PDA

Visualizza la versione completa : depuratori d'acqua sono una balla?



contex
12-11-2006, 12:35
Mia madre ed una sua amica hanno visto in tv una trasmissione(il nome non lo ricordano) nella quale si dichiarava che i famosi depuratori d&#39;acqua casalinghi sono una fregatura riferendosi a quelli ad idrolisi se ho capito bene,tradurre le mamme non è tanto facile.<br>La sua amica che dispone di tale dispositivo che si aggira sulla modica cifra di 2000 euro sta facendo analizzare l&#39;acqua filtrata, a me sembra tanta disinformazione data l&#39;enorme diffusione che stanno avendo tali dispositivi.<br>In futuro avevo intenzione di prenderne uno ai carboni attivi come consigliatomi qui ma volevo un chiarimento da qualcuno esperto del settore.<br>Qualcuno puo&#39; dirmi le cose come stanno per favore?

odisseo
12-11-2006, 13:32
a) in italia la legislazione relativa ad acqua e alimenti e tra le più stringenti d&#39;europa (se non la più stringente)<br>b) i consorzi di gestione delle acque potabili verificano le caratteristiche dell&#39;acqua ai pozzi e nelle condotte più volte al giorno<br>c) a parte rari casi in cui i sindaci stessi proibiscono l&#39;uso umano dell&#39;acqua che esce dai rubinetti, i vari depuratori che vengono venduti non servono<br>d) in caso di inidoneit&agrave; all&#39;uso umano, il pozzo inquinato viene escluso dalla rete di distribuzione o, l&#39;erogazione sospesa, fino all&#39;eliminazone della fonte di inquinamento<br>e) per depuratori intendo quelli a carboni attivi, abbinati a sistemi di disinfezione, in grado di intercettare gli inquinanti e sterilizzare il prodotto prima del consumo<br><br>La trasmissione per puro caso era questa ?<br><a href="http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/gruppivideo_truffe.shtml" target="_blank">http://www.striscialanotizia.mediaset.it/v...eo_truffe.shtml</a><br><br>Qualche link sull&#39;argomento<br><a href="http://209.85.129.104/search?q=cache:CdR1f_Uu3swJ:www.acquedelbassoliven za.it/news/news_item.asp%3FNewsID%3D23+depuratore+%2B+truffa&amp; hl=it&amp;gl=it&amp;ct=clnk&amp;cd=3" target="_blank">http://209.85.129.104/search?q=cache:CdR1f...it&ct=clnk&cd=3</a><br><br><a href="http://www.cicap.org/articoli/at101951.htm" target="_blank">http://www.cicap.org/articoli/at101951.htm</a><br><br><a href="http://www.greenplanet.net/Articolo2424.html" target="_blank">http://www.greenplanet.net/Articolo2424.html</a><br><br><br>Odisseo<br><br><br>

contex
12-11-2006, 14:35
grazie mille adesso mi informo meglio<br><br>si per il punte e) intendo proprio quelli,cosa puoi dirmi a riguardo?

mariomaggi
12-11-2006, 18:41
contex,<br>in generale, quelli che fanno le domande spesso consumano la tastiera meno di chi risponde.<br><br>Intendi usare una sorgente privata o un pozzo o un collegamento all&#39;acquedotto? Cosa temi per l&#39;acqua che usi, ci sono voci in zona? Aggiungi un po&#39; di info, per esempio se e&#39; una casa sempre abitata o una seconda casa usata saltuariamente, dove i germi possono proliferare in un filtro con acqua ferma?<br><br>Ciao<br>Mario

dotting
14-11-2006, 16:44
Soluzione semplice e testata da cinque anni, nell&#39;ipotesi di acqua proveniente da acquedotto, che per legge DEVE essere batteriologicamente pura:<br><br>1.- acquisto di un filtro grossolano desabbiatore con dischi lavabili in plastica, del costo di 15 euro, da pulire ogni sei mesi, ci rimane proprio la sabbia;<br>2.- acquisto di due contenitori in materiale plastico trasparente per filtri fini a cartuccia, la prima in materiale plastico e quindi lavabile, la seconda a filo, ricorda una grossa spagnoletta; costo contenitore 15 euro, filtro plastico, da lavare ogni tanto, 10 euro, spagnoletta, da sostituire ogni mese, da bianca diventa di un bel color mattone dopo un mese, 2,50 euro.<br>Il tutto ovviamente da installare all&#39;ingresso dell&#39;impianto.<br><br>Vantaggi:<br>1.- non devo buttare la lavatrice ogni tre anni come prima,<br>2.- non devo buttare la lavastoviglie ogni due anni;<br>3.- non uso più miracolosi prodotti chimici anticalcare per la lavastoviglie;<br>4.- non devo più entrare dentro la cisterna dell&#39;acqua della riserva idrica in autoclave, per rimuovere il fango, che si accumulava sul fondo;<br>5.- quando lavo un bicchiere e non lo asciugo, non rimangono più antipatici aloni.<br><br>L&#39;unica rottura di b....e è che devo riempire e chiudere accuratamente le bottiglie di acqua naturale di una famosa e reclamizzata societ&agrave; nazionale, perchè altrimenti mie figlie non la bevono.<br>Mie figlie dicono che la pubblicit&agrave; ha ragione, quell&#39;acqua è proprio buona.<br><br><span class="edit">Edited by dotting - 14/11/2006, 21:40</span>

Lolio
20-02-2007, 12:56
Dotting non mi è tanto chiara la faccenda del calcare... Cosa sono esattemente quei filtri a spgnoletta?

20-02-2007, 16:19
Sono filtri in cui la cartuccia è costituita da un cilindro forato su cui sono avvolte molte spire di filo di poliestere, sembra un rocchetto.

Lolio
20-02-2007, 16:35
Ma al calcare cosa accade con quei filtri?

dotting
20-02-2007, 16:51
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (Lolio @ 20/2/2007, 16:35)</div><div id="quote" align="left">Ma al calcare cosa accade con quei filtri?</div></div><br>Io ho fatto riferimento ad una pubblicit&agrave; ingannevole ed infatti li ho chiamati prodotti miracolosi, però ecco perchè non cambio più lavatrice e lavastoviglie,<br>ecco cosa arriva nelle nostre case in un mese:<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/usato.jpg" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/usato.jpg</a><br>da nuovo che era:<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/Nuovo.jpg" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/Nuovo.jpg</a><br>e a monte ci sono altri due filtri&#33;&#33;

sssuper
11-03-2007, 12:44
Un medico,che ha questo filtro in casa,mi ha assicurato il suo funzionamento.Il prezzo dell&#39;acqua che compriamo dai supermercati, è soprattutto dovuto alla plastica che la contiene,il che vuol dire un dispendio di energia inutile.E enorme.

11-03-2007, 20:23
La questione dei filtri si/ filtri no dipende essenzialmente dalla qualit&agrave; dell&#39;acqua che ci arriva dalla rete pubblica.<br>Premesso che per essere dichiarata potabile ed essere distribuita, l&#39;acqua deve sottostare a delle continue analisi e rientrare in parametri piuttosto restrittivi, i motivi per usare filtri e purificatori sono in genere due:<br>-false dichiarazioni: l&#39;acqua non è afffatto potabile o lo è solo in parte, vedi per esempio il villaggio *********, dove l&#39;acqua è color evidenziatore verde a causa della forte contaminazione di cromo esavalente.<br>-residui finali lasciati dalla rete delle tubazioni di distribuzione: l&#39;acqua parte pulita, ma arriva sporca.<br><br>Nei tubi di distribuzione si deposita spesso materiale di risulta dal pompaggio, nella mia zona ad esempio ci sono polveri di manganese e sabbia.<br><br>Il filtraggio di questi corpuscoli solidi, che fungono da nuclei di aggregazione per lo sviluppo della ruggine, è necessario: un filtro desabbiatore come quelo proposto da dotting è l&#39;ideale.<br><br>Un secondo filtraggio a cartuccia tessile è auspicabile per fermare i corpuscoli di minor diametro, che hanno passato il primo filtro indenni.<br><br>A questo punto rimangono i sali disciolti ed i gas, batteri e virus dovrebbero gi&agrave; essere assenti dall&#39;acqua potabile.<br><br>Quindi direi che la sanificazione con raggi UV è inutile, tanto per cominciare.<br><br>Se la quantit&agrave; di sali disciolti (cloruri, solfati a carbonati di calcio e magnesio è molto alta, si dice che l&#39;acqua è &quot;dura&quot;. La durezza si esprime comunemente in gradi francesi, ed indica la tendenza al deposito calcareo negli apparecchi che funzionano ad alta temperatura (scaldabagni, lavatrici, lavastoviglie) Nelle caldaie il problema influice poco, perchè il ciclo è chiuso e l&#39;acqua è sempre la stessa.<br>L&#39;unico effetto a bassa temperatura è quello di richiedere un po&#39; più di detersivo per ottenere la stessa quantit&agrave; di schiuma, e la sensazione di maggior morbidezza della pelle se ci si si lava con acqua di minor durezza.<br>Visto che il problema influisce solo sugli apparecchi scaldanti, si può inserire un dosatore di polifosfati prima dell&#39;ingresso acqua della lavatrice etc (ma c&#39;è un problema ecologico, ne parlerò dopo) che risolve il problema calcare.<br><br>Ops, è tardi... ora vado a cena: la seconda puntata la inserirò verso le 23...

11-03-2007, 23:50
Dunque, riprendiamo...<br>Se la presenza di eccessiva durezza dell&#39;acqua può dare problemi solo in alcuni casi, la presenza di altri soluti e gas può invece alterarne il sapore e l&#39;odore (ed è la cosa che percepiamo di più). In questo caso basta dotarsi di un filtro con cartuccia ai carboni attivi, ed automaticamente l&#39;acqua diventa subito di buonissimo sapore&#33;<br>Questo sistema è normalmente utilizzato ad esempio per i sistemi post-mix di erogazione delle bibite, la coca cola alla spina, tanto per dire .<br>A questo punto penso di aver detto quasi tutto sull&#39;acqua potabile da acquedotto. Diverso è il discorso per acqua di pozzo, dove le analisi non ci sono...<br>Allora diventa fondamentale fare le analisi complete e prendere i provvedimenti necessari fra quelli gi&agrave; citati, compresa la sterilizzazione con UV, ozono, eventuale clorazione etc.<br>Senza analisi non si fa niente, non pensate nemmeno lontanamente di identificare i parametri ad occhio... in più, un laboratorio serio può dirvi, in base ai valori riscontrati, che cosa c&#39;è in falda... se avete beccato un&#39;infiltrazione di fogna o un deposito &quot;petrolifero&quot; di biomasse del Miocene...<br>La durezza dell&#39;acqua dev&#39;essere corretta solo se necessario, con piccoli osmotizzatori (ma che sprecano almeno il 50&#37; dell&#39;acqua) o con piccoli addolcitori (che usano però del sale per la rigenerazione, che deve essere poi smaltito)<br>Non ci sono particolari controindicazioni, invece, per il consumo di acqua addolcita (per chi avesse gi&agrave; l&#39;impianto) vista l&#39;azione blanda degli addolcitori domestici . Attenzione invece a consumare acqua proveniente da impianti di demineralizzazione totale, in quanto assolutamente priva di sali minerali e perciò fortemente diuretica.<br>Un addolcitore od osmotizzatore domestico difficilmente toglie molti sali, e si rimane intorno ai 15-20 microsiemens di conducibilit&agrave;... considerando che ad esempio la Lauretana ne ha 27, direi che siamo ancora nel campo delle acque oligominerali adatte al consumo umano. Un demineralizzatore totale arriva anche a 0,2 microsiemens/cm ma credo che l&#39;utente medio non possa nemmeno accedervi, a meno che lavori in una grossa centrale elettrica... visto che sono costosissimi impianti usati per trattare l&#39;acqua in ingresso al ciclo vapore.<br><br>P.S.: dimenticavo, quanto detto vale per piccole utenze domestiche: è evidente che se si vuole filtrare l&#39;acqua di tutto il condominio, la cartuccia è un po&#39; troppo piccola.... in questo caso, io ho usato con successo un filtro a sabbia per piscine. Per quel che riguarda i prezzi, una cartuccia standard da 3/4 coster&agrave; circa 60 euro al dettaglio, non 2000 come indicato nel primo post.

torpedine
12-03-2007, 18:28
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 20/2/2007, 16:51)</div><div id="quote" align="left">ecco cosa arriva nelle nostre case in un mese:</div></div><br>Incredibile...<br><br>Ma questi filtri funzionano con l&#39;acqua in pressione?<br>Per pulirli si interrompe l&#39;erogazione dell&#39;acqua.<br><br>Grazie.<br>Simone.

pinetree
15-03-2007, 01:09
Cosa pensate del sistema ad osmosi inversa, che ormai si trova ovvunque su internet a meno di €300,00 euro ?<br>Io ne ho montato uno a casa 5 giorni fa.<br><br>Leggete sotto cosa dice nella pubblicit&agrave;.<br><br><br>Il primo stadio filtra i sedimenti come sabbia e ruggine, attraverso un apposito filtro.<br><br>Il secondo stadio utilizza un filtro al carbone attivo per eliminare cloro, pesticidi e impurit&agrave; organiche.<br><br>Il terzo stadio, per mezzo di un filtro a blocco al carbone attivo, elimina cattivi odori, agenti inquinanti, microsedimenti.<br><br>Il quarto stadio costituisce il cuore del sistema: la membrana ad osmosi inversa da 0,0001 Micron elimina gli elementi potenzialmente pericolosi come germi, virus, corpuscoli.<br><br>Il quinto stadio serve a rendere più gradevole il sapore dell&#39;acqua, attraverso un filtro al carbone attivo.<br><br>Come ulteriore vantaggio, l&#39;acqua contenuta nel serbatoio viene continuamente disinfettata attraverso la lampada ad ultravioletti.<br><br>Mi sono lasciato prendere per il culo ?

pinetree
15-03-2007, 01:10
Ecco una foto<br><br><span class="edit">Edited by pinetree - 15/3/2007, 01:25</span><br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/fa83f45ae92b7e35a4bdded9fa3aab67.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

dotting
15-03-2007, 07:59
Bellissimo, però potevano farli trasparenti i tre bicchieri contenitori, peccato.<br>Ma si usa per tutta l&#39;acqua o solo per quella per bere e cucinare?<br>Perchè qualche filtro da cambiare ogni tanto ci deve essere o si lavano soltanto?

pinetree
15-03-2007, 09:42
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 15/3/2007, 07:59)</div><div id="quote" align="left">Bellissimo, però potevano farli trasparenti i tre bicchieri contenitori, peccato.<br>Ma si usa per tutta l&#39;acqua o solo per quella per bere e cucinare?<br>Perchè qualche filtro da cambiare ogni tanto ci deve essere o si lavano soltanto?</div></div><br>E solo per bere e cucinare, produce 180 litri all&#39;giorno, se si vuole una quantit&agrave; superiore ai 12 litri in un qualunque momento bisogna montare il serbatoio più grosso.<br><br>La pompa e molto silenziosa, senza serbatoio, l&#39;acqua esce come un spruzzetto, quindi senza serbatoio non si va da nessuna parte.<br><br>I filtri 1-2-3-5 vanno cambiati ogni 8-12 mesi , e quello osmosi ogni 2-4 anni<br><br>quindi un costo medio di circa € 40,00 annuo.<br><br>Se vai su ebay e cerchi &quot;osmosi inversa&quot;, trovi tantissimi distributori che vendono anche a prezzi inferiore rispetto all&#39;loro listino, mi sono aggiudicato un altra per mia sorella a €213,00, e mi è gi&agrave; arrivato a casa.<br>Online vedi foto ingranditi con i dettagli.<br><br>Mi interessa conoscere dati non di parte per quanto riguarda l&#39;efficacia e durata filtri.<br>Molti anni fa ho realizzato il SW su DCS (PLC) di un impianto industriale di osmosi inversa.<br>C&#39;erano due banchi di filtraggio, un in servizio e l&#39;altra in pulizia.<br>

15-03-2007, 09:49
La spesa non è eccessiva, certo, però.....<br><br>- non mi sembra che ci sia un prefiltro desabbiatore, che oltretutto trattiene i corpi solidi di diametro maggiore. Un desabbiatore è lavabile, una cartucia tessile invece si butta .... e dura anche poco, se gli arriva anche la parte grossolana.<br><br>-i tre stadi al carbone attivo tolgono i cattivi odori e sapori, come gi&agrave; detto... perchè ci siano tre stadi invece di uno solo per me è un mistero, visto che fanno lo stesso lavoro.<br><br>-se viene adottato all&#39;uscita di un pozzo, passi... ma l&#39;acqua clorata è gi&agrave; sterile, la lampada UV è inutile.<br><br>-la membrana dell&#39;osmosi inversa non elimina tutto quel che dichiarano (ma non è importante, visto che non c&#39;è niente da eliminare gi&agrave; all&#39;origine..) però si becca tutti i sali disciolti nell&#39;acqua. La durata di una membrana non preceduta da addolcitore non è molto alta. Se poi ci sono dei cloruri, si rovina in pochi giorni.<br><br>-non vedo manometri sull&#39;osmosi: come si fa a sapere se la membrana si è intasata?<br><br>-non vedo nemmeno qualche sistema di lavaggio in controcorrente per la membrana... come si fa a ripulirla? E gli acidi e le basi necessarie per la pulizia, chi li dovrebbe maneggiare?<br><br>-un sistema ad osmosi inversa monostadio rende al massimo il 50&#37;, nel senso che per avere 100 litri di filtrata, se ne mndano allo scarico altri 100. Con un bistadio si arriva al 66&#37;, due terzi filtrata ed un terzo buttata. E&#39; un costo da considerare.<br><br>Alla fine, sembra il classico filtro &quot;general purpose&quot;, che va bene un po&#39; per tutto e per niente....con componentistica in più per certe cose e magari sottodimensionata per altre. Di solito il problema è che al cliente viene proposto così, senza sapere le caratteristiche dell&#39;acqua a monte e senza la pretesa di sapere che cosa invece ti ritrovi all&#39;uscita....<br>Diciamo che qualcosa migliora nella qualit&agrave; dell&#39;acqua, ma non sapremo mai se l&#39;acqua è veramente buona oppure no.<br><br>Visto il costo basso.... pazienza, va bene così.

pinetree
15-03-2007, 23:38
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Paolo Cattani @ 15/3/2007, 09:49)</div><div id="quote" align="left"></div></div><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">-i tre stadi al carbone attivo tolgono i cattivi odori e sapori, come gi&agrave; detto... perchè ci siano tre stadi invece di uno solo per me è un mistero, visto che fanno lo stesso lavoro.</div></div><br>E un errore di un venditore, prova a leggere una altra, hanno anche delle foto dei filtri non sono tre stadi a carbone, mi sembra che il primo ha un passo da 10 micron, il secondo da 1 micron.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">-se viene adottato all&#39;uscita di un pozzo, passi... ma l&#39;acqua clorata è gi&agrave; sterile, la lampada UV è inutile.</div></div><br>Da quello che ho capito, serve a causa dell&#39;uso dell&#39;serbatoio, probabilmente perche l&#39;acqua e ferma.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">-la membrana dell&#39;osmosi inversa non elimina tutto quel che dichiarano (ma non è importante, visto che non c&#39;è niente da eliminare gi&agrave; all&#39;origine..) però si becca tutti i sali disciolti nell&#39;acqua. La durata di una membrana non preceduta da addolcitore non è molto alta. Se poi ci sono dei cloruri, si rovina in pochi giorni.</div></div><br>Ma sai consigliare un addolcitore da montare.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">-non vedo manometri sull&#39;osmosi: come si fa a sapere se la membrana si è intasata?</div></div><br>Presume che lo capisce dall&#39;fatto che il serbatoio sia sempre vuota, perchè c&#39;è un pressostato che ferma la pompa quando si raggiunge un pressione prestabilita, presumo calcolato a serbatoio pieno.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">-non vedo nemmeno qualche sistema di lavaggio in controcorrente per la membrana... come si fa a ripulirla? E gli acidi e le basi necessarie per la pulizia, chi li dovrebbe maneggiare?</div></div><br>Questo mi sembra una domanda lecita, non vorrei che questi sistemi di lavaggio sono necessario su impianti industriali, invece in questi domestici, costa meno sostituire la membrana.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">-un sistema ad osmosi inversa monostadio rende al massimo il 50&#37;, nel senso che per avere 100 litri di filtrata, se ne mndano allo scarico altri 100. Con un bistadio si arriva al 66&#37;, due terzi filtrata ed un terzo buttata. E&#39; un costo da considerare.</div></div><br>Questo è un cosa abbastanza triste, per il mio uso giornaliero presumo che butto via circa 50 litri all&#39;giorno, pensavo di portare il tubo di scarico verso la stanza a fianco dove c&#39;è la lavanderia, e scaricare dentro in secchio che serve per la pulizia dei pavimenti, con due secchi, basta fare il trabocco una sul l&#39;altra.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Alla fine, sembra il classico filtro &quot;general purpose&quot;, che va bene un po&#39; per tutto e per niente....con componentistica in più per certe cose e magari sottodimensionata per altre. Di solito il problema è che al cliente viene proposto così, senza sapere le caratteristiche dell&#39;acqua a monte e senza la pretesa di sapere che cosa invece ti ritrovi all&#39;uscita....<br>Diciamo che qualcosa migliora nella qualit&agrave; dell&#39;acqua, ma non sapremo mai se l&#39;acqua è veramente buona oppure no.<br><br>Visto il costo basso.... pazienza, va bene così.</div></div><br>Purtroppo non esiste un servizio di informazione, ogni azienda spaccio il proprio prodotto come il migliore, la soluzione dei problemi, non so neanche dove fare analizzare l&#39;acqua, a casa mia, un giorni si e l&#39;altra spesso anche subisco dei colori strani, e senzazione strani sulla pelle, va bene per lavarsi, nessuno e morto di sabbia adosso, a meno che non fosse sei metri sotto.<br>Avevo bisogno di fare qualcosa, e questo mi sembra ragionevole come soluzione e costo, se necessario cambio filtro anche ogni 6 mesi, voleva capire solamente se la cosa è necessario, si può pensare di pulirli invece ogni tanto ?<br>

marcomato
24-03-2007, 23:51
Certo che per i costi elencati da dotting per i suoi filtri, con quel che si risparmia di detersivo, calfort e &quot;rocchetta la leggera&quot; non c&#39;è da pensarci un&#39; attimo...<br><br>una domanda: dove li hai reperiti? negozio di piscine, agraria, idraulica termotecnica o cosa?

dotting
25-03-2007, 07:38
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (marcomato @ 25/3/2007, 00:51)</div><div id="quote" align="left">Certo che per i costi elencati da dotting per i suoi filtri, con quel che si risparmia di detersivo, calfort e &quot;rocchetta la leggera&quot; non c&#39;è da pensarci un&#39; attimo...<br>una domanda: dove li hai reperiti? negozio di piscine, agraria, idraulica termotecnica o cosa?</div></div><br>Negozio di materiale idraulico, devi controllare solo una cosa:<br>il contenitore in plexiglas trasparente sul fondo ha un rilievo circolare in cui va incastrato il filtro di ricambio, la famosa spagnoletta, devi accertarti che la spagnoletta incastri in questo riscontro.<br>Te lo dico perchè molti rivenditori hanno il contenitore di un tipo e i ricambi di un&#39;altra marca, per cui il diametro non coincide ed il filtro si mette storto, perchè non entra nella sede.<br><br>Prima di fare le modifica fai la prova bicchiere.

rughen
25-03-2007, 19:24
buonasera volevo rispondere alla domanda sui depuratori d&#39;acqua. Io ne ho una a casa da oltre un anno e ha molti certificati a livello mondiale e dal min. della salute. Il purificatore è costituito da un filtro a carboni attivi e da una lampada a raggi uv, quindi elimina i metalli pesanti e il cloro, distrugge virus e batteri.<br>è grande quanto una caraffa da 2 lt circa. io lo consiglio a tutti,(anche a famiglie con bambini e anziani) perchè l&#39;acqua in bottiglia io la chiamo acqua morta....si sa quando scade ma nn sappiamo quando è stata imbottigliata.<br><br>ciao a tutti<br> Marco

marcomato
25-03-2007, 22:44
Io per il momento utilizzo una semplice brocca BRITA con filtro a carboni attivi e resine... (3 filtri 15-20 euro, e ci fai un&#39; infinit&agrave; di litri) più che altro per demineralizzare un po&#39; l&#39;acqua da bere, che dalle mie parti a parte la relativa durezza, è molto buona gia di suo.<br>Cibi e bevande ne escono sicuramente più buoni, e teniamo sotto controllo la ritenzione idrica nell&#39; organismo.<br><br>Anche in una Firenze, dove la pompano dall&#39; Arno... un&#39; ultima filtrata con la brocca come la mia per togliere il cattivo sapore dei trattamenti,ci st&agrave;.<br><br>Ritengo tuttosommato immotivato installare dei super filtri osmotici-multistadio-UV da laboratorio per centinaia o migliaia di euro in casa.<br><br>Riguardo alle paranoie che ci instillano i venditori di questi dispositivi, ragioniamo sul fatto che l&#39;acqua che esce del rubinetto è gi&agrave; bella che potabile e generalmente super-controllata&#33;<br><br>Ma per carit&agrave;.. ogniuno spende i suoi soldi come desidera, anche per aggiogarsi con 12-24 chili di acqua minerale (salvo bottiglie in vetro) ogni volta che fa la spesa, non soggetta agli stessi controlli di quella del rubinetto, e per giunta pagandola in alcuni casi come dell&#39; economica birra. ( trovato ieri la S. Miguel a 88cent il litrozzo <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/eebf945a7b738e5be16e2f028c5210a6.gif" alt="image"> ... ci sono acque leggerissime...che costano di più)<br><br>Interessante invece l&#39;applicazione di Dotting che con un costo nell&#39; ordine di grandezza di quello dei miei filtri per la brocca...ci demineralizza l&#39;acqua di tutta la casa&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/152bd8ef1781fbc14f5f837fd5c4c047.gif" alt=":woot:"><br><br><span class="edit">Edited by marcomato - 25/3/2007, 23:55</span>

dotting
25-03-2007, 22:52
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (marcomato @ 25/3/2007, 23:44)</div><div id="quote" align="left">Ma, riguardo alle paranoie che ci instillano i venditori di questi dispositivi, ragioniamo sul fatto che l&#39;acqua che esce del rubinetto è gi&agrave; bella che potabile e generalmente super-controllata&#33;</div></div><br>Sono perfettamente d&#39;accordo con te.<br>L&#39;unico problema è che il controllo sulla qualit&agrave; e sulla potabilit&agrave; dell&#39;acqua, viene fatto all&#39;uscita del potabilizzatore, ma scorrendo sui tubi l&#39;acqua raccoglie un sacco di porcherie, sopratutto se, come da noi in Sardegna, ci sono delle ore in cui non viene erogata e quindi le tubazioni si svuotano.<br>Le foto che ho inserito credo che siano abbastanza eloquenti.<br>Mentre un&#39;acqua che parte potabile, a meno che non ci sia qualche rottura, non è che lungo il percorso diventa non potabile.

pinetree
26-03-2007, 00:16
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (marcomato @ 25/3/2007, 23:44)</div><div id="quote" align="left">Io per il momento utilizzo una semplice brocca BRITA con filtro a carboni attivi e resine... (3 filtri 15-20 euro, e ci fai un&#39; infinit&agrave; di litri) più che altro per demineralizzare un po&#39; l&#39;acqua da bere, che dalle mie parti a parte la relativa durezza, è molto buona gia di suo.<br>Cibi e bevande ne escono sicuramente più buoni, e teniamo sotto controllo la ritenzione idrica nell&#39; organismo.<br><br>Anche in una Firenze, dove la pompano dall&#39; Arno... un&#39; ultima filtrata con la brocca come la mia per togliere il cattivo sapore dei trattamenti,ci st&agrave;.<br><br>Ritengo tuttosommato immotivato installare dei super filtri osmotici-multistadio-UV da laboratorio per centinaia o migliaia di euro in casa.<br><br>Riguardo alle paranoie che ci instillano i venditori di questi dispositivi, ragioniamo sul fatto che l&#39;acqua che esce del rubinetto è gi&agrave; bella che potabile e generalmente super-controllata&#33;<br><br>Ma per carit&agrave;.. ogniuno spende i suoi soldi come desidera, anche per aggiogarsi con 12-24 chili di acqua minerale (salvo bottiglie in vetro) ogni volta che fa la spesa, non soggetta agli stessi controlli di quella del rubinetto, e per giunta pagandola in alcuni casi come dell&#39; economica birra. ( trovato ieri la S. Miguel a 88cent il litrozzo <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d84dcef13e322fd96c894e8c76d25e2d.gif" alt="image"> ... ci sono acque leggerissime...che costano di più)<br><br>Interessante invece l&#39;applicazione di Dotting che con un costo nell&#39; ordine di grandezza di quello dei miei filtri per la brocca...ci demineralizza l&#39;acqua di tutta la casa&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6ab1eb8a95dc68236dc014ba91174c3e.gif" alt=":woot:"></div></div><br>Io vivo a Milano, in un palazzo all&#39;15 piano, L&#39;acqua a casa mia è buona e super controllata, ma alla fonte, ma non serve un esperto per capire che troppo spesso, c&#39;è qualche problema.<br><br>se si spacca un tubo, se fanno manutenzione sul autoclave, se che sa cosa sul percorso, nessuno mi averte che per 1 giorni non devo bere l&#39;acqua dal rubinetto.<br><br>Per anni ho pensato di montare un filtro normale, tipo quello che trovi all&#39;Castorama, Brico ecc,<br>bene per troppo volte non sono riuscito a combinare niente, sempre le solite, un bel esposizione di filtri, l&#39;uso, con relativo ricambi, ma sempre mancava qualche pezzo per completare il kit, percui tornava a casa a mani vuote.<br><br>Non trovo granchè di informazione che mi spieghi cosa trovo nell&#39;acqua a casa mia, e presumo che probabilmente i problemi possono essere diverse di volta in volta, come faccio a trovare una soluzione che mi permette di stare tranquillo senza perdere il mio tempo.<br><br>A questo punto salta fuori un aggeggio per meno di € 250,00, (pensavo gi&agrave; di dovere spendere oltre €100,00 con quelli semplice) ha diverse stadi di filtraggio, nella media non serve a niente, ma quando serve all&#39;improvviso, sono li a fare il loro lavoro, se non serve a niente, bene i filtri dureranno il doppio.<br><br>Non capisco perchè non si inventano qualcosa per i condomini, non so magari un apparecchio che controlla l&#39;acqua in arrivo dell&#39;palazzo, manda un segnale d&#39;allame in ogni casa quando i parametri di purezza non sono rispettati.

dotting
26-03-2007, 14:21
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (pinetree @ 26/3/2007, 01:16)</div><div id="quote" align="left">Io vivo a Milano, in un palazzo all&#39;15 piano, L&#39;acqua a casa mia è buona e super controllata, ma alla fonte, ma non serve un esperto per capire che troppo spesso, c&#39;è qualche problema.<br><br>se si spacca un tubo, se fanno manutenzione sul autoclave, se che sa cosa sul percorso, nessuno mi averte che per 1 giorni non devo bere l&#39;acqua dal rubinetto.<br><br><br>Non trovo granchè di informazione che mi spieghi cosa trovo nell&#39;acqua a casa mia, e presumo che probabilmente i problemi possono essere diverse di volta in volta, come faccio a trovare una soluzione che mi permette di stare tranquillo senza perdere il mio tempo.<br><br>Non capisco perchè non si inventano qualcosa per i condomini, non so magari un apparecchio che controlla l&#39;acqua in arrivo dell&#39;palazzo, manda un segnale d&#39;allame in ogni casa quando i parametri di purezza non sono rispettati.</div></div><br>Io prima vivevo in condominio e lo stesso sistema che ho adottato nella mia casa unifamiliare lo usavo nella palazzina con 8 utenze, la cosa era fattibile perchè c&#39;era un unico punto di consegna dell&#39;acqua e poi vi erano otto contatori e si suddivideva l&#39;unica bolletta in funzione del consumo.<br>Avevo semplicemente messo un primo filtro grossolano, un secondo filtro lavabile ed un terzo filtro a spagnoletta, chiaramente le dimensioni erano ben differenti.<br>Finalmente non dovevo pulire ogni due mesi il fondo del serbatoio in autoclave ogni due mesi, ero ahime l&#39;amministratore.<br>Se nel tuo condominio avete utenze separate, nulla ti vieta di mettere all&#39;arrivo un sistema di filtri solo per te, gli altri si arrangino.<br>

26-03-2007, 18:19
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">CITAZIONE-non vedo manometri sull&#39;osmosi: come si fa a sapere se la membrana si è intasata?<br><br>Presume che lo capisce dall&#39;fatto che il serbatoio sia sempre vuota, perchè c&#39;è un pressostato che ferma la pompa quando si raggiunge un pressione prestabilita, presumo calcolato a serbatoio pieno.</div></div><br>Quel che voglio dire è che se la membrana si intasa, aumenta il deltapi fra ingresso ed uscita. Della membrana. Quindi, la pressione che &quot;vede&quot; pompa aumenta se hai la membrana intasata. Il pressostato la ferma, ma il serbatoio è vuoto...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Io ne ho una a casa da oltre un anno e ha molti certificati a livello mondiale e dal min. della salute. Il purificatore è costituito da un filtro a carboni attivi e da una lampada a raggi uv, quindi elimina i metalli pesanti e il cloro, distrugge virus e batteri.</div></div><br>Non diciamo sciocchezze. NESSUNO può sapere cosa elimina e cosa no, senza fare le analisi dell&#39;acqua in entrata e di quella in uscita. Ammesso che sia vero, come fai a sapere quando l&#39;effetto sequestrante dei carboni attivi è finito? Se l&#39;acqua potabile puzza è facile, ma se non hai indicatori &quot;nasali&quot; come ci riesci? Controlli periodicamente l&#39;efficienza della lampada UV? E quando si esaurisce (ma si accende ancora) come lo sai?

pinetree
30-03-2007, 00:19
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">CITAZIONE-non vedo manometri sull&#39;osmosi: come si fa a sapere se la membrana si è intasata?<br><br>Presume che lo capisce dall&#39;fatto che il serbatoio sia sempre vuota, perchè c&#39;è un pressostato che ferma la pompa quando si raggiunge un pressione prestabilita, presumo calcolato a serbatoio pieno.</div></div><br>Quel che voglio dire è che se la membrana si intasa, aumenta il deltapi fra ingresso ed uscita. Della membrana. Quindi, la pressione che &quot;vede&quot; pompa aumenta se hai la membrana intasata. Il pressostato la ferma, ma il serbatoio è vuoto...</div></div><br>Infatti è quello che sto cercando di dire, se trovi un giorno, il serbatoio vuoto e la pompa ferma, e altamente probabile che il filtro sia intasata, oppure, il pressostato guasto, la pompa guasta, la mancanza di corrente di rete ecc ecc.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 26/3/2007, 15:21)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (pinetree @ 26/3/2007, 01:16)</div><div id="quote" align="left">Io vivo a Milano, in un palazzo all&#39;15 piano, L&#39;acqua a casa mia è buona e super controllata, ma alla fonte, ma non serve un esperto per capire che troppo spesso, c&#39;è qualche problema.<br><br>se si spacca un tubo, se fanno manutenzione sul autoclave, se che sa cosa sul percorso, nessuno mi averte che per 1 giorni non devo bere l&#39;acqua dal rubinetto.<br><br><br>Non trovo granchè di informazione che mi spieghi cosa trovo nell&#39;acqua a casa mia, e presumo che probabilmente i problemi possono essere diverse di volta in volta, come faccio a trovare una soluzione che mi permette di stare tranquillo senza perdere il mio tempo.<br><br>Non capisco perchè non si inventano qualcosa per i condomini, non so magari un apparecchio che controlla l&#39;acqua in arrivo dell&#39;palazzo, manda un segnale d&#39;allame in ogni casa quando i parametri di purezza non sono rispettati.</div></div><br>Io prima vivevo in condominio e lo stesso sistema che ho adottato nella mia casa unifamiliare lo usavo nella palazzina con 8 utenze, la cosa era fattibile perchè c&#39;era un unico punto di consegna dell&#39;acqua e poi vi erano otto contatori e si suddivideva l&#39;unica bolletta in funzione del consumo.<br>Avevo semplicemente messo un primo filtro grossolano, un secondo filtro lavabile ed un terzo filtro a spagnoletta, chiaramente le dimensioni erano ben differenti.<br>Finalmente non dovevo pulire ogni due mesi il fondo del serbatoio in autoclave ogni due mesi, ero ahime l&#39;amministratore.<br>Se nel tuo condominio avete utenze separate, nulla ti vieta di mettere all&#39;arrivo un sistema di filtri solo per te, gli altri si arrangino.</div></div><br>Io vivo in una casa popolare, non esiste manutenzione programmate, e da 10 anni che ho avvisato che l&#39;aspiratore dell&#39;aria del bagno che si trova sul mio tetto e serve 15 piani, fa rumore da trattore, il timer è fasullo, e da quasi 2 anni, che si è fermato dell&#39;tutto.<br>Dopo un intervento sul&#39;autoclave (un anno fa) si è notevolmente abbassata la pressione dell&#39;acqua, a punto tale che non riesco a fare una doccia seria, la pressione non è sufficiente da creare il spruzzo.<br>ecc ecc ecc, non posso certamente fidarmi.<br>Ho un rubinetti a muro sotto in il lavello in cucina che mi toglie l&#39;acqua nella cucina e lavanderia, ed un altro rubinetto in bagno che mi fa solo il bagno, non è quindi facile metter un sistema di filtraggio, l&#39;arrivo e la ripartenza sono entrambi murati.

polik71
18-06-2007, 22:00
Interessante Dotting il tuo filtro multistadio... potresti postare qualche foto dei 3 stadi per farsi un&#39;idea della grandezza riferita alle portate/frequenza pulizia ?<br> thanks

dotting
19-06-2007, 11:00
Ho la foto di due soli filtri, ma per il terzo ho la foto del filtro a reticella che va inserito in un bicchiere simile a quello del filtro a spagnoletta:<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/due_filtri.jpg" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/due_filtri.jpg</a><br>Il filtro è quello bianco, quello nero è usato&#33;&#33;<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/filtro_reticella.jpg" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico...o_reticella.jpg</a><br><br><span class="edit">Edited by dotting - 25/6/2007, 12:15</span>

19-06-2007, 12:00
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Interessante Dotting il tuo filtro multistadio</div></div><br>Mi sfugge qualcosa? I filtri multistadio sono la normalit&agrave;, come si evince anche dai post precedenti.

polik71
19-06-2007, 19:53
Giusto , ma forse il diverso è rispetto ai vari &quot;filtri&quot; pubblicizzati : cioè bassa tecnologia ma efficace, minima spesa e semplice manutenzione. O no? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/eb1809da5821da7d4348245c7f32e89b.gif" alt=";)">

19-06-2007, 21:09
?<br>I filtri sono filtri... sono tutti uguali, le varie tipologie sono standardizzate da molto tempo. Sono i venditori quelli che promettono chissa che, quando basta andare da qualsiasi idraulico.

meno
22-06-2007, 15:49
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (contex @ 12/11/2006, 13:35)</div><div id="quote" align="left">Mia madre ed una sua amica hanno visto in tv una trasmissione(il nome non lo ricordano) nella quale si dichiarava che i famosi depuratori d&#39;acqua casalinghi sono una fregatura riferendosi a quelli ad idrolisi se ho capito bene,tradurre le mamme non è tanto facile.<br>La sua amica che dispone di tale dispositivo che si aggira sulla modica cifra di 2000 euro sta facendo analizzare l&#39;acqua filtrata, a me sembra tanta disinformazione data l&#39;enorme diffusione che stanno avendo tali dispositivi.<br>In futuro avevo intenzione di prenderne uno ai carboni attivi come consigliatomi qui ma volevo un chiarimento da qualcuno esperto del settore.<br>Qualcuno puo&#39; dirmi le cose come stanno per favore?</div></div><br>c&#39;é qualcuno che sostiene non solo l&#39;inutilit&agrave; di tali filtri, ma in alcuni casi addirittura la pericolosit&agrave; degli stessi in quanto alterano l&#39;acqua. Si tratta di un inchiesta fatta dall&#39;Associazione di consumatori Altroconsumo nel 2003, ma + recentemente sono stati rifatti i test di questi filtri miracolosi per le marche + diffuse ottenendo gli stessi risultati. Il test é disponibile solo per gli abbonati (io ce l&#39;ho in formato pdf) ma l&#39;intero articolo lo potete trovare qui :<br><a href="http://www.altroconsumo.it/map/src/165743.html" target="_blank">http://www.altroconsumo.it/map/src/165743.html</a>

dotting
22-06-2007, 17:09
C&#39;è qualcosa che non mi convince in questa discussione.<br>Mi sembra di ricordare che qualcuno avesse obiettato che i filtri costavano troppo ed io avevo risposto che il filtro a spagnoletta costava solo € 2,50.<br>Gli interventi sono spariti&#33;&#33;&#33;<br>Mi sono un pò rinco..... con l&#39;et&agrave; o il dubbio è leggittimo.<br><br>rinco..... devo prendermi una vacanza, la discussione era questa:<br><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=7031931&amp;st=15" target="_blank">http://energierinnovabili.forumcommunity.n...t=7031931&st=15</a><br><br><span class="edit">Edited by dotting - 22/6/2007, 18:39</span>

22-06-2007, 18:24
No, hai ragione... ricordo nettamente la tua frase &quot;i flitri a spagnoletta costano la stratosferica cifra di euro 2,50 l&#39;uno&quot;

22-06-2007, 20:45
li regala anche l&#39;enel alle varie fiere, giusto? son quelli?

dotting
23-06-2007, 06:56
personalmente non lo so, non sono mai andato ad una fiera dell&#39;ENEL&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;<br>Dato il costo però è abbastanza verosimile.<br>Però io li considero efficaci, almeno non mi gira per casa, sabbia, ruggine, pezzi di carbone attivo proveniente dai potabilizzatori comunali e gechi.<br>Sì vi posso assicurare, la notizia era uscita in un giornale locale, mio cognato si era ritrovato un gechetto nell&#39;acqua per la pasta&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;

meno
25-06-2007, 10:58
io ho 2 filtri regalatomi dall&#39;Enel ma mi pare (da quanto scritto nelle confezione) che servano solo a ridurre il consumo di acqua del 60&#37; infatti vengono chiamati &quot;Economizzatori idrici&quot;.<br>realizzato da enel.si ai sensi del D.M. 20/07/2004;<br>Neoperl per Enel<br>nei rubinetti normali si consumano 22 l/min, con questo &quot;economizzatore&quot; che sicuramente far&agrave; un pò anche da filtro il consumo si riduce a 9 l/min.<br><br>non so se dotting si riferisce a questi filtri da circa 2-3 euro, ma sicuramente quelli di cui si parlva prima e di cui il risultato é dubbio anno un costo che si aggira sui 2.000 euro.

dotting
25-06-2007, 11:13
Io mi riferivo a questo filtro a spagnoletta, che si nota installato nel bicchiere trasparente:<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/due_filtri.jpg" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/due_filtri.jpg</a><br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/Nuovo.jpg" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/Nuovo.jpg</a><br>che dopo un mese diventa così:<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/usato.jpg" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/usato.jpg</a>

meno
25-06-2007, 11:35
non avevo capito io, quello che mi hanno dato in una fiera promozionale enel va messo proprio nel rubinetto, sar&agrave; si é no appena un centimetro ed é in plastica o simile.

25-06-2007, 11:58
No, quello non è un filtro, è un aereatore. Serve a risparmiare un po&#39; d&#39;acqua, perchè ci miscela dell&#39;aria ed il getto sembra più grande di quel che è. E quindi lo riduci...

clash4
29-06-2007, 13:26
Hei dotting ma quei filtri a spagnoletta che durano un mese possono essere messi all&#39;ingresso del tubo dell&#39;acquedotto in modo che filtrino tutta l&#39;acqua della casa?<br>A me serve che mi tolgano tutto il calcare, sono più efficienti questi o quelli dove si deve aggiungere sale periodicamente?

29-06-2007, 15:33
i filtri io li metto proprio all&#39;inizio dell&#39;impianto di casa, appena dopo il contatore....<br>I filtri a spagnoletta sono filtri meccanici, che arrestano dei corpuscli vaganti . Non fanno niente contro il calcare.<br>I dosatori di polifisfati, invece, sono specifici contro il calcare ma non filtrano niente, perchè non sono dei flltri...<br>Personalmente, preferisco dei dosatori piccoli e messi direttamente sulla lavatrice o sul boiler, non sull&#39;acqua generale, che devo bere anch&#39;io.

dotting
29-06-2007, 15:37
Io non credo che tolgano il calcare (carbonato di calcio), quello che mi interessa è che tutto quel materiale che vedi trattenuto nel filtro dopo appena un mese non mi vada:<br>1.- nella lavatrice,<br>2.- nella lavastoviglie,<br>3.- nelle tubazioni del pavimento radiante,<br>4.- nel mio stomaco.<br>E l&#39;acqua in partenza è definita potabile.

clash4
29-06-2007, 17:21
il mio unico problema è il calcare... su tutta la casa però doccia lavandini boiler lavatrici ecc... ma sti polifosfati alterano il gusto dell&#39;acqua per caso?<br><br>Dotting mi sembrava dicessi che quelli a spagnoletta ti filtrassero anche il calcare o sbaglio?

dotting
29-06-2007, 17:31
Cinque anni fa avevo fatto fare la misura della durezza dell&#39;acqua in ingresso ed all&#39;uscita dei filtri.<br>Mi sembra di ricordare, dovrei andare a cercare i risultati del laboratorio, che l&#39;acqua in ingresso avesse 21 gradi francesi, di questo valore ne sono certo, ed in uscita fosse o 15 o 16.

clash4
02-07-2007, 16:05
Mentre quelli con i sali riescono ad abbattere del tutto?<br>In caso potrei far arrivare un tubo al lavandino della cucina senza farlo passare per il filtro a sali visto che quell&#39;acqua è quella che si usa da bere e cucinare...

02-07-2007, 18:12
C&#39;è un po&#39; di confusione....<br>La durezza dell&#39;acqua è in parte anche influenzata dalla presenza di corpuscoli, ma per durezza si intende solo la soluzione dei carbonati, dei solfati e dei clururi di calcio e magnesio, che NESSUN filtro può eliminare.<br>I filtri a spagnoletta sono dei semplici setacci, che fermano corpuscoli di una certa dimensione. Facendo i setacci sempre più fitti si può arrivare all&#39;ultrafiltrazione, che ferma addirittura la maggior parte delle molecole indesiderate.<br>NON E&#39; POSSIBILE abbassare la durezza usando filtri. Si usano addolcitori o demineralizzatori a scambio ionico forte o debole.<br>I dosatori di polifosfati, invece, AGGIUNGONO all&#39;acqua i polifosfati, che si limitano ad impedire che il calcare aderisca ai tubi o alle resistenze della lavatrice, SENZA abbassare la durezza.

mimmotto
04-07-2007, 08:01
Ciao, aggiungo il mio semplice contributo basato su osservazioni empiriche.<br>Circa 4 mesi fa, dopo il contatore ho aggiunto un filtro metallico molto fine, lavabile e igienizzabile che, a detta di chi me l&#39;ha venduto ha la stessa efficacia di quelli a filo, lo stesso venditore mi ha sconsigliato i filtri &quot;spagnoletta&quot; perchè a suo dire è possibile che, dimenticandosi di sostituirli con regolarit&agrave;, si possano annidare colonie batteriche.<br>Sin da subito ho notato, nella doccia in particolare modo e poi nei lavandini, che gli aloni delle goccie sono drasticamente diminuiti.<br>Forse quello che chiamiamo &quot;calcare&quot; non sono altro che i depositi di sabbia o diversi sedimenti?<br>Personalmente mi ritengo soddisfatto dell&#39;acquisto, 100 eurozzi spesi bene, pulisco meglio la doccia ed i lavandini e sinora nessun tipo di problema (l&#39;ho pulito circa 2 mesi fa ma non ho notato grossi residui).<br>Per l&#39;acqua da bere, ho un frigo tipo americano al quale ho sostituito il filtro meccanico, pezzo di ricambio Ariston, con uno a carboni attivi (12 Euro da UKwaterfilter).<br>L&#39;acqua nella mia zona, abito a Jesi in provincia di Ancona, è gi&agrave; molto buona di suo, non ha strani odori/sapori, così mi sento più tranquillo.<br>Ciao.<br>Marco<br><br>

memphis4
30-07-2007, 15:59
Ciao a tutti, mi sto informando per mettere uno di questi famosi depuratori in casa...e sono approdato a questo forum.<br><br>Sinceramente sono rimasto abbastanza spaesato, in quanto ho scarsissime basi di chimica e non conosco nulla dell&#39;argomento. Leggendo questo thread mi si sono incasinati ancora di più i pensieri, insomma, come dire, poche idee...ma ben confuse.<br><br>Mi appello a voi sperando di avere qualche delucidazione.<br><br>In pratica, causa problemi di calcoli, è scattata la caccia all&#39;acqua con minor mg/l. Quast&#39;acqua l&#39;ho trovata un qualche km di troppo distante da casa, quindi vorrei risolvere con depuratore.<br><br>Leggendo un po, non sarebbe male ad un sistema cetralizzato subito a valle del contatore per ridurre anche, se possibile, il calcare e dare qualche anno di vita in più ai miei elettrodomestici.<br><br>io abito in provincia di varese, sono collegato all&#39;acquedotto comunale che ha 8 pozzi nella mia citt&agrave; e non ci sono mai stati grossi problemi. In questo periodo poca pressione, in passato hanno chiuso qualche pozzo per inquinamento ma poi riaperti dopo poco.<br><br>Al momento le analisi delle acque più recenti risalgono a febbraio 06. Poi non hanno più aggiornato il sito. Li ho contattati oggi e mi faranno sapere per mail a quale degli 8 pozzi sono collegato e le analisi più recenti.<br><br>Vi posto le analisi di febbraio 06 di uno degli 8 pozzi a caso. Appena mi arriva la mail vi aggiornerò con le nuove info.<br><br>Data ricevimento campione in laboratorio: 24/02/2006<br>Analisi microbiologiche<br>Prova Unit&agrave; di misura Valore massimo ammissibile Risultato<br>Escherichia coli UFC/100ml 0 0<br>Enterococchi UFC/100ml 0 0<br>Coliformi totali UFC/100ml 0 0<br>Analisi chimico-fisiche<br>Prova Unit&agrave; di misura Valore massimo ammissibile Risultato<br>Torbidit&agrave; NTU senza variazioni anomale 0,83<br>pH 6.5 ≤ pH ≤ 9.5 7,64<br>Conduttivit&agrave; µS/cm 2500 (a 20 °C) 246<br>Durezza totale °F 15 ÷ 50 (consigliato) 11,35<br>Cloruro (Cl-) mg/l 250 -<br>Solfato (SO4 --) mg/l 250 &lt;40<br>Ammonio (NH4 +) mg/l 0.5 0,021<br>Nitrato (NO3 -) mg/l 50 13<br>Cloro libero (Cl2) mg/l 0.2 (consigliato se impiegato) 0,08<br>Magnesio mg/l 5,15<br>Cadmio µg/l 5.0 &lt;0,1<br>Piombo µg/l 25 17,06<br><br><br>Bhè, intanto ringrazio chi avr&agrave; voglia di leggere tutta sta pappardella.<br><br>Se qualcuno riuscir&agrave; ad illuminarmi...mi farete un grosso favore.<br><br><br>Ciauz

dotting
30-07-2007, 16:08
Il valore più importante fatta salva la potabilit&agrave; è la durezza in gradi francesi.<br>Sei molto fortunato hai un&#39;acqua con 11,35° F quasi dolce, almeno l&#39;avessi io.<br>Vuoi un consiglio non fare niente, al massimo metti i filtri da quattro soldi, di cui ho messo le foto, ma giusto così per scrupolo.

memphis4
30-07-2007, 20:19
Ottimo, gi&agrave; questo mi rincuora... solo un&#39;ultima delucidazione: che rapporto c&#39;è fra il valore &quot;residuo fisso&quot; espresso in mg/l sulle bottiglie delle acque in commercio e i valori del pozzo che ho postato?<br><br>Nel senso, c&#39; è un qualcosa da quei dati per capire qual&#39; è il residuo fisso dell&#39;acqua che esce dal mio rubinetto e convertirli nella stessa unit&agrave; di misura (mg/l) per poter fare un paragone?<br><br>Grazie ancora

dotting
30-07-2007, 20:26
Ho l&#39;impressione che il valore di &quot;residuo fisso&quot; nell&#39;analisi della tua acqua non ci sia.<br>D&#39;altronde quell&#39;analisi è tipica delle acque imbottigliate.<br>Un link ad un sito che approfondisce la questione:<br><a href="http://www.matematicamente.it/informatica/ipertesti/benessere/acqua/curarsi.htm" target="_blank">http://www.matematicamente.it/informatica/...qua/curarsi.htm</a><br>saluti

diegodi
16-02-2008, 18:57
<br>Problema e consiglio.<br><br>Vivo in provincia di Brescia con acqua molto dura.<br>Unico obiettivo ridurre drasticamente la durezza &#33;<br><br>Che filtro montare e dove?

Mollier
16-02-2008, 22:14
Io uso questa per bere.<br><a href="http://www.bodyform.it/caraffe.htm" target="_blank">http://www.bodyform.it/caraffe.htm</a><br><br><br><a href="http://image.forumcommunity.it/1/9/2/6/2/4/9/1203196363.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d7ab585373d729504b31228b543240c7.jpg" alt=""></a>

depuratoriacqua
07-08-2012, 13:49
Problema e consiglio.

Vivo in provincia di Brescia con acqua molto dura.
Unico obiettivo ridurre drasticamente la durezza !

Che filtro montare e dove?

Per chi fosse interessato all'acquisto di un depuratore per l'acqua domestica, o (come te) semplicemente per richiedere un'analisi gratuita dell'acqua del proprio rubinetto può visitare questo sito: www.depuratoriacquadomestica.it (http://www.depuratoriacquadomestica.it)