i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  9
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  5
Pagina 5 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 174

Discussione: L'isoletta... che finalmente c'è

  1. #81
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Wink



    Funziona!!!girare....girare....girare ;-) devo dire che e' molto preciso.ah dimenticavo l ho pagato meno di 4 euro.Grazie Renato

  2. #82
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Antonio, benissimo!!!! Visto??? Mai disperare.....Ah, caffè pagato hehehehe.......

    PS: hai scordato di postare il link del prodotto....che a 4€ non è affatto male!!!

    Saluti
    Ultima modifica di renatomeloni; 15-03-2015 a 17:19 Motivo: PS
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  3. #83
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Per me sarebbeun piacere prendere un caffe, saro`per lavoro in sardegna la prossima settimana. Questa sera provo ad inviare il link, con il tel non ci riesco.saluti

  4. #84
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Renato, sempre presente, ha preceduto me, io ne uso uno simile con il multigiri per il repeater ma senza display.
    Bello il prodotto Antonio, a quel prezzo poi, il display è molto comodo soprattutto per verificare la tensione in base al carico applicato ed evitare l'uso del tester per regolarlo, aspetto pure io il link per vedere le caratteristiche.
    Messo dentro una scatoletta in abs si potrebbe usare per caricare apparecchi vari tramite connettore usb vicino prese ed interruttori, tanto i 12V passano già da li per me, già ci pensavo ma non lo ho ancora fatto, e con questo sarebbe pure carino anche se occupa un pò di spazio, altrimenti come da mia idea iniziale usare quelli piccolini che ho da mettere dentro la cassetta 503 e fare uscire dal frutto due/tre prese usb.

    P.S. inverno alle porte ed isola funzionante perfettamente, siamo a 40 settimane (come una gravidanza ) con 965 kWh in meno di consumi enel e 1082 in totale.

    PPS io pure il caffè

  5. #85
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Sarei quasi disposto a scommettere che il router va anche a 12v. Non ne sono sicuro ma hai provato a misurare la uscita del trasformatore originale che lo alimenta magari a vuoto? Magari non è il tuo caso ma molti alimentatori portano la scritta 9v non stabilizzato e sono da 12 a 15 v. La regolazione la fa poi l'alimentatore interno dell'apparecchio che alimentano. In questo caso un diodo di protezione e o un fusibile e si evita di mettere anche l'alimentatore. Nel caso sia realmente da 9v ignora tutte le mie indicazioni. Ciao
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  6. #86
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Wink

    • 2015-03-16-07-17-45.jpg (225.7 KB)
    • Buongiorno questo e' il link del prodotto che ho acquistato,ne prendero' altri perche' li trovo molto utili avendo una linea 12v a casa gratis.@ StefanoPC niente il trasformatore del mio router mi da a vuoto 9,5v
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  7. #87
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a Tutti...

    Azz...Antonio non è il massimo per un link!!!

    Poiché il prodotto merita (3,55€)ti perdono va; Ci penso io ...e cosi i caffè però diventano due he!!!.....hehehe.....

    LM2596 Trasformatore Convertitore Regolabile DC-DC Step Down 1,25V-37V 2A

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  8. #88
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusate,non sono riuscito a condividere il link,meno male che c` e` Renato Meloni :-) p.s dove posso trovare le istruzioni per condividere i link?

  9. #89
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a Tutti...

    Se può interessare a qualcuno.....oggi mi è arrivato questo :DC-DC 4.5V-30V to 0.8V-30V 12A

    e anche questo: 220V 2000W SCR Motor Speed Controller Voltage Regulator Module

    Per curiosità ho sottoposto entrambi i moduli ad un'analisi delle forme d'onda di uscita col mio oscilloscopio digitale.
    Riguardo il convertitore DC/DC niente da eccepire, la forma d'onda è risultata sempre perfetta, invece riguardo il motor speed controller...... beh giudicate voi e occhio alla forma d'onda al variare della tensione d'uscita e alla frequenza :



    Segue......

    ....Continua

    out-149,1-V.jpgout-107,7-V.jpgout-52,7-V.jpg

    Saluti
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 28-03-2016 a 10:51 Motivo: Unione messaggi consecutivi
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  10. #90
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Wink

    ...si una vera ciofeca....sicuramente é colpa dell'oscilloscopio....CiaoFox
    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  11. #91
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno .
    Volevo solo aggiornare un dato, mancano ancora 10 settimane al compleanno dell'isoletta e sono attualmente con un minore consumo EE di 1.255 kWh rispetto all'anno precedente, quindi raggiungerò verosimilmente l'obbiettivo dei 1.500 kWh in meno consumati (5650 - 4395) pur non avendo modificato abitudini sui consumi, anzi.
    Tutto funziona regolarmente e secondo i piani previsionali.
    Già ad oggi ho ripagato il costo delle batterie.

    [11/05/2015]
    Nota:
    Ieri mattina ho scollegato tutti i carichi per consentire una carica completa delle batterie dal regolatore.
    Vi era uno sbilanciamento di 0,20-0,25V tra il primo elemento del parallelo connesso al negativo e l'ultimo elemento connesso al positivo (questo il più alto), gli altri due elementi a V intermedi ma molto simili.
    Gradatamente durante la giornata il divario si è ridotto.
    Ho lasciato per tutto il giorno in carica ed a fine giornata, calato il sole ed a regolatore spento da circa 15' ho ricontrollato i valori.
    Tutti e 4 gli elementi segnavano 13,01-13,03V ed il SOC il 60% circa.
    Non ho potuto disconnettere singolarmente le batterie per verificare approfonditamente lo stato di ciascuna (cosa che ripeterò prossimamente).
    Riconnessi i vari carichi e voltaggio sceso a 12,84-12,94. Sempre con la batteria connessa al negativo più bassa ma adesso di 0,10V e SOC al 56%, valori simili allo scorso anno.

    Sembra apparentemente che a distanza di quasi un'anno non vi sia degrado di prestazioni.

    Ancora non ho capito bene come regolare il TEMPCO settato a -3, qualcuno può illuminarmi ?
    Il SOC rappresenta sempre un mistero come criterio di calcolo, ma seguo la mia tabella postata alcune pagine fa e sembra essere puntuale.
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 28-03-2016 a 10:52 Motivo: Unione messaggi consecutivi

  12. #92
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi scuso se vado fuori tema , sono nuovo del forum,
    Sono anche io alla ricerca di un modo per ridurre i consumi di una casa di campagna. Infatti anche se ho un impianto fotovoltaico i consumi maggiori li ho quando lo stesso non e in funzione e cioe dall'imbrunire all'alba quando il crepuscolare attiva quattro lampioni che ho intorno alla casa. Pensavo alla sostituzione di uno degli inverter con uno con sistema di accumulo. Oppure sarebbe piu economico calcolare l'assorbimento e collegarlo ad un'impianto ex novo ad isola, collegato a delle batterie tipo auto

  13. #93
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Benvenuto Gmgv.
    L'illuminazione esterna notturna da sola è in assoluto la più difficile da gestire in isola.
    Il rapporto medio di produzione FV estate inverno è di 1 a 4 circa, ed il rapporto tra le ore di buio estate inverno è di 9 a 15 circa.
    Ciò significa che in inverno serve un dimensionamento medio FV di X*4 *15/9, cioè se in etate bastassero per esempio 100Whp in inverno necessiteresti di 100Whp * 4 * 15/9 = ovvero 666Whp.
    Sempre per restare sull'esempio dei 100Whp, in inverno potresti collegare e solo di notte in crepuscolare una lampada da 9W circa, che in estate diventerebbero potenzialmente 63W.

    Quindi o riesci a dimensionare per utilizzare l'esubero durante l'estate, o resti al buio in inverno danneggiando le batterie, o sprechi un sacco di energia e di costi in pannelli.

    Per assurdo è più facile alimentare un frigorifero che le luci esterne notturne, primo perchè manca il fattore di moltiplicazione 15/9, secondo perchè il frigorifero come consumi segue in maniera inversa la capacità produttiva del FV (in estate maggiore produzione FV e maggiore necessità di refrigerare - in inverno minore produzione FV minore esigenza di refrigerare, il tutto per via delle temperature medie e dell'utilizzo tipico).

    [11/07/2015]
    Buongiorno .
    Oggi è il compleanno dell'isola e mi sembra corretto dare un resoconto aggiornato.
    Il sistema funziona egregiamente bene, non mi ha dato nessun tipo di problema se non che il fastidio di tanto in tanto in pieno inverno di dovere ricaricare l'accumulo tramite un caricabatterie da 8Ah per evitare di andare in sovrascarica (-30% residuo), per circa una decina di volte.
    Ritengo di risolvere il problema per questo inverno collegando un secondo pannello uguale da 230Wp.
    Ancora non so se utilizzare un secondo regolatore uguale a quello già montato e che mi sembra buono, collegato in parallelo, in alternativa opterei per un PIP HS 812 così da avere un unico sistema regolatore e caricatore con inverter integrato da potere sfruttare di quando in quando o in emergenza, espandibile eventualmente con ulteriori 2 pannelli FV (graditi suggerimenti e commenti).

    Le batterie sembrano reggere bene, la prova del 9 sarà in pieno inverno quando incrementeranno le ore di buio e le cariche FV si ridurranno, ecco che il PIP insieme al secondo pannello potrebbe dare seriamente una mano, su questo punto vi terrò aggiornati, cerco sempre sistemi di accumulo che consentano di ottimizzare il tutto, ma mi rendo conto che qualunque tecnologia utilizzata raggiunge sempre il punto di pareggio tra cicli e costi, quindi un sistema vale l'altro con più o meno problemi di cambi o di gestione.

    Sul fronte bollette, ho ricevuto la bolletta più bassa della storia di questa casa pari a 119,47€ rispetto alla media di 310€ ante FV e di 240€ post FV adesso ho una media di circa 160€.
    Sicuramente hanno influito abitudini ed ottimizzazioni varie oltre ad apparati meno energivori in genere e luci led in ogni e dove, di contro il costo dell'energia è aumentato e non di poco, da 0,24 a 0,30.
    Inoltre questo sistema ha portato quasi tutti i prelievi in fasce di consumo basse con ulteriore riduzione dei costi energetici (mediamente il 20%)

    Il risparmio energetico ottenuto, raffrontando 1 anno preciso è stato di 1347 kWh (media di 3,7 kWh al giorno) pari al 18,5% dei consumi totali ed a ben il 26% del prelievi da Enel.
    L'autoconsumo FV si è pure ridotto, ma solamente del 3%, quindi o siamo stati bravi ad autoconsumare meglio oppure ha poco influito realmente sui piccoli carichi.

    Che dire, lo rifarei... si sicuramente, almeno già ad oggi per come stanno le cose, anche se in inverno le batterie dessero forfait, o almeno non reggessero più tutto il carico notturno per intero.
    Essere autonomi per alcune cose lo ritengo fondamentale, e tale sistema lo ha consentito egregiamente.
    Saluti.
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 28-03-2016 a 10:52 Motivo: Unione messaggi consecutivi

  14. #94
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Elisabetta Meli Visualizza il messaggio
    ho trovato delle differenze tra i vari elementi, si andava dagli 11,6V ai 12,4V e mi sembrava eccessivo.

    Mi domando, possibile che circa 30cm di cavo da 6mm2 di collegamento tra le varie batterie possano portare questa differenza tra la prima della filiera parallela e l'ultima ?
    Ti descrivo le mie rilevazioni su un micro impianto a isola con un pannello policristallino da 240Wp e 2 batterie al gel da 70 amph in parallelo.

    Caduta di tensione quasi di 1 volt ne avevo anch'io, solo che la avevo tra il regolatore di carica e le batterie, (1.5mt di cavo da 6mm) ho uno Steca mppt 2010 che prima di andare in mantenimento a 13.7v, fa l'equalizzazione a 14.5v, solo che misurato ai capi delle batterie arrivavano 13.7v, quindi non equalizza un bel nulla, stamattina ho raddoppiato la sezione dei cavi, due da 6mmq tra regolatore di carica e batteria.

    Ora quando il led verde lampeggia in equalizzazione, misuro con un tester(Sanwa RMS) i volts e sono 14.57 sui morsetti dello Steca e sui morsetti della batteria sono 14.41, adesso equalizza efficacemente.

    In fase di mantenimento della carica, misuro 13.71 sui morsetti dello Steca e 13.65 sulle batterie, prima di raddoppiare i cavi manteneva a 13.05 v.

    Ho anch'io il parallelo tra la batterie da 6mmq, e tra una e l'altra batteria ci sono ben 1.3v di differenza, stasera preparo il raddoppio dei ponti ma lo faccio con cordine da 10mmq, quindi 20mmq totali, mentre tra le batterie e l'inverter ci metto cordina da 25mmq.

    Io ragionavo in termini di amperaggio e le sezioni erano sufficienti, ma ragionado (e misurando) in termini di tensione ho notato questa anomalia che non permetteva la corretta equalizzazione prevista dallo Steca a 14.4 nominali alle batterie.

  15. #95
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Grysogeno, grazie per il tuo suggerimento che seguirò, in effetti riflettevo che con le batterie lifepo4 si utilizzano delle placche di rame belle spesse per collegarle tra di loro in serie e parallelo, e sulla mia seconda isoletta ho avuto un piccolo problema con la batteria collegata che non si caricava bene perchè i contatti non erano serrati perfettamente bene, quindi provvederò a rifare il cablaggio con sezioni più che generose e saldamente connesse e vedremo, credo ne possa solo giovare il sistema.

    Approfitto per dire che sono in fase di studio per cablare casa in USB.
    Vorrei montare degli hub usb alimentati dai 12V dell'isola posti su ogni piano nel relativo quadro e tutti connessi tra loro, da ogni porta derivare un cavo fino a raggiungere i vari frutti tipicamente utilizzati.
    In tale modo evito le miriadi di trasformatori sparpagliati casa casa per ricaricare i vari dispositivi usb e nel contempo ottengo una comunicazione dati tra tutte le periferiche presenti.
    Ormai usb è uno standard sia di alimentazione che di comunicazione dati, perchè non ingegnerizzarlo dentro casa ?

  16. #96
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Elisabetta Meli Visualizza il messaggio
    dopo 3 giorni di cattivo tempo (produzione quasi zero) ho dovuto collegare questa mattina per alcune ore un caricabatterie per evitare di andare in sovrascarica questa notte. Il SOC era sceso ieri al'11% e batterie 11,56 V 18% reali, cosa non buona.
    Abbiamo necessità diverse rispetto all'impianto ad isola, tu cerchi il risparmio in termini energetici, io cerco la continuità di servizio per l'antenna del WiMax, Router, impianto di antenna TV e centralina pannelli termici.

    Quello che non voglio è l'intervento manuale per sopperire a sovrascariche o altro, per me l'impianto DEVE essere totalmente autonomo, nel senso che se manca la mia supervisione, l'impianto funziona sempre e comunque.

    Per fare questo ho installato in parallelo alle batterie un alimentatore switching da 29A, regolabile in tensione da 11 a 13.5v e limitato in corrente, quest'ultima funzione è molto importante per non distruggere i componenti dell'alimentatore in caso di scarica delle batterie a 10.5v dove tutti gli apparati si disconnettono in automatico, e la corrente salirebbe alle stelle.
    fvt15.jpg

    In questo modo nelle giornate di maltempo quando il pannello non garantisce un minimo di ricarica, a 12.2V interviene l'alimentatore per evitare che il tutto scenda sotto questo voltaggio.
    Ho regolato per questo voltaggio perchè corrisponde a circa il 50% della carica della batteria, sotto questa percentuale la vita delle batterie si riduce drasticamente (con quello che costano...)

    fvt20.jpg

    L'alimentatore a 12.2V interviene mandando 0.2A alle batterie (questo con il carico stanadard) e portando la tensione a 12.5V e li mantiene variando l'amperaggio in base al carico prelevato.

    Sopra i 12.5V l'alimentatore non fornisce nessuna corrente alle batterie e rimane solo l'inevitabile autoconsumo.
    Ultima modifica di Grysogeno; 14-07-2015 a 09:56

  17. #97
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Si forse abbiamo approcci diversi, in fin dei conti per me tutto è iniziato con ' ho un pannello in più, che farne ? '.
    Però considera che tutta la mia rete internet di casa, il sistema di videosorveglianza con le relative videocamere, l'illuminazione 'di cortesia' notturna e molte luci normali vanno in piena autonomia.
    Li reputo essenziali da rendere autonomi, come probabilmente lo sono frigoriferi e congelatori ed almeno una tv ed un pc in caso di black out prolungato, e per questo mi adopero.

    Che vi sia un risparmio energetico è una diretta ed ovvia conseguenza, e tale conseguenza mi ha fatto capire che i trasformatori da 12V sono la cosa più ABOMINEVOLE che uno possa utilizzare in termini di spreco energetico, siano essi per illuminazione che per qualsivoglia utilizzo tra i più disparati possibili, ne rappresento la testimonianza ed esperienza diretta.
    Forse per questo penso al cablaggio usb, vedendo tra 4 ed 8 trasformatori quasi sempre collegati alla presa, ormai li vedo come delle piccole sanguisughe, ma sarà una mia personale fobia.

    Sulla automazione del controllo carica, che dirti, posso solo darti piena ragione, proprio per tale motivo pensavo al PIP che gestirebbe ciò che gestisci tu in maniera più che egregia con altrettanta dovizia, inoltre svolge la funzione di inverter che in emergenza o in esubero di FV potrebbe tornare utile ed essere sfruttato.

    Certo la soluzione per tutti non esiste, ciascuno ha delle peculiarità e forse anche delle fissazioni che a volte si tramutano in manie e qualche volta in fobie, il compromesso devi trovarlo, anche solo solo per il quieto vivere comune.

    Da poco mi è arrivato un videocitofono wifi, rigorosamente alimentato a 12V collegato alla rete wireless di casa, ai cellulari, al pc e che funge anche da apri porta etc. etc. ancora sotto test, ecco questa è l'autonomia che voglio, e piano piano ci arriverò... spero... forse.

  18. #98
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Elisabetta Meli Visualizza il messaggio
    .....Approfitto per dire che sono in fase di studio per cablare casa in USB.....
    Prima di cablare fai delle prove con cavi a vista, generalmente la trasmissione via USB è molto critica con cavi lunghi se vuoi usarlo per la trasmissione dati.
    Se invece è solo per alimentare dispositivi, avevamo gia parlato di convertitori switching efficienti o quelli USB da macchina (a 12V) molto economici da collegare alle prese a 12 V.
    Almeno avrai meno dispersioni di corrente, una linea a 5 V è un orrore
    Impianto fotovoltaico 2,94 kWp 23° -85 est 1° CE e 3 PDC Riello aria 13 kWt (assorbimento 2 da 1,1 kW ed una da 1,3 kW) dal 2007
    Caminetto aria Montegrappa CMP05 10,5 kWt, 4* dal 2011
    Caldaia a metano Riello Family 26K
    Zona Climatica D, GG 1532

  19. #99
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Cinque mesi senza scrivere ?... possibile ?... NO!... ed allora eccomi qua .

    Tanto per aggiornarvi, in questi giorni è arrivato un secondo pannello da 230Wp con relative staffe di supporto tetto piano ed anche il regolatore/caricatore/inverter PIP HS812.
    Per ora sono in fase di studio di quest'ultimo e spero per questo fine settimana di collegare il tutto.

    L'isola continua a fare il suo lavoro, le batterie reggono tranquillamente con la complicità del tempo splendido di questo periodo, e solo una volta e per poche ore è stata necessaria una carica.
    Sinceramente non avrei mai creduto che le batterie potessero durare fino ad oggi, già a settembre ipotizzavo un imminente sostituzione, ma non parliamo troppo presto.

    Mi rendo conto che con l'evoluzione del mercato elettrico da qui al 2018 avere un'isola diventerà sempre meno conveniente economicamente, ma lo scopo iniziale, come per Grysogeno, era ed è diverso da una 'vera' isola, per cui continuo l'esperienza intrapresa con somma soddisfazione.

    Concordo con gigisolar, e non ho più proceduto nell'impresa dei 5V, ottimizzerò ancora le linee 12V esistenti e forse dedicherò una linea 220V in uscita inverter ad isola per alcuni utilizzatori.

  20. #100
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Complimenti...
    quando c'è passione e motivazione si possono raggiungere risultati ragguardevoli.
    Quello che non capisco è come in un forum dedicato alle rinnovabili e al loro utilizzo per uno sviluppo sostenibile
    si remi contro gli accumuli e a chi tenta a livello personale e lavorativo di incentivare, stiudiare e realizzare
    sistemi sempre più affidabili per il risparmio energetico da fossili utilizzando gli accumuli elettrochimici.
    I vantaggi e le soddisfazioni, oltre che personali sono anche oggettivi e "morali".
    Continua a tenerci informati

    Grazie

  21. RAD
Pagina 5 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. finalmente!!!
    Da dario82 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 18-02-2010, 12:10
  2. finalmente
    Da riomio65 nel forum L'isoletta... che finalmente c'èFOTOVOLTAICO
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 12-12-2007, 00:15
  3. finalmente !!!!
    Da riomio65 nel forum L'isoletta... che finalmente c'èFOTOVOLTAICO
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 18-10-2007, 09:19
  4. Finalmente!!!!!
    Da Giuseppe123 nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 03-09-2007, 09:55

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •