SmartPartner
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 4 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 80 su 85

Discussione: Normative regionali, provinciali e comunali (obbligatorio titolo ai messaggi con Regione, Provincia o Comune!)

  1. #61
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito Regione PUGLIA - Dia



    Quote Originariamente inviata da lalternativa Visualizza il messaggio
    ............ abbiamo appena presentato un progetto per un impianto appena sotto 1mw (permesso di costruire equiparabile a DIA a tutti gli effetti............

    Buongiorno Lalternativa,
    nn entro nel merito della costituzionalita' o meno della legge regionale ma solo far notare che nn si puo' "equiparare" il PdiC con la DIA.
    Entrambe portano al medesimo risultato (costruzione di un'opera) ma sono due strade diverse e con responsabilita' molto diverse :
    - PdC : il tecnico presenta istanza all'UT comunale producendo una serie di documenti. La pratica passa all'esame della Commissione Edilizia (integrata o meno a seconda del Comune) e sotto la loro responsabilita' viene rilesciato il PdC.
    - DIA : e' un'autocertificazione del Tecnico (meglio dire in solido con il Committente) che la presenta. Il Comune la riceve e fatto salvo errori grossolani, nn avendo obblighi e responsabilita', lascia eseguire le opere.

    Devo solo far osservare che lo strumento della DIA ha perso, dalla sua istituzione, gli originali scopi ed ha visto allargare la sua sfera di utilizzo ad altre attivita' che necessitano, vista la complessita' dell'opera un impegno ed uno studio maggiore per essere realizzate.
    Nessuna polemica ma solo la constatazione di un dato di fatto che e' sotto gli occhi di tutti.
    ciao car.boni
    Ultima modifica di gattmes; 16-04-2010 a 15:22 Motivo: aggiunto titolo
    Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

  2. #62
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Regione PUGLIA - Dia

    Grazie Car.boni,

    sì, dal punto di vista giuridico effettivamente sono due cose diverse PdC e DIA ma avevo letto degli articoli su internet ( di uno studio di avvocati di roma se non sbaglio) in cui si affermava che il PdC sarebbe stato considerato comunque inadeguato come la DIA qualora venisse definita incostituzionale la legge regionale pugliese il prossimo 26 Gen 10.

    In realtà il PdC è già un passo più avanti della DIA. Per esempio nel nostro caso abbiamo già dovuto pagare 1 geometra, due ingegneri un geologo e un agronomo per avere da loro delle perizie valite da allegare al permesso di costruire... eppure ciò pare che non ci proteggerà.

    Incrociamo le dita


    lalternativa
    Ultima modifica di gattmes; 16-04-2010 a 15:23 Motivo: aggiunto titolo

  3. #63
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Regione PUGLIA - Dia

    leggendo il post ho avuto terrore nel cercare le notizie su internet ... In effetti sembra che vogliono convertire le DIA in RU ,e tutto cio' andrebbe a creare non solo confusione, ritardi e disguidi .. ma sopratutto pessimismo nei propri progetti .
    Ultima modifica di gattmes; 16-04-2010 a 15:23 Motivo: aggiunto titolo

  4. #64
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Regione PUGLIA - Dia

    Sentendo ora alcuni concessionari, questi sembrano ottimisti (ovviamente !!!) spiegando che la legge sara' applicata al fotovoltaico e cmq non agli impianti sotto i 60 Kw. Per il resto dovrebbero andare in Autorizzazione Unica.
    Io rimango cmq perplesso...
    Invece di andare avanti , vorrebbero tornare indietro....
    Ultima modifica di gattmes; 16-04-2010 a 15:23 Motivo: aggiunto titolo

  5. #65
    Novizio/a

    User Info Menu

    Question Eolico in Basilicata (Nuovo Piano energetico Basilicata)

    Ciao a tutti,
    queste sono le ultime novità sulla Basilicata.
    Qualcuno sa se esiste il file definitivo?
    perchè io ho trovato solo il pdf con la proposta fatta ad Aprile 2009.
    Vi allego sotto le novità...
    Ciao A tutti!!!!!!

    Piano di Indirizzo Energetico Ambientale Regionale (PIEAR) della Basilicata, presentato ad aprile 2009, è stato approvato dal Consiglio regionale lo scorso 13 gennaio 2010. In attesa dell’emanazione delle linee guida applicative del DLgs 387/2003 ("Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili nel mercato interno dell’elettricità"), la Regione Basilicata si avvarrà di questo strumento per favorire lo sviluppo e la crescita del territorio lucano nel rispetto dell’ambiente.
    Con il PIEAR la Regione Basilicata intende coprire il disavanzo energetico regionale, pari a circa 1.500 GWh/anno, raddoppiando l’attuale produzione di energia elettrica attraverso il ricorso a fonti rinnovabili.
    Risparmio energetico e incremento della produzione di energie rinnovabili, sono gli obiettivi del PIEAR che, infatti, prevede l’installazione di una potenza complessiva di impianti pari a circa 1.500 MW entro il 2020, così ripartita: 60% eolico, 20% solare termodinamico e fotovoltaico, 15% biomasse e 5% idroelettrico, per una produzione di elettricità di oltre 2.000 GWh(cioè 2 milioni di kWh).
    Il piano, inoltre, mira alla creazione di un mercato di nuove tecnologie energetiche che, come ha spiegato il Presidente della Regione Basilicata, Vito Filippo, consentirà una pianificazione dello sviluppo energetico territoriale e favorirà la realizzazione di un distretto dell’energia, che rappresenterà un’importante occasione di sviluppo e occupazione.
    Infine, nel PIEAR è stata inserita una norma che preclude la possibilità di installare centrali e depositi nucleari in Basilicata.
    Ultima modifica di gattmes; 13-04-2010 a 12:36 Motivo: modificatto titolo

  6. #66
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Eolico in Basilicata

    mi sembra tutto molto interessante.
    Va sottolineato pero che la regione in quanto soggetto pubblico, sottostante allo stato non puo legiferare in materia di nucleare o sue limitazioni, in quanto materia di competenza esclusiva dello Stato.
    Vedasi titolo V della Costituzione riformato nel 2001.
    Lo stato insomma puo decidere di installare una centrale nucleare anche senza il benestare della Regione, in quanto ha competenza esclusiva in materia.
    Ultima modifica di gattmes; 13-04-2010 a 12:36 Motivo: aggiunto titolo

  7. #67
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Eolico in Basilicata

    Certamente si, lo Stato ha l'ultima parola su tutto...

    stando agli obiettivi del PIEAR, la Basilicata intende veramente investire nelle rinnovabili... stiamo a vedere se realmente sarà così...!!

    Cmq nessuno mi aggiorna sull'esistenza di copia digitale del definitivo PIEAR Basilicata???
    Ultima modifica di gattmes; 13-04-2010 a 12:37 Motivo: aggiunto titolo

  8. #68
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito [normative] Eolico Sardegna

    Buongiorno a tutti.
    Qualcuno mi sa dire dove posso recuperare il PIEAR della Regione Sardegna?

    Relativamente al mini eolico (potenza <= 60 kw) mi sapete dire se il generatore deve avere delle caratteristiche particolari, come altezza max torre o ampiezza max rotore ... per rimanere in dia? Oppure basta semplicemente che la potenza complessiva installata non sia superiore a 60 kw?

    Grazie.

  9. #69
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito Eolico in Sardegna

    leggo ora questo post se può interessare fino a 60kwp si può con semplice dia e senza valutazione impatto ambientale....
    Ultima modifica di gattmes; 13-04-2010 a 12:33 Motivo: aggiunto titolo

  10. #70
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Eolico in Sardegna

    non proprio, la delibera 3/17 DEL 16.1.2009, consente l'istallazione di uno o due aerogeneratori (a seconda che l'estensione dell'area PIP sia o meno maggiore di 20ettari), a patto che le dimensioni della torre non superino gli 80m e quelle del rotore 90mdi diametro.
    Poi in area agricola possono essere previsti parchi eolici con più di due sole macchine, ma solo entro un buffer di 4 km dalle grandi aree industriali e logicamente fatti salvi altri vincoli ambientali e/o territoriali.
    Ultima modifica di gattmes; 13-04-2010 a 12:34 Motivo: aggiunto titolo

  11. #71
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Eolico in Sardegna

    [moderazione i messaggi sono risposte di stefz.
    Per problemi tecnici risultano attribuiti ad altro utente
    ]

    ciao fabrizio!

    in sardegna puoi stare entro i 60 kw senza limiti particolari.

    ho trovato la normativa.

    te la ho gia mandata via mail..

    saluti

    stefano

    Quote Originariamente inviata da FVOr 05-03-2010 12:51
    ciao, potreste mettere un riferimento che per noi?
    grazie!
    (RE 05-03-2010 12:56) certamente eccoti qua:

    La Regione Sardegna con Legge Regionale n° 3 del 7 agosto 2009 ha stabilito all’art. 5 comma 23 che gli impianti eolici con potenza complessiva inferiore o uguale a 60 kW non sono assoggettati alle procedure di valutazione di impatto ambientale, ai sensi della Legge 244/2007 art. 2 comma 158 lettera g), che infatti prevede per tali potenze d’impianto l’applicazione della disciplina di Denuncia Inizio Attività (D.I.A.).

    saluti

    legge regionale numero 3 del 7 agosto 2009

    dare un occhiata per vedere un po la materia eolico.

    Saluti
    Ultima modifica di gattmes; 13-04-2010 a 12:28 Motivo: aggiunto titolo

  12. #72
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Eolico in Sardegna

    Quote Originariamente inviata da stefz Visualizza il messaggio
    ciao fabrizio!

    in sardegna puoi stare entro i 60 kw senza limiti particolari.
    ...
    Ciao Stefz
    ti volevo chiedere se mi puoi indicare dove trovare la normativa per il mini eolico in Sardegna, in particolare riccordo che nel centro abitato esistevano dei limiti nalla dimensione e nella distanze dal vicino di casa.

    Saluti

    Quote Originariamente inviata da stefz Visualizza il messaggio
    legge regionale numero 3 del 7 agosto 2009

    dare un occhiata...
    Grazie della risposta stefz, ero già a conoscenza di quella legge ma riccordo che esisteva un doc. della regione che si riferiva alla distanza e alle dimensioni in termini di ingombro nel centro abitato,
    tu sai niente a riguardo?

    Saluti Grazie
    Ultima modifica di gattmes; 13-04-2010 a 12:28 Motivo: aggiunto titolo

  13. #73
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito Eolico in Sardegna

    Quote Originariamente inviata da maurizio Visualizza il messaggio
    Grazie della risposta stefz, ero già a conoscenza di quella legge ma riccordo che esisteva un doc. della regione che si riferiva alla distanza e alle dimensioni in termini di ingombro nel centro abitato,
    ...................
    credo ti riferisca a questo...
    File Allegati File Allegati
    Ultima modifica di gattmes; 13-04-2010 a 12:29 Motivo: aggiunto titolo

  14. #74
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da car.boni Visualizza il messaggio
    Nel caso specifico il 2009 ha portato ad avere ca 1200 ore equivalenti e tengo a precisare che il risultato e' stao ottenuto utilizzando la miglior macchina oggi esistente (E82), immagina le altre cosa facevano..........
    ciao car.boni
    Piccolo off topic: come giungi alla conclusione che la E82 sia la miglior macchina oggi esistente?
    Ultima modifica di gauge; 24-03-2010 a 10:08

  15. #75
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Nuove linee guida

    Mi chiedevo se qualcuno ha commenti sull'impatto delle nuove linee guida nazionali, pubblicate in GU a settembre, sull'autorizzazione degli impianti minieolici, oppure qualche lettura da consigliare.
    Grazie a tutti.

  16. #76
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    salve a tutti..volevo sapere se qualcuno può darmi il link della finanziaria 2010...nn riesco a trovarla....o cmq leggi riguardo il mini-eolico da 50-60 kw recenti per la puglia... grazie

  17. #77
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Interpretazione D.MiSE 10 Settembre 2010

    Sono interessato ad approfondire il tema del microeolico.
    Domanda banale: il Decreto MiSE del 10 Sett. 2010 colloca in edilizia libera "singoli generatori eolici installati sui tetti degli edifici esistenti con altezza complessiva non superiore a 1,5 metri e diametro non superiore a 1 metro".
    Nel caso di un generatore ad asse verticale l'interpretazione della norma mi sembrerebbe logica, ma posso presumere che il vincolo sull'altezza non includa il palo di supporto? L'altezza del palo è libera?
    Nel caso di un generatore ad asse orizzontale, a cosa corrisponde il vincolo sull'altezza?

    L'eventuale collocazione di un microgeneratore (al più pochi kW) non su tetto ma al suolo in zona agricola priva di vincoli (Regione Emilia-Romagna), a qualche decina di metri da un edificio, a quali vincoli dimensionali e/o di potenza deve sottostare? Dalla normativa regionale del 2011 mi pare di leggere che il limite sia la potenza nominale complessiva non superiore a 20 kW (senz'altro superiore ai miei obiettivi), ma mi confonde il fatto che si parli di "unico impianto" e di "potenza complessiva".
    Per pochi kW a terra ci sono vincoli sull'altezza massima del palo?

    Infine, ringrazio chi vorrà eventualmente riassumere i passi autorizzativi da percorrere per micro-impianti come quelli ipotizzati in precedenza.

  18. #78
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da vivasamp Visualizza il messaggio
    ma posso presumere che il vincolo sull'altezza non includa il palo di supporto? L'altezza del palo è libera?
    Nel caso di un generatore ad asse orizzontale, a cosa corrisponde il vincolo sull'altezza?
    Non conosco la regolamentazione della tua Regione ma se riferita alle linee guida mi pare chiaro che "l'altezza complessiva", incluso quindi il palo o la torre + sbraccio massimo (esempio palo da 1 m con turbina diametro 1 m/raggio 0,5 m), debba essere non superiore al limite di 1,5 m. In caso contrario non puoi andare in Comunicazione ma si applica la PAS. Stesso discorso per l'aerogeneratore ad asse verticale, credo vada considerata l'altezza max di 1,5 m. Se sono più generatori vai in PAS. Non si ravvisa limite teorico di potenza ma con quelle dimensioni credo si parli di qualche centinaio di watt.
    Se non sei su edificio vai in PAS, senza limite di altezza e con max 60 kW.
    Il tutto se stiamo al DM 10/9/10, salvo normativa locale/regionale, vincoli etc.
    Spero di non sbagliarmi, altre opinioni???
    saluti
    micma80

    Salve, chiedo lumi a chi può dare un contributo ...
    sul territorio della Regione siciliana vige il D.P.R.S. 48/12 (recepimento delle Linee guida - DM 10/9/10); all'art. 7 viene detto che quanto riportato agli artt. 4,5,6 dello stesso decreto si applica alla PAS.
    Gli artt. 4,5,6 riportano quanto necessario per la procedura di Autorizzazione Unica art. 12 DLgs 387/03 (oltre la documentazione di cui al punto 13.1 delle Linee guida - DM 10/9/10 - è necessario presentare altra documentazione ...).
    Ora mi chiedo ... non vi sembra eccessivo che la documentazione per una PAS in Sicilia sia nella pratica quella richiesta per una A.U. ? In particolare per quale necessità dovrei presentare tutta la documentazione prevista al punto 13.1 delle Linee guida - DM 10/9/10 (... tra cui, per l'eolico, relazione con descrizione delle modalità di rilievo anemometrico, che non può essere inferiore ad un anno ...)
    mi sfugge qualcosa???
    tutti gli impianti eolici che non vanno in Comunicazione necessitano della campagna anemometrica di almeno un anno???
    (ho scritto il quesito in altri posts per ampliare la discussione, spero di non avere violato le regole)
    saluti
    micma80
    Ultima modifica di nll; 17-11-2014 a 23:28 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  19. #79
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Eolico Regione SIcilia -PAS per Minieolico da 55 kw

    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

    Oggi un tecnico comunale mi ha posto lo stesso problema, cioè la presentazione dei documenti di cui al punto 13.1 del DM 10/9/10. Tra tutti i punti quello che mi preoccupa di più è il punto H: ove prescritta, documentazione prevista dal Dlgs 4/2008 per la verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale ovvero per la valutazione di impatto ambientale e la valutazione di incidenza, relativa al progetto di cui alla lettera a). In altri due comuni mi hanno rilasciato due autorizzazioni senza troppi problemi, ora lui mi chiede se esiste una norma che indichi se questi impianti vanno in "VIA" o no.
    Ultima modifica di nll; 17-11-2014 a 23:27

  20. #80
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Un impianto di quelle di dimensioni non va a VIA.

  21. RAD
Pagina 4 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Distanza da strade comunali/provinciali/statali
    Da dalmat nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 11-03-2010, 13:19
  2. Il comune vieta la realizzazione di impianti a terra nella provincia di Firenze
    Da zanierato nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 06-03-2010, 15:27
  3. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 17-12-2009, 09:53
  4. Lista Incentivi Regionali/Provinciali/comunali per Fotovoltaico
    Da chiavenergia nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 27-09-2009, 15:28
  5. titolo di autoproduttore
    Da diego1971 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 06-02-2009, 12:35

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •