PDA

Visualizza la versione completa : Autovetture e cogenerazione



rusvo
16-10-2006, 08:12
Ciao a tutti.<br>Sono nuovo del sito, e anche molto ignorante di tutta la materia.<br>Ma anche molto affascinato.<br><br>Ora vi propongo una mia riflessione, che magari non è nuova.<br>Ogni automobile è un sistema di cogenerazione (movimento + calore + elettricit&agrave;).<br>E&#39; mai stato realizzato un sistema che recuperi l&#39;energia elettrica prodotta?<br>Voglio dire, se la batteria della autovettura venisse &quot;riversata&quot; (ovviamente, in parte&#33;) sulla normale rete elettrica, che &quot;rese&quot; teoriche si potrebbero avere?<br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a984d9c0dfe45c767820d6cbae392f1b.gif" alt=":unsure:"><br>

mariomaggi
16-10-2006, 11:39
Bnevenuto rusvo,<br>di idee strampalate ne girano in abbondanza, si raccomanda di tenere i piedi per terra, pur lasciando andare un po&#39; la fantasia verso nuove soluzioni.<br><br>Usare il carburante di un veicolo per produrre energia elettrica e&#39; una pessima soluzione in termini di efficienza. Accumulare energia elettrica e&#39; una soluzione pessima in termini di efficienza. Usare una bassa tensione - come quella di una batteria - per mandere energia in rete e&#39; ..... non mi ripeto, hai capito.<br><br>Riusciresti a usare sulla rete molto meno del 5 &#37; dell&#39;energia potenzialmente disponibile nel carburante.<br><br>Ciao<br>Mario

16-10-2006, 13:05
anche perchè il 70&#37; delle perdite dell&#39;auto finiscono in calore.. casomai sarebbe interessante ridurre o riutilizzare quelle perdite&#33;

rusvo
16-10-2006, 13:27
Ok, tutto giusto.<br>Ma non sto parlando in termini di efficenza.<br>Se io uso la automobile, la uso lo stesso. Se riesco a recuperare elettricit&agrave; (anche come conversione dal calore, perchè no?) oltre alla mobilit&agrave; a cui sono costretto, per esempio, per lavoro, meglio di niente...<br>La benzina (o il gpl, nel mio caso) la brucio lo stesso.<br>

snowstorm
16-10-2006, 14:02
Ciao<br>negli usa hanno istallato delle termocoppie sullo scarico di un autotreno e sono riusciti a produrre 1kw ma con un costo non indifferente.<br>Ci sarebbe anche la possibilita di recuperare il calore con il ciclo rankine ma e&#39; un sistema costoso ed ingombrante oltre ad avere un rendimento limitato ( circa 10-15&#37;)

mariomaggi
16-10-2006, 17:34
Altre <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=1038344&amp;p=17348161" target="_blank">info</a> su come recuperare parte dell&#39;energia dispersa. Bisogna pero&#39; attendere che arrivino sul mercato dei dispositivi piu&#39; economici.<br><br>Ciao<br>Mario

Valerio78
17-10-2006, 08:49
Ciao a tutti,<br><br>c&#39;è anche <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=3954087" target="_blank">QUESTO</a>.<br><br>Valerio<br>

17-10-2006, 12:20
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (rusvo @ 16/10/2006, 14:27)</div><div id="quote" align="left">Ok, tutto giusto.<br>Ma non sto parlando in termini di efficenza.<br>Se io uso la automobile, la uso lo stesso. Se riesco a recuperare elettricit&agrave; (anche come conversione dal calore, perchè no?) oltre alla mobilit&agrave; a cui sono costretto, per esempio, per lavoro, meglio di niente...<br>La benzina (o il gpl, nel mio caso) la brucio lo stesso.</div></div><br>Ciao Rusvo,<br>come non stiamo parlando di efficienza? tutto gira intorno all&#39;efficienza&#33;<br>secondo te l&#39;energia elettrica che vorresti generare in più per mezzo dell&#39;alternatore da dove esce? dall&#39;energia del carburante stesso. per produrre un po&#39; di elettricit&agrave; in più, consumeresti quattro volte tanto di carburante (prova a fare lo stesso tratto di strada di giorno e di notte, e noterai la differenza nei consumi&#33;). Non ha senso&#33; per questo ti parlavo (al massimo) di recupero di calore, o comunque di riutilizzo di energia elettrica per sfruttarla in altro modo (joecell?), non certo immagazzinarla sull&#39;auto.

rusvo
20-10-2006, 21:30
Ciao di nuovo.<br>Scusate, nella mia ignoranza mi sono espresso male.<br><br>La questione è semplicemente questa: quanto si può (o potrebbe) sfruttare l&#39;energia che si accumula in una batteria di una normale automobile?<br>Sarebbe una cosa conveniente? Esiste un &quot;qualcosa&quot; che permette di assorbire energia dalla batteria fino ad un certo livello x?<br>In definitiva, l&#39;energia che finisce in una batteria non viene utilizzata quasi per niente...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (zintolo @ 17/10/2006, 13:20)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (rusvo @ 16/10/2006, 14:27)</div><div id="quote" align="left">Ok, tutto giusto.<br>Ma non sto parlando in termini di efficenza.<br>Se io uso la automobile, la uso lo stesso. Se riesco a recuperare elettricit&agrave; (anche come conversione dal calore, perchè no?) oltre alla mobilit&agrave; a cui sono costretto, per esempio, per lavoro, meglio di niente...<br>La benzina (o il gpl, nel mio caso) la brucio lo stesso.</div></div><br>Ciao Rusvo,<br>come non stiamo parlando di efficienza? tutto gira intorno all&#39;efficienza&#33;<br>secondo te l&#39;energia elettrica che vorresti generare in più per mezzo dell&#39;alternatore da dove esce? dall&#39;energia del carburante stesso. per produrre un po&#39; di elettricit&agrave; in più, consumeresti quattro volte tanto di carburante (prova a fare lo stesso tratto di strada di giorno e di notte, e noterai la differenza nei consumi&#33;). Non ha senso&#33; per questo ti parlavo (al massimo) di recupero di calore, o comunque di riutilizzo di energia elettrica per sfruttarla in altro modo (joecell?), non certo immagazzinarla sull&#39;auto.</div></div><br>Ok, grazie per la risposta.<br><br>Forse è il caso che io mi documenti di più...<br>

21-10-2006, 02:36
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (rusvo @ 20/10/2006, 22:30)</div><div id="quote" align="left">In definitiva, l&#39;energia che finisce in una batteria non viene utilizzata quasi per niente...</div></div><br>l&#39;energia elettrica che consumi con i fari, l&#39;autoradio, l&#39;accensione delle candele, la centralina, e tutti gli apparati elettrici che hai collegati, viene fornita (alla fine della fiera) dall&#39;alternatore, ma viene fornita on demand, non a prescindere. in pratica più energia consumi, più l&#39;alternatore opporr&agrave; al motore una coppia resistente, che il motore deve vincere per continuare il moto, e questo lo fa spendendo più energia, ovvero carburante. spiegata alla carlona, ogni apparecchio che accendi è come se aumentassi la pendenza della strada che stai percorrendo. per mantenere la stessa velocit&agrave;, dovrai aumentare la pressione sull&#39;acceleratore, ovvero i consumi.<br>ciao&#33;<br><br><span class="edit">Edited by zintolo - 21/10/2006, 03:53</span>