Salve a tutti, ho un caminetto chiuso in ghisa che produce aria calda. Riscalda molto bene, riesce a riscaldare 100mq solo con la ventola tangenziale. Produce tanto calore e vorrei recuperarne un po’ attraverso uno scambiatore auto costruito, così da poter fare i collegamenti ai termosifoni che anni fa funzionavano con la caldaia a gasolio( ovviamente non c’è più da qualche anno visto i costi del gasolio) in tutto sono 4 termosifoni. A me interesserebbe riscaldare anche solo 2 di questi per le stanze da letto. La casa è a due piani. Il caminetto è messo a piano terra.
Fatta questa premessa vorrei consigli su come costruire questo scambiatore da mettere dentro.
Se una struttura fatta con tubi di acciaio/ferro andrebbero bene.
Se deve stare a diretto contatto con il fuoco
se si può utilizzare anche uno scambiatore di una caldaia a gas.
E poi vorrei sapere il funzionamento del vaso aperto. So che in uscita dallo scambiatore si mette una t con un tubo che va a scaricare nel caso di espansione e poi si continua l’impianto con la pompa che porta l’acqua ai termosifoni e poi al ritorno nello scambiatore si monta un’altra t con il tubo di carico del vaso.
Detto questo mi sorge qualche dubio. Ma non si rischia di far circolare l’acqua nel vaso?
Quindi in realtà questo tipo di impianto non in pressione ?

Attendo fiducioso le vostre risposte ringraziandovi in anticipo e cogliendo l’occasione per augurarvi buone feste