erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  3
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Visualizzazione dei risultati da 1 a 11 su 11

Discussione: Simulatore Puffer !!

  1. #1
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito Simulatore Puffer !!



    Ciao Amici del forum. Oggi causa un po' di mal di schiena, forse il nervo sciatico!!.... comunque posso stare tranquillamente seduto, mentre in piedi e camminare è un po' dura... ho provato ad mettere insieme un po' dati su un foglio excel nel tentativo di simulare il comportamento di un puffer in un impianto termico con caldaia a legna.

    Ci sono diversi parametri dell' impianto configurabili, e a dx una tabella dove possibile "aggiustare" il quantitativo di legna x ogni carico.

    I calcoli sono basati su istruzioni "SE", mentre sarebbe stato ottimale l' uso di formule in forma di matrici per perfezionare il tutto.... ma chissiricordapiù tante cose!!

    Se a qualche altro utente interessa migliorare il tutto, basta che mi scriva in mp, e gli passo le pw per le modifiche delle tabelle.

    Spero che qualcuno di voi testi il mio piccolo lavoro, e mi dica cosa ne pensa!

    Scresan.

    P.S.: Fatti salvi errori e omissioni!
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    File Allegati File Allegati

  2. #2
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    ..... allora chi ha provato il simulatore?

    Vi siete accorti di errori? Cosa ne pensate?

    Vi ritrovate con il funzionamento dei Vs puffer?

  3. #3
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Scresan,
    per prima cosa grazie per il tuo lavoro e per l'ottimo Simulatore, ben fatto e dettagliato.
    subito dopo aver pubblicato il tuo nuovo post (che trovo strano il non aver avuto risposte) ho scaricato il file e ho provato subito a "giocarci" un pochettino provando a simulare condizioni reali e non.
    Avrei bisogno di qualche info:
    - quale calcolo tiene conto della voce "senza riscaldamento per ore"?
    - si potrebbe introdurre un calcolo che in base ai litri impianto e temperatura di mandata possa verificare la durata del Puffer?
    -sulla voce T di progetto impianto max e min intendi le temperature di mandata e ritorno?

    Grazie mille e buona giornata

  4. #4
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Fabrizio ... finalmente qualcuno che ha provato il foglio!

    Non ricordo bene come impostare delle matrici per poter simulare bene il comportamento del puffer con n variabili, sono anni che ho finito di studiare.....

    Praticamente ho utilizzato sempre funzioni condizionali nidificate, e sai bene che dopo un po' ci si incarta.
    Comunque:

    -senza riscaldamento per ore tenta di individuare per quante ore il puffer avrà una T sotto quella di progetto (T minima 55 o quella che decidi come minima)

    -si. in realtà il foglio aiuta ad individuare un litraggio ottimale del puffer affinchè la caldaia non vada mai in mantenimento (cioè possa lavorare in modulazione) partendo da un valore preimpostato, mostra quanto servirebbe realmente con quella combinazione di fattori (potenza caldaia, fabb. abitazione, pot max e min.... acs). Se tu carichi la cldaia con poca legna e porti in T il puffer poi sulla tabella vedi fino a quante ore puo' andare aventi.

    - si, le T minima e massima di lavoro dell' impianto. Non serve sapere la T dell' acqua verso i termosifoni, dato che il fabbisogno della casa è indipendente da questi valori.

    Se ti serve altro.... basta chiedere.

    Buona simulazione!

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, bel programma,
    richieste:
    Mi piacerebbe poter impostare il secondo orario di accensione caldaia ed eventualmente un terzo, ora se metto 2 accensioni le mette da solo ogni 12 ore
    Non riesco a leggere i commenti nella casella "potenza caldaia", "Lt puffer" e "T puffer"
    La potenza richiesta dalla casa è sempre fissa, mi piacerebbe poterla diminuire la notte avendo alcuni cronotermosti in zone giorno e notte, in questo modo avrei l'autonomia necessaria per i puffer a superare la notte.
    domande:
    Cosa intendi per kg/mc? come imposto la quantità di legna che voglio mettere?
    Quella in basso all'ultimo puffer è la T max che fa intervenire la caldaia a potenza ridotta?
    Quanto si mette la T max solitamente?
    Bruciano molto male a potenza ridotta ed è sconsigliato per lunghi periodi?
    Cos'è "T puffer MS"?

  6. #6
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Jok,

    chiaramente essendo un simulatore non è in grado di fare tutto!

    1- il nr di accensioni è pari al nr di carichi e suddiviso equamente nell' arco delle 24 ore.
    2- la quantità di legna va variata a seconda delle richiesta energetica della casa
    3- vedo bene tutte le colonne con excel10 che ho usato per creare il foglio, con cosa lo apri? dovrebbe essere facile allargare la colonna per vedere bene tutto.
    4- la riduzione della potenza la notte .... appena riesco lo faccio!
    5- metrostero ----> in kg/mc per il calcolo del peso legna dentro il magazzino della caldaia
    6- le T di progetto sono le T minima per i termosifoni, e massima possibile dentro il puffer. Si regolano il funzionamento della caldaia.
    7- il programma cerca di non mandare in mantenimento la caldaia, la peggiore delle situazioni per una a legna
    8- l' altro foglio simula lo stesso impianto in una situazione diversa, ovvero nelle MezzeStagioni, inteso quando avrai riscaldamento acceso, ma bassissime esigenze termiche della casa. Puoi variare nr carichi/gg, fabb.casa e diminuire il quantitativo di legna di ogni carico dalla tabella di DX.

  7. #7
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Allego documento per il calcolo "ufficiale" del volume del puffer secondo norma uni (credo la stessa utilizzata dal gse per le verifiche del contenuto minimo del puffer per accedere al conto termico).
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  8. #8
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie Scresan
    stavo provando a comprendere meglio il funzionamento dl simulatore, ma prima devo capire almeno come impostare correttamente i dati.
    Per intenderci, ed anche come guida per chi come me volesse cimentarsi, il primo campo del simulatore è "Fabb. /ora casa kWh", ossia il fabbisogno energetico della abitazione (intera) in un'ora di tempo? La tabella come valore di esempio listava "17" se non erro.
    Per calcolare il mio valore posso partire dalla Certificazione energetica, che nel mio caso (classe G) è di 300 kWh/mq annui. Poiché la mia abitazione è di circa 200 mq, il valore annuo per me sarebbe 60.000 kWh. Corrispondente ad un fabbisogno giornaliero di 164,38 kWh, e di conseguenza un fabbisogno orario di circa 6,85 kWh. Questo dovrebbe essere il valore da riportar nel primo campo, nel mio caso.
    Almeno fino a qui è tutto giusto o sto commettendo errori?
    Grazie!

  9. #9
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da digelander Visualizza il messaggio
    Poiché la mia abitazione è di circa 200 mq, il valore annuo per me sarebbe 60.000 kWh. Corrispondente ad un fabbisogno giornaliero di 164,38 kWh, e di conseguenza un fabbisogno orario di circa 6,85 kWh.
    errato
    il fabbisogno annuale di riscaldamento non si divide per 365 gg, ma per i gg di riscaldamento della tua zona (di solito vanno dai 150 ai 180, dipende di che zona sei)

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    erregisas.org

    Guarda: OFFERTA IMPERDIBILE, PUFFER RISCALDAMENTO/ACS GRATIS

  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Giustissimo Dott., grazie per la correzione.

    Dividendo quindi il fabbisogno annuo per 180 (zona E) ottengo un fabbisogno quotidiano pari a 333 kwh, corrispondenti a 13,89 kWh per ciascuna ora.

    A questo punto.. il mio magazzino legna è di 135 lt (dati da manuale tecnico) ed imposto quindi tale valore nel simulatore (cella C7).
    Mi chiedo in primis se il foglio applichi una qualche riduzione forfettaria, perché immagino che sia impossibile riempire il magazzino per 135 lt.. intendo,degli spazi tra ciocco e ciocco di legna per quanto regolari, saranno inevitabili.

    Ad ogni modo, mantenendo il valore del rendimento energetico del combustibile come preimpostato dal simulatore (3,6 kWh per kg di combustibile), ed immaginando una resa (teorica) del 90%, il foglio di calcolo mi avvisa che ho a disposizione, nel magazzino caldaia, circa 192 kWh.
    Siamo ancora molto lontani dal fabbisogno giornaliero della mia abitazione, che è di 341 kWh

    Con 2 cariche salgo a 385 kWh disponibili (quindi sufficienti a coprire il fabbisogno enrgetico della abitazione per 24 ore) e che dovrò probabilmente opportunamente scaricare nel puffer di cui stiamo calcolando il dimensionamento.
    Ora la mia caldaia risulta essere una 35 kw ossia (correggetemi se sbaglio), in grado di bruciare 35 kw ogni ora. Sempre in teoria quindi, la mia prima carica, (corrispondente a 192 kWh) verrà consumata in circa 5 ore e 30 minuti . In realtà ci vorrà più tempo, perché l'ammontare di kwh disponibili nel magazzino secondo il calcolo risente di una diminuzione derivante dal supposto rendimento del 90% della caldaia. I kwh disponibili a magazzino sono in sostanza un po' superiori (10%) di quelli prima computati, e quindi per la caldaia sarà necessario un tempo leggermente superiore per bruciare il combustibile corrispondente. Ipotizzo, per semplicità di calcolo, circa 6 ore.
    Tutto giusto fino a qui?

    ri-grazie

  11. #11
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Il foglio lascia ampio spazio di modifica dei dati della caldaia, fabbisogno e tipo legna.

    Il calcolo del peso della legna effettivamente inseribile nel vano, viene dedotto dal peso al metro stero della legna accatastata. Del resto è un simulatore, che serve a dare un'idea del dimensionamento del puffer, o meglio visualizza cosa succede dentro al puffer nelle 24 ore.

    Ci sono 2 fogli in cui si va a simulare il tutto in 2 situazioni: pieno inverno e massimo fabbisogno e mezze stagioni con basso fabbisogno, dato che l' impianto rimane lo stesso, cambia solo la "conduzione" ovvero quantità e numero cariche di legna.

    L' impianto termico viene dimensionato sul massimo fabbisogno della casa e di solito si sovradimensiona di un 20%.
    Le caldaie a fiamma rovescia possono funzionare anche a potenza ridotta del 50%, quindi la tua caldaia dopo una fase di avvio a piena potenza potrebbe produrre anche 17 kwh per molte ore. Grossomodo dipende dal tipo di centralina che la controlla, se munita di monitoraggio delle T del puffer alle varie altezze, è in grado di parzializzare la potenza fino ad un limite del 50% ed aumentare le ore di funzionamento.

    Nel simulatore per semplicità (l'ho buttato giu un pomeriggio che ero bloccato in casa....) la caldaia funziona sui due limiti (max e 50% della potenza) con lo scopo di evitare in tutti i modi la fase di mantenimento (caldaia che chiude le arie e ventola, con ancora legna dentro!!) .... la peggiore per le caldaie a legna a fiamma rovesciata.

  12. RAD

Discussioni simili

  1. Tares - simulatore di calcolo
    Da Mr. Kappa nel forum RIFIUTI, RIUTILIZZO, RICICLO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 13-07-2013, 12:28
  2. simulatore impianto ad isola
    Da b_max nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 11-08-2012, 15:29
  3. questo simulatore è affidabile?
    Da cat nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 04-02-2010, 11:48
  4. Simulatore SSP - Esiste?
    Da solarwatt77 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 35
    Ultimo messaggio: 12-02-2009, 16:14
  5. Software simulatore vento
    Da ag_smith nel forum EOLICO
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 21-07-2006, 14:06

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •