erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  2
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 1 di 4 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 66

Discussione: Anti-calcare elettronico per ACS.

  1. #1
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito Anti-calcare elettronico per ACS.



    Stufo di riempire di polifosfati il mio dosatore proporzionale ...... mi sono comprato ed installato uno di questi marchingegni:


    Allegato 45243

    Chiaramente il prezzo "italiano era pazzesco (499 euro!) mentre all' estero l'ho pagato un centone!

    Non so se funziona davvero, vedremo con il tempo, ma alla fine forse è meglio che bere polifosfati, bastano ed avanzano quelli che mettono nei salumi !!

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma tu prelevi l'acqua per bere dalla linea acs?
    Come funziona questo apparecchio?

  3. #3
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    .... no! Ma le donne di casa spesso usano acqua calda per la preparazione del cibo (minestre, bolliti, pasta!), cioè i polifosfati te li ritrovi un po' dappertutto, anche se i quantitativi sono minimi!

    Comunque le spiegazioni le trovi qui, sempre che tutto quello che dicono sia vero!!!!


    Come funziona

  4. #4
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti...

    Scresan che fai??? Ci dai lo zuccherino senza spiegare niente.....

    Spiega bene che diavoleria è, ovviamente con annesso link del centone, coraggio!!!

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  5. #5
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    .... Renato, io ho messo le mani avanti!! Questi promettono mari e monti, magari il centone l'ho buttato. Immagino servano almeno 6-7 mesi per verificare il buon funzionamento.

    A pelle le donne di casa dicono che i lavelli rimangono già meno opachi dopo che l' acqua si asciuga, ma potrebbe essere un effetto placebo! Vedremo la situazione nei tubi .....

    Ieri ho dovuto sostituire una valvola di non ritorno sul ricircolo dell' acs e devo dire che i polifosfati funzionano dato che dopo 5 anni non ho trovato i gr di calcare neppure dentro la VNR a clapè !

    Per i prezzi .... basta cercare su ebay.de et voilà i prezzi calano incredibilmente! inoltre da buon utilizzatore di ebay avevo dei buoni da utilizzare (spedizione gratuita e 10% di sconto dal negozio per altri acquisti!) così con 100 euro esatte mi sono trovato il prodotto a casa.

    (Immagino, poi, che i venditori tedeschi mi scambino per uno di loro..... ho quasi tutti i feedback di ebay con scritte tipo Danke , Sie sind ein 5 Sterne Käufer !, !!!! ed onestamente devo ammirare la precisione e correttezza dei vari venditori da cui ho fatto acquisti in questi anni!)

    Non chiedermi di spiegare il funzionamento, se non che questa tecnologia viene ormai utilizzata anche per la stabilizzazione tartarica del vino prima dell' imbottigliamento, cioè impedisce la formazione di piccoli cristalli di tartaro che spesso si trovano sul fondo delle bottiglie (processo naturale presente nel vino!) ed ha sostituito la stabilizzazione chimica di un tempo (aggiunta di acido meta-tartarico).

    Nel vino funziona, vedremo nell' acqua!

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma non c'è un sistema per verificare il calcare a monte e a valle del siatema?

  7. #7
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a Tutti...

    Grazie Scresan, bhe se hai già verificato dei risultati col vino, penso ci saranno anche con l'acqua!!
    Ovviamente tienici aggiornati.

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  8. #8
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao scresan, anche io mi ero informato un po' su questi apparecchi, anche se alla fine non ho installato nulla, smontando la mia vecchia caldaia ed impianto non ho trovato intasamenti da calcare percui ho pensato che se in 30 anni non ho avuto problemi, perchè dovrei averli ora?

    A quanto ho capito quell'aggeggio, attraverso un campo magnetico neutralizza il calcare trasformandolo in aragonite, che non si incrosta sulle pareti delle apparecchiature.
    La neutralizzazione è purtroppo momentanea, nel senso che l'aragonite dopo un po' di tempo (ore) ritorna calcare. Per questo il montaggio era consigliato su circuiti chiusi, dove l'acqua continua a circolare e la neutralizzazione può essere rinnovata, ad esempio all'ingresso della caldaia.

    Messo all'ingresso di un bollitore, sul circuito dell'acqua sanitaria, credo che perda di efficacia, perchè se non ho prelievi per un po' di ore, il calcare nell'acqua dentro il boiler ritorna al suo stato naturale.

    Queste sono un po' le informazioni che ero riuscito a raccogliere in giro per la rete, ma come per ogni cosa che è in rete, si riesce a trovare tutto ed il contrario di tutto.

    Per questo credo che la tua esperienza possa essere molto utile!

  9. #9
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    ... infatti uno dei due avvolgimenti l'ho sistemato proprio sul ricircolo.

    Non saprei se è esatta la definizione "campo magnetico" in quanto esistono proprio due gruppi di anticalcare:

    1- che utilizza il magnetismo generato o da un avvolgimento in cui viene fatta passare della corrente o semplicemente posizionando dei magneti molto potenti (quelli al neodimio ad esempio) intorno ad un pezzo di tubo preferibilmente di plastica o materiale non ferroso (rame, alluminio o inox).

    2- che utilizzano un antenna che irradia onde elettromagnetiche ad altissima frequenza (credo alcuni khz ) se ho ben capito comunque a frequenze variabili nel tempo, generando un effetto simile a quello della elettroforesi.

    Il calmat appartiene al secondo tipo.

    Poi come dici .... su internet c'è scritto di tutto e di piu'!

  10. #10
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    quindi se è come dice rob potrebbe essere utile in caso di scambiatori a piastre e o serpentino in inox\rame?
    "non sono una persona mattiniera...penso sia perchè ho cosi tanti pensieri profondi ,che la mia mente ha bisogno di molto tempo per rigenerarsi"

    http://gospa87.blogspot.it

  11. #11
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    scresan..con pochi euro puoi comparre kit prova durezza acaua..la provi prima e dopo l'aggeggio e vedi cosa fà. In teoria siccome è sul ricircolo, dopo che l'hai scaldata, farà poco, visto che il calcare deposita dove scaldi, cioè nel boiler...ma prova..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  12. #12
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Marco, l' apparecchio ha due canali/antenne.

    Una è stata installata in ingresso dell' acqua fredda, l' altra sul ricircolo.

    Loro (i produttori!) predicano efficacia per giorni, soprattutto sull' acqua calda, quindi i miei 300lt di accumulo con 7 in casa + uffici non è che durino tanto, ovvero c'è un consumo continuo di acqua.

    Per quanto riguarda la chimica dell' acqua rimane completamente invariata dato che il marchingegno dovrebbe modificare solo la forma e dimensione dei cristalli di calcare!, tale da impedirne l' accumulo in grossi cristalli (calcare).

    Cioè il calcare per effetto fisico del riscaldamento dell' acqua si forma normalmente, ma i cristalli rimangono talmente piccoli che vengono trasportati dalla stessa acqua fuori dalle tubazioni, e comunque non riescono ad aderire alle stesse.......


    ........ ribadisco, in teoria!!

  13. #13
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    chiaro...per quello che ne avrei messi 2 sul ricircolo piuttosto che uno anche sull'ingresso e uno sul ricircolo..

    Cioè, l'effetto non è duraturo ma temporaneo, e da quello che so l'effetto si crea con ripetuti passaggi (acqua di circuito chiuso, infatti vengono usati principalmente in circuiti industriali di raffreddamento-riscaldamento dove gira sempre la stessa acqau tecnica) ..una semplice passaggio del flusso in ingresso non fa praticamente nulla (ed è la prova che ti chiedevo di fare)..forse farebbe di piu un doppio trattamento del ricircolo. Marco
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  14. #14
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Mah, è un sistema molto controverso, tant'è che diverse aziende 'storiche' del settore non li prendono manco in considerazione. Personalmente io ne ho uno da 740 euro fermo in magazzino da 6-7 anni..non ho mai avuto il coraggio di montarlo ai miei clienti, anche se la ditta che lo produce pare ne installi parecchi (MB Water, li vendono perlopiù direttamente ai privati a 1300 euro installati!). Il problema è che non offrono una protezione certa e duratura.Il calcare non lo tolgono, ma trasformano la sua struttura da cristallina in amorfa (aragonite) che non si 'attacca' ai tubi...solo che questa 'trasformazione' , si disattiva già attorno ai 50° (ma perde in efficienza già prima), e soprattutto è provvisoria nel senso che dura alcune ore, rendendo questo sistema inutile negli accumulo di ACS.
    Quot homines tot sententiae

  15. #15
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Allegato 45287

    Questo è il rimasuglio di anodo sacrificale che ho sostituito qualche giorno fa con uno elettronico. L' acqua che entrava nel boiler era trattata con polifosfati da sempre, cioè a impianto nuovo.

    Come vedete nonostante la lega di magnesio fosse "mangiata" dalle correnti galvaniche, gran parte dell' anodo era ricoperta di calcare!!!

    Immagino cosa c'è dentro l' accumulo!!! Ne deduco che anche i polifosfati funzionano pochino! magari quanto il marchingegno elettronico !!

    Marco, non potevo mettere tutto sul ricircolo, dato che il sistema non avrebbe trattato l' acqua in entrata nell' accumulo, che tecnicamente è quello da proteggere per garantire le prestazioni di legge (buon scambio fra l' acqua tecnica e acs)!!

    Il valore del circuito, scatola e 2 fili non credo superi i 10-15 euro. Tutto il resto è fuffa!

    In rete si trovano anche prodotti dal costo di 20-30 euro che funzionano con gli stessi principi.

    Ripeto....... vedremo, anche se non è semplice quantificare e qualificare la sua efficacia!

  16. #16
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Anche i polifosfati perdono capacità inibente del calcare sopra i 60°, quindi se hai un'accumulo che raggiunge temperature elevate (facile con biomassa e solare termico) la loro efficacia è praticamente nulla. Se poi avevi un dosatore-giocattolo da 40 euro di quelli che si mettono sotto le caldaiette murali, tanto peggio. C'è poco da fare, se non cuoi avere problemi di calcare, serve l'addolcitore, che tra l'altro 'sarebbe' obbligatorio, con il D.M. 59/2009, con acque di durezza superiore ai 25°F, mentre dai 15° ai 24° basterebbe il condizionamento chimico (filtri magnetici, non credo siano a norma.)
    Quot homines tot sententiae

  17. #17
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Scresan, tienici aggiornati, sulle prove e sui risultati.

  18. #18
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a Tutti...
    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    Questo è il rimasuglio di anodo sacrificale che ho sostituito qualche giorno fa con uno elettronico.
    Ciao Socio...
    Azz...bello "pappato" he!! Quanto tempo in ammollo prima di sostituirlo????

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  19. #19
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Renato, ad essere onesto non sono sicuro, ma questo ha circa 2 forse 3 anni!

    All' inizio si consumano piu' velocemente, poi man mano che passa il tempo perdono di efficacia credo proprio a causa del calcare.
    Ora con quello elettronico basta tenere sottocchio il led di segnalazione: se verde fisso significa che è tutto ok. Penza che ha un codice apposito di segnalazione anche per la perdita di isolamento di eventuali resistenze elettriche immerse nel accumulo, ovvero se queste iniziano a perdere l' isolamento, la centralina dell' anodo se ne accorge e segnala il guasto. idem per altri problemi (filo staccato, filo ossidato, etc)

    Per quanto riguarda i polifosfati, penso che l' efficacia sia ridotta anche a temperature sotto i 60 gradi. Infatti questo puffer combi non è collegato direttamente a nessuna caldaia, ovvero l' acqua che arriva dall' altro puffer viene sempre regolata appena sotto i 60 gradi (di solito leggo 58 sulle sonde della resol) da una valvola termostatica miscelatrice a bulbo molto precisa della honeywell.

    ...... come al solito chi vende esalta, poi la verità è sempre in mezzo!!
    Ultima modifica di scresan; 26-01-2015 a 17:44

  20. #20
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Scresan
    Certo, non è che i polifosfati a 60° -click- non funzionino più. La cosa è progressiva, e comunque se hai acqua particolarmente dura ti attacchi. Che poi quello che vien chiamato calcare non è mica fatto solo da bicarbonato di calcio, ma anche di altri sali difficili da trattare .
    Quot homines tot sententiae

  21. RAD
Pagina 1 di 4 1234 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Qualcosa contro il calcare
    Da caponord23 nel forum Anti-calcare elettronico per ACS.Solare TERMICO
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 12-12-2015, 17:06
  2. Rimozione calcare da pannelli FV
    Da Nik77 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 10-08-2012, 13:34
  3. Pulizia dal calcare
    Da dilo nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 09-08-2012, 00:54
  4. IDEA PER CALCARE nel Bollitore
    Da diegodi nel forum Anti-calcare elettronico per ACS.Solare TERMICO
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 11-01-2012, 20:47
  5. pannelli kloben cpc e calcare
    Da linlin nel forum Anti-calcare elettronico per ACS.Solare TERMICO
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 23-10-2011, 17:43

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •