erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 21 a 38 su 38

Discussione: modulazione e temperature alte acqua radiatori

  1. #21
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito



    [QUOTE=plasok;119016363]
    Quote Originariamente inviata da cmadini Visualizza il messaggio


    Pensa se cambi pellet,... che fai chiami il tecnico nuovamente?:
    Pert questo le tanto viterate austriache risolvono il problema con la sonda lambda e si adattano continuamente al mutare dell condizioni.

    Ciao
    Alex

  2. #22
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    x BEPPO 1972
    Anch'io ho una idrostufa a pellet da pochi mesi ed ho avuto problemi. Tre questi, ho avuto difficoltà a raggiungere la temperatura impostata (65°C), raggiungendo temperature nell'ambiente di 20°C che poi saliva oltre, costringendomi a spegnere la stufa. Premesso che non ho modificato i parametri originali del fornitore, ho iniziato a regolare le valvole termostatiche dei caloriferi, allo scopo di avere la temperatura più adeguata nei vari locali di casa. Di fatto operando così ho ridotto la portata globale del flusso di acqua della pompa dell'impianto di riscaldamento e quindi minor richiesta di energia termica (NB questa pompa serve esclusivamente la circolazione nei caloriferi). La conseguenza è stata che la temperatura dell'acqua nella caldaia di 65°C da me impostata veniva raggiunta più velocemente; successivamente la fiamma continuava regolare, di bassa intensità mentre la temperatura dell'acqua della caldaia rimaneva pressochè sul valore di 65°C. Sbalzi in alto ( 68-70°C) avvenivano quando la caldaia andava in "pulizia" in quanto aumentava la fiamma. A pulizia terminata, la fiamma riprendeva debole mentre la temperatura si riportava sui 65°C.
    Conclusione : in casa non ho sbalzi di temperatura e non sono costretto a spegnere la stufa, salvo ovviamente quando lo ritengo opportuno.
    NB la mia idrostufa prevede che superando di +5°C la temperatura impostata dell'acqua, si fermi l'alimentazione del pellet e riprenda al raggiungimento della temperatura impostata (di fatto anche dopo una decina di minuti).
    Ciao.

  3. #23
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Allora...... stamani ho fatto qualche ricerca ed ho visto che per entrare nel menu servizio tecnico serve la chiave d'accesso (che mi farò dare dal cat visto che se la caldaia è mia almeno posso entrare nei menu).......quindi non ho potuto regolare un bel niente, per il discorso fermo carico pellet se non ho capito male dovrebbe essere la funzione stand by impostabile da menu, che fermerebbe la caldaia al raggiungimento della temperatura acqua o della temperatura ambiente in casa.
    Questa cosa comunque mi rassegno a farla vedere al tecnico quando viene, che però di sicuro dovrà spiegarmi parecchie cose perchè giustamente non posso chiamare il tecnico tutte le volte che devo regolare una (passatemi il termine) ca**ata di regolazione.
    Di sicuro in modulazione dovrebbe passare più tempo fra una mandata della coclea e la successiva (8 secondi mi sembrano davvero pochi) così da risparmiare di più.

  4. #24
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    visto che ci sono lo chiedo qui se qualcuno lo sa provo.........sapete il codice a due cifre per entrare nel menu tecnico delle caldaie laminox?

  5. #25
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    x beppo1972
    premessa : sono un tecnico, ma non del settore idrostufe. Per fare quello che hai intenzione, occorre il manuale completo dell'automazione del sistema. Dubito che te lo diano, e dubito che lo conosca a fondo anche il Tecnico AUTORIZZATO ad accedere al menu a lui riservato. Aggiungo che se varierai alcuni parametri senza conoscerne dettagliatamente cosa comandano e/o regolano rischi di fare un disastro. Se poi non conosci il settaggio originale della macchina puoi avere una macchina che non funziona bene. Le variazioni del settaggio delle portate combustibile/comburente vanno comunque fatte secondo le indicazioni del costruttore; non credere di poterle fare "ad occhio".
    Mi meraviglia che le istruzioni della tua idrostufa non siano sufficienti per poter disporre di una regolare marcia dell'idrostufa stessa.
    Le istruzioni della mia idrostufa (lucrezia Extraflame) sono molto povere e lacunose, ma sufficienti per una marcia decente.
    Ciao.

  6. #26
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    x pietroartemio
    il manuale della caldaia purtroppo ti permette solo di variare temperatura acqua radiatori e altre cosette, ma non spiega tutti i parametri di tempi coclea pellet, fumi, ritardi vari ecc...
    Di sicuro aspetto quindi il tecnico per vedere le variazioni che farà ed eventualmente chiederò a lui spiegazioni se voglio variare la mandata del pellet e l'aspirazione in relazione a questo.
    Ti do ragione del fatto che è bene che tali parametri li faccia controllare al tecnico, che però a differenza di quello che pensi tu essendo un cat DEVE conoscere a fondo la macchina e le sue regolazioni, anche perchè la ditta manda questi tecnici per effettuare le messe a punto delle proprie caldaie.
    Il mio discorso era solo che sono quasi sicuro che la potenza al minimo della mia caldaia al minimo e cioè in modulazione risulta essere troppo alta (quindi troppo pellet e aspirazione) per il fatto che anche al minimo la temperatura dell'acqua sale anche di 10-12° rispetto a quella impostata.
    Vorrei solo poter allungare le pause della coclea che manda il pellet in modulazione (con relativa variazione dell'aspirazione) per dare meno potenza, ma anche meno consumo, anche se quest'ultimo credo sia a livelli molto molto buoni per me che arrivo da una caldaia a gpl.

  7. #27
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Io invece ho il problema inverso di beppo. Quando la stufa arriva in modulazione, il cronotermostato non chiama, i circolatori spenti, ma con la pompa in dotazione della caldaia accesa, la temperatura scende ugualmente, meno velocemente logicamente di quando l'impianto è in chiamata, ma consuma in maniera importante, infatti la metà dei radiatori sono caldi, altri tiepidi e altri freddi. Così favendo mi ritrovo una temperatura in casa di 21 gradi, cronotermostoto non in chiamata e la caldaia che non mantiene il mantenimento (scusate il gioco di parole). Non so come potrei procedere....

  8. #28
    ale62
    Ospite

    Predefinito

    tutto normale!!!!!!!!!!!!! la caldaia va in mantenimento e senza aria comburente continua a bruciare, la canna fumaria tira e il pelletes si accende e piano piano l'h2o in caldaia si alza di temperatura!la porta a 3 0 5 gradi dipende dal tempo :bassa o alta pressione, il tiraggio lo regola il tempo non noi.....

  9. #29
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    x beppo 1972
    Con la mia lucrezia, dopo il raggiungimento della t impostata (65°C), ho una combustione buona e regolare : solamente quando effettua il ciclo di pulizia mi andava , alcune volte sopra i 70°C per cui si fermava e quindi si riavviava tutto automaticamente. Questo con una potenza impostata di 3 (3 su un max di 5). Leggendo le istruzioni, ho abbassato la portata del pellet a -15% rispetto a quello programmato dal Costruttore. Questa modifica l'ho effettuata il 2 gennaio. Ad oggi non è più successo di superare i 70°C durante la pulizia caldaia. Nota che, ad occhio, lo sviluppo della fiamma si è abbassata.
    Ciao.

  10. #30
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pietroartemio Visualizza il messaggio
    x beppo 1972
    Con la mia lucrezia, dopo il raggiungimento della t impostata (65°C), ho una combustione buona e regolare : solamente quando effettua il ciclo di pulizia mi andava , alcune volte sopra i 70°C per cui si fermava e quindi si riavviava tutto automaticamente. Questo con una potenza impostata di 3 (3 su un max di 5). Leggendo le istruzioni, ho abbassato la portata del pellet a -15% rispetto a quello programmato dal Costruttore. Questa modifica l'ho effettuata il 2 gennaio. Ad oggi non è più successo di superare i 70°C durante la pulizia caldaia. Nota che, ad occhio, lo sviluppo della fiamma si è abbassata.
    Ciao.
    Finalmente domani dovrebbe venire il tecnico così spiegherò a lui la situazione che già per telefono ha capito e vedo cosa combina, perchè a parte il problema di alzare in modulazione la T, la caldaia va molto bene.

  11. #31
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    x beppo 1972
    Come è andata a finire ?
    grazie. Ciao

  12. #32
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Allora, in pratica il cat ha detto di abilitare la funzione standby in modo che quando la caldaia raggiunge la temperatura impostata sul termostato in casa lei si mette appunto in questa modalità.....dopo 1 ora se la temperatura non lo richiede la caldaia si spenge e riparte quando il termostato in casa lo richiede.
    Esempio:
    Temperatura impostata sul termostato = 18°
    Temperatura impostata sulla caldaia per l'acqua = 65°
    La caldaia lavora per raggiungere la temperatura del termostato andando in modulazione quando si raggiunge la temperatura di 65° per l'acqua.
    Arrivati a 18° in casa la caldaia si pone nella condizione di stand-by e se la temperatura in casa non scende dopo 1 ora la caldaia si spenge.
    Sarebbe tutto molto bello se non fosse che purtroppo la temperatura comunque anche oggi impostandola a 65° è comunque salita fino a 78°
    Ho parlato con la ditta direttamente e per prima cosa ho impostato una potenza di 1 e lunedì davanti alla caldaia proveremo a lavorare sui valori di taratura perchè probabilmente essendo sempre troppo alta la fiamma anche in modulazione si presume che ci siano dei valori comunque da abbassare.
    Se questo non basta si metterà la caldaia in modalità stand-by ma sulla temperatura acqua cosicchè se imposto 65° e dopo 1 ora non si scende la caldaia si spenge.
    Così facendo però si avranno più accensioni durante la giornata e quindi più rotture di ******** a dover pulire meglio il braciere.
    Io ho fiducia che con le dovute regolazioni si possa già risolvere......vedremo lunedì.
    Aggiungo che uno dei problemi principali della temperatura alta non è la temperatura di per sè (scusate il gioco di parole), ma il fatto che quando fermo la caldaia e magari la accendo dopo 4-5 ore mi ritrovo un forte abbassamento di pressione nell'impianto che spesso mi manda la caldaia in allarme e devo ridare manualmente acqua all'impianto.
    Questo problema non mi si pone se tengo una temperatura di esercizio intorno a 60-65°..........non so perchè mi succeda questo, anche perchè la pressione rimane costante sia quando la caldaia lavora (pressione fissa su 2.1), oppure quando è spenta e dopo l'aggiunta di acqua sta ferma su 1 bar (se io riempio fino a 1 bar).
    Da questo posso dedurre che non ho perdite, e può darsi che invece con l'alta temperatura mi si provoca una sorta di dilatazione che mi può creare una piccolissima perdita nel raffreddamento..........misteri della termodinamica.
    Se continuo di questo passo mi daranno il nobel ad honorem per la termoidraulica

  13. #33
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    x beppo1972
    grazie per i chiarimenti.
    1) se ti è di aiuto ti riferisco quanto mi è successo con la mia idrostufa i primi tempi, circa la questione pressione. Nei primi giorni di esercizio è capitato che la pressione salisse a valori di circa 2 atm (nb all'uscita delle tubazioni dell'idrostufa dispongo di pressostati e termometri) e si bloccasse il tutto automaticamente : insomma quanto la t raggiungeva i 65-70°C la pressione originale (il valore del manometro prima di accendere l'idrostufa) saliva a valori alti. Ho risolto questo inconveniente aggiungendo un vaso di espansione e ritarandoli, in modo da essere sicuro che la loro pressione potesse consentire di assorbire l'aumento della pressione del circuito di riscaldamento ( aumento fisiologico !).
    2) al momento non dispongo del cronotermostato collegato all'idrostufa. Lo installerò appena possibile. Però la mia idrostufa va in stand-by quando raggiungo la t dell'acqua preimpostata : è uno spettacolo vedere una fiammella che riesce a mantenere l'acqua del circuito alla temperatura impostata. Nota che i termostati sui caloriferi li impostati in modo di avere la temperatura di singoli ambienti al valore da me desiderato. Il controllo di tutto il sistema è così preciso che provando ad aumentare la temperatura di un ambiente girando la manopola del termostato sul calorifero, dopo pochi secondi la fiamma dell'idrostufa aumenta.
    3) conclusione : il termostato che metterò lo userà esclusivamente per l'accensione e spegnimento dell'idrostufa e non anche per la regolazione della temperatura ambiente.
    4) non capisco perchè la temperatura della tua caldaia sale fino a 78°C quando hai impostato i 65°C. Il manuale della LUCREZIA mi dice che la temperatura della caldaia non deve superare di 5°C quella impostata. A me è capitato che la superasse : sono intervenuto in due modi : 1°) abbassando la potenza di esercizio da 5(max) a 3 e 2) abbassando la portata del caricamento pellet al valore di -15% rispetto al valore di fabbrica. (operazione per cui l'utente è abilitato).
    Ciao

  14. #34
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pietroartemio Visualizza il messaggio
    4) non capisco perchè la temperatura della tua caldaia sale fino a 78°C quando hai impostato i 65°C. Il manuale della LUCREZIA mi dice che la temperatura della caldaia non deve superare di 5°C quella impostata. A me è capitato che la superasse : sono intervenuto in due modi : 1°) abbassando la potenza di esercizio da 5(max) a 3 e 2) abbassando la portata del caricamento pellet al valore di -15% rispetto al valore di fabbrica. (operazione per cui l'utente è abilitato).
    Ciao
    Ti ringrazio anch'io del chiarimento, da quanto mi hanno detto alla Laminox, ho subito diminuito la potenza portandola ad 1 cosa che già ho visto ieri sera mi ha giovato in quanto la temperatura superava il valore impostato di circa 8-10° e basta, inoltre lunedì per telefono mi daranno di sicuro dei valori da diminuire per la portata pellet al minimo.
    Il problema è che per inserire questi valori serve entrare nel menu tecnico che di solito ci lavorano i tecnici cat, ma lunedì vedrò di sistemare direttamente per telefono, con il tecnico di loro direttamente.
    Ciao un saluto

  15. #35
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da cmadini Visualizza il messaggio
    Ciao Beppo1972. Io sinceramente non ci provo neanche a modificarli, visto che i parametri hanno sigle incomprensibili (f2, a5, ecc) e quindi capire a cosa corrispondono è un'impresa. Non vorrei peggiorare la situazione. Ciao.
    Lascia perdere quelle sigle incomprensibili (per noi inesperti) e limitati al parametro A9 dal menu UT09.
    Questo è ciò che sto imparando dai vari forum.
    Cordiali Saluti

  16. #36
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Laminox idro 34 Caldera

    Quote Originariamente inviata da beppo1972 Visualizza il messaggio
    A 5 è il valore impostabile della potenza, il esto dei parametri non li ho tocati aspetto il cat per fare tarature finali, solo che la temperatura mi sembra che rimanga alta forse perchè mi viene mandato pellet ogni 8 secondi anche in modulazione ed evidentemente tale valore non va bene
    Qualcuno può darmi un consiglio per la mia Laminox 34? Raggiunge la temperatura impostata e va in modulazione come dovrebbe ma l'acqua non é bollente secondo me, i termosifoni non sono caldissimi anche se ho impostato la temperatura a 70 G.. toccando la pompa con la mano dovrei scottarmi invece non succede nulla. Aiutatemi

  17. #37
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve ragazzi scusate ma sono nuovo e non so usare il forum.... Ma è normale che la mia d'alessandro csi20 una volta raggiunta la temperatura di 65gradi si spegne.... Il problema che se non attacca la pompa di ricircolo per i termosifoni è vado a controllare la temperatura dopo un po' e salita quasi a 90?

  18. #38
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    .. certo che se la caldaia parte e il circolatore del riscaldamento è spento perchè magari il TA non chiama, è normale che vada in spegnimento.. probabilmente non hai un puffer che ti annullerebbe il problema..
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  19. RAD
Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. Radiatori ad acqua
    Da elcaracol nel forum In Casa
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 19-05-2009, 00:39
  2. Stabilità alle alte temperature dei fluidi per OCR
    Da hot_coil nel forum MOTORI A COMBUSTIONE ESTERNA
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 02-11-2008, 14:55
  3. Batterie litio alte prestazioni
    Da Merlino nel forum Pile e Batterie (generico)
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 16-06-2008, 10:55
  4. kart elettrico (alte prestazioni)
    Da hrodebert nel forum Categoria M1 (es. auto trasformate eletriche)
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 08-05-2008, 16:26

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •