erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  30
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  2
Pagina 5 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 163

Discussione: rincari 2018

  1. #81
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito



    se non erro il cliente che dici fa acs estiva sempre con la caldaia a legna, avendo lo scambiatore che permette lunghe autonomie a caldaia spenta
    se non ricordo male, ha scelto quella soluzione
    per le emergenze, se ricordo, ha una caldaia a gas
    se vai nel mio sito, tra i lavori fatti dovresti vedere alcune foto del suo impianto

    SOLARBAYER - SOLARFOCUS - RED - HELIOS - KINGSPAN
    Vedi chi sono: ERREGI SAS
    Guarda sempre ultimo lavoro: SOLARBAYER LEGNA HVS 25 + PUFFER + SOLARE

  2. #82
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Volevo dire un’altra cosa ... la scrivo nell’altra ... se no vado OT ...

  3. #83
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    tiro il sasso e nascondo la mano ??????
    scresan.... guarda che io CONTINUO a dire che tu e gli "amici di banda" che fino a un mese fa mi massacravate con le Vs idee di diminuzione costi EE e gas CERTI per il 2018, ora.... guarda caso, per magia sono scomparsi.....
    guarda che, fino a prova contraria, qui sono l'UNICO che tira il sasso e mette nome e cognome, altro che nascondermi..........
    qui siamo nella sezione biomasse, e se aumenta l'autostrada questo non è forse il luogo di discuterne....
    vuoi "raddrizzare" forse l'evidenza a tuo favore ? mi spiace..... non ci sto........ Quello che dico documento, anche se a te ed altri non piace molto.....

    Il sasso era il tuo, e questa discussione sul rincaro delle EE e metano, l' hai iniziata e gestita tu.

    Qualche post prima scrivevi rivolto a me:

    "questo si era capito da tempo......
    peccato che questa sia la sezione delle biomasse e tu ....."

    cioè che siamo nelle sezione biomasse, quindi fuori tema come sezione, se l' italiano è la ns lingua comune.

    Cosa vorresti che faccia:

    1- non devo esporre le mie opinioni in quanto hai aperto tu la discussione ?.... non è possibile!
    2- devo spostarla in altra sezione?
    Basta che lo chiedi!


    Per il resto non faccio parte di nessuna "banda" e dalle mie parti, zona di confine, non piace essere apostrofati in questo modo, ma capisco che non potevi saperlo.

    Per quanto riguarda questa discussione non cambio idea in quanto penso che

    1- i rincari ricadranno anche sulle altre fonti di energia, biomasse comprese, se non altro per l' obbligo nel 2018 di utilizzo di solo pellet certificato in classe A1 in moltissime zone del nord, e alla fine pellet e legname si muovono su strade ad e autostrade. L' articolo che ho citato al pari di te elencava:"
    Elettricità. Gas. Rifiuti. Ticket. Banche. Poste. Autostrade. Assicurazioni. E poi professionisti, artigiani, trasporti. "

    2- la nuova bolletta della luce permetterà consumi elevati di energia a prezzi piu' bassi rispetto alla vecchia bolletta a scaglioni, anche se la riforma non è stata ancora completata e spero sarà migliorata. Non impedirà alla materia "energia elettrica" di aumentare, ma darà la possibilità di utilizzare anche le pdc per riscaldamento, ovvero, lo ripeto, viene superata la vecchia tariffazione a scaglioni.

    3- a parità di energia prodotta per ora! EE e metano hanno emissioni molto piu' basse in atmosfera (se ricordo 200 volte minimo), tant'è che molte regioni hanno ristretto l' utilizzo dei modelli piu' "inquinanti" di caldaie, sia obbligatoriamente per alcune esistenti, che per le nuove da installare. Ma tutti hanno EE in casa, al contrario del metano.

    4- i contratti di EE e metano saranno sempre piu' "personalizzabili" e chiaramente andranno interpretati e seguiti attentamente e non fatti per telefono in 3 minuti dopo cena. Del resto tutti sottoscriviamo da anni contratti con assicurazioni e telefonici e tutti sappiamo quanto si possa risparmiare se ben mirati.

    Questo è il mio "libero" pensiero!



  4. #84
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    perfetto, tu hai la tua idea, altri ne hanno un'altra.
    semplice......

    ah.... oggi il petrolio ha avuto un balzo in avanti nel prezzo.....
    aggiungiamolo a EE e gas.
    Vuoi vedere che la vecchia e bistrattata legna (e affini) è la cenerentola che non segue le leggi di mercato perchè non può essere gestita "dai soliti" ??

    SOLARBAYER - SOLARFOCUS - RED - HELIOS - KINGSPAN
    Vedi chi sono: ERREGI SAS
    Guarda sempre ultimo lavoro: SOLARBAYER LEGNA HVS 25 + PUFFER + SOLARE

  5. #85
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    in merito ai rincari 2018, oggi ho trovato questa.....(azzecatissima)

    26165338_1999017110124794_4639235053614581081_n.jpg

    SOLARBAYER - SOLARFOCUS - RED - HELIOS - KINGSPAN
    Vedi chi sono: ERREGI SAS
    Guarda sempre ultimo lavoro: SOLARBAYER LEGNA HVS 25 + PUFFER + SOLARE

  6. #86
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    .....

    1- i rincari ricadranno anche sulle altre fonti di energia, biomasse comprese,

    .....
    Ciao Scresa,
    tocchi un punto interessante che è anche uno dei motivi per cui ho scelto una soluzione caldaia a pellet e camino a legna e cioè che per il governo controllare il prezzo della benzina o dell'elettricità è semplice quello di legna e pellet molto meno.

    Io abito in pratica in mezzo ad un bosco e se ho bisogno di legna accendo la motosega, in zona la legna costa relativamente poco e la vendono in moltissimi.
    Se il pellet aumentasse oltre misura passerei alla legna anche se più scomoda.
    Per il pellet se questo fosse tassato di più l'evasione Iva diventerebbe molto importante , già adesso viene il sospetto che qualche bilico viaggi senza il conforto dell'amica Iva oppure potrebbero moltiplicarsi truffe da importazioni intra comunitarie e quelle sono quasi impossibili da contrastare.

    Con benzina e elettricità sei alla merce della tariffa imposta con le biomasse insomma è un pò diverso.

    La cosa davvero interessante sarebbe l'autosufficienza grazie al fotovoltaico, per chi ha molto soleggiamento è un traguardo non troppo lontano, specie se i costi per le celle ad alto rendimento si abbasseranno . Una cella della Sunpower da 5 pollici quadri , produce 3,3 watt , con il soleggiamento di Lugano , al Sud rende di più e costa meno di 2 euro, ci sono già celle che rendono fino al 30% di più ma sono di difficile reperibilità.
    Se uno si arrangia con il fai da te , costruirsi i pannelli non è impossibile ed ha costi relativamente contenuti.
    Il tutto a patto di attuare l'autoconsumo ed avere un sistema di immagazzinamento dell'energia prodotta economico.
    Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

  7. #87
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    ma..... non doveva essere il 2018 l'anno in cui luce e gas diminuivano ????
    Per il gas non so, per l'energia elettrica se ti riferisci alla riforma delle tariffe forse hai capito male (l'applicazione non era "istantanea" al 31/12/2017).
    La riforma è stata approvata nel 2015, a gennaio 2016 è stato fatto il primo passo, a gennaio 2017 il secondo passo.
    Questo gennaio ci doveva essere il terzo e ultimo passo ma il governo, lo scorso dicembre, ha deciso di posticiparlo di 1 anno.
    Ne avevamo parlato qua (Riforma tariffe elettriche dal 2016).
    Comunque valutiamo l'effetto fino ad oggi della riforma:
    nell'ultimo trimestre ante-riforma (IV 2015) il prezzo marginale massimo (4° scaglione) era 35,7 c€/kWh (con accise e IVA) per contratto D2 e 34,5 per D3.
    Oggi (nonostante l'aumento del 5%) siamo a 20,4 c€/kWh, mentre il prezzo marginale minimo è rimasto pressochè costante, 15,9 c€/kWh (sempre con accise e IVA).
    Il tema della discussione è però "Rincari 2018" e non hanno niente a che vedere con la riforma delle tariffe elettriche (visto che il governo ne ha posticipato la prevista applicazione lasciando col "cerino" in mano quanti si sono "fidati" passando recentemente a PDC).
    Per una discussione seria "in topic" bisogna far riferimento al documento dell'Autorità che allego.

    Innanzitutto questo si riferisce alla famiglia tipo che consuma 2700 kWh di EE, e 1400 Smc di metano, con entrambi i contratti in maggior tutela.
    Le cifre cambiano se cambiano consumi (e ripartizioni dei consumo nelle 3 fasce orarie per l'EE). Se poi uno è passato al mercato libero le cose cambiano ancora di più perchè l'aumento non riguarda la componente energia che di solito è fissa per 12 mesi. Quindi quando qualcuno ha detto "....dipende....." ha detto una cosa giusta.
    Ma facciamo riferimento alla famiglia tipo del documento e all'elettricità (per il gas l'aumento dipende solo dall'andamento del prezzo di mercato).
    L'aumento è dovuto per circa 1/4 all'andamento del prezzo della materia prima e per altrettanta quantità all'errore di previsione dell'Autorità sui prezzi del IV trimestre 2017, che si ripercuote nel I trimestre 2018 con un deciso aumento della componente di perequazione PPE. Questi aumenti riguardano solo chi è rimasto nel mercato tutelato. Per tutti invece c'è la parte rimanente di aumento, tra cui spicca (oltre 1/3 dell'aumento totale) il "pizzo" da pagare alle aziende energivore.
    E' come se da domani sul pellet lo stato impone 1 € in più a sacco per finanziare il "fondo sanitario per i danni provocati da polveri sottili" (oppure pensa ad altrettante accise). Questa è una spesa secca in più che qualcuno deve pagare, per l'energia elettrica viene fatta pagare in più su tutte le bollette.
    E' interssante anche l'ultima pagina del documento dove si vede l'andamento storico.
    Esattamente nel II trimestre 2016 c'è stato una diminuzione dell'EE del 5% e del metano del 9,8%...... ora vado a vedere se anche allora era stata aperta una discussione.
    File Allegati File Allegati
    Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
    attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

  8. #88
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    tutte belle parole, ma.....c'è un ma.
    io, e penso molti altri, guardano i dati reali e quello che pagano.
    e.... il dato reale è...... che le "profezie" dette da "alcuni" per il 2018 non si sono avverate, anzi........
    mentre, da contro..... per legna e pellet abbiamo già visto discussioni su questo forum datate 10 anni fa e i prezzi sono rimasti invariati, se non calati...... (devo metterti link o ti fidi sulla parola ?)
    quindi...... ti mando un sorriso

    SOLARBAYER - SOLARFOCUS - RED - HELIOS - KINGSPAN
    Vedi chi sono: ERREGI SAS
    Guarda sempre ultimo lavoro: SOLARBAYER LEGNA HVS 25 + PUFFER + SOLARE

  9. #89
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    "beh fino a pochi mesi fa c'erano gli scaglioni, e mettendo pdc si finiva in ultimo scaglione... 0,3€/kWh, e rispetto a una caldaia tradizionale con rendimento intorno al 92% vuol dire che guadagnavi solo se avevi un COP medio annuale intorno a 0,3x0.92/0,08=3,4 o superiore.
    E allora si passava a altre tariffe.

    Ora senza scaglioni basta un cop ancora inferiore, inoltre bisogna considerare l'impianto: per esempio usando gli split praticamente si annullano le perdite di distribuzione che si hanno con caldaia tradizionale (ma anche pdc se usa i caloriferi).

    Poi c'è il discorso inquinamento, e infine se ci si scalda con l'elettricità ovviamente si elimina il gas e si eliminano quindi anche i costi fissi di contratto."

    Copiato tal quale da spiegazione data da altro importante utente del forum! (spero non mi chieda royalitis ...scusa Riccardo!!) e che sottoscrivo essendo nei fatti un ottimo riassunto di quanto sostengo da tempo. E continuerò a farlo!

  10. #90
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    ci si dimentica di aggiungere che dipende dalla casa....
    se una casa lo permette, sono il primo a dire PDC o gas
    ma.....forse "qualcuno" si dimentica che MAI ho consigliato biomassa dove non conviene....

    SOLARBAYER - SOLARFOCUS - RED - HELIOS - KINGSPAN
    Vedi chi sono: ERREGI SAS
    Guarda sempre ultimo lavoro: SOLARBAYER LEGNA HVS 25 + PUFFER + SOLARE

  11. #91
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Non vorrei banalizzare ma comprando male cioè in alta stagione pellet austriaco a1 a 4,20 con 8 bancali scaldo una casa di 500m2 anni 70 poco isolamento con circa 2.400€
    A maggio acquisterò sempre ottimo a1 a 3,70 spendendo quindi ancora meno
    Sarebbe interessante sapere se c'è qualcuno che scalda una casa di queste dimensioni con gas e quanto spende e con pdc e quanto spende ripeto non per banalizzare ma per confrontare per quanto possibile e rendere intellegibile anche ai comuni mortali i vostri ragionamenti

  12. #92
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    stilton....
    vediamo cosa rispondono gli utenti che sono contro la biomassa......

    SOLARBAYER - SOLARFOCUS - RED - HELIOS - KINGSPAN
    Vedi chi sono: ERREGI SAS
    Guarda sempre ultimo lavoro: SOLARBAYER LEGNA HVS 25 + PUFFER + SOLARE

  13. #93
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Interessante discussione con vari punti di vista e che sicuramente fra un anno si riproporrà visto che ogni anno qualcosa aumenta e se non aumenta la materia prima , aumentano accise oneri costi fissi iva ecc....tenendo presente che ognuno di noi conosce benissimo quanto costa riscaldare casa , tranne chi entra in una casa nuova , è facile fare 4 conti su cosa convenga in base a gusti personali, comodità ecc...... scegliere un impianto oggi su prezzi futuri dell'energia lasciamo stare.......... al di là di rincari la scelta giusta è sempre quella meno inquinante purtroppo non sempre attuabile quando si scontra con quella economica in quanto ognuno di noi ha le sue priorità. La mia idea , e qui molti s'incazzeranno , che ci vorrebbero prezzi più alti per l'energia e il gas in modo da finanziare ancora di più rinnovabili e risparmio energetico degli edifici , so benissimo che ci vorrebbe un controllo adeguato per ottenere questi risultati ma il tutto porterebbe a meno consumi , meno inquinamento ecc....... ma alla fine sapete che vi dico .... meglio di no paghiamo già abbastanza e troppo ....... un pò come le multe dovrebbero usare i soldi per manutenzione e sicurezza stradale invece le usano per i buchi di bilancio .

  14. #94
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Indubbiamente gli aumenti vanno contro chi ha bassi consumi e favorisce chi li ha maggiori, quindi dovrebbe prediligere il riscaldamento a pdc. Però chi come me è vincolato al riscaldamento centralizzato rimarrà sempre cornuto sull'aumento del gas per il riscaldamento e mazziato per quanto riguarda gli aumenti ai bassi consumi di ee...
    Poi uno così potrebbe essere spinto al cercare casa indipendente ad alta efficienza ma è un costo e dall'altra parte spingono sul recupero edilizio con sgravi su ristrutturazioni. Poi im tema ambientale come avevo letto che sulle auto si diceva che quella che inquina meno è quella che già si possiede, lo stesso si potrebbe dire delle case...
    sono andato un po troppo OT mi sa...scusate..

    Gibrun...penso la stessa cosa della parte finale del tuo messaggio. ..sia che servirebbe una massiccia tassazione sull'energia per usare i fondi per le rinnovabili, sia che mai lo facessero i soldi li devierebbero in realtà per la sagra del fagiolo quindi meglio non suggerirlo...il problema non è in sé l'aumento dell'ee in questo caso, è l'aver favorito alti consumi e quindi anche lo spreco.

  15. #95
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Dott Nord Est,

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    tutte belle parole, ma.....c'è un ma.
    io, e penso molti altri, guardano i dati reali e quello che pagano.
    e.... il dato reale è...... che le "profezie" dette da "alcuni" per il 2018 non si sono avverate, anzi......
    Nel mio caso ho fatto un contratto a ottobre 2017, partito il 01/01/2018, che a parità di consumi del 2017, mi fa risparmiare l' 1% in meno del vecchio contratto che era già più conveniente della maggior tutela di un bel 10% e più.
    Come con il pellet, bisogna comprare bene quando è il periodo, (in inverno come aumenta pellet, aumenta anche gas e EE) e cominci a bloccarlo per 1 anno e nel mercato libero, se fai attenzione come quando compri qualsiasi cosa ( ci sono documenti chiari che ti dicono se risparmi e spendi di più rispetto alla maggior tutela), puoi anche risparmiare a tal punto che il prezzo cala rispetto ai soliti aumenti.

  16. #96
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    perfetto Lore, ma se ben ricordo, molti dicevano impossibili i prezzi che indicavo per pellet o legna
    vuoi vedere che il tuo ragionamento vale per l'EE e non vale per il resto ?
    hummmmm.....strano.....

    inoltre, come sempre dico.....a ogni persona il proprio vestito.

    ScreenShot001.jpg
    Ultima modifica di Dott Nord Est; 05-01-2018 a 22:58

    SOLARBAYER - SOLARFOCUS - RED - HELIOS - KINGSPAN
    Vedi chi sono: ERREGI SAS
    Guarda sempre ultimo lavoro: SOLARBAYER LEGNA HVS 25 + PUFFER + SOLARE

  17. #97
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da GIBRUN Visualizza il messaggio
    La mia idea , e qui molti s'incazzeranno , che ci vorrebbero prezzi più alti per l'energia e il gas in modo da finanziare ancora di più rinnovabili e risparmio energetico degli edifici , so benissimo che ci vorrebbe un controllo adeguato per ottenere questi risultati ma il tutto porterebbe a meno consumi , meno inquinamento ecc....... ma alla fine sapete che vi dico .... meglio di no paghiamo già abbastanza e troppo ......
    E poi quelli che possono permettersi le "casa clima gold", le passivhouse, le case classe A4, ettcc continueranno a vivere tranquilli e anzi si faranno beffe degli " inquinatori" della biomassa, dall' alto delle loro VMC con recupero di calore e dei loro 15kwh /mqa .... Invece noi poveracci con case in classe G da 220kwh/mqa che per passare in B dobbiamo impegnarci un rene, bruceremo nelle nostre stufe perfino le tavelle in legno dismesse delle ferrovie ( visto di persona) per risparmiare sul gas e la corrente.... Altro che diminuire la inquinamento

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
    caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

  18. #98
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    @Ivan se andiamo a norma di legge, nel bacino padano è già realtà!, infatti

    si deve far presente agli utenti che hanno in casa vecchie caldaie a biomassa, stufe, cucine economiche, caminetti aperti, ma anche chiusi e vecchi..

    a NON installare altri sistemi alternativi per il riscaldamento (chièdero' in regione lombardia se i condizionatori in pdc sono considerati alternativi! )

    altrimenti non potranno piu' utilizzarli e dovranno per forza far uso di EE nei condizionatori e pdc o metano, gpl e gasolio nelle caldaie presenti in casa anche se non nuove.

    In poche parole se non vuoi spendere perchè

    1- EE e metano ti danno una mano
    2- pellet in classe A1 è piu' costoso di quello in classe piu 'bassa
    3- non hai euro da spendere per una nuova caldaia/stufa a biomassa con 3 o piu' stelle

    + inquini - spendi e sei a norma di legge.

    W l' Italia!
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  19. #99
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Infatti scresan, ho sempre pensato che nn si voglia veramente incentivare un vero risparmio, democratico, per la plebe.... Per la ma maggior parte della gente... Perché invece del 65% in 10 anni( per esempio), che uno i soldi li deve avere prima e inoltre deve anche avere un buon reddito se no cosa scala??.. non si danno i soldi in anticipo, per chi non li ha e nn li può spendere ( certo va poi verificato che siano stati spesi per l efficientemento energetico , con fatture, controlli etcc..) per far risparmiare chi necessita veramente del risparmio ( e non ha i soldi cash) e non chi mette il fotovoltaico per "essere Green" e far finta di inquinare meno del poveraccio

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
    caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

  20. #100
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Dott Nord Est,

    beh come vedi stilton (che di preciso non si sa ancora quanto e come scalda, essendo un B&B, quindi dipende dai clienti e da altri "segreti di stato" ecc) se ha già preso 8 bancali a 4,2 euro al sacchetto, mi sembra che li abbia pagati molto, ma molto di più del tuo prezzo di riferimento, e anche 3,70 che li pagherà (futuro prossimo), meglio sicuramente, ma mi sembra ancora lontano dai tuoi prezzi di riferimento, perciò questi allora cosa sono in confronto a un 5% e rotti di aumento che sono circa 37 euro in un anno per una spesa di 540 euro circa di EE e 22 euro di aumento rispetto all'anno precedente per circa 1000 euro di metano per la maggior tutela, mentre nel mercato libero potresti addirittura risparmiare anche questi aumenti.

    Ma poi visto che dici che consumi 6000/7000 kWh annui senza PDC, di quanto ti è variato a te il costo annuo dal 2015 al 2017, così puoi dirci se ti è calato o meno e di quanto il costo annuo di EE per un caso con dei bei consumi come i tuoi (che tra l'altro non sono pochi senza pdc e piano a induzione, visto che consumi 2 bombole di gas l'anno per cucinare).

  21. RAD
Pagina 5 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. detrazioni 2018
    Da biomassoso nel forum BIOMASSE
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 18-01-2018, 22:22
  2. Progetto fuoco vr 2018
    Da Dott Nord Est nel forum BIOMASSE
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 17-01-2018, 15:13
  3. Quota SSP dal 2018
    Da Bematin70 nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 02-02-2017, 21:41
  4. SSP nel 2017 e dal 2018...
    Da nammen nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-01-2017, 13:23
  5. rincari bollette corrente....colpa del fotovoltaico?
    Da 3745mat nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 27-08-2012, 14:54

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •