erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  22
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  6
Pagina 1 di 6 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 115

Discussione: Errore banale fatto da molti

  1. #1
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito Errore banale fatto da molti



    Salve,
    oggi descrivo un'errore banale fatto da molti (capitato a me per un problema tecnico), cioè quello di riscaldare la casa (magari poco isolata) due/tre ore il mattino e due/tre ore la sera.
    Allora..... come molti sanno sono Veneto, pianura, casa con 200 mt circa riscaldati, classe Z -- (se può esistere ), riscaldamento a pellet.
    Normalmente gestisco il riscaldamento con cronotermostato impostato sempre a T° di 21° dalle 7 alle 22, e 19.5° dalla 22 alle 7.
    Stamattina mi sveglio alle 7.30 e sento "freddino"..... Guardo, e vedo il termometro segnare 17.5°.
    Vado in centrale e trovo la caldaia con allarme; apro e trovo il braciere pieno di pellet con il msg "mancata accensione alle 22.20 di ieri sera".
    Praticamente, il riscaldamento ha fatto ciò che molti fanno: spengono tutto alla sera.
    Controllo...e...aimè, dopo 2 anni la candeletta mi ha abbandonato. A casa ne ho sempre una, la cambio e faccio ripartire.
    Ora sono le 17, e dopo così tante ore la T° in casa segna 19.5°, deve ancora arrivare a 21° come da impostazione.... .
    Cosa ci/mi/vi insegna questo ???
    Che una casa è come un volano termico...... Che i muri sono un secondo puffer (ne ho già uno in centrale termica).... Che NON BISOGNA fare l'errore che fanno moltissime persone, di usare il riscaldamento con on/off totali durante il giorno.
    Molti pensano di "risparmiare" accendendo poche ore al giorno; non sanno invece che consuma uguale (se non di più) e non hanno assolutamente benessere in casa.
    Ma come ben saprete.....queste cose le "predico" da anni.....
    Scaldate gente, scaldate...... meno altalene di calore fate in casa, meglio è.....



    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    Web: erregisas.org Cell: +39 348 8581140

    Visita il blog di ERREGI sui prodotti che tratto e sulla biomassa in generale: BLOG


  2. #2
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie dott per le info ...Ma una curiosità se il riscaldamento e sempre acceso modulare giorno e notte a che serve la candeletta in questi casi ?

    Inviato dal mio SM-J710F utilizzando Tapatalk

  3. #3
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    è il riscaldamento acceso (o meglio, la T° impostata del riscaldamento è mantenuta), non la caldaia......
    se la T° è raggiunta, la caldaia si spegne, per ripartire quando scende


    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    Web: erregisas.org Cell: +39 348 8581140

    Visita il blog di ERREGI sui prodotti che tratto e sulla biomassa in generale: BLOG


  4. #4
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Per caldaia spenta si intente spenta off oppure a Potenza 1

    Inviato dal mio SM-J710F utilizzando Tapatalk

  5. #5
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    la caldaia si arrangia lei a fare ciò che serve
    se spegnersi, se andare a potenza 1 o altro
    se la T° in casa è raggiunta, e il puffer è caldo alla T° impostata, la caldaia dopo tot minuti di autoeco, si spegne.


    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    Web: erregisas.org Cell: +39 348 8581140

    Visita il blog di ERREGI sui prodotti che tratto e sulla biomassa in generale: BLOG


  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao DNE nulla di nuovo sotto il sole ,purtroppo le abitudini non cambiano anzi peggiorano , senza entrare nel dettaglio ma solo per farvi ridere vi racconto quello che ho visto e che avviene ancora e che sicuramente continuerà per molto tempo : classica casa freddina causa poco isolamento e installazione ventilconvettori senza ventole quindi impossibile da riscaldare con caldaia gas accesa qualche ora di giorno e spenta la sera , dopo caldaia nuova tradizionale risultati zero , dopo installazione termosifoni alluminio ,risultati qualcosina , dopo nuova caldaia condensazione , tutto come prima , a dire la verità la casa si può riscaldare tranquillamente sebbene qualcuno legga 19 gradi quando sono 16 , scelte personali dirà qualcuno , certamente ma nel 2017 quasi 2018 lasciare accesa la caldaia di notte vuol dire rischiar di morire per monossido di carbonio fa ridere ...... ma qualcuno ci crede ancora .

  7. #7
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Inizio l'anno nuovo con gli auguri a tutti ed una risposta dove non sono d'accordo con il nostro Dott.
    Le cose sono un pò più complesse a mio parere.

    Primo, nel 2018 avere una casa in classe Z, dovrebbe comportare la denuncia penale oppure l'obbligo di avere in casa al massimo 12 °

    Secondo, non è l' On - Off , che costituisce un problema, ma semmai lasciare che una casa si raffreddi oltre una certa temperatura .
    E questa certa temperatura è data da quanto la casa disperde o se preferite da quanto è coibentata e quindi da quanto i ci mette a recuperare il calore perso che poi dipende anche dalla superficie radiante.
    Se recupero in un ora o due non c'è problema a lasciar raffreddare la casa di notte , se impiego sei ore , c'è eccome un problema.

    Terzo, una casa mediamente coibentata consente se ci si accontenta di temperature contenute notevolissimi risparmi.
    Tra i 16,5 ° ed i 20° si consuma anche il 100% in più .
    Quindi se di notte , diciamo dalle 22 alle 6 di mattino si lascia scendere la temperatura a 16,5° , un risparmio c'è eccome anche se il sistema migliore per risparmiare, è coibentare, coibentare, ed ancora coibentare.
    Aggiungo che per il nostro benessere in inverno sarebbe meglio dormire in ambienti poco caldi in modo da risultare più facile evitare che l'umidità relativa dell'aria precipiti sotto valori del 55% cosa che ci espone al rischio di seccare le mucose dell'apparato respiratorio.
    Quindi quelle dieci ore al giorno che si può sperare di passare sotto le coperte possono essere l'occasione eccome di ridurre la temperatura e dunque i consumi.

    Le mie affermazioni sono suffragate da un paio di anni di prove , con acquisizione dati e grafici della caldaia, puffer e sensori esterni oltre ad una puntuale registrazione di ogni singolo sacco di pellet usato.
    Nei due mesi che io chiamo "surgelati", mesi in cui il sole non arriva mai essendo casa mia a ridosso di una montagna di 2200 mt, la neve caduta tre settimane fa è ormai un blocco di ghiaccio , se scaldo la casa di giorno a 16,5°, ho due accensioni caldaia al giorno , ed un consumo di mezzo sacco al giorno che integro per la stanza al piano superiore con il camino ad aria. Se scaldo a 20°, il consumo raddoppia.
    Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

  8. #8
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Lucamax e buon anno.

    1- se devo spendere 50.000 euro per coibentare la mia casa, alla mia età chi me lo fa fare ? Vero che la cosa migliore è coibentare, ma a livello economico se il gioco vale la candela.... Altro discorso per case nuove, case piccole, case con giovani, ecc ecc.
    E ti assicuro, che se invochi il penale per chi non ha la casa coibentata, allora ci dovrebbe essere il 50% della popolazione Italiana in carcere......

    2- per on/off non intendo on/off di caldaia, ma il fermo totale del riscaldamento (indipendentemente dalla T° interna) quando non sono in casa o quando dormo. Così perdo l'effetto "volano termico" che la casa ha.

    3- mi spiace, ma a casa mia non mi "accontento" di intiepidire. A casa mia voglio caldo.....

    4- vivo una sola vita.... e consumare mezzo sacco al giorno di più, me ne può fregare di meno...... Io voglio caldo in casa (e spendo 1400/1600 euro annui per una casa di circa 200 mt a 21° di giorno e 19.5° di notte, sempre.....)

    Le mie affermazioni non sono suffragate da due anni di prove, ma....... da 13 anni di prove a casa mia e oltre 1.000 impianti fatti.

    Vogliamo l'ultimo smartphone, vogliamo l'auto a guida autonoma, non rinunciamo a nessuna mondanità, vogliamo il vestito alla moda, e stiamo (alcuni) al freddo per risparmiare 50/100 euro all'anno......
    Beh.... diciamo che io ho altre priorità....
    Quando vado in giro dai miei clienti (e chiunque qua può confermarlo), cosa dico ?? Che in una casa ci sono 2 cose fondamentali: MANGIARE BENE E STARE AL CALDO.....
    Il resto... (mobili, quadri, auto, ecc ecc) col tempo vengono......

    Questo il mio pensiero, condivisibile o meno, sia chiaro....
    Ultima modifica di Dott Nord Est; 01-01-2018 a 07:27


    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    Web: erregisas.org Cell: +39 348 8581140

    Visita il blog di ERREGI sui prodotti che tratto e sulla biomassa in generale: BLOG


  9. #9
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Lucamax buon anno , condivido in parte le tue scelte , certamente alla base di ogni casa bisogna decidere il comfort domestico , c'è chi sta bene a 16 e chi a 21 sente freddo , parole sante quando dici coibentare , nel mio piccolo racconto /barzelletta ma fatto reale non inventato dimenticavo un piccolo particolare , a parte la gestione della caldaia accesa un paio di ore la mattina se va bene o un paio alla sera , che anche il modo di vestire influenza la temperatura in casa ,alzarsi la mattina e mettere un giaccone pesante per fare colazione fa ridere, stare tutto il giorno con maglioni pesanti tipo siberia ecc......quindi ognuno fa come meglio crede dall'isolamento , al generatore , alla pdc con ftv ecc......ma alla fine una casa è confortevole quando le temperature sono costanti e gradevoli .

  10. #10
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io se lascio scendere troppo la temperatura poi ci vanno ore per recuperare.. Almeno nel mio caso on off è controproducente
    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

  11. #11
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    la matematica non è opinione.....
    che una casa sia coibentata o meno, il segreto è fare meno altalene possibili
    come guidare l'automobile..... consuma di più viaggiando costante o facendo continue frenate o accelerate ??


    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    Web: erregisas.org Cell: +39 348 8581140

    Visita il blog di ERREGI sui prodotti che tratto e sulla biomassa in generale: BLOG


  12. #12
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Nei due mesi che io chiamo "surgelati", mesi in cui il sole non arriva mai
    Tse ! Dilettante, a me sparisce due mesi e mezzo
    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

  13. #13
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Chi ha un minimo di avvedutezza si mette a far quattro conti e decide cosa nel lungo periodo conviene fare.
    Molte persone, per loro ignoranza, preferiscono far conti come se esistesse solo l'oggi e mai un domani , se ne fregano di risparmiare domani .
    In molti casi chi appartiene alla seconda categoria è anche molto chiuso nel capire che sbaglia.

  14. #14
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Più che giusto Le Cheval.....
    ogni persona fa i propri conti, e nel mio caso se devo spendere 50.000 euro per risparmiare 500 euro all'anno...... non mi conviene assolutamente.
    Ad altri converrà....
    dipende sempre da tante cose.
    Non per questo mi reputo "ignorante".... in quanto penso di saper ben fare di conto, visto il lavoro che faccio.....


    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    Web: erregisas.org Cell: +39 348 8581140

    Visita il blog di ERREGI sui prodotti che tratto e sulla biomassa in generale: BLOG


  15. #15
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Dott Nord Est,

    diciamo che per il discorso di coibentate sei un po' di parte, perché uno che vende generatori a biomassa sicuramente spende meno a farsi l'impianto a biomassa che trovare qualcuno che gli fa spendere di meno a coibentate (credo che con 50 mila euro, te la portano in classe A la casa e la scaldi solo con la stufa insostituibile della moglie), uno che vende serramenti o mutatore o impresario edile, magari pensa che sia più conveniente coibentate.
    Una cosa è certa, migliorare una classe Z, non dico in una classe A, ma B o C è sicuramente più conveniente rispetto a uno che parte da una D o E

  16. #16
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    35.000 costa un cappotto, 7/8.000 gli infissi, poi sposta soglie di marmo, porte, ecc ecc..... e fai presto ad arrivare a 50.000.
    Coibentala bene....per quanto bene, ma.... non azzeri mai il consumo, ricordalo.....
    Nel mio caso, e ripeto, nel MIO CASO, non mi conviene assolutamente.
    Altro discorso se la casa fosse nuova, o di piccola metratura, o appena comprata da due giovani sposini, ecc ecc........ Allora si sarei il primo a dire di coibentare prima.
    Ma il motivo della discussione era un'altro: degli errori che molti fanno di usare il riscaldamento per poche ore al gg su case poco coibentate.

    Lore, a proposito, cosa ne dici a proposito di questo link?
    se ben ricordo... eri anche tu uno di quelli che diceva di puntare su elettricità e gas, perchè dal 2018 sarebbero diminuiti alla grande....
    rincari 2018
    Ultima modifica di Dott Nord Est; 01-01-2018 a 16:17


    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    Web: erregisas.org Cell: +39 348 8581140

    Visita il blog di ERREGI sui prodotti che tratto e sulla biomassa in generale: BLOG


  17. #17
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Direi che il Conto Termico da una mano in diverse direzioni, anche. per fortuna, in quella dell' isolamento degli edifici!
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  18. #18
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    Direi che il Conto Termico da una mano in diverse direzioni, anche. per fortuna, in quella dell' isolamento degli edifici!
    Verissimo, il C.T. da sicuramente una mano, il problema è che 50000 € bisogna averli subito da spendere e non so quanto sia conveniente farlo in situazioni simili a quelle descritte da DNE.

    Ciao Matteo.

  19. #19
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    .... spenderli o investirli?

    Una casa in zona E o F con certificato energetico che dice .... che non è isolata!!!!, quanto vale?

    Voglio dire che la storia è sempre la stessa,.... meglio l' uovo oggi o la gallina domani?

  20. #20
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    .... spenderli o investirli?

    Una casa in zona E o F con certificato energetico che dice .... che non è isolata!!!!, quanto vale?

    Voglio dire che la storia è sempre la stessa,.... meglio l' uovo oggi o la gallina domani?
    Il problema grosso per tante persone sono sempre i 50000 € di spesa iniziale.........

    Parlo per esperienza personale, il mio preventivo di spesa per isolamento con cappotto era persino superiore alle cifre riportate da DNE. A fronte di certe cifre si percorroro strade differenti, non è questione di uovo oggi o gallina domani......

  21. RAD
Pagina 1 di 6 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. il mio ingresso nel FV con PDC, ma molti dubbi.
    Da westminzer nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 06-11-2016, 20:03
  2. Domanda banale su tritacarne
    Da carman nel forum BIOMASSE
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 02-12-2012, 17:16
  3. Cippato - molti dubbi
    Da liddi nel forum BIOMASSE
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 15-09-2012, 19:36
  4. Domanda forse banale...
    Da survivors nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 18-01-2010, 08:35
  5. domanda (forse) banale
    Da daniele_pezzano nel forum Errore banale fatto da moltiFOTOVOLTAICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 30-05-2007, 15:51

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •