erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  35
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  15
Pagina 11 di 11 primaprima 1234567891011
Visualizzazione dei risultati da 201 a 217 su 217

Discussione: [NORMATIVA]: Nuova "CLASSIFICAZIONE AMBIENTALE DEI GENERATORI DI CALORE ALIMENTATI CON BIOMASSA LEGNOSA"

  1. #201
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Io contesto la dichiarazione 'secca' di una azienda, che in qualsiasi condizione di installazione/impianto, indica come sufficiente l'accumulo della caldaia XY, infatti non vedo problemi se un progettista (con le ⚽️[emoji459][emoji968]) valuta che un certo tipo di generatore inserito in un certo impianto possa garantire una quantità di acqua tale per cui si rispettano i valori necessari per la quale non è necessaria l'installazione di ulteriori accumuli esterni. Oppure indichi una tabella con volumi variabili a seconda delle potenze, come fanno tutti, anche se non sono i minimi richiesti dal CT


    Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

  2. #202
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ertrag Visualizza il messaggio
    infatti non vedo problemi se un progettista (con le ⚽️[emoji459][emoji968]) valuta che un certo tipo di generatore inserito in un certo impianto possa garantire una quantità di acqua tale per cui si rispettano i valori necessari per la quale non è necessaria l'installazione di ulteriori accumuli esterni. Oppure indichi una tabella con volumi variabili a seconda delle potenze, come fanno tutti, anche se non sono i minimi richiesti dal CT
    Hai ragione, in teoria. Ma in pratica è sempre il costruttore, che la caldaia l'ha progettata, che decide come va installata, se si iniziano a permettere 'deroghe' solo perchè qualche 'esperto', fa delle valutazioni alternative, allora non ne usciamo vivi. Potrei ad esempio far valutare da un perito pure il fatto che la mia caldaia non sporca tanto da doverla pulire ogni anno, e che quindi io a casa mia ho il diritto di non rispettare la norma uni 10683:2012. Insomma, vabbè che siamo italiani, ma le regole fisse hanno anche i loro pregi.
    Quot homines tot sententiae

  3. #203
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    ,

    installando caldaie a biomassa economiche ma comunque certificate, possiamo contribuire alla sostituzione di un numero triplo di vecchie caldaie (con emissioni spaventose!!) rispetto all' installazione di caldaie top di gamma!

    Sono certo che si otterrebbe il massimo risultato del Conto termico, cioè la riduzione dell' inquinamento dell' aria, se saranno sostituite il triplo delle vecchie caldaie!!!

    Per le bollicine..... questo potrebbe essere vero se ci metti il contacalorie, ovvero (se sei un intenditore... capirai!!), se ad un assaggio al "buio" la scheda dirà che le bollicine straniere ....... sono quelle piu' persistenti e fini (oltre al resto...)!
    I conti uno a tre, sono sul numero di caldaie, ma non sulla riduzione dell'inquinamento, magari!

    Rese più basse aumentano le ore di funzionamento e di emissione a parità di energia generata.

    Ecco il motivo fondante per cui i volumi+ grandi sono necessari a chi progetta macchine efficienti.

    In minor tempo un sistema efficiente genera più energia, impossibile da smaltire direttamente su impianti domestici.

    Contacalorie? Non penso sia la soluzione più funzionale, ma almeno avremmo un valore certo su cui discutere. Ma dove è adottato, in quale paese?

    Prove sul campo? Può essere un buona soluzione, se vengono stabiliti con criterio i metodi di prova. Comunque Non saranno mai rilevabili i valori certificati in laboratorio, quindi si dovrebbe inserire una tolleranza importante che ne mina l'affidabilità, ma comunque ho un valore su cui discutere.

  4. #204
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Daniel1980 Visualizza il messaggio
    Hai ragione, in teoria. Ma in pratica è sempre il costruttore, che la caldaia l'ha progettata, che decide come va installata, se si iniziano a permettere 'deroghe' solo perchè qualche 'esperto', fa delle valutazioni alternative, allora non ne usciamo vivi. Potrei ad esempio far valutare da un perito pure il fatto che la mia caldaia non sporca tanto da doverla pulire ogni anno, e che quindi io a casa mia ho il diritto di non rispettare la norma uni 10683:2012. Insomma, vabbè che siamo italiani, ma le regole fisse hanno anche i loro pregi.
    Non mi fraintendermi, ho già scritto che contesto tutto il paragrafo, ma ormai è scritto, e tra le due opzioni contesto infinitamente l'autodichiarazione della ditta che in questo caso afferma che 100l sono sufficienti anche per la 30 kW

  5. #205
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ertrag Visualizza il messaggio

    I conti uno a tre, sono sul numero di caldaie, ma non sulla riduzione dell'inquinamento, magari!
    .........
    Il conto termico non è una riforma strutturale del settore, ma un contributo a spot, come il Conto Energia ed andrà ad esaurirsi.

    I risultati, secondo me, saranno piu' apprezzabili maggiore sarà il numero di vecchie caldaie/stufe/caminetti sostituiti con nuovi certificati.

    Inquinano meno 3 nuove caldaie "economiche", rispetto a 2 vetuste + una nuova caldaia a pellet e super efficiente a condensazione e costosa , in quanto il limite sono gli euro a disposizione del Conto termico!

  6. #206
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Allego link radio24 sulle caldaie top di gamma 5stelle!!.... la direzione è quella.

    Invito chi vuole fare "acquisti" a cercare i modelli top di gamma, per rimanere al riparo da prossime, possibili restrizioni, non vorrei che i filtri elettrostatici diventino obbligatori!!!

    Emissioni al minimo: a Progetto Fuoco le prime caldaie a biomassa a 5 stelle | Radio24
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  7. #207
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    È uscito l’aggiornamento del catalogo apparecchi prequalificati del GSE https://www.gse.it/documenti_site/Do...20BIOMASSA.pdf

    I valori di PP = 0 delle KWB sono stati correttamente aggiornati a >40 e altri che da più alti sono stati correttamente abbassati.

    Una domanda, visto che ancora nessuno pubblica liste con stelle di emissione, in riferimento alla certificazione ambientale introdotta dal DM 07/11/2017 n. 186, avete notizie di caldaie a legna che raggiungono le 5 stelle?

  8. #208
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    https://www.gse.it/documenti_site/Do...20BIOMASSA.pdf


    Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

  9. #209
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio

    KWB ClassicFire 18-28 è, a quanto vedo, l' unica 5 stelle(*****) a legna sulla lista.
    La caldaia che indichi è a 4 stelle

    https://www.gestionaleaiel.it/public...4%20STELLE.pdf

    Tra le caldaia e Ceppi di legna certificate c'è solo la 38 kw e la ETA SH 30 kW che raggiungono le 5 stelle VERE e CERTIFICATE.

    Non è la prima volta che pubblichi post con informazioni non confermate dai fatti, tra l'altro guarda caso, facendo dei plausi sempre nei confronti di KWB.
    Per un moderatore, tra l'altro con la tua autorevolezza, non mi sembra corretto, ma non sta a me giudicare.

    Come abbiamo ben evidenziato, in più di una occasione, sono stati rilevati degli errori nelle solite liste, adesso possiamo recuperare i certificati VERI a questo link:

    Energia Dal Legno

  10. #210
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    utilissimo questo link dove si trovano le certificazioni attuali, grazie

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    Web: erregisas.org
    Cell: +39 348 8581140
    Visita il blog di ERREGI : BLOG

  11. #211
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ertrag Visualizza il messaggio
    ...

    Per un moderatore, tra l'altro con la tua autorevolezza, non mi sembra corretto, ma non sta a me giudicare.

    ....
    Ti ringrazio per il complimento, e doppiamente per la correzione e l' appunto.
    Se leggi inizialmente avevo capito anch'io che quello era un refuso e comunque non sono un ispettore del gse che ha accesso a dati se non quelli trovati sulle apposite liste e di pubblico accesso, e quanto riportato è stato ripreso da queste!

    Complimenti alla eta, credo una delle aziende con piu' storia riguardo le emissioni e l' ottimizzazione della combustione sulle caldaie a legna.

    Lo scopo della discussione era sensibilizzare gli utenti che si apprestano a sostituire le vecchie caldaie a scegliere fra le migliori, kwb, eta o qualsiasi altra con emissioni migliori.

    W la eta a 5 stelle, e complimenti alla lungimiranza di Leone, vecchio utente di questo forum, che ha l' utilizza da anni con soddisfazione!

    Mod.Scresan

  12. #212
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Froling S4 Turbo 28 - 32 - 34 e 40 sono a 5 stelle

  13. #213
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    tambi, hai una certificazione? perchè nell'elenco non la trovo

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    Web: erregisas.org
    Cell: +39 348 8581140
    Visita il blog di ERREGI : BLOG

  14. #214
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    L'elenco che è stato pubblicato è un database dell'Aiel che penso inserisca i generatori delle aziende a loro associate e quindi non comprende sicuramente tutte le caldaie certificate.
    Se ad esempio vai sul sito dell'ente certificatore Acteco trovi il registro delle certificazioni con il numero del certificato.
    frol.JPGhttp://www.acteco.it/registri-delle-certificazioni/

  15. #215
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ertrag Visualizza il messaggio
    ...

    Tra le caldaia e Ceppi di legna certificate c'è solo la 38 kw e la ETA SH 30 kW che raggiungono le 5 stelle VERE e CERTIFICATE.

    ...
    Vedo che non sono il solo, per fortuna, a non essere aggiornato, anche se era da immaginarsi che tutti i costruttori correvano al riparo.

    5skwb.JPG

  16. #216
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Una caldaia a legna da 38 kW classificata 5 stelle....
    Devono solo sperare che non vengano fatte verifiche serie sulle prove di laboratorio....
    Ci sarà da divertirsi.....Volkswagen insegna....

  17. #217
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie per l’aggiornamento Tambi, hai ragione scresan non ero aggiornato, ho controllato prima delle ferie sulla ACTECO, e c'erano già tutti meno loro, come vedi sono stati rilasciati a settembre. Comunque Froling è socio AIEL e la lista presumo che non è ancora stata aggiornata proprio per questo ritardo.
    Appena saranno consultabili i certificati, sono curioso di vedere a quanto hanno portato il valore di CO, perché sui test report della froling S4, prima di settembre, c'erano dei valori molto più alti dell'inarrivabile 30 mg/m3.
    Ecco il perché del ritardo, hanno dovuto ricertificare le macchine aggiustando i valori, prima di inviarli alla ACTECO.
    Purtroppo come dici te scresan, le aziende stanno correndo hai ripari, ma bisogna vedere in che modo.
    Aspettiamo i valori della certificazione, perché per abbassare le emissioni di solito non si fa altro che limitare la potenza e se abbassa il CO, devono cambiare anche gli altri valori.
    Anche se i limiti per le emissioni, che ci impongono le nostre amministrazioni, stanno diventando asfissianti, non si possono fare carte false, altrimenti diventa una stupida farsa per accaparrarsi qualche incentivo in maniera fraudolenta e vendere qualche pezzo in più all'ignaro cliente.

    Qui ci sono i valori del TEST REPORT Froling, prima di settembre
    https://www.hout-cv.eu/wp-content/up...leiding-EN.pdf

    che corrispondono ai valori indicati sulla lista del GSE, non ancora aggiornata con i nuovi valori di settembre
    https://www.gse.it/documenti_site/Do...20BIOMASSA.pdf

    Qui c’è il catalogo di tutti i prodotti dei soci AIEL, come già fatto notare, non aggiornatissimo, ma che ci rende disponibile la copia del CERTIFICATO, altrimenti bisogna contattare l'azienda
    Energia Dal Legno

    L'ente certificatore ACTECO il più aggiornato, ci da solo il NUMERO DEL NUOVO CERTIFICATO
    REGISTRI DELLE CERTIFICAZIONI – Acteco

  18. RAD
Pagina 11 di 11 primaprima 1234567891011

Discussioni simili

  1. Lombardia: arriva la classificazione ambientale dei generatori di calore a biomassa legnosa
    Da leone sandri nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 10-10-2016, 17:50
  2. Normativa su motori asincroni usati come generatori
    Da Innovatore nel forum BIOMASSE
    Risposte: 35
    Ultimo messaggio: 19-11-2014, 10:29
  3. Impianto da 200 Kw a Biomassa Legnosa
    Da Enalt nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 13-05-2011, 21:00
  4. Normativa ambientale
    Da Vandini Pietro nel forum LEGGI e FINANZIAMENTI FER
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 31-12-2010, 12:51
  5. Riscaldamento a biomassa legnosa
    Da stefanob76 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 46
    Ultimo messaggio: 13-12-2007, 08:11

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •