erregi energie alternative
Mi Piace! Mi Piace!:  15
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 4 di 4 primaprima 1234
Visualizzazione dei risultati da 61 a 76 su 76

Discussione: dubbioso e indeciso caldaie a pellet o pdc?

  1. #61
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito



    bene, 4.31

    quindi, diciamo 2500 kw elettrici con cop 4.31, fanno 11.000 kW termici circa
    correggimi se sbaglio

    11.000 diviso 190 m2, diciamo circa 58 kW per m2 il consumo per scaldare la tua casa ora

    giusto?

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  2. #62
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Non chiedermi se giusto o sbagliato sono conteggi che fai tu e ormai i dati dovrebbero essere completi.
    Siamo qui ad ascoltare (leggere)
    Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg - isolamento solo poroton 30cm

  3. #63
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    scusa, hai dato tu i numeri, e io ti sto solo chiedendo conferma
    se non vuoi darla, ok

    cmnq, prima dicevi di aver consumato circa 24 ql di pellet per 155 m2

    quindi, 24 ql di pellet sono circa 11.500 kW su 155 m2, risultano circa 74 kW al m2
    mettiamo se fosse una caldaia di fascia alta, con resa 88/90%, sei circa sui 66 kW al m2

    essendo la casa la stessa, stesso isolamento e zona, stessa distribuzione, dove sta la differenza di fabbisogno a m2 tra 66 e 58 kW?
    semplice, nell'impianto che prima avevi..... con generatore con poca resa ed assenza di puffer con relativa regolazione della distribuzione

    capisci ora il perchè quando dico che la differenza di impianto, a parità di casa, fa molta differenza nei consumi?

    nel tuo caso, circa il 15%



    prego, ora fai pure tutte le domande che vuoi, come avevi esordito volevi fare.
    sono qui per risponderti sul mio impianto.

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  4. #64
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho dato i numeri in mio possesso.... ora questi ovviamente sono tuoi conteggi

    Però come facciamo a dire che questo era l'anno da 24 q.li e non quello da 18q.li?
    Per fare questo calcolo che dici dovrei avere almeno 3-5 anni di pdc alle spalle.
    Quest'anno è andata così ma non mi sarei meravigliato se i primi 15 giorni di febbraio avessi consumato il doppio. (un anno ha nevicato intorno al 10 di febbraio)
    Inoltre stiamo dimenticando marzo che diciamo è come novembre un mese stupido ma i suoi 200kwh magari li consuma.
    Mettiamo solo marzo che non possiamo dimenticarcelo per strada (senza contare che febbraio è andato alla grande come temperature) ecco che il 10% svanisce.... e torniamo praticamente ai consumi uguali alla stufa a pellet.
    Ti ricordo che la mia era una 10kw all'acqua quindi il problema del puffer è meno sentito
    Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg - isolamento solo poroton 30cm

  5. #65
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Però come facciamo a dire che questo era l'anno da 24 q.li e non quello da 18q.li?
    perchè ho utilizzato la media che mi hai dato tu
    tu sai i tuoi consumi

    Per fare questo calcolo che dici dovrei avere almeno 3-5 anni di pdc alle spalle.
    certo, come pure dovresti avere un'impianto a pellet prestante, non quello che avevi


    Ti ricordo che la mia era una 10kw all'acqua quindi il problema del puffer è meno sentito
    solo in parte, perchè il riscaldamento ad aria è molto meno controllabile
    inoltre, parliamo sempre di un prodotto e impianto di fascia bassa


    tutto questo ragionamento max.c, è per dirti che come non sono io un mago a dare numeri precisi, neppure lo sei te dandoli con la PDC (infatti scrivi, giustamente, che un anno non vuol dire nulla), mentre davi per certo la sua convenienza.
    io invece affronto le domande dell'utente in modo diverso: con i dati che LUI ha messo, io posso dire (mia opinione) che con il pellet o il PDC il costo annuale per lui sarà +/- uguale, con tutti i pro e i contro di entrambi i sistemi.
    tutto qua....... non sono assolutamente radicale e fissato con una sola "strada".....

    ora puoi benissimo farmi tutte le domande che vuoi in merito al mio impianto, ben felice di risponderti.

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  6. #66
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok lasciamo i conti così come sono senza discutere....

    Ovviamente le domande non erano intese riguardo il tuo impianto ma in generale.
    Io ti posso dire che avendo vissuto sulla mia pelle il pellet ti dico che lo SCONSIGLIERO' a gran voce da qui all'eternità.

    La convenienza? beh con il fotovoltaico poi ne parliamo ma non è magari questo il luogo...
    Per il comfort inteso come "LAVORO" il pellet ti DISTRUGGE.
    Insomma a conti fatti una pdc tecnologicamente avanzata come quelle odierne batte 10 a 1 il pellet.
    Ripeto io non parlo del semplice puffer che può far risparmiare FORSE il 5%
    Io parlo per la QUALITA' della vita che ti da la pdc.
    Si il pellet lo metto nel locale tecnico etc etc... Ma sempre uno sbattimento rimane.
    Io oggi ho una pdc che consuma sicuro di meno di un impianto a pellet ed è costata 2.700€
    Per fare caldaia di BUONA marca e relativo puffer serve MINIMO il doppio dell'investimento e relativo locale dove metterla ( e non è poco)
    Insomma a conti fatti oggi la biomassa conviene solo a chi ha il bosco dietro casa e ha TEMPO E VOGLIA di fare la legna.
    Un impianto con i COSTI come quello che vedi in firma in pochi anni è ripagato e inoltre ti lascia tempo per fare altro invece che sbatterti con la sua manutenzione.

    Le mie domande?
    Sarebbe utile il tuo pensiero di come la biomassa risponde a quanto sopra...
    Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg - isolamento solo poroton 30cm

  7. #67
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ti posso dire che avendo vissuto sulla mia pelle il pellet ti dico che lo SCONSIGLIERO' a gran voce da qui all'eternità.
    perfetto, tu hai avuto una brutta esperienza data appunto da impianto non ben fatto e da generatore non prestante.
    nessuno vuole contraddirti.

    Per il comfort inteso come "LAVORO" il pellet ti DISTRUGGE.
    io ho il pellet da 14 anni, e non mi pare di essere "distrutto"...

    Insomma a conti fatti una pdc tecnologicamente avanzata come quelle odierne batte 10 a 1 il pellet.
    dipende, una ferrari seppur migliore di una panda, non la batte nel fuoristrada....
    quindi è tutto relativo e personale

    Ripeto io non parlo del semplice puffer che può far risparmiare FORSE il 5%
    questo lo dici tu
    io da tecnico (ed esperto, permettimi...) dico cose ben diverse

    Io parlo per la QUALITA' della vita che ti da la pdc.
    beh, se usi il gas e premi il bottone, hai ancora più qualità (meglio ancora se abiti dove il riscaldamento non serve, eheheheheh)

    Si il pellet lo metto nel locale tecnico etc etc... Ma sempre uno sbattimento rimane.
    mai sentito parlare di automatismi?
    ripeto, io ce l'ho da 14 anni e non cambio. Non mi sento sbattuto....


    Io oggi ho una pdc che consuma sicuro di meno di un impianto a pellet ed è costata 2.700€
    quindi 2700 euro per PDC, FV, Puffer 800 lt, ecc ecc ?


    Per fare caldaia di BUONA marca e relativo puffer serve MINIMO il doppio dell'investimento e relativo locale dove metterla ( e non è poco)
    ma infatti la biomassa NON è per tutti, lo dico e scrivo sempre.

    Insomma a conti fatti oggi la biomassa conviene solo a chi ha il bosco dietro casa e ha TEMPO E VOGLIA di fare la legna.
    dalle foto di casa mia, ti sembra che io abbia un bosco dietro casa? direi di no.....

    Un impianto con i COSTI come quello che vedi in firma in pochi anni è ripagato e inoltre ti lascia tempo per fare altro invece che sbatterti con la sua manutenzione.
    e chi ti dice non lo sia anche con la biomassa?

    Le mie domande?
    Sarebbe utile il tuo pensiero di come la biomassa risponde a quanto sopra...
    risposto a tutto



    FINALE: secondo il mio umile pensiero, prima di dire è meglio una cosa o è meglio l'altra, bisogna analizzare molte altre cose, credimi...... Avere una mente "chiusa", sempre secondo me, fa sbagliare parecchio.....
    Poi sai, come sempre dico, libertà di parola e pensiero.

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  8. #68
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    perfetto, tu hai avuto una brutta esperienza data appunto da impianto non ben fatto e da generatore non prestante.
    nessuno vuole contraddirti.

    L'impianto era sicuramente adatto perchè modulava a dovere senza grandi problemi.
    Pensa era 10kw contro gli oltre 11kw della Nimbus
    Se mi parli di 20 o 30kw di caldaia ti avrei dato ragione.


    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    io ho il pellet da 14 anni, e non mi pare di essere "distrutto"...

    Il pellet è una fatica dall'inizio della stagione alla fine, è un dato di fatto.


    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    questo lo dici tu
    io da tecnico (ed esperto, permettimi...) dico cose ben diverse

    va bene ti lascio il tuo spazio non mi intrometto... chi legge sa discernere.


    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    beh, se usi il gas e premi il bottone, hai ancora più qualità (meglio ancora se abiti dove il riscaldamento non serve, eheheheheh)

    Si ma il gas il GSE non te lo rimborsa a fine anno


    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    mai sentito parlare di automatismi?
    ripeto, io ce l'ho da 14 anni e non cambio. Non mi sento sbattuto....

    Costi please? Enormi


    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    quindi 2700 euro per PDC, FV, Puffer 800 lt, ecc ecc ?

    Prima mi parli di solo generatore e poi mettiamo tutto insieme?
    Parlo del generatore, un generatore a pellet di cui parli tu costa molto di più
    L'impianto completo ancora di più... ovviamente ricorderai che ne abbiamo parlato e mi hai fatto anche preventivo


    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    ma infatti la biomassa NON è per tutti, lo dico e scrivo sempre.

    E meno male altrimenti già qui il secolo non lo finiremo..... figuriamoci se andavamo tutti a biomassa....


    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    e chi ti dice non lo sia anche con la biomassa?

    Nessuno ti rimborsa niente


    CONCLUDO: la mia mente per fortuna è molto aperta e mi sono reso conto in tempo che tra il tuo preventivo e tutti gli altri stavo facendo un investimento senza senso nel "2018".
    Questo è essere aperti di mente provenire da 10 anni di ottima e ripeto OTTIMA esperienza con il pellet con cui comunque sono stato al caldo e cambiare radicalmente tutto realizzando quanto vedi in firma.
    Quando provi qualcosa di nettamente migliore ovviamente ne sei entusiasta. Ma non perchè il pellet faccia "schifo", è semplicemente superato al giorno d'oggi!
    Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg - isolamento solo poroton 30cm

  9. #69
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da max.c Visualizza il messaggio
    Quando provi qualcosa di nettamente migliore ovviamente ne sei entusiasta. Ma non perchè il pellet faccia "schifo", è semplicemente superato al giorno d'oggi!
    Concordo che per chi può passare all'elettrico non deve avere dubbi nel farlo, in questo momento è semplicemente il meglio. Ma non tutti possono. E io purtroppo sono fra quelli. Tra i 45 e i 50.000 KWh termici non sono facili da tirare fuori da una pdc (risiedo in zona E) specialmente se per stare al caldo servono T di mandata da 65 gradi e anche oltre. Per la mia abitazione il cappotto è un investimento pesante (45.000 euro) e rapportato a quanto spendo adesso di biomassa (circa 1700-1800 euro all'anno) il rientro avrebbe tempi troppo lunghi.
    Criptovalute, semplice guida per saperne di più
    GUIDA

  10. #70
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    buonasera a tutti, scusate ma oggi giornataccia....
    grazie per le dritte sul pellet, mi gireresti il contatto? non so se mi servirà ma intanto lo archivio...

    ottimo lo "scontro" siete su posizioni un po' diverse, come già scritto prima ogni metodologia di scaldarsi ha più o meno vantaggi , sicuramente la pdc una volta ben calibrata penso sia molto meno noiosa sia come spazi, pulizia e manutenzione, ma ripeto ben calibrata, lo sottolineo perchè ad oggi vista la mia piccola esperienza c'è gente che ti propone di tutto e solo perchè è dietro ad una scrivania si arroga il diritto di aver ragione a prescindere senza pensare che ci sono in ballo i risparmi e la comodità delle persone.

    io personalmente non mi sono mai trovato male con il pellet l'ho sempre trovato una valida possibilità di riscaldamento anche se devi pulire la stufa, caricarla ecc..., sono scelte.

    se fossi a casa in pensione o non avessi necessità di lavorare, mi piazzerei una bella stufa ad accumulo a legna e risolverei un sacco di menate o forse mi trasferirei dove il riscaldamento non sanno cosa sia.....

    ma purtroppo bisogna lavorare e vista la mia esperienza bisogna stare bene in casa se no è una vitaccia perciò ben vengano queste discussioni.

    buona serata a tutti

  11. #71
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    buongiorno a tutti, ieri pomeriggio ho avuto un'incontro con un'azienda che installa fotovoltaico e fino a 5 anni fa facevano anche riscaldamenti sia in elettrico che con biomasse, successivamente hanno deciso di specializzarsi in un'unico settore e chiedendogli un parere sul riscaldamento ha voluto vedere tutta la casa e mi ha detto che l'unico lavoro che mi resta da fare è da coibentare il tetto per salire un gradino di classe energetica ma non sarà sufficiente a far lavorare bene una pdc diciamo "commerciale" bisogna andare su prodotti molto prestanti, mi ha detto che sentiva un suo collega che ha un'azienda che tratta pdc che lavorano con il geotermico, mi diceva che sono molto care ma sono le uniche che hanno un rendimento tale da potermi dare la garanzie sull'elettrico.
    mi ha spiegato a grandi linee il funzionamento poi si è fermato perchè non voleva darmi troppe info magari errate.
    mi ha sconsigliato di passare alla 380 per vari motivi.
    anche lui cmq rimane dell'idea che il mondo sta andando in una direzione ben precisa ma bisogna guardare caso per caso perchè ad oggi sono poche le case che garantiscono classi energetiche tali da poter installare pdc ad occhi chiusi e nel mio caso specifico il pellet potrebbe essere una valida alternativa.

    avete esperienze sul geotermico?

    saluti

  12. #72
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Zagortex sarebbe utile capire poi cosa ti diranno sulla geotermica....
    Non ti anticipo nulla altrimenti sembrerei il tuttologo di turno....

    Sulla 380 che non è consigliabile... in particolare per le potenze di cui potresti aver bisogno tu.... Ma.... lascio parlare altri.....
    Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg - isolamento solo poroton 30cm

  13. #73
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    sentirò settimana prox se si fa vivo qualcuno, vi aggiorno
    buon fine settimana...

  14. #74
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    zagortex, altrettanto a te !!

    P.S.: se opti per il geotermico, assicurati dei consumi elettrici del sistema adatto a una situazione come la tua, magari.... riscontri qualche "sorpresa".....

    IL RISCALDAMENTO A LEGNA, PELLET, CIPPATO E SOLARE TERMICO
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED
    Sito internet e contatto: www.erregisas.org / 348-8581140


  15. #75
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Beh sarebbe IT descrivere costi delle pdc di cui parli e relativi tempi di ritorno dell'investimento....
    Chissà se almeno a una domanda IT rispondi
    Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg - isolamento solo poroton 30cm

  16. #76
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagortex85 Visualizza il messaggio
    ...

    ottimo lo "scontro" siete su posizioni un po' diverse, come già scritto prima ogni metodologia di scaldarsi ha più o meno vantaggi , sicuramente la pdc una volta ben calibrata penso sia molto meno noiosa sia come spazi, pulizia e manutenzione, ma ripeto ben calibrata, lo sottolineo perchè ad oggi vista la mia piccola esperienza c'è gente che ti propone di tutto e solo perchè è dietro ad una scrivania si arroga il diritto di aver ragione a prescindere senza pensare che ci sono in ballo i risparmi e la comodità delle persone.

    io personalmente non mi sono mai trovato male con il pellet l'ho sempre trovato una valida possibilità di riscaldamento anche se devi pulire la stufa, caricarla ecc..., sono scelte.

    ..
    Ciao, in questo tuo post hai concentrato tutti i punti salienti di cui tenere conto per la scelta.
    All' inizio ti avevo proposto un sistema "ibrido" e leggendo quanto scrivi, te lo ricordo!!!

    1- potenza pdc. Tieni conto che in un anno ci sono 10 gg di massimo freddo, il resto dell' anno ormai è tiepido.
    2- Accenderai al bisogno la stufa a pelelt nella zona giorno, la zona piu' energivora della casa, per una serie di motivi, come T piu' alta, presenza di ampie vetrate perchè la piu' luminosa, porte che si aprono verso l' esterno, di solito in basso rispetto alla zona notte.... ed il calore va in alto!!!!
    3- pdc fai acs, riscaldamento quando no presente, assenza di qualsiasi intervento da parte tua, tutto in auto
    4- una stufa rivestita in ceramiche produce un calore molto simile ad una ad accumulo (irraggiamento), verificalo da te in qualsiasi show room
    5- la pdc ti permette ulteriori futuri risparmi, diventando produttore di energia elettrica, con il fotovoltaico, e credimi è incredibile produrre sul proprio tetto l' energia necessaria a riscaldare la sottostante casa!
    6- la stufa la accendi e la carichi se ti va, e quando ti va!
    7- pdc + stufa ti danno una potenza massima disponibile molto elevata, maggiore ad altre combinazioni!

  17. RAD
Pagina 4 di 4 primaprima 1234

Discussioni simili

  1. Caldaie a pellet detraibili solo sè alimentate con pellet sfuso.
    Da lorisoko nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 22
    Ultimo messaggio: 04-02-2016, 14:15
  2. Risposte: 57
    Ultimo messaggio: 27-07-2015, 21:47
  3. Indeciso su due caldaie a pellet
    Da roberto3 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 19-02-2013, 20:48
  4. Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 23-01-2013, 12:31
  5. indeciso... bollitore o scambiatore a piastre??
    Da giuggiolo0107 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 19-01-2011, 19:31

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •