i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  11
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 23 primaprima 12345678910111213141516171819 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 460

Discussione: Costruzione impianto VMC con recupero energetico

  1. #81
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Ciao KOSTAS: sarebbe interessante conoscere gli assorbimenti elettrici dei ventilatori nel periodo di funzionamento...
    Treviso - 21 moduli sanyo hip 210 inverter Fronius - installazione maggio 2007
    Casa priva di metano in classe B - Acs: aquarea 3kw + serbatoio Synergy
    Riscaldamento primario: aquarea 3,2kw abbinata a sistema a tutt'aria con UTA con controllo zone; secondario: stube tirolese - Cottura: induzione

  2. #82
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Paolo,

    le specifiche le vedi nel file allegato per i quattro modelli disponibili
    Bisognerà vedere quanto riescono a tenere questi consumi sotto "sforzo", ovvero con tutte le perdite di carico del sistema...

    SOLO2011NLV20811A4web_Page_2.jpg

  3. #83
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da satsok Visualizza il messaggio
    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

    io sono più fortunato ho solo dovuto promettere che...
    ...che tutto sarà INVISIBILE nel sottotetto
    ...che se incomincio devo finirlo
    ...che non devo sporcare,
    che....... ... seguono solo atri 90 cavilli burocratici.

    Nel frattempo rileggo il tutto, perché non sono un tecnico del settore, e incomincio i sopralluoghi in casa.
    Ultima modifica di nll; 03-02-2013 a 01:52

    Reduce - Reuse -Recycle

  4. #84
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Felta Visualizza il messaggio
    ...che se incomincio devo finirlo ...che non devo sporcare
    muahahahahahaha mi hai fatto veramente ridere..... ma che ... le fanno con lo stampino le mogli? "va a giocare con i tuoi ciaffi... va" dicasi ciaffo..... ;-)
    'Non abbiamo più bisogno di 1 centrale che produca 1.000.000 di kWh, ma di 1.000.000 di persone che producano 1 kWh a testa.'
    'Il kWh più ecologico rimane sempre quello che non si consuma.'

  5. #85
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ciaffo??... sarebbe?
    Ultima modifica di nll; 03-02-2013 a 01:50 Motivo: Citazione integrale non consentita. Violazione Art.3 del regolamento del forum

  6. #86
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    non so come tradurlo..... penso sia marchigiano.... ciaffi = aggeggi, minchiate, fuffame vario..... l'interpretazione è difficile

    Ciaffo - Dialettitaliani Ciaffo - Wikidonca Confermo..... marchigiano
    Ultima modifica di nll; 03-02-2013 a 01:49 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente
    'Non abbiamo più bisogno di 1 centrale che produca 1.000.000 di kWh, ma di 1.000.000 di persone che producano 1 kWh a testa.'
    'Il kWh più ecologico rimane sempre quello che non si consuma.'

  7. #87
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Hmmm, stavo ragionando sui valori che ho ottenuto l'altra volta (post )
    Se calcolo l'efficienza in base al canale di entrata in casa ottengo 68,66%
    Se invece la calcolo su quella in uscita mi da 75,73%
    Teoricamente i due flussi dovrebbero avere la stessa efficienza, ma cosi non è.

    Le (mie) possibili spiegazioni:
    -strumenti di misurazione imprecisi
    -il tratto in entrata ha circa 1 mt in piu di tubo flessibile rispetto a quello in uscita
    -Le due ventole non lavorano alla stessa velocita (dovute anche al punto2)
    -Tutti questi fattori assieme

    Alla fine dei conti si tratta di un 7% di declinazione, ho sempre pensato che un margine di errore del 10% è accettabile in questo tipo di progetto...

  8. #88
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao,
    premetto che io ho fatto studi umanistici e non capisco assolutamente nulla di elettronica e di impianti. Ho la passione di fare piccoli lavori in casa ... es: ho costruito una camera x giochi in cartongesso, coibentata, nella cantina/garage per i miei 3 figli e una casetta in legno in giardino con perline e assi.
    Da tempo voglio cambiare l'aria in casa e trovare questo forum è stato come trovare una miniera d'oro: confronto, consigli, spiegazioni e foto che valgono come mille parole... complimenti.

    Fatte le premesse e avendo riletto tutti i post, ho cominciato a pensare dove mettere il macchinario e l'unico posto è in sottotetto. Non ho corrente elettrica e dovrei portarla su in qualche modo, ma sul tetto ho 5Kw di pannelli, magari cerco lo spazio vicino ai cavi elettrici che scendono fino all'inverter in cantina.
    Il sottotetto è un unico spazio condiviso con il vicino, che lo usa come piccolo magazzino di cartoni e cianfrusaglie.
    Per terra è coperto da fogli spessi i lana di roccia o materiale simile. Sopra ho le tegole appoggiate e un un piccolo finestrotto per uscire sul tetto.
    Il mio dubbio è per i motori delle ventole visto che 30 gg fa è andato a fuoco il tetto della villa di fronte a casa mia per un corto circuito (vedi breve video Incendio_villa_Incisa_Camerana - YouTube ) immaginate appena l'ho detto a mia moglie .

    Quindi volevo capire rispetto al progetto di Satsok o altri quali misure di sicurezza si potrebbero prendere. Nei miei timori vedevo un colpo di vento che muove le tegole e pioggia che bagna il tutto, anche se i pannelli dovrebbero a loro volta tenere tutto fermo oppure un corto come è successo l'altra sera alla spina della lavastoviglie.

    Qualcuno ha delle proposte? Grazie

    Reduce - Reuse -Recycle

  9. #89
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Felta, hai sollevato una questione molto interessante qui. Allora, partiamo per gradi di pericolosità. Se un uragano dovesse imbattersi sulla città e ti sollevase il tetto con tutte le tegole, allora la VMC è l'ultimo dei tuoi problemi! Se invece hai infiltrazioni in condizioni di esercizio normali fatti un bel controllo sul tetto prima di effettuare fori di aerazione, potresti avere delle brutte sorprese...Secondo me il pericolo più rilevante rappresenta l'acqua di condensa più che la corrente elettrica: dovresti prevedere uno scarico adeguato, cosa non complicatissima visti gli esigui volumi trattati.Infine per la corrente io metterò un semplice interruttore magneto termico che scatta in caso di qualche corto. Solitamente i (buoni) motori hanno incorporata una qualche protezione termica. Più di così non saprei cosa altro consigliarti...

  10. #90
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da satsok Visualizza il messaggio
    Se un uragano dovesse imbattersi sulla città e ti sollevase il tetto con tutte le tegole, allora la VMC è l'ultimo dei tuoi problemi!
    In effetti 2 estati fa una piccola tromba d'aria ha aperto un po' di tetti, compreso quello di mio suocero, ma non è quella la mia preoccupazione ... grazie per la rassicurazione.

    Quote Originariamente inviata da satsok Visualizza il messaggio
    Se invece hai infiltrazioni in condizioni di esercizio normali fatti un bel controllo sul tetto prima di effettuare fori di aerazione, potresti avere delle brutte sorprese..
    Allora, sottotetto senza infiltrazioni d'acqua, sporco e pieno di ragnatele. Pieno di cimici (sono in piena campagna) da granoturco che in inverno svernano nel sottottetto.
    Salgo da una botola con una scala retrattile, la soletta in cemento è coperta da questi fogli di lana di roccia (??).
    Per l'aria esterna in entrata io la prenderei direttamente nel sottotetto mettendo un filtro al tubo in entrata e una piccola valvola al tubo in uscita (pezzetto di gomma che si solleva con il soffio dell'aria e si richiude in assenza d'aria, soprattutto per le cimici).
    Il lavoro è scendere in casa: trovare la posizione, forare, mettere griglia... Sono in una casetta che condivide il sottotetto e un muro con il vicino con casa gemella. Ho lato nord, est e ovest. Al piano superiore 3 piccole stanze da letto di circa 9/11 mq e un piccolo bagno.
    Io volevo prendere l'aria interna dalla scala e far entrare l'aria interna nelle 3 camere, quindi totale 4 buchi 1 in entrata e 3 in uscita.
    Che ne dite?
    Primo_piano.png
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Ultima modifica di Felta; 03-02-2013 a 10:57

    Reduce - Reuse -Recycle

  11. #91
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Si mi ricorda la mia abitazione precedente, una situazione molto simile.Io non aspirerei l'aria del sottotetto, rischi di far entrare in casa le fibre di coibentante (al 99% è lana di vetro), oltre ad un sacco di polvere che ti intaserà il filtro molto velocemente. Comunque l'aria pescata da li non avrà la qualità dell'aria esterna. Al limite, se proprio vuoi limitare i fori verso l'esterno, puoi immettere l'aria viziata nel sottotetto.Come distribuzione, sarebbe più corretto estrarre l'aria dal bagno adiacente le scale.
    Ultima modifica di satsok; 04-02-2013 a 11:58

  12. #92
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie del feed back. Tra l'altro in bagno ho già un tubo che esce sul tetto e doveva essere nel progetto della casa una modalità per evacuare l'umidità, siccome ha un diametro di 15 cm, la prima cosa che ho fatto è tapparlo con il filtro della cappa, se no era inutile scaldare la casa.
    Potrei prendere l'aria dal bagno e metterla nelle stanze.

    Satsok nei tuoi post scrivevi che il VMC lo vuoi mettere nella mansarda o sottotetto chiuso che hai, preriscaldando l'aria sfruttando lo scarico di una stufa, quindi ache tu pensi di bucare la soletta in cemento per scendere ai piani? La mia ho dato un occhio (non misurata) dalla botla e sarà almeno 40 cm.

    Altra domanda su cui non capisco nulla, sia qui che nella discussione sui pannelli solari aria (prossimo step dopo il VMC) ho letto molto di flussi, potenza delle ventole... Ho capito il senso generale, ma non lo specifico di come trovare la soluzione.
    Io voglio aspirare da un punto solo, mettiamo il bagno, ho già un tubo di circa 15 cm ed entro nel VMC,

    poi in uscita avrò un tubo da 10 cm (?) che si dividerà in tre (per 3 bocchette)
    VMC_1.png


    o si dividerà in due e poi un ramo di nuovo in due.

    VMC_2.png

    Oppure come nel progetto di Satsok (#86), in uscita ha già inserito 3 tubi.


    Come faccio a calcolare il diametro del tubo e la potenza adeguata dei 2 motori?

    Reduce - Reuse -Recycle

  13. #93
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Si certo, ho in previsione di fare 3 carotaggi diametro 100mm, ovviamente non li farò personalmente, viene un amico idraulico che ha la carotatrice. Perché pensi di avere diversi diametri in entrata e in uscita? Meglio averli uguali. Per distribuire poi l'aria in maniera uniforme usa un plenum, ovvero una scatola che da una parte sarà collegata alla VMC e dall'altra avrà tutti i fori dei tubi in uscita, tutti di uguale diametro (vedi 9 e 11 nel mio disegno). Nella tua ipotesi colleghi il plenum col tubo lungo (da 150) fino a sopra le camere e da li parti con tutti gli spezzoni di tubi più piccoli (80 o 100) verso le camere.

  14. #94
    Novizio/a

    User Info Menu

    Cool

    Buona sera ragazzi, oggi ho cercato di capire che pressione devono garantire i ventilatori da usare nel costruendo scambiatore di calore, anche perchè è la parte più complessa dell'acrocchio che intendo costruire. Ho controllato i dati dichiarati da blasonati produttori e quelli utilizzati in qualche intervento di case passive. Con grande meraviglia la pressione statica dichiarata è molto bassa, ad esempio lo scambiatore rotativo Hoval indica una pressione statica max 100 Pa min 50 pa (mmH20 10,19 - 5.09) mentre quelli della macchina installata nella casa passiva riportata nel sito della RockWool, articolata su due piani fuori terra e lo scambiatore al piano interrato, una "Aerosmart L", riportano la pressione statica max pari a mmH20 6,50 (63,77 Pa) per un volume d'aria di 210 mc/h e min mmH20 2.00 (19.62 Pa) per un volume di 150 mc/h, pressione e volumi non troppo lontani dalle ventole in commercio a prezzi ragionevoli. Ho capito bene o mi sfuge qualcosa? Secondo voi che pressione statica devono garantire delle ventole per una distribuzione centralizzata con prevalenza max di 5 mt. e circa 45 mt. di tubi (mandata e ripresa)? Io avrei considerato, uno in mandata e uno in ripresa, il modello "elicent AXC 100 Lw", 190 mc/h, mmH20 34,6 (339.46 Pa) 30W, 40 dB(A), che mi garantirebbe da sicure perdite di carico nelle canalizzazioni.



  15. #95
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Nel mio caso la prevalenza è importante in quanto nel circuito di immissione sto installando 3 livelli di filtri + 1 filtro prima dell'immissione dell'aria viziata in macchina.

    il Pa è importante se hai delle perdite significative delle portate di carico dovute a liunghezza, gomiti, regolatori, filtri ecc. ecc.
    'Non abbiamo più bisogno di 1 centrale che produca 1.000.000 di kWh, ma di 1.000.000 di persone che producano 1 kWh a testa.'
    'Il kWh più ecologico rimane sempre quello che non si consuma.'

  16. #96
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Felta Visualizza il messaggio
    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***
    Se posso permettermi...

    visto che lo scarico esistente del bagno ha un diam. di 150 mm considera l'ipotesi di sezionarlo nel sottotetto ed infilarvi al suo interno, un tubo in alluminio (diam. 80 mm) che ti servirà per immettere l'aria fresca in arrivo dalla VMC.
    Così facendo il tubo stesso fornirà una superficie di scambio fra l'aria in entrata e l'aria in uscita.
    La distribuzione negli ambienti potresti farla internamente forando le tramezze (solitamente più facile).
    Quanto al flusso d'aria, così facendo, avverrà quasi spontaneamente per moto convettivo e le ventole serviranno solo per aumentarlo.

    Saluti.
    Ultima modifica di nll; 12-02-2013 a 19:29

  17. #97
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ottima discussione, con grandi spunti e risultati. Ho trovato anche un francese che ha fatto praticamente la stessa cosa Auto-Construction d'une VMC double flux

    Leggendo mi sono domandato: "è più efficiente uno scambiatore a flusso incrociato o uno a flusso controcorrente?" Secondo voi? Secondo me è più efficiente il secondo ed allora ho pensato che con il polipropilene alveolare da 3mm si potrebbe realizzare uno scambiatore così:
    Ultima modifica di nll; 15-02-2013 a 14:24 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  18. #98
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    AntonioDB bello il blog del francese, cominciamo ad essere parecchi a giocare con le VMC fatte in casa
    Lo scambiatore controcorrente è più efficiente, confermo in toto, ma forse più difficile da realizzare, anche se alla fine si tratta solo di sagomare un'pò di più.
    Non ho ben capito il funzionamento del tuo disegno...

  19. #99
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da emofly Visualizza il messaggio
    ...visto che lo scarico esistente del bagno ha un diam. di 150 mm considera l'ipotesi di...
    Ciao ho misurato il tubo e in realtà è 120mm. Quindi non so se il discorso di emofly vale ancora. Se ho capito inserendo un tubo dentro l'altro ho già un primo scambio di calore

    Tubo_1.pngTubo_2.png

    Ma ho il dubbio che non ci si abbastanza flusso e poi non aspirerei l'aria pulita che ho appena fatto entrare in casa?

    Quote Originariamente inviata da anto66 Visualizza il messaggio
    ...oggi ho cercato di capire che pressione devono garantire i ventilatori da usare nel costruendo scambiatore di calore,...
    Ciao anto66 ho letto e essendo ignorante in materia mi puoi spiegare cosa sono Pressione statica, Prevalenza, Calcolo di perdite di carico nelle canalizzazioni...
    Avete info o link sugli argomenti?

    Grazie
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 31-03-2016 a 10:41 Motivo: Unione messaggio consecutivi / Citazione integrale rimossa

    Reduce - Reuse -Recycle

  20. #100
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    http://it.m.wikipedia.org/wiki/Press...lu.phpChiedere (a Google) e vi sarà dato!...Per me il tubo da 120 andrebbe lasciato alla sola aspirazione. Il gioco del tubo concentrico non ne vale la candela.

  21. RAD
Pagina 5 di 23 primaprima 12345678910111213141516171819 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 152
    Ultimo messaggio: 12-07-2015, 20:34
  2. [frigoriferi] recupero energetico da ..
    Da guido chiavegato nel forum Elettrodomestici e apparecchiature elettriche/elettroniche domestiche
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 04-04-2009, 01:21
  3. INCENERITORE a recupero energetico
    Da woodhead nel forum RIFIUTI, RIUTILIZZO, RICICLO
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 31-03-2009, 16:39
  4. idea per recupero energetico
    Da aztlan nel forum Categoria L1/L3 (es. scooters/moto trasformate elettriche)
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 15-08-2008, 17:37
  5. KIT RECUPERO ENERGETICO
    Da hugoflyangel nel forum Fai Da Te
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 19-06-2006, 09:53

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •