Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 13 su 13

Discussione: Scelta grandezza Puffer ACS ...scelta caldaia

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Scelta grandezza Puffer ACS ...scelta caldaia



    Salve, vorrei porvi un quesito visto che ho appena acquistato una casa e dovrò sostituire una vecchissima caldaia a legna con una nuova a legna o pellet; mi chiedevo se, visto che le caldaie a pellet riescono meglio a modulare la potenza , se sia necessario mettere un puffer (credo che metterò i pannelli per acs quindi si...). O nel caso decida di metterlo non basterebbe metterne uno più piccolo rispetto al dimensionamento standard?
    La mia idea era, da ignorante, scaldare direttamente i termosifoni con caldaia a pellet, e previa valvola a tre vie buttare il calore al puffer quando i termostati hanno raggiunto la temperatura; ma di fatto grazie alla buona gestione della modulazione delle caldaie a pellet questo calore in più sarebbe minimo e quindi non sarebbe necessario un volume grande di accumulo come per la legna.
    Mi sono spiegato?
    Grazie
    n.b. l'acqua sanitaria sarà scaldata comunque da una caldaia a gpl che non sarà collegata ai termosifoni causa lavori di muratura troppo onerosi.

  2. #2
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Riccardo D. Visualizza il messaggio
    O nel caso decida di metterlo non basterebbe metterne uno più piccolo rispetto al dimensionamento standard?
    il discorso è un pò più "articolato"....
    si chiama dimensionamento, e varia in base a svariati fattori
    con la biomassa il volano termico serve sempre
    con la legna è obbligatorio, con il pellet è altamente consigliabile (nei miei impianti lo metto nel 99.99% dei casi)

    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quindi , alla fine , che scelga legna o pellet la differenza è poca rispetto alla struttura dell'impianto (e costi)?

  4. #4
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    cosa intendi per differenza?
    di costi o di volumi ?

    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si , per entrambi, le caldaie a legna e pellett più o meno costano uguali (a spanne ci vorrà una 35kw per una casa di 220 mq) e come componentistica mi sembra più o meno la stessa.

  6. #6
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    no, i dimensionamenti e i componenti sono diversi, così come pure i costi in base alla fascia di impianto che vuoi fare
    cioè, un'impianto di fascia bassa o di fascia alta
    dipende sempre dal tuo budget. Te lo sei fatto +/- ?

    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Non vorrei spendere più di 7000 euro, la casa è in toscana , in collina e soleggiata di 220 mq (rustico in pietra, quindi senza cappotto). mia moglie punta sulla legna perchè "gli hanno detto che è più efficiente in termini di resa" , e perchè non gli piace sprecare quei sacchetti di plastica... io sono più per il pellet perchè il fatto di poter avere un caricamento anche automatico e soprattutto meno frequente. Spazio per mettere caldaia e puffer ce ne è abbastanza.

  8. #8
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    7000 solo di materiale o installazione compresa?
    diciamo che come budget non è che puoi ambire a un'impianto di fascia molto alta.........
    Inoltre, devi tener presente che anche la Toscana ha delle nuove norme in merito ai generatori, che devono rispettare certe caratteristiche e certificazioni.

    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  9. #9
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    intendevo di materiale (in realtà non sò quanto può incidere la manodopera)

  10. #10
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    diciamo che con quel budget di materiale hai varie scelte:

    - impianto a pellet di fascia media oppure di fascia alta (iniziando a sbirciare quindi prodotti austriaci)
    - impianto a legna di fascia media, per fascia alta deviinvestire di più

    l'installazione, molto variabile, può essere di 2/3 k (lavoro e materiale)
    poi è da valutare la canna fumaria

    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  11. #11
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mille grazie, chiaramente tu non puoi consigliare esplicitamente nomi di aziende da valutare?..

  12. #12
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    in pbl no, solo consigli generali (per regolamento, essendo io un tecnico e un venditore, non posso parlare di quello che tratto)
    scrivimi in privato per cose specifiche

    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  13. #13
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Riccardo D. Visualizza il messaggio
    ... mi chiedevo se, visto che le caldaie a pellet riescono meglio a modulare la potenza , se sia necessario mettere un puffer (credo che metterò i pannelli per acs quindi si...). O nel caso decida di metterlo non basterebbe metterne uno più piccolo rispetto al dimensionamento standard?
    La mia idea era, da ignorante, scaldare direttamente i termosifoni con caldaia a pellet, e previa valvola a tre vie buttare il calore al puffer quando i termostati hanno raggiunto la temperatura; ma di fatto grazie alla buona gestione della modulazione delle caldaie a pellet questo calore in più sarebbe minimo e quindi non sarebbe necessario un volume grande di accumulo come per la legna.
    ...
    n.b. l'acqua sanitaria sarà scaldata comunque da una caldaia a gpl che non sarà collegata ai termosifoni causa lavori di muratura troppo onerosi.

    Se metti caldaia a legna, il puffer è necessario.
    Se non puoi unire i due impianti in modo semplice (acs + riscaldamento) credo sia logico mantenere il gpl per fare acs
    Se metti una caldaia a pellet e non hai spazi per il puffer è fattibile, a certe condizioni
    Se hai spazio per il puffer ti conviene metterlo, avrai un miglio funzionamento della caldaia, anche se dipende dal tipo di caldaia, comunque il costo del puffer viene compreso nelle spese coperte dal conto termico.
    Se al posto della caldaia utilizzi una termostufa a pellet collegata diretta sull' impianto, potresti risparmiarti anche il puffer.... e con il conto termico potresti spendere davvero molto poco!

  14. RAD

Discussioni simili

  1. Scelta puffer
    Da supersolar nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 19-06-2015, 23:44
  2. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 14-10-2013, 17:52
  3. Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 14-10-2012, 22:02
  4. grandezza puffer e potenza termocamino
    Da beavis1984 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 25
    Ultimo messaggio: 19-03-2011, 10:12
  5. SCELTA PUFFER
    Da andrea_rossi9 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 05-04-2008, 09:51

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •