PDA

Visualizza la versione completa : PETIZIONE X IL FOTOVOLTAICO



taote
08-01-2007, 22:16
<b>Partecipate alle petizioni e proponetene&#33; Facciamoci sentire&#33; Diffondete&#33;</b><br><br><br><u><i>Ai seguenti indirizzi:</i></u><br><br>Segreteria.ministro@attivitaproduttive.gov.it,segr .ufficiostampa@minambiente.it,PRODI_R@camera.it,PE CORARO_A@camera.it,LETTA_E@camera.it,BERSANI_P@cam era.it,Andris.Kesteris@ec.europa.eu,s.sircana@gove rno.it,stavros.dimas@ec.europa.eu,Neelie.Kroes@ec. europa.eu<br><br><i><b>OGGETTO:</b></i> Giù le mani dal fotovoltaico&#33;<br><br><i><u>TESTO:</u></i><br><br>In merito alla incentivazione della fonte solare fotovoltaica, abbiamo perso anche troppo tempo&#33;<br><br>Ribadiamo quanto segue:<br><br>- Tariffe incentivanti minime inferiori a 40 (quaranta) centesimi di Euro per ogni kWh (chilowattora) prodotto per mezzo della fonte solare fotovoltaica, pur sommate alle remunerazioni derivanti dal regime di scambio sul posto ovvero, secondo le vigenti norme, dalla vendita dell’energia alla rete, rappresenterebbero un gravissimo danno competitivo alla produzione del fotovoltaico in Italia rispetto al resto dell’Europa, e nei fatti una anti-economicit&agrave; delle installazioni.<br><br>- Sono quindi accettabili tariffe incentivanti minime non inferiori a 40 (quaranta) centesimi di Euro per ogni kWh (chilowattora) prodotto per mezzo della fonte solare fotovoltaica che, sommate alle ulteriori remunerazioni sopra menzionate, determinano una remunerazione minima intorno a 47 (quarantasette) centesimi di Euro per ogni kWh (chilowattora) prodotto, in linea con gli altri Paesi Europei, anche considerando l’estrema arretratezza del nostro Paese in termini di produzione interna di sistemi fotovoltaici.<br><br>- Deve essere garantito l' adegumento delle tariffe anno dopo anno secondo parametri Istat.<br><br>- Qualsiasi limite alla potenza cumulata ammissibile alle tariffe incentivanti sarebbe una contraddizione rispetto agli obiettivi di sviluppo delle fonti di energia rinnovabile, che debbono diventare in futuro tutta l’energia del nostro Paese, quindi non è ammissibile alcun tetto alle potenze cumulate ammissibili.<br><br>- Gli unici “limiti” ammissibili sono quelli relativi alla revisione delle tariffe ogni due anni per i nuovi impianti, e alla progressiva riduzione delle tariffe al crescere della taglia dei singoli impianti oltre 1 (un) MW di potenza nominale.<br><br>- Non sono parimenti comprensibili freni alla libera installazione degli impianti fotovoltaici, se non per strettissime ragioni paesaggistiche, in ovvia par condicio rispetto per esempio ai motori dei condizionatori e alle antenne paraboliche.<br><br>- Gli impianti su tetti piani non hanno ragione di avere restrizioni e penalizzazioni alla stregua degli impianti a terra.<br><br>- Nessun limite deve essere posto all'utilizzo di tecnologie alternative al silicio, quali film sottili, CIS, organici, a concentrazione, ecc.. sia x le Persone Fisiche che le Persone Giuridiche.<br><br>- Bisogna imporre l'obbligo, alle compagnie elettriche operanti nel libero mercato, di RAPPRESENTANZA del cliente finale x i contratti di scambio e vendita dell'energia (quindi non + mandati senza rappresentanza)<br><br><br>Se la legislazione non sar&agrave; adeguata alle richieste del settore, gli operatori si vedranno costretti a lavorare all'estero.<br><br><br>Nome e Cognome, Citt&agrave;<br><br><span class="edit">Edited by taote - 9/1/2007, 10:33</span>

senza futuro
09-01-2007, 00:52
Siccome mi sei &quot;simpatico&quot; ti spiego una cosa che penso potrebbe sembrare importante e pure a gratis &#33;&#33;.<br><br>Se tu mandi mail con l&#39; OGGETTO &quot;uccidete&quot; ti sei fregato con le TUE stesse mani...<br><br>I potenti programmi di ANTI SPAM che hanno a Roma . visto la mole di mail spazzatura e offensive che arrivano a quelle teste BLOCCANO TUTTO<br><br>Ecco perche&#39; tornano indietro o non vengono lette &#33;&#33;&#33;<br><br>Quindi ti consiglio di CAMBIARE le parole &quot;a rischio&quot; con paroline &quot;piu Dolci&quot; e consone allo stile &quot;richiesto&quot; da lor signori...<br><br>altrimenti perdi solo tempo e byte...<br><br>ha.. dimenticavo che..<br><br>chi ha gia&#39; mandato quella &quot;roba&quot; probabilmente si e&#39; &quot;fottuto&quot; da solo<br>nel senso che il suo indirizzo e&#39; stato &quot;blacklistato&quot; per cui ogniqualvolta tenta di inviare qualcosa ..<br>inesorabilemte finisce nella &quot;trash..&quot;<br><br>bye bye SPAMMATORI ...<br>la prossima volta ragionate da informatici e non da elettricisti &#33;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/086c61124b6a5898400c06a3adff0df2.gif" alt=":D">

taote
09-01-2007, 00:57
Grazie del consiglio, questo è solo l&#39;inizio della petizione, suggerimenti sono ben accetti e cambieremo strategia se necessario, mi sto informando su come organizzare una petizione on-line vera e propria.<br><br><br>CMQ I COMMENTI NEL POST &#39;FACCIAMOCI SENTIRE&#33;&#39;, PLEASE&#33;

Clorofillo
09-01-2007, 10:06
Confermo le parole di senzafuturo, infatti questo è il mnessaggio che mi è tornato indietro ...<br><br><b><span style="color:red">Your message<br><br> To: Segreteria.ministro@attivitaproduttive.gov.it;<br>segr.ufficiostampa@minambiente.it; PRODI_R@camera.it;<br>PECORARO_A@camera.it; LETTA_E@camera.it; BERSANI_P@camera.it;<br>Andris.Kesteris@ec.europa.eu; Sircana Silvio;<br>stavros.dimas@ec.europa.eu; Neelie.Kroes@ec.europa.eu<br> Subject: Spam: Non uccidete il fotovoltaico&#33;&#33;<br> Sent: Mon, 8 Jan 2007 10:18:40 +0100<br><br>was deleted without being read on Mon, 8 Jan 2007 17:55:13 +0100<br><br><br>__________________________________________________ _____<br>Messaggio analizzato e protetto da tecnologia antivirus<br><br>Servizio erogato dal sistema informativo della<br>Presidenza del Consiglio dei Ministri</span></b><br><br>CAMBIATE L'OGGETTO DELLA MAIL &#33;&#33;&#33;

taote
09-01-2007, 10:32
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Subject: Spam: Non uccidete il fotovoltaico&#33;&#33;</div></div><br>si probabilmente è questo il problema, cambio il soggetto.<br><br>che ne dite di <b>'Giù le mani dal fotovoltaico&#33;</b>' ?

Clorofillo
10-01-2007, 09:55
Quanti di voi hanno inviato le mail ai Governanti ?<br><br>Così la petizione non va&#33;<br><br>Risultiamo essere solo spammatori disorganizzati&#33;&#33;&#33;&#33; e di conseguenza censurati.

taote
10-01-2007, 14:50
ok, ci abbiamo provato e dobbiamo cambiare strategia.. intanto cambiamo l'<b>oggetto</b>, con parole che non vengono censurate.<br><br>sto cmq organizzando una vera e propria petizione on-line, della quale posterò il link.