i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 20

Discussione: Non micro, ma nanocogenerazione...

  1. #1
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito Non micro, ma nanocogenerazione...



    Domanda semplice semplice...
    Qualche regolamento vieta, e se si, per che motivo, di autocostruirsi un mini-cogeneratore staccato dalla rete senza alcuna pretesa di usufruire di incentivi?

    Non vado alla ricerca di grandi convenienze, voglio solo provarci.
    L'idea è di prendere un piccolo dieselino da pochi kw (4-5max), raffreddato a liquido, tirarci fuori un paio di kw elettrici e recuperare il calore per scaldare almeno in parte l'acqua di casa.
    Il tutto ovviamente alimentato con il (a me) caro olio vegetale riciclato.

    Dato che ogni tecnico finora sull'argomento mi ha sempre detto che avrei fatto danni e ad ora la mia auto funziona e il motore originale l'ho cambiato dopo 145.000km a olio (260'000totali) per problemi alla pompa olio che ho solo dopo scoperto essere congeniti e facilmente riparabili (faceva ancora lo 0-100 in meno di 11", solo che sotto i 2000rpm la pressione olio calava sotto il mezzo bar...certo, era un pò spompato, ma non per l'olio), una delle poche cose che mi interessa è SE SI PUO' o se ci sono problemi legati alle emissioni o altre norme...
    Fondamentalmente, posso alimentare casa con un generatore, o no?
    Poi se ci tiro fuori calore penso che interessi poco..

    O no?

    Diciamo che è un'esercizio di stile...poi se funziona meglio, altrimenti pace.
    L'olio, ad ogni modo, ce l'avrei praticamente gratis.
    Magari acidello, ma se in 5anni non mi ha rotto il motore dell'auto...

  2. #2
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    esiste lo stesso problema che esiste quando lo usi nell'auto..evasione accise..cioè è illegale e andrebbe perseguito..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  3. #3
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Su strada può avere un senso, ma in casa non credo proprio.
    Se alimento una lampada a olio con biodiesel autoprodotto è illegale?
    Se modifico il rasaerba per falciare il prato usando alcool etilico, è illegale?
    Se invece che la diavolina accendo la stufa con accedifuoco fatti col grasso dello speck e del prosciutto e segatura, è illegale?
    Secondo quali riferimenti normativi?

    E se costruisco uno stirling di potenza e lo collego alla stufa a legna, è illegale?

    E soprattutto...se si, come faccio a pagarci l'accisa?
    Il problema è tutto lì.

  4. #4
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Su strada può avere un senso
    La Finanza faceva i controlli una volta..speriamo che si torni a farli, visto che sembra cambiato il vento per i furbetti..fermavano i diesel per verificare che non andassero ad olio (ma soprattutto a gasolio defiscalizzato agricolo..vizietto tipico degli agricoltori..)

    Se alimento una lampada a olio con biodiesel autoprodotto è illegale?
    se lo usi pe rilluminare no..ma non era la tua idea..se lo usi per scaldarti (la tua idea) si... Testo Unico Accise.."E' sottoposto ad accisa, con l'aliquota prevista per il carburante equivalente, ogni prodotto, utilizzato, destinato ad essere utilizzato ovvero messo in vendita, come carburante per motori".

    Se modifico il rasaerba per falciare il prato usando alcool etilico, è illegale?
    Ne se l'alcol lo copri, in quanto comprandolo paghi l'accisa per uso alimentare (sezione II TU Accise)..se lo autoprodci dovresti pagare accisa, facendo riferimento al carburante che sostituisci.

    Se invece che la diavolina accendo la stufa con accedifuoco fatti col grasso dello speck e del prosciutto e segatura, è illegale?
    No, perche non sono prodotti sottoposti ad accisa..
    E se costruisco uno stirling di potenza e lo collego alla stufa a legna, è illegale
    ? Dipende dalla potenza,se supera 20 kwhe devi fare denuncia a UTF , mettere contatore e pagare accise... sotto 20 kwh se vai A LEGNA, no..se vai a Biodisel direi di si, in quanto il porcesso chimico che fai trasforma il prodoitto "rinnovabile" in uno non rinvabile (per avere incentivi FER l'olio non deve essere modificato chimicamente)..se vai ad olio non modificato, forse saresti esente, ma come minimo dovresti chiedere di essere certificato IARF dal GSE.
    Se vai a olio, il GSE ti consente un certo quantitativo di olio per generare EE (su cui l'accisa si paga al consumo)..se consumi d più, su quel delta devi pagare le accise sul carburante, in quanto si presume che da li i poi il consumo è relativo ad usi TERMICI su cui grava accisa..m pare abbastanza chiaro!



    E soprattutto...se si, come faccio a pagarci l'accisa?
    mettendo un contatore per EE autoconsumata (su cui grava accisa se combustible non è rinnovabile) e tenendo registro del carburante, nel caso tu compri il "carburante" da chi lo mette in vendita non come "carburante" (olio al supermercato per intenderci).
    Se invece compri il carburante in modo regolare, potrai chiedere la defiscalizzazione dela parte che usi per generare EE.

    Come vedi il modo per stare nelle regole esiste.. la giustificazione dell'evesione per "ignoranza delle modalità di pagamento" è tanto comune quanto insostenibile..
    Marco
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  5. #5
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Non è questione di giustificare, è che è demenziale che si pretenda di parlare di paese libero nel momento in cui le regole sono fatte allo stesso modo sia per i grandi gruppi che per i piccoli.

    La grande azienda ha una forza enorme e la usa legittimamente a scopo di lucro (ovvo che ogni settore vada normato, viste le potenzialità economiche), il privato che vuole staccarsi dal sistema dei monopoli invece non lo può praticamente fare...se non sottostando a mille problemi burocratici.

    Ecco perchè nessuno lo fa...
    Ed è anche capibile, io parto dal presupposto che a me non ha mai chiesto nessuno se voglio essere cittadino italiano, nè se sono d'accordo con il sistema.
    E vorrei capire perchè la gente non si rivolta contro un sistema simile.
    Devo montare un contatore, tenere un registro, ma che senso ha su un'utenza che cogenera per 4mesi all'anno in modo discontinuo una menata simile?
    E' come se la telecom mi dicesse che per pagare l'ADSL devo tenere un registro dei Kb trasferiti, o per il telefono, dei secondi di chiamata e a chi...
    E' un sistema completamente idiota se portato sul piccolo, è ovvio che lo si aggira (o ignora) in ogni modo possibile.
    E sia chiaro, io sono uno che le tasse le ha sempre pagate, dove poteva.

    Sull'olio per autotrazione mi risulta che le norme non esistano (dev'essere tassato alla fonte, ma se è olio riciclato che non pago?chi paga l'accisa?è demenziale!), se hanno cambiato posso andare a pagare l'accisa molto volentieri, non ho un registro preciso ma ho un'idea di quanto olio ho bruciato.
    Solo che non si può...C'è un ufficio, un modulo? No.

  6. #6
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non è questione di rapporto di forza fra granzi aziende e autoproduttori artigianali..ma di avasione di tasse.
    Tutti nel ns. piccolo (comprando servizi e beni senza scontrino) evadiamo IVA e IRES...

    Nel tuo caso (biodisel artigianale nell'auto) evadi un'accisa..è la stessa cosa.

    Le accise non sono messe li per far ingrassare le multinazionali..ma per pagare ospedali e scuole..pensioni e servizi..

    Chi non lo capisce non dovrebbe essere considerato italiano..quindi andrebbe declassato a clandestino..senza servizi ..e magari espulso (visto che non ha scelto lui di "esserlo", vorrei sciegliere io di non farlo "essere") .

    la norma sulle accise sui CARBURANTI esiste da sempre... vai al piu vicino Ufficio Dogane e digli che hai usato 2000 litri di carburante nel 2011 e che volevi regolarizzare le accise..vedrai che il modulo lo trovano loro.. ma mi sa che restarai ben al coperto sotto il tuo Nick e lascerai pagare le tasse agli altri..sbaglio?


    Marco
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  7. #7
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Bello, guarda che ci sono andato alla finanza, per vedere come fare.
    Non sono uno di quegli italioti che si lamentano delle tasse a piè sospinto, sono uno di quegli italiani che si lamente degli italioti.
    Semplicemente (forse ai tempi?) non si poteva.
    E tuttora mi risulta che non si possa, le accise le deve corrispondere il produttore.
    Così è scritto.
    Vai in inghilterra e se vai a olio c'è un formulario e paghi accisa agevolata come il metano, anzi pagavi, ora c'è il tetto e fino a 5T/anno non è tassato.
    Vogliamo parlare della Germania?
    O dell'austria (Carinzia), che acquista a niente l'olio esausto anche in italia (stupidi italiani dicono, come fare a dargli torto?), ci fa BioDiesel e lo vende ai distributori?

    Ad ogni modo, che tu ci creda o meno mi importa poco (o meglio, nulla), io come dipendente le tasse le pago.
    Ed ESIGO lo scontrino anche se prendo una caramella da 20cent.
    E se lo stato mi desse la possibilità di alimentare la mia auto con qualcosa di meno inquinante (olio, o carburanti comunque non petroliferi), lo farei al distributore pagando il dovuto, senza problemi.
    Hai mai visto un distributore di olio o biodiesel in italia?
    Ce n'erano alcuni, ora non mi risulta...tanto per parlare dei rapporti di forza tra grandi aziende e stato.

    Io ho un'etica che mi dice che devo usare la mia testa per il bene mio e altrui.

    E se ho la possibilità di fare una cosa giusta, anche se osteggiata dallo stato (è un'ossimoro, io come tutti sono lo stato!), la faccio.

    Se il mio scopo fosse il mero risparmio, saprei dove prendere tanto olio minerale idraulico esausto -ottimo come combustibile diesel- da poterci girare con un Hummer per 40'000km annui, e non avrei neanche il problema dell'odore di fritto...

    PS:Io non uso BioDiesel.

  8. #8
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ATTENZIONE:
    nella sezione Biomasse/Biocarburanti, la questione fiscale è già stata ampiamente affrontata.
    Per cui in questa discussione è OT!
    La domanda all'oggetto riguarda la FATTIBILITA' di un microcogeneratore casalingo.

    Quindi attenetevi all'aspetto tecnico. Per le problematiche fiscali usate le discussioni già esistenti nell'altra sezione del Forum.

    Grazie!

    Gymania

  9. #9
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Gymania..Dado non chiede se sia fattibile tecnicamente ..lo da per scontato..chiede se "qualche regolamento lo vieta"...se ci sono "problemi di emisisone o altre norme"..

    Evidenziare le Norme fiscali rilevanti a quanto vuole fare mi sembra una risposta pertinente.
    Se invece la discusisone è aperta in una sezione non approppriata, un amministartore deve spostarla.

    Per Dado..mi pare di averti letto altrove che ti produci il biodisel con olio esausto..se non è così ho sbagliato..ma se usi olio puro la sostanza non cambia..sempre di carburante si tratta.

    Le accise le carica il produttore al consumatore per conto dello Stato a cui le versa..nel caso di AUTOPRODUTTORE ovviamente le due figure coincidono e quindi spetta a lui misurare il consumo e versare il dovuto.
    La parte delle accise sui carburanti non è cambiata da molti anni..

    Mi fa piacere che come dipendente pagi le tasse..ma le tasse si pagano anche da consumatore quando fai il pieno, paghi il gas per cucinare e l'EE per illuminare..sia accise che IVA (che IVA sulle accise)..se fai una di queste operazioni che hai in animo di fare, dovresti versarle..salvo che sia prevista specifica esenzione (e la sola prevista riguarda EE da fonte rinnovabile se prodotta da impianti sotto 20 kw).
    Se usi olio o biodisel per l'auto o per scaldarti (anche in cogenerazione) sono dovute le accise.


    Volere una carburante di origine rinnovabile e defiscalizzato al 100% può essere una legittima aspirazione..ma le Leggi in vigore non lo prevedono (e visto che il costo industraile del Biodisel è maggiore del diesel e le accise non possono diminuire ma solo aumentare, come hanno fatto Berlusconi e Monti..non succederà mai). Quindi puoi fare una tua battaglia polirtica per rendere la tua aspirazione una realtà..ma avere comportamenti contrari allla legge giustificandoli col fatto che rispondono alla personale coscienza o aspirazione.. significa rinnegare la democrazia..possibile, ma onestà vorrebe che venga fatto alla luce del sole..prendendosene le responsabilità.

    Marco
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  10. #10
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Marcober,
    è OVVIO che Dado sappia, come tutti noi che ci sono problemi di accise.

    La domanda all'oggetto, posta correttamente ed in lingua italiana è:

    Quote Originariamente inviata da dado VRC Visualizza il messaggio
    Qualche regolamento vieta ... di autocostruirsi un mini-cogeneratore?
    Ergo Dado chiede se l'autocostruzione sia normata.

    Altrimenti la domanda sarebbe posta in modo sbagliato, cosa che per la risposta che Dado ti fornisce al post #7 e per la mia conoscenza dell'autore del post anche in atri Forum, mi sento di escludere.

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    Se invece la discusisone è aperta in una sezione non approppriata, un amministartore deve spostarla.
    Il "buon admin" dovrebbe intervenire anche quando un partecipante alla discussione va ostentatamente OT, ma per ora ti ho solo ho avvisato.

    Gym

  11. #11
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    ****
    Prolungo di un pelo l'OT...
    Il mio interesse di base è SE qualche norma vieta un tipo di costruzione artigianale (anche con parti di recupero) NON collegata in rete.
    Se piazzo due T tra circolatore e caldaia a metano per buttarci l'acqua calda che viene dal generatore, è una modifica illecita (e se si, ci sono sanzioni? Perchè si sa, in italia ci sono tante cose illecite senza sanzioni, se è questo il caso potrei anche fregarmene) o no?
    Il gas di scarico del sistema deve rispettare delle norme, o no?
    La rumorisità, idem....?

    E inoltre...prendendo l'olio usato da varie fonti (feste e alcuni ristoranti), IO rischio qualcosa?
    Perchè è ovvio, se costruisco un'impianto che funziona e non risulta che il combustibile venga acquistato, come è, e magari ci devo anche pagare le tasse, è ovvio che qualcuno qualche domanda se la pone.
    e se (come credo) non ci sono norme problematiche per lo stoccaggio di quantità sotto i 1000l e questo non è visto come rifiuto pericoloso, semmai è un problema puramente di chi me lo da, se lo deve legalmente smaltire.
    Altrimenti torno alla Olicaf e lo pago, così sono a posto...

    Poi è il top SE è veramente possibile pagare l'accisa sull'olio.
    Sicuro non navigo nell'oro (soprattutto dopo 6mesi e passa di cassa integrazione...) ma andrei subito a pagarle...con gli arretrati.
    Ma ho parlato con qualche finanziere, che mi ha semplicemente consigliato di farmi i c@zzi miei, vista la burocrazia che c'è dietro, creata apposta per scoraggiare chi ci si vuole impegolare.

    PS:Sul mercato si trova biodiesel a prezzo concorrenziale rispetto al gasolio...è di meno di un mese fa la richiesta di un'amico che voleva prenderne 10'000l, credo abbia evitato a causa dell'impossibilità di acisarlo.
    Ultima modifica di gymania; 11-01-2012 a 15:12 Motivo: violazione Regola 3d) - citazione integrale di messaggi

  12. #12
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Dado..io cercherei di lasciare i 2 circuiti separati..anche se questo impone uno scambiatore.
    Se lo fai non in parallelo..cosa ne fai di 4-5 kw di potenza istantanea? in inverno?

    Ma non conviene bruciare direttamente l'olio in un bruciatore da BTZ? almeno sfrutti bene il potere calorico dell'olio e moduli il consumo con la richiesta energetica..e lascia perdere l'energia elettrica...
    Se lo tieni al "caldo" non dovrebbe dare problemi..magari miscelato a del gasolio da riscaldamento..

    Se vai per il motore..mi pare che i gruppi elettrogeni di emergenza sotto 1 MW non siano soggetti ad autorizzazione ma solo a Comunicazione..
    Il rumore sotto 10 kw mi pare deba essere 96dB

    Se vai per ristoranti a recuperare olio rischi tantissimo..trasporto illegale di rifiuti.
    Se poi lo stocchi e lo bruci..smaltimento ilegale.
    Si tratta di rifiuti non periclosi, codice 200125, ma pur sempre rifiuti.. non posono essere ceduti ad un privato..vanno conferiti a ditta autorizzata al trasporto e/o al trattamento.
    Non esiste la "modica quantità"..come per il "fumo"..

    Sulla necesita di pagare accisa sul combustibile ad uso termico ho già detto.. se tale combustibile è rinnovabile (e penso che l'olio di frittura esausto lo sia) quelle sull EE non sono dovute (ma occorre avere certificazione IARF dell'impianto da parte di GSE, nonchè avere traccia degli acquisti..il che è incompatibile con carburante a costo zero dal ristorante).

    marco
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  13. #13
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Boh...
    Tutto nasce dal fatto che sto (finalmente) per andare ad abitare con la morosa.
    Abbiamo trovato una casa vecchia (non un'appartamento, una casa all'antica su 3 piani (piccoli) + due piani di...cantina (?? non so se in italiano si usa, da noi viene chiamato "volt", perchè è la base della casa, con soffitto a volta, in questo caso su due livelli) + orto + legnaia ecc e si parte a sognare...

    Da tempo avevo intenzione di prendere uno di QUESTI motorini, fatti in cina, cloni dei vecchi Deutz mi pare, pare funzionino bene e sono raffreddati a liquido, farlo andare a olio (sono motori a precamera), recuperare un motore trifase da 3Kw e farci 'sto cogeneratore.

    Come al solito le norme sono ridicole (trasporto illegale di rifiuti... poi quell'olio va a Verona, e tal quale a parte la winterizzazione lo rivendono come industriale, e non è soggetto a nessun vincolo per trasporto e stoccaggio) ma forse non vale la pena di andarcisi ad impastare...

    Boh...
    Tralaltro forse a breve mi levo anche la pUnto, che con la scusa che è un'Euro2 ho anche i blocchi del traffico, mi prenderò una Uno a GPL e pace...

  14. #14
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    se il motore (post 1) eroga 4 kw di potenza..dal raffreddamento se tutto va bene tirerari fuori 1 o massimo 2 kw termici..che sono 24 o 48 kwh/giorno..ci scaldi una stanza.. e il motore dovrebe girare almeno 6 mesi all'anno..da metà ottobre a metà aprile..diciamo 4.300 ore anno..secondo me non ti dura più di una stagione..

    Se hai spazio, legnaia e (come mi sembra di capire) tempo e voglia di lavorare..io metetterei una caldaia a legna..con adeguato polmone..la carichi mattina e sera (solo sera nele mezze stagioni) e stai caldo gratis tutto l'inverno..da noi se hai una motosega, la legna la fai gratis..basta che ti offri a pulire i boschi...se non trovi il bosco ti do il mio d apulire..solo a tagliare i secchi ti scaldi tuto l'anno.

    marco
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  15. #15
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Credo che effettivamente andrebbe trovato un motore nato come gruppo elettrogeno, altrimenti gli intervalli di manutenzione, indipendentemente dal combustibile mi sa che sono troppo frequenti. L'idea mi piace e sinceramente credo che si possa fare. Se vuoi una mano scrivimi una mail ti vengo ad aiutare!! a presto

  16. #16
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    @marcober

    La mia idea è differenziare.
    La stufa a legna c'è e andrà (e da quella l'idea di collegarsi all'acqua dei termosifoni è tutt'altro che remota), la motosega ce l'ho (piccola e recuperata a gratis, ma con un pò di lavoretti va che è una bomba, è un'alpina, credo anni 80 ), la legna si fa gratis o quasi anche qui.
    La legna è la base del discorso.
    Tanto per fare un'aggiunta (e non si sa mai che mi servano KW elettrici), pensavo al cogeneratore.
    Di calore ne tiro fuori ben più di 2kw, non sfrutto mica solo il calore del raffreddamento, posso farmi uno scambiatore gas di scarico/acqua in tranquillità a casa (sono un metalmeccanico per professione e hobby, e abbastanza ben attrezzato), e se come credo il rendimento termodinamico del motore è intorno al 25% al massimo, di Kw ce ne tiro fuori anche una quindicina se faccio uno scambiatore serio.
    La mia idea non è di tenerlo acceso 24H al giorno, in primis è di farlo per soddisfazione mia, e poi ci tiro fuori energia da un qualcosa che tuttora finisce al riciclo (oli di palma ecc)...
    Ad ogni modo quei motori sono dei muli, sono diesel lenti.

    Comunque se tutta la legislazione è una rogna simile non vale neanche la pena di impegolarsi.

    @fabio19tdi

    Come va?
    Quei motori sono fatti per fare quello che vuoi.
    generatori, pompe, trituratori, qualsiasi cosa.
    Gli basta combustibile, olio e acqua (originariamente il raffreddamento è ad evaporazione, volendo lo si modifica a circuito chiuso).

  17. #17
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    infatti io perlavo di caldaia a legna..cioè collegata ad accumulo e termosifoni.. se hai legna gratis e ha la fortuna di trovare una buona caldaia di seconda mano e te la installi tu..con 2-3 mila euro ti scaldi per 5 anni

    Col motore..il Dachs..che è il riferimento per la microgenerazione, dichiara 27% elettrico e 61% terico..quindi se recuperi anche i fumi certo arrivi a 10 kw..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  18. #18
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Questo è serio, e non è neanche una cinesata...

    s320.jpg

    Però forse è un pò grandino...http://www.andoria-mot.com.pl/pub/Fi...ik_S320eng.pdf 1810cc monocilindrico 84.4 Nm a 1200rpm, 18cv massimo.

    Lo prenderei solo per sentirlo girare.

  19. #19
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Son passati quasi due anni, ma l'idea resta.
    Adesso vediamo se la casa ce la vendono, e se si a quanto.

    In 'sti anni non ho pagato un granchè per la legna, per l'inverno 2012/13 ho recuperato un tetto in abete + 15q di pino nero e c'è durata fino a marzo, quest'anno legna buona, faggio+carpino+nocciolo, strapagata 120€, dovevano essere 25-30q ma se ne ho portati giù 15 è tanto, e 70q di robinia.
    Comunque solo con cucina economica, si scalda un piano e mezzo, il resto si va a metano.
    Se la casa ce la vendono, -e se in banca mi fanno un mutuo, soprattutto- ci sparo al volo un cappotto e una olle...

    In tema cogeneratore l'idea "evoluta" sarebbe recuperare un Andoria nuovo (è l'unico diesel lento di piccole dimensioni ancora in produzione, a parte i listeroid indiani, ma in Polonia vado anche a prendermelo, in India NO...), farlo andare a misto olio-gas (è un ID) o solo olio e farlo girare in base alla richiesta termica.
    Per caricarlo in modo da farlo rendere basterebbe far alimentare all'alternatore 3-4kw di resistenze, scalabili nel caso ci sia richiesta elettrica o ridotta richiesta termica.

    Ah, ovviamente non avrebbe utilità alcuna, andando a legna.

    Ma c'è da dire che nonostante tutto di olio se ne recupererebbe parecchio...

  20. #20
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

    La ostia, tre giorni dopo il precedente messaggio la morosa m'ha mollato, quindi la casa resta in affitto.
    Nel mentre ho recuperato qualche q di noccioli di pesca, e devo fare anche un tot di legna...ho anche iniziato un bruciatore a olio con pompa ad alta pressione, ma il tempo è poco...
    Ultima modifica di nll; 13-07-2014 a 08:59

  21. RAD

Discussioni simili

  1. micro eolico
    Da cesare188 nel forum Asse ORIZZONTALE - prodotti commerciali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 24-06-2011, 09:15
  2. Micro micro eolico
    Da fantomas nel forum Asse VERTICALE - prototipi privati (Fai-Da-Te Mini-micro eolico)
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 21-01-2011, 13:05
  3. micro CO-GENERAZIONE
    Da alexraffa nel forum Cogenerazione
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 20-12-2008, 19:31
  4. micro micro micro centralinina idroeletttrica
    Da .:Mik! nel forum Idro Fai Da Te
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 23-02-2008, 01:14
  5. MICRO EOLICO
    Da clash4 nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 29-09-2006, 14:27

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •