PDA

Visualizza la versione completa : Chi ha ucciso l'auto elettrica?



eroyka
12-06-2006, 07:48
Ciao Ragazzi&#33;<br>Vi segnalo un film che analizza il perchè oggi utilizziamo tutti, in tutto il mondo auto che funzionano esclusivamente col petrolio. Eppure molte alternative valide esisterebbero...<br><br>L&#39;auto elettrica ad alte prestazioni è una di queste ma qualcuno non la vuole.<br><br>Ebbene guardatevi il sito, il trailer e guardate un pò che auto commercializzava in america la general motors qualche anno fa...<br><br><a href="http://www.sonyclassics.com/whokilledtheelectriccar/" target="_blank">http://www.sonyclassics.com/whokilledtheelectriccar/</a><br><br>Commenti graditi&#33;<br><br>Roy

vento fresco
12-06-2006, 08:56
chi l&#39;ha fatto il documento multimediale?<br><br>non è stato fatto forse al fine di aumentare lo scoraggiamento nel combattere &quot;i soliti ignoti&quot;?

sandro-meg
10-02-2007, 19:39
Ma porca misieriaccia......ho scoperto solo oggi le vicende della EV1 <a href="http://it.wikipedia.org/wiki/General_Motors_EV1" target="_blank">General Motors</a> e della realizzazione del film (voglio proprio vederlo ma uscira mai in Italia ?)<br>Pensate che quella era una macchina del 1999 che montava batterie al nichel metal idrato e aveva una autonomia di oltre 120 Km..... Ora con le batterie al litio e con un progetto non faraonico (non serve avere prestazioni da top car come l&#39;auto Tesla o simili) , vi immaginete che percorrenza e che costo avrebbero tali auto se quel progetto fosse continuato e avrebbe portato ad un livello di massa l&#39;auto elettrica?<br>No,niente solo macchinine adatte ai campi di golf o,al limite,adattate alla citta&#39; o ancora con telai di auto tradizionali modificati per poter inserire un motore elettrico ma con prestazioni risibili a costi stratosferici.<br>Purtroppo anche la Toyota con la Prius sembra allontanarsi dall&#39;ottimo modello che sta ora commercializzando. Dalle ultime informazioni sembra che nel 2008 si cambi motore passando dal 1500 al 1800 e si ottimizzi le prestazioni del propulsore elettrico ma senza cambiare le batterie che resteranno quelle attuali (metal idrato).<br>Perche? Semplice per &#39;migliorare&#39; le prestazioni......ma chi se ne frega.Se mi compro la Prius non cerco la guida sportiva.Non era meglio tenersi il 1500 e sostituire le batterie con quelle al litio o simili? Perche&#39; ancora i modelli ibridi (e anche la prossima prius commercializzata in America) montano motori over 2500 arrivando a prezzi di vendita astronomici ?<br>E&#39; proprio vero che sara&#39; difficile sperare che il mercato cambi rotta in queste condizioni.<br>Finche non si faranno leggi che blocchino la possibilita&#39; di entrare nel centro con la macchina a combustione, difficilmente vedremo progetti di auto elettriche o ibride a prezzi umani.<br>E io che stavo aspettando di comprarmi la terza versione della Prius perche&#39; speravo nella tendenza di un&#39;aumento delle prestazioni eletriche.Forse e&#39; meglio prendersela ora di seconda mano e addattarla per l&#39;uso delle batterie al litio (o Thunder Sky)<br>Che mi dite?<br>Ciao<br>

17-02-2007, 19:48
A parer mio, per la Yoyota, la Prius è solo servita a far breccia nel “cuore” (o meglio nella mente) dei più sensibili al problema “ambiente”, rivelandosi un’abile azione di marketing.<br>Quanto possa essere utile all’ambiante un’auto col serbatoio (come la Prius), cioè un veicolo che brucia idrocarburi (e nessuna presa elettrica per la ricarica delle batterie) lo sappiamo gi&agrave;, in più mettiamoci anche le batterie e il problema del loro smaltimento a tempo debito. Immaginatevi un parco auto tutto così e . . . . . ciao aria pura. Il fatto che aumentino la cilindrata (quindi CO2, HC, CO ed altri inquinanti emessi) per aumentare le prestazioni (prestazioni di cui un ambientalista ne farebbe volentieri a meno) la dice lunga sulle vere intenzioni Toyota. L’elettrico, sulla Prius, serve solo a dare una mano al motore tradizionale quando c’è bisogno, poi per ricaricare le batterie si brucia benzina . . . . . dove è il vantaggio per l’ambiente?<br>Non trascurando il fatto che oltre al normale motore mi devo comperare anche il motore elettrico, le batterie e tutta la tecnologia che serve per far funzionare il sistema, introducendo ulteriore peso da trasportare, con consumo di energia.<br>Quanto alle sbandierate autonomie dei veicoli elettrici mi piacerebbe sapere come sono misurate e con quali dispositivi elettrici (fari e c.) accesi, in ogni caso fare una ricarica ogni 120 km fa passare quasti veicoli come seconda auto, un’auto tradizionale la dovremmo, in molti casi, possedere lo stesso.<br>Constato che in molti vedono nella Prius un veicolo eccezionale, ma per favore guardatela anche dietro, cosa ne pensate del tubo di scarico?<br>Ciao.<br>

giorgio demurtas
17-02-2007, 21:29
E a che serve l&#39;auto elettrica? a sprecare energia&#33; visto che l&#39;80&#37; circa dell&#39;energia elettrica è da prodotti petroliferi&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7ed89f89c0d1f357935bbf54c8911c02.gif" alt="image"><br>Tanto vale bruciare direttamente nel motore dell&#39;automobile, si evitano passaggi dove si perde mooooooolta energia.<br>

18-02-2007, 11:35
Giorgio, a parer mio, ha ragione, nei passaggi si perde energia per cui sarebbe meglio ottimizzare combustioni e veicoli, ora nei veicoli “elettrici” praticamente assistiamo solo a riconversioni di modelli nati a benzina, che conservano a volte anche il cambio meccanico di velocit&agrave; ed il differenziale, cose che, adottando due motori elettrici e due variatori di velocita continui, potrebbero sparire, assieme alla quantita di olio lubrificante, loro necessaria, poi da smaltire, come anche la struttura del veicolo che non dovr&agrave; essere piu atta a supportare le prestazioni, in termini di velocit&agrave;, di un’auto a benzina o diesel e potr&agrave; essere più adeguata.<br><br>Una volta arrivati a produrre energia elettrica “pulita” in quantit&agrave; adeguta tramite l’eolico, il geotermico, il fotovoltaico, le correnti marine ed ogni altra possibilit&agrave; offerta localmente, oltre alla fusione nucleare a temperatura controllata, quando arriver&agrave;, potremo spostarci senza produrre CO2 e c. nel frattempo dobbiamo inventarci una forma di accumulazione di energia elettrica che ci eviti davvero di portarci in giro quintali di batterie, e tutto questo senza i facili entusiasmi delle batterie da 100W/kg quando poi nell’uso corrente arriviamo a 40W/kg, se vogliamo tirar fuori 100 o 150 Ampere da una batteria di trazione è abbastanza impossibile che lo si possa fare da una batteria dalle dimensioni, per assurdo, uguali o più piccole del diametro del cavo che dobbiamo attaccare per alimentare il motore elettrico. Accumulatori di queste prestazioni vanno bene per i cellulari con consumi di corrente nell’ordine dei mA.<br>Speriamo che a nessuno torni in mente che, respirando ed espirando, anche gli animali (umanit&agrave; compresa) producono CO2 . . . . .<br>

sandro-meg
18-02-2007, 22:19
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">E a che serve l&#39;auto elettrica? a sprecare energia&#33; visto che l&#39;80&#37; circa dell&#39;energia elettrica è da prodotti petroliferi&#33;</div></div><br>In Italia ? Be si questo purtroppo e&#39; vero,ma non tutti i paesi sono nelle nostre condizioni.<br>Se prendiamo come esempio la Francia che ha il nucleare o,se fossimo in Svezia che ha l&#39;idroelettrico la tua affermazione sarebbe errata.Se guardiamo poi gli altri paesi Europei non tutti sono messi nelle nostre condizioni.<br>Tutto starebbe nel produrre energia elettrica nel metodo piu&#39; pulito possibile (e i mezzi per farlo ci sarebbero) e quindi anche la macchina elettrica non consumerebbe petrolio per muoversi (o almeno in minima parte).<br>In questo thread comunque non volevo discutere della produzione d&#39;energia (altra discussione) ma bensi&#39; della volonta&#39; di non mettere in commercio progetti fattibile di automobili elettriche.<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">L’elettrico, sulla Prius, serve solo a dare una mano al motore tradizionale quando c’è bisogno, poi per ricaricare le batterie si brucia benzina . . . . . dove è il vantaggio per l’ambiente?</div></div><br>Forse non conosci per nulla la Prius ... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a3ffcf28371b858cc3c9ce063e96c628.gif" alt=":o:"> Leggiti questo thread per tua informazione: <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=1419417" target="_blank">Toyota Prius</a><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">nel frattempo dobbiamo inventarci una forma di accumulazione di energia elettrica che ci eviti davvero di portarci in giro quintali di batterie, e tutto questo senza i facili entusiasmi delle batterie da 100W/kg quando poi nell’uso corrente arriviamo a 40W/kg, se vogliamo tirar fuori 100 o 150 Ampere da una batteria di trazione è abbastanza impossibile che lo si possa fare da una batteria dalle dimensioni, per assurdo, uguali o più piccole del diametro del cavo che dobbiamo attaccare per alimentare il motore elettrico. Accumulatori di queste prestazioni vanno bene per i cellulari con consumi di corrente nell’ordine dei mA.</div></div><br>Ma stai scherzando? Sai che aumentando la tensione diminuisci la corrente necessaria ed inoltre lo sai che in teoria possiamo arrivare per le batterie al litio 450 Wh/Kg ? Poi dal teorico al pratico arriviamo a 200 Wh/Kg e ,tanto per aiutarti posso diminuire ancora un 50&#37; dovuto ad un calo di prestazione per temperatura e/o ivecchiamento.Ma arriviamo comunque ad un 100 Wh/Kg reale.<br>Si certo queste batterie costano ma questo perche&#39; non esiste una produzione di massa.Il problema e&#39; proprio questo,la volonta di mettere nel mercato modelli d&#39;auto elettrica con tecnologia moderna e studiati ad hoc.<br>Inoltre se parliamo di auto ibride (e&#39; la Prius e&#39; veramente un&#39;auto fantastica) il motore elettrico riduce realmente i consumi e le imissioni inquinanti e permette inoltre di avere un&#39;auto unica sia per citta&#39; che per viaggi lunghi.Perche&#39; non ricercare almeno questa via ?<br>Per le auto solo elettriche il problema sarebbe poi quello di aumentare notevolmente sia la rete elettrica sia quella di produzione (e quindi anche quella del modo di produrla) e sicuramente i tempi sarebbero piu&#39; lunghi ma,vogliamo cominciare almeno a produrle e venderle ? I mezzi per fare delle auto con buona autonomia e pulite esistono cosi&#39; come esistono persone che le comprerebbero anche se costassero(almeno all&#39;inizio) il triplo rispetto ad un&#39;auto tradizionale. E gli incentivi ? Perche&#39; la politica non da un termine nell&#39;uso dell&#39;auto con il motore a combustione interna nelle citta&#39; e incentivando l&#39;uso delle macchine ibride o elettriche ?<br>Ciao

giorgio demurtas
18-02-2007, 22:51
Le batterie sono un casino, un pò meno la bombola di idrogeno.<br><br>Io credo che una buona soluzione siano i biocarburanti, ma le auto dovranno diminuire&#33; (la produzione non può coprire la domanda massiaccia attuale).<br>Per avere meno automobili ci vogliono abitudini un pò diverse (usare di più la bici) e un servizio di trasporto pubblico efficiente. Metropolitana leggera elettrica su rotaia e sede riservata. (vedi Friburgo, la citt&agrave; più ecologica d&#39;europa).<br><br>La Valle d&#39;Aosta è al 100&#37; idroelettrico. In pratica quello italiano è quasi tutto li&#33;<br><br>Tornando in tema, secondo me è ancora presto per parlare di auto elettriche o a idrogeno. Il problema è la produzionie di energia, non il come accumularla su un veicolo.<br><br><br>

gattmes
19-02-2007, 12:38
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">maurizioz Inviato il: 17/2/2007<br><br> L’elettrico, sulla Prius, serve solo a dare una mano al motore tradizionale quando c’è bisogno, <b>poi per ricaricare le batterie si brucia benzina </b>. . . . . dove è il vantaggio per l’ambiente?</div></div><br>Sandro-meg ha gi&agrave; risposto circa la ricarica. Oltre al 3D relativo vorrei solo sottolineare qua brevemente circa il fatto che le batterie NON sono ricaricate principalmente dal motore ma invece PRINCIPALMENTE in fase di frenata (solo alla fine della frenata - sotto i 13km/h - o in emergenza intervengono i classici freni) e rilascio, nonchè in discesa, ovvero quindi RECUPERANDO tutta quella energia che di solito viene sprecata in calore (infatti i freni classici surriscaldano molto - ne esistono di autoventilati - quindi potete immaginare quanta se ne butta via).<u> Ecco il grande vantaggio per l&#39;ambiente.</u><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left"><b> L’elettrico, sulla Prius, serve solo a dare una mano al motore tradizionale quando c’è bisogno</b>,</div></div><br>Anche qui una grande inesatezza che <b>denota una non conoscenza del veicolo nei dettagli</b> (ndr - non stiamo parlando della Honda IMA).<br>L&#39;elettrico della Prius <b>è il motore principale</b>, è il termico/tradizionale che serve solo a dare una mano al motore elettrico <u> quando c’è bisogno.</u>.<br>Quindi si parte elettrico e si viaggia così finchè non vengono richieste maggiori prestazioni (accelerazione, salite) o la batteria si scarica (vedi sistema di ricarica). Per meglio chiarire 2 cose<br>1) capita in autostrada in leggera pendenza di ritrovarsi a 130Km/h CON IL SOLO propulsore elettrico che spinge...<br>2) Esiste un tasto EV, azionabile sotto i 50Km/h e con batteria almeno un po carica (o i primi secondi dopo la ... chiamiamola .. &quot;accensione&quot;) , che permette di DISABILITARE il termico/tradizionale, ovvero l&#39;utente può eventualmente SPEGNERE, ma MAI accendere volontariamente il motore tradizionale., mentre NON È POSSIBILE IN NESSUN MODO DISABILITARE L&#39;ELETTRICO.<br>È chiaro il concetto?<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Non trascurando il fatto che oltre al normale motore mi devo comperare anche il motore elettrico, le batterie e tutta la tecnologia che serve per far funzionare il sistema, introducendo ulteriore peso da trasportare, con consumo di energia.</div></div><br>Non proprio&#33; Manca l&#39;alternatore, la frizione e il cambio. Quest&#39;ultimo, oltre a PESARE, consuma un bel po di Kw con i suoi ingranaggi, cuscinetti e olio (da mettere nel conto... ) Quindi i pesi in più sono minimi perchè si toglie roba, (leverismi compresi) inoltre si risparmiano le perdite di potenza di questi organi.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">in più mettiamoci anche le batterie e il problema del loro smaltimento a tempo debito</div></div><br>A cosa ci si riferisce? Alla batteria in se o all&#39;energia di &quot;demolizione&quot;? Quest&#39;ultima è assimilabile a quelle generali per tutte le auto. Invece circa la batteria in se ricordo che non è al &quot;piombo&quot; ne tantomeno al nichel-&quot;cadmio&quot;, bensi al nichel-metal-idrato (in futuro al litio), ovvero cosi detta&quot;verde&quot;/a basso impatto ambientale.<br><br>--------------------------<br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">maurizioz Inviato il: 18/2/2007,<br> i facili entusiasmi delle batterie da 100W/kg quando poi nell’uso corrente arriviamo a 40W/kg, se vogliamo tirar fuori 100 o 150 Ampere da una batteria di trazione</div></div><br>Anche qua una inesatezza che denota forse una scarsa conoscenza delle recenti chimiche impiegate in ambito accumulatori/batterie.<br><br>Quanto scritto è vero per le batterie al piombo, che se &quot;spremute&quot; a C (e non ad una corrente paragonabile alla scarica in venti ore... ) dimezzano la capacit&agrave;. Ma <b>non è assolutamente vero</b> per le chimiche a base nichel e quelle a base litio&#33; Vedere qua per ulteriori informazioni:<br><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=3149199" target="_blank">http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=3149199</a><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">sandro-meg Inviato il: 18/2/2007<br>...tanto per aiutarti posso diminuire ancora un 50&#37; dovuto ad un calo di prestazione per temperatura e/o ivecchiamento.Ma arriviamo comunque ad un 100 Wh/Kg reale...</div></div><br>Io ho impiegato batterie di 115-120 Wh/kg e sto per passare ad una versione sui 150 Wh/kg (non parlo di numeri e sentito dire, ma di &quot;toccata realt&agrave;&quot;)<br><br>Comunque una cosa è certa:<br><span style="font-size:19pt;line-height:100%"><br>Per verificare (con buona aprossimazione&#33;&#33;) tutti i ragionamenti, ecc. ... nella pratica bisogna AVERE i veicoli citati o le batterie o ... (quant&#39;altro) e PROVARLI in varie condizioni e per MIGLIAIA di chilometri</span><br>NON c&#39;è altra via per smentire o confermare, visto che è &quot;materiale di nicchia&quot; e non diffuso in massa (visto anche un certo scetticismo che quello e si diffuso ampiamente)<br>Ripeto bisogna toccare con mano/sperimentare.<br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 19/2/2007, 12:54</span>

MetS
19-02-2007, 13:30
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eroyka @ 12/6/2006, 07:48)</div><div id="quote" align="left">Ciao Ragazzi&#33;<br>Vi segnalo un film che analizza il perchè oggi utilizziamo tutti, in tutto il mondo auto che funzionano esclusivamente col petrolio. Eppure molte alternative valide esisterebbero...<br><br>L&#39;auto elettrica ad alte prestazioni è una di queste ma qualcuno non la vuole.<br><br>Ebbene guardatevi il sito, il trailer e guardate un pò che auto commercializzava in america la general motors qualche anno fa...<br><br><a href="http://www.sonyclassics.com/whokilledtheelectriccar/" target="_blank">http://www.sonyclassics.com/whokilledtheelectriccar/</a><br><br>Commenti graditi&#33;<br><br>Roy</div></div><br>Una delle ragioni credo fosse il prezzo esagerato (colpa anche dello scarso sviluppo)<br>Un&#39;ulteriore ragione la <b>bruttezza</b>, ma che ci va in giro con un&#39;auto simile, sembrava un ferro da stiro....<br>Poi il peso delle batterie che toglievano molto alle possibilita&#39; di carico e di traino.<br>Se compri un&#39;auto elettrica poi dove ti fermi a caricare le batterie? e quanto devi attendere per ricaricarle?<br>E se stai andando da Roma a Parigi quanti giorni ci metti?<br><br>In verita&#39; l&#39;auto elettrica l&#39;ha uccisa la convenienza, non era altro che un mesto esempio di come uccidere una bella idea.<br>Per quello, forse, che e&#39; stata riproposta l&#39;auto ibrida (destinata anch&#39;essa a insuccesso dati i costi non certo alla portata di tutti)<br><br>MetS

sandro-meg
19-02-2007, 14:08
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Io ho impiegato batterie di 115-120 Wh/kg e sto per passare ad una versione sui 150 Wh/kg (non parlo di numeri e sentito dire, ma di &quot;toccata realt&agrave;&quot;)</div></div><br>Grande Gatmes,perche&#39; non apri un thread per dirmi che tipo di elettronica hai adottato e che tipi di batteria stai utilizzando? Sono molto interessato perche&#39; vorrei comprarmi anch&#39;io la prius per poi modificarla sostituendo/integrando le batterie di serie.So che esistono dei kit in commercio ma non ho trovato dei schemi che possano hackerare il sistema THS di ricarica e gestione batterie....pendo dalle tue labbra. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/af8a3cad9cddee468799356c76e6d03b.gif" alt=";)"><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Una delle ragioni credo fosse il prezzo esagerato (colpa anche dello scarso sviluppo)<br>Un&#39;ulteriore ragione la bruttezza, ma che ci va in giro con un&#39;auto simile, sembrava un ferro da stiro....<br>Poi il peso delle batterie che toglievano molto alle possibilita&#39; di carico e di traino.<br>Se compri un&#39;auto elettrica poi dove ti fermi a caricare le batterie? e quanto devi attendere per ricaricarle?<br>E se stai andando da Roma a Parigi quanti giorni ci metti?</div></div><br>Ti sei visto il film? Le ragioni non erano proprio quelle......<br>Il prezzo ? Era a noleggio e le richieste erano di gran lunga superiore alla offerta.....<br>La belezza dell&#39;auto ? Questioni di gusti...io la trovavo bella e comunque c&#39;era una richiesta enorme per averla...<br>Il peso delle batterie? Stiamo parlando di batterie al metal-idrato del 98.Pensa che oggi si potevano usare delle batterie al litio-polimeri o altre con caratteristiche di gran lunga superiori.<br>Inoltre quello era solo l&#39;inizio.....<br>Andare da Roma a Parigi ? Tutto dipende da che tipo di rete di rifornimento si potrebbe utilizzare nel futuro.E&#39; chiaro che quel auto (parlo della EV del 98) si poteva utilizzare per tragitti urbani o piccoli spostamenti extra-urbani.<br>Se vuoi fare migliaia di Km con l&#39;auto elettrica forse bisognerebbe pensare all&#39;uso di batterie a nolo da cambiare al volo.Discorso fattibile ma sicuramente irrealizzabile attualmente.<br>E&#39; chiaro che finche&#39; una tecnologia non si sviluppa e&#39; difficile poter pensare che l&#39;attuale auto elettrica possa essere utilizzate come singola auto di famiglia ma bensi come seconda auto da citta&#39;.Ma questo non vuol dire che magari durante un progresso tecnologico dovuto alla sua grande diffusione non si possa trovare una soluzione.Il problema e&#39; che se non si incomincia a sviluppare e incentivare l&#39;uso e&#39; difficile poi sperare di trovare delle soluzioni.....<br>Ciao<br>

Archangel
19-02-2007, 14:16
Per me la auto ibride sono una mezza fregatura (solo mezza però).<br>La cosa più semplice sarebbe stata di far muovere le ruote da motori elettrici, che danno tutto lo spunto che serve, mossi dalle batterie, e le batterie ricaricate da un motore a combustione interna, che può restare relativamente piccolo perchè nelle riprese i motori elettrici prendono tutta la potenza che serve dalle batterie e nella marcia normale, quando serve poca potenza, il motore a combustione ricarica le batterie.<br>Ma tutto questa catena motore a combustione-alternatore-batterie-motori elettrici ha un rendimento troppo basso (sempre che non si consideri che un motore Diesel che lavori a regime costante e a piena ammissione si potrebbe progettare in modo che nel punto di funzionamento abbia un rendimento molto superiore a quello di un motore che deve lavorare bene a tutti i regimi).<br>E allora hanno pensato al motore a combustione in parallelo al motore elettrico. Il motore a combustione insieme spinge e carica le batterie.<br>Questo è uno svantaggio perchè il motore a combustione, dovendo lavorare a regime variabile, ha un rendimento paragonabile ai motori delle auto normali. E allora si sono ricordati del ciclo Atkinson (un ciclo in cui la corsa di compressione è più corta della corsa di espansione, col risultato che a parit&agrave; di cilindrata d&agrave; meno potenza (ma ci pensa il motore elettrico a dare una mano) ma ha un rendimento superiore.<br>Risultato, un&#39;auto che consuma di meno, perchè la maggior parte della potenza alle ruote è data dal motore a combustione, mentre quelli elettrici servono solo per gli spunti.<br>Poi un po&#39; di elettronica per gestire il tutto, ed ecco la Prius.<br>Ma io dico: se un motore a scoppio col ciclo Atkinson consuma meno di una col ciclo Otto, perchè non usare solo quello ? Se serve potenza lo si fa un po&#39; più grosso (tanto oggi il bollo si paga sulla potenza e non sulla cilindrata), e si eviterebbero le inefficienze della catena motore a scoppio-alternatore-batteria-motori elettrici per quel po&#39; di potenza che si d&agrave; con questi ultimi. Il risultato dovrebbe essere un&#39;auto che consuma ancora meno della Prius.<br>Come mai nessuno ha pensato di fare motori col ciclo Atkinson ?

giorgio demurtas
19-02-2007, 15:06
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Come mai nessuno ha pensato di fare motori col ciclo Atkinson ?</div></div><br>Perchè bisogna cambiare il carburante, non i motori. E&#39; come la storia degli euro 4, euro 5, euro 1000.....<br>

sandro-meg
19-02-2007, 16:15
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">E allora hanno pensato al motore a combustione in parallelo al motore elettrico. Il motore a combustione insieme spinge e carica le batterie.<br>Questo è uno svantaggio perchè il motore a combustione, dovendo lavorare a regime variabile, ha un rendimento paragonabile ai motori delle auto normali. E allora si sono ricordati del ciclo Atkinson (un ciclo in cui la corsa di compressione è più corta della corsa di espansione, col risultato che a parit&agrave; di cilindrata d&agrave; meno potenza (ma ci pensa il motore elettrico a dare una mano) ma ha un rendimento superiore.<br>Risultato, un&#39;auto che consuma di meno, perchè la maggior parte della potenza alle ruote è data dal motore a combustione, mentre quelli elettrici servono solo per gli spunti.</div></div><br>Ma perche&#39; prima di dare fiato non vi informate per bene?<br><a href="http://www.toyota.co.jp/en/tech/environment/ths2/SpecialReports_12.pdf" target="_blank">Sistema Prius</a><br>E&#39; chiaro che tutto quello che hai detto e&#39; errato........ appena nel post precedente Gattmes ti aveva detto che il motore principale della prius e&#39; quello elettrico e non quello a combustione.Inoltre il sistema della prius non e&#39; parallelo e nemmeno serie ma tutti e due insieme.<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Perchè bisogna cambiare il carburante, non i motori.</div></div><br>Perche&#39; non si puo&#39; forse usare una ibrida a metano,gpl,etanolo al posto della benzina ? Chi vieta di fare la modifica alla Prius ? Nessuno tanto che gia&#39; esistono dei Kit per farla andare a GPL.<br>Vuoi farla andare a gasolio o,meglio ,Biodiesiel? Nulla vieta di fare il motore diesel al posto di quello a benzina e ci sono gia&#39; macchine ibride che vanno a gasolio.<br>Ciao

19-02-2007, 18:28
stai scherzando . . . . ma lo sai che in teoria . . . . tanto per aiutarti . . . . Leggiti questo thread per tua informazione . . . . .<br>e altro ancora, ma chi siete?

19-02-2007, 19:56
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (maurizioz @ 19/2/2007, 18:28)</div><div id="quote" align="left">stai scherzando . . . . ma lo sai che in teoria . . . . tanto per aiutarti . . . . Leggiti questo thread per tua informazione . . . . .<br>e altro ancora, ma chi siete?</div></div><br>Forse siamo degli esperti in questi e altri argomenti legati al mondo dell&#39;energia&#33;&#33;&#33;<br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/997af9dc951f627ad182721460f7f026.gif" alt=";)"><br>

19-02-2007, 20:30
Che mi trovassi di fronte a dei tuttologhi, ecologisti non praticanti, l&#39;avevo capito, spero anche che l&#39;esperto (in Alcol al posto della benzina) mi risponda su come ha fatto a calcolare il rapporto stechiometrico per l&#39;E85.<br><br>Complimenti per esserti abbassato al &quot;Forse&quot; e tanto di cappello per l&#39;esperienza in questi ed altri argomenti, quali istituzioni ve lo hanno riconosciuto&#33;?<br><br>Fatemi sapere di quale cattedra siete titolari, e dove, che vengo ad ascoltare le vs lezioni.<br><br>Tra le citazioni mettiti anche tu come esempio di umilt&agrave;.<br><br>Naturalmente, se per disgrazia, la Prius/l&#39;ibrido far&agrave; la fine che far&agrave;, la colpa è degli altri che non hanno capito.<br><br>Bello l&#39;anonimo arabo, beati voi esperti che siete in possesso della verit&agrave;, ma è rivolto solo agli altri?<br><br>Tutto questo, come di solito scrivo, è solo A PARER MIO.<br><br><br><br><br><br>

19-02-2007, 20:48
Ci sono gi&agrave; nelle citazioni, la seconda&#33;&#33;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ca05df0dd0b9b022f79fcd6a0d94ca8b.gif" alt=":D"><br><br>Non penso sia il caso di provocare le solite flam, siamo qui per discutere e confrontarci, ho preso la tua provocazione e ti ho risposto con moderatezza (cosa insolita per me, forse sto diventando vecchio) cercando proprio di evitar discussioni inutili...ma se insisti....<br><br>Di cattedre qui ce ne sono molte, molti invece sono professionisti che lavorano nel mondo delle energie che analizzano e ricercano giornalmente soluzioni, idee, tecnologie innovative.......<br><br>Ci sono molti TROLL, molti rompic....i, e molti che non hanno di meglio da fare....basta abituarsi <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/edcb4925f4162d2cdd38f09ea515a43d.gif" alt=":rolleyes:"><br><br>p.s. mi sono permesso di citarti nella firma (ma se ti da fastidio la tolgo) semplicemente perchè hai scritto una cosa molto intelligente, mi auguro che non rimanga l&#39;unica&#33;&#33;&#33;

sandro-meg
20-02-2007, 00:49
Va bene forse ho esagerato un pochino...ma ogni tanto mi altero quando leggo delle considerazioni fatte solo per scrivere e per screditare qualcosa che non si conosce a fondo.Se ho offeso qualcuno questa non era mia intenzione ma solo farlo riflettere prima di dare delle sentenze su un&#39;auto e una tecnologia (quella ibrida) che per me (e per fortuna non sono il solo) e&#39; molto promettente.<br>Certo non e&#39; la soluzione definitiva, ma almeno e&#39; una possibile strada da seguire.<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">mi risponda su come ha fatto a calcolare il rapporto stechiometrico per l&#39;E85.</div></div><br>??? perche? Da quello che mi ricordo dovrebbe essere un rapposto di 9 o giu&#39; di li.Da che parte sta il trucco ?<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Naturalmente, se per disgrazia, la Prius/l&#39;ibrido far&agrave; la fine che far&agrave;, la colpa è degli altri che non hanno capito.</div></div><br>Be&#39; attualmente non puo&#39; essere certamente un&#39;auto di massa (almeno in Europa).In America ha fatto un relativo successo ma qui e&#39; difficile che qualcuno sborsi dei euri in piu&#39; solo per la questione di avere un&#39;auto futuristica ed ecologica ma con prestazioni abbastanza deludenti (ma tanto ormai c&#39;e&#39; la patente a punti <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8eed071b30b031ad1660b4e0d6cad45a.gif" alt=":D"> )<br>Io che l&#39;ho provata,ma Gatmes forse lo puo&#39; confermare, non ha prestazioni esaltanti e difficilmente uno che e&#39; abituato a forti accelerazioni si puo&#39; accontentare di un motore tranquillino (anche se da 115 Cv) ma molto costoso.<br>Tutti vogliono avere macchine potenti e veloci e,al massimo, parche nei consumi.<br>Questa e&#39; la fregatura delle ibridi,un prodotto di nicchia solo per pochi adetti....<br>Per questo ho detto fin dal&#39;inizio che deve essere la politica a indicare la strada che devono percorrere i produttori d&#39;auto. Dare delle norme mooooolto piu&#39; strette sull&#39;inquinamento in modo che i produttori devono lavorare sia sull&#39;utilizzo dei carburanti piu&#39; ecologici sia sul miglioramento del motore a combustione (anche se ormai e&#39; difficile migliorarlo con risultati aprezzabili) sia quella di utilizzare un motore elettrico o ancora su qualcosa di nuovo.<br>L&#39;ibrido e&#39; un buon esempio ma sicuramente non puo&#39; risolvere completamente il problema.<br>Forse il thread si e&#39; perso ma tutto e&#39; cominciato dal ritiro dal mercato di auto elettriche che avevano riscosso un notevole successo (anche se con qualche pecca di gioventu) nel consumatore americano.<br>Addiritura la politica ha cambiato le norme severissime che aveva imposto anni prima e che avevano fatto sviluppare le auto elettriche che riuscivano a rispettarle.<br>Insomma si e&#39; ritornati indietro per volere dei produttori d&#39;auto e dei petroliferi che vedevano un possibile successo delle macchine elettriche.Questo e&#39; quello che il film sta dicendo.....<br>Ciao<br><br><br>

Archangel
20-02-2007, 10:50
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (sandro&#45;meg @ 19/2/2007, 16:15)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">E allora hanno pensato al motore a combustione in parallelo al motore elettrico. Il motore a combustione insieme spinge e carica le batterie...</div></div><br>Ma perche&#39; prima di dare fiato non vi informate per bene?<br><a href="http://www.toyota.co.jp/en/tech/environment/ths2/SpecialReports_12.pdf" target="_blank">Sistema Prius</a><br>E&#39; chiaro che tutto quello che hai detto e&#39; errato........ appena nel post precedente Gattmes ti aveva detto che il motore principale della prius e&#39; quello elettrico e non quello a combustione.Inoltre il sistema della prius non e&#39; parallelo e nemmeno serie ma tutti e due insieme.</div></div><br>Ma perchè prima di aggredire (che è una tua cattiva abitudine) non leggi meglio ?<br><br>Dal sito della Toyota:<br>&quot;<b>This system...has two motors and depending on the driving conditions uses only the electric motor or the driving power from both</b>... Furthermore when necessary the system drives the wheels while simultaneously generating electricity.&quot;<br><br>Più avanti (forse questo non l&#39;hai letto):<br>1. Start and low to mid-range speed: The engine stops when in an inefficient range, such as start-up and low to mid-range speeds. The vehicle runs on the motor alone.<br>[NDR: è chiaro che muovere direttamente le ruote ha un&#39;efficienza maggiore che muovere un alternatore che carica la batteria che muove il motore elettrico che spinge le ruote. Se passano per la via più lunga e inefficiente potrebbe essere perchè il motore non ha il cambio o per permettere la circolazione in citt&agrave; senza inquinare; altri motivi non ne trovo.]<br><br>2. Driving under <b>normal conditions</b>: engine power is divided... Some of the power runs the generator which in turn drivs the motor. The rest of the power drives the wheels directly. Power allocation is controlled to maximize efficiency.<br>[Cioè una marcia con il solo motore a scoppio, come è logico. Come mai dici che il motore principale è quello elettrico ?]<br><br>3. Sudden acceleration: extra power is supplied from the battery while the engine and high-output motor provide smooth response for improved acceleration.<br>[cioè entrambi i motori spingono al massimo mentre la batteria si sta momentaneamente scaricando. Non è una marcia in parallelo ?]<br><br><br>Io avevo scritto:<br>&quot;E allora hanno pensato al motore a combustione in parallelo al motore elettrico. Il motore a combustione insieme spinge e carica le batterie.&quot;<br><br>Alla fine quello che mi rimproveri è di non dire che il motore principale è quello elettrico. E QUESTA E&#39; UNA BALLA.<br>Perchè la PRIUS va col solo motore elettrico solo alla partenza (e pure lenta, perchè se no bisogna far partire il motore a scoppio, punto 3) e in marcia a bassa velocit&agrave;. E&#39; una scelta inefficiente, come gi&agrave; dicevo, che può essere giustificata solo da motivi particolari.<br><b>In condizioni di marcia normale va solo il motore a scoppio e in accelerazione con entrambi i motori in parallelo.</b><br><br>Allora dove ho sbagliato ?

sandro-meg
20-02-2007, 12:24
Ciao Archangel,gia nel mio post precedente sto cercando di non far divampare la discussione.<br>Comunque riguardo al tuo post precedente il discorso si basa che non hai ben presente la tecnologia ibrida e sul funzionamento serie o parallelo o entrambi (come e&#39; nella Prius).<br>In pagina 2 e 3 di quel link spiega bene quali vantaggi ha l&#39;uno o l&#39;altro e come la Prius riesce a beneficiare di entrambi i sistemi.<br>Quindi ,a differenza di quello che hai detto, il sistema non e&#39; solo parallelo ma anche serie e puo&#39; benificiare di ottimi risultati altrimenti irrealizzabili.<br>La questione di quale e&#39; il motore principale e,se vuoi, una conseguenza di come tutta l&#39;auto e&#39; stata progettata.Intanto la potenza dei due motori e&#39; quasi identica (cosa che la differenzia,per esempio, dalla Ima della Honda) ed inoltre la macchina si sposta tramite il motore elettrico fintanto che non si chieda maggiore prestazioni o fino a quando le batterie non si scaricano.<br>Il motore a combustione e&#39; pensato come motore ausiliario a quello elettrico anche se,logicamente, non e&#39; possibile pensare attualmente la sua eliminazione per ovvie ragioni.<br>Tutta la gestione elettronica e lo stesso tipo di funzionamento del motore a combustione e&#39; stato ottimizzato in questione del motore elettrico e non viceversa.<br>Poi sono d&#39;accordo che senza motore a combustione la Prius non potrebbe esistere perche&#39; le batterie offrono attualmente poca autonomia, ma il discorso della Prius ruota tutto intorno al motore elettrico che e&#39; a tutti gli effetti il motore principale dell&#39;auto (nella Ima invece no)<br>Spero che ci siamo chiariti e magari possiamo parlare della questione vera del thread e cioe&#39; del non sviluppo dell&#39;auto elettrica.<br>Ciao<br>

gattmes
20-02-2007, 13:35
Calma raga&#33;<br>(cmque sono contento che si &quot;discuta&quot; di questa tecnologia, così svisceriamo in primo luogo dubbi e false credenze [messe in giro anche da qualche rivista &quot;specializzata&quot;...], ma anche eventuali difetti e limiti - ndr - e T..yta legge probabilmente - ndr]<br><br>Archangel e maurizioz non hanno torto. Il problema è comprendere bene tutti i modi di funzionamento del sistema, tenendo sembre ben presente cosa diceva A. E.... che tutto è relativo.<br><br>Allora:<br>1) Deve essere ben presente che il motore elettrico della Prius (MG2) è collegato <b>secco</b> alle ruote motrici, mentre gli altri due motori (MG1 e il termico) NO.<br>2) in una IPOTETICA marcia a velocit&agrave; costante (non importa se in piano o salita), è chiaro che l&#39;unico vero propulsore <b>A LUNGO TERMINE</b> è il termico, in quanto non esiste un apporto &quot;elettrico&quot; per cosi dire esterno. In questo frangente:<br>A) Una GROSSA porzione di.... energia / potenza... viene trasmessa direttamente dal termico verso le ruote, in quanto collegato agli ingranaggi &quot;satelliti&quot; del power split (PS), che sono i &quot;primi&quot; immediatamente a contatto con la corona esterna a cui sono connessi MG2 e ruote.<br>B) una MINORE porzione di E/P viene invece trasmessa all&#39;ingranaggio di &quot;somma&quot; che sta all&#39;interno del PS ed è connesso al generatore MG1 ed inoltre direttamente a contatto con gli ingranaggi satelliti (termico).<br>C) NON c&#39;è connessione diretta <b>MECCANICA</b> tra MG1 e MG2, c&#39;è invece conessione <b>ELETTRICA</b> ed anche <b><u>DIRETTA</b></u>, ovvero l&#39;elettronica è in grado di dirottare l&#39;energia eventualmente prodotta da MG1 verso MG2 (e quindi alle ruote) <span style="font-size:19pt;line-height:100%"><b>SENZA</b></span> passare dalle batterie.<br><br>Quindi (mi perdoni Toyoya se forse &quot;insegno il gioco...&quot; ):<br>1A) Il rendimento rimane alto, in quanto MG1 e MG2 lavorano ad alta tensione, cioè sui 500V, contrariamente alla batteria che è a più bassa tensione (sui 200V) ed anche &quot;distante&quot;. (Avete ora capito il motivo delle tue &quot;alte tensioni&quot;, si? Bene. No? Be dovrei dilungarmi su problemi di celle ecc. per cui lasciamo perdere e vi invito a provare a vedere le FAQ sulle batterie se fi apportano lumi..)<br>2B) Ovvio che la perdita di potenza che è sempre presente è si una perdita ma solo sulla percentuale di potenza che fa questo &quot;giro&quot; elettrico (che serve poi a fare il cambio e la frizione &quot;elettronica&quot;.... ). Su quella DIRETTA tra termico e MG2/ruote NON CI SONO DI MEZZO questi rendimenti.<br><span style="font-size:19pt;line-height:100%">Questa PARTE di energia persa la possiamo ... RI-configurare come quella normalmente persa nel classico cambio di velocit&agrave; di un normale veicolo</span> (sia esseo manuale o automatico)<br><br>Nel caso sopracitato il rendimente è al limite uguale (in realt&agrave; ritengo migliore) a quello di una &quot;classica&quot; auto. .... E qua è forse <b>l&#39;unico punto dove i sistemi si toccano</b><br><br>-----------------------------------------------------------------------------------------------------<br><br>Le cose cambiano non appena si ha una VARIAZIONE delle condizioni (cosa praticamente &quot;normale&quot;). In questo caso entra a funzionare <b>IMMEDIATAMENTE</b> l&#39;effetto &quot;polmone energetico&quot; del sistema ibrido: Al primo accenno di richiesta di ... picowatt in più ... (saliamo un dosso-dissuasore....) avviene una apporto di plusenergia direttamente dalla batteria (che si &quot;picoscarica&quot;) a MG2, alla successiva minor richiesta (scendiamo dal dosso-dissuasore.. ) MG2 (e/o MG1) riportano indietro (recuperando quindi) la plusenergia di prima ...che, considerando un po di rendimenti e perdite, fluir&agrave; in buona parte dentro la batteria che si ... diciamo... 70&#37;picocarica.<br>Questo (per chi conosce/ha guidato la Prius) spiega i continui susseguirsi di freccette gialle e verdi / da e verso la batteria nella marcia ad esempio autostradale.<br><br>Poi non parliamo ovviamente di mega accelerazioni (è la stessa cosa amplificata) e megadecelerazioni.<br><br>----------------------------------------<br><br>Come ciliegina sulla torta arriva l&#39;arresto ad esempio al semaforo, ad uno stop, in coda... La P può decidere di spegnere il termico se acceso. E qua il guadagno è netto.

sandro-meg
20-02-2007, 14:45
Grazie Gatmes per aver spiegato perfettamente il sistema, questa e&#39; una spiegazione esauriente e chiara.<br>A proposito riesci ad aprire un thread riguardo ai tuoi test sulla sostituzione delle batterie o e&#39; top secret?<br>Mi pare che la centralina originale calcola la capacita&#39; della batteria e, sostituendo batterie con delle piu&#39; capienti , difficilmente riesco a percorrere piu&#39; km.<br>E vero?<br>Ciao

gattmes
20-02-2007, 15:03
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">..questa e&#39; una spiegazione esauriente e chiara...</div></div><br>Mahh .. spero ci si avvicini&#33; Purtroppo mi mancano le capacit&agrave; x far ciò.<br><br>Circa le batterie forse ho generato un equivolco. Si &quot;parlava&quot; di veicoli elettrici in generale.... quindi io ho usato le bat citate ma su un altro veicolo e ciò che ho reso pubblico è qui sul forum ... in parte nella sez accumulo di energia ... in parte in quella sui veicoli el. ed ibridi.<br><br>Circa l&#39;uso sulla P, esiste gi&agrave; un kit in vendita (che costa una cifra... se vuoi posto 2 link)è + o - fa quello che dici tu.<br>Esiste una ECU per il SOC (stato di carica) che mi sembra viene rimpiazzata con il nuovo kit...<br>..tuttavia io una idea ce l&#39;avrei... ma sarebbe da sperimentare almeno in principio ed attualmente .... diciamo che non posso/intendo farlo.<br>Seguo quindi umilmente (purtroppo ultimamente di rado) il forum Priusplus, da dove ho molto da imparare...<br><br><span style="font-size:22pt;line-height:100%"><b>ATTENZIONE</b></span><br>Ho aggiornato il 3D della Prius con alcune immagini animate circa il funzionamento del ..... &quot;cambio&quot;..<br><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=1419417&amp;st=60" target="_blank">(cliccare qua per il link diretto)</a><br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 20/2/2007, 15:30</span>

20-02-2007, 16:53
Invidio le vostre indubbie conoscenze tecniche, ma il titolo del 3D è: &quot;<b>Chi ha ucciso l&#39;auto elettrica</b>&quot;.<br>Quindi si tratta di un 3D più &quot;<b>sociologico</b>&quot; che tecnico.<br>Ed è su questo piano che vorrei tentare di riportare la discussione.<br>L&#39;auto elettrica non è affatto morta&#33;<br>E tecnicamente spesso è quanto di più affascinante si possa trovare in vendita.<br>Semmai è stata (passatemi l&#39;eufemismo) &quot;disconosciuta alla nascita&quot;...<br>Voglio ripetere quanto gi&agrave; detto in un&#39;altra sezione del Forum:<i><br>Qual&#39;è la attuale quota pubblicitaria dei grandi media relativa alle auto ibride?<br>Zero? Uno?<br>Ci hanno propinato per cinquant&#39;anni uno &quot;lifestyle&quot; incentrato su auto sempre più grosse e potenti.<br>E continuano.<br>Pensate veramente che solo girando con una Prius da 50 (&#33;&#33;&#33;) milioni delle vecchie lire qualcuno la preferisca ad una Audi A3?<br>Chi lo farebbe?<br>Un pensionato? Un agente di commercio? Una commessa del centro? Un ragazzino per rimorchiare al sabato sera?<br>Magari fosse vero&#33;&#33;&#33;<br>Il cambiamento ci sar&agrave;, ma la razza umana è sempre stata piuttosto &quot;stupida&quot; nei suoi processi imitativi e la pubblicit&agrave; si plasma su queste becere devianze.</i><br>Il problema dell&#39;auto elettrica è esclusivamente un fattore di marketing.<br>L&#39;auto elettrica <b>è il futuro</b>, ma le lobby del petrolio sono troppo spesso padrone incontrastate della comunicazione mediatica.<br>Questo Forum certamente serve anche alla comunicazione ecologica, ma da solo non basta&#33;<br>Le aziende, sopratutto le multinazionali, hanno il preciso scopo di &quot;creare fatturato&quot;.<br>Non possiamo erigere a benefattore questa o quella azienda automobilistica solo perchè hanno in listino UNA auto elettrica su un catalogo di trenta o quaranta modelli a bécera combustione interna...<br>La vera svolta ecologica DEVE provenire dalle amministrazioni a livello nazionale e/o locale.<br>E in questo, sempre secondo me, ha TOTALMENTE ragione Giorgio:<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (giorgio demurtas @ 18/2/2007, 22:51)</div><div id="quote" align="left">ci vogliono abitudini un pò diverse (usare di più la bici) e un servizio di trasporto pubblico efficiente. Metropolitana leggera elettrica su rotaia e sede riservata. (vedi Friburgo, la citt&agrave; più ecologica d&#39;europa).<br><br><b>Il problema è la produzione di energia, non il come accumularla su un veicolo&#33;</b>.</div></div><br>Pace&#33;<br>Gym<br><br><span class="edit">Edited by gymania - 20/2/2007, 17:15</span>

gattmes
20-02-2007, 17:26
Gia....<br>tuttavia:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">...Non possiamo erigere a benefattore questa o quella azienda automobilistica solo perchè hanno in listino <b>UNA</b> auto elettrica su un catalogo di trenta o quaranta modelli..</div></div><br>Parlando solo di Europa:<br>Nel 2004 esce la Prius (seconda versione) di Toyota<br>Nel 2006 esce la RX400h di Lexus (=Toyota)<br>Nel 2007 (fine 2006) esce la GS450h di Lexus (=Toyota)<br>potrei continuare con i modelli in vendita fuori UE e quelli previsti nei prossimi anni (forse dovrei dire anche mesi..).<br>Comunque 3 modelli in 3 anni non lo aveva mai fatto nessuno (e nessun altro lo fa).<br>Cosa intendete fare per &quot;spingere&quot; questa scelta (coraggiosa)??? Prenotare una delle nuova Bravo????............<br>..........<br>...<br>Il consumatore ha <span style="font-size:21pt;line-height:100%">certamente</span> un&#39;arma che nessuno può toglierli. Il potere di decidere dove spendere i suoi soldi. E visto che siamo in economia di mercato....

20-02-2007, 17:40
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (gattmes @ 20/2/2007, 17:26)</div><div id="quote" align="left">Il consumatore ha <span style="font-size:21pt;line-height:100%">certamente</span> un&#39;arma che nessuno può toglierli. Il potere di decidere dove spendere i suoi soldi. E visto che siamo in economia di mercato....</div></div><br>Giusto&#33;<br>Ma il mercato di muove sull&#39;informazione e su scie emotive.<br>Non si può lasciare che l&#39;informazione sia insufficiente o peggio, deviata&#33;<br>Ci vogliono prima di tutto regole per un mercato <span style="font-size:14pt;line-height:100%">educato</span> con scelte <span style="font-size:14pt;line-height:100%">politiche</span> ben precise.<br>Chi come me e Giorgio è stato a Friburgo o in altre capitali europee, lo può capire...

BrightingEyes
20-02-2007, 18:17
L&#39;auto elettrica non è affatto morta. Semmai non è ancora nata. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2b9c235ad90f2706a7986af5dfa12d0f.gif" alt=":P"><br>Con le prestazioni attuali l&#39;auto elettrica pura è tuttalpiù un veicolo da citt&agrave;, ma non tutti possono permettersi un&#39;auto &quot;vera&quot; e un&#39;elettrica da citt&agrave;, quindi alla fine si compra la macchina da autostrada e la usa per girarci in citt&agrave;. Tuttalpiù, se proprio si vuol tacitare la coscienza ecologica, si far&agrave; ogni tanto un giro in bici (che uso anch&#39;io spesso e proprio per questo capisco essere del tutto improponibile come reale alternativa al mezzo privato nelle citt&agrave;) o piglier&agrave; la metropolitana. Se c&#39;è, ovvio. (A proposito, le metropolitane elettriche leggere sono una gran bella cosa. Laddove le lasciano fare, però. A Savona &quot;dovevano&quot; farla, ma dava fastidio ai residenti, e quindi... ciccia&#33; Ah.. gran cosa la democrazia. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6cd2df6fa990c6f5b981226bfbf30efd.gif" alt="&lt;_&lt;"> )<br><br>Gli ibridi sono una grossa opportunit&agrave; perchè fanno da &quot;ponte&quot; fra la visione imperante dell&#39;auto con 600 km di autonomia e velocit&agrave; media di 100 km/h per 8 ore e il futuro elettrico/idrogeno. Il grosso vantaggio degli ibridi sta nel garantire (e in questo senso non si può che migliorare enormemente) un&#39;autonomia dignitosa accoppiata con un&#39;emissivit&agrave; estremamente ridotta. La più grande spinta alla diffusione degli ibridi verr&agrave; probabilmente dalle graduali riduzioni di emissioni per l&#39;accesso in citt&agrave;, che solo ibridi e diesel moderni possono garantire con facilit&agrave;.<br>Il futuro è un&#39;auto che permetta di tenere medie decenti per tempi decenti in autostrada (per decente intendo 130 km/h senza essere un emulo di Schumacher) e contemporanemente possa circolare in citt&agrave; a emissioni zero o quasi.<br>Il problema del costo è reale, ma temporaneo, dovuto solo alle economie di scala dei grandi numeri. Se ora Toyota costruisse il 50&#37; di una linea, chessò Corolla o Avensis, diesel e il 50&#37; ibrida, quest&#39;ultima probabilmente costerebbe significativamente di meno.<br>Il segreto è nel creare le condizioni per far crescere la richiesta. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9f8f65464f993479db38143e47a7296e.gif" alt=":)"><br>

20-02-2007, 20:29
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (BrightingEyes @ 20/2/2007, 18:17)</div><div id="quote" align="left">Il segreto è nel creare le condizioni per far crescere la richiesta.</div></div><br>Ma infatti&#33;<br>Io e Gattmes stiamo sostenendo la stessa cosa ma da due posizioni opposte.<br>La differenza st&agrave; nel fatto che lui dice che dobbiamo aumentare la richiesta per sensibilizzare il mercato, io invece sono straconvinto (da ex pubblicitario) che il mercato è &quot;drogato&quot; dagli interessi delle multinazionali.<br>Quindi ci vuole necessariamente una forte presa di posizione politica, tipo incentivi ecologici (o meglio grossi DIS-incentivi per chi inquina) per poter raggiungere i media e quindi i grandi numeri.<br>Ma voi avete mai visto uno spot della Prius sui grossi media?<br>Finchè su Rai o Mediaset non si vedranno pubblicit&agrave; di veicoli elettrici o ibridi e non la smetteranno di martellarci con la nuova Bravo (bleah...), non cambier&agrave; nulla&#33;<br>Almeno non nel breve periodo.

BrightingEyes
20-02-2007, 22:55
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (gymania @ 20/2/2007, 20:29)</div><div id="quote" align="left">Ma infatti&#33;<br>Io e Gattmes stiamo sostenendo la stessa cosa ma da due posizioni opposte.</div></div><br>Si, tutti qua sosteniamo la stessa cosa (aumentare la diffusione di auto ecologiche). Sono le metodiche per raggiungere questo obiettivo che divergono.<br>La pubblicit&agrave; non serve a molto. Ancora meno servono le esortazioni all&#39;uso della bicicletta o del mezzo pubblico.<br>Invece è sull&#39;attaccamento alla comodit&agrave; e versatilit&agrave; del mezzo privato che si dovrebbe puntare. Si deve continuare a penalizzare, gradualmente ma inesorabilmente, l&#39;utilizzo delle auto più inquinanti nei centri delle grandi citt&agrave;, per arrivare infine a rendere competitive le auto elettriche nei piccoli spostamenti pendolari cittadini. Si devono installare migliaia di colonnine per le ricarica. Si deve incentivare la rinuncia all&#39;auto &quot;principale&quot; per chi vive in citt&agrave;, magari prevedendo forme di noleggio a basso costo per quando serve un&#39;auto a lunga percorrenza (viaggi, vacanze, ecc.). Si deve scoraggiare il parcheggio &quot;sotto casa&quot; dei residenti per le auto non elettriche. Si deve resistere alle ovvie accuse demagogiche di &quot;voler colpire il poveraccio che non può cambiare auto&quot;. Se non può cambiarla e vuole continuare a stare in centro dovr&agrave; farne a meno e/o acquistare un&#39;auto elettrica.<br>Il resto lo faranno le industrie delle batterie <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ca4fe9eae7446af0b1f69538fc2cf522.gif" alt=";)"><br><br>

sandro-meg
21-02-2007, 10:33
Io sono ancora piu&#39; drastico....blocco del centro ai mezzi che non siano elettrici o ibridi o comunque a basso inquinamento (e qui...)<br>E&#39; un po quello che gia&#39; in California volevano fare con la legge del 90,un progressivo aumento di norme sempre piu&#39; restrittive fino al totale blocco della circolazione dei veicoli inquinanti.<br>Il problema e&#39; che poi la norma e&#39; stata ritoccata e per le macchine elettriche e&#39; stato il tramonto.<br>Chissa se prima o poi si arrivera a questo.Io spero proprio di si anche perche&#39; ormai l&#39;inquinamento in citta&#39; e&#39; veramente arrivato ad un livello tale da meritare delle soluzioni drastiche.<br>Certo non tutto l&#39;inquinamento in citta&#39; e&#39; colpa delle auto,ma sicuramente un aiuto lo puo dare.<br>Serve un&#39;ampia politica di ecologia con provvedimenti anche impopolari ma penso che finche&#39; non succedere qualcosa di &#39;grave&#39; la politica continuera&#39; a muoversi come ha fatto finora e cioe&#39; solo blablabla senza un piano vero di riduzione dell&#39;inquinamento.<br>Ciao<br><br><br><br>

gattmes
21-02-2007, 11:56
Si .. si .. d&#39;accordo sulla publicit&agrave;, sulle politiche incentivanti, eventualmente sulle limitazioni [ ], ecc.<br><br>Ma <b><span style="font-size:21pt;line-height:100%">TU</span></b> cosa fai <b><span style="font-size:21pt;line-height:100%">ORA</span></b>?<br>Quali sono i tuoi veicoli, quali le tue lampadine, quali i tuoi elettrodomestici, come scaldi l&#39;acqua (/casa)??????????<br>Quanto <b><span style="font-size:21pt;line-height:100%">INVESTI</span> <span style="font-size:27pt;line-height:100%">ORA</span></b> nel <b><span style="font-size:21pt;line-height:100%">TUO FUTURO</span></b>?<br><br>Chi ha il coraggio di rispondere dettagliatamente a <u>queste</u> (ed altre) domande (sinceramente)?<br><br>(NB è un <b><span style="font-size:19pt;line-height:100%">TU</span></b> generico...)

Archangel
21-02-2007, 12:19
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">L&#39;auto elettrica è il futuro, ma le lobby del petrolio sono troppo spesso padrone incontrastate della comunicazione mediatica</div></div><br>Vero per la prima parte, ma per ora l&#39;elettricit&agrave; per caricare le batterie viene prodotta ancora bruciando petrolio e gas. Viste le inefficienze della catena centrale-rete elettrica-batterie credo che alla fine i petrolieri sarebbero ben contenti se tutti avessero un&#39;auto elettrica.<br><br>Diverso sarebbe se uno si mettesse i pannelli FV sul tetto e li usasse per caricare le batterie dell&#39;auto. Ma quanti pannelli servirebbero per produrre quei 20 kWh di energia (ammesso di avere batterie abbastanza capaci) equivalenti a 10 litri di benzina ?<br>

gattmes
21-02-2007, 13:50
No non sono in accordo.<br>I petrolieri sono ben contenti se bruci carburante su un veicolo per portarlo ad una certa velocit&agrave; e poi lo &quot;sprechi&quot; in calore nei freni per fermarlo, inoltre se lo bruci per star fermo in coda, ai semafori, ecc.<br>Se invece ci fossero solo veicoli elettrici ... o ibridi.. non &quot;gioirebbero&quot;..<br>... in tutto ciò non ho parlato del fatto che i rendimenti di produzione sarebbero migliori (anche considerando trasporto e stoccaggio, secondo le ultime tecnologie. Inoltre da Luglio si potr&agrave; scegliere un &quot;produttore pulito&quot; anche per i contratti residenziali.. e questo metterebbe la parola FINE definitivamente a tutto il discorso...<br>(tuttavia io non sono per le decisioni finali e/o drastiche, ma per i tagli Salomonici piuttosto... )<br><br>PS risposte attuali alle &quot;domande&quot; = <span style="font-size:21pt;line-height:100%">0</span>

21-02-2007, 17:04
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (gattmes @ 21/2/2007, 11:56)</div><div id="quote" align="left">Ma <b><span style="font-size:21pt;line-height:100%">TU</span></b> cosa fai <b><span style="font-size:21pt;line-height:100%">ORA</span></b>?<br>Quali sono i tuoi veicoli, quali le tue lampadine, quali i tuoi elettrodomestici, come scaldi l&#39;acqua (/casa)??????????<br>Quanto <b><span style="font-size:21pt;line-height:100%">INVESTI</span> <span style="font-size:27pt;line-height:100%">ORA</span></b> nel <b><span style="font-size:21pt;line-height:100%">TUO FUTURO</span></b>?<br>Chi ha il coraggio di rispondere dettagliatamente a <u>queste</u> (ed altre) domande (sinceramente)?</div></div><br>Per quanto le nostre posizioni siano diverse (anche se poi l&#39;intento finale è lo stesso) ti devo dire che sinceramente apprezzo la tua caparbiet&agrave;.<br>La tua domanda meriterebbe un 3D specifico: <b>Cosa fai in concreto per l&#39;ambiente?</b><br>Ma in questo Forum è fin troppo facile&#33;<br>Faresti meglio a chiederlo all&#39;uscita dei centri commerciali...<br>Ok&#33; Inizio io:<br><b>NON</b> possiedo un&#39;auto&#33; Il mio unico mezzo a motore è un vecchio camper che uso solo per le ferie e nei weekend e che ho trasformato per andare <b>ad olio vegetale</b>.<br>Ho fatto 20000 Km in tre anni a olio.<br>La mia attivit&agrave; attuale è un centro fitness che dista meno di 200mt da casa.<br>Sono un ex ciclista dilettante, possiedo tre biciclette che uso quotidianamente sia che piova, faccia freddo o caldo.<br>Ti assicuro che di Km in bici ne macino veramente tanti.<br>Oltretutto ho la fortuna di vivere in una citt&agrave; che ha tanti, tantissimi difetti, ma ha il pregio di aver creato una viabilit&agrave; ciclabile veramente invidiabile...<br>Vivo nella casa che fu di mio suocero.<br>Ho trovato gi&agrave; installati i pannelli solari termici, anche se di vecchia generazione.<br>In palestra li installeremo a breve, grazie anche alla nuova finanziaria.<br>A casa ho sostituito <b>TUTTE</b> le lampadine con le Philips 11W a risparmio.<br>In ogni modo a casa ci stò veramente poco, più che altro ci dormo, visto che l&#39;attivit&agrave; mi porta via la maggior parte del tempo.<br>In palestra il riscaldamento è a gas metano. L&#39;anno scorso abbiamo investito parecchi soldi nella coibentazione del controsoffitto e nell&#39;ottimizzazione dei consumi con timer e termostati aggiuntivi.<br>Qui l&#39;illuminazione è esclusivamente al neon.<br>Altro, al momento non mi viene in mente.<br>Il resto si fa <b>GIORNO PER GIORNO</b> con le buone abitudini e la buona educazione.<br>Forse non sar&agrave; abbastanza, ma sono certo che è MOLTO di più di quanto faccia la maggior parte della gente comune.<br>E in ogni caso non ho intenzione di fermarmi qui...<br>Resto della mia convinzione che la gente comune non f&agrave; abbastanza perchè <b><span style="font-size:14pt;line-height:100%">non viene indotta/obbligata a farlo&#33;</span></b>.<br>Possiamo anche farci valere quando andiamo a fare acquisti, ma per argomenti così delicati il momento migliore resta <b><span style="font-size:14pt;line-height:100%">quando andiamo a votare&#33;</span></b><br><br>P.S. Nei momenti di intimit&agrave; spengo qualche luce, ma non proprio tutte... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/fae7240cdfb61c766fdced871fc86553.gif" alt=":P"><br><br><span class="edit">Edited by gymania - 21/2/2007, 20:34</span>

sandro-meg
21-02-2007, 18:33
Cosa faccio io? Be tanto rispetto alla popolazione media ma ben poco rispetto a quanto servirebbe.<br>Oltre ad avere tutte le lampade a basso consumo,dei panelli fotovoltaici,raccolta differenziata dei rifiuti,propagandare l&#39;ecologia, futuro acquisto della Prius versione 2008 (ha proposito le notizie sono discordanti....il motore e&#39; sicuramente 1800 ma ora sembra che le batterie siano effettivamente al litio...chi ha notizie certe?) elettrodomestici di classe A e comportamenti atti a risparmiare energia (nel possibile), basta.<br>Potrei fare di piu&#39; ma non sempre si puo&#39; fare cio&#39; che si vorrebbe.... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f9b7801d2d86f74cceef94ebb1eab5d0.gif" alt=":B):"><br>Ciao<br>

mito60
15-03-2016, 18:08
Una bella VECCHIA discussione; che riprendo con un mio pensiero maturato negli anni: sulla mobilità, su come spostarsi, su come viaggiare nel secolo attuale. Io intitolerei quel film che ho visto così: “CHI UCCIDE LA MOBILITA’ SOSTENIBILE”.
Per cominciare prendo spunto da quanto hanno scritto e sostenuto a LONDRA (luglio 2007) dove ci informano che viaggiare in treno o in nave si inquina più dell’auto e dell’aereo! “LONDRA … Secondo uno studio commissionato dall'industria per il trasporto ferroviario, i moderni treni a diesel emettono più anidride carbonica nell'atmosfera che le tanto biasimate quattro ruote. E lo stesso vale anche per le navi: 1200 milioni di tonnellate di CO2 all'anno contro i 600 milioni dei motori alati. In base alla ricerca effettuata dalla Commissione per la sicurezza ferroviaria, apparsa oggi con grande rilevanza sul quotidiano "Times", una famiglia composta da tre-quattro persone è responsabile del doppio delle emissioni di CO2 se per andare in vacanza sceglie il treno anziché guidare un'auto di medie dimensioni.”
Fonte ANSA. http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/inbreve/visualizza_new.html_151972265.html
Sembra di capire che con i mezzi “pubblici” comunemente usati come i treni e le navi, che usano motori vecchi, si inquina di più che con l’auto privata? Può essere plausibile, soprattutto con alcuni tipi di nuove auto. Compratevi l’auto nuova?
Rendimenti dei carburanti (di Carlo Bertocchi): il suo sito non è più online! si ritrova qui
Il punto che vorrei fare è che siamo nell’epoca della tecnologia spinta, ma giriamo ancora con auto e con tecnologie nate più di 100 anni fa. Il diesel ora è al 33% di efficienza, ricordate i motori tedeschi degli anni 70? Chi ha guidato quei vecchi diesel con motori enormi, lenti e goffi si meravigliava che potessero insistere sul ciclo diesel. Da allora un buon sviluppo c’è stato. La benzina si è “fermata” al 28% E da allora? Le auto si sono sviluppate solo per ingrassare le 7 sorelle del petrolio. A mio giudizio poco si è evoluta la nostra mentalità, ed i mezzi che usiamo per muoverci sono vecchi. Non è ora di ammodernarci? Basta vedere l’enfasi mass-mediatica per il lancio di nuovi modelli, ma che nascono vecchi: con vecchi motori, e che consumano più di automobili di 30 anni fa!!!! Vedi la “nuova” Fiat 500, vera passione per archeologi. In Usa almeno, un gruppo di “pazzi” ha avuto il coraggio di mettere in produzione la “Tesla roadster” una piccola sportiva che quanto a prestazioni è una vera bomba su carrozzeria Lotus ! http://www.teslamotors.com peccato da noi non si venda, e per il prezzo, almeno il triplo dell’analoga vettura con il motore a benzina. Ma la velocità non basta! Ha anche una buona autonomia. Guardare che combinava uno dei suoi inventori: jstraubel.com (http://www.jstraubel.com/EVpusher/EVpusher.htm) Questo ing. Straubel girava con una vettura elettrica fatta eliminando un motore a scoppio da una coupè, mettendoci un efficiente motore elettrico con autonomia appena-sufficiente (ma quanto basta per l’uso medio quotidiano). E per fare più strada che fa? ma ci aggiunge un traino-spingente con un motore a scoppio, che lo porta così a spasso per quanto serve!! Pazzesco! Una Ibrida DIY (fai da te), componibile! Il gruppo “Google” costringerà la “Toyota” a mettere la spina alla sua ibrida, per ricaricarla nei parcheggi alimentati con i pannelli fotovoltaici! I dipendenti possono così usare un’auto a impatto zero per la settimana lavorativa; poi se vogliono girare per il week end hanno una vettura comunque ecologica. E da noi? Restano solo i fossili, carburanti… Perchè non producono la “Multipla ECOGASDRIVER” vettura premiata, concepita senza serbatoio benzina, ma che parte con il motore ibrido elettrico e poi sopra i 50 orari usa il motore accoppiato con motore a gas metano? Sorvoliamo sul fatto che si sono presi dei premi per nascondere una simile brevetto, ma perché non iniziare ad utilizzarlo? Perché l’alternativa viene lasciata alle ibride benzina elettrica giapponesi? Al Gore nel suo documentario è chiaro sullo stato dell’industria automobilistica americana, vecchia e perdente; affermando che l’industria dell’auto del sol levante è già molto avanti. Ha ragione! e noi che facciamo, i dazi? Ci lamentiamo che i musi gialli ci rubano il lavoro? Quindi la mia DOMANDA è: perché in questo paese, la fantasia e l’ingegno devono “scappare all’estero con i cervelli”? Solo per dei vincoli assurdi, che legislatori poco accorti mantengono, a favorire i soliti poteri forti. Da noi non si può"montare un impianto a gas,metano o gpl su una vettura ibrida! Oppure su un motore diesel? O sostituire il vecchi motori con un motore elettrico? Tutto era vietato! Ora si può “retrofittate” via il vecchio motore a scoppio montando poi un nuovo motore elettrico. Secondo i sostenitori di una simile iniziativa il costo dell'operazione è pari al cambio del motore, infinitamente inferiore quindi all'acquisto di un nuovo veicolo elettrico (o a benzina, peraltro). Velocità: lievemente superiore al motore a benzina, scatto decisamente bruciante! Consumi: equivalente di 110 km con un litro di benzina, pari a 1,2 euro per 100 km. Autonomia: 100 km. Per chiunque abbia un simile mezzo come seconda auto da usare nelle città sarebbe un buon affare.
Già, ma vuoi mettere l’acquisto del nuovo modello nato già antico e favorire i soliti noti? Da anni viaggio con l’unico "combustibile" ecologico possibile: il metano. Se vedi su internet si trovano varie informazioni: Metanoauto.com - Dal 2005 la comunità italiana del metano per auto: You have been blocked (http://www.metanoauto.com) Fonti primarie - Metano (http://www.energoclub.it/doceboCms/page/33/Fonti_primarie_Metano.html) Dove si evince che finirà dopo gli altri derivati del petrolio, che è un combustibile tutto sommato rinnovabile: dalle biomasse per esempio, e che inquina molto meno degli altri attualmente utilizzabili. Certo ci sono dei limiti, il neo principale: innanzitutto su questo tipo di carburante da trazione e sui motori a gas non viene fatta “ricerca”, lo studio delle case per migliorare rendimento e tipo di motori, e la ricerca sul tipo di serbatoi. Aumentarne l’autonomia si può! Per non parlare della rete di distribuzione. Volete un paio di dati: la Germania in un paio d’anni non solo ha portato la rete dei distributori a superare la nostra, ma produce motori e modelli quasi “esclusivamente per il metano”, o con serbatoi benzina “limitati”, vedi Zafira o la nuova Corsa. (con motore e serbatoi studiati apposta per fare almeno 500 Km con un pieno di gas!) Quindi qalcosa ha fatto e fa la Opel, con motori venduti di serie a metano, con prestazioni ed efficienza superiore all’uso limitato a benzina. (Perché non lo fa anche la Fiat, che poteva mantenere il primato Europeo?) Ora è uscita la Panda a metano, ma ha autonomia limitata. Non facciamo troppi sforzi! Magari ci si accorge che finora ci hanno fatto respirare di tutto… Torniamo all’inizio sul mezzi spinti da vecchi diesel, treni inquinanti, e le navi puzzolenti. Possibile non avere alternative? Il treno ibrido, devono inventarlo i cinesi Ci sono motori interessanti, ho letto che si possono usare motori con tecnica “Stirling” usati su navi e sommergibili. (Lo usano gli arabi per fare elettricità solare nel deserto, e la marina Danese per i sommergibili) e come produzione di energia elettrica e termica: In generale è un sistema considerato interessante, ma poco versatile, abbastanza se utilizzato con concentratori solari ha attualmente il record di efficienza nei sistemi solari temodinamici ( stirlingenergy.com (http://www.stirlingenergy.com/whatisastirlingengine.htm) ) con rendimenti reali vicini al 25% perché in quei sistemi si raggiungono temperature di circa 600°C. http://stirling-systems.ch/en/produkt.html Dalla Svizzera tedesca, dichiarano 90% di Total operating efficiency (without use of the exhaust heat / gross calorific value technique) Perché non farlo? E la Eolo, (9% rendimento) perché deve essere disponibile solo in India? Forse perché costa troppo poco? Ma perché i brevetti ormai sono in mano a chi ha interessi a nasconderli. Come quello di quel tipo che aveva trasformato l’Alfetta 2000 del ’70 in un’auto ad idrogeno, con acqua nel serbatoio. Credo che dobbiamo far si che in città si usino soprattutto auto con motori elettrici, ma seriamente, non con le schifezze che ci propone ora il mercato. Ecco , ora ho capito chi uccide la mobilità sostenibile, ed è indirettamente responsabile della morte per cancro di troppi. SIAMO TUTTI COLPEVOLI.

lellociccio
26-05-2016, 12:09
Provate ad ucciderla .... la model 3!!!!! ;D