erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  5
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 4 di 4 primaprima 1234
Visualizzazione dei risultati da 61 a 72 su 72

Discussione: Consiglio fonte di alimentazione

  1. #61
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito



    nel frattempo altre info su esperienze, in merito.....

    ScreenShot001.jpg ScreenShot002.jpg ScreenShot003.jpg ScreenShot004.jpg

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    erregisas.org

    Guarda: OFFERTA DELLA SETTIMANA

  2. #62
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Dott Nord Est,

    chi ha a che fare spesso e volentieri con i software delle amministrazioni pubbliche è ben consapevole degli errori/bachi che hanno, il brutto invece in questo caso, è che invece di far rispettare i requisiti, ci si deve adeguare a dei software con evidenti errori e bachi di programmazione

  3. #63
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    ah questo non lo so..... non sono esperto di sw....
    sentito ora altro studio che fa pratiche
    ci sono contratti accolti e non accolti, quando si va sotto i 20 lt
    forse problemi di sw, boh.....
    quelli da 20 in su nessun problema
    quindi, ricapitolando.... se il sw funziona, 20 lt si è sicuri, sotto serve dichiarazione della casa madre o di tecnico che si prende la responsabilità.
    il mio pensiero, che non centra con CT2.0, invece è "sempre puffer, da dimensionare".

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    erregisas.org

    Guarda: OFFERTA DELLA SETTIMANA

  4. #64
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    eccomi qui nuovamente, con al risposta di un tecnico del settore che per professione segue le pratiche del CT2.0
    questa la sua visuale, che condivido in toto (poi, ogni persona trarrà le proprie conclusioni) :

    "Ciao Giuseppe,
    secondo me il concetto è questo:

    “Partendo dal fatto che il conto termico 2.0 e i 2 produttori che mi hai elencato usano queste parole “garantire un’adeguata funzione di compensazione di carico, con l’obiettivo di minimizzare i cicli di accensione e spegnimentone consegue che l’obiettivo di una buona caldaia è ridurre il più possibile i cicli on/off in quanto nei transitori la combustione è sempre imperfetta causa la bassa temperatura della camera do combustione. La domanda è cosa comporta la combustione imperfetta e come evitarla. Sulle conseguenze è noto che:

    - Aumenta la formazione di particolato di varia dimensione che comporta sporcamente dello scambiatore di calore e del camino
    - Aumenta inquinamento ambientale
    - Aumentano di condensa dei fumi che a contatto con il particolato crea incrostazioni più forti
    - Spreco di combustibile pellet che brucia male in avviamento

    Per evitare (o meglio ridurre) tutti questi fenomeni la EN 303-5:2012 da le direttive su come dimensionare l’accumulo di acqua tecnica, che in sostanza è il sistema migliore per ridurre i cicli on/off. A valle di ciò ci sono i sistemi di pulizia che coregono gli inevitabili fenomeni che avvengono anche nelle caldaie con un corretto dimensionamento del puffer. Ora, che alcune case produttrici affermino che i litri di acqua tecnica per kW posso essere bassi è un’affermazione lecita perché nessuno glielo impedisce, ma fintanto che si parlerà di minimizzare i cicli di accensione e spegnimento senza parlare di numeri e condizioni al contorno, si comprende che la questione è affidata unicamente alla fama e alla serietà del produttore (magari per accaparrarsi una fetta di mercato). E’ mio parere, che quando vi sono affermazioni che eccedono i limiti delle norme tecniche, un produttore serio presenti una relazione tecnica accompagnata da una seria sperimentazione a sostegno delle sue affermazioni.”

    Altro non ti so dire Giuseppe.. le norme attuali lo permettono e c’è chi se ne approfitta. Poi mettiamoci che prendono il caldaione grande per avere più CT e la frittata e servita.
    P...... "

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    erregisas.org

    Guarda: OFFERTA DELLA SETTIMANA

  5. #65
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    ho appena telefonato, nel pomeriggio mi daranno una risposta.....
    Non poteva che essere la stessa che ti avevo dato io!!

  6. #66
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    e no !!
    la verità sta in mezzo.....
    senza dichiarazione di responsabilità rimane il limite dei 20 lt / kw

    poi ertrag nel post 171 di questa discussione ha spiegato bene il discorso: Nuova "CLASSIFICAZIONE AMBIENTALE DEI GENERATORI DI CALORE ALIMENTATI CON BIOMASSA LEGNOSA"

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    erregisas.org

    Guarda: OFFERTA DELLA SETTIMANA

  7. #67
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    ... la verità è che io lo sapevo, tu, NO.

    Anche il discorso (corretto!) del tuo "cartaio" è relativo a dei presupposti che lo portano a quelle conclusioni.

    Per esempio se il problema principale sono le emissioni, non la resa termica della caldaia non credi che:

    le polveri sottili in assenza di un filtro dedicato e specifico, per esempio, si liberano al momento della pulizia dei tubi di scambio con turbolatori ed aspirazione fumi attivo!

    Da qui capisci per quale motivo importanti costruttori esteri !!! preferiscono sistemi manuali che vengono attivati a caldaia spenta.

    Tutto come sempre è relativo!

  8. #68
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    infatti le caldaie TOP estere fanno la pulizia turbolatori spegnendo la caldaia e riaccendendola (se a pellet, e quando non scarica se a legna)

    per il discorso ragione, io dico che sta nel mezzo, tu dici di averla tu... Per me non cambia, mezzo, tu, io.....
    la legge dice che in mancanza di certificazione da parte della casa madre il limite è 20 lt/kw.
    Se alcune ditte certificano meno, buon per loro. Per il mio modo di vedere e lavorare, puffer insignificanti neppure li prendo in considerazione, perchè a me interessa l'aspetto tecnico al di la del CT.
    Sai, il mercato e il tempo sono sempre stati "galantuomini", vedremo se tale caldaia avrà un successo folgorante come da te auspicato.
    Ultima modifica di Dott Nord Est; 10-01-2018 a 16:00

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    erregisas.org

    Guarda: OFFERTA DELLA SETTIMANA

  9. #69
    Supporter EA

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    ... la verità è che io lo sapevo, tu, NO.
    e per l'ennesima volta devo contraddirti, adducendo SEMPRE le prove......
    già nel novembre del 2016 (ben OLTRE UN ANNO FA) dissi che si poteva ovviare con certificazione da parte della ditta o di un tecnico....
    quindi... chi era che non lo sapeva, io o te ?
    leggi bene il post allegato:

    ScreenShot001.jpg

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO

    erregisas.org

    Guarda: OFFERTA DELLA SETTIMANA

  10. #70
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    nel frattempo altre info su esperienze, in merito.....

    ScreenShot001.jpg ScreenShot002.jpg ScreenShot003.jpg ScreenShot004.jpg
    Per correttezza, dallo stesso forum che anch'io frequento, riporto però il seguito:

    001.JPG 002.JPG

    ferme restando tutte le considerazioni sulla convenienza o meno di non utilizzarlo.

  11. #71
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Riripeto per l' ultima volta, era nelle novità del Conto termico 2.0 su richiesta di molte aziende costruttrici italiane.

    Conto Termico 2.0

  12. #72
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si era per non lasciare incompleta l'informazione, infatti da quelle schermate sembrava che comunque non fossero accettati volumi minori per scelta del GSE, invece, disguidi tecnici temporanei a parte, è tutto come da regole applicative del 2.0. E meno male direi, perché un volume uguale per tutti è ridicolo.

  13. RAD
Pagina 4 di 4 primaprima 1234

Discussioni simili

  1. Dubbio su fonte di calore
    Da Lollo81 nel forum In Casa
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 16-07-2013, 12:31
  2. consiglio fonte riscaldamento
    Da robertin_78 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 08-03-2013, 20:38
  3. fonte geotermica a 50°C
    Da vino nel forum GEOTERMICO
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 13-03-2010, 18:11
  4. SSP e fonte rinnovabile
    Da Kenneth Anderson nel forum BIOMASSE
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 20-07-2009, 11:48
  5. Nuove fonte di energia
    Da energianow nel forum Ai Confini della Scienza
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 01-08-2008, 20:53

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •