Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 24

Discussione: Mini eolico con DIA in Sicilia

  1. #1
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Mini eolico con DIA in Sicilia



    Mi sto interessando da poco al mini eolico, sto valutando di realizzare un impianto sotto i 60 kw.
    Ho letto che secondo i decreti attuativi del 2/01/2009 posso fare il tutto con una semplice DIA.
    La regione sicilia consente però la dia solo se la torre non supera i 15m.
    Chiedo a voi esperti se posso procedere secondo i decreti attuativi del 2/01/2009 o se devo anche rispettare il vincolo regionale dei 15 metri??

    Grazie per le risposte
    Paolo
    19.68 Kwp - 82X solarworld 240w poly, 2X inverter SMA SUNNY TRIPOWER 10000TL, inseguitore monoassiale 20° tilt, 0° sud, Marsala (TP). http://www.rendimento-solare.eu/it/marsala/20ktp/18190/17703.html &
    http://pvoutput.org/intraday.jsp?id=7703&sid=6198

  2. #2
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se la Regione Sicilia ha imposto quell'altro limite, direi che il tuo mini eolico debba rispettarli entrambi a meno che la Legge Regionale sia stata emanata prima rispetto al decreto attuativo che citi.

  3. #3
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Si tratta di vecchie norme superate dalle linee-guida. Ciò non toglie che i funziuonari dei comuni non le vogliano applicare.

  4. #4
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Più che la DIA dovresti utilizzare la PAS (procedura abilitativa semplificata) che altro non è che una DIA nella quale, però, tutti i pareri devono essere pre-acquisiti (vincolo idrogeologico, vincolo paesaggistico, genio civile e connessione con ENEL).

  5. #5
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non proprio corretto:
    l'unica differenza è che per la DIA devi attendere almeno 30 gg, mentre per la PAS puoi iniziare i lavori il giorno stesso rispetto a quando presenti l'istanza. Ovviamente per entrambi i casi devi aver pre-acquisito tutti i prescritti pareri prima di iniziare i lavori.

  6. #6
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    si, devo procedere con la PAS che praticamente ha sostituito la DIA per il minieolico sotto 60 kw con il D.Lgs. 28/2011
    Qui http://rinnova.gse.it/autorizzazioni/pages/default.aspx è spiegato bene
    19.68 Kwp - 82X solarworld 240w poly, 2X inverter SMA SUNNY TRIPOWER 10000TL, inseguitore monoassiale 20° tilt, 0° sud, Marsala (TP). http://www.rendimento-solare.eu/it/marsala/20ktp/18190/17703.html &
    http://pvoutput.org/intraday.jsp?id=7703&sid=6198

  7. #7
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sischo Visualizza il messaggio
    Non proprio corretto:
    l'unica differenza è che per la DIA devi attendere almeno 30 gg, mentre per la PAS puoi iniziare i lavori il giorno stesso rispetto a quando presenti l'istanza. Ovviamente per entrambi i casi devi aver pre-acquisito tutti i prescritti pareri prima di iniziare i lavori.
    no.... comma 2 art 6 dlgs 28 2011
    Il proprietario dell’immobile o chi abbia la disponibilità sugli immobili interessati dall’impianto e
    dalle opere connesse presenta al Comune, mediante mezzo cartaceo o in via telematica, almeno
    trenta giorni prima dell'effettivo inizio dei lavori, una dichiarazione accompagnata da una
    dettagliata relazione a firma di un progettista abilitato e dagli opportuni elaborati progettuali, che
    attesti la compatibilità del progetto con gli strumenti urbanistici approvati e i regolamenti edilizi
    vigenti e la non contrarietà agli strumenti urbanistici adottati, nonché il rispetto delle norme di
    sicurezza e di quelle igienico-sanitarie. Alla dichiarazione sono allegati gli elaborati tecnici per la
    connessione redatti dal gestore della rete. Nel caso in cui siano richiesti atti di assenso nelle materie
    di cui al comma 4 dell’articolo 20 della legge 7 agosto 1990, n. 241, e tali atti non siano allegati alla
    dichiarazione, devono essere allegati gli elaborati tecnici richiesti dalle norme di settore e si applica
    il comma 5.

  8. #8
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ops, forse ho confuso la PAS con la SCIA!!!
    Che confusione

  9. #9
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    beh in effetti hanno fatto un bel pò di confusione....

  10. #10
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Direi quindi che la mia affermazione di prima "mentre per la PAS puoi iniziare i lavori il giorno stesso rispetto a quando presenti l'istanza" sia errata.

  11. #11
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Gentili

    Anche io ho questo dubbio che mi attanaglia, ho un cliente che vuole installare in un ottimo sito di Messina un mini eolico, certo è che col PEARS sicilia dovrei frazionare la potenza e non poco, invece in questo modo legittimo potrei andare con una 50 kW...la cosa è importante...avete delle novità? Qualcuno si è interfacciato con gli organi competenti? Io ancora no ma lo farò a breve!

  12. #12
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    non sono pratico della regione sicilia... potresti dirmi a grandi linee cosa dice ?

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    e comunque i piani energetici danno delle indicazioni... quello che conta è la normativa nazionale / regionale / provinciale /comunale... io andrei all'edilizia / urbanistica del comune interessato. presentati con un modello di pas e chiedi se per loro va bene...

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    mi riferisco alla norma di altezza mozzo di max 15 m delle vecchia PEARS, questo dovrebbe essere bypassato dalle nuove linee guida. La regione sicilia ha varato una bozza di recepimento dgr 191 5/8/11 , ma non sò se si può ancora operare in tal senso e fregarmene dei 15 metri, per me progettista è fondamentale saperlo!

  15. #15
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    confrontati con l'ufficio di competenza del comune. tanto poi saranno loro a doverti esaminare la pratica.

  16. #16
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ti ripeto che il limite di 15 metri, essendo in una normativa pre-linee guida, è superato e quindi inapplicabile.

  17. #17
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie per le risposte, andrò al comune di Messina e vedrò di capire come la pensano (è assurdo lo so, ma qui funziona così) vedrò di portar acqua al mio mulino, ma colleghi ing. mi dicono che spesso la regione sicilia è prevalente in termini di legislazione a quella nazionale e questo sarebbe un caso...spero che non sia così, ma devo andarci, vi terrò aggiornati!!!

  18. #18
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da giaime.niccolai Visualizza il messaggio
    Più che la DIA dovresti utilizzare la PAS (procedura abilitativa semplificata) che altro non è che una DIA nella quale, però, tutti i pareri devono essere pre-acquisiti (vincolo idrogeologico, vincolo paesaggistico, genio civile e connessione con ENEL).
    Quindi se non ho capito male, devo avere:
    - parere genio civile;
    - parere soprintendenza ai beni culturali;
    - vincolo idrogeologico (DA CHI? forestale?);
    - connessione ENEL.

    Potete confermare? Il mio incubo è la soprintendenza, poichè sui crinali il piano paesaggistico riporta il divieto di impianti eolici, anche se minieolico, sempre eolico è e quindi si deve rispettare il parere della soprintendenza.

    Che mi dite?

  19. #19
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    NO. Leggiti almeno una voilta l'art 6 dlgs 28 2011 e/o le precedenti linee-guida. Si devono produrre gli atti di svincolo solo se ci sono i vincoli. Hai almeno chiesto il Certificato di destinazione Urbanistica della particella ? La Sovraintendenza non può riportare nessun divieto a priori. Se ha istituito un vincolo (ma ne sei certo ? ) può non dare l'atto di svincolo.
    La questione è complessa e credo che faresti bene a farti assistere da un professionista, perchè il forum non mi sembra un partener affidabile (ad iniziare da me).

  20. #20
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da enzoraspolli Visualizza il messaggio
    NO. Leggiti almeno una voilta l'art 6 dlgs 28 2011 e/o le precedenti linee-guida. Si devono produrre gli atti di svincolo solo se ci sono i vincoli. Hai almeno chiesto il Certificato di destinazione Urbanistica della particella ? La Sovraintendenza non può riportare nessun divieto a priori. Se ha istituito un vincolo (ma ne sei certo ? ) può non dare l'atto di svincolo.
    La questione è complessa e credo che faresti bene a farti assistere da un professionista, perchè il forum non mi sembra un partener affidabile (ad iniziare da me).
    Sono andato all'urbanistica e mi hanno detto che la particella (zona E) è nell'area di rispetto di un bosco (solo sulle loro carte) e che quindi ci sono dei vincoli di area che si può occupare con le costruzioni. Ma l'area che occuperà la turbina è talmente piccola che non ci dovrebbero essere problemi.
    Il problema sà qual'è ing. raspolli? è che il piano paesaggistico ambito 9 della provincia di Messina così recita in un articolo che tratta degli impianti tecnologici:

    “ (…) Nella localizzazione e progettazione dei suddetti impianti e nella localizzazione di antenne, ripetitori,
    impianti per sistemi di generazione elettrica, solare, eolica e simili, si dovrà valutare l'impatto sul paesaggio
    e sull'ambiente e si dovrà comunque tener conto delle strade e dei percorsi già esistenti, ad evitare taglio o
    danneggiamento della vegetazione esistente.
    E’ vietata l’installazione d’impianti di generazione eolica nelle aree soggette a vincolo paesaggistico ai sensi
    degli artt. 136, 142 e 143, comma 1, lett. i) del Decreto Legislativo n. 42/2004.
    Qualsivoglia proposta di realizzazione di impianti eolici in aree non sottoposte al vincolo di cui sopra, dovrà
    essere inviata alla Soprintendenza BB.CC.AA. per la verifica dell’eventuale applicazione dell’art. 152 del
    citato Decreto Legislativo.”

    So perfettamente che la procedura PAS derivante dal dlg 28/11 mi chiede solo l'atto di svincolo, se c'è il vincolo, ma come la metto con questi della soprintendenza?

    Il piano paesaggistico è del 2009, il dlg è del 2011, e dovrebbe essere prevalente, ma ricadiamo nella stessa manfrina dei 15m di palo del PEARS che non ci dovrebbero essere perchè superato, ma la regione è ostica...

    Purtroppo siamo in Sicilia...
    Ultima modifica di fcme; 27-07-2012 a 20:04

  21. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. SICILIA | Eolico
    Da Ivanx_the_terrible nel forum EOLICO
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 22-01-2011, 12:18
  2. mini mini eolico
    Da carminemat nel forum Asse VERTICALE - prototipi privati (Fai-Da-Te Mini-micro eolico)
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 22-11-2009, 12:12
  3. Incentivi europei PSR Sicilia Eolico
    Da Humanurine nel forum EOLICO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 16-10-2009, 21:05
  4. Mini-Eolico
    Da Paolone nel forum EOLICO
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 01-10-2008, 08:17
  5. certificati verdi + Eolico in Sicilia
    Da ecolife nel forum EOLICO
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 22-12-2006, 17:16

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •