PDA

Visualizza la versione completa : Spostati da: database veicoli elettrici



daitarn-3
21-02-2007, 14:00
<span style="font-family:Arial"></span><span style="font-size:14pt;line-height:100%"></span><span style="color:blue"></span>Salve a tutti. io sono nuovo di questo forum, ma per me parlare dei veicoli elettrici è gi&agrave; cosa vecchia, l&#39;innovazione della bici elettrica, o moto o auto che sia. Tanto il principio è sempre lo stesso, anzi, mentre adesso ti dicono che ci servono solo 3 ore per ricare all&#39;80&#37; le batterie con una spesa di circa 20 centesimi, come elettricista vi dico che è sufficiente accoppiare due piccoli motori elettrici, in modo tale che quando serve uno dei due si fa funzionare come dinamo o alternatore, per provvedere alla ricarica della batteria (un alternatore o dinamo è un semplice motore che sfrutta l&#39;energia meccanica per trasformarla in energia elettrica e il loro funzionamento è sempre reversibile). Se consideriamo poi che il primo veicolo elettrico è stato inventato addirittura prima del motore a ciclo 8, qualche perplessit&agrave; ci viene. A far da ciliegina sulla torta poi è lo sfruttamento del petrolio che andr&agrave; avanti fino a che l&#39;ultima goccia non sar&agrave; spremuta. La domanda che io rivolgo a questo forum e a chi ne fa parte è la seguente: L&#39;interesse per i veicoli elettrici è scaturita da un possibile risparmio economico oppure è mirata al rispetto per l&#39;ambiente? Non pretendo risposte da singoli perché tanto la verit&agrave; è sempre nel mezzo, ma la mia più che una domanda esplicit&agrave; è solo un modo per farvi riflettere sulla reale situazione.<br>Sono più di 100 anni che sono stati presentati progetti di veicoli elettrici, ma mai sono stati realizzati su larga scala per il consumatore, e schiaffo morale, quei pochi che ci sono costano una tombola. Perché? semplicemente per il fatto che c&#39;è ancora petrolio, e secondo una ricerca di scienziati, se ne troverebbe ancora molto sotto i ghiacciai dei poli. Ad oggi avrebbe un costo proibitivo trivellare sotto il ghiaccio, meglio aspettare che si sciolgano no?<br>Ma i nostri figli, i nostri nipoti, e le future generazioni cosa faranno? Interverranno prima per dire finalmente BASTA, oppure faranno come noi, che ci esaltiamo con qualche foto di costosissimi &quot;prototipi&quot;, che invece non sono altro che rimescolanze di vecchi progetti? La mia risposta è concreta. io dico no a questo schifo, anche quando quotidianamente assistiamo con gli incentivi statali per un&#39;euro 4 che poi alla fine non risolve il problema, ma tutt&#39;altro distoglie l&#39;interesse dal vero problema e ci fa spendere più soldi solo per circolare quando ci sono le targhe alterne. Di conseguenza neanche io da solo risolvo il problema, ma quanti la pensano come me su questo forum? Avrei piacere se qualcuno mi contattasse via mail: alessandro.caroli@tiscali.it.<br><br>Intendiamoci che non voglio accusare nessuno ne tantomeno puntare il dito, ma solamente trovare persone che come me non intendono le vetture elettriche come alternativa, ma come propria ragione di cambiamento.<br><br>In proposito sto cercando anche materiale di scambio sempre inerente i veicoli elettrici e vi invito a visitare il sito della wikipedia dove troverete molte cose interessanti <a href="http://it.wikipedia.org/wiki/Auto_elettrica#Storia_dell.27auto_elettrica" target="_blank">http://it.wikipedia.org/wiki/Auto_elettric...7auto_elettrica</a><br><br>Con questo ho per il momento concluso e spero di non aver creato disappunti o problemi a chi non la pensa esattamente come me.<br>Un saluto

gattmes
21-02-2007, 14:40
Ciao e benvenuto.<br>Il tuo post è molto interessante e argomentato. Considerato però anche il fatto che questo 3D dovrebbe essere solo un &quot;database di veicoli&quot;, quindi liberato da discussioni sull&#39;argomento, era meglio aprire una discussione a parte, dove poter liberamente sviluppare la cosa, visto anche l&#39;importanza del pensiero espresso. Altrimenti gli argomenti si &quot;ombreggiano&quot; a vicenda<br>Quindi direi che a breve (lo lascio qua temporaneamente) conviene spostarlo.<br><br>Solo una piccola parentesi:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">come elettricista vi dico che è sufficiente accoppiare due piccoli motori elettrici, in modo tale che quando serve uno dei due si fa funzionare come dinamo o alternatore</div></div><br>..non ho ben compreso cosa intendi. Ho pensato le seguenti:<br><br>1)intendi usare uno come motore (che scarica la bat) mentre l&#39;altro lo usi come dinamo (carica la bat) contemporaneamente?<br>In tal caso esistono dei rendimenti (è gia stato spiegato più volte) e quindi se il primo consuma 100 di elettricit&agrave;, rende 80 (supponendo 80&#37; di rendimento) come forza meccanica e se il secondo prende 80 come forza meccanica (sto gi&agrave; dicendo che il veicolo non può muoversi perchè tutta la forza generata è assorbita dalla dinamo) ne ri.-render&agrave; 64 alla batteria. Quindi si &quot;fumano&quot; 36 senza far niente.. (il veicolo è fermo) .. per la legge che nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma (ma non a costo &quot;zero&quot;)<br><br>2) intendi dire che per ricaricare &quot;spingi&quot; il veicolo usando il secondo motore come dinamo (oppure &quot;recuperi&quot; in discesa o in frenata)?<br>In questo caso si può usare direttamente il primo motore, evitando il peso, l&#39;ingombro e il costo del secondo e dell&#39;elettronica di gestione relativa.<br><br>3)...... ?

daitarn-3
22-02-2007, 12:20
X gattmes<br><br>Ho appena letto la tua mail di notifica e sinceramente chiedo scusa per l&#39;errore ma non sono pratico di forum , ma sono sufficientemente deluso dal sistema di sviluppo delle tecnologie che in Italia in particolar modo, non sono retrograde affatto, ma sono bensì datate. Mi spiego. Una tecnologia, per avere dei margini di guadagno soddisfacenti al suo sviluppo, deve avere un mercato e questo deve durare sufficientemente per ricoprire tutte le spese e lo sviluppo della societ&agrave;, di pari passo si sviluppano anche tecnologie alternative o equiparate, ma disponibili solo per il futuro.<br>Per quanto riguarda la tua perplessit&agrave; riguardo l&#39;utilizzo di due piccoli motori reversibili o uno solo ma con una duplice funzione, la risposta è multipla. Sappiamo tutti che un motore elettrico, utillizza energia elettrica per trasformarla in un altra energia, meccanica o cinetica, da qui nasce il fattore di rendimento, ma senza considerare eventuali organi meccanici di movimento. Allora la risposta diventa ancora più complessa. Maggiori sono le perdite di carico, minore sar&agrave; il rendimento del motore, ecco perché alcuni motori sono direttamente accoppiati all&#39;organo di movimento, ma se la struttura del motore impedisce sia le perdite di carico, sia l&#39;energia termica prodotta, perché come tutti sappiamo anche un motore elettrico trasforma una piccola quantit&agrave; di energia elettrica in energia termica, le perdite saranno minori a pariit&agrave; di utilizzatori. Se poi consideriamo anche la pesantezza degli organi di trasmissione, satelliti, planetari, cinghie, corone, pignoni (le cosiddette masse rotanti) e si sviluppassero materiali ancora più leggeri e durevoli (come ad esempio, ergal, alluminio, titanio) il motore fatica ancora meno. Abbinato ad un sistema di recupero dell&#39;energia, come ad esempio i freni o ad un&#39;altro sistema, che ora non posso rendere noto, l&#39;energia viene prodotta anche semplicemente rimanendo fermo il veicolo. La forza di gravit&agrave; è energia statica per l&#39;appunto; quindi, nulla si crea ne si distrugge ma si trasforma.<br>Le tecnologie attuali, consentono di avere valori accettabili per le esigenze attuali, ma qui stiamo parlando di un futuro che entro i prossimi cento anni, e non sono poi così lontani, si scioglieranno interi ghiacciai che hanno impiegato anche migliaia di anni per formarsi.<br>Ora, la mia ipotesi non si può considerare concreta in quanto non posso realizzarla ma solo per mancanza di fondi. Non ricerco assolutamente fondi o soldi, anzi, in passato ho cercato collaboratori per la realizzazione di un progetto che poi mi è stato letteralmente rifiutato perché, anche se semplice nella sua realizzazione, avrebbe messo in difficolt&agrave; &quot;qualcuno&quot;. Da allora non posso e non voglio pestare i piedi a nessuno, ma ricerco coesione e spirito associativo per cercare di evidenziare il problemi alla maggioranza della popolazione. Non ritenermi ne un inventore ne altro, non lo sono.<br>Presto creerò un mio sito dove ci sar&agrave; anche un piccolo forum, ma solo se avrò la concretezza che la gente sia disposta a cambiare le cose, e non soltanto per perdere tempo ad eccitarsi per un prototipo costosissimo e solo alla portata dei più ricchi.<br>Coesione, è questo che vorrei trovare nelle persone che incontro, affrontare i problemi e non semplicemente parlarne,.<br>Momentaneamente ti ringrazio per la tua mail di conferma, spero di essere stato esaustivo nei tuoi confronti e se avrai qualche dubbio in proposito o altre domande da farmi, sai il mio indirizzo mail.<br>Non esitare a rispondermi. Voglio farti omaggio di un motto che un giorno una persona mi disse &quot;Il miglior modo per apprezzare le cose è guadagnarsele&quot;. Ciao.<br><br>Daitarn-3

gattmes
22-02-2007, 18:04
Ciao<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">non sono pratico di forum</div></div><br>..nessuno nasce &quot;imparato&quot;.... per aprire una nuova discu nella sez che stai visualizzando, invece di &quot;rispondi&quot;, clicca (in alto o in basso) &quot;nuova disc.&quot;<br>Ti viene chiesto un titolo (e un sottotitolo facoltativo).<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Una tecnologia, per avere dei margini di guadagno...</div></div><br>Non ci piove, in generale..<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Sappiamo tutti che un motore elettrico, utillizza energia elettrica per trasformarla in un altra energia... [omss] ...<br><b>ecco perché alcuni motori sono direttamente accoppiati all&#39;organo di movimento</b></div></div><br>ovvero come sullo scooter Roller o EVT (o... ) ad esempio...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Abbinato ad un sistema di recupero dell&#39;energia, come ad esempio i freni o ad un&#39;altro sistema</div></div><br>..vedi Prius ad esempio<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">..o ad un&#39;altro sistema, che ora non posso rendere noto, l&#39;energia viene prodotta anche semplicemente rimanendo fermo il veicolo....</div></div><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2c9efb10ae536fd0656c1d2193c4f6a8.gif" alt=":alienff:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2c9efb10ae536fd0656c1d2193c4f6a8.gif" alt=":alienff:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1525f78a6bba20dd4d40fd49a9158f3f.gif" alt=":ph34r:"> mhhhhhh sa di Farad.....ay....<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">...realizzarla ma solo per mancanza di fondi...</div></div><br>Consiglio: taglia (dei) costi e avrai (dei) fondi... (me io medesimo fasso mucho così...)<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Il miglior modo per apprezzare le cose è guadagnarsele</div></div><br>Gia.... un anche aiutati che Dio ti aiuta...<br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9ecd4de127a1b2ba6a818175684ac9d5.gif" alt="&lt;_&lt;">