Mi Piace! Mi Piace!:  11
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  4
Pagina 2 di 65 primaprima 123456789101112131415162252 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 1283

Discussione: costruito pannello solare aria

  1. #21
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    io sto pensando di costruirmi un essiccatore solare per disidratare frutta e verdura.
    molte informazioni le o prese in rete ma prima di costruire chiedo a voi.
    il disidratatore lo recupero da un vecchio frigor a colonna in vetro quelli dei gelati.
    il pannello non deve fornire aria a piu di 50 gradi se no la roba si quoce.
    in casa o dei vetri grandi delle vecchie finestre sono da 2 o 3 mm di spessore e non sono doppi vetri o altro ma semplice vetraccio. vanno bene lo stesso?
    la cassa la faccio in legno, la pitturo internamente di nero, o che materiale consigliate di metterci?
    avevo letto di usare una piastra da 3 mm da mettere sul fondo della cassa per catturare i raggi, va bene cosi o avete qualche altro sistema?
    se uso la piastra metallica invecie di appicicarla al fondo la lascio scostata dal fondo cassa, si puo usare anche l aria che passa sul retro?
    quanto spazio lasciare tra il vetro e il fondo cassa ?
    praticamente mi costruisco questo vedi elio essiccatore con google , non riesco a mettere la foto.

  2. #22
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    QUOTE (peppe0306 @ 16/10/2007, 20:04)
    salve a tutti oggi ho fatto le prime misurazioni, verso le 3.30 del pomeriggio le temperaure sono interessanti,ve le mostro,con la bocchetta aperta e chiusa...oggi era una giornata con nuvole passeggere

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1192561385.jpg

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1192561419.jpg

    Mitico peppe, i miei complimenti per le tue realizzazioni! Sei un grande!
    Vedo che hai spazio, beato te, io in apartamento al pian terreno ho poco spazio e prima di forare un muro per entrare in casa con tubi e/o cavi devo chiedere a tutt'ilcondominio.
    Sono rimasto sorpreso dai rilevamento che hai fatto sulla bocchetta! 90 gradi! ammazza, e non sei neanche sotto vuoto.
    Ti do un'idea che avevo già pensato da tempo per un mia realizzazione:
    Utilizzare due lastre di policarbonato lucido(non quello che hai usato) o plexiglass, spessori 5 o 6mm) e creare una vetrocamera economica caricata con azoto o gas inerte a pressione ambiente, o pochissimo di più, ridurresti quasi del tutto le dispersioni verso l'esterno.Sarebbe quasi lo stesso principio dei tubi sotto vuoto.
    Mi ero collegato per vedere se c'e' qualche progetto o qualcuno che ne conosca uno per la costruzione di parabole solari per concentrazione quando mi sono imbattuto, con gusto, nella tua discussione.
    Ne hai qualcosa per caso?
    Saluti
    Gustavo

  3. #23

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao a tutti,in questa settimana,farò delle misurazioni tra temperatura interna e quella esterna,sia quando cè il sole sia quando non cè,mi resterà anche abbastanza facile perche basta che faccio una foto alla stazione baromatrica,che misura tutto temp.int ext vento direzione umidità ecc......
    grazie bolle e impazzitoinvolo,e a tutti gli altri per i consigli e gli incoraggiamenti,è piu facile fare esperimenti anche grazie a voi
    faccio altre considerazioni,che in passato non avevamo fatto,e la scelta del policarbonato anziche altri materiali,primo motivo perchè l'ho trovato gratis...apparte questo, avevo anche a diposizione dei vetri laterali di un pulman,abbastanza spessi,dove mesi fa avevo costruito un pannello per riscaldare l'acqua,dopo vi motro le foto,lo scambio termico che aveva con l'esterno era di molto maggiore nel vetro che non con il policarbonato,mi spiego in parole povere, mettendo i due panneli affiancati al sole,il pannello ad aria(policarbonato), e quello ad acqua(vetro pulman) piu o meno le dimensioni erano le stesse esposti al sole identica inclinazione,mi sono accorto di una cosa...indovinate,toccando il vetro....scottava,il policarbonato leggermente caldo,quasi impercettibile,significa che il vetro almeno il tipo che avevo io,o assorbiva calore,dal sole o per irraggiamento dall'assorbitore interno.anche perche il vetro avevadi 3-4mm ,inve uno spessore ce il policarbonato è fatto a camere d'aria tanti quadrati attaccati, insomma senza farmi troppi problemi,ho usato quello,penso sia stata una saggia decisione.....altri vantaggi,non trascurabili,il peso totale del pann.ad aria,e facilità di taglio.perciò le misure le decidete voi,con il vetro le cose cambiamo.
    non mi ricordo se l'ho già detto..ho messo un pò della famosa lana di in 2 puntmetallo all'interno i..all'ingresso dell'aria come filtro,e vicino alla bocchetta dell'ariasperiamo per un maggiore scambio termico dell' aria non so ancora se è meglio o peggio,pernche non cèero...come sempre allego 2 foto

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1193620036.jpg


    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1193620066.jpg

    Edited by peppe0306 - 8/1/2008, 17:39

  4. #24
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Peppe:
    Notavo solo ora che l'aria non viene riciclata, viene presa quella esterna.
    Non pensi che sia il caso(sempre che le strutture te lo permettano) di riciclare la stessa aria dall'interno della baita, scaldarla dal pannello e poi riprende il suo ciclo ripresa dalla ventola come prima? Guadagneresti un sacco di calorie in questo modo, metti che l'aria esterna è a 0 gradi, invece quella interna a 18 avresti un salto termico inferiore e scalderesti di più, in più non avresti il rischio che ti entrino insetti e/o piccoli detriti da fuori, anche se con la spugnetta resterebbe abbastanza ben filtrato.
    Comunque da quel che ho visto se l'uscita arriva fino a 90gradi ne hai di calorie e forse non ne avresti bisogno del riciclo.
    Una domanda, con questo pannello che ambiente riesci a riscaldare e a che temperatura?
    A presto
    Gustavo

  5. #25

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao impazzitoinvolo, faccio un discorso generale ma rispondo anche alle tue domande:il pannello che ho costruito per esperimento ma per l'interesse che ho per l'energia pulita, e un pò anche il mio hobby,che chi gioca a calcio, o tennis, io no.... seghetto, avvitatore.
    l'idea di prendere l'aria internamente anziche esternamente,mi era venuta subito,prima di costruire il pann, ero ben consapevole,della differenza di temperatura da esterna ad interna,e non è detto che lo faccio,ma sinceramente, volevofo trovare il metodo,e i materiali, per commutare l'ingresso d'aria (o esterna o interna)
    penso che sia il massimo, dobbiamo valutare i vantaggi che come diceva impazzitoinvolo prendendo l'aria dall'interno abbiamo un aumeto della temperatura.
    Dobbiamo anche considerare che l'ambiente ricircola aria diciamo viziata,e che il pannello potrebbe non servire solo per scaldare l'ambiente, ma in caso di assenza plungata da casa, potrebbe servire anche per rinfrescare l'ambiente, prevenire muffa....insomma tutti i benefici di un ricircolo d'aria periodico.


    non posso dirvi ancora se funziona,ma vi invito a fare delle riflessioni,ogni abitazione ha la sua coibentazione,i suoi materiali, una dissipazione termica, un esposizione rispetto hai punti cardinali,i suoi ostacoli,e tante altre variabili,perciò e molto individuale,chiaramente, le misure che mi mando interne da dove sono adesso, non posso essere peragonate le mie pareti sono di legno, spesse 4,5 cm,pavimento e tetto isolato circa7-9 cm, vetri normali.
    Per le misure della temperatura esterna,io abito al centro italia,in una piccola isola,perciò quasi al livello 0=mare.
    oggi non fa testo,perche si stava in maglietta,sembrava giugno,finetre aperte, ma aimè devo purtroppo lavorare anchio,e non ero a casa,ma vi mando comunque 2 dati chiaramente in foto,nei giorni successivi ne farò altre,piu o meno alla solita ora,poi sta a voi fare considerazioni, domande,riflessioni.
    visto che le foto non sono chiarissime,la stazione piccola ha 4 spazi il primo in alto orario, sotto temperatura interna,sotto temp. ext, sotto umidita.
    nella stazione piu grande quella piu grande ci sono vento direzione e altri valori ma penso non ci servano.



    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1193698389.jpg

  6. #26
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok allora, se vuoi fare un ricambio dell'aria è meglio senza riciclo, sopratutto se non sei sempre ad aprire per ventilare.....
    Stavo proprio pensando di farne uno anche io sfruttando le bocchette già esistenti per la ventilazione naturale, ma volevo utilizzare dei pannelli di styrophon, tipo poliuretano, che è durissimo e super isolante.
    Mi stai facendo venir voglia di farne uno anche io.........
    A presto

  7. #27

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao,sinceramente io avevo a disposizione diversi tipi di isolanti, intendo gratis o di recupero o comunque pagati poco o (policarbonato o polistirolo o un materiale che non so come si chiama è alluminio,polistirolo espanso(almeno alla vista)e alluminio è l'ho visto in dei condotti in sitemi di aria forzata,facile da tagliare basta un taglierino,a me piace le cose semplici è ho utilizzato questo,poi per fare i lati ho usato silicone e un nastro di alluminio,penso sia quello che si usa nei tubi delle stufe a legna,se ti serve consigli chiedi pure,se hai altre idee,dimmi pure, io per adesso ho cercato di utlizzare soluzioni pratiche facili e alla portata di tutti,sia come concetti che come materiali,sicuramente si può migliorare,ma cerchiamo di non utlizzare,materiali o procedimenti industriali,altrimenti non è piu fai da te....ti posso solo dire che nella costruzione del mio pann, la cosa piu difficile è stata il taglio del foglio di rame,che ho utlizzato le forbici per tagliare i telai dei montanti del cartongesso,e la piega del rame,che ho piegato a mano(ma con attenzione) in somma recuperato tutto il materiale ho cominciato dopo cena,verso le 1 di notte il pann era pronto come struttura,poi ci ho messo un pò di piu prima di collegarlo per fare delle prove su come vericiarlo internamente,che ventola utlizzare,diametri ecc....ma è stata una cosa semplice,e divertente,non ti è venuta voglia di costruirlo....???

  8. #28
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ottime le tue scelte di economia, sono anche io del parere che se una costruzione che serve per risparmiare è un controsenso spenderci un sacco.
    Ne ho voglia si eccome di costruirne uno! Ma devo ancora sistemarmi il garage che è pieno di cianfrusaglie causa di scadenza dell'affitto dell'altro garage dove avevo diverso materiale dei miei hobbies, pratticamente ho messo due garage in uno, forse dentro un mese riuscirò a rimetterci dentro la macchina.Apena sistemo mi ci metto almeno a fare qualche prototipo in scala per le misurazioni e rilievi vari, ho un paio di pannelli di stirofom (quella specie di poliuretano azzurrino) ed il resto è procurabile senza problemi.
    A presto!

  9. #29
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve a tutti, mi sa tanto che ci provo anch'io anche se la mia casa e esposta verso ovest ed est

  10. #30

    User Info Menu

    Predefinito

    accipicchiolina,nemmeno a farlo apposta qui sono giorni che il sole non esiste......speriamo domani il tempo dia piu bello ">

    [03/11/2007] Ciao beerladen,io invece del vetro,userei il policarbonato....è molto piu leggero e lavorabile,non perche l'ho usato io,ma secondo me è meglio,ricordati che la temperatura per quello che devi fare te non deve essere troppo alta perciò pensa bene hai volumi e alle superfici,per quello che ti posso consigliare,non sono un espeto ma una persona qualsiasi che da qualche giorno ha fatto qualche esperimento,con quello che ho recuperato...
    in goni caso il vetro va benissimo per quello che davi fare te,ma seondo me meglio il policarbonato,il telaio della cassa va bene anche di legno,ma isola dal materiale assorbitore solare,con quello che hai a disposizione: sughero,stifterite,polistirolo espanso a lastre,(meglio che non usi la lana di roccia epr le polveri..) e se devi usare la lamiera non la pendere troppo spessa altrimenti appesantisci troppo,verniciala di un nero opaco,e quando vernici puccetta il pennello.per le dimnasioni prendi spunto da quello che ho fatto io l'apertura sotto falla piu grande (aspirazione dell'aria) e sopra l'aria calda devi farla entrare in una scatola chiusa magari con delle mensole dove appoggi la roba da seccare,nella parte posterire alta fai una fessura per non farli fare condensa,quando poi metti i funghi spedisci pure un vesetto.....da qualche parte in questo forum ho visto delle foto e un azienda che lo vende prendi spunto da quello,anche se fai le cose non identiche funzionerà bene lostesso.

    tornado alla prove di temperatura,oggi qui cèra il sole e ance stasera ho fatto delle foto per misurare la temperatura esterna-interna 10,5 ext- 20,4 interna, consideriao anche che verso le 20, internamente la temparatura era di 23-24.la coibentazione delle pateti non è il massimo.

    scusate non avevo messo la foto,ma tanto vi fidate.....

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1194043657.jpg
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 26-03-2016 a 12:02 Motivo: Unione messaggi consecutivi

  11. #31
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    proprio questa mattina mi sono messo all opera e o costuito un pannello di quasi 1 metro quadro.
    o costruito la cassa in legno dietro o messo la stiferite, sopra una lastra di alluminio verniciata di mero opaco,e infine un grosso doppiovetro.
    o praticato le feritoie in alto e in basso, e sono andato a mangiare, al ritorno, la lastra interna era bollente e dall alto usciva un caldo tepore!
    il materiale tutto di recupero,o comperato solo le viti da legno.
    un ultima domanda forse sciocca: se appiccicate alla piastra assorbente ci si applicano delle alette nere come in elettronica si usono le alette dissipatrici per eliminare il calore, nel nostro caso dovrebbero favorire lo scambio termico piastra aria giusto?
    visto che la piastra é rovente, se la si tiene scostata dalla cassa si puo utilizzare il retro per aumentare lefficenza?
    domani con calma lo provo meglio e provo a costruire la cassa dell essiccatoio,
    se funziona ne faccio uno piu grande. :)

    Edited by beerladen - 3/11/2007, 19:28

  12. #32
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao beerlader potresti anche far passare il flusso d'aria prima da un lato poi dall'altro della piastra,ma sono tutte prove che devi fare dipende anche dalle temperature che ti servono in uscita.
    Le alette se sai come saldarle alla piastra sono un ottima cosa (ma devono avere un ottimo contatto con la stessa), per questo mettono la paglietta metallica per aumentare la superficie di contatto quindi di scambio

  13. #33
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ok ottima anche la paglietta, ma quella non é nera, se copre la piastra la rende vana .
    la paglietta, come dove dici di metterla?, che spessore posso raggiungere con la paglietta
    la temperatura non deve superare i 50 gradi quindi non é difficile ma ora che sto studiando la cosa mi interessa in tutti i sensi.
    buone birre a tutti

  14. #34
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Segui l'esempio di peppe mi sembra un ottima idea.
    Hai completamente ragione che la paglietta non deve coprire la piastra, ma si devono avere dei compromessi negli scambiatori di calore è per questo che tidico che devi fare delle prove e trovare la soluzione che va meglio per te
    Per lo spesore devi in pratica devi occupare lo spazio che va dal vetro alla piastra cosi l'aria è costretta a passare attraverso la spugnetta e a scambiare calore con la stessa.
    Dopo per il tuo caso la spugna puo essere positiva o no perche potrebbe rallentare troppo la fuoriuscita d'aria calda o potrebbe aumentare troppo la temperatura dipenda anche dall'irraggiamento del sole che hai ecc. ecc. ecc. le variabili sono tante
    Visto che mi sto cimentando anche io nella costruzione e tu hai gia iniziato mi puoi dire le misure del tuo telaio ? ho dei dubbi sullo spessore grazie

  15. #35
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    il pannello lo o costruito intorno al vetro che o trovato quindi le misure sono di poco aiuto, 150cmx80cm, la misura importante secondo me é la distanza tra il vetro e la piastra , io o messo 8 cm e sicuramente sono troppi, qualcuno puo confermare questo?

  16. #36

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao secondo me non sono troppi,in ogni caso mettilo al sole,misura la temparatura, se è il caso se la temp, è troppo alta, aumenta l'apertura dell'aria in basso e in alto.
    purtroppo ogni pannello che costruiamo alla casalinga, usiamo tutti materiali,diversi, e dimensioni diverse,perciò l'unico modo e misurare e provare....

  17. #37
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve a tutti...ho appena finito di realizzare e ho cominciato a testare il pannello autocostruito.
    Da una precedente esperienza, realizzata con un pannellino creato con una cassa di legno, isolamento in lana di vetro e un'assorbitore di calore preso dal retro di un vecchio frigo...mi sono reso conto delle possibilità x un eventuale uso anche ad aria......da allora ho cominciato a pensare alla costruzione di un grande pannello, ma tenendo ben presente il fatto di usare materiali il + economici possibile.
    Allora....la scelta per la costruzione del telaio è caduta sulle semplici "U" x cartongesso dello spessore di 7 cm. il fondo usato x chiudere il retro del pannello è una lastra di vetroresina.
    Per l'interno, mi sono affidato ad un materassino di lana di roccia con alluminio da un lato (quelli che si usano x le canne fumarie) x l'assorbitore, invece, ho usato una lastra di recupero che ho trovato in ricicleria...( era una piscina circolare con lastra ondulata di 90 cm di altezza).
    La realizzazione è cominciata assemblando con angolari messi internamente ai profili ad U, poi sfruttando i fori che i profili hanno nel fianco ad una distanza di 25 cm. ho avvitato dei pezzi di legno lunghi 10 cm da un travetto di cm.5 x 4, questi pezzi, secondo me, sono molto importanti perchè mi hanno consentito di avvitarci la lastra di assorbimento del pannello ( ovviamente dipinta in nero opaco) e di mantenere una distanza di circa 2 cm sia dalla copertura in policarbonato che dal materassino sottostante.
    Una nota importante , sempre secondo me... è stata anche l'inserzione di tessuto non tessuto messo a mò di rotolo ogni metro del pannello, in modo da creare nel mio caso, 2 punti nel pannello dove l'aria rallenta x passare attraverso il tessuto.....
    I risultati sono molto promettenti....vi invio qualche foto e se volete info....sono qui....
    X ultimo alcuni dati x farvi un idea ....il pannello è 3mX1, io sono a vicenza (tra l'altro mi piacerebbe molto trovare gente vicina anche x collaborazioni in ambito di autocostruzione...) le foto si riferiscono alle ore 13,30 del 4 novembre, temp. esterna 18° al sole mentre 13° all'ombra.
    Ciao a tutti
    Andrea

    Scusate, queste sono le immagini...

    image
    image
    image

    Edited by andreame59 - 20/11/2007, 22:30

  18. #38
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Certo beerladen chiedevo le distanze tra vetro e piastra le altre dimensioni si fanno a seconda delle esigienze.
    Le distanze interne tra vetro e piastra invece possono risultare molto importanti come la grandezza della presa dell'aria e quella dell'uscita,si deve avere un giusto compromesso per avere un ottimo scambio di calore.
    I miei lavori vanno a rilento perche qui e molto difficile recuperare una piastra di rame che poi visto forse il colore la fanno pagare come se fosse oro, mi sa che ripiegero verso una piastra di altro materiale


    Dimenticavo ottimo lavoro andreaam la linea mipiace molto poi bisogna verificare la sua efficienza,ma i 18 gradi sono dell'aria in uscita? E poi che temperatura vi era all'esterno? grazie e ciao

  19. #39
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    I 18 gradi sono dellatemperatura esterna....la temperatura del pannello in quel momento ( vedi la foto con il termometro inserito...) è di 102 gradi con ventola in funzione.
    la temperatura poi si stabilizzava ieri a circa 70 gradi con funzionamento continuo.

  20. #40
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (andreame59 @ 5/11/2007, 13:17)
    I 18 gradi sono dellatemperatura esterna....la temperatura del pannello in quel momento ( vedi la foto con il termometro inserito...) è di 102 gradi con ventola in funzione.
    la temperatura poi si stabilizzava ieri a circa 70 gradi con funzionamento continuo.

    Praticamente ad un metro dal panello hai una portata di xxm³/h a yy°C, e importante conoscere entrambi.

    Un ventola da 50m³/h a 60°C potebbe essere paragonabile a magari 100m³/h a 30°C, la seconda offre un migliore confort.

    CITAZIONE (peppe0306 @ 29/10/2007, 02:08)
    .......ho messo un pò della famosa lana di metallo all'interno in 2 punti..all'ingresso dell'aria come filtro,e vicino alla bocchetta dell'ariasperiamo per un maggiore scambio termico dell' aria non so ancora se è meglio o peggio,....

    Non se se qualcuno lo ha già consigliato, Io penso che la Lana la devi allargare non comprimerla, farla gongiare un po per lasciare più aria in mezzo e stirarla per tutta la lunghezza, l'aria deve circolare facilmente all'interno, e dovresti aumentare il superficio di esposizione all'sole.

  21. RAD
Pagina 2 di 65 primaprima 123456789101112131415162252 ... ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •