PDA

Visualizza la versione completa : Caldaia a Olio



caponord23
26-09-2006, 18:56
Qualcuno utilizza l&#39;olio (ovviamente miscelato ed eventualmente in che quantit&agrave;)per far funzionare una caldaia a gasolio?<br>Dovrei fare un test con un bruciatore con varie percentuali.

ciusto
07-10-2006, 14:51
prova, ne guadagneresti e basta.<br>cmq inizia con poche quantit&agrave; e se vedi che fa fatica a bruciare prova a cambiare iniettori e metti quelli elbett.

dado VRC
07-10-2006, 16:16
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (caponord23 @ 26/9/2006, 19:56)</div><div id="quote" align="left">Qualcuno utilizza l&#39;olio (ovviamente miscelato ed eventualmente in che quantit&agrave;)per far funzionare una caldaia a gasolio?<br>Dovrei fare un test con un bruciatore con varie percentuali.</div></div><br>conosco uno che lo fa con l&#39;olio riciclato, e a quanto so non ha fatto alcuna modifica...

contex
22-12-2006, 21:55
anche io sarei interessato ad usare olio di colza per la mia caldaia ma non ho nessuna info a riguardo.<br>Tipo migliori marche....modelli etc etc

goffredodsd
27-12-2006, 12:33
Per usare l&#39;olio dovete preriscaldare la miscela altrimenti brucia male, sporca la caldaia e consumate di +, in particolare l&#39;ugello polverizza bene fino a viscosit&agrave; pari a 6 Cst , questo vuol dire che anche il gasolio quando fa freddo andrebbe preriscaldato...figuriamoci le miscele. Vendono i preriscldatori della Danfoss oppure ingegnatevi con candelette o altro, inoltre andrebbe preriscaldato dopo la pompa altrimenti si logora. Ciao

militarx
28-12-2006, 11:23
perchè dopo la pompa e non prima?

dotting
28-12-2006, 16:46
Si possono usare dei bruciatori che usino la tecnologia del Ricircolo dei gas di scarico nella Testa di combustione, detti anche a fiamma blu ed un preriscaldatore Danfoss come gi&agrave; detto.<br>Però l&#39;unico olio sicuro è quello di colza, naturalmente in Germania lo usano regolarmente nelle loro caldaie convertite dal gasolio, noi arriviamo sempre ultimi.<br>saluti

SolarPrex
28-12-2006, 17:16
Il problema è anche reperire la biomassa in sufficiente quantit&agrave; e qualit&agrave;.

dotting
28-12-2006, 17:31
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (SolarPrex @ 28/12/2006, 17:16)</div><div id="quote" align="left">Il problema è anche reperire la biomassa in sufficiente quantit&agrave; e qualit&agrave;.</div></div><br>Hai perfettamente ragione.<br>Questa è la grande differenza con la Germania, li l&#39;olio di colza te lo portano con l&#39;autobotte.<br>Qui in Italia devi usare le bottiglie da un litro della LIDL&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;<br>E poi sai le accise che ci metterebbero sopra.<br>E si perchè ricordate che con le leggi attuali, vedi le numerose discussioni sull&#39;argomento nel forum, l&#39;olio vegetale usato come combustibile in Italia non è soggetto ad accisa.<br>Tanto, a bottiglie da litro&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;

28-12-2006, 17:59
L&#39;autobotte di olio di colza la puoi comprare anche in Italia basta che telefoni ad un oleificio te ne portano quanto ne vuoi anche il biodisel si trova nelle aziende di carburanti<br>

cisci
04-01-2007, 23:19
ciao raga&#33; ho provato a far andare il bruciatore di prova con l&#39;olio di palma (quello ho&#33;)puro scaldandolo con un fornello, l&#39;ho mandato in circolo in modo che si scaldasse il tutto e pian piano si e&#39; cominciato a polverizzare (antrimenti esce come un zampillo)e l&#39;ho incendiato(gli elettrodi sono rotti). la fiamma attacca bene anche se sembra &quot;stanca&quot;in confronto al gasolio ho provato anche regolare l&#39;aria ma ne richiede poca .<br>l&#39;ugello e&#39; uno di quelli comuni 60° 70 getto pieno. saluti<br>

Lolio
05-01-2007, 11:00
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (roby71 @ 28/12/2006, 17:59)</div><div id="quote" align="left">L&#39;autobotte di olio di colza la puoi comprare anche in Italia basta che telefoni ad un oleificio te ne portano quanto ne vuoi anche il biodisel si trova nelle aziende di carburanti</div></div><br>Esatto, e per essere in regola devi pagare IVA al 20&#37; (al 4&#37; è l&#39;olio per uso alimentare, quindi se lo compri al lidl non saresti a posto). Il più economico è il soia, circa 50 cent/litro o poco più, oltre IVA. Comunque questa discussione sarebbe più corretto spostarla nella sezione biomasse, infatti se ne era gi&agrave; parlato <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=1830216" target="_blank">qui</a> .<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 28/12/2006, 16:46)</div><div id="quote" align="left">Si possono usare dei bruciatori che usino la tecnologia del Ricircolo dei gas di scarico nella Testa di combustione, detti anche a fiamma blu ed un preriscaldatore Danfoss come gi&agrave; detto.</div></div><br>Hai visto qualche esperienza diretta? Dovendo comprare un bruciatore nuovo non sarebbe forse più opportuno un bruciatore specifico tipo i kroll?

dotting
05-01-2007, 16:16
Non c&#39;è dubbio se uno vuole essere certo del funzionamento del bruciatore con olio vegetale deve prendere un kroll, il più piccolo da 25kW lo stanno vendendo su ebay a 1350 euro.<br>Ti posso dire che io personalmente nelle serre di mio fratello ho alimentato un normale bruciatore di gasolio agricolo, che è uguale a quello da riscaldamento, con olio vegetale.<br>Si faceva partire il bruciatore a gasolio poi si alimentava ad olio vegetale, facendo passare l&#39;olio in una serpentina avvolta a spirale intorno allo scarico di combustione, prima di spegnere si commutava a gasolio.<br>Questo perchè tutti gli oli vegetali hanno un punto di infiammabilit&agrave; e una viscosit&agrave; cinematica superiori al gasolio, per questi aspetti il migliore che abbiamo provato è l&#39;olio di colza.<br>Il problema che qui in Sardegna non si trova, neppure di altro tipo, per cui abbiamo abbandonato anche perchè il costo del gasolio agricolo è relativamente basso, solo che è contingentato e quindi nelle stagioni fredde avevamo il problema.<br>Per una caldaia domestica c&#39;è quindi il problema delle ripartenze, perchè contrariamente al nostro caso in cui il bruciatore rimaneva sempre in funzione, qua si deve risolvere il problema degli attacca e stacca.<br>Ed ecco perchè conviene usare un apparato progettato specificatamente, anche se non ho ben capito cosa abbia di diverso il kroll rispetto ad un fiamma blu.<br>Non mi ritrovo più il link di un bruciatore inglese che poteva bruciare di tutto grazie al fatto che aveva una fiamma pilota a gas.<br>Trovato: <a href="http://www.dunphy.co.uk/index.html" target="_blank">http://www.dunphy.co.uk/index.html</a><br><br><span class="edit">Edited by dotting - 6/1/2007, 09:04</span>

dotting
05-01-2007, 18:41
Per i moderatori forse è più opportuno spostare la discussione nella sezione biomasse.<br>L&#39;olio vegetale usato come combustibile è legale, come carburante no perchè evade le accise.<br>Se a qualcuno interessa ho avuto la risposta dall&#39;UTF.<br>grazie

goffredodsd
08-01-2007, 13:00
Nel mio caso utilizzo olio usato al 50&#37; e gi&agrave; richiede almeno 70°C di preriscaldo altrimenti fuma parecchio, sporca tutto, quindi viene voglia di lasciar perdere, inoltre, trovi una pozza di olio marcio incollato sul fondo della caldaia che devi pulire ogni giorno. Comunque ingegnandosi come ha fatto dotting si riesce a fare un buon preriscaldo che è fondamentale.<br><br>Ciao

dotting
13-01-2007, 07:05
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (cisci @ 13/1/2007, 01:14)</div><div id="quote" align="left">ancora una volta a sperimentare con il bruciatore di prova vegetariano.ho installato delle resistenze subito prima l&#39;ugello portando tutto a 120° circa(misurando con il tester)e all&#39;ingresso della pompa a 50°. risultato 100&#37; olio vegetale e si incendia subito ciao</div></div><br>Bravissimo e complimenti.<br>

goffredodsd
13-01-2007, 08:14
Ciao cisci, complimenti&#33; Le resistenze dove le hai prese e come le hai piazzate? Si può vedere una foto oppure puoi spiegare meglio? Io non riesco a fare un buon preriscaldo perchè in prossimit&agrave; dell&#39;ugello passa l&#39;aria e raffredda subito tutto.<br><br>Grazie<br><br><span class="edit">Edited by goffredodsd - 13/1/2007, 09:04</span>

dado VRC
27-10-2007, 09:56
Io voglio costruirmi una stufetta per il garage, e vorrei farla andare ad olio.<br>Ho solo il bruciatore, che voglio modificare per far andare completamente in manuale (per farlo andare in continuo).<br>Pensavo di fare l&#39;avviamento a gasolio e poi farlo andare a olio ma non va...appena arriva l&#39;olio la fiamma cambia forma e poi si spegne (l&#39;ugello &quot;piscia&quot; copiosamente).<br>Pensavo di aumentare la pressione di mandata della pompa e montare un&#39;ugello + piccolo...potrebbe andare?<br>Per il preriscaldo vedrò di farlo montando qualche resistenza, però vorrei evitare di usare 12V...resistenze tipo candelette a 220V sapete dove recuperarle?

dado VRC
27-10-2007, 17:00
Provato prima, ho messo un&#39;ugello + piccolo (0.4GPH a cono vuoto 60°) al posto dell&#39;originale (0.75GPH cono pieno 45°), aumentato la pressione al max e avviato.<br>A gasolio va benone, fa quello che mi aspettavo, cioè fiamma + corta e + larga in basso, a olio fino al 50% va abbastanza, solo che si vede qualche goccia + grande che viene sparata via e non brucia, oltre il 50% proprio zero.<br><br>Il tutto in aria libera...<br><br>Io voglio usarlo per scaldare il garage, stamattina ho rifatto il circuito in manuale, cioè ho un&#39;interruttore per aria/pompa, uno per il solenoide e uno per l&#39;arco elettrico.<br>Visto che dovr&agrave; andare in continuo credo vada bene.<br>Complice la raccolta del ferro del paese (2volte all&#39;anno si raccoglie il ferro e il ricavato va alla parrocchia...ogni volta un piazzale da ~400mq pieno...meno di 2000persone...) ho recuperato qualcosa di utile per fare la camera di combustione, e cioè un boiler in inox da 60l mi pare.<br>Qualcuno sa come dimensionare la camera di combustione in dipendenza della fiamma?

LLibera
23-11-2007, 15:40
I bruciatori delle caldaie a gasolio non hanno nessun problema a bruciare OLIO VEGETALE al massimo è da cambiare il getto della testa del bruciatore ma comunque non serve quasi mai ricordatevi che le caldaie a gasolio vengono e venivano tarate ad occhio ossia con lo spioncino guardando quanto bianca è la luce emessa dalla combustione quindi se vuoi fare delle prove semplici usa come metro di misura proprio l&#39;intensit&agrave; luminosa dentro alla camera di combustione &#33;&#33;<br>Al massimo se vuoi fare un bel lavoro metti un filtro un piu grande sulla mandata del carburante tutto qui &#33;<br><br>

goffredodsd
24-11-2007, 08:41
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (LLibera @ 23/11/2007, 15:40)</div><div id="quote" align="left">I bruciatori delle caldaie a gasolio non hanno nessun problema a bruciare OLIO VEGETALE al massimo è da cambiare il getto della testa del bruciatore ma comunque non serve quasi mai ricordatevi che le caldaie a gasolio vengono e venivano tarate ad occhio ossia con lo spioncino guardando quanto bianca è la luce emessa dalla combustione quindi se vuoi fare delle prove semplici usa come metro di misura proprio l&#39;intensit&agrave; luminosa dentro alla camera di combustione &#33;&#33;<br>Al massimo se vuoi fare un bel lavoro metti un filtro un piu grande sulla mandata del carburante tutto qui &#33;</div></div><br>Non vorrei contraddirti ma neanche un fiamma blu è in grado di bruciare olio vegetale oltre il 40%, perchè è inutile ricircolare i gas caldi sulla testa se l&#39;olio non è stato adeguatamente polverizzato:<br><br>1 Non riesci a polverizzarlo (senza preriscaldo) neanche portando la pompa a 16 bar il massimo, se guardi i grafici (viscosit&agrave; /Temperatura) si ragguingono condizioni simili al gasolio oltre i 110 °C per gli oli vegetali<br>2 Il flash point dell&#39;olio supera i 250 °C e quindi non si accende se la temperatura in camera di combustione è fredda ( avviamento molto critico e funzionamento on/off)<br>3 Nella auto vi sono condizioni molto favorevoli (elevata pressione di polverizzazione) e temperatura elevata in camera di combustione.<br><br>Questa è stata la mia esperienza.<br><br>Ciao

LLibera
24-11-2007, 23:49
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (goffredodsd @ 24/11/2007, 08:41)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (LLibera @ 23/11/2007, 15:40)</div><div id="quote" align="left">I bruciatori delle caldaie a gasolio non hanno nessun problema a bruciare OLIO VEGETALE al massimo è da cambiare il getto della testa del bruciatore ma comunque non serve quasi mai ricordatevi che le caldaie a gasolio vengono e venivano tarate ad occhio ossia con lo spioncino guardando quanto bianca è la luce emessa dalla combustione quindi se vuoi fare delle prove semplici usa come metro di misura proprio l&#39;intensit&agrave; luminosa dentro alla camera di combustione &#33;&#33;<br>Al massimo se vuoi fare un bel lavoro metti un filtro un piu grande sulla mandata del carburante tutto qui &#33;</div></div><br>Non vorrei contraddirti ma neanche un fiamma blu è in grado di bruciare olio vegetale oltre il 40%, perchè è inutile ricircolare i gas caldi sulla testa se l&#39;olio non è stato adeguatamente polverizzato:<br><br>1 Non riesci a polverizzarlo (senza preriscaldo) neanche portando la pompa a 16 bar il massimo, se guardi i grafici (viscosit&agrave; /Temperatura) si ragguingono condizioni simili al gasolio oltre i 110 °C per gli oli vegetali<br>2 Il flash point dell&#39;olio supera i 250 °C e quindi non si accende se la temperatura in camera di combustione è fredda ( avviamento molto critico e funzionamento on/off)<br>3 Nella auto vi sono condizioni molto favorevoli (elevata pressione di polverizzazione) e temperatura elevata in camera di combustione.<br><br>Questa è stata la mia esperienza.<br><br>Ciao</div></div><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/54ffef4d12aa886e2ad4ccaffa2316f9.gif" alt=":("><br>La cosa è strana le prove che avevo fatto con la mia caldaia Serna 3 gasolio non aveva presentato particolari problemi ma molto probabilmente è stato solo un caso .<br>Gli avevo fatto bere olio vegetale puro da una tanica di 5 litri ma parti e bruciava decentemente ovviamente non ho fatto prove a lungo termine , discutendono poi con la persona dell&#39;assistenza mi diceva che forse era da tarare meglio ma nulla di piu <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6c4792c7acdf543950e4b30239b653be.gif" alt=":)"><br>Comunque tutti possono sbagliarsi io compreso <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2a34b87626aaa3110b159554a57285b1.gif" alt=":wacko:"><br><br>Ringrazio chiunque possa dare il suo contributo anche su questo &#33;&#33;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4f138443fdc49241d57efb4d53f0b0d5.gif" alt=":woot:">

goffredodsd
26-03-2009, 10:52
Ciao, riprendo questa discussione per aggiornarla. Dichiaro concluse e genericamente fallimentari tutte le prove con bruciatori convenzionali.
Ho acquistato un bruciatore fiamma blu (con ricircolo dei gas di combustione sulla testa) e devo dire che sono molto soddisfatto, lo utilizzo con miscele al 30-40% di olio e la cosa interessante è proprio la capacità di gassificare l'olio durante l'ignizione. La fiamma è proprio di colore blu come se bruciasse GPL, nessun residuo in caldaia e resa ottima con conseguente consumo ridotto (0.5 litri ora ed anche meno a regime). Aumentando ancora la % di olio funzionerebbe ugualmente ma l'accensione avviene solo se chiudo l'aria, consuma di più (e quindi è inutile e di conseguenza rende meno) e inizia a sporcare un poco tutto dal disco di turbolenza agli elettrodi ecc.

Ciao

goffredodsd
26-03-2009, 11:19
Vorrei aggiungere che avendo la possibilità di lavorare con portate così ridotte -di carburante si intende- il bruciatore resta in esercizio per intervalli lunghi 1-2 ore (a seconda del carico termico dei caloriferi e ACS nel mio caso inferiore a 10 KW) e si evitano tutti i problemi tipici del funzionamento on-off. Inoltre, in questo modo si potrebbe aumentare di 10/20% la % di olio nel gasolio. Per contro non ho acquistato un Kroll per i seguenti motivi:

- Maggiore complessità d'impianto (aria compressa)
-Più componenti e consumo di energia elettrica
Maggiore consumo di carburante e difficoltà di modulare la potenza nel mio caso
Costo quadruplo rispetto a quanto ho pagato il mio bruciatore (1500 € contro 400€)
-Difficoltà a reperire maggiore quantità di olio esausto

Questo e tutto, ciao

marcomato
27-10-2009, 18:31
Tempo fa si erano sperimentati (sulle auto!) degli "adittivi" per fluidificare l'olio vegetale esausto in modo da farne una miscela più "conveniente" rispetto ad un 40% olio e 60% gasolio, tipo (dico percentuali a caso!!!) un 14% benzina ed 1% acetone con 85% olio...

In caldaia magari i componenti volatili aiuterebbero accensione e combustione della miscela... oppure esplode tutto?

tony995
25-01-2010, 19:03
l'idea è perchè non trasformare direttamente l'olio in biodiesel e metterlo in caldaia. ah se ci fosse un metodo per trasformare velocemente l'olio in biodiesel. istantaneamente

gattmes
27-01-2010, 09:51
prova tecnica:
....................
http://www.energeticambiente.it/bio-carburanti/4127562-caldaia-olio-2.html#post119025545 (http://www.energeticambiente.it/4127562-caldaia-olio-2.html#post119025545)

caponord23
27-01-2010, 20:08
l'idea è perchè non trasformare direttamente l'olio in biodiesel e metterlo in caldaia. ah se ci fosse un metodo per trasformare velocemente l'olio in biodiesel. istantaneamente



c'è il bruciatore della kroll che può funzionare a olio vegetale senza trattare niente.