i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 79

Discussione: Impianto fotovoltaico per alimentazione boiler elettrico 300lt

  1. #21
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Salve,

    stanno per installare sul tetto della mia casa indipendente un impianto fotovoltaico da 6kwp grid connected. L'impianto di riscaldamento è a termosifoni con termocamino a pellet. Poichè potrò sfruttare l'energia elettrica dell'impianto fotovoltaico, penso di volerla usare per riscaldare o, quanto meno, per dare una mano al termocamino e quindi risparmiare pellet. Ho letto su questo forum soluzioni interessati, che provano che non sono l'unico ad aver pensato di abbinare un accumulo d'acqua. I boiler con pdc costano intorno ai 1500 euro, le caldaie elettriche costano intorno ai 3000 euro e le pdc aria-acqua intorno ai 6000 euro. Potrei usare dei normalissimi scaldabagno da 100 litri e collegarne 4 o 6 in serie/parallelo ? In tal modo li farei funzionare durante il periodo diurno coincidente con la produzione dell'impianto fotovoltaico, realizzando un accumulo di energia termica da restituire durante la notte. Cosa ne pensate ?

  2. #22
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito si puoi farlo

    ti bastano anche 5 pannelli fv da 255w in serie arrivi a 150 volt in corrente cc e alimenti direttamente la resistenza del boiler elettrico (lo stò usanto io acqua a 90 gradi)
    Ultima modifica di nll; 20-08-2012 a 01:03 Motivo: Eliminazione citazione integrale. Violazione art.3 del regolamento del forum

  3. #23
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito info..

    ciao a tutti sono nuovo del forum e non conosco bene tutti i suoi funzionamenti quindi chiedo scusa prima se sbaglio ...
    sono molto appassionato del fai da te e volevo chiedere una info su questa discussione che ho trasformato in realta

    allora io ho messo in serie 8 pannelli 240w -30,2 v wpmax fino ad arrivare ad una potenza di 1920w a 241,6v e li ho collegati in serie con fusibili 10a e magnetotermico ad un boiler elettrico da 1500w ....
    l impianto e in funzione da 12 giorni e funziona , a parte aver avuto problemi con l incollaggio del termostato che ho risolto con un rele stato solido
    chiedevo questo
    1-se come sicurezze elettriche sono a posto o devo mettere anche gli scaricatori di tensione perche quando apro il conttatto nelle ore di puntarrivo per un istante a 900v
    2-i fusibili vanno bene o sono troppo grossi dato che nelle caratteristiche dei pannelli danno max 8,9a
    3- quando la tensione scende rischio dei cortocircuiti sui pannelli anche se ho notato che le correnti di passaggio raramente arrivano a 6a

  4. #24
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    mi sapresti dire se arrivi a 900 v in cc con il boiler in assorbimento oppure no
    e comunque per una questione di sicurezza non dovresti mai superare i 180 v in cc e montare un salvavita adeguato News

  5. #25
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao sto facendo un po diconfusione col forum chiedo scusa se arriveranno tre mex uguali...
    ci arrivo un istante quando il teleruttore apre i contatti (positivo e negativo)quindi senza il carico della resistenza..
    il magnetotermico è da 6a ma civile di quelli per l 'alternata puo andare o serve anche il salvavita..

  6. #26
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ma sia il magnetotermico che il salvavita occorrono per corrente continua
    perchè tu devi proteggere il cavo che dai pannelli va alla resistenza, se ti da 900 v senza carico con la resistenza attaccata ti darà 240 v credo, poi se lavori con i pannelli in serie dovresti mettere un magnetotermico per pannello, tutto questo discorso è per pannelli collegati direttamente senza inverter! ma pur sempre pericoloso come voltaggio e amp .-

  7. #27
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ok grazie mille
    tra un pannello e l'altro non sere nulla niente diodi...

  8. #28
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ma il diodo serve per protezione ad accidentali collegamenti errati tra + e -

  9. #29
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ok grazie mille per l'aiuto
    avrei se qualcuno è interessato un altra idea che da un po voglio realizzare ma cerco chiarimenti sul funzionamento non so se è il posto giusto provo a metterla lo stesso

    vorrei provare con una cella peltier adegauta, e due dissipatori a liquido per pc a scaldare acqu da un lato mandandola in un accumulo e raffreddare l'ambiente sempre con un dissipatore a liquido, cosi avrei sia il condizionatore attivo che l'acqua calda...
    secondo voi puo funzionare?
    il mio dilemma è solamente se la spesa puo valere la pena di provare visto che sono tutti componenti(a parte il pannello)che non hanno cifre spaventose
    grazie in anticipo se qualcuno prendera' in considerazione la mia idea..

  10. #30
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Cominciamo dall'inizio se ho capito bene hai fatto tutto ciò per non mettere un inverter ma visto che non vuoi usare la corrente per casa puoi tranquillamente collegare i pannelli in parallelo e mettere un inverter soft star da 200-250 euro ed avere 2500 watt con i quali alimentare due boiler a cascata ( si accendono uno dopo l'altro ed uno alimenta l'altro ) cosí avrai tutta L'acqua che ti occorre e non rischi di essere fulminato tu è i tuoi familiari, credimi elimina subito quello che hai fatto é troppo pericoloso.
    se vuoi ti faccio un schema di quello che devi fare ma non collegare i pannelli al boiler direttamente rischi di rimanere folgorato!Zz

    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***
    Ultima modifica di nll; 08-06-2013 a 11:35

  11. #31
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ok grazie milli per l aiuto
    mi sapresti dire come collegare il tutto e che inverter mi consigli perche se non ho capito male l inverter non funziona senza batterie a meno che tu non ne conosca uno particolare aspetto con ansia la tua risposta grazie ancora

  12. #32
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Gli inverter funzionano anche senza batterie ma ti consiglio di inserire una batteria da almeno100 amp/h ( meglio 200) così avrai un funzionamento più lineare.Fatto ciò inserisci un orologio che avvia il tutto ad un certo orario, quando già produci energia sufficiente ad alimentare due boiler che collegherai in serie, ovvero ad uno entra, al posto dell'acqua fredda, la calda dell'altro, così facendo dovresti avere sempre una grande quantità di acqua calda disponibile. Se sei bravino con i collegamenti elettrici puoi inserire un teleruttore ( NC ) tra il primo e secondo boilerche fa scaldare il primo boiler solo dopo che il secondo (quello più a valle) ha raggiunto la temperatura impostata ( basta collegare i terminali della bobina del teleruttore ai fili della luce spia del boiler, questo accende il secondo solo dopo aver finito di scaldare il primo ). In questo modo ti assicuri il riscaldamento uno dopo l'altro dei due o anche tre boiler in serie ed a seconda dell'energia che produci e avrai uno o due o anche tre boiler sempre caldi (70/80 gradi) calcola che due boiler da 80 litri a 75 gradi ti danno circa 300 litri a 40 gradi.

  13. #33
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao per la batteria non ci sono problemi ma la ometterei volentieri
    mi potresti indicare un giusto inverter e come collegarlo senza batterie..

  14. #34
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se metti 2 batteria tra l'impianto e l'inverter stabilizzi l'impianto altrimenti metti un inverter migliore e togli le batterie. La soluzione la puoi scegliere secondo budget ma non tenere l'impianto come lo hai ora. L'inverter lo trovi in rete anche su ebay se non devi collegare apparati sofisticati prendi un soft start c'è ne sono tanti , anche su ebay , considera che per due boiler da 80 litri ti servono almeno 2500 watt.

    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***
    Ultima modifica di nll; 08-06-2013 a 11:35

  15. #35
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ok i miei pannelli anno una tensione a circuito aperto di 37v e 30,2v alla massima potenza quindi mi serve un inverter sui 40v in entrata o come?
    poi la domanda e questa l'inverter quando la produzione e poca si accende e si spegne in continuazione giusto....
    l'idea sarebbe di pilotare il carico in base alla tensione in entrata..possibile?

  16. #36
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    scusate ripropongo questo topic....

    per alimentare un boiler bastano dei pannelli che producano circa la meta' della potenza (e della tensione) richiesta dal boiler.... tanto i pannelli "manderanno corrente" dall'alba al tramonto scaldando comunque l'acqua a sufficienza!

  17. #37
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Pazzesco,ma perché non andate in rete con un semplice inverter grid omologato? anche solo in scambio per appianare i KWh annui consumati,è più semplice ed economico, una volta che il boiler è caldo si perde l'energia elettrica prodotta? Ciao

  18. #38
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    OK ma come fare in pratica?Quali sono gli inverter grid omologati?Come faccio a fare la pratica per lo scambio?

  19. #39
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Pazzesco,ma perché non andate in rete con un semplice inverter grid omologato?
    Perchè questa è la sezione del fai da te e poi l'impianto ACS composto da pannelli fotovoltaici e boiler elettrico costa pochisssimo!

    ciao,
    Solare Termico: 60 tubi SHCMV a svuotamento superficie lorda 12mq, orientamento Ovest pieno inclinazione 21°, Boiler Sanicube 500L.

  20. #40
    Novizio/a

    User Info Menu

    Thumbs up ok per solare termico con aiuto fotovoltaico

    Quote Originariamente inviata da omaccio Visualizza il messaggio
    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***
    bene come idea, io ho un impianto da 300 lt solare termico kairos Ariston a terra circolazione naturale + boiler da 100 lt alimentato da una caldaia a gasolio e da una resistenza elettrica alimentata da 5,5 kw ovvero 26 pannelli fotovoltaici da 220 watt autorizzazione e incentivi per impianto a cc contatore cc da 170 volt scaricatori e quadro omologato per corrente continua, attenzione all'adeguamento per alimentare la resistenza a 170 volt in cc occorre un relè collegato al termostato per corrente continua da 100/120 ampere e ho programmato un plc omron che avvia il sistema con un crepuscolare e devia allo sgancio del termostato su altre utenze in corrente continua esempio cucina elettrica dalle 11:00 alla 12:30.
    Tutto qui, da fare attenzione a non usare i classici termostati per corrente alternata al primo sgancio si saldano tra loro le lamelle dei contatti e rimangono collegati anche a temperatura superata.-
    Ultima modifica di nll; 08-06-2013 a 11:34

  21. RAD
Pagina 2 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Fotovoltaico e boiler elettrico
    Da parma45 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 119
    Ultimo messaggio: 02-03-2018, 11:34
  2. Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 11-03-2010, 07:33
  3. Casa abitata raramente:accumulo o boiler elettrico?
    Da fabiettoge nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 17-12-2009, 20:01
  4. Boiler elettrico modificato.
    Da pastore4 nel forum Fai Da Te
    Risposte: 26
    Ultimo messaggio: 16-07-2009, 23:08

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •