PDA

Visualizza la versione completa : bilanci fotovoltaici



topolinus
13-12-2006, 11:49
ho letto discussioni simili a questa anche se in effetti il mio obbiettivo è una sintesi.<br>premetto che non ho competenze specifiche in materia di fotovoltaico. il mio scopo è quello di valutare il tempo di pareggio di un impianto, da un punto di vista economico, energetico e ambientale.<br><br>- per costruire un pannello fotovoltaico ci vuole energia e questa energia non necessariamente viene ricavata dal sole(con qualche eccezione ). da questo consegue che un pannello fotovoltaico appena acquistato ha un debito energetico e spesso un debito ecologico in termini di emissioni che impiegher&agrave; un certo tempo a bilanciare.<br><br>- il pannello ha inoltre un costo (devo dire molto elevato) e quindi chi lo compra fa un investimento che comincer&agrave; a fruttare dopo un certo periodo, quando cioè, l&#39;energi&agrave; prodotta avr&agrave; compensato la spesa necessaria per l&#39;acquisto.<br><br>- un impianto fotovoltaico, viene ad oggi scelto come investimento e quindi come ogni investimento, ha un rendimento teorico previsto. questo rendimento dovrebbe essere superiore a quello di un qualunque altro investimento e dovrebbe avere un rischio minore, così da rendere il fotovoltaico preferibile.(per il momento non tengo conto degli aspetti ecologici che sono evidenti)<br><br>- in italia ma anche e meglio in europa, l&#39;energi&agrave; prodotta da fotovoltaico viene pagata mediamente il triplo. questo è un artificio che migliora le prestazioni dell&#39;investimento. se questo artificio non ci fosse probabilmente un impianto non raggiungerebbe mai un pareggio.<br><br>i primi due punti sono stati calcolati in vario modo e con risultati anche parecchi diversi(anche in funzione della posizione geografica dell&#39;impianto). orientativamente si può dire che il primo punto dura circa 2-4 anni e il secondo circa 7-9 anni(correggetemi se sbaglio). a questi bisognerebbe aggiungere l&#39;eventuale impatto delle emissioni necessarie per produrlo.<br><br>a voi le considerazioni.

BrightingEyes
13-12-2006, 14:23
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (topolinus @ 13/12/2006, 11:49)</div><div id="quote" align="left">ho letto discussioni simili a questa anche se in effetti il mio obbiettivo è una sintesi...<br>...a voi le considerazioni.</div></div><br>Sinteticamente:<br><br>1) Il debito energetico dei pannelli FV è gi&agrave; ora ridottissimo. Nel caso dei pannelli thin-film anche minore. Trattandosi di tecnologia produttiva di energia inoltre è intuitivo che il debito non ci sarebbe del tutto in caso di pannelli costruiti con l&#39;energia fornita dai pannelli.<br><br>2) L&#39;investimento non è solo economico e non è solo interesse del privato. A parte le considerazioni sulla coscienza ecologica del singolo ci sarebbe sempre la questione della leva normativa e fiscale da usare. Nemmeno una marmitta catalitica ha tempi di rientro dell&#39;investimento bassi, se la sua adozione fosse abbandonata alla coscienza ecologista del singolo mi sa ne vedremmo poche. Incentivare o cooptare l&#39;adozione di panneli FV in precise situazioni (case unifamliari di nuova costruzione ad es.) per coprire almeno una parte dei consumi non sarebbe una bestemmia e sicuramente sarebbe più facilmente adottabile e controllabile di altre misure.<br><br>3) Il sistema delle tariffe incentivanti non è molto diverso dagli incentivi di ogni genere concessi a qualunque attivit&agrave; o quasi. Tra cui il supporto a fondo totalmente perduto a sostegno del reddito a molti. A differenza di molti altri però è un investimento per la comunit&agrave;. Infatti oltre a essere produttivo di energia pulita e di qualit&agrave;, è la strada maestra per creare la domanda di mercato necessaria al calo dei prezzi del FV per economia di scala. Se proprio si dovesse cominciare a tagliare comincerei da altre parti.<br><br>Inutile credo parlare delle prospettive (realistiche) di un FV a un quinto del costo attuale e della convenienza per tutti di ottenerlo.<br><br>Risultato: il sostegno al FV a mio parere è la migliore idea politica degli ultimi 30 anni. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f9e42ce2d269afb7c55d0323cfae23f6.gif" alt=":)"><br><br>

alby62
15-12-2006, 23:19
Per favore non andiamo a scopare l&#39;acqua del mare , o se volete spulciare le orecchie dagl&#39;acari.<br>nulla si crea senza energia , ma almeno i pv fv eolico te la ridanno,un pò + tardi che mai ,ma lo fanno altre fonti no perchè per produrla la consumano traendone solo una parte <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4f6e1a706fd115ef4201ba7b1a7c07d3.gif" alt=":)"> .

FernandoFast
20-12-2006, 08:25
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (alby62 @ 15/12/2006, 23:19)</div><div id="quote" align="left">Per favore non andiamo a scopare l&#39;acqua del mare , o se volete spulciare le orecchie dagl&#39;acari.<br>nulla si crea senza energia , ma almeno i pv fv eolico te la ridanno,un pò + tardi che mai ,ma lo fanno altre fonti no perchè per produrla la consumano traendone solo una parte <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f3dc8637a5c6ff7dcbade250603ed4c6.gif" alt=":)"> .</div></div><br>QUOTO al 100&#37;