in risposta a una risposta specifica di Gianfranco59, per non intasare altre discussioni

COME DA ANNI SOSTENGO, UN PUFFER (O VOLANO TERMICO) CON LA LEGNA E' INDISPENSABILE
CON IL PELLET NON E' INDISPENSABILE, MA MOLTO UTILE

(non per nulla, il CT2.0 lo obbliga e le ditte austriache, nelle quasi totalità dei casi, neppure fanno garanzia se all'impianto non è abbinato il giusto volano)

link di riferimento: CHE VANTAGGI DA' UN SERBATOIO DI ACCUMULO TERMICO
NELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO: A COSA SERVE UN SERBATOIO DI
ACCUMULO DEL CALORE NELL'IMPIANTO DOMESTICO -
CONSULENTE-ENERGIA.COM


CHE VANTAGGI DÀ UN SERBATOIO DI ACCUMULO TERMICO?


VANTAGGI DI UN SERBATOIO DI ACCUMULO NELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO

Un serbatoio di accumulo dell'energia termica - chiamato in gergo "puffer", o termo-accumulatore - rappresenta la soluzione più efficace ed economica per ottimizzare il funzionamento di un impianto di riscaldamento, in quanto il serbatoio in questione provvede ad accumulare l'energia in eccesso prodotta da uno o più generatori di calore quando sono in funzione ed a restituirla quando sono spenti o inattivi, permettendo ad es. di ridurre i cicli di accensione e spegnimento di una caldaia ed aumentando così sensibilmente l'efficienza di un impianto. Perciò, il piccolo costo di investimento per l'accumulo si ripaga rapidamente. Inoltre, il puffer costituisce una valida soluzione per superare il problema della mancata corrispondenza tra la disponibilità della fonte di calore (ad es. di quella solare) e le richieste di energia termica degli utilizzatori. L'ottimizzazione dell'intero impianto di riscaldamento dal punto di vista dei costi permette di determinare anche la taglia ideale del serbatoio di accumulo.





QUANDO USARE UN SERBATOIO DI ACCUMULO DEL CALORE

Nel caso di caldaie a pellet di potenza prossima a quella dell'impianto di emissione del calore nell'ambiente, il serbatoio di accumulo non è indispensabile: infatti, potrebbe rivelarsi inutile, poiché i generatori a pellet possono usare la loro potenza. Invece, nel caso delle caldaie a legna il tipo di alimentazione da esse utilizzato non garantisce un reale controllo della potenza - specie per i generatori più grossi - per cui, per far fronte ai "picchi", occorre usare un serbatoio di accumulo che funga da volano. Nel caso di caldaie a gas, l'uso di un serbatoio di accumulo non è indispensabile, ma risulta senz'altro utile per migliorare le prestazioni di una caldaia per quanto riguarda la capacità di erogare grandi quantità di acqua calda, i tempi di attesa e la costanza della temperatura. Infine, il serbatoio di accumulo è indispensabile - e il tipo "a stratificazione" perfetto - quando occorre combinare insieme il calore proveniente da diverse fonti (ad es. una caldaia, un impianto solare termico e una termostufa).