Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 8 12345678 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 148

Discussione: biodiesel dalle alghe

  1. #1
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Salve ragazzi, so bene ke già se n'è parlato in questo forum...

    ma continuo ancora a nn capire bene il processo...

    partiamo dal principio:

    - preleviamo dell'acqua che presenta micro alghe come il diatom Phaeodactylum tricornutum (Bacillariophyceae) o il Botryococcus braunii BBG-1;

    - versiamo in un recipiente quest'acqua assieme a del concime a base d zolfo (o della ammoniaca);

    - manteniamo il recipiente per circa una settimana esposti alla luce (meglio se 24 ore su 24) e nel frattempo insufliamo all'interno del recipiente della CO2;

    - dopo una settimana scoliamo le alghe prodotte e le spremiamo raccogliendo il succo in un secondo recipiente;

    - facciamo fermentare il succo con del lievito x panificazione per circa una settimana;

    ed abbiamo ottenuto il nostro biodiesel!!!


    ditemi se ho sbagliato!!! devo ammettere ke questa "ricetta" mi sa un pò d incompleta... sn sicuro d aver dimenticato qualcosa!!!

    voi ke dite?!?!? :wacko:

  2. #2
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai dimenticato un passaggio....dopo la lievitazione devi infornare a 300C° diversamente l'impasto si acida.
    Quando sforni dai pure una spruzzata superficiale di farina...

    ciao

  3. #3
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    SGF fai il bravo.... :P

    Brianx78, ti dico solamente che non è sempre facile fare crescere le alghe....

  4. #4
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ci mancherebbe... + ke altro volevo capire se ho capito quanto ho studiato, oppure se avevo saltato qualche passaggio....

    so bene ke x fare delle prove del genere necessitano delle apparecchiature adeguate, tra cui microscopi elettronici, ambienti idonei alla giusta proliferazione, nonchè la dovuta conoscenza d questi organismi....

    il mio è + ke altro, un motivo d conoscenza...

    quindi se qualcuno sa dirmi se ho seguito la giusta strada, gli sarei molto grato! grazie a priori!


    ps: SGF l'ho appena sfornato, se vuoi te ne invio un pezzo, così mi dici se t piace com'è d sale! :woot:

  5. #5
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE
    ps: SGF l'ho appena sfornato, se vuoi te ne invio un pezzo, così mi dici se t piace com'è d sale!

    Alghe al fornoo...saranno buone, spero...

    Non so se quel tipo di alghe sono figlie della gallina bianca, ma quelle comuni non sono per niente schizzinose, in un mio vascone ad uso agricolo crescono di brutto...ho dovuto metterci dentro 4 carpe per mangiarle, altrimenti tappano le tubazzioni.

    ciao

  6. #6
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    cos'è? provi a fare una coltura x il biodiesel?!?


    in tal caso, puoi dirmi se i passaggi ke ho scritto sn corretti? se così fosse, significherebbe ke in tutti questi anni c hanno preso in giro col petrolio...!!!

  7. #7

    User Info Menu

    Predefinito

    lievito ? infornare ? etc etc....

    mà......

    dopo aver ottenuto l'olio per spremitura, o estrazione con solventi (non mi sono mai posto il problema) andrebbe decantato, filtrato e poi sottoposto a transesterificazione che è un tantino differente dalla "lievitazione" o dalla "fermentazione"

    Odisseo

  8. #8
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    insomma nulla d impossibile...

    dopo tutto la transerificazione avviene in ambiente alcalino con alcool metilico...

    è lo steso identico processo ke si utilizza x l'olio d colza!!!

    allora la mia teoria è corretta: c prendono in giro!!!

    grazie, volevo sapere solo questo!!

  9. #9
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    sono proprio curioso... ma qualcuno può darmi qualche dritta x provare a coltivare le alghe?!?

    SGF, tu hai detto d possederne un vascone pieno... come hai fatto a farle proliferare?!

  10. #10
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    far proliferare le alghe in ambiente artificiale non è difficile, hai presente un acquario senza pesci tenuto con l'acqua ferma per qualche giorno? si riempie di alghe sulle pareti e tutte le superfici immerse.
    basta che sia in posizione illuminata e il gioci è fatto, però per produrre una quantità sufficiente di alghe per estrarre della sostanza oleosa per la prova, hai bisogno di un bel pò di superficie da imbrattare. :sick:

  11. #11
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao,
    soprattutto, per fini dell'estrazione degli olii, devi avere alghe ad alta percentuale di olio, almeno il 40% sulla sostanza secca altrimenti... ai voglia a superficie!

    Per il resto luce, CO2 e azoto... principalmente.

    Su internet trovi comunque moltissime info eni siti di microbiologia.

    Ciao.
    Roy

  12. #12
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ...davvero interessante...

    mi è parso d capire ke l'azoto può essere ottenuto anke mettendo in acqua piccole percentuali di ammoniaca...

    correggetemi se sbaglio!!! :blink: in caso negatico, come posso ottenerlo? attraverso concime agricolo di tipo chimico?

    sapete darmi una dritta sul nome di alcune alghe ke presentano tali caratteristiche? (in modo poi d documentarmi poi su internet!)


    sapete: ho iniziato solo x cultura generale ed ora inizio ad appassionarmi!!! ;)

    ... un pò come quando ho trasformato il mio go-kart da benzina in alcool etilico!!! :B):

    Edited by bryanx78 - 6/3/2008, 18:22

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    non mettere ammoniaca.. che è alcalina e potrbbe dare problemi. la fonte di azoto deriva direttamante dall'aria comegas disciolto se hai un buon ricrcolo (l'aria contiene il 78 % di azoto) oppure se preferisci per via chimica aggiungi nitrati (urea o tropicote "calcio nitrato" )facilmete reperibili a circa 0,30 euro/kg nei consorzi agrari.

  14. #14
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    quindi in definitiva basterebbe mettere 2 tubicini all'interno del recipiente con il fitoplacton che insuflano aria e co2!!

    potrei usare un ossigenatore per insuflare l'aria e un recipiente dove fermenta zucchero per ottenere la co2!!!

    ovviamente mantenendo il tutto a contatto con la luce 24 ore su 24!!!


    dite ke vada bene questa strada?!?! :huh:

  15. #15
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma che luce usi??

  16. #16
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (RonnyRenneR @ 9/3/2008, 17:32)
    Ma che luce usi??

    pensavo di utilizzare delle lampade al neon (36 W)


    magari con un interruttore con timer x attivarle nelle ore notturne!

  17. #17
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    mà.. è il solito giochino.. se trasformi energia elettrica in chimica, poi l'energia chimica in calore per poi riconvertrla in energia elettrica ..Dov'è il vantaggio?
    in'oltre non vorrei dir cavolate, ma se non ricordo male le pante hanno bisogno di un periodo di buio per il corretto ciclo biologico.

  18. #18
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (follenergia @ 11/3/2008, 19:27)
    mà.. è il solito giochino.. se trasformi energia elettrica in chimica, poi l'energia chimica in calore per poi riconvertrla in energia elettrica ..Dov'è il vantaggio?
    in'oltre non vorrei dir cavolate, ma se non ricordo male le pante hanno bisogno di un periodo di buio per il corretto ciclo biologico.

    nn capisco dove sta la perdita?! puoi benissimo nn mettere energia artificiale e aspettare un giorno d + usando solo la luce del sole! basta infatti anche luce nn diretta, anke in giorni di cattivo tempo è possiblie attivare la fotosintesi!! così compensi al periodo d buoi (che tu sostieni c voglia) e contemporaneamente risparmi quell'energia elettrica altrimenti utiizzata!

  19. #19
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ok.. l'importante è non ottenere la fotosintesi dall'energia elettrica. la perdita stà li.. se utilizzi la fonte solare il ragionamento non fa una grinza.. il pannello solare converte il 20-23 % di energia radiente in elettrica, il biologico (piante) supera abbondantemente il 40% .. e costa decisamente meno.

  20. #20
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    In effetti, se x produrre devo spendere in energia + d quanto produco... tanto vale stare a guardare!!
    Sarebbe solo un costoso divertimento!!! :P

    Cmq sia, mi sono messo all'opera: ieri ho ordinato le alghe all'indirizzo:

    http://www.thereefer.it/shop/product_info....products_id=386

    come ho letto in un'altra discussione... si tratta di Nanochloropsis...

    mi sembra di aver letto ke questo tipo d alga attecchisce sia in acque salate ke dolci.... e corretto o sbagliato??!!

  21. RAD
Pagina 1 di 8 12345678 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •