erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 19 su 19

Discussione: Caldaia pellet Easypel

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Caldaia pellet Easypel



    Buongiorno, volevo avere alcune delecidazioni sull'impianto che mi hanno appena installato, ma che purtroppo non sono del tutto contento, casa su tre livelli , due appartamenti di circa 100mq l'uno, casa non isolata .

    Mi hanno installato caldaia easypell da 32kw con puffer con serpentino sanitario e serpentino per solare della capacità di 800l, puffer modello TSPU della OMB.
    Se qualcuno conosce la caldaia e puffer accetto consigli di regolazione e/o allaciamenti.

    La caldaia comanda due pompe con regolazione pwm e miscelatore manaule, per i due circuiti di riscaldamento, set-point acs 60°C e deltaT 15k, se la sonda acs scende sotto i 45° la caldaia si accende.
    Set-point temperatura puffer per riscaldamento 60°, consenso per start pompe 40° ( cosi mi hanno detto di impostare, dopo problemi dato che il tecnico l'aveva impostata a 60° ma le pompe non funzionavano bene, ON-OFF repentino).
    Ieri sera ho visto un comportamento anamalo, ovvero solo riscaldamento circuito 2 attivo, la caldaia comanda la pwm del riscaldamento 2 al 70%, ho controllato i valore della tensione ed era di 3,2V, al 70% se il campo analogico è tra 0-10V, dovrei leggere 7V, mentre sulla pwm1 leggevo 10V, cosa strana dato che la pompa 1 non era in chiamata, era spenta.
    Verso la fine la caldaia è andata in mantenimento , qui ha fatto partire la pompa 1, è il termostato non chiamava, come mai questo funzionamento?
    ieri sera verso le 10:30 quando la caldaia era spenta, tutti i due termostati non in chiamata, la temperatura sonda acs segnava 71° e quella del riscaldamento 66°.
    Stamattina verso le 7:00 la sonda acs segnava 58° e quella del riscaldamento 40°, non c'è stata troppa perdita di calore?

    Attendo vostri consigli

    Grazie

  2. #2
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Non è molto chiaro quanto hai descritto.

    1- la caldaia regola la T di mandata verso i relativi appartamenti con due circolatori controllati in portata? Su una miscelatrice? Non ho mai visto questo sistema??

    2- misuri un' uscita pwm e ti aspetti un valore da 0-10?? Se in pwm legge degli impulsi e non un valore analogico?

  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    No la caldaia regola la temperatura dell'acqua tecnica nel Puffer, poi c'è un parametro di temperatura che decide lo start Delle pompe di riscaldamento, settato a 45°.
    Le due pompe poi sono dotate di miscelatore manuali.
    Nel manuale della centralina c'è scritto comando pwm/ 0-10v, per la regolazione Delle due pompe , in effetti le pompe accettano solo segnali pwm, ovvero frequenza dell'onda quadra variabile,, quindi un segnale analogico non va, è la centralina che non è chiara.
    Inoltre ha due entrate per i due termostati ed un unica uscita per alimentare le pompe a 230v.
    La cosa strana che quando la caldaia è andata in mantenimento e c'era solo una pompa attiva si è attivata anche la seconda, anche se il termostato non era in chiamata.
    La sonda riscaldamento è posizionata tra il tubo di mandata e quello di ritorno, tubo di ritorno tutto basso e quello di mandata a metà Puffer.
    Mentre la mandata della caldaia tutta alta e quello di ritorno tutto basso.
    Ho notato che nella notte, caldaia e riscaldamento spento, alla mattina la temperatura è scesa di circa circa 15°, non è una perdita di calore eccessiva?

  4. #4
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da SimoneQ Visualizza il messaggio
    ...
    Le due pompe poi sono dotate di miscelatore manuali.
    ...
    Cosa intendi? Delle miscelatrici termostatiche manuali a punto fisso, ovvero regolabile a mano da 30-60 gradi? Su termosifoni?

    Le uscite pwm/0-10 v credo significhe che sono programmabili o pwm oppure 0-10v per adattarle a diverse tipologie di valvole miscelatrici motorizzate.

    Ci sono anche circolatori con entrate regolabili, ma non capisco il senso di modificare le portate sui circuiti invece che la T dell' acqua che vi circola. I circolatori saranno su on o su off a seconda della richiesta (se controllati da cronotermostati) mentre le miscelatrici termostatiche motorizzate potrebbero essere regolate e controllate dalla stesaa caldaia che se munita di regolazione climatica (forse x 2 zone, o per 2 zone con espansione da installare) o anche da cronotermostati proprietari....

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Di esatto le miscelatrici sono regolabile a mano, hanno una scala graduata da 0-6, sono installate sul gruppo pompa, questo gruppo pompa è poi della okofen, e le pompe sono delle wilo yanos para rstg, il perchè è cosi non lo so , so che comunque impiega tanto a scaldare il puffer da 800l e la temperatura acqua circuito di riscaldamento , sebbene le miscelatrici sono al massimo, rimangono sempre sui 55°.

  6. #6
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Secondo me le pompe devono andare on-off o sempre on se impianto regolato in climatica.

    Le uscite pwm dovrebbero servire per i motori di quelle miscelatrici, che ora mancano e tu chiami manuali.

    Senti chi ti ha fatto l' impianto e chiedi con che logica ha pensato di farti funzionare l' impianto di riscaldamento.

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    questo è lo schema,
    la sonda esterna non me l'hanno installata, però nel manuale il segnale pwm comanda le pompe impianto di riscaldamento
    schema easypell.jpg

  8. #8
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    inoltre volevo sapere se nel periodo notturno con caldaia spenta, ho una perdita di temperatura do 20°C, puffer installato in garage, locale no scaldato, però è un pò eccessvo.

  9. #9
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, ho letto le indicazioni che hai postato sopra, e secondo me:

    1-primi 3 periodi. Secondo me si riferiscono al circolatore che carica il puffer che puo' essere collegato in due modi (UW ???) o PWM. Sembra dire che sotto i 60 gradi la caldaia non carica il puffer (anticondensa?)

    2- z27 e z28 sono 2 linee per i relativi termostati ambiente (proprietari con lettura delle T oppure generici on/off???)

    3- chiaramente se la caldaia ha le entrate per i termostati gestisce anche i relativi circuiti, che per me sono : contatti HK per il circolatore (attiva i circolatori, anche se illogico che 1 uscita attivi due circolatori) mentre x39 ed x40 sono le uscite che regolano i due relativi circuiti (uno per termostato ambiente) magari con uscita pwm o 0-10 per due miscelatrici (climatica).

    Friwa dovrebbe essere un gruppo per la produzione di acs con scambiatore a piastre, e forse la centralina della caldaia ha già integrato la regolazione della T di produzione acs tramite regolazione della portata del primario....

    Chiaramente ...mie libere interpretazioni !


    P.S.: per le perdite di T verifica se hai circuiti/termosifoni che rimangono caldi in assenza di consenso dei relativi cronotermostati ..... ovvero qualche circolazione parassita.

  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    esatto è cosi come dici, le due pompe del circuito di riscaldamento vanno in parallelo, e questo per me non è corretto, le uscite pwm vanno alle pompe dato che anche loro sono a velocità variabile, le miscelatrici sono manuali, dici che le miscelatrici dovrebbero avere un comando pwm per la regolazione continua? però la centralina non le gestisce.
    nel mio caso per la produzione di acs uso la serpentina in acciaio inox all'interno del puffer.

    No, non ho termosifoni caldi in assenza di consenso, però per me è un eccessivo perdita di calore

  11. #11
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Non conosco la centralina della tua caldaia!

    Nel 99% dei casi ci sono 3 livelli di acesso:

    1- utente per la regolazione delle t (compresa la climatica se)
    2- installatore per la configurazione degli schemi (di solito preprogrammati)
    3- casa madre/cat autorizzato per la definizione di tipologia di sonde, uscite, ingrassi, espansioni

    Se non hanno previsto lo schema corretto, magari la climatica non ti compare, oppure manca l' espansione che potrebbe essere solo un codice di sblocco a pagamento o una parte hw da aggiugere.

    Per le perdite, incide molto anche :

    1- cattiva gestione del circolatore caldaia/puffer che potrebbe rimanere acceso a sproposito (va programmato)
    2- cattivo isolamento di tutti i collegamenti dei tubi sul puffer, pozzetti, di solito le riduzioni fra puffer e tubi nessuno le isola...
    3- solo tua impressione!

  12. #12
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Comincia ad isolare ogni cm di metallo che sia attaccato al puffer, poi se continua a disperdere tanto così probabilmente avrai una qualche circolazione parassita.
    Ma prima isola tutto
    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno Simoneq ,
    partiamo dall'inizio . Chi ti ha venduto la caldaia : installatore , commerciale Okofen ?
    mi ripeterò, un Puffer da 800 la con priorità sanitaria e con scambiatore per il solare e collegamento ritorni a 2 diverse altezze , forse come da schema azienda , è inesistente per funzionamento senza continui on off in mezza stagione . I 2 ritorni collegati a diverse altezze fanno logicamente raffreddare ancora più velocemente quel poco di acqua tecnica che c'è. Presumo che come tanti austroti ci sia espansione di scheda per corretta gestione impianto riscaldamento . Poi a che T Max e settato il lavoro caldaia ? Ci mette tanto a scaldare il Puffer perché , come da gestione centralina le pompe impianto prelevano fino a che la sonda da consenso e quindi la caldaia da precedenza impianto non Puffer , il Puffer è caricato quando i T ambiente fermano le pompe è così via . Disperde magari per eccessivo freddo in ambiente o perché come già spiegato il ritorno freddo dell ' acs su così poca acqua tecnica fa raffreddare il tutto velocemente . Inoltre , magari ci stai pensando , senza la gestione climatica hai un impianto monco con una ottima caldaia .

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Scudate del ritardo, si l'installatore è rivenditore okofen, anche se la fattura è intestata ad un'altra ditta diversa da quella del preventivo, non so....
    Non so se posso fare nomi?
    Diciamo che i ritorni sono in basso, mentre mandata caldaia tutta in alto, e mandata riscaldamento circa a metà, non so ma la centralina comanda l'alimentazione delle due pompe di riscaldamento con una unica uscita 230V, poi ci sono due uscite pwm per il comando sempre di queste due pompe riscaldamento, non ho capito e non mi hanno spiegato come la centralina gestisce la velocità di queste due pompe, nei parametri c'è impostato come velocità massima 70%.
    Poi c'è miscelatrici manuali a tre punti a monte di questa pompa.
    No la priorità è sul puffer, ovvero la cantralina di carico puffer parte quando la temperatura acqua caldaia è maggiore di 60°, le pompe di riscaldamento partaano quando la temperatura sonda posizionata tra mandata e ritorno riscaldamento è superiore ai 45°.
    Il tecnico collaudatore( chiamarlo cosi è esagerato perchè erano tutti poco competenti), l'aveva impostata a 60°, ma le poompe erano un continuo on-off, allora dopo mi hanno detto di impostarla con queso nuovo parametre, comunque sebbene la ditta sia molto conosciuta non mi aspettavo un comportamento simile, nessuna assistenza.
    Che consiglio mi dai per migliorare la situzione, collegamenti? puffer poco performante?
    Inoltre volevo sapere se è normale che la temperatura di ritorno termosifoni sia inferiore a quella di mandata di solo 3-4°

  15. #15
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Per la gestione climatica potrei mettere una centralina climatica che comanda la miscelatrice a monte della pompa riscaldamento?

  16. #16
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Al tuo posto parlerei con la sede italiana esprimendo i tuoi problemi e chiedendo una soluzione

  17. #17
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Già fatto, ma per loro è tutto ok sebbene c'è qualcosa che non va, considerate che la miscelatrice sul gruppo è tarata per una temperatura massima a 55°, la miscelatrice è marca ESBE, ho chiamata tecnico ESBE e mi ha confermato che quel modello è per impianti a pavimento, riferito a loro e continuano a dire che è ok, tutti i loro impianti sono cosi.

  18. #18
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Volevo sapere anche come deve essege gestita i puffer, ovvero la mia centralina caldaia easypell si accende se il termostato chiama, ma se la temperatura del puffer è bassa le pompe di riscaldamento non partono fino a che ha raggiunto la temperatura impostata di consenso pompe, è corretto questo?
    Come deve essere collegato il puffer? gli austriaci collegano tutti mandata caldaia in alto e mandata termosifoni in mezzavia, ci vuole un puffer apposito? io ho un OMB tspu 800 l ma guardano il manuale di questo puffer la mandata della caldaia va collegata all'incontrario dell'attuale collegamento. chi mi sa dare consigli sul tipo di collegamento migliore?

  19. #19
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    un collegamento puffer dipende dal sistema di riscaldamento che hai, se fai acs o meno con lo stesso puffer, dal sistema di gestione che ha la caldaia, ecc ecc
    quando tu leggi le "indicazioni" in un puffer, queste servono a poco in realtà, appunto perchè dipendono da quanto detto sopra

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    Web: erregisas.org
    Cell: +39 348 8581140
    Visita il blog di ERREGI : BLOG

  20. RAD

Discussioni simili

  1. Possibile sostituire caldaia a metano e stufa a pellet con termostufa a pellet?....
    Da warrior1985 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 60
    Ultimo messaggio: 28-09-2018, 21:46
  2. Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 08-08-2018, 16:54
  3. riscaldamento a pavimento con caldaia/idrostufa a pellet/pellet+legna
    Da piancada nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 50
    Ultimo messaggio: 13-01-2015, 14:59
  4. Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 01-11-2013, 18:30
  5. Condensazione + stufa pellet o caldaia pellet + puffer
    Da arlo nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 03-11-2010, 01:03

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •