Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 17 su 17

Discussione: due semplici esperimenti per chi ha trasduttori a ultrasuoni.

  1. #1

    User Info Menu

    Predefinito





    Sto leggendo il libro "shape power", dove richiama alla grande per alcuni principi gli studi del mitico john keely



    in pratica si parlava di alcuni esperimenti, condotti con ultrasuoni alle frequenze di circa 48200Hz e di 41300 Hz


    a dire del testo l'acqua dovrebbe scindersi a quella frequenza (la prima) e creare una specie di strano vapore alla 2°


    x chi ha gia' tutto e' un esperimento da pochi minuti, quindi spero che qualcuno raccolga la palla.

  2. #2

    User Info Menu

    Predefinito

    Credo che,per la solita fortuna che abbiamo, occorrano trasduttori speciali. Per esempio,i tweeter piezoelettrici arrivano facilmente a riprodurre i 40, 50 Khz,il fatto è che se si immergono in acqua...forse si danneggiano in pochi secondi... :blink: Sono trasduttori studiati per avere una massa che spinge aria;l'acqua la vedono come un muro pesantissimo.

    Sul discorso del vapore è vero e lo confermo,mi suona strana invece la separazione atomica in idrogeno e ossigeno.....
    Il thread sarebbe da porre anche nella sezione relativa alle produzioni di idrogeno

  3. #3
    Ospite

    Predefinito

    Se si cerca su internet "apparecchi per aerosol" di tipo domestico e "fontane ad ultrasuoni" se ne trovano a bizzeffe, c'era persino un kit su Nuova Elettronica....

  4. #4

    User Info Menu

    Predefinito

    sto parlando di una altra cosa! mica degli umidificatori x le fontane cinesi! che diamine nn sai chi e' John Keely????? O__o


    di idrolisi sonora, o come la chiamate, scissione dell'acqua in idrogeno e ossigeno con il suono.


    qualcuno con i trasduttori? anche x provare anche solo appoggiati al contenitore..

  5. #5
    Ospite

    Predefinito

    Cos' avrebbero di diverso i trasduttori di cui hai bisogno, rispetto a quelli delle fontane ? Non scaldarti, era solo un consiglio su dove trovarli.

  6. #6

    User Info Menu

    Predefinito

    nn saprei, basta che arrivano a quelle frequenze li!

    PS non mi sono scaldato! sono proprio cosi'!


    cmq se qualcuno li ha prima o poi lo leggera' q.to 3d


  7. #7
    Ospite

    Predefinito

    solitamente si utilizzano più piezo incollati esternamente alla cavità risonante, ma per un'applicazione simile io all'epoca avevo preso un paio di trasduttori ultrasonici per sonar. su ebay usa si trovano quelli dismessi dalla marina ad un prezzo irrisorio e potenze fino a 100w (hanno il vantaggio di essere filettabili direttamente). Tieni presente che devi collegare un'induttanza insieme al piezo affinchè il finale veda un carico corretto, e che serve un finale di una certa qualità e surdimensionato per lavorare a quelle frequenze. quelli normali dicono addio alla loro linearità un'ottava sotto (i classici 22kHz).

  8. #8
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti :)
    CITAZIONE (zintolo @ 27/2/2007, 11:01)
    ...devi collegare un'induttanza insieme al piezo affinchè il finale veda un carico corretto

    Ciao Zintolo!
    No! l'induttanza deve risuonare con la capacità del trasduttore alla frequenza di lavoro dello stesso!

    CITAZIONE
    ...serve un finale di una certa qualità e surdimensionato per lavorare a quelle frequenze. quelli normali dicono addio alla loro linearità un'ottava sotto (i classici 22kHz).

    Boh! :blink:

    Salutoni
    Furio57 :D

  9. #9
    Ospite

    Predefinito

    ciao furio!
    credo che per l'induttanza la verità stia nel mezzo. o che comunque pilotassimo i piezo in modo diverso.
    un finale progettato per lavorare con un carico resistivo-induttivo non farebbe altrettanto bene il suo dovere con un carico ad impedenza elevata e comportamento capacitivo. riguardo l'estensione di banda, intendevo dire che se si vuole utilizzare un comune finale per PA, deve essere lineare fino a 50kHz o molto potente, dato che molti sono tagliati poco oltre i 20kHz. se invece li piloti con un sistema simile al meyer, ma applicando il segnale ai piezo invece che alle piastre, indubbiamente il finale PA non ti serve.

  10. #10
    Ospite

    Predefinito

    Ma il tutto, non deve essere accordato anche con l'acqua presente? Occhio al Q del circuito accordato!

  11. #11
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (zintolo @ 28/3/2007, 01:53)
    ciao furio!
    credo che per l'induttanza la verità stia nel mezzo. o che comunque pilotassimo i piezo in modo diverso.
    un finale progettato per lavorare con un carico resistivo-induttivo non farebbe altrettanto bene il suo dovere con un carico ad impedenza elevata e comportamento capacitivo. riguardo l'estensione di banda, intendevo dire che se si vuole utilizzare un comune finale per PA, deve essere lineare fino a 50kHz o molto potente, dato che molti sono tagliati poco oltre i 20kHz. se invece li piloti con un sistema simile al meyer, ma applicando il segnale ai piezo invece che alle piastre, indubbiamente il finale PA non ti serve.

    Ciao Zintolo sono daccordo al 100%, ma allora perchè usare un amplificatore audio? Oltretutto il rendimento di tutto l'accrocchio sarebbe bassissimo. Meglio usare un finale con il circuito LC composto come già scritto, da una induttanza e la capacità del trasduttore. In un circuito del genere alla frequenza di risonanza il rendimento è elevatissimo. Per ottenere la migliore frequenza del circuito più vicina a quella di risonanza dell'acqua, bisognerebbe possedere la curva di risposta del trasduttore quanto più piatta possibile e per un calcolo preciso anche la curva di variazione della capacità del trasduttore (trovabile anche sperimentalmente)in funzione della frequenza di eccitazione.

    Salutoni
    Furio57 :D

  12. #12
    Ospite

    Predefinito

    Come al solito non ricevo la notifica di ulteriori messaggi, e scopro solo ora le risposte. Piezo molto lineari sono spesso meno efficienti e soprattutto carissimi (specie se vogliamo raggiungere frequenze prossime ai 100kHz), mentre si potrebbe provare con più piezo in base alle frequenze. Io avevo utilizzato un finale audio switching (tda1400 della tripath) che avevo sotto mano. piccolo, potentissimo ed efficientissimo (si parla del 90%, in quanto modula la tensione di alimentazione direttamente sul carico con una portante di 1,5MHz facendo lavorare i mosfet in ON-OFF, dove hanno maggiore efficienza). Non avevo utilizzato LC perchè volevo fare uno scanning di frequenze, e non focalizzarmi su una precisa. Avevo anche letto, sempre a riguardo, che si stavano svolgendo studi riguardo la sollecitazione su più frequenze (non una sola in risonanza, ma tipo un sinth), credo per sollecitare i legami idrogeno sotto ogni loro modo di vibrare, ed il tutto immerso in campi elettromagnetici, ottenendo ottimi risultati. Per questo avevo optato per un finale audio. Indubbiamente una volta inquadrate le varie frequenze di maggiore interesse si può optare per accordare ognuna con un sistema LC a Q elevato (tenendo conto delle frequenze prodotte dai battimenti), magari autocontrollato via PIC.

  13. #13
    redeblak
    Ospite

    Predefinito

    Mi stò interessando agli ultrasuoni.
    Ma per gli effetti che hanno sulla polvere pirica o polvere da sparo.
    E penso che gli ultrasuoni siano efficaci.
    Cosa nè pensi???????

  14. #14

    User Info Menu

    Predefinito

    prima di smontare una macchina bisogna capire come è stata montata, come si cerca di fare nel doc. allegato

    Download attachment
    La_natura_intima_dell__universo.doc ( Number of downloads: 47 )


  15. #15

    User Info Menu

    Predefinito

    tutto il creato è vibrazione

    Download attachment
    Tutto_il_creato___vibrazione.doc ( Number of downloads: 30 )


  16. #16
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    molto interessanti gli allegati..

    http://www.fattisentire.net/modules.php?na...rticle&sid=2731

    ennesima conferma della potenzialita..."sonore"...


    un saluto gnorri!!

  17. #17
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (IGNORANTE...MA COSCENTE @ 3/11/2007, 14:27)
    molto interessanti gli allegati..

    http://www.fattisentire.net/modules.php?na...rticle&sid=2731

    ennesima conferma della potenzialita..."sonore"...


    un saluto gnorri!!

    Il libro (in inglese) è disponibile da Amazon

    http://www.amazon.ca/gp/product/1402062826...2739595-3558721

    e si può leggere (se si ha pazienza) on line !

    Tra l'altro gli autori sono stati citati in giudizio per plagio

    http://www.scientificethics.org/Mignani-Cardone-ir00001.htm

    dal prof Santilli che rivendica solo l'originalità delle scoperte

    Ma 'sto Santilli ad Harvard lo conoscono ?

  18. RAD

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •