te postato abbiamo:<br><br>POTENZA = 1x10^9 x 3x10^3 = 3x10^12 W<br><br>durata di un fulmine? ... io suppongo 1/10 di secondo ... se sbaglio rifatemi i calcoli<br>ENERGIA = 3x10^12 x (1/36000) = 83,(3)x10^6 Wh = circa 83 MWh (megawattora)<br><br>è gi&agrave; interessante come quantit&agrave; di energia ... ma ben distante dalle stime di quell&#39;articolo che, tra l&#39;altro confonde le unit&agrave; di misura e quindi è inaffidabile come fonte ... non mi fido nemmeno dei dati di partenza tensione/corrente di un fulmine ... quel che voglio dire è che, nonostante Tesla abbia sicuramente visto giusto, la persona che ha scritto su quel sito è un bel po&#39; superficiale e non ha niente a che vedere con Tesla.

02-10-2006, 02:10
da qualche parte ho letto di durate intorno ai 20ms<br>... l&#39;energia scenderebbe a 16 MWh circa ... sempre che siano corretti gli altri dati forniti dal link in questione ...

02-10-2006, 07:50
Caro compositore<br>Continuiamo a fare dei conti.<br>In Svizzera scoccano 300.000 fulmini all&#39;anno, due terzi di di questi sono fra nube e nube (quindi non utilizzabili da terra)<br>Rimangono 100.000 fulmini all&#39;anno da sfruttare<br>Ciascuno di questi adeguatamente sfruttato può dare energia per 200 KWh ( lo so che sono ancora troppi, ma voglio esagerare.)<br>In totale gli svizzeri possono contare su 20 GWh di energia annua proveniente da fulmini.<br>Più o meno 1 giorno di produzione di una centrale nuke, o se preferisci il fabbisogno annuale di 5000 famiglie medie.<br><br>Ci sono un sacco di oppourtunit&agrave; migliori da investigare.<br><br>Ciao<br>Tersite

02-10-2006, 13:02
esattamente ma siccome sono sparpagliati, &quot;l&#39;energia dei fulmini&quot; è decisamente INUTILE e IMPOSSIBILE da immagazzinare

02-10-2006, 13:43
tersite1 e NorbiX ...<br>ma non riuscite a leggere o non lo fate di proposito?<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">ma ben distante dalle stime di quell&#39;articolo che, tra l&#39;altro confonde le unit&agrave; di misura e quindi è inaffidabile come fonte ... non mi fido nemmeno dei dati di partenza tensione/corrente di un fulmine ... quel che voglio dire è che, nonostante Tesla abbia sicuramente visto giusto, la persona che ha scritto su quel sito è un bel po&#39; superficiale e non ha niente a che vedere con Tesla.</div></div><br>chi non volesse contribuire allo sviluppo di qualche idea sul topic energia dei fulmini perchè ritiene che &quot;Ci sono un sacco di oppourtunit&agrave; migliori da investigare.&quot; o &quot;l&#39;energia dei fulmini è decisamente INUTILE e IMPOSSIBILE da immagazzinare&quot;, non è costretto a farlo ... ci sono tantissimi topic più interessanti in questo forum, prego ...<br><br>p.s.: anch&#39;io vedo la cosa difficile e per ora sconveniente ... credo sia meglio cercare una soluzione a questo per renderlo conveniente, piuttosto che distruggere la conversazione ... magari non si trova soluzione, o magari si ...<br><br><span class="edit">Edited by compositore - 2/10/2006, 15:01</span>

02-10-2006, 19:32
Caro compositore<br>Ho capito, non vi rovino il giocattolo.<br><br>Ciao<br>Tersite

02-10-2006, 20:12
vedo che ti piace fare il sarcastico ...<br>il &quot;giocattolo&quot; non lo rovini di certo tu, soprattutto perchè in altre parti del mondo, altre persone stanno conducendo ricerche mirate proprio a sfruttare questa forma di energia e qualcuna starebbe (condizionale obbligatorio ... almeno io li uso finchè non verifico) ottenendo qualche risultato promettente:<br><br><a href="http://www.esdjournal.com/articles/lightn.htm" target="_blank">http://www.esdjournal.com/articles/lightn.htm</a><br><a href="http://www.previewonline.info/index.php?doc=articolo&amp;id_articolo=483" target="_blank">http://www.previewonline.info/index.php?do...id_articolo=483</a><br><br>riepilogando (per chi ha interesse continuare questa discussione):<br>1) è sconveniente aspettare i fulmini che scendono a caso<br>2) sarebbe auspicabile un metodo (forse laser CO2?) per &quot;collezionare&quot; tanti fulmini ... ma anche per provocare scariche artificialmente (più fulmini di quelli che ci sarebbero stati ... puntando il laser verso zone di nubi a potenziale elevato - radar elettrostatico? - mah)<br>3) con un fulmine ci facciamo un paio di frittate e un fritto misto ... quindi ce ne servono tanti<br>4) forse ... dico forse (ed è solo un mio parere) ... sarebbe più facile usare il fulmine per produrre idrogeno o calore o tutt&#39;e due piuttosto che accumulare l&#39;energia elettrica di quest&#39;ultimo<br><br>... vediamo se da qui si può ripartire con intelligenza

NonSoloBolleDiAcqua2
02-10-2006, 20:24
Non posso seguire il forum come vorrei e noto che la cosa si fa interessante...quindi argomentiamo:<br><br>1.Qualcuno di voi gi&agrave; conoscer&agrave; l&#39;esperimento...ma dategli un&#39;occhiata...è interessante<br>ma occhio...è pericoloso...molto pericoloso.<br><a href="http://www.xmx.it/energiadaaria.htm" target="_blank">http://www.xmx.it/energiadaaria.htm</a><br><br>2.Per chi fosse interessato ai condensatori,<br>guardatevi questi 3 brevetti di elettrolitici che brevettò Nicola...<br>il suo obiettivo era probabilmente un&#39;altro...ma rimandiamo questo discorso<br><a href="http://www.keelynet.com/tesla/00577671.pdf" target="_blank">http://www.keelynet.com/tesla/00577671.pdf</a><br><a href="http://www.keelynet.com/tesla/00567818.pdf" target="_blank">http://www.keelynet.com/tesla/00567818.pdf</a><br><a href="http://www.keelynet.com/tesla/00464667.pdf" target="_blank">http://www.keelynet.com/tesla/00464667.pdf</a><br>niente male...vero Elektron?<br><br>3.Date un&#39;occhiata anche a questo...ma è un po ostico per i non addetti ai lavori.<br><a href="http://website.lineone.net/~aarekhu/" target="_blank">http://website.lineone.net/~aarekhu/</a> &lt;- Per chi spicca l&#39;inglese.<br><a href="http://www.progettomeg.it/testatika.htm" target="_blank">http://www.progettomeg.it/testatika.htm</a> &lt;- Versione Italiana ...date un occhiata anche a quella inglese<br><br>4.Compositore, a volte va ascoltata la musica e non le parole...<br>tutti possono suonare il loro strumento e quindi anche tersite1 e NorbiX.<br>Per il resto (poniamo noi le condizioni) e ipotizziamo che ci sia un fulmine piccolo piccolo di 1KWh (cioe&#39; il costo di una frittura di patatine)...<br>siamo in grado di recuperare questa energia (anche in parte)?<br>Bolle

03-10-2006, 14:42
io volevo solo avvertirvi che secondo me speravate troppo in una cosa che non può dare risultati&#33;<br><br>comunque questo lo avevo gi&agrave; visto <a href="http://www.xmx.it/energiadaaria.htm" target="_blank">http://www.xmx.it/energiadaaria.htm</a> e non credo che una bobina per auto e qualiasi trasformatore possa abbassare correnti enormi a tensioni enormi&#33;<br><br>forse &quot;catturando&quot; i fulmini dal cielo, la loro tensione sar&agrave; più bassa di quelli che scendono fino a terra, ma comunque sar&agrave; bella grossa&#33;<br><br>fatemi capire questo &quot;canale ionizzato&quot; che si crea col laser, non è altro che aria a elevatissima temperatura che quindi all&#39;interno del fascio laser diventa molto rarefatta, permettendo alle scariche elettriche di passarci attraverso molto meglio?<br><br>un applicazione dei laser simile la avevo pensata per fulminare cose a distanza con un tesla, mi fa piacere avere trovato un applicazione meno distruttiva&#33;<br><br>comunque trasferire l&#39;energia del fulmine in calore non è assolutamente conveniente, perchè si dovrebbe usare una serpentina lunga tutto il fulmine per prendere la sua intera superficie, invece con un laser, e incanalando la scarica elettrica, la cosa diventa meno impossibile, sarei curioso di vedere il prototipo che ha costruito il tizio in questa pagina&#33; <a href="http://www.previewonline.info/index.php?doc=articolo&amp;id_articolo=483" target="_blank">http://www.previewonline.info/index.php?do...id_articolo=483</a><br><br>scusate per l&#39;uso eccessivo di &quot;comunque&quot;<br><br>comunque vi saluto e spero di esservi stato utile per chiarire le idee

03-10-2006, 21:44
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">comunque questo lo avevo gi&agrave; visto <a href="http://www.xmx.it/energiadaaria.htm" target="_blank">http://www.xmx.it/energiadaaria.htm</a> e non credo che una bobina per auto e qualiasi trasformatore possa abbassare correnti enormi a tensioni enormi&#33;</div></div><br>osservazione pertinente ... però quel progetto su xmx non è un catturafulmini, è un&#39;altra cosa.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">comunque trasferire l&#39;energia del fulmine in calore non è assolutamente conveniente, perchè si dovrebbe usare una serpentina lunga tutto il fulmine per prendere la sua intera superficie, invece con un laser, e incanalando la scarica elettrica, la cosa diventa meno impossibile</div></div><br>anche questo suggerimento è sensato ... sensato è anche, però, utilizzare la corrente incanalata mediante un laser, per produrre calore, facendo scorrere questa corrente in un blocco di NaCl, ad esempio, o in un materiale la cui resistenza, moltiplicata per il quadrato della corrente della scarica incanalata, si trasforma in calore per effetto Joule (forse anche una vasca d&#39;acqua)<br><br>comunque sei stato utile

mariomaggi
04-10-2006, 05:58
Nessun commento sull&#39;accumulo elettrolitico citato nel mio post precedente, dove l&#39;elettrolita non fa solo la funzione del condensatore elettrolitico ma viene modificato chimicamente all&#39;istante, per riportarsi poi allo stato iniziale cedendo energia?<br>Penso che questa possa essere l&#39;unica soluzione percorribile, che peraltro non modifica la ionizzazione e salva quindi l&#39;ozono, a patto di trovare l&#39;elettrolita giusto.<br><br>Ciao<br>Mario<br>

7rax77G
04-10-2006, 10:33
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 4/10/2006, 06:58)</div><div id="quote" align="left">Nessun commento sull&#39;accumulo elettrolitico [...] per riportarsi poi allo stato iniziale cedendo energia?<br>Penso che questa possa essere l&#39;unica soluzione percorribile, che peraltro non modifica la ionizzazione e salva quindi l&#39;ozono, a patto di trovare l&#39;elettrolita giusto.</div></div><br>A mio parere sarebbe una buona soluzione.<br>Ma a mio avviso ci sono problemi pratici un poco difficili da risolvere, eccone un paio+una:<br><br>Se il laghetto è a cielo aperto per permettere la scarica, come si impedisce all&#39;elettrolita di &quot;inquinarsi&quot; con la polvere se tira vento, o diluirsi se piove, o ci caga dentro un piccione in volo? <img src="http://www.energeticambiente.it/images/7086f9f300e36008798dfdfc3ba0d67c.gif" alt=":D"><br><br>Oltretutto dovrebbe essere un elettrolita non inquinante, sennò quando ripulisci il tutto, le scorie come le smaltisci?<br><br>Sostanze chimiche a cielo aperto: che dice la legislazione italiana?<br><br><br> Saluti&#33;

04-10-2006, 13:17
non so cosa direbbe la legislazione italiana, ma so che c&#39;è qualcuno che ti potrebbe ciucciare via l&#39;elettrolita&#33; comunque per milioni di volt condensatori elettrolitici non mi sembrano l&#39;ideale, e nemmeno trasformare l&#39;energia in calore<br><br>visto invece che il fulmine dura poco, appunto, si può cercare di abbassargli la tensione, oppure immagazzinarlo in qualche grosso condensatore se lo si cattura con un laser quando la sua tensione non è troppo alta

mariomaggi
04-10-2006, 14:23
NorbiX, non hai capito, non sto parlando di condensatori ma di trasformazione dell&#39;elettrolita.<br><br>Sulla protezione del laghetto, esistono anche le reti metalliche o sintetiche, il fulmine - con un adeguato acchiappafulmini - passa lo stesso&#33;<br>Per lo smaltimento, se si usa la tecnologia delle discariche dovrebbe non creare danni.<br><br>Ma prima bisogna inventare il sistema, non mettiamo il carro davanti ai buoi&#33;<br><br>Ciao<br>Mario<br>

Tianos
04-10-2006, 16:18
mario ha ragione ...per prima cosa io chiederei : cosa potrebbero fare potenze cosi elevate?<br>l&#39;energia del fulmine senza essere trasformata nella sua essenza cosa riuscirebbe a trsformare.?&#33;<br>il calore non sembra essere conveniente sia per dissipazione che per imprevedibilita del fulmine (anche se guidato non credo sia possibile provocare una cadenza costante nel tempo).<br>ricordo a tutti che parlo da ignorante spero solo di accendere qualche lampadina a caso e che qualcuna di queste possa far luce nella direzione dello sguardo di qualcuno che sa di piu.<br>la potenza elevata del fulmine ad esempio potrebbe ionizzare grandissime quantita di gas o di materiale (ad esempio le piu innovative batteriesul mercato funzionano a ioni di litio , magari invece di immagazzinare l&#39;energia la si potrebbe usare per trasformare materiali che sono rari e quindi che richiederebbero grossi dispendi di questa.)<br>oppure ancora non si potrebbe usare l&#39;effetto altalena scoperto da tesla , ossia immagazzinare il fulmine e scaricarlo a terra in una data frequenza in modo che si immagazzininello stesso pianeta per poi recuperarlo e trasformarlo in archi di tempo piu&#39; lunghi?.<br>esistono macchinari che abbiano necessita di cosi alti voltaggi e amperaggi ? (tenendo conto anche del basso tempo di esposizione?)<br>spero di esservi stato d&#39;aiuto.

Franco52
04-10-2006, 17:06
Tecnologicamente, penso che un sistema si trover&agrave; per catturare l&#39;energia dei fulmini, ma io volevo farvi notare una cosa che forse a molti è sfuggita:<br>I fulmini sono dannosi, per le cose e per le persone, quindi se troviamo un mezzo per imbrigliarli facciamo anche un bene per la societ&agrave;.<br>Sarebbe perciò interessante studiare un sistema, tipo parafulmine, che controlli una certa zona abbastanza grande in modo da convogliare tutti i fulmini di un temporale in una zona ristretta e lì convertirli in energia utilizzabile, proteggendo le zone circostanti.

mariomaggi
04-10-2006, 18:04
Caro Franco,<br>no era sfuggito. Se si pensa di fare un laghetto, evidentemente si fara&#39; di tutto per attirare i fulmini in quella struttura.<br><br>Lancio un&#39;altra idea. Per dissociare rifiuti tossico-nocivi e renderli quasi innocui si puo&#39; usare una procedura che impiega torce al plasma ad elevata energia. Per creare il plasma necessario si impiegano forti correnti continue. Poiche&#39; qui si parla solo dei tossico-nocivi, la quantita&#39; non e&#39; elevata.<br><br>Puo&#39; darsi che la stessa dissociazione possa essere ottenuta mediante fulmine. I rifiuti tossico-nocivi possono anche essere stoccati 5 anni in attesa di un fulmine.<br>E&#39; chiaro che non ci vuole ne improvvisazione ne&#39; sperimentazione, ma tanto software, per valutare i risultati ed i rischi.<br><br>Ciao<br>Mario<br><br><span class="edit">Edited by mariomaggi - 5/10/2006, 07:32</span>

Tianos
04-10-2006, 19:42
BEEEELLLA QUESTA

05-10-2006, 13:40
no lasciamo stare hhihihi<br><br>piuttosto concentriamoci sui fulmini per ricavarne energia......<br><br>che potenza deve avere un laser per arrivare alla ionosfera e che diametro deve avere il fascio? senza contare poi che sopra il laser non ci dovranno passare aerei&#33;

NonSoloBolleDiAcqua2
05-10-2006, 15:16
Ok per il laser...non è meglio una torre di babele che prenda per mano i fulmini?<br>Puo essere utilizzata anche per buttarci giu&#39; qualcuno.<br> <img src="http://www.energeticambiente.it/images/c9be99dee5d21e858d78ca43d1579911.gif" alt=":D"><br>Bolle<br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/be0aa221e65c8d88596669a87c2de3a5.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

05-10-2006, 15:42
mi è venuta un&#39;ideona&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>TORRE DI BABELE + LASER ... eh???<br><br>il laser di babele&#33;<br><br>p.s.: comunque l&#39;idea di mariomaggi non è mica male&#33;

Tianos
05-10-2006, 15:55
occhio a no scordare che vuol dire energia anche risparmiare.<br>magari riuscire a ricavarne energia dai fulmini non e&#39; cosi vantaggioso rispetto un metodo che li utilizzi per risparmiare di mano nostra.<br>per il laser per me e meglio da satellite cosi non solo recuperi l&#39;energia del laser co2 con energia di pannelli in stratosfera ma anche dallla cortocircuitazione tra ionosfera e terra...e relativi fulmini ...anche a cel sereno.

07-10-2006, 13:25
recuperare energia dal laser? ma dai, è difficile e inutile<br><br>un laser da 60W a anidride carbonica fa diventare rossa una piastrella di porcellana, credi che non basti come potenza? e poi recuperare 60W......... &#33;

odisseo
09-10-2006, 12:45
Posso suggerire la lettura della normativa cei 83-1 in materia di protezione dai fulmini<br><br>In appendice c&#39;è l&#39;elenco dei comuni italiani con il numero medio annuo di fulmini al suolo per km^2<br>(il numero è in genere inferiore a 5)<br><br>Odisseo

minimaltribe
03-05-2007, 23:03
Chiedo scusa a tutti per il mio modo un pó cieco di introdurmi, quindi non ho notato se i topic tornano in prima pagina se riattivati come ora sto facendo io....<br>Resta il fatto che e&#39; la coincidenza che mi sta portando a scrivere qui ora.<br>Infatti e&#39; da tempo che ho in mente qualcosa in merito ai fulmini, cercando cosi in internet ho trovato questo forum.<br>Vedendo che c&#39;e&#39; gia un topic che si occupa dell&#39;argomento per il momento mi e&#39; sembrato giusto &quot;accodarmi &quot; dietro a quello che gia c&#39;e&#39; per il momento, come primo ingresso in questo forum.<br>Sono peró tanto interessato al fatto che se come detto sopra il topic non riapparirá in prima pagina all&#39;attenzione dei forumisti, <img src="http://www.energeticambiente.it/images/1e2dfc104bb6b153030c496d615c3644.gif" alt=":)"> apriró un topic specifico .<br>Grazie in anticipo .<br>_______<br><br>Il fatto che fa la differenza sta nel generare fulmini invece di cercare di catturare quelli naturali &#33;&#33;&#33;&#33;<br>Si immagini un grattacielo, al cui interno vi sono solo le condizioni perche si formino le nuvole........<br><br><a href="http://deepactions.blogspot.com/" target="_blank">http://deepactions.blogspot.com/</a><br><br>Non sono un&#39;esperto, sono un&#39;artista e sono preoccupato per l&#39;ambiente, la mia vuole essere una proposta da sviscerare.<br><br>Sappiamo come si forma il sistema che porta alla scarica del fulmine, siamo a conoscenza di tutte le componenti che servono per far accadere il fatto, io penso che oggi l&#39;essere umano sia in grado di costruire un&#39;ambiente isolato in cui ricreare appunto le situazioni che generano quel tipo di energia, trasformabile in corrente ad uso comune.<br>Cosa ne dite ??????<br><br>Grazie<br><br>minimaltribe<br><br>

Ing.Lungabarba
04-05-2007, 00:06
I fulmini li produciamo gi&agrave; in ambienti isolati,dia in giro un&#39; occhiata agli elettrodotti &amp; centrali annesse.I potenziali sono leggermente minori.<br>Ritengo che Lei abbia una optima maestria,valentia,padronanza e stoffa in ambito artistico: prosegua in quella direzione,e con passione.

minimaltribe
04-05-2007, 00:59
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">I fulmini li produciamo gi&agrave; in ambienti isolati,dia in giro un&#39; occhiata agli elettrodotti &amp; centrali annesse.I potenziali sono leggermente minori.<br>Ritengo che Lei abbia una optima maestria,valentia,padronanza e stoffa in ambito artistico: prosegua in quella direzione,e con passione.</div></div><br>Colgo in ció uno spassionato consiglio nel dedicarmi a quello che meglio mi riesce... <img src="http://www.energeticambiente.it/images/225ebf78b2c9b6f78f7391544e33da92.gif" alt=":D"><br><br>Non posso far altro che ringraziarla <img src="http://www.energeticambiente.it/images/26e755ae348d8a945a03408989880c08.gif" alt=":rolleyes:"> , vorrei permettermi comunque di ravvederla sul fatto che nessuno abbia mai pensato di chiudere una nuovola in uno spazio chiuso.<br><br>Lei mi fa notare che il fulmine e&#39; gia prodotto elettricamente , ed io mi prodigheró nel cercare ulteriori applicazioni simile alle suddette da lei, ma nessuno ha mai pensato di prendere la corrente direttamente dalla nuvola, nuvola che verrebbe creata in laboratorio da cui prelevare la corrente per far funzionare gli elettrodi da lei mensionati, si ??<br>Se ho capito bene qui sarebbe gradito trovare idee per nuove fonti energetiche, lei immagino che non aveva capito cosa io intendessi , si ???&#33;&#33;&#33;<br>Io punto in alto ed immagino di avere tutta la societá e la scienza dalla mia parte nell&#39;immaginare il prodotto finito, oltre cioé il mio semplice intuito .<br><br>Creare la fonte che genera il fulmine , non creare il fulmine con la corrente.<br><br>Se io so quello che accade nell&#39;atmosfera, se so quali sono le sostanze e le dinamiche che creano l&#39;elettricitá in un ammasso nuvoloso, posso anche provare nel ricreare in un ambiente apposito, l&#39;atmosfera adatta per ottenere la nuvola e l&#39;elettricitá in essa .<br><br>Quindi anche se la colpa del fraintendimento e&#39; nel working progress delle cose, la mia attenzione e&#39; rivolta alla nuvola che contiene l&#39;energia o il famoso fulmine.<br><br>Voglio dire ancora, sappiamo che alcune dinamiche creano l&#39;elettricitá nella nuvola, se noi studiassimo su questo e non sull&#39;utilizzo del fulmine semplice atto finale di un processo molto piú interesante, potremmo ottenere energia alternativa, ottenuta dallo stesso processo che in natura crea la corrente che viene poi scaricata in natura con il fulmine .<br><br>Mi sono inoltrato un pochino di piú e come vedete c&#39;e&#39; da affrontare il tema.<br><br>E&#39; la nuvola che e&#39; carica di corrente ed e&#39; la nuvola che interessa noi, credo ....<br><br>Saluti<br><br>

Ing.Lungabarba
04-05-2007, 01:38
Caro Signore,<br>ho inteso perfettamente il suo buon cuore di invogliare individui a trovare un sintetico compromesso tra tecnologia umana e processi naturali,col totale rispetto per l&#39;ambiente.<br>Mi faccia segnalare una microscopica incongruenza,che sta alla base di questa discussione.<br>La nuvola è costituita da particelle acquose,talvolta cristalli,che per azioni di strofinio termico-meccanico si elettrizzano.Se Lei nota,seppur fuori dai Suoi mezzi,vedr&agrave; che le dimensioni di nuvole temporalesche sono assai notevoli: il fulmine è un concentrato di cariche dell&#39;ammasso nuvolare.Non altrettanto dicasi per la massa effettiva,pochi ettolitri di acqua, se si potesse condensare una nuvola.<br>Poichè il Suo intento era quello di ricreare in laboratorio le medesime energetiche,si render&agrave; conto che innanzitutto da alcune semplici vasche di acqua non si ottiene alcunchè di energia,se non facendole evaporare.Un&#39;evaporazione controllata implica l&#39;uso di energie,il chè va contro il Principio Ottorino secondo il quale l&#39;energia bisogna invece ottenerla,e non cederla.<br>E anche riuscendo,in maniera pressochè gratuita,a distribuire in cielo una massa vaporosa,sarebbe necessario soffiare opportuni venti elettrizzanti,o apportare calore al banco nuvoloso,e qui ricadiamo nuovamente nel Principio Ottorino secondo il quale l&#39;energia bisogna ottenerla,e non cederla.<br><br>Lei ora per me è un artista ancor piu eccellente di prima,mi creda.<br><br>Rispettosamente<br><br><br> Ing. Lungabarba

04-05-2007, 09:24
Principio Ottorino? E chi e&#39;?<br>Casomai 1 2 e 3 principio della termodinamica.<br>A parte il fatto che state resuscitando un topic (peraltro buffo) vecchio di un anno.<br>Ce gia&#39; genco-stranger, non mettevici anche voi.<br>

minimaltribe
04-05-2007, 09:59
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">...A parte il fatto che state resuscitando un topic (peraltro buffo) vecchio di un anno.<br>Ce gia&#39; genco-stranger, non mettevici anche voi.</div></div><br>Si, venendo peró io da altre esprienze in giro per altri forums, ho imparato prima nel guardare se c&#39;e&#39; gia qualche topic inerente il tema da me voluto esprimere.... <img src="http://www.energeticambiente.it/images/3149843a906c764365a33809daa8ea35.gif" alt=":blink:"><br>Poi si, coincidenza ho fatto subito caso che era quasi un&#39;anno preciso <img src="http://www.energeticambiente.it/images/3acb4e091111304bcbb1535c81dada6a.gif" alt=":sick:"><br>______<br>Comunque non mangiamo nessuno se per un po&#39; continuiamo, si ?? <img src="http://www.energeticambiente.it/images/eddad45e0dd6fc15b6a94448c3e54dd2.gif" alt=":ph34r:"><br><br>Volevo cosi esprimere i miei ringraziamenti all&#39; Ing.Lungabarba, invitandolo veramente se ha tempo di visitare il mio piccolo mondo on line, in particolare la musica che ritengo essere il mio mezzo espressivo.<br><br>Inoltre ritornando al tema trattato, le sfugge caro Ingegnere un particolare che sfugge a molti.<br><br>Io ipotizzo un posto chiuso non aperto.<br><br>Non le chiedo di venirmi dietro con il ragionamento se non ne ha voglia, peró la mia ipotesi si svolge al chiuso.<br><br>Sempre basandomi solo sulla mia fantasia di artista.<br><br>La mia fantasia di artista immagina una stanza chiusa ermeticamente con l&#39;esterno, al cui interno si crea quanto detto da lei, cioe&#39;: ...La nuvola è costituita da particelle acquose,talvolta cristalli,che per azioni di strofinio termico-meccanico si elettrizzano,...&quot;&quot;&quot;<br>per esempio io dico, se io polverizzo l&#39;acqua immettendola nella stanza sigillata, cosa altro mi serve per far si che quella stanza diventi come una batteria di una automobile per intenderci ???<br><br>Saluti cari<br><br><br><br>

Docrates
04-05-2007, 10:18
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (minimaltribe @ 4/5/2007, 10:59)</div><div id="quote" align="left">(...)se io polverizzo l&#39;acqua immettendola nella stanza sigillata, cosa altro mi serve per far si che quella stanza diventi come una batteria di una automobile per intenderci ???<br><br>Saluti cari</div></div><br>un miracolo

04-05-2007, 11:21
.... e tanta, tantissima energia, molta più di quanto se potrebbe ottenere....

minimaltribe
12-06-2007, 19:07
Ritorno dopo un po di tempo su questo topic.<br>Ritorno ora dopo un po di tempo, perche non volevo alimentare discussioni inutili.<br>Io sono cosciente delle mie capacitá, sono peró cosciente anche delle mie doti.<br><br>Sicuramente le mie doti non sono tecniche nello specifico campo del forum stesso ma le mie doti invece, sono sicuramente nell&#39;intuito e nella freschezza del novizio... <img src="http://www.energeticambiente.it/images/24528f55ad19a1bdd3f1b57b624fccc9.gif" alt=":D"><br><br>Detto questo che e&#39; importante relativamente, mi riallaccio al perche concreto di questo nuovo post .<br><br>Giorni fa guardavo in tv una cosa forse conosciuta ai piú ma che a me e&#39; suonata nuova.<br><br>In studio riproponevano in scala come ottenere acqua potabile dal semplice scherzo che tutti conosciamo formarsi in tenda, durante giornate di caldo, cioé la condensa che si forma con la sola aria, mi sono spiegato ?? .<br><br>Praticamente in questa tenda l&#39;evaporazione si attaccava alla tenda, scendendo sotto forma di acqua sui lati della tenda stessa e veniva incanalata in rubinetti...<br><br>Poi mostravano un video con effettive installazioni in Africa, dove le persone riempivano taniche di acqua potabile.<br><br><br>Premesso che il mio intuito mi spinge non nell&#39;utilizzare i fulmini, ma l&#39;energia che si disperde con il fulmine ma che un&#39;attimo prima era lí inerte tra le nuvole, vorrei dire che ci sono grattacieli che toccano il cielo e sono quindi tra le nuvole.<br><br>Spendendo molto perche vale, ecco che io cerco di portare l&#39;attenzione al passaggio precedente al fulmine.<br><br>Il fulmine e&#39; lo sfogo, il passaggio ultimo, difficile da utilizzare, mentre le condizioni che elettrizzano l&#39;aria quelle sono riproducibili in laboratorio, non con le mie parole e ne con i miei mezzi pur troppo, ma il mio intuito mi spinge lí .<br><br>.....quindi io non ho pretese tecniche, solo di stimolo......<br><br>Certo e&#39; vero tutto quello che mi e&#39;stato detto fino ad ora, peró e&#39; vero che serve una massa enorme per generare si tali fulmini, fulmini che vediamo nel cielo, produrre invece una situazione perenne di aria elettrizzata che funga da centrale elttrica questo e&#39; diverso.<br><br>Mi si vuole dire che non abbiamo tecnologia a sufficenza per mettere sotto pressione un micro mondo che genera corrente ????<br><br>Cosi come chi mise dentro una sfera un sitema perfetto che sarebbe vissuto in eterno ???&#33;&#33;&#33;<br><br>Io non dico quindi di generare fulmini o correre nel cielo nel catturare fulmini, dico solo che sapendo come sono composte le nuvole e sapendo perche si elettrizzano e sapendo tutto quello che io non so, ecco che in laboratorio e&#39; possibile non creare il fulmini come li vediamo nel cielo, ma creare le situazioni da cui poi in natura si scatena il fulmine .<br><br>Grazie e scusate ancora .<br><br>

12-06-2007, 19:12
Ci vuole<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">.... tanta, tantissima energia, molta più di quanto se potrebbe ottenere....</div></div><br>

manu113
12-03-2008, 22:39
Ciao a tutti, sono da poco iscritto al forum e mi sono appassionato a questa vostra discussione.<br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Creare la fonte che genera il fulmine , non creare il fulmine con la corrente.<br><br>Se io so quello che accade nell&#39;atmosfera, se so quali sono le sostanze e le dinamiche che creano l&#39;elettricitá in un ammasso nuvoloso, posso anche provare nel ricreare in un ambiente apposito, l&#39;atmosfera adatta per ottenere la nuvola e l&#39;elettricitá in essa .</div></div><br>Volevo solo far presente che consultando questo link troverete sicuramente delle risposte <a href="http://www.astronomia.com/2006/09/21/il-ghiaccio-elettrico/" target="_blank">un fulmine, che nel suo percorso fino a terra è 3 volte più caldo della superficie del sole, possa nascere da piccoli frammenti di ghiaccio</a><br>credo sia molto interessante <img src="http://www.energeticambiente.it/images/dfef1ce71849bc42976fb6ff770ac679.gif" alt=":rolleyes:"><br>

Franco52
09-08-2009, 10:41
Ho voluto riaprire questo topic, già presente nel forum, perché ho trovato parecchi nuovi metodi di imbrigliamento dell'energia dei fulmini che ho raccolto nel seguente pdf.

RapidShare Webhosting + Webspace (http://rapidshare.de/files/48070134/Energia_dai_fulmini.pdf.html)

Per scaricare il file, dovete aprire il suddetto link, cliccare su "free", aspettare un minuto e mezzo, digitare il codice e scaricare

greeenmind
19-08-2009, 01:31
qualcuno del forum sta facendo degli esperimenti a riguardo??:rolleyes: vorrei fare qualche provetta...[ e cmq non dovrebbe essere una normale F.E.R. ?

nll
21-08-2009, 16:18
Imbrigliare una forma energetica istantanea non è cosa di facile realizzazione, come è stato già scritto. E' sicuramente possibile farlo almeno in parte, ma c'è da chiedersi quanto può essere produttivo e se il gioco ne vale la candela.

Come ricerca pura si sta andando avanti, ma è presto per dire che vi saranno delle applicazioni in futuro che ci permettano di raggiungere quell'obiettivo.

I costi di tale ricerca sono piuttosto elevati e non è cosa da singolo sperimentatore nella cantina sotto casa.

greeenmind
22-08-2009, 00:35
Imbrigliare una forma energetica istantanea non è cosa di facile realizzazione, come è stato già scritto. E' sicuramente possibile farlo almeno in parte .

Come ricerca pura si sta andando avanti, ma è presto per dire che vi saranno delle applicazioni in futuro .
I costi di tale ricerca sono piuttosto elevati e non è cosa da singolo sperimentatore nella cantina sotto casa.

Proprio perche non e cosa facile da ottener sono stimolato nel provare :spettacolo:

i costi dipendono dal sistema che hai in mente....

VEDREMO-- se avro dei risultati anche minuscoli certo faro sapere... ma ci vorra molto tempo perche inizi a sperimentare su questo campo...in Inghilterra dicono Rome wasn t build in a day.

Solarfranco
10-09-2009, 13:38
Saluti a tutti.


Entro in questo topic perchè ho qualcosa di interessante da dire a riguardo.


Anni fa in un documentario, della rai se non erro, fecero vedere un sistema originale e molto efficente per catturare i fulmini.
Si trattava di lanciare dei piccoli razzi appuntiti in cielo, questi erano legati ad un filo di materiale conduttore che guidava l'energia del temporale in un circuito elettrico posto a terra.
Dissero che il sistema funzionava alla grande.

Spero di essere stato d'aiuto.

greeenmind
10-09-2009, 17:18
Entro in questo topic perchè ho qualcosa di interessante da dire a riguardo.

lanciare dei piccoli razzi appuntiti in cielo, questi erano legati ad un filo di materiale conduttore che guidava l'energia del temporale in un circuito elettrico posto a terra.
Dissero che il sistema funzionava alla grande.


ciao solarfranco, bhè è un idea interessante.

sul "dissero che funzionava alla grande"...bhè qualche numero potrebbe aiutare a capire, quanto funziona "alla grande"-giusto per valutare meglio.
Personalmente volevo provare una cosa abbastanza simile, però invece di un razzo, vorrei utilizzare un drone, un veivolo a controllo remoto di piccole dimensioni,(ho visto su discovery channel che la NASA ne utilizza uno per scopi metereologi che sta in volo per 3 giorni,e arriva sui 5000 m, ma basterebbe qualcosa di molto più modesto, giusto con telecamera che manda in tempo reale le immagini per giudarlo meglio.) e questo veivolo bisognerebbe coprirlo con una gabbia di faraday, o materiale isolante(ma penso che non basti)per non far saltare i circuiti, e collegato al done, un oggetto appuntito di un buon conduttore collegato al suolo che faccia da parafulmine appunto, per cercare di incanalare l'energia..

Solarfranco
11-09-2009, 10:54
Ciao



Ricordo che erano delle sperimentazioni ed avevano ripreso e mostrato la cattura di un fulmine.
Nessun dato purtroppo...
Si tratta di cariche in movimento, non dovrebbe essere importante ai fini di una scarica elettrostatica ma abbastanza spesso, visti in tv, i fulmini colpiscono corpi in movimento tipo canne da pesca proprio al momento del lancio...

Chissà... :)


Anche un aquilone può essere una trovata...

greeenmind
11-09-2009, 11:48
Nessun dato purtroppo...

Si tratta di cariche in movimento, non dovrebbe essere importante ma abbastanza spesso, i fulmini colpiscono corpi in movimento tipo canne da pesca proprio al momento del lancio...


penso che l'aquilone ti dia solo una maggiore probabilità di attrazione, ma è una eventualità casuale, invece se durante un temporale mandi all'altezza dei nuvolozzi neri da temporale il drone, con il materiale conduttivo appuntito,/affusolato, succede come quando avvicini una barra di ferro ai cavi del'alta tensione, cioè che entrando nel campo attorno ai cavi la scarica va automaticamente diretta al materiale conduttore. per cui penso che un drone alla giusta altezza sia come dire, più di un parafulmine, un punto di riferimento per la scarica elettrica, con certezza di essere colpito. magari una prova aiuterebbe .

danbart
16-09-2009, 15:52
Magari erano altri tempi, ma sapevo che un simile esperimento a N.Tesla costò una pericolosa esplosione. Credo piuttosto utile il percorso di chi sperimenta nel piccolo la capacità di ricreare il sistema che sviluppa d.d.p. differenti per captarle con calma.

Franco52
10-07-2013, 19:09
A Roma è qualche giorno che scoccano centinaia di fulmini,
perciò riprendo questa discussione:

http://semeidea.altervista.org/pannelli-igroelettrici/

Franco52
10-07-2013, 19:14
Patent US5367245 - Assembly for the induction of lightning into a superconducting magnetic ... - Google Patents (http://www.google.com/patents/US5367245)

Franco52
11-07-2013, 19:45
Directory:Lightning Power - PESWiki (http://peswiki.com/energy/Directory:Lightning_Power)

Franco52
28-08-2013, 13:44
Un milione e mezzo di fulmini l'anno - Corriere.it (http://www.corriere.it/cronache/13_agosto_28/fulmini-un-milione-e-mezzo-anno_61da419c-0fa1-11e3-b921-7cfcbde2c622.shtml)

Franco52
16-12-2013, 15:48
Apparato di Tesla per attirare fulmini, per poi trarne energia:

Tesla Patent 1,266,175 - Lightning-Protector (http://www.teslauniverse.com/nikola-tesla-patents-1,266,175-lightning-protector)

Franco52
18-03-2014, 20:43
Directory:Lightning Power - PESWiki (http://peswiki.com/index.php/Directory:Lightning_Power)

mosfe
06-12-2014, 18:18
Sono nuovo del forum e cercando una discussione su come recuperare energia statica dalla atmosfera sono capitato qui. Invece che cercare di recuperare energia dai fulmini, sicuramente cosa molto pericolsa e discontinua, la mia idea era cercare di portare a terra in maniera continua e non pericolosa l' elettricità statica presente in atmosfera tramite una rete metallica portata in alto e che scarica a terra. Siccome tale corrente è continua pensavo di poterla utilizzare per produrre idrogeno idrolizzando una soluzione salina o alternativamente utilizzarla per far muovere un motore quale quello di cui al link esperimento di captazione di elettricità dall'aria (http://www.xmx.it/energiadaaria.htm) . Sul web ho trovato poco sull' utilizzo pratico della elettricità statica dell' atmosfera e vorrei iniziare un gruppo di lavoro sul sito che cominci ad approfondire tale argomento. Se qualcuno ha interesse a sviluppare questo argomento potremmo iniziare da adesso.

Carlo A
07-12-2014, 13:51
Era una vecchia idea di Zio Paperone in un Topolino di 30 anni fa!

Franco52
25-01-2015, 18:45
Fare diamanti con i fulmini

Utilizzando la grafite e facendovi cadere un fulmine prodotto coi razzetti
riportati in altra sezione....

Franco52
29-05-2016, 18:28
Ieri caduti 250mila fulmini in Europa, le immagini catturate dal satellite - La Stampa (http://www.lastampa.it/2016/05/29/multimedia/italia/cronache/ieri-caduti-mila-fulmini-in-europa-le-immagini-catturate-dal-satellite-DUQL3VEmIE0W9HpOumcLWK/pagina.html)

mosfe
29-09-2016, 17:45
Ma invece che cercare di recuperare energia dai singoli fulmini, non sarebbe più logico recuperare in modo continuo energia dall' aria elettrizzata mediante sottili reti metalliche inviate in alto tramite aquiloni e che scaricano in continuo l' elettricità dell' aria tramite un condotto elettrico che arrivi sino a terra?