erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  4
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  3
Pagina 4 di 4 primaprima 1234
Visualizzazione dei risultati da 61 a 74 su 74

Discussione: [FAIDATE]: Anti-calcare elettronico per ACS.

  1. #61
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da GIBRUN Visualizza il messaggio
    Ok facci sapere se funziona , poi altra cosa ho visto prezzi da 90 a 160 circa e i prodotti sembrano uguali o almeno quello che dicono di fare.
    in realtà il venditore in genere ne mette 2. Uno a compra subito a 160€ e un altro all'asta da 88€... sono uguali. io preso a circa 90€ comprese di spese perché pagando con paypal ho usufruito di un coupon.

  2. #62
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Vorrei approfondire il discorso dei sistemi per il mantenimento dell' efficienza degli impianto per la produzione di acs. (diverso il discorso per l' acqua tecnica).

    Spesso i tecnici tendono a consigliare i proprietari degli impianti idrici ad aggiungere, anche per le nomre in vigore, una serie di apparati che:

    1- addolciscono l' acqua tramite resine a scambio ionico rigenerabili
    2- aggiunta di sostanza che impediscono che i sali disciolti in acqua tendano a cristallizzare e depositarsi sugli scambiatori con aggiunta dei polifosfati (se non alterassero il gusto si potrebbe aggiungere anche altre sostanze, come tannini o CMC )
    3- sistemi elettronici piu' o meno efficienti.

    Mi piacerebbe discutere, pero', di due aspetti:

    a- problemi di efficienza dell' impianto, ovvero tecnici

    b- problemi di sostanza disciolte nell' acqua calda che utilizziamo sicuramente per lavarci, ma spesso per l' alimentazione (difficile convincere le compagne a non utilizzare l' acs per preparare la pasta!!!).

    Concentriamoci sull' acqua per uso alimentare .

    1- resine anioniche. E' vero che tolgono Ca e Mg (elementi importantissimi per il ns benessere) ma per farlo sono costrette a rilasciare ioni di Na! Cioè togliamo il buono per non rovinare l' impianto ed aggiungiamo il cattivo per rovinarci la salute. (allego documento preso dal sito di una famosa azienda dove il mecanismo viene spiegato molto bene...... anche se non evidenziato!)

    2- polifosfati. Sono addittivi ad usi alimentare, spesso utilizzati perchè permettono di aumentar la quantità di acqua presente in molti alimenti, oltre ad altre funzioni. Peccato che sugli alimenti vengono obbligatoriamente dichiarati, mentre nessuno di noi ha il cartellino obbligatorio sulla fontana della cucina con scritto CONTIENE E450 !!!!

    3- Sistemi elettromagnetici. Se e vero che è difficile dimostrare la loro efficacia, è anche certo che tali sistemi sono normalmente utilizzati nell' industria alimentare per la stabilizzazione dei sali in certi settori, come vino e vermut, con ottima efficacia.

    Direi che i sistemi elettromagnetici sono il male minore!
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  3. #63
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Come ben puoi immaginare, tutti i sistemi che prevedono l'alterazione dell'acqua hanno dei parametri da rispettare... e tutti i dispositivi in questione li rispettano. C'è poco altro da dire in verità, il discorso è stranoto e dibattuto da decenni. Gli allarmismi (basta andare su google) 9,9 volte su 10 vengono fatti da gente che ha interessi opposti, ossia venditori di sistemi di filtrazione dell'acqua sottolavello, venditori di miracolosi alcalinizzatori, e, guardacaso, i produttori di sistemi magnetici/elettronici. Per lavoro più volte mi è capitato di confrontarmi con queste ditte, e dal vivo la tiritera è la stessa, i polifosfati fanno male, il sodio fa male, le certificazioni degli altri e i parametri degli organismi di vigilanza sono tutti falsi perchè c'è tutto un magna magna delle lobby e solo loro sono bravi perchè prevengono il calcare senza alterare le sostanze dentro l'acqua. Un po' poco per me, e sai com'è, siccome non sono nato ieri, e neppure loro, penso che se in 50 anni e passa che esistono questi apparecchi nessun produttore abbia mai fornito nessuno studio di funzionalità , un motivo ci sarà.
    Quot homines tot sententiae

  4. #64
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    .....

    Direi che i sistemi elettromagnetici sono il male minore!
    Queste erano e rimangono le mie conclusioni e riguardavano la "salute delle persone" e non l'efficienza dei sistemi.

  5. #65
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    Queste erano e rimangono le mie conclusioni e riguardavano la "salute delle persone" e non l'efficienza dei sistemi.
    Ritengo che le conclusioni sulla salute delle persone siano materia di chi si occupa di salute. Sei un medico?
    Quot homines tot sententiae

  6. #66
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    No Daniel, non sono laureato in medicina, ma in altro!!

    Se vuoi parlare dei sistemi chimici per l' addolcimento/trattamento dell' acqua potabile, puoi aprire un tuo post e descriverne la sicurezza sia sul loro funzionamento, che alimentare.

    Qui si parla di anticalcare elettronici dal costo di max 100 euro!!

  7. #67
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ne ho acquistato uno su eBay di quelli a doppio cavo da avvolgere attorno ai tubi in una casa nuova. Dopo un anno mi hanno cambiato lo scambiatore di una PDC per ACS (per altri problemi) e aveva già segni evidenti del calcare. Mi sto informando per mettere un addolcitore avendo già la predisposizione con i vari tubi secondari per le attività domestiche. Anche gli aeratori dei rubinetti hanno segni di calcare. Da bollette vengono indicati 17-18 gradi francesi...

  8. #68
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dlrowolleh Visualizza il messaggio
    Io ne ho acquistato uno su eBay di quelli a doppio cavo da avvolgere attorno ai tubi in una casa nuova. Dopo un anno mi hanno cambiato lo scambiatore di una PDC per ACS (per altri problemi) e aveva già segni evidenti del calcare. Mi sto informando per mettere un addolcitore avendo già la predisposizione con i vari tubi secondari per le attività domestiche. Anche gli aeratori dei rubinetti hanno segni di calcare. Da bollette vengono indicati 17-18 gradi francesi...
    Ovviamente le bollette indicano l'acqua che ti erogano prima del punto di trattamento, qualunque esso sia. Ad ogni modo non e' molto calcarea.
    Ad ogni modo, anche con addolcitore dopo un annetto devi pulire gli aeratori etc etc.

  9. #69
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Altra considerazione senza che Scresan e Daniel 1980 si prendano per i capelli........ può essere che questi sistemi elettronici funzionino meglio con acque leggere o medie mentre con acque dure oltre i 30 F° hanno una capacità limitata , quindi se qualcuno ha esperienze positive sarebbe buona cosa indicare anche la durezza dell' acqua lo stesso vale per chi ha avuto risultati deludenti.

  10. #70
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    provato alcuni anni fa, 2005, la durezza qui sfiora i 40 F° ed è stato necessario installare un classico depuratore a resine
    Adesso tarato a 10/12 F° con risultati ottimi, salvo il consumo di sale un po elevato.............................. circa 3 kg giorno
    Caldaia Atmos dc25s puffer 1000 litri"pochi" laddomat 21/60-78°, Abit: 660 mc, parete termica/antisismica in poroton800/30 + intercapedine +10cm, tetto in legno + coibente 8 cm + ventilazione, pavimento legno 90%
    Radiatori alluminio e acciaio temp media 21 gradi/24h, Controllo caldaia EcoMax200-D, Imp. Fv http://pvoutput.org/intraday.jsp?sid=5962

  11. #71
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da GIBRUN Visualizza il messaggio
    Altra considerazione senza che Scresan e Daniel 1980 si prendano per i capelli
    O forse son tutti e due calvi....

  12. #72
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Speriamo di no .......il forum è bello anche per queste discussioni

  13. #73
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    No Daniel, non sono laureato in medicina, ma in altro!!

    Se vuoi parlare dei sistemi chimici per l' addolcimento/trattamento dell' acqua potabile, puoi aprire un tuo post e descriverne la sicurezza sia sul loro funzionamento, che alimentare.
    Guarda che sei tu che ti sei messo a parlare della 'salute delle persone' senza cognizione di causa. Se sei laureato in altro, allora parla d'altro.
    Qua si parla per l'appunto di sistemi anticalcare magnetici, e, per quel che mi riguarda è già stato detto tutto sulla loro (NON)provata efficacia. Preferire un metodo che non funziona ad uno che funziona, ma aumenta in maniera considerata sicura, il sodio nell'acqua, lascia il tempo che trova, i 100 euro se devo spenderli per cose inutili meglio tenerseli in tasca.
    Quot homines tot sententiae

  14. #74
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Daniel1980 Visualizza il messaggio
    Guarda che sei tu che ti sei messo a parlare della 'salute delle persone' senza cognizione di causa. ....
    .

    Vedo che non hai capito cosa intendevo per ot, ma fa niente!


    Nel mio post, invece, continuo con l' analisi del prodotto che avevo acquistato a pochi euro su ebay.de, dove guardacaso i prezzi sono direi normali per questo tipo di anticalcare.


    Oggi ero in laboratorio mi sono divertito a fare alcune misurazioni, anche se il mio solito amico ing. elettronico è a casa con la febbre e non mi ha potuto aiutare a fare alcune misurazioni che volevo sul calmat:


    Allego alcune foto dell' analizzatore dei valori elettrici rilevati. Grossomodo (non sono un elettrico) il calmat funziona emettendo dei treni di impulsi elettromagnetici sulle due antenne di segno opposto.


    Non sono riuscito a capire quale siano le frequenze limite, ma direi dai 4 khz ai 16 khz.
    Il calmat ha 4 programmi disponibili:


    1-2 per tubi da 1" o 1-1/2"
    3-4 per tubi in materiale plastico o ferroso.


    La differenza sembra lieve (tremi di impulsi a frequenze piu' altre per i tubi piu' grossi) e treni casuali per i tubi in metallo, mentre per quelli plastici si parte dalle basse frequenza per andare in alto, poi zero e riparte.


    I tempi fra treni di impulsi sono inferiori al secondo (forse 0,5 sec), non sono riuscito a trovare sullo strumento un sistema per misurarli con precisione. Non sono capace di esportare i dati sul pc per l' analisi, ma poco importa per quanto volevo mostrare:
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  15. RAD
Pagina 4 di 4 primaprima 1234

Discussioni simili

  1. Problema calcare
    Da mattew1 nel forum [FAIDATE]: Anti-calcare elettronico per ACS.Solare TERMICO
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 20-07-2018, 10:54
  2. Pulizia calcare con Co2
    Da solenergy nel forum [FAIDATE]: Anti-calcare elettronico per ACS.Solare TERMICO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-10-2017, 18:04
  3. Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 25-05-2016, 20:55
  4. Pulizia dal calcare
    Da dilo nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 08-08-2012, 23:54
  5. IDEA PER CALCARE nel Bollitore
    Da diegodi nel forum [FAIDATE]: Anti-calcare elettronico per ACS.Solare TERMICO
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 11-01-2012, 19:47

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •