Buongiorno a tutti, vi scrivo per esporvi il mio progetto, e per chiedervi consigli e info su come procedere.
Sto iniziando a creare un sistema di produzione elettrico alternativo per la mia casa in campagna.
Ho risosrse economiche limitate, considerando che per adesso vivo da solo e ho consumi ridotti, sto procedendo a piccoli passi.
-Ho acquistato un inverter ibrido Syrio Pover da 2000w/24v con regolatore pwm 50a integrato ;
-ho 4 batterie da 12v 50a in buono stato, classiche batterie auto, da connettere in serie e parallelo per i 24v, e che serviranno solo da "tampone" , per stabilizzare;

il sistema mi servirà solo per alimentare alcuni carichi e solo in certe occasioni, diciamo "on-demand", ed entro i 1500w;
a marzo comprerò due pannelli fotovoltaici da 270 o 300w .

questo giusto farvi un piccolo quandro della situazione , andiamo al sodo :

parto da un generatore a benzina di manifattura cinese, con alternatore da 5kw dichiarati ( e devo dire che dai test alimentava saldatrice ad inverter stanley 7000 senza problemi alla max potenza di 200a); cosi come è consuma un po, e vorrei creare qualcosa che consumi meno carburante, sfruttando il motore a benzina al minimo, nn mi serve tutta sta potenza;
ho estratto l'alternatore a 220v/380v , e ho il motore che dovrebbe essere da circa 6hp dichiarati, ma per esser certi facciamo che è 3/4 hp

ho la "fortuna" di aver recuperato un motore elettrico brushless trifase da un motorinoo scooter elettrico Atala lepton. caratteristiche 1800w @ 3000rpm @36v - funzionante, testato anche in produzione, ho smontato blocco ingranaggi e con la ruota ancora connessa, facendola girare (rapporti di circa 1:8) mi produceva elettricità.

l'idea : annettere al motore benzina un piccolo generatore di idrogeno in immissione al filtro dell'aria, con adeguata regolazione del motore, per abbassarne i consumi ; collegare il motore brushless con un rapporto che gia ho di circa 1:2,5 , per arrivare a far girare il motore brushless a circa 2500 / 3000 rpm con il motore a benzina a 1000 o poco piu rpm.

Questo dovrebbe funzionare, e me la vedrò io, a voi chiedo info sulla gestione della corrente prodotta. La vorrei mandare alle batterie nonche all'inverter, che farei funzionare in modalità diretta ovvero che prende energia dalle batterie e mi fornisce 220v

Chiaramente la corrente in uscita dal brushless è trifase alternata, come procedo per allacciarmi al circuito batterie ??

-In primis ho pensato al palese ponte diodi per raddrizzare da ac a dc, controllando manualmente i giri del motore posso far si che mi escano 24/28 v, ma non vorrei fermarmi qui, mi sembra qualcosa di troppo poco stabile
- cosi pensavo di aggiungere un normalissimo regolatore di carica pwm ma mi servirebbe un buon prodotto, da almeno 50a/24v e cosi facendo non potrei far girare il tutto oltre i 1000/1200w, altrimenti dovrei mettere due regolatori di carica, ( per intenderci l'energia in uscita dal motore, raddrizzata, entrerebbe all'ingresso "dei pannelli" e collegherei l'uscita alle batterie; ma anche questa non mi fa impazzire.
-Diversamente potrei usar un regolatore di carica per turbine eoliche, non mi servirebbe il ponte raddrizz. perche questi regolatori di carica hanno già l'ingresso trifase, ma trovarne uno da 1800w è dispendioso, dovrei optare anche qui per due da 600/800w e spenderei comunque un po.
-Diversamente ho trovato in vendita regolatori artigianali da U.K. per turbine eoliche che arrivano a 2000w a prezzi competitivi, e farebbero al caso mio anche se artigianali, ma non ho ancora un sistema da "proteggere troppo" quindi correrei il rischio, ma se compro oggi mi arrivano almeno a metà marzo ...
-Ultima ipotesi, chiedo a voi :

ponte diodi e un qualche stabilizatore dc-dc ? diciamo da max 36v in entrata e 24/28v in uscita ? ad alto amperaggio chiaramente, ce n'è ??
o direttamente uno "stabilizzatore " da ac 36v a dc 24/28v , ce n'è? esistono ? qui le mie conoscenze si fermano, e chiedo aiuto

grazie a chi avrà pasienza di leggere e rispondere, mi son dilungato ma è utile esser chiari per dare piu info possibili