erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  2
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 57

Discussione: Mi si è bucato il puffer !! che faccio ? urge consiglio

  1. #1
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Mi si è bucato il puffer !! che faccio ? urge consiglio



    Rieccomi con una nuova grana
    Vengo subito al dunque
    Puffer tank in tank da 1000 lt Cordivari si è bucato qualche mese fa .sulla parte superiore in corrispondenza della linea di saldatura.
    Chiamato l'idraulico che ha saldato a fili il buoco dopo qualche gg ha cominciato a riperdere.
    Chiamato il fabbro e con saldatore ad elettrodo lo ha chiuso in modo, almeno fino ad ora definitivo.
    Ieri si e bucato sempre in corrispondenza della linea di saldatura ma in altro punto (3 o 4 fori della dimensione di uno spillo)
    Chiamo direttamente il fabbro ma non è riuscito a chiuderlo, in corrisondeza della nuova saldatura la stessa ha creato una crepa con fouriuscita di acqua (ma che pressione c'e' in un puffer ?)
    Vado di flessibile, pulisco la saldatura e metto un bicomponente della bostik ripara metalli, lascio assciucare un 6 ore, stamani perde ancora (non dall'alto ma sotto la riparazione)
    Prima di buttare tutto in discarica avete dei validi consigli ?
    Riparano tubi sotto il mare possibile che non si riesce a chiudere dei micorfori su un banalissimo puffer ???

  2. #2
    morenorisorti
    Ospite

    Predefinito

    Quanti anni fa lo hai installato?

    Cordivari che dice??

  3. #3
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ma la perdita interessa la parte del sanitario o la parte riscaldamento ?
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  4. #4
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    6 anni fa, è fuori garanzia
    la perdita è sul cappello superiore lungo la linea di saldatura di fabbrica, a circa 10 cm dal bordo esterno.
    Il mio idraulico è in contattao con il rappresentante, ma non condido grosse soluzioni se non quello di vambiarlo, cosa che francaemente vorrei evitare.

  5. #5
    morenorisorti
    Ospite

    Predefinito

    Sembra la saldatura del tank sanitario
    L'anodo di protezione è montato e controllato??

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da morenorisorti Visualizza il messaggio
    Sembra la saldatura del tank sanitario
    L'anodo di protezione è montato e controllato??
    ?? non so neanche cosa sia...

  7. #7
    morenorisorti
    Ospite

    Predefinito

    Successo pure a me alcuni anni fà, nemmeno sapevo esistessero fino al "buco"nel boiler della Mia Vaillant.
    Sborsati oltre 900 euro
    Da allora lo cambio da me ogni 2 anni 15 euro
    Il tuo caso sembra simile, molto simile, anche a me nessuno aveva mai detto nulla........................

  8. #8
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ce l'ho da 14 anni il tank in tank 1.000 litri, ma non ho mai controllato la protezione catodica visto che l'anodo sacrificale NON è da sostituire essendo elettrico

    se non riescono a saldartelo è perchè sono degli incapaci o usano materiale a brasare non adatti, personalmente anni fa saldai la parete di fondo di una cucina economica idro a legna che tanti del mestiere si erano rifiutati di fare pensando fosse un lavoro inutile...dopo un paio d'anni è stata buttata per passare al pellet, ma la lamiera era ancora a posto!

    certo che tu FUSO non hai fortuna con il tuo impianto
    OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

  9. #9
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    FUSO, visto che per legge ha 5 anni di garanzia, e si è bucato con il TIMER.... chi te lo ha venduto potrebbe almeno farti uno sconto particolare sul nuovo...... no ?

    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , per il tuo riscaldamento
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  10. #10
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a Tutti...
    Ciao Fuso, perseguitato dalla iella, è????
    Quote Originariamente inviata da FUSO Visualizza il messaggio
    Riparano tubi sotto il mare possibile che non si riesce a chiudere dei micorfori su un banalissimo puffer ???
    Spero che prima di saldarlo lo abbiano almeno svuotato dall'acqua!!!! L'hanno fatto???
    Per fare delle saldature perfette occorrono alcune conoscenze tecniche specifiche, diversamente si rischia di peggiorare la situazione e/o di non risolvere la perdita.
    Ho visto che molti saldatori professionisti spesso scaldano le superfici con un cannello per portare il metallo in temperatura, prima di effettuare la saldatura vera e propria.
    Dovresti provare a rivolgerti ad un saldatore con le giuste capacità, sempre che l'accumulo non sia completamente marcio (visto e considerato che non hai mai sostituito l'anodo).

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  11. #11
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno FUSO oltre all'anodo sacrificale, che pressione hai di ingresso nel puffer? Vaso d'espansione? Valvola di sicurezza?

  12. #12
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    A Natale vado in pellegrinaggio a Lourds con caldaia e puffer

  13. #13
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Che palle sono 3 giorni ke sono senza riscaldamento ed acs Devo trovare una soluzione veloce Il puffer é stato scaricato per fare cessare la fuoriuscita di acqua ma nn svuotato del tutto La pressione che leggo sul manometro é di circa 1,2 ma al momento é tutto chiuso Stò pensando di eliminare il puffer, mettere un boiler da 150 lt per acs e collegare direttamente la caldaia all impianto, visto che cmq nn usero legna come combustibile.É stata scritta molta letteratura su questo argomemento e nn vorrei aprire una discussione fuori tema, ma nn sono dell tutto convinto che nel mio caso sia così necessario SpiegoPuffer carico a 68 gradi, parte il circolatore, termo caldi puffer che scende drasticamente di temperatura di una ventina di gradi .Una decina di minuti quando il termostato è soddisfatto, ferma la pompa, la caldaia prosegue a macinare e bruciare per riportare il puffe a t ( una vita )Se nn avessi il puffer una volta ferma la pompa dopo breve tempo la caldaia andrebbe in mantenimento.Siamo proprio sicuri ke andrei a peggiorare resa e consumi ?Premetto che il delta del termostato ambiente ha una sogli di 0,2 gradi.Domani dovrò fare delle scelte e questa é un opzione che vorrei considerare

  14. #14
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Fuso....

    Secondo me puoi tranquillamente fare come hai detto:caldaia diretta all'impianto con boiler sanitario in priorità.
    Io ho TC poli combustibile collegato in questo modo da 3 anni senza alcun problema (e uso anche legna...).

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  15. #15
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da FUSO Visualizza il messaggio
    Stò pensando di eliminare il puffer, mettere un boiler da 150 lt per acs e collegare direttamente la caldaia all impianto, visto che cmq nn usero legna come combustibile.
    Eliminalo, così provi con e senza puffer e potrai dire come ti sembra.

    A mio avviso un buon saldatore al massimo ti mette una pezza ma te lo ripara.

    I puffer serve quando chiudi il termostato e chiamo calore, se hai impostato le T corrette partirà la caldaia e avrà tempo di mettersi in temperatura senza che tu stia al freddo. Il lavoro che fa per riportarlo in temp lìavrebbe fatto per scaldare la casa ma se la richiesta è più lunga allora parti avvantaggiato avendo il puffer.

    Buona fortuna

    MP
    IMHO ovviamente.

  16. #16
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Eh.. usando i pentoloni sono problemi che possono accadere, vai in diretta a meno che tu non abbia legna e non puoi, nessuna differenza di consumi, sono tanto reclamizzati da chi li vende perché si sa, tutto gira intorno alla grana

  17. #17
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Pare di capire che il tuo problema non è tanto il puffer, quanto l' accumulo acs dentro il puffer. Non hai spiegato bene se hai chiuso l' acs o hai dovuto svuotare parte del puffer per evitare perdite.

    Normalmente la parte delicata è quella dell' accumulo acs (esclusi vecchi impianti vaso aperto) soprattutto se collegata all' acquedotto pubblico in quanto c'è l' insieme di:

    1- continua acqua fredda ricca di gas disciolti che viene riscaldata e quindi rilascia molto ossigeno che va ad intaccare la parte lata dell' accumulo normalmente in acciaio

    2- presenza di cloro che in alto produce facilmente gas corrosivi che attaccano il metallo (dal acciaio al carbonio classico, fino all' acciaio inox sensibile al cloro)

    3- presenza di correnti galvaniche che corrodono il metallo, soprattutto nella parte meno difesa dal mantello plastico che viene utilizzato per proteggere la parte interna dell' accumulo quella con acs.

    Buona norma per allungare la vita dell' accumulo è:

    1- utilizzare un sistema che eviti ristagno d' aria in alto (un jolly permette uno sfogo continuo dell' aria, che va comunque verificato il funzionamento)
    2- anodo sacrificale al magnesio, in certi casi va sostituito anche ogni 6 mesi. Le correnti galvaniche riescono a forare anche i boiler in inox, di solito in alto vicino alle saldature, anche se in piu' anni (ho visto lavori con problemi sull' inox dopo 3-4 anni, proprio dal mio vicino di casa!).
    Meglio ancora se ti attrezzi con un anodo sacrificale elettronico (cerca una mia discussione a tal proposito) che ormai trovi facilmente sui 100 euro.

    Chiaramente le saldature che ti sono state fatte non hanno annullato i tuoi problemi (presenza di gas in alto e correnti galvaniche) ma hanno peggiorato la situazione in quanto hanno definitivamente bruciato il rivestimento plastico inteno protettivo che la cordivari utilizza nei suoi accumuli.

    Se sostituisci il puffer..... il problemi sull' accumulo acs si ripresenteranno se non adotti delle contromisure, vedi sopra.

    Se invece il problema è dalla parte del puffer (acqua tecnica) tutto il ragionamento va rivisto, e forse il problema è la cattiva messa a terra dell' impianto, con qualche perdita di energia attraverso qualche circolatore, resistenza o elettrodomestico, che amplifica dei processi degenerativi che invece dovrebbero verificarsi solo dopo molti anni.

    Tienici informati!

  18. #18
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ibracadabra84 Visualizza il messaggio
    Eh.. usando i pentoloni sono problemi che possono accadere, vai in diretta a meno che tu non abbia legna e non puoi, nessuna differenza di consumi, sono tanto reclamizzati da chi li vende perché si sa, tutto gira intorno alla grana
    si, infatti tutto il mondo gli usa per sport, tutti i tecnici, termotecnici, ditte, e milioni di persone li usano solo per far piacere a chi li vende....

    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , per il tuo riscaldamento
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  19. #19
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Questa è la situazione dopo un tentativo di saldatura e dopo un tentativo di riparazione con stucco bicomponente per metalli.
    Ho ripulito e levigato, in corrispondenza della crepa che si è formata sopra la saldatura fuoriesce in più punti l'acqua.



    IMG_1729.JPG

  20. #20
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    .... mmmhhh!!

    Quello pare un difetto di costruzione piu' che un problema di corrosione interna.

    Se vuoi risaldarlo devi prima, con una smerigliatrice, creare un piccolo solco all' altezza della crepa, andando anche oltre sui due estremi, fino a che non vedi nel metallo nessuna spaccatura (c'è un evidenziatore liquido per vedere bene, magari ti aiuta qualche utente del forum, non saprei come si chiama).

    Poi risaldi riempiendo il piccolo solco, credo sia meglio utilizzare una saldatrice ad argon o a cannello se trovi un vecchio saldatore bravo a farlo, onde evitare scorie e fare un bel "cordone" uniforme.

    Quanto detto nel post sopra, comunque, aiuta a mantenere in buono stato il tutto, allungando gli anni di vita ma non trasforma il puffer in un immortale!!!!

  21. RAD
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Termocamino bucato e altre info
    Da ToniMarra nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 13-09-2013, 06:36
  2. Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 15-10-2012, 12:22
  3. Puffer bucato e casa allagata. Aiuto!!!!!
    Da Maverick one nel forum Mi si è bucato il puffer !! che faccio ? urge consiglioSolare TERMICO
    Risposte: 35
    Ultimo messaggio: 29-01-2012, 11:05
  4. Consiglio tecnico puffer solo cilindrico oppure................chiedo consiglio agli esperti.
    Da corel3168 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 27-01-2012, 02:14
  5. Urge consiglio per impianto da 13 kw!
    Da titanum nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 06-07-2011, 14:21

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •