PDA

Visualizza la versione completa : Info su alimentazione pannello solare



10-08-2006, 10:18
Breve accenno lala questione: mi occorre organizzare 1 impianto video che consiste in 2 postazioni:<br><br>- una composta da telecamera da esterni anche ad infrarossi (sensore crepuscolare, ecc) e ponte radio, x mezzo del quale viene inviato il segnale;<br>- l&#39;altra presso uno stabile dove tale segnale viene ricevuto dal secondo ponte radio e visualizzato tramite monitor a cui collegare videoregistratore digitale su hard disc o pc con scheda acquisizione video x gestire le immagini ed i filmati archiviati.<br><br>Cio che mi interessa pianificare è il funzionamento della prima postazione in quanto non avendo energia elettrica disponibile dalla rete (trovandomi a volte in pareti rocciose, a volte nella macchia o nel bosco, a volte in 1 crepaccio) devo adottare sistemi alternativi x fornire alimentazione elettrica alla strumentazione. X adesso uso 1 pannello solare ma sono poco convinto della sua efficacia...<br>Ecco che ho bisogno d qualcuno che mi indirizzi sulle giuste mosse, scelte e ragionamenti da fare in merito anche a calcoli d energia necessaria, consumi, tensioni, ecc ecc...

alexdoor73_8
11-08-2006, 07:59
Potrebbe essere interessante intanto sapere il consumo delle apparecchiature da alimentare,<br>tensione di alimentazione, potenza assorbita, quante ore di funzionamento al giorno, e la zona (per calcolare la resa del pannello)<br><br>ci vorra&#39; una batteria per la notte e un pannello abbastanza grande da garantire autonomia anche in periodi poco soleggiati

11-08-2006, 11:10
Bene, x consumo cosa intendi? Ad esempio su 1 telecamera è riportato il valore di 8.3 volts che il suo alimentatore somministra ad essa x farla funzionare. E&#39; questo valore che mi indica il consumo? La potenza assorbita, boh...dammi cortesemente qualche indicazione in +. X quanto riguarda le ore d funzionamento dovrebbero interessare solo quelle diurne che nella bella stagione vanno dalle 5 alle 21 circa. La zona è variabile in quanto tale impianto andr&agrave; posizionato in seguito al ritrovamente d qualche nido d rapace interessante da studiare.<br>Grazie tante x adesso...

alexdoor73_8
11-08-2006, 11:30
Sicuramente la potenza e&#39; indicata sull&#39;alimentatore...<br><br>Tensione Volt (indicata come V VAC VDC V= V~ )<br>Corrente Ampere (indicata come A, mA (milliampere) )<br>Potenza WATT o VoltAmpere (indicata come W o VA)<br><br>Non so che tipo di telecamera sia ma penso sia sui 30-50W, il trasmettitore anche li meno di 100W (dipende dalla portata)<br><br>Ci dovrebbero essere<br>Tensione di ingresso (prob. AC 110 - 220V 50Hz)<br>Corrente di ingresso (max 500 mA ad esempio)<br>oppure potenza 15W o qualcosa di simile...<br><br>e anche i dati della tensione di uscita... (DC 8.3 volts 1500 mA) ad esempio<br><br>noti questi dati si puo dimensionare il sistema e ci sono due possibilita&#39;<br><br>- fare tutto in corrente continua (se tutti gli apparecchi lavorano alla stessa tensione) con un convertitore DC -DC alimentato dalla batteria<br>(caricata dal pannello solare con un regolatore di carica tipo camper) (il circuito va fatto su misura da un elettronico)<br><br>- fare tutto in alternata (se gli apparecchi hanno tensioni diverse)<br>in questo caso serve il pannello, il regolatore di carica la batteria 12V e un piccolo inverter (da 200 W secondo me e&#39; + che sufficiente) tipo quelli che si usano in barca o in camper per usare gli elettrodomestici 220V<br><br>A quel punto se deve funzionare solo di giorno non ci sono grossi problemi di autonomia, basta una batteria tipo auto e un pannello da 150W<br>Al limite se ci sono tanti giorni di nuvolo il sistema si spegnera&#39; ad un certo punto.<br><br>Il problema che vedo e&#39; di isolamento dall&#39;acqua... va tutto messo in una bella scatola stagna per evitare che al primo temporale salti tutto <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4883a2001caa12fa2b2f1dbd2d3a9ec9.gif" alt=":)"><br><br>Bello, fate studi sui rapaci... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4883a2001caa12fa2b2f1dbd2d3a9ec9.gif" alt=":)"><br><br>alex<br><br>

17-08-2006, 16:21
Un saluto, sono un lettore appassionato.<br>Partendo dal presupposto che non si tratti di riprese per il National Geographic e che il materiale vada acquistato ad hoc (non si riutilizzano apparecchiature preesistenti), mi permetto di suggerire:<br><br>1. evitare telecamere &quot;tradizionali&quot; palmari o che altro: consumano un sacco di corrente per funzioni che tu, non essendo lì, non utilizzerai. Opterei per una microcamera ccd su scheda o cmos (normalmente vanno a 12V ed hanno un consumo irrisorio: pochi mA); dal momento che la posizione di ripresa sar&agrave; fissa, non vi saranno problemi di messa a fuoco, una camera con autoiris far&agrave; fronte alle variazioni di intensit&agrave; luminosa; altra opzione, telecamera &quot;industriale&quot; da scafandrare, o da videosorveglienza bella e pronta per l&#39;uso all&#39;esterno;<br><br>2. raddoppiare la sezione ripresa e trasmissione, perché se le riprese a colori sono senz&#39;altro più belle e le userei senza remore di giorno, purtroppo con scarsa luminosit&agrave; o in caso di illuminazione IR fanno schifo, meglio in questi casi passare al B/N, tanto più che le stesse camere a colori switchano in B/N sia con poca luce che all&#39;infrarosso, ma la risoluzione è orribile; un crepuscolare potrebbe occuparsi della commutazione...<br><br>3. con un trasmettitore video a 2,4 GHz da 10, 100 o 1000 mW (anche questi funzionano praticamente sempre a 12V) e due BUONE antenne Yagi, si possono coprire diversi chilometri, purché siano sistemate &quot;a vista&quot; (nel web si trovano diversi siti - anche in italiano - che spiegano come costruirsi una antenna da sé (vedi ad.es <a href="http://www.is0grb.it/wifi/" target="_blank">http://www.is0grb.it/wifi/</a> e non ti preoccupare se loro le usano per il wifi... leggi questo articolo: <a href="http://www.is0grb.it/wifi/articoli/vittorio_mori/video_sender/index.htm" target="_blank">http://www.is0grb.it/wifi/articoli/vittori...ender/index.htm</a>). Suggerisco comunque le Yagi e non le paraboliche perché se ho ben capito il tipo di installazione, è probabile che il vento non manchi...e un&#39;antenna parabolica è una vela...magari una gregoriana, ma costa... oppure un sistema misto, col parabolone in ricezione sul balcone di casa...<br><br>Come vedi, realizzando l&#39;impianto in questo modo i consumi sono abbastanza piccoli. Una volta scelto il materiale da impiegare (sezione ripresa, illuminazione IR e trasmissione) bisogna fare quattro calcoli sui consumi di ogni sezione e farsi un&#39;idea specifica sui consumi diurni e notturni (quando il pannello solare non carica), dopodiché si può pensare al dimensionamento delle batterie e del pannello.<br><br>Ciao e buon lavoro