Mi Piace! Mi Piace!:  16
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  3
Pagina 3 di 55 primaprima 12345678910111213141516172353 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 1085

Discussione: Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

  1. #41
    Ospite

    Predefinito



    Ultima domanda, dopo non rompo più. Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Come fanno gli aquiloni ad andare contro vento ? Non si allenteranno i fili, rendendoli ingovernabili ?

    Saluti
    Davide78

  2. #42
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE (davide78 @ 24/7/2005, 20:11)
    Ultima domanda, dopo non rompo più. Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Come fanno gli aquiloni ad andare contro vento ? Non si allenteranno i fili, rendendoli ingovernabili ?

    Saluti
    Davide78

    Per lo stesso principio per cui le barche a vela vanno di bolina e cioè contro vento... Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

  3. #43
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE (Armando de Para @ 23/7/2005, 01:58)

    Scusa ma l'espressione più felice è questa; Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Scusa Roy, OT questo messagio non l'ho scritto io....
    Strano molto strano....
    Armando

  4. #44
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE (Armando de Para @ 24/7/2005, 22:50)
    CITAZIONE (davide78 @ 24/7/2005, 20:11)
    Ultima domanda,  dopo non rompo più.   Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Come fanno gli aquiloni ad andare contro vento ? Non si allenteranno i fili, rendendoli ingovernabili ?

    Saluti
    Davide78

    Per lo stesso principio per cui le barche a vela vanno di bolina e cioè contro vento... Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Ok, però vorrei fare una osservazione,

    premetto che non ho capito bene con che meccanismo vengono manovrati (a parte il software )
    (il filmato magari non sarà deltutto realistico )
    Anche se riescono ad andare "di bolina" e non fermarsi,
    se la velocità non è la stessa, e cioè, se l'aquilone che va controvento. è più lento dell' aquilone che va a favore di vento, i cavi del primo non saranno più tesi. cosi come, penso, (é meglio che gli aquiloni siano più del tipo vele di windsurf, e non tipo paracadute, come mostrato nel progetto, perchè altrimenti si aflosciano, e l'effettto bolina non funziona. e dovrebbero fare una traiettoria lineare contro vento a 30° e mi sa difficile in questo caso.
    e se poi, se la tensione dei cavi é indispensabile per il controllo, came accade per gli aquiloni giocattolo,
    non saranno più manovrabili nella fase contro vento.

    Comunque, al di la di tutto, il fatto, che ci sia, se è vero che c'è, qualche società, disposta a cimentarsi in nuovi progetti per le rinnovabili, mi fa veramente piacere.
    Da ciò che ho pututo capire del progetto, ci sono parecchi perfezionamenti da fare, e alcuni problemi da risolvere.
    e se c'è gente competente, qualcosa si può ottenere, sulle dimensioni però andrei cauto.

    Saluti
    Davide78

    Edited by davide78 - 25/7/2005, 00:10

  5. #45
    Ospite

    Predefinito

    Ehila' ragazzi, a volte mi stupisco di trovare in questo forum una forma di scetticismo malcelato piuttosto insolita, se si considera invece l'entusiasmo che ho notato per applicazioni ben piu' discutibili ... mah.

    Siamo su un sito dove vengono ricercati attuvamente fenomeni di estrazione di energia dal vuoto, che diamine!

    Dove la trasmutazione a bassa energia dei materiali non viene nemmeno messa in dubbio, dove si parla di tante cose marginalmente interessanti come l'olio di colza come una fatto miracoloso per la soluzione del problema del caro-carburanti...

    Ri-Mah Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Se il problema tecnico sembra difficile, non vuol dire che non si a solubile. Ma avete idea della complessita' di funzionamento di una centrale nucleare? O perfino di un banco di costruzione automatizzata industriale? Suvvia...
    Qua si tratta di una tensostruttura struttura poderosa (per le alte produzioni) con bracci lunghi un centinaio di metri (chi ha detto un kilomentro?) per il caso piu' grande. Un impianto tipo pesa 2000 tonnellate, non credo che volera' via! E poi non stiamo parlando di paracadute, ma di profili alari, quelli che traineranno la giostra saranno degli alianti rigidi in serie.

    Sinceramente... non mi spiego perche' dire che questi alianti non possano essere fatti volare per tirare la giostra in cerchio. Suppongo che questi tecnici ci abbiano fatto un po' di studi sopra per vedere se era fattibile, non pensate? O forse crediamo di saprela cosi' lunga da valutare il progetto a priori?

    E poi, qui si tratta ancora di testare, fare un progetto pilota. Magari non funziona, ma se funziona?

    L'unico cruccio, se dovesse davvero funzionare, e' che rischia di avvallare ancora una volta la visione centralizzata della produzione energetica. Ma ritengo che su questo potrei giungere a patti Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Saluti

  6. #46
    Ospite

    Predefinito

    Ciao Phitio,
    sono perfettamente daccordo con te. Come già ho scritto il progetto è molto interessante.
    In effetti l''aquilone" di cui si parla è un kite e per manovralo bastano pochi minuti di pratica. Provare per credere.
    I cavi di quello da me provato sono solo due e le traiettorie sono abbastanza intuitive. La coppia motrice ovviamente ha un verso (quello di rotazione) e tutti i kites sono guidati per concorrervi, non credo vi sono problemi di 'afflosciamento'.
    La velocità (non quella periferca) della giostra è bassa qualche rpm, è previsto un treno di moltiplica nella torre centrale prima dei generatori.
    Non ho dubbi sul progetto se dò per scontato che le analisi energetiche sono corrette. Come saprai il mio dubbio è sulla produttività del sistema, anche se obbiettivamente non conosco quello delle attuali centrali termoelettriche o peggio quelle nucleari.
    Inoltre non mi convince la sensoristica di base che è prevista sulle manovre, secondo me non è sufficiente; vedrei necessaria l'aggiunta di strain-gauges sui bracci sistemati in tratti strutturalmente volutamente cedevoli. Ma anche questo è tecnicamente fattibile.
    Come te parteggio per la costruzione di un prototipo e per il suo primo debug.
    Il progetto ha, non detto, un'altro potenziale vantaggio: può essere celato alla vista se realizzato a filo terreno. A meno che i verdi non contestino lo sbancamento di piccoli rilievi o altopiani. Sempre meglio di una turbo-gas, comunque.
    Saluti,
    Hike Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

  7. #47
    Ospite

    Predefinito

    Ciao Hike, in effetti questo progetto sembra molto promettente. A volte mi chiedo se le perplessita' suscitate dal meccanismo nascano dal suo aspetto inusitato (e questo, a mio parere, e' un pregio piuttosto che un difetto) o piuttosto perche' e' fin troppo "banale" .

    Oggi una lampadina ci sembra banale, eppure non lo era in principio, e se ci pensate bene non e' un oggetto banale nemmeno adesso. Scommetto che il 90 % delle persone non ha idea di tutti i processi inclusi in un meccanismo semplice come quello di una lampadina ad incandescenza.

    Stessa cosa per il kite, comparata a questo ristretto ambito di appassionati: non si ha una idea precisa di tutti i funzionamenti, si guarda l'oggetto e si pensa: "Nnaahh! Ma non puo' funzionare questo aggeggio!"
    Troppo strano per essere vero ed efficiente, non sembra? Era stata anche la mia impressione. Non capivo come diavolo potesse addirittura girare.

    Forse il problema sta' nel fatto che non e' ne' "fascinoso", perche' non e' basato su principi scientifici di frontiera, ne' "usuale" come lo si aspetterebbe quale risultato di applicazioni di fisica "classica": assomiglia piuttosto ad una strampalata invenzione di Archimede Pitagorico, o a un disegno di Verne.

    Eppure promette di cavare fuori anche un GWp, se dimensionato correttamente. E' questo suo essere ne' carne ne' pesce nell immaginario altrui il suo handicap! Per me e' semplicemente il parto miracoloso di una ibridazione scientifica, una specie nuova.

    Staremo a vedere =)

    Edited by Phitio - 26/7/2005, 12:31

  8. #48
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE (Phitio @ 25/7/2005, 17:30)
    Ehila' ragazzi, a volte mi stupisco di trovare in questo forum una forma di scetticismo malcelato piuttosto insolita, se si considera invece l'entusiasmo che ho notato per applicazioni ben piu' discutibili ... mah.

    Siamo su un sito dove vengono ricercati attuvamente fenomeni di estrazione di energia dal vuoto, che diamine!

    Dove la trasmutazione a bassa energia dei materiali non viene nemmeno messa in dubbio, dove si parla di tante cose marginalmente interessanti come l'olio di colza come una fatto miracoloso per la soluzione del problema del caro-carburanti...

    Ri-Mah Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Se il problema tecnico sembra difficile, non vuol dire che non si a solubile. Ma avete idea della complessita' di funzionamento di una centrale nucleare? O perfino di un banco di costruzione automatizzata industriale? Suvvia...
    Qua si tratta di una tensostruttura struttura poderosa  (per le alte produzioni) con bracci lunghi un centinaio di metri (chi ha detto un kilomentro?) per il caso piu' grande. Un impianto tipo pesa 2000 tonnellate, non credo che volera' via! E poi non stiamo parlando di paracadute, ma di profili  alari, quelli che traineranno la giostra saranno degli alianti rigidi in serie.

    Sinceramente... non mi spiego perche' dire che questi alianti non possano essere fatti volare per tirare la giostra in cerchio. Suppongo che questi tecnici ci abbiano fatto un po' di studi sopra per vedere se era fattibile, non pensate? O forse crediamo di saprela cosi' lunga da valutare il progetto a priori?

    E poi, qui si tratta ancora di testare, fare un progetto pilota. Magari non funziona, ma se funziona?

    L'unico cruccio, se dovesse davvero funzionare, e' che rischia di avvallare ancora una volta la visione centralizzata della produzione energetica. Ma ritengo che su questo potrei giungere a patti Kite Wind / KiWiGen (generatore eolico alimentato dal movimento di aquiloni): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Saluti

    Non credo di aver nascosto i miei dubbi,
    se è poi c'è gente malfidata che non mi crede quando dico che oggi come oggi molti problemi e non solo in campo eolico, possono essere risolti.... pazienza!!

    e poi non ho mai detto che sono meglio le centrali nucleari, fosse per quello, mi sta bene pure un Kite Wind Generator da 4 km

    da quello che sta scritto sul pdf si legge:

    un diametro di:
    100m equivale ad un generatore da 0.5MW
    200m equivale ad un generatore da 5MW
    300m equivale ad un generatore da 18MW
    1000m equivale ad un generatore da 500MW
    La dimensione massima raggiungibile da un Kite Wind
    Generator è oggetto di studio di questo progetto, ma da
    delle prime stime sembra possibile superare i 5000MW
    senza incorrere in gravi problemi di resistenza strutturale
    e con un diametro complessivo di poco superiore ai
    2000 metri.

    ed io ho chiarito che secondo me è meglo andarci cauti, ossia un centinaio di metri, inquanto non è una struttura fissa.

    Ho parlato di paracadute perché CREDO che questo benetto kite é simile a quelle vele utilizzate sul kiteSurf (da cui il nome) che sono come i paracadute (parapendio).
    È vero non ho mai avuto modo di manovrarli, ma ho avuto modo di notare diverse volte che finche vento investe la superficie interna della vela tutto bene, ma quando il vento investe la superficie esterna, ossia quella convessa, con le corde "posizionate" contro vento", come mostrato nel filmato, si afflosciava sia il paracadute che le corde --
    e Credo che sia normale, se poi riescono con delle particolari manovre a risolvere questo
    problema Ben venga.
    tu dici che non si tratta di paracadute - ti dirò, sia dall'immagine che dal filmato a me sembrano paracadute -- poi complicano le cose chiamandoli aquiloni.
    e abbiamo fatto la frittata !!! ( ... può darsi che siano delle strutture rigide... ma
    da quel che so io, e lo fanno capire pure loro, da aquilone ad aliante, ce ne passa )

    dal PDF:
    Questi aquiloni, che
    hanno una superficie di
    decine di metri quadrati,
    sono manovrabili da
    terra con una coppia di
    funi, che consente di
    controllarne la direzione
    di volo e l'assetto
    rispetto al vento.

    e poi sempre dal PDF
    Il Prototipo è quindi rivolto a verificare il lavoro fatto in
    ambiente di emulazione e con le numerose variabili in
    gioco, al fine di governare il volo di un aquilone come se
    fosse un aliante senza pilota.
    >>> L'aquilone non ha, al contrario dell'aliante, strutture
    rigide orientabili: <<< gli unici comandi disponibili sono quelli
    di Destra/Sinistra trasmissibili attraverso la variazione di
    tensione dei due cavi di guida.

    ( e quì se permettete mi è venuto il dubbio legittimo dei cavi, che contro vento si allentano e rendono ingovernabile il "come si chiama lui" )

    Mi potresti dire, cortesemente, dove hai letto dei profili alari, di alianti rigidi in serie,
    può darsi che mi sia sfuggito, non sto scherzando.

    e anche se poi, utilizzano profili alari ultra resistenti o altri meccanismi CHI DICE NIENTE.

    non capisco per quale motivo, se uno ha dei dubbi e chiede spiegazioni, come io credo di aver fatto deve passare per colui che va contro l'invenzione, contro la ricerca, contro le rinnovabili, e via dicendo.

    Scetticismo malcelato ? ma dove ? ma stiamo scherzando ?

    per quanto riguarda le applicazioni ben piu' discutibili, caro Phlito, come tu hai scritto - "Siamo su un sito dove vengono ricercati attivamente fenomeni di estrazione di energia dal vuoto" - se ogni tanto, scappa qualche stronzata di invenzione, come è successo a me, scusa tanto, ma non credo di averci messo tutto quell'entusiasmo che tu dici, credevo di aver risolto in qualche modo i problemi di resistenza passiva, e Furio giustamente, mi ha fatto notare dei limiti che trascuravo, ( sbagliando si impara )
    se però ci mettiamo a fare paragoni stupidi tra le varie invenzioni, finisce che raschiamo il fondo.

    Saluti
    Davide78

    Edited by davide78 - 6/8/2005, 16:33

  9. #49
    Ospite

    Predefinito

    Ullalla' calma!
    Quello che mi infastidiva era piu' che altro ALCUNE osservazioni gettale li', tipo "non puo' funzionare" . I dubbi e le osservazioni invece sono sempre le benvenute ;-)

    Ho evitato intenzionalmente riferimenti personali, perche' non era le persone che intendevo riprendere, ma l'attitudine. Che diamine, anche a me piace e piacerebbe poter estrarre energia dal vuoto, se possibile, ma anche metodi piu' o meno tradizionali non mi turbano ;-)

    In effetti, mi son dato da fare in giro per divulgare le ultime novita' sulla fusione fredda, e mi ero anche impegnato in un progetto di traduzione (poi apparentemente finito in congelatore) degli scritti di Santilli sulla meccanica adronica. Sto seguendo con attenzione e curiosita' le utlime notizie sul MEG, senza contare la cella elettrolitica al plasma delle meraviglie smile.gif

    Mi interessano le tecnologie energetiche di produzione e di risparmio, senza farmi troppi problemi di ortodossia teorica, ma rigorosamente testati scientificamente smile.gif

    Soprattutto, rispetto lo sforzo di tutti e di ciascuno. Quindi non leggete il mio intervento come un voler far prevalere un tema sopra gli altri, un voler supportare una tecnologia a detrimento di altre, sarebbe sciocco da parte mia .

    Personalmente, non vedo l'ora che si materializzi fisicamente un prototipo di KiteGen. Voglio vederlo con i miei occhi, anche io voglio vedere come diavolo pensano di far girare in cerchio questi kites con cavi di 500 metri.


  10. #50
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    e in caso di...piogga...tempesta...ecc.....

    ke succede?

  11. #51
    Ospite

    Predefinito

    Ciao a tutti.
    Ciao Phitio, la tua intenzione era perfettamente chiara e devo aggiungere che sono daccordo con molte tue opinioni espresse fin qua nel forum.
    Ciao,
    Hike smile.gif

  12. #52
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si tratta di sfruttare le correnti a getto presenti nell'atmosfera (da 500 a 10.000 metri) che soffiano costanti
    in alcune zone della terra...

    Se effettivamente il progetto verra' realizzato e manterra' le promesse potrebbe risolvere ogni problema...

    Kite Wind Generator

    descrizione

    La cosa mi lascia perplesso ma potrebbe anche funzionare :)

    alex

  13. #53
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    la teoria del progetto non mi è dispiaciuta solo che impegnare tutto quella porzione di cielo (10kM) mi sembra un pò fuori dalla grazia di Dio... sarebbe più imponente delle dighe fatte in Cina per intenderci.

  14. #54
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ma non sono poi cosi' grandi le porzioni di cielo da usare, e si potrebbero usare le tante no fly zone attuali... hanno calcolato che occupando l'area di una centrale nucleare, si otterrebbe la stessa potenza... e una centrale nucleare e' gia' oggi una no fly zone...

    e poi ci sono anche le centrali offshore.... insomma alla fine dei conti le rotte aeree commerciali seguono dei corridoi ben definiti, penso che sistemando un po di centrali di questo tipo qua e la si potrebbe ottenere un bel contributo senza inteferire troppo con il traffico aereo

    sempre se funziona :)

    alex

  15. #55
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Non mi convince...come fa a formarsi un vortice nel cielo?

  16. #56
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    non si forma nessun vortice

    gli aquiloni, sono pilotati da terra con i due tiranti (come gli aquiloni acrobatici che si vedono sulle spiagge, e avete visto che velocita' e che evoluzioni fanno)

    sugli aquiloni ci sono dei sensori avionici per conoscere istantaneamente posizione, velocita' accelerazione delle varie parti dell'ala... gli acquiloni sono collegate a terra con dei tiranti con delle fibre ottiche per trasferire a terra i dati di avionica... dei calcolatori pilotano gli aquiloni in modo da mettere in rotazione la struttura.... ma il vento soffia sempre nella stessa direzione non ci sono vortici.... sono gli aquiloni che volano in cerchio modificando il loro profilo alare

  17. #57
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok...ma io non ho mai visto andare controvento di aquiloni.....magari non sono aggiornato....ma gli acquiloni di cui parli te, gli uso ne ho uno, ma non sono mai riuscito a farlo andare contro vento.
    Per muovere il volano a terra servirebbe andare contro vento...

    scusa, ma forse non sono riuscito ad intuire il funzionamento.

  18. #58
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    non ho capito bene neanche io, ma dal disegno che ho visto gli aquiloni non si limitano a ruotare ma salgono e scendono...

    in effetti se tu consideri che l'aquilone si abbassi quando si muove nella direzione del vento e in quella fase i tiranti fanno una forza utile per far girare la giostra, mentre quando deve ritornare controvento si limita ad alzarsi con l'ala "molle" dovrebbe poter funzionare (in quella fase non genera lavoro utile)

    sicuramente non e' una cosa semplice, ma pare che funzioni :)

    mi piacerebbe proprio vedere la simulazione

  19. #59
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE
    mi piacerebbe proprio vedere la simulazione

    mi piacerebbe sapere quanto la simulazione è vicina alle condizioni reali.

  20. #60
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    per quello che mi racconta un mio amico che lavora nel settore aeronautico, oggi le simulazioni aerodinamiche sono molto sofisticate e precise...

    se riescono a far volare l'euro fighter in condizioni talmente estreme da andare quasi contro le leggi aerodinamiche credo che siano in grado di far ruotare una serie di acquiloni :)

    speriamo e attendiamo fiduciosi, ho sentito il prototipo potrebbe venir costruito nella no fly zone di trino vercellese (ex centrale nucleare)

    un impianto delle dimensioni della centrale di trino sarebbe in grado di produrre la stessa energia della centrale nucleare stessa ad emissioni 0

    sarebbe un bel sogno! :)

  21. RAD
Pagina 3 di 55 primaprima 12345678910111213141516172353 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Infissi, serramenti porte ecc. : QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    Da nebbia.bo nel forum Sistemi Passivi
    Risposte: 1596
    Ultimo messaggio: 11-05-2018, 10:28
  2. Cappotto (rivestimento) - ESTERNO - QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    Da supertorres nel forum Sistemi Passivi
    Risposte: 1993
    Ultimo messaggio: 20-04-2018, 05:21
  3. regolatore di carica / interfacciamento generatore - batteria: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    Da nel forum Asse ORIZZONTALE - prototipi privati (Fai-Da-Te Mini-micro eolico)
    Risposte: 544
    Ultimo messaggio: 02-05-2017, 18:32
  4. Risposte: 52
    Ultimo messaggio: 16-04-2010, 14:06
  5. motori / generatori AMETEK: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    Da balitime nel forum Asse VERTICALE - prototipi privati (Fai-Da-Te Mini-micro eolico)
    Risposte: 61
    Ultimo messaggio: 09-12-2009, 21:52

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •