erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  13
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  5
Pagina 3 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 110

Discussione: Problema con Compact 24 Easy Clean

  1. #41
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio


    La caldaia in oggetto ha una centralina su cui settare la T di setpoint della caldaia, e fin qui non ci sono dubbi.
    se lavora su puffer, non si setta nulla della caldaia, ma si setta la T° max del puffer e il delta di ripartenza

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  2. #42
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    ... cioè la caldaia della compact non ha una T di setpoint della caldaia? ma si imposta solo la T del puffer?

    C'è un link al manuale di questo modello?

  3. #43
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    la T° di caldaia la imposti con il programma "caldaia diretta"
    quando si imposta "programma puffer" imposti la T° puffer con relativo delta di ripartenza

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  4. #44
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio

    C'è un link al manuale di questo modello?
    eccolo: http://www.red365.it/download/8901420600.pdf

  5. #45
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da aldo55 Visualizza il messaggio
    naturalmente più la T del ritorno impianto è alta più la vac apre, fino alla completa apertura
    ecco, il punto è esattamente questo. supponiamo che una caldaia in un dato istante sviluppa 10kw, quando la vac non è completamente aperta (e da quello che dite mi sembra che questo avvenga per la maggior parte del tempo di funzionamento, se non quando il puffer sta raggiungendo la temperatura impostata) parte di quei kw vegono utilizzati per riscaldare (miscelare il ritorno impianto-puffer) e naturalmente non verranno trasferiti sulla mandata dell'impianto, ma sostanzialmente resteranno nella caldaia.
    Quindi perchè la vac non inciderebbe negativamente sui consumi?

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio

    Affinchè il sistema anticondensa lavori bene il circolatore della caldaia deve rimanere sempre attivo.
    Questa cosa non mi è chiara: se la temperatura dell'acqua caldaia è ad esempio a 55°, naturalmente il ritorno sarà diversi gradi in meno (10?) quindi la vac sarà completamente chiusa. anziché far girare il circolatore a vuoto (girerebbe acqua nella caldaia stessa mi sembra di capire) sprecando energia, non è meglio che il circolatore si spenga come avviene adesso?
    Ultima modifica di scresan; 22-12-2018 a 09:02 Motivo: Unione msg consecutivi.

  6. #46
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Luna, non riesco a leggere tutto il manuale ora ........ comunque fai una semplice prova:

    Imposta tON pompa a 50 gradi in modo che a caldaia accesa (questo da quanto ho letto dipende da una serie di parametri, come T puffer non raggiunta, T caldaia non raggiunta, T boiler acs non raggiunta... ovvero anche se uno solo dei parametri risulta vero la caldaia rimane accesa) il circolatore giri sempre.

    Non è uno spreco, ma una ottimizzazione del funzionamento.


    Il ragionamento che fai sulla miscelatrice anticondensa è corretto, ma aggiungi altri fattori:

    1- che per postare fuori dalla caldaia 10 kwh devono circolare un tot di litri di acqua x un tot di dT fra quella in entrata (nel tuo caso 55 gradi) e quella in uscita (max nella tua caldaia 80 gradi impostabili)

    2- che questi 3 valori (portata e le 2 T) non siano alterati per qualche motivo tecnico o idraulico (sonde caldaia che leggono T sbagliate, prevalenza del circuito idraulico fra caldaia e sistema troppo evata rispetto al circolatore inserito, kv della miscelatrice troppo basso...)

    In conclusione prova a:

    1- setpoint T pompa a 50 gradi
    2- sepoint della caldaia a 70-75 gradi (anche a 80 se aggiungi una miscelatrice regolabile (50-60 gradi) verso i termosifoni e accumulo acs.

  7. #47
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    2- sepoint della caldaia a 70-75 gradi (anche a 80 se aggiungi una miscelatrice regolabile (50-60 gradi) verso i termosifoni e accumulo acs.
    ripeto.....
    lavorando su puffer non c'è nessun setpoint di caldaia, ma si imposta la T° del puffer e la caldaia si arrangia a lavorare alla temperatura ideale

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  8. #48
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Confermo scresan sulla configurazione impianto 5 si imposta solo la partenza pompa della caldaia (io L ho impostata a 55) e la temperatura del puffer (io c’è L ho a 70) e dal menu tecnico L isteresi va impostata su 15 e poi fa la caldaia il resto .
    quello che dici te scresan la temperatura la puoi sentare se invece della sonda ntc userebbe la configurazione 4 con i termostati allora si che potrebbe setare la temperatura caldaia

  9. #49
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    mah.. non vedo tutti questi problemi.. è talmente semplice che può gestirla un bambino.. a tutte le modalità che sia puffer - diretta o termostato differenziale - etcc... ci si focalizza sul settaggio della caldaia quando il problema sta altrove.. lu_na scusa.. mah perchè non isoli questo benedetto puffer e tubature e questi settaggi di fino gli fai dopo che hai sistemato.. nelle condizioni attualu puoi fare tutti i settaggi che vuoi che non avrai mai un impianto che funzionerà bene.. boh

    edit:

    un'altra cosa lu_na--

    che configuarione hai impostato sulla caldaia ? sonda ntc; termostato etc..? a che altezza del puffer è collegato e se termostato a quale T.
    conf.1 ; 2; 3; 4; 5.

    dici che è collegata a un puffer ma mi chiedi a che T è settata la mia caldaia.
    se collegata con sonda ntc devi impostare config.5, impostando la T puffer che desideri e l'isteresi dalla centralina caldaia..

    nella mia nonostante abbia puffer ho termostato di minima e di massima cioè doppio termostato; configurazione 4 e devo settare
    la T della caldaia
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  10. #50
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    La mia è in configurazione 4. Sul puffer ci sono 2 termostati a sonda, uno nella parte alta ed uno nella parte bassa.
    Il primo dà il consenso all'accensione, il secondo allo spegnimento, in modo tale che tutto il puffer è in temperatura.

  11. #51
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    altro errore.....
    la compact si fa lavorare su sonda NTC, impostando poi dalla caldaia stessa il delta di partenza/spegnimento carico puffer

    ripeto, non finirò mai di capire perchè le persone complicano tutto quello che è semplice e funzionale..... boh.....

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  12. #52
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    altro errore.....
    la compact si fa lavorare su sonda NTC, impostando poi dalla caldaia stessa il delta di partenza/spegnimento carico puffer

    ripeto, non finirò mai di capire perchè le persone complicano tutto quello che è semplice e funzionale..... boh.....
    Purtroppo però per chi come me ha una distanza tra puffer e Caldaia > di 1,5 mt non può montare questa benedetta NTC, perché provando ad allungarla sballa alla grande... quindi si è costretti a ricorrere ad un termostato ad immersione.

  13. #53
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    anche io monto termostato di min e di massima con relè perchè ho esigenze particolari.. nel caso di lu_na magari non è più performante.. poi bisogna vedere che collegamenti ha sia su puffer, boiler e riscaldamento.. anche se il problema dei consumi sono dovuti sicuramente al puffer a cielo aperto.. spero non sia anxhe il boiler acs fuori..
    edit:
    ho riletto.. si anche il boiler acs è a cielo aperto.. per cui lu_na, capisci cosa disperdono.. stai riscaldando anche il giardino.. credo stai buttando all'aria oltre il 50% del combustibile..
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  14. #54
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Luca_87 Visualizza il messaggio
    Purtroppo però per chi come me ha una distanza tra puffer e Caldaia > di 1,5 mt non può montare questa benedetta NTC, perché provando ad allungarla sballa alla grande... quindi si è costretti a ricorrere ad un termostato ad immersione.
    sballa perchè non fai la giusta giunzione
    le sonde del solare, che sono a decine di mt, sballano? no.......

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  15. #55
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    sballa perchè non fai la giusta giunzione
    le sonde del solare, che sono a decine di mt, sballano? no.......
    Le giunzioni sono state saldate e isolate.

  16. #56
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    ripeto..... le sonde solari (che sono la stessa cosa), sballano a decine e decine di mt? no
    quindi il problema non sta nel tipo di sonda, ma di come è fatto il collegamento, o la sonda difettosa, o la vicinanza con fili elettrici non schermati (o il filo della sonda non schermato)

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  17. #57
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Prolungare la sonda NTC la fa sballare alla grande? Questa mi è nuova, può sballare solo se hai interferenze elettroemagnetiche, ma in questo caso basta un cavo schermato

    Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
    Quot homines tot sententiae

  18. #58
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    no.. le sonde non sballano con la distanza.. altrimenti quelle della mia centralina cllimatica che ha 2 sonde distanti 28 mt comprometterebbero il giusto funzionamento dell'impianto.. e invece rilevano la giusta T sia quelle a 2 metri di distanza che quelle a 28.. evidentemente cè qualcosa che le disturba..
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - Uw infissi zona C, 2.6W/m2K - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

  19. #59
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Dalla mia caldaia al puffer la sonda dista 4,5m cavo sonda aggiunto con cavo idoneo e nessun problema di rilevamenti sballati da parte della sonda ntc

  20. #60
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da aldo55 Visualizza il messaggio
    ho riletto.. si anche il boiler acs è a cielo aperto.. per cui lu_na, capisci cosa disperdono.. stai riscaldando anche il giardino.. credo stai buttando all'aria oltre il 50% del combustibile..
    Ho provveduto a coibentare tutte le tubazioni, gomiti, etc, con più strati di isolene (mentre realizzo una copertura per i boiler). Risultato:
    la caldaia lavora sempre tra i 59-61° senza più altalene verso il basso. Ho ridotto di quasi un sacco il consumo di pellet.
    Spero che chiudendo i boiler, le cose migliorino ulteriormente.
    Una domanda: l'auto-eco a quanto lo avete impostato? io ho il valore di default che è di 5 min, ma non so qual è il valore ottimale.

  21. RAD
Pagina 3 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. dubbio su red compact 24 easy clean
    Da lu_na nel forum Caldaie
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 14-12-2018, 00:58
  2. Caldaia a pellet red365 compact easy clean 18kw
    Da Massimo83 nel forum Caldaie
    Risposte: 118
    Ultimo messaggio: 27-02-2018, 15:38
  3. Easy clean Red compact 365
    Da cicy21 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 25
    Ultimo messaggio: 07-01-2017, 09:22
  4. Richiesta info per caldaia Red Compact Easy Clean
    Da pioneer10 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 29-10-2015, 12:33
  5. differenza intervalli di pulizia tra Red easy clean e la base
    Da plinio73 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 15-04-2015, 10:19

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •