i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 116

Discussione: Microcogeneratore a biomassa

  1. #81
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    che intendi per "sembra"? ovviamente il target della clientela va sempre selezionato, e prima di proporre qualsiasi prodotto bisogna conoscere bene il prodotto stesso e a chi presentarlo. Mi affascina il mondo delle rinnovabili e conosco investitori e/o persone che spendono un botto in energia.. ora, al di là della speculazione economica che può esserci nel fare un impianto fotovoltaico o eolico o a cogenerazione so che l'energia prodotta da questi ultimi va a sostituire energia sporca prodotta dalle fonti tradizionali e ben venga il boom

  2. #82
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    basta che leggi le ulteme bozze che circolano, e vedrai che hanno pulito un poco, comunque la differenza sta solo se la produzione di energia è totale, ovvero l'integrazione della macchina verso l'utilizzatore permette di utilizzare caldo fredoo e EE, senza interuzzioni, differentemente è dura, ma si campa, i conti li puoi fare da solo basta leggere in giro, comunque 1 Kwe= circa 1,25Kwt, saluti

  3. #83
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Dai miei conteggi, o almeno dai business-plan che ho visto un impianto a oli vegetali da 990 Kwp motore powertron, dovrebbe lavorare circa 8000 ore in un anno e produrre circa 7900 Mwh di EE, oltre 7000 Mwt..
    Volendo considerare solo l'elettrico, con l'incentivo attuale, a cui si accede tranquillamente entro il 31 dicembre 2012, sarebbero 7900 Mwh * 280 € e cioè 2.212.000 € di ricavi.. togliendo spese di manutenzione e fornitura olio annuale (circa 1.750.000 €) sarebbero ben 450.000 € di utile lordo ( a cui togliere eventuali imposte 30% in caso di aziende).

    In ogni caso sarebbe un utile netto di ben 300.000 € annui..

    L'investimento tornerebbe in 4 anni, se consideriamo una spesa iniziale di 1.200.000 €.
    E se sfrutto anche l'energia termica il rientro è molto più veloce.

    Perchè dici "si campa" ? Forse sbaglio qualcosa nel conteggio? Mi sembra troppo conveniente la cosa e in effetti mi puzza un pò..

  4. #84
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Il calcolo non è proprio corretto:
    in ammortamento va in ca. in 8 anni poi il flusso di cassa non è omogeneo prima viene pagato il 180 poi va a consuntivo per il 280 nel frattempo hai l' esborso per l' acquisto dell' olio e manutenzioni varie.
    la tassazione inoltre va ben oltre il 45% e sono da includere i costi morti per allacciamenti e autorizzazioni prima di poter avviare l' impianto per cui altro denaro da mettere in preventivo con costi in passivo .
    poi vorrei vedere l' utilizzo di tutto il termico come lo fai ??
    Giorgio

  5. #85
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    perchè in 8 anni? 300.000 euro netti per 4 anni siamo a 1.200.000.. allacciamenti e autorizzazioni devono essere inserite nel "chiavi in mano" quindi nei 1.200.000.. i costi di olio e manutenzione sono fissi e accordati a monte.. per il consuntivo quanto c'è da aspettare? anche più di un anno? E infine perchè parliamo di oltre il 45% di tasse? per le aliquote? in ogni caso essendo una società potrei acquistare beni tipo camion (o addirittura altro motore) in modo da alleggerire lo sgravio fiscale? e poi, il costo iniziale mi permetterebbe di scaricare un bel pò considerato che sono ben 1.200.000 €!! giusto?
    Grazie per la risposta, giorgio.

  6. #86
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Errore la fiscalità non si inventa il costo dell' impianto va in ammortamneto secondo i parametri di legge x cui 8 anni minimo allora il 1200 lo dividi in 8 anni,
    i costi olio massimo lo puoi calmierare x 12 mesi
    x la chiusura del consuntivo lo puoi attendere anche x 6 mesi
    Non so in che regime fiscale operi ma normalmente sono anche superiori ai 45% se includi gli oneri accessori.
    poi aggiungi i costi del finanziamento va dal 5 al7% di interessi da detrarre alla marginalità
    Ed infine se installi un gruppo di tale potenza vai sicuramente in conferenza di servizi supponendo di non andare in regione
    In funzione dei calcoli da noi fatti il margine reale x un gruppo simile sei intorno al 5% reale
    giorgio

  7. #87
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    allora intanto il termico e sempre maggiore dell EE, poi secondo da settembre è obligatorio il conta calorie sul motore, e a secondo di cosa disperdi paghi in percentuale, perchè ora il tutto è solo basato sull'efficenza, 0,28 a 1050 alla tonnellata fai una patta, senza termico sei finito, il gse poi ora ha l'ordine di rallentare i pagamenti il pù possibile, chiedi in giro vi sono anche sei mesi di ritardo, e ti pagano solo lo 0,18, perchè il premio di 10 solo dopo che hai realmente dimostrato e loro controllato che è di filiera corta in certe zone, di produzione europea in altre,in altree parole se non hai efficenza teleriscaldamento, oppure vendi il calore a qualcuno che lo userà diversamente, i grandi impianti, sono finiti buttati li come fino ad ora, tira vento nuovo da una parte e dall'altra abbiamo i soliti che pappano tutto, perchè dalmente grande è ilgiro attorno a loro anche sociale che non possiamo farci nulla per ora, saluti

  8. #88
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da depuroll Visualizza il messaggio
    *** Non basta eliminare una minima parte per rendere citabile un messaggio secondo il regolamento. Ogni citazione inutile è violazione dell'art.3 del regolamento. Le uniche citazioni valide riguardano una parola, o una parte davvero minima del messaggio al quale ci si vuole riferire, altrimenti utilizzano i riferimenti (autore, data e ora) o il link (nel numero che vedi in alto a destra di ciascun messaggio). nll ***
    1.200.000 in 8 anni significa 150.000 € annui da scaricare sulle tasse (praticamente anche se fosse il 45% per i primi 8 anni non le pagherei). Inoltre, acquistando mezzi di trasporto per l'attività, li andrei a detrarre al 100%?
    Per quanto riguarda i costi di finanziamento del 5% e 7%, sono detraibili almeno gli interessi passivi?
    Il regime fiscale, andrei a creare una srl ad hoc con mia sorella che ha vent'anni ed è disoccupata.
    Per ora l'uso del termico non è considerato se non per casa mia, che comunque attingerebbe pochissimo.. ma l'idea è di venderlo a 5-6 abitazioni di vicini. In che modo si vende l'energia a un privato? è possibile conteggiare i kwt realmente consumati da ogni singola abitazione? grazie, saluti
    Ultima modifica di nll; 24-04-2012 a 15:12

  9. #89
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    In ogni caso devi x il Mw avere almeno un buget disponibile di ca. 2.m€ per le varie coperture poi devi vedere chi ti da il finanziamento per l' investimento .
    Se non vuoi farti del male come tanti .....
    Fai piccoli gruppi senza burocrazia da 20kw vendi tutto il termico essendo piccolo e sono facilmente posizionabili
    Medita

  10. #90
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Che intendi per "senza burocrazia"? E quanto siamo con i costi chiavi in mano sul 20 kw? Poi mi chiedevo perche' parli di 2 milioni di €, se il preventivo e' 1,2 milioni? Prevedi spese impreviste o costi aggiuntivi particolari di cui non sono a conoscenza? Cmq grazie x le risposte e informazioni.

  11. #91
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da locandalmayer Visualizza il messaggio
    Per ora l'uso del termico non è considerato se non per casa mia, che comunque attingerebbe pochissimo.. ma l'idea è di venderlo a 5-6 abitazioni di vicini. In che modo si vende l'energia a un privato? è possibile conteggiare i kwt realmente consumati da ogni singola abitazione? grazie, saluti
    Che idea..metti un "gruppo" da 1 mega vicino alle abitazioni? vai in conferenza servizi 8se sai cosa significa9 con questa ideona? e ti aspetti che i vicini ti comprino l'energia? come minimo ti fanno causa..e comunque non so dove vivi, ma da me l'inverno dura 4 mesi..e casa mia consuma 30 mega all'anno..metti pure 5 case sono 150 mega..tu ne hai 8.000..no lo chiamerei "uso del termico"...

    Comunque ... un anonimo direttore di banca senza cervello ti salverà la vita..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  12. #92
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    marco, non riesco a capire.. anche non considerando l'uso del termico un impianto a oli vegetali da 1 Mega, se lo vedi solo come un "mero e sporco" investimento, speculativo e quant'altro, ha un rientro in 4-5 anni, dopodichè ha solo utili per altri 10 anni e sono utili rilevanti. L'idea è nata quando un amico ingegnere un mesetto fa mi ha proposto di collaborare con lui proponendo l'impianto a cogenerazione al mio comune. Purtroppo i tempi tecnici e burocratici per il Comune sono molto lenti e non c'è la certezza di allacciare al 31/12/2012. un privato potrebbe tranquillamente però. Ora, i miei vicini distano cmq a 100 metri dal mio terreno, il business plan presentato al comune prevede un utile di 520.000 euro (che non vanno tassati agli enti pubblici) da cui decurtare il mutuo. Io potrei accedere a un mutuo per quella cifra, con amici investitori, la conferenza dei servizi non è un problema perchè ho un amico che ha fatto diversi impianti FV da alcuni Megawatt qui in zona e in ogni caso al 31/12/2012 la società mi garantisce a contratto l'allaccio.

    Ho letto diversi tread e mi sembri molto esperto di cogenerazione. Mi spiegheresti perchè secondo te non mi conviene? Dai miei calcoli il netto (ripeto senza vendere l'eventuale energia termica) è di almeno 400.000 ero annui per i primi 8 anni e 300.000 per i successivi. Considera che ho la fornitura dell'olio a prezzo bloccato per 5-6 anni. come pensi si evolva il mercato del combustibile vegetale nei prossimi anni?

    Ps. Forse metti in dubbio che un impianto da 1 MW produca 7.900.000 kwh di EE? O che il GSE non li paghi?

  13. #93
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    alcuni flash..

    - se il Comune avesse fatto impianto, sugli utili pagavano le tasse come su qualsiasi altra attività commerciale comunale...farmacia, piscina, bar, etc..
    - ma il tuo "amico" ha fatto passare una Conferenza con 1 mega di FV fra le case? se si, dimmelo che lo vengo a vedere... per cui escludo che qualcuno ti autorizzi un motorozzo da 1 mega in mezzo alle case (100 metri) ..su area residenziale.. ed escludo che ti passino l'area ad industriale perche di attività industriale stiamo parlando..anche se la fai come IMPRENDITORE PERSONA FISICA (cosa che per il bene dei tuoi figli ti sconsiglio di fare)
    - se fossi a 100 metri da casa mia io ti faccio causa appena depositi progetto in Comune..e te lo dico da proprietario di un motorozzo da 2,2 mega..che a 100 metri si sente eccome (sebbene tutto sia a tabella emissioni sonore..a capitolato fornitura..e tutto sommato rumore sordo..ma un conto è in mezzo a capannoni ove ci sono comunque attività rumorose..un conto nel residenziale..non scherziamo..in Italia abbiamo gia rovinato il territorio costruendo capannoni in mezzo alle case..ora manchi tu col generatore in mezzo alle villette..). Nel Comune afianco al mio, CASTEGGIO (PV) stanno cercando di paralizzare 1 mega ad olio GIA APPROVATO in provincia 3 anni fà..e forse ci riescono..figurati partire ora con una richiesta in mezzo alle case e senza uso termico...ma nemmeno la cabina elettrica di autorizza il comune! o pensavi di metterlo in scambio sul contatore di casa?
    - il TELERISCALDAMENTO ha costi pesantissimi come investimento iniziale, "lasa sta!"
    - prima di farlo a gas, sono andato a parlare con chi di olio vegetale ne compra 300.000 tons anno e ha un generatore da 6 mega..un amico..e mi ha detto che il "prezzo bloccato" non esiste...o meglio..se vuoi esiste qualcuno che oggi si impegna per domani, ma vuole oggi un prezzo ch eè maggiore del costo attuale e del future sull'olio..quindi l'utile finisce a lui. Questo signore, in quel momento (mi pare 2010) aveva motore FERMO perchè non conveniva accenderlo.
    - allora ho chiesto a mio cugino, che è uno dei maggiori coltivatori i Romania , fra cui colza, se poteva farmi contratto con suo prodotto, a 5 anni, gestendo lui la spremitura in Romania (dove tanti impianti sono fermi)..e mi ha spiegato che il contadino non può comprare gasolio e fertilizzanti a prezzo fisso per prossimi 5 anni..per cui nessun contadino vende per 2 o piu anni..e anche il contratto dell'anno, ha sempre PENALE DI USCITA, per cui se gli costa meno la penale del DELTA AUMENTO MERCATO,. il contadino ti saluta ..se è onesto..se è disonesto, ti dice che ha prodotto meno e quindi non ha merce abbastanza, e ti da metà di quel che serve...
    - alla fine mi sono convinto che è bene stare alla larga dall'olio..che fa scivolare.
    - chi mi ha fatto impianto è serio, ha usato motore serio, ma ha bucato la consegna di 10 mesi..fai tu..
    - 8000 ore anno.."I've have a dream..."
    - allaccio 31/12/2012 e ancora devi trovare banca, fare progetto, chiedere autorizzazioni..ma lo vuoi fare in Italia o in Vietnam?

    L'unica cosa seria che hai in mano è il preventivo..perchè di solito chi "si interessa" come te..esordisce dicendo che avrebbe un motore da camion modificato per olio da 200.000 euro "garantito che è una bomba"..e infatti molti quello fanno..esplodono..

    Segui un consiglio di un cretino... lascia stare 1 mega..lascia stare anche 20 kw che tanto non conviene economicamente per il residenziale...e fai un bel FV da 20 kw connesso ala casa che ti fai una piccola pensioncina..nulla di che, ma sicura
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  14. #94
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Di impianti Fv ne ho 2 sbarra 3, il primo del Marzo 2009, ma le pratiche le ho iniziate almeno un anno prima.. il secondo dell'anno scorso sul mio locale commerciale.. il terzo lo sto facendo adesso.. amplio quello che ho a casa da 5,2 a 19,2, con un bel porticato in lamellare..
    Il Fv è il mio settore, ma dopo l'estate la vedo dura.. o meglio, la vedo dura per impianti superiori ai 50 Kwp, sui piccoli si può (e si deve) ancora lavorare..
    Stavo cercando soluzioni in energie alternative diverse dal Fv (in generale mi appassiona tutto ciò che è rinnovabile e tutto ciò che è contro le lobby di potere) e la cogenerazione mi incuriosisce parecchio.. inoltre ho avuto a che fare con fondi di investimento in qualche occasione e mi era balenata la mezza idea di fare un impianto da 1 MW su un mio terreno.

    Poi è chiaro che prima di farlo avrei "indagato".. e cmq il motore del camion a 200mila € non rientrava tra le mie opzioni, se questo può farti piacere.. ;D

    Avevo indagato anche sul rumore e sull'inquinamento e avevo immaginato scenari meno apocalittici, e riguardo la fattibilità l'azienda si prendeva la responsabilità di allacciare entro il 31/12/2012 anche in Italia, a quanto pare. Pena lo smontaggio dell'impianto e tutti a casa. Poi non avevo capito che una cosa del genere potesse essere fatta solo in zona industriale, e non agricola. L'idea era più in là di sfruttare i 7000000 kwt con una piscina coperta riscaldata, ma in ogni caso pensavo che il rientro ci fosse anche escludendola.

    Sull'olio mi erano venuti forti dubbi, sia sul costo che sulla reperibilità.. bloccarne il prezzo per 5-6 anni significava avere un prezzo maggiore da subito e l'avevo messo in conto, ma immaginare addirittura l'impianto fermo è troppo anche per i miei peggiori momenti di pessimismo. La colza poi ha rese ridicole per ettaro e quindi il discorso "combustibile" mi tiene bloccato saldamente al mio fv. Per un attimo avevo pensato alle microalghe (magari creando una filiera corta) ma lì siamo ancora in fase embrionale sulla ricerca, a quanto pare.

    Insomma, questa è la situazione. Ti ringrazio per avermi dato importanti consigli.

    E ne approfitto per chiedertene un altro: mio cugino ha un terreno in zona industriale, vicino ha 6 grandi capannoni, stranamente tutti operativi, nessuno in fallimento e soprattutto nessuno che ha fatto impianti fv perchè avevano problemi con la garanzia del tetto, ognuno con un consumo in media di circa 1/2 MWh annui.. io potrei fargli fare l'impiantuccio (come lo chiami tu) da 1 Mw a cogenerazione (a olio o altro?) e vendergli EE e ET, lui darebbe il DDS a una società creata ad hoc. Per il teleriscaldamento si tratterebbe di cablare meno di 500 mt lineari, conosco una ditta che farebbe gli scavi a buon prezzo, si tratterebbe di altri 200/300 mila €. Come la vedi come operazione?

  15. #95
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    dopo aver visto dal vivo (e aver letto su questo forum) di gente col motore fermo per costo olio elevato..io ragiono così: se lo faccio a gas e vendo energia..aumenta gas, aumenta energia..il mio guadagno dovrebbe restare costante. COn olio ci si mette di mezzo: fertilizzante, clima, speculazione agricola, e chissa cos'altro..

    Poi..fare impianto "conto terzi" è normale..anzi..penso che la maggior parte sia così,,cioè ci sono ESCO che lo fanno e lo pagano coi risparmi prodotti al "cliente".
    Se hai azienda 5/7 H24 che usa energia e anche calore puoi tentare..meglio sarebbe 7/7 (io sono in queste condizioni e rientro in 3-4 anni usando 100% del termico+TEE).

    Fare una "rete privata" per distribuire EE su 5-6 utenze..la vedo dura..per termico, impossibile.
    L'uso NOBILE del termico è fare VAPORE o FREDDO a 7 gradi..e questo cozza con la distanza.
    Il resto (acqua calda a 90 gradi) ..sono cascami..a malapena recuperi i soldi delle condotte.

    M
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  16. #96
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    pensa che la società che proponeva l'impianto da 1 MW al comune mi diceva che si perde un grado di temperatura ogni 500 o 1000 mt lineari di cavo di teleriscaldamento.. chissà se è credibile o no come cosa.. inoltre cedere l'energia termica a 5-6 utenze mi era sembrato molto più fattibile, stando sempre alle loro parole, magari cedendola a 0,04 o 0,05 al kwt. La vedevo più dura cedere l'EE ma in quel caso non mi cambia molto visto che non c'è SSP ma tariffa omnicomprensiva..
    Mi chiedevo però quanto spetterebbe a un locatore un DDS di un terreno per un impianto del genere e cosa avrebbe potuto farsene una volta decorsi i 15 anni dell'incentivo.

    E poi una provocazione: premesso che non sono soldi miei, ma se tu avessi un tesoretto da investire in energie alternative (metti per convenzione un milione di euro), per fare conti pari, dove andresti a "colpire". Fotovoltaico, eolico, cogenerazione o altro?

  17. #97
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito facciamo una riflessione

    allora signori facciamo,una riflessione, marco hai ragione in parte e anche torto, locandadal, pure tu ci metti del tuo a dirle, comunque avanziamo di un passo, energia bella parola ma difficile da realizzare, io ci vivo e ho solo questo lavoro, ma mi piace essere chiaro visto che mi sporco le mani con motoracci di tutte le dimensionin e razze,poi anche io ho i miei amori motoristici,

    prima analisi e domanda perchè fare energia;

    siamo in europa, abbiamo nucleare, idro centrali, carbone, vento, sole, mare, perchè dobbiamo ridurre la capacità produttiva alimentare a discapito di culture per fare energia?, è giusto ??,

    una possibile mia risposta, NO, e questo è di principio, poi se mi dite, abbiamo olio vegetale in abbondanza che l'industria alimentare non usa, allora bene, e io sono gia rivolto verso e solo a questa tipologia di olii, ovvero sotto prodotti, MA, qui nasce il primo problema ed è il tipico pensiero umano, il mondo e grande perchè devo io iniziare ad procuparmi, bene, ma qui si dovrebbe finire tutte le discussioni e l'inteligenza umana a farsi benedire, allora visto che siamo qui su questa terra in maniera provvisoria ma ci siamo cerchiamo di farlo il meglio possibile, percui anche io devo tradire il mio pensiero, e mi adatto cercando di fare meno danni possibili a me e agli altri, percui ora dico,

    visto che siamo ormai tutti prigionieri dei nostri costumi e tutti i giorni aumentano le nostre comodità e non vogliamo rinunciare a nulla dobbiamo produrre energia,sempre di più per ora finchè non impareremo il risparmio,


    come la PRODUCIAMO ?????, bella domanda,questa la mia risposta, l'uomo ha inventato una macchina che tutti urlano che è inquinante rumoroso, brutto ma rimane la nostra migliore invenzione, AL MUTOORR , MOTORE ENDOTERMICO, ancora l'unico capace di trasformare l'energia termica in meccanica, e di recuperare ancora energia temica, e con l'alternatore attaccato energia elettrica, non vi nessuna altra macchina al mondo uguale, costa poco, tutti la usano per usi diversi ma è sempre lui AL MUTOORR,

    ORA POSSIAMO TROVARGLI DUEMILA DIFETTI, ma rimane la macchina migliore che abbiamo, per cui dobbiamo solo imparare di usarla meglio, non di buttarli e poi lamentarsi che non funziona fa rumore fa fumo ecc ecc...., bene andando dritti al discorso di locandal, hai soldi, non mi imteressa di chi, ma spendili bene, dici ma io li voglio far sfuttare, bene, la domanda te la pongo io ora, perchè li vuoi fare fruttare facendo energia, ci sono le banche le società finanziarie, ecc ecc ecc.., oppure hai deciso di creare lavoro locale,una nuova attività in cui tu sia sicuro che domani non la devi delocalizzare,

    io ti dico questo e forse sbaglio, attorno a te è possibile migliorare la condizione producendo energia alternativa in maniera ecologica e abbassando i costi energetici a tutti gli utenti,(il GSE è un utente,vedilo nella mia logica), la risposta è si perchè creo una nuova azienda bla bla bla bla,
    SI bene, invecie di parlare di preventivi sterili,perdonami hai analizzato tutto, dove passa la cisterna che deve rifornirmi, esiste una rete distributiva affidabile,è possibile se istallo macchine piccole un servizio cisterna mini, come era una volta per il gasolio, dove metto le cisterne, posso usare quelle esistenti, bla bla bla bla, come vedi le domande a cui si deve rispodere prima di verificare piani finaziari,son bene altre, le istallazioni civili come dice il buon Marcober son molto complesse, ma attuabili, scusate ma vado a prendre un caffè con un amico e poi proseguo, se intanto vi accontentate saluti

  18. #98
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Locan...penso 1 grado al KM sia per rtubazioni da teelriscaldamento cittadino..che hanno grande diametro e portano calore a 90 gradi..e costano mi pare 1 mio a km. Se invece devi portare vapore o freddo a poche utenze vicine..il porblema si complica perche non puoi permetterti grandi tubi, grandi isolamenti, grandi costi..e in più il delta T con il terreno aumenta e quindi la dispersione sale..un conto sono 90 gradi, u conto vapore a 120 o 150 gradi..o magari freddo a 7 gradi o 3 gradi..

    A 40-50 euro al mega il calore me la faccio da solo a gas e non lo compro da te..il gas costa 35 eur al mega e la caldaia ha resa 90%..

    La cogenerazione va posizionata dove esiste consumo termico, caldo o freddo che sia..l'EE la trasporti facilmnete..e lo puo fare chi ha il consumo o una ESCO, poco cambia..ma pensare di farlo per avere 5-6 clienti con un termico di poco pregio (acqua calda a 90 gradi) secondo me è perdente..i fumi sono a400 gradi e valgono a quelle temperature oppure se li giri a freddo..se pensi di vendere acqua calda per riscaldamento penso non vai da nesuna parte.

    Inoltre se VENDIdevi garantire un servizio..per cui dovresti avere caldaie per quando la macchina è ferma..e si ferma!
    Oppure dire al clinete che COMUNQUE lui deve tenere caldaie efficienti perchè tu non garantisci continuità..e quindi il tuo servizio "vale poco" e lo può pagare poco..cioè..se lo proponi a me, mi dovrebbe costare meno a fine annno di almeno il 30-405 del mio costo globale, compreso il fatto che devo fare il la tua emergenza..per cui ti darei 15 euro al mega del calore..

    Il porblema che il calore serve 1-2 mesi in inverno..poi altri 2 mesi al 30-40%..poi cosa ne fai?

    L'eolico è per specialisti..

    Il FV sino ad oggi era manna..da domani sarà forse oggetto per chi ha consumi..per chi ha clienti (ENEL)..per privati a casa loro..per chi si inventa "imprenditore FV" penso lo spazio sia finito.
    Marco
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  19. #99
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Sono d'accordo con te sul fv, prevedo il limite escluso dal registro GSE fino a 20 Kwp, se non (speriamo) 50 Kwp, e per fortuna quello dei piccoli impianti è il mondo da cui provengo.

    Il tuo discorso sulla cogenerazione per me ha un solo limite, vedi il mancato o parziale utilizzo del termico come un limite insormontabile ad investire nel settore, quando a conti fatti l'IRR con l'attuale decreto rinnovabili si assesta ben oltre il 25% annuo, anche solo con l'EE. L'incognita fornimento olio è l'unico freno. Se la società che mi garantisce la gestione full service riesce a spingersi ai 10 anni del prezzo bloccato, con penale altissima in caso di mancato servizio, l'operazione si potrebbe fare, magari in zona industriale.

    Io il termico in questo caso lo vedo come grasso che cola.. se non lo vendo pazienza, se riesco anche a venderlo bene, l'IRR schizza a percentuali impensabili.

    PS. 35 Euro al Mega il gas? in Italia o in Russia? Oggi o dieci anni fa? Ora non conosco i tuoi consumi, ma a quanto pare devono essere elevatissimi, per permetterti di pensare quella cifra..

    Cmq scherzi a parte, grazie. Il tuo spirito critico mi ha fatto capire molte cose.

    Gordini sono d'accordo sul fatto che gli oli vegetali vanno a togliere spazio alla coltivazione di beni alimentari, e credo che non faccia neanche benissimo all'economia aumentare i costi del grano del mais e di questo genere di prodotti, ma assistiamo alla fine dell'agricoltura, almeno dalle mie parti, e l'idea è di creare una filiera corta, un impianto a biomasse legnose, a microalghe, a oli di girasole o di colza. Unire utile al dilettevole, sfruttare leggi favorevoli, creare energia pulita (mi dispiace, ma molto più pulita del tuo amato motore, il 98% in meno di emissioni CO2 se non erro) e creare occupazione in zona. Perchè metterli in banche dai rendimenti IRR imparagonabili? Di questi tempi poi..

  20. #100
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito continua la riflessione

    bene, vedo che però siete leggeri, e continuate a fare solo calcoli economici, la cogenerazione pultroppo è un mestiere duro,e se non vi si crede nella bontà di qualsia progetto si debba afforntare, meglio lasciare, e questo è uno dei tanti problemi che hanno fatto fallire la cogenerazione in Italia, perchè in italia la cogenerazione efata con il pèensiore solo sulla EE, il resto viene dopo, dimenticandosi che l'energia primaria è il termico, e non l'elettrica, tornando al discorso dove investire, bella domanda,

    come gia ho acennato investire nell'energia non come andare in banca e comprare BOO, energia rende perchè tutti i giorni aumenta il fabbisogno malgrado calino certi consumi, e fare investimenti a medio periodo e che comporta, ad avere una organizzazione dietro, nonlo vuole fare nessuno, e credere che poichè io pago gli altri debbono fare per mè è realmente stupido, nessuno potrà mai fare cio che io stessso so fare per curare i miei interessi, giusto o sbagliato ma anche questa è una realtà da considerare,

    andiamo al sodo, macchine di taglia piccola istallate bene sono un buon investimento, e naturalmente aumentando la taglia si risparmia molti mal di testa, e i margine consentono maggiore flessibilità, io personalmente sono impegnato in due progetti, uno da 100 kw, a gas e il micro 30 kw,a dual fuel ovvero diesel + gas di città, perchè il micro dual semplice per le considerazione riguardo alla logostica e fornitura del carburante liquido, non esiste una struttura di servizio, è da creare, zone pedemontane è il primo passo, poi si scende in pianura, il gas visto che andremo ad premiare sempre più la vera cogenerazione, il gas è un buon compromesso anche a 50 e 100 kw, ma non esistono macchine per ora che siano cosi piccole da mettere nelle cantine dei palazzi in città,

    io nel mio piccolo dopo queste valutazioni ho iniziato a pensare in maniera rivoluzionaria tutto, come implementando tecnologia militare libera a costi acettabili al mondo civile, i risultati spero a breve, servono tanti soldi e visto che è un investimento assolutamente senza sponsor esterni ma solo noi,non abbiamo tutta questa fretta, comunque la sostanza è
    nelle istallazioni civili serve avere bassi costi di istallazione assolutamente un progetto che realmente integri il cogeneratore essendo l'anello debole del sistema, e alta tecnologia, e una rete assistenza capillare, perchè è una macchina e come tale si rompe, e più è piccola quando si rompe costa come una grande, saluti e tornerò,

  21. RAD
Pagina 5 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Impianto a biomassa
    Da aky83 nel forum BIOGAS e Gas Residuati
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 20-04-2011, 18:28
  2. biomassa
    Da pier73 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 10-03-2011, 16:04
  3. biomassa 200 kw
    Da franzis nel forum BIOMASSE
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 06-07-2010, 18:01
  4. 55% e biomassa
    Da cesaou nel forum LEGGI e FINANZIAMENTI FER
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 24-07-2008, 11:49
  5. LA BIOMASSA
    Da kasablanka nel forum BIOMASSE
    Risposte: 89
    Ultimo messaggio: 30-09-2007, 14:01

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •