Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 3 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 79

Discussione: Impianto fotovoltaico per alimentazione boiler elettrico 300lt

  1. #41
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Perchè questa è la sezione del fai da te
    Bella questa allora lo spreco è giustificato... Col fai da te, che non vuol dire fare lavori approssimativi o fatti alla caxxo di cane come molti pensano, ti puoi montare i pannelli sul tetto, tirare giù i cavi delle stringhe, collegare il sezionatore di campo, montare l'inverter omologato e farti controllare e certificare l'impianto da un professionista iscritto all'albo poi sei pure incentivato dal GSE col conto energia, o vai semplicemente in scambio senza pratiche GSE, per la cronaca scaldare acqua con le resistenze elettriche è un vero sfacelo di inefficienza e spreco, i fantomatici scalda acqua a pompa di calore vanno bene dove fa caldo al sud, dove nel loro funzionamento raffreddano l'ambiente, da me ad esempio sarebbe assurdo raffreddare l'ambiente.Ciao

  2. #42
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    puoi farti istallare un sistema solare fovoltaico con moduli silicio amorfo,che producono energia elettrica,col sole e anche con la luce,con nuvole o pioggia dall'alba al tramonto,abbinato a un boyler con resistenza a corrente contina (brevettata in sardegna)per avere acqua calda 365 giorni all'anno,ti basta un boyler da 80 lt. con possibilita di fare anche lo scambio sul posto e sfruttare la corrente quando lo scaldabagno è spento.ti servono circa 20mq di spazio anche in verticale,a qualsiasi latitudine. contattami

  3. #43
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusa sardasole, ma perché gli altri boiler non funzionano a corrente continua? tutti i boiler possono essere alimentati da pannelli solari
    purchè abbiano un voltaggio idoneo a far riscaldare le resistenze. Per cui con 6/8 pannelli in serie (28v x 6= 168, 28x8=218v) acqua calda a volontà, solo che mi sembra un po' uno spreco avere tutta quell'energia in eccesso e non sfruttarla.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 4 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  4. #44
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    tutti gli altr boyler hanno la resistenza a corrente alternata,quindi pannelli solari hanno bisogno dell'inverter. hanno brevettato un sistema solare che alimenta direttamente il boyler,. perchè ha una resistenza a corrente continua.

  5. #45
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    non è assolutamente vero le resistenze vanno tranquillamente a corrente continua.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 4 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  6. #46
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Forse ha piu' senso usare un bruciatore a gasolio che un pannello solare connesso alla resistenza di un boiler.
    Non è meglio che col sole ci scaldi direttamente l'acqua? Ciao
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  7. #47
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Chiunque sappia un minimo di elettrotecnica sa' benissimo che una resistenza elettrica si comporta in ugual modo sia che si alimenti in corrente continua sia che la si alimenti in corrente alternata
    comunque....

    CON 400 euro di pannelli amorfi , vado direttamente in continua su un normalissimo boiler elettrico da 100 euro.... e ho acqua calda anche d'inverno.

    Bastano 300-400 W per avere l'acqua calda, i pannelli producono dall'alba al tramonto sempre collegati al boiler
    Non seve nulla di piu' .
    Installando ipoteticamente pannellame amorfo per 400w le correnti in gioco sarebbero comunque basse, tali da poter essere sopportate dal termostato " di serie" del boiler
    Poca spesa per raggiungere l' obbiettivo.... e' questo quello che conta.

    Avevo pensato a questa cosa per il semplicwe motivo che ho gia' un impianto di preriscaldo acqua sanitaria, (in inverno con stufa a pellet)
    d'estate ovviamente la stufa e' spenta e avrei comunque bisogno di acqua calda sanitaria, anche solo come preriscaldo, poi comunque prima di raggiungere le utenze passa da una caldaia modulante a metano , che si accende solo se la temperatura dell' acqua e' inferiore a 45°
    Ultima modifica di franc; 07-06-2013 a 22:52

  8. #48
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Bastano 500/600 watt ma a 220v altrimenti a tensioni inferiori molti di più, perciò non credo che ce la si possa cavare con 400 euro di pannelli e quindi la spesa non vale l'impresa.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 4 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  9. #49
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    boyler con resistenza a corrente contina (brevettata in sardegna)
    Quoto Dolam si possono anche alimentare direttamente quelli a 230V basta appunto arrivare vicino alla tensione di funzionamento come detto da Dolam, cmq da sempre una qualsiasi resistenza elettrica si può alimentare sia in tensione alternata che continua, e i boiler a 12/24/48volt in DC esistono da molti decenni, per 80 litri si acquista la resistenza anche su eBay alla tensione voluta , ne fanno anche su misura e si i8nstalla al posto di quella a 230V, con l'accortezza di non farla pilotare direttamente dai contatti del termostato di serie (se meccanico) Mazza che brevetto.
    perché ha una resistenza a corrente continua
    prima di spararla grossa bisogna informarsi su cosa è una resistenza elettrica, dato che esiste Internet e non siamo negli anni 80 basta andare su un qualsiasi motore di ricerca, mica bisogna aspettare la mattina e fare chilometri per andare in biblioteca a leggere giorni e giorni... (scusare lo sfogo ma la resistenza in tensione alternata e continua mi mancava!) cavolo che lampadine speciali che usiamo sulle auto, è la tensione che conta non il tipo o la frequenza, è appunto un carico resistivo non induttivo o un motore ! Un conto è recuperare l'energia persa di un regolatore di carica un conto è usare malamente il fotovoltaico. Ciao

  10. #50
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    dolam, 500w son 500w sia in continua che in alternata.... il tuo discorso non regge



    6 pannelli da 75w amorfi = si trovano a circa 300 euro sulla baya
    450w disponibili
    67 volt nominali
    1,12A nominali

    resistenza del boiler: 1500W
    P=VI R=V(al quadrato)/P
    R= 32,3 Ohm
    quindi un comune boiler 220v da 1500W ha una resistenza da 32,3 ohm

    configurazione:
    serie parallelo (3 stringhe in parallelo da 2 moduli in serie)
    alla fine si otterrebbe un sistema da 134v nominali e 3,36 A nominali

    la resistenza del nostro boiler e' da 32,3 ohm quindi e' in grado di accettare tutta la corrente eventualmente fornita dai moduli.

    infatti:
    la corrente max assorbibile dal boiler alimentato a 134v sarebbe di:
    I=V/R 134/32,3 = 4,1 AMPER

    LA POTENZA MASSIMA e' quindi (in questo caso) limitata dai moduli:

    corrente max erogabile dai moduli: 3,36A
    potenza massima applicata al boiler=

    134V X 3,36A = 450w

    OPPURE
    P= V(al quadrato)/ R
    134*134/32,3= 556 W ma i nostri moduli si fermerebbero comunque a 450W
    Ultima modifica di franc; 08-06-2013 a 18:28

  11. #51
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da franc Visualizza il messaggio
    ...ma i nostri moduli si fermerebbero comunque a 450W
    Sicuramente a meno di 450W...
    "L'incremento è graduale, la rovina precipitosa" [ Seneca]

  12. #52
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    I conteggi sono esatti e 450w sono sempre 450 watt, mi sono espresso male, volevo intendere che se ho una resistenza da 1500w e la faccio funzionare a 450w l'acqua alla fine in 7/8 ore la scaldo a 50* se non toccò mai il rubinetto. Altrimenti dimenticati di avere mai acqua per un bel bagno caldo
    Quote Originariamente inviata da franc Visualizza il messaggio
    dolam, 500w son 500w P=VI R=V(al quadrato)/P
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 4 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  13. #53
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Con 500W per 8ore riesci a innalzare di 35°C (ipotizzo 15°-->50°C) non più di un centinaio di litri d'acqua.
    Calcolando a spanne il rendimento dei miei due pannelli piani nelle ore più calde arrivano intorno ai 2kW termici.
    Fotovoltaico 4,52kWp da 52 pannelli Kyocera KC87T su inverter Fronius IG15+IG20
    Solare acs forzato con 2 pannelli piani Ebner e bollitore 300lt.
    Bassa Bresciana, 2008.

  14. #54
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    @dumah brazorf
    esatto è per questo che il sistema di franc non lo vedo possibile o quantomeno è molto antieconomico, forse inutile.

    [04/07/2013]
    Riprendo un po' l'argomento dei boiler elettrici che attualmente io sospendo dal servizio da ottobre a marzo, ora però leggendo le caratteristiche tecniche di alcuni pannelli amorfi da 105 watt del costo di soli 70 euro ho notato che hanno una tensione d'esercizio di ben 51 volt il che mi fa valutare nuovamente l'idea di montarne, per esempio 10 ( due strighe da 225volt in parallelo), al posto del solare termico molto più costoso e molto più complesso.
    Il mio ragionamento è il seguente: con 10 pannelli avrei un costo di soli 700 euro rispetto ai 3500 del termico (1750 con detrazione) ma il vantaggio sarebbe che l'impianto è molto più semplice e soprattutto avrei sempre un 700/800 watt che scaldano il boiler durante tutta la giornata soprattutto nelle gionate uggiose l'amorfo mi dovrebbe comunque garantire maggiore energia del policristallino e forse superiore ai tubi di acqua calda, come vi sembra l'idea? si accettano contraddittori, la discussione e fonte di nuove idee.
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 29-03-2016 a 18:02 Motivo: Unione messaggi consecutivi
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 4 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  15. #55
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    E UNa buona idea, io lo farei x scaldare l acqua in inverno , d'estate mi importa poco , comunque tutti quei pannelli forse sono troppi io mi fermerei a 1000w, con un boiler da 120 150 litri
    Ho visto inoltre che gestisci con delle centraline 2 boiler alimentati da fotovoltaico, mi spieghi a grandi linee come funziona il tutto? Io dovrei aiutare una termostufa a pellet in quel modo
    Ultima modifica di franc; 04-07-2013 a 17:47

  16. #56
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Sinteticamente la mia centralina misura la luce ed ad un determinato valore corrisponde una produzione in watt .
    La centralina ha due livelli di attivazione al primo accendo il boiler più vicino al bagno, al secondo step si attiva il teleruttore del II boiler ( diciamo quello dove entra l'acqua fredda), potendo io tarare il sensore che attiva il teleruttore del primo e del secondo i valori sono 1600 watt per il primo, 2300 watt per il secondo. Alla medesima centralina è connessa anche la lavatrice che non parte se non al secondo step e soprattutto quando scalda la sua resistenza scollega automaticamente i boiler, per il tempo strettamente necessarioal suo funzionamento all'incirca 6/7 minuti. Riassumendo i boiler prelevano solo da FV e solo se produco a sufficienza tanto da non prelevare da Enel. Con l'amorfo una volta affrontata la spesa con il solo valore dello SSP recuperato mi ripago i pannelli ed avrei più enrgia in casa da utilizzare come voglio, pompa di calore o che.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 4 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  17. #57
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da franc Visualizza il messaggio
    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***
    Sto seguendo i tuoi calcoli per "aiutare" un boiler da 30 Litri
    Avere l'acqua calda in serata senza consumare 1,5KW per un'ora di tempo,non ha prezzo...
    Se riuscissi ad ammortizzare il costo dei pannelli in 5-6 anni risparmierei anche soldini,oltre che a preservare l'ambiente.
    Ultima modifica di nll; 10-07-2013 a 04:53

  18. #58
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non so chi ha fatto i calcoli comunque la resistenza del mio boiler è da 1000watt!
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 4 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  19. #59
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    SI la resistenza e' meglio misurarla direttamente con un tester (boiler scollegato ovviamente)

  20. #60
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    @franc,
    la resistenza dei miei boiler è chiaramente indicata in firma, ed è esattamente quella che indicata dalla fabbrica e verificata ai consumi, non possiamo mica mettere in discussione anche valori certi!
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 4 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  21. RAD
Pagina 3 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Fotovoltaico e boiler elettrico
    Da parma45 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 119
    Ultimo messaggio: 02-03-2018, 11:34
  2. con fotovoltaico 6KWp conviene boiler elettrico?
    Da Mena#1 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 11-03-2010, 07:33
  3. Casa abitata raramente:accumulo o boiler elettrico?
    Da fabiettoge nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 17-12-2009, 20:01
  4. Boiler elettrico modificato.
    Da pastore4 nel forum Fai Da Te
    Risposte: 26
    Ultimo messaggio: 16-07-2009, 23:08

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •