Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 4 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 73

Discussione: Fissione Fredda

  1. #1
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Fissione Fredda



    Ciao a tutti e scusate per la lunga assenza, ho appena consegnato la tesi di dottorato e ora farò parte, con pieno merito, del grande esercito dei precari italiani.

    Vi volevo segnalare un recente esperimento condotto da un gruppo di romani che ha bombardato con ultrasuoni una soluzione contenente acqua bidistillata con un pò di ferro e cloro.

    "We report the results of neutron measurements carried out during the application of ultrasounds to a solution containing only stable elements like Iron and Chlorine, without any other radioactive source of any kind. These measurements, carried out by CR39 detectors and a Boron Triflouride electronic detector, evidenced the emission of neutron pulses. These pulses stand well above the electronic noise and the background of the laboratory where the measurements were carried out."

    L'apparato è molto semplice e poco costoso, a parte forse per il detector (Landauer - Thinking Outside the Badge).
    chi ne avesse voglia e tempo potrebbe costruirlo.

    l'articolo completo lo trovate qui:
    Alice Mail e Servizi
    - Username: genni.rom
    - Password: martina

    si chiama Cardone.pdf

    Ciao
    Ultima modifica di mgb2; 18-02-2009 a 08:15

  2. #2
    areand
    Ospite

    Predefinito

    L'unica cosa che trovo scandalosa è che per farlo conoscere agli italiani,
    lo si scriva in inglese.Non amate la vostra lingua, solo la pizza è più
    famosa.Un saluto da "areand".

  3. #3
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao mgb2 prima di tutto congratulazioni... e un lavoro prima o poi lo si trova . Per il file l'avevo gia letto e segnalato sul forum..... la cosa interessante sarebbe capire la matematica che ci stà dietro. Per me e ribadisco è una mia opinione è la stessa che ci stà dietro al plasma elettrolitico. Basta immaginare che la polarizzazione spinta dell'acqua crea un reticolo polarizzato sempre più denso verso gli elettrodi, fino al punto di generare dei punti di cavitazione fino a far fondere degli atomi. Oviamente gli eletrodi in questa condizione non devono fondere. Ciao

    Ciao

  4. #4
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve a tutti.
    Qui sotto il link a Youtube dove il Prof.Fabio Cardone illustra la sperimentazione in oggetto ed i rusultati:

    YouTube - reazioni piezonucleari ultrasoniche 1/3
    YouTube - reazioni piezonucleari ultrasoniche 2/3
    YouTube - reazioni piezonucleari ultrasoniche 3/3

    Saluti
    Garofas

  5. #5
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da garofas Visualizza il messaggio
    Salve a tutti.
    Qui sotto il link a Youtube

    la fine del terzo filmato mi ha lasciato allibito

  6. #6
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da greeenmind Visualizza il messaggio
    la fine del terzo filmato mi ha lasciato allibito
    Be cosa pretendi... Se pensi che tutti i nuovi brevetti passano tutti sotto un commisione militare.... l'unica soluzione è una licenza di pubblico dominio. Per tornare al tema, secondo voi cosa succede alle molecole dell'acqua sottoposta a un'alta energia vibratoria?

    Ciao

  7. #7
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao

    Quote Originariamente inviata da GabriChan Visualizza il messaggio
    Per me e ribadisco è una mia opinione è la stessa che ci stà dietro al plasma elettrolitico. Basta immaginare che la polarizzazione spinta dell'acqua crea un reticolo polarizzato sempre più denso verso gli elettrodi, fino al punto di generare dei punti di cavitazione fino a far fondere degli atomi. Oviamente gli eletrodi in questa condizione non devono fondere. Ciao
    Per quanto riguarda il plasma elettrolitico vorrei suggerirvi il dettagliatissimo lavoro di Paulmier.pdf (sempre sullo stesso sito).

    E' un lavoro che deve essere preso in seria considerazione da quelli che, qui dentro, fanno esperimenti di plasma elettrolitico e cercano di interpretare e schematizzare cosa accade senza conoscere la letteratura o con pochi mezzi.

    Per quanto riguarda le reazioni piezonucleari o la sonofusione o la sonoluminescenza le cose stanno diversamente e nessuno ha ancora messo a posto la teoria.

    Questa è l'ultima che conosco: kaim.pdf

    We propose a new two-stage mechanism of sonoluminescence based on non-thermal
    processes in liquid in a state with a negative atom work function. The first stage includes the emission of atoms from the interior of the bubble into gas at hyper-thermal velocities. At the second stage, a collision of emitted flow takes place between the gas atoms along with the implosion of the central part of the bubble. As a result of the impact excitation, ionization and the subsequent recombination, a flash of electromagnetic radiation develops that can be seen in sonoluminescence experiments.

    Quando dici che la matematica è la stessa vorresti forse dire che il risultato finale nei due casi è la ionizzazione del gas ?

    Se è cosi può anche andare bene, ma la matematica che sottintende i due fenomeni, come puoi vedere nei due articoli, è profondamente diversa.

    Quest'ultimo, di cui non ho l'articolo, è di Cardone del 2006.
    http://www.worldscinet.com/journals/...306004600.html
    Qui addirittura la matematica utilizzata è quella dei due precedenti articoli messi insieme.

    In the last years experiments of cavitating water and of explosions of foils in water have provided possible evidence for production of stable, unstable and artificial nuclides induced by ultrasounds and shock waves, i.e. for nuclear reactions induced by pressure waves (piezonuclear reactions). We propose a possible mechanism for the explanation of these findings, that is constituted by two parts: a classical one, based on the bubble implosion due to cavitation, and a non-classical, related to a possible breakdown of Lorentz invariance for nuclear interactions. Such a mechanism allows one to get precise predictions on the values of energy and power needed to carry out experiments with the commercially available sonotrodes and to get piezonuclear reactions in a reproducible way.

    ciao
    Ultima modifica di mgb2; 24-02-2009 a 11:30

  8. #8
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao
    Quote
    "E' un lavoro che deve essere preso in seria considerazione da quelli che, qui dentro, fanno esperimenti di plasma elettrolitico e cercano di interpretare e schematizzare cosa accade senza conoscere la letteratura o con pochi mezzi."

    Ecco io faccio parte di questa categoria.... Ora mi studierò bene il testi consigliati.
    Quando dico che "la matematica è la stessa" intendo dire che essendo lo stesso elemento H20 sottoposto a una energia esterna, che siano vibrazioni o una differenza di potenziale, alte temperature il comportamento degli atomi dovrebbe essere sempre lo stesso. Il problema che la fisica dell'acqua non è stata ancora studiata in un modo approfondito sopprattutto in condizioni particolari. In realtà la mia era un'ipotesi di questo tipo: Immaginado che H2O sia un bipolo sottoposto a una differenza di potenziale questo si orientera: O- verso il più e h+ verso il meno, crendo una struttura omogenea tutta polarizzata nello stesso senso.Quando si supera la tensione di legame la molecola si spezza sparando H+ verso il meno e OH verso il Più. L'atomo di hidrogeno si muove molto veloce, essendo più leggero, nel reticolo dell'acqua e se incoccia altre molecole le può anche ionozzare emettendo fotoni. Per me è per quello che emette luce, e si riscontrano anomalie termiche. Questo atomo di idrogeno, la cui energia dipende dalla differenza di potenziale che è stata applicata alla soluzione, accellera fino all'anodo se è fortunato incontrera un'altro atomo di idrogeno e si leghera producendo H2 (Gas). Se è sfortunato andra a sbattere contro all'anodo provocando delle trasmutazioni . Nel caso invece dell'suono, l'acqua contiene anche del cloruro ferrico, questo ionizzandosi crea delle zome dome Fe+ è circondato da O- e Cl- e circondato da H+ quindi come i poli nell'elettrolisio, poi gli viene data una grande quantita di energia sotto forma di vibrazioni, sufficiente a spezzare la molecola dell'acqua che si comporterà nello stesso modo, L'atomo di idrogeno partirà come un razzo veso Cl- anche qui se incoccia contro latre molecole le ionizzera emettendo luce, e se lo scontro e veramente "forte" si leghera emettendo calore e trasmutando il materiale.

    Ciao e grazie per la pazienza.

  9. #9
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Gabrichan,

    leggi bene Paulmier e poi mi dici cosa ne pensi.

    Per quanto riguarda l'apparato sperimentale per la sonoluminescenza ho avuto, da un mio collega, una tesina molto completa a riguardo.
    Si potrebbe riadattare, per chi ne avesse tempo e voglia, per ripetere l'esp di Cardone.

    I file sono: PellegrinoA e B

    P.S.
    ho trovato un articolo del 2004 di Cardone in cui spiega la rottura di simmetria per trasformazioni di Lorentz come effetto della deformazione dello spazio-tempo dovuta ad onde cavitanti (hollow waves).
    Il preludio all'articolo del 2006 che non posso però scaricare.
    Il file si chiama Cardone2.

    Ciao
    Ultima modifica di mgb2; 25-02-2009 a 09:24

  10. #10
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao mgb2 purtroppo non sono ancora ruscito a studiare Paulmier ma volevo sapere cosa ne pensavi della mia interpretazione del fenomeno. Lo so che vado fuori tema, ma nessuno ha ancora provato con le microonde? Concettualmente è la stessa cosa. Mi devo procurare un forno a microonde e poi provo, con una soluzione di H2O e cloruro ferrico.

    Ciao.

  11. #11
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    leggi prima, poi ne parliamo

    ciao
    I miei file li trovate qui: http://file.webalice.it
    username: genni.rom
    password: martina

  12. #12
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao mgb2 visto che sono a casa con l'influenza sono riuscito a leggermi il Paulmier è molto interessante anche se il modello matematico del plasma non è ancora stato trovato "Further studies are necessary to get a
    comprehensive understanding on the plasma chemical dissociation
    processes including the photon, electron and ion impact
    dissociation phenomena. This step implies a complete experimental
    characterisation of the entire system (analysis and evolution
    of the liquid, gas and plasma composition) and the
    development of a theoretical model describing the overall plasma
    deposition mechanisms." Un'altra cosa il grafico di fig3 dive mette in relazione la potenza e la temperatura perché le due rette non sono parallele? La temperatura sale più della potenza che viene data? Ciao.

  13. #13
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao,

    Dalla Fig.3 si vede che (a parte per quel punto a 150 s ed escludendo il punto a 180 s dove s'innesca il plasma e il liquido comincia a vaporizzarsi) la corrente immessa nel sistema è lineare, per cui, per effetto Joule, la potenza del sistema va come I^2 (una parabola).
    Anche il grafico della temperatura dovrebbe essere una parabola (ma forse ci sono troppi pochi punti per apprezzarla) ma le due curve dovrebbero comunque essere diverse perchè la temperatura dipende non solo dalla potenza immessa ma anche dalla capacità termica e dalla conducibilità termica della soluzione.

    Come giustamente riporti, il modello matematico del plasma è ancora da chiarire.
    Il che è diverso dal cominciare a fare ipotesi senza verificarle (leggi i tuoi post precedenti) o senza supporto matematico.
    Altra cosa è agire come fa Kaim.
    La via di mezzo non convince nessuno.

    Scusami se parlo in questi termini, ma se non mettiamo dei punti fermi in quello che diciamo o facciamo e se non ci relazioniamo correttamente (usando lo stesso linguaggio) col mondo esterno, rischiamo di non capire nulla e di non far capire nulla alle persone che leggono il forum.

    Ciao
    I miei file li trovate qui: http://file.webalice.it
    username: genni.rom
    password: martina

  14. #14
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Be è vero, però se parti da una ipotesi è più facile, Al limite è sbagliata e se ne formula un'altra, come nel file Pellegrino_A nel capitolo delle teorie. Ma anche l'ultima è sbagliata visto che c'è emissione di neutroni? Per il grafico della temperatura hai ragione credo di essermi sbagliato, sarà la febre comunque è la riprova che come confermato da cirillo e amici, Elettrolik,Ecc. Che l'eccesso di calore non si ha in quelle condizioni. Ciao.

  15. #15
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti, è un pò che non mi faccio vivo sul forum inquanto sono parecchio preso dal lavoro, ma ogni tanto trovo tempo per mettere in pratica alcuni esperimenti. Considerando che il generatore di ultrasuoni in questione non è di facile reperibilità, ed è molto costoso, e visto che mi ero interessato già da tempo al discorso degli ultrasuoni ma per altre applicazioni, vi consiglio di fare una prova abbastanza semplice, ovvero: realizzate un generatore di ultrasuoni utilizzando comuni buzzer, ma di diametro 50mm, questi buzzer non sono adatti per tale scopo, tuttavia dai test che ho effettuato alimentandoli con frequenze a partire da 15khz fino a 500khz, e tensione fino a 100 volt, sono riuscito a creare l'effetto della cavitazione, l'atomizzazione, e il lavaggio ad ultrasuoni. l'unico problema è che il buzzer deve restare libero, non va appoggiato o fissato da nessuna parte, quindi resta sospeso ancorato ai fili di alimentazione e basta. Quindi la quantità di acqua sulla quale si può lavorare è di massimo 1-2cc, però comunque avendo le lastre sensibili ai neutroni si potrebbe già vedere qualcosa, perchè vi garantisco che la potenza erogata in quei pochi cc è parecchia, il buzzer regge, l'assorbimento è dell'ordine dei 10-15watt compresa dissipazione dell'aplificatore che si occupa di trasferire il segnale al buzzer. Anche se la frequenza di risonanza di questi buzzer è intorno ai 3khz, ci sono dei punti precisi nel range da 15 a 500khz in cui il buzzer entra in risonanza comunque, producendo la polverizzazione dell'acqua e gli altri vari effetti, i quali si verificano tutti a frequenze ben precise e differenti l'una dall'altra. Riguardo al circuito di pilotaggio ho realizzato un semplicissimo amplificatore a mosfet che utilizza uno stadio pilota con BC639 e un finale con irf540 e irf9540, pilotanto questi mosfet con impulsi in gate di 1A si riesce ad avere una buona onda quadra in uscita, con poca distorsione, in grado di far lavorare il buzzer molto bene e senza dissipare troppa energia nei due mosfet. Lo stadio finale è collegato direttamente al buzzer, quindi senza condensatore e resistenza di carico, è alimentato in continua a tensione singola, il generatore di onda quadra è un semplice circuito con NE555.

    Per la cavitazione si possono usare anche impulsi elettrici: YouTube - electro cavitation
    Ultima modifica di tecnonick; 25-02-2009 a 23:59

  16. #16
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao tecnonik, grazie per i consigli volevo chiederti, potrebbero funzionare i beeper piezzoelettrici delle sirene immersi in acqua alla distanza giuste e alla frequenza giusta?

    Ciao Grazie.

  17. #17
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, sinceramente non saprei, ma dubito, purtroppo ogni generatore di ultrasuoni è costruito per lavorare in determinate condizioni. Comunque credo che anche con 1cc di acqua si possano fare delle prove, perchè il fenomeno della cavitazione avviene comunque, e in teoria se ci sono delle reazioni particolari si dovrebbero notare. Riguardo i buzzer, immergendoli in acqua ho notato che si crea soltanto una minivasca di lavaggio a ultrasuoni con effetto molto lieve e distruzione della pastiglia in breve tempo,infatti la pastiglia del buzzer vibrando sbatte contro l'acqua e si spacca, mentre versando acqua sulla parte in ottone e tenendolo in aria dura parecchio, perchè la parte soggetta agli urti è l'ottone, la pastiglia è dall'altro lato e non da problemi.

  18. #18
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok grazie speravo di cavarmela con pochi soldi

  19. #19
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao allego file in italiano degli esperimenti fatti da carbone.
    http://www.onne.it/CARDONE_Nucleare_pulito.pdf
    Ultima modifica di GabriChan; 27-02-2009 a 17:57

  20. #20
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao, ho trovato dove acquistare trasduttori ultrasonici con frequenza da 28 o 40khz, il prezzo va sui 54 euro cad., 70 watt di assorbimento, e con questi si può fare qualche esperimento serio. Appena la ditta mi risponde aggiorno.....

  21. RAD
Pagina 1 di 4 1234 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Ricerca dati fissione
    Da stranger nel forum L.E.N.R. (Trasmutazioni Bassa Energia)
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 25-06-2009, 09:04
  2. Fissione-fusione proposta made in USA
    Da EGO73 nel forum A Fissione
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 15-02-2009, 14:13
  3. TRA FISSIONE E FUSIONE
    Da Garlick nel forum Energia da Suono o Cavitazione
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 09-11-2007, 13:42
  4. Dalla fusione alla fissione
    Da odisseo nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 19-10-2006, 18:03
  5. fusione fredda?
    Da nel forum Test sperimentali
    Risposte: 72
    Ultimo messaggio: 14-09-2005, 00:58

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •