i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  11
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  4
Pagina 1 di 64 1234567891011121314152151 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 1280

Discussione: costruito pannello solare aria

  1. #1

    User Info Menu

    Predefinito costruito pannello solare aria



    salve a tutti,e un grazie a tutte le persone che danno idee,per creare qualcosa di utile, nel rispetto dell'ambiente,vorrei farvi vedere il pannello che ho fatto l'altra sera,e sapere se qualcuno sa darmi dei consigli nel miglioralo, apportando delle modiche.Adesso faccio una breve descrizione dei materiali:

    assorbitore Lastra di feltro catramata e lastra di rame ricoperta di sabbia di ferro

    telaio fatto a (U)ho utlizzato la lamiera zingata per il carton gesso

    policarbonato

    un pezzo di tubo arancione diametro 100

    isolante lastra di alluminio postitolo espanso alluminio


    costruito pannello solare ariacostruito pannello solare aria
    Immagine originale


    mi ero dimenticato altre foto

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1191893345.jpg
    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1191893313.jpg

    NOTA DI MODERAZIONE per i nuovi utenti:
    Alcune immagini dei messaggi successivi non sono visibili in quanto i relativi autori le hanno rimosse dai rispettivi siti o gli stessi non sono più raggiungibili.
    Vi suggerisco di continuare in ogni caso la lettura ricca di molte immagini esplicative
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 26-03-2016 a 19:22 Motivo: Unione messaggi consecutivi / Nota

  2. #2

    User Info Menu

    Predefinito

    peppe,
    innanzitutto complimenti,io ti avrei consigliato lamiera verniciata nera e pagliette metalliche ma non è detto che la tua soluzione sia peggiore.
    Vedo hai un pannello fotovoltaico, quindi immagino anche una ventola...hai intenzione di fare un sistema di controllo o fa tutto dio sole?
    Ciao e non dimenticarti di aggiornarci sui risultati.
    Ciao
    Bolle

  3. #3

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao bolle,forse hai ragione tu,ma nella mia ignoranza è avendo a disposizione solo un termometro digiatale, ho fatto delle prove sui materiali,anche sulla lamiera pitturata, ho provato anche con i fumi di canfora sullalastra du rame,meglio la polvere nera allego altre prove,mi sono accorto che aumentando l'apertura dell'aria in ingesso la temperatira di uscita arriva oltre 88 gradi centigradi è anche difficile miusurare perche brucia la mano prova fatte mezzora fa2.30 inclinazione quasi 90 gradi,consideriamo che il sole non era perndicolare d che siamo a ottobre, vorrei sapere da chi ha fatto un pannello simile, piu o meno la temperatura di uscita, per rendermi conto se devo migliorarlo se è possibile,o va bene cosi.accetto consigli da tutti,ogni soluzione e ben acetta,

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1191934700.jpg

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1191934737.jpg

  4. #4
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    L'idea di "spolverare" con sabbia silicea asciutta la superficie del captatore preventivamente verniciata con catramina ancora umida era venuta anche a me, poi ho optato per soluzioni più tradizionali.
    Vivissime congratulazioni!
    Continua ad informarci sulla evoluzione delle tue esperienze, e facci sapere se riesci a realizzare una applicazione pratica. (Acqua calda, riscaldamento ecc.)
    :D

  5. #5

    User Info Menu

    Predefinito

    ho fatto delle modifiche,non so se ci saranno dei benefici hai fini di temperatura in comunque ho levato il foglio di feltro ricoperto di sabbia (magica) e pitturato direttamente la lastra di rame poi messa sopra la sabbia di ferro e silicio ematite pirite...un po un miscuglio di minerali quando la vernice era ancora fresca,se ho tempo e tutto e asciutto faccio delle prove se è meglio o peggio di prima come temperatura di uscita,ma penso che devo lavorare anche un pò sulla quantita di aria che entra,e sulla velocità della ventola,ci mettrò un potenziometro.vi allego una foto di un ora fa,dopo vado a letto ...sono quasi le 5...spero che qualche santo mi dia dei consigli o dei dati su esperienze fatte nei panneli solari a aria.......

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1191984820.jpg

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1191984854.jpg



    [11/10/2007] salve a tutti, anche s eper ora nessuno è intervenuto, ne per una critica,ne per un consiglio volevo solo portare a conoscenza delle prove che ho fatto prima di costrire il pannello di temperatura su cosa usare come assorbitore,e sfatare il mito della calzetta di acciao o ferro,o forse la mia è diversa da quella usata da altri pannelli,consideriamo che comunque quella che ho io in alcuni punti si è arrugginita e alcuni punti sbriciolata

    nelle tre foto nei lik sottostanti ci sono 3 foto della temperatura misurata nel carta nera catramata, carta nera catramata con sabbia (un pò particolare,non si ossida e non arrugginisce,) e lana di acciaio o ferro non so.


    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1192133925.jpg

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1192134011.jpg

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1192134048.jpg
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 26-03-2016 a 12:03 Motivo: Unione messaggi consecutivi

  6. #6

    User Info Menu

    Predefinito

    peppe,
    l'unico consiglio che posso darti è di continuare sulla tua strada senza preoccuparti della paglietta. Anche se non scrivo, seguo interessato i tuoi sviluppi.
    Ciao
    Bolle

  7. #7

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao bolle,e a tutti quelli che seguono questa discussione anche se non intervengono, visto che ci sono spiego le ultime prove fatte, e i risultati ottenuti,cerco tutti i giorni alla solita ora di fare delle modifiche al pannello (per fare le prove rispettando l'inclinazione del pann. l'insolazione mettendo un amperometro in serie al pannello solare,insomma in modo rudimentale e economico cerco di tirare fuori dati e confrontarli, con quelli precendi per vedere se ci sono vantaggi).
    ipotizzando che la temperatura in uscita dal pannello è accettabile per essere ad ottobre,oggi ho fatto un bel pò di prove con pannelli fotovoltaici,di varie misure e potenze,abbinati a ventole di potenze e diametri diversi,con in serie alla ventola un potenziometro per regolare il numero di giri,un voltmetro in serie e un amperometro in parallelo, non mi metto a spiegare tutte le prove,tiro fuori qualche conclusione,sempre secondo il pannello da me costruito perciò :un volume interno calcolato92x64x3.5cm, assorbitore non in commercio rame e sabbia metallica,8 fori di ingresso aria fredda 2x2cm e diametro uscita arica calda110cm, e non è detto che valga per altri pannelli, il miglio rendimento, temperatura, velocità dell'aria,temperatura di uscita,l' ho ottenuto con vendola da 90cm diametro, potenza,2.5watt diametro foro 110, ho dovuto ridurre gli 8 fori di intresso dell'aria da 2x2 a 1x1 ma triplicarli perciò 24, la temperatura in uscita non era piu 88 gradi ma leggermente inferiore,e forse non e male, non penso che le bobine della ventole durino troppo a quella temparatura,figuriamoci quando farà piu caldo....se qualcuno ha qualche consiglio,idea o qualche dato sulle velocità di entrata o di uscita dell'aria,stò aspettando a posizionare il pannello,perche voglio essere sicuro che funzioni al meglio e non ci voglio piu mettere le mani a parete o tetto non ho ancora deciso, visto che siamo in un forum di fai da te e solare, vi faccio vedere una cosa che ho finito qualche giorno fa un impiantino solare misto solare eolico, con un ups modificato 2200watt uso continuato,e impianto luci 12 volt,ecco alcune foto

    http://image.forumcommunity.it/1/0/2/7/0/3/2/1200245899.jpg

    http://image.forumcommunity.it/1/0/2/7/0/3/2/1200245999.jpg

    http://image.forumcommunity.it/1/0/2/7/0/3/2/1200246120.jpg

    http://image.forumcommunity.it/1/0/2/7/0/3/2/1200246211.jpg



    non sono espertissimo in questo settore, ma con un pò di esperienza,un pò do voglia o fatto qualcosa di funzionante per ora...,,manda avanti la mia baitina per l'acqua ho la fortuna di avere una sorgente e l'acqua calda la fa il mio pannellino solare sottovuoto

    http://image.forumcommunity.it/1/0/2/7/0/3/2/1200246285.jpg



    ringrazio tutti voi del forum energierinnovaboli perchè moltissime cose che ho costruito o istallato,le ho fatte grazie hai vostri consigli,e le vostre esperienzè

    Edited by peppe0306 - 13/1/2008, 18:45

  8. #8
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito


    Eccezionale!.......sei veramente un grande.

    Marco

  9. #9

    User Info Menu

    Predefinito

    peppe,
    finalmente ti ho trovato:sei un pazzo come me!!!!
    Complimenti per tutto quello che hai fatto, non avevo mai trovato prima una persona che utilizzasse solare fotovoltaico, termico ed ecolico come faccio io....bè cosa dirti: benvenuto fratello...e stavi zitto zitto senza dire nulla? :-)
    Potremmo scambiarci parecchie informazioni, anche se penso che non ti occorrano.
    Comunque tornando all'argomento del pannello ad aria, che ho intenzione anche io di istallare ( ma aspettto i tuoi risultati ), non mi è chiaro come fai il sitema di controllo della ventola. Per spiegarmi meglio quando fai partire la ventola e quando la fermi?
    Se fossi io,istintivamente impiegherei un doppio sensore termico : uno nel pannello ed uno in casa. Quando la temperatura del pannello è maggiore ad esempio di 10 gradi potrebbe partire la ventola. Tu come hai intenzione di risolvere questo?
    Ciao
    Bolle
    PS:Le misure dei diametri dei tuoi tubi sono in mm, si capisce che non sono cm, ma non tutti sono così svegli.

  10. #10
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (peppe0306 @ 9/10/2007, 02:01)
    ....

    Bravissimo.

    Lo scopo qualè ? avere una fonte di aria calda d'inverno per scaldare la casa ?

    Presumo che per avere per esempio una portata di 100 m³/h di aria calda bisogna fare passare attraversa questo "scambiatore", mi chiedo come si può fare per aumentare il superficio di contatto, perchè non penso che un superficio piatto sia sufficiente, forse per questo che qualcuno usa la paglietta, perchè anche se più fredda ha un ottimo superficio di scambio.
    Cosa pensi ?

  11. #11
    x x

    User Info Menu

    Predefinito

    Premesso che pannelli simili esistono già in commercio, vorrei darti i miei suggerimenti :
    1) prova a mettere la ventola all'ingresso e non all'uscita : ovvero
    ambiente,
    filtro per polvere + eventuale serranda di regolazione portata
    ventolina
    distributore flusso (i tuoi fori ingresso aria)
    assorbitore pannello
    uscita aria calda verso casa
    2)se hai la possibiltà usa un vetro basso emissivo o un vetrocamera basso emissivo
    (i vetri basso emissivi sono trasparenti alle radiazioni emese dal sole , luce visibile + infrarosi corti, ma riflettono gli infrarossi emessi da corpi con temperatura fino a 200 c°) ATTENTO al verso di montaggio .
    3)si può bilanciare il sistema pannelo.FV-serranda.regolazione.portata-ventola in modo tale che in automatico in modo tale che il sole faccia partire la ventola ed entri in casa soltanto aria calda .

    ciao da Recoplan

  12. #12
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    QUOTE (Wilmorel @ 9/10/2007, 19:22)
    Vivissime congratulazioni!
    Continua ad informarci sulla evoluzione delle tue esperienze, e facci sapere se riesci a realizzare una applicazione pratica. (Acqua calda, riscaldamento ecc.)

    La migliore applicazione è quella di utilizzare l'aria riscaldata per alimentare una pompa di calore aria/acqua.
    In questo caso non serve alcuna ventola aggiuntiva, basta l'aspirazione della PDC.


  13. #13

    User Info Menu

    Predefinito

    salve a tutti vedo che qualcuno comincia ad interessarsi,bene,bene, allora ho montato un oretta fa il pannello,e vi mostro subito le foto:

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1192475390.jpg

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1192475412.jpg

    ti ringrazio bolle,per i complimenti che mi hai fatto per l'impianto fotovoltaico eolico e termico, e poi ho fatto anche altre cosucce,che se vuoi ti mostrerò,sempre per risparmio,ma non avendo bisogni di consigli,ho fatto tutto da solo,quando ho invece ho avuto bisogno di voi.....ho messo subito la discussione nel forum,per ascoltare i voi altri piu asperti di me, stò guardando il miglio verde,che non ho mai visto per intero ci sentiamo dopo

  14. #14
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (peppe0306 @ 15/10/2007, 22:31)
    ----

    Non sarebbe meglio togliere dall'forno il panello FV ?

  15. #15

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao a tutti film finito,rispondo a bolle,ti spiego il sistema di funzionamento del pannello ad aria,senza troppe complicazioni o sensori di temperatura,non a caso ho perso un po di tempo nel dimensionare ventola pannello fotovoltaico, ti spiego in parole povere, mettiamo che cè il sole che picchia sul pannello l'aria entra dal sotto del pannello, la luce solare attraversa il policarbonato la sabbia metallica si scalda in un attimo,il pannello raggiunge una certa potenza fa muovere la ventola a seconda dell'intensità del sole, aspira aria da dentro il pannello è la getta in casa, lo scopo di tante mie prove, pannello fotov. potenza della ventola,era che se c è poco sole o luce non diretta la ventola non deve muoversi altrimenti butta aria fredda, (esempio se utlizzate una ventola da alimetatore da pc 12 volt 0.12 amp,e un fv da 5 watt questà girerà anche se non cè sole basta pocchissima luce anche se nuvoloso,spigerebbe aria fredda...) (invece se mettete una ventola con troppo assorbimento non si muoverà mai o solo quando il sole è perpendicolare al pannello o quasi ) perciò il giusto compromesso pannello ventola è importante,come è anche importante il volume della camera d'aria,è inutile farla troppo grande,perciò dimensionado bene la ventola non serve nessun controllo,si autoregola da solo piu sole piu scalda l'aria e piu gira veloce, se poi è fastidioso il rumore della ventola potete sempre mettere un potenziometro in serie per regolare i giri, semplice e funzionale,collegando in serie un termostato ambiente meccanico una volta raggiunta la temperatura impostata il circuto fv ventola si apre.....
    considerate che quando ho costruito questa scatola ho pensato si scaldare una baita di 25 metri quadri,che è molto piu piccola di volume perche il tetto im media è alto 2metri,non so ancora se potrò scaldare tutto l'ambiente,ma faccio alcune prove poi vi tengo aggiornati con le temperature esterne ed interne

    stavo rifrettendo su i consigli che mi avete dato,sul discorso della paglietta,io ho recuperato da un risorante un rotolo di paglietta,ma lasciandola all'esterno si è in parte arrugginita,è sbriciolata ho fatto delle prove ti temperatura sia nella parte rugginosa, che nella parte buona...... ho messo delle foto nelle pagine precenti.....sicuramente ha uno scabio termico maggiore della lamiera di rame con sabbia sopra,ma finche non trovo una paglietta,che resiste un pò di piu...non la metto.
    riguardo al discorso di mettere una ventola di aspirazione dell'aria fredda,non so sè è una buona idea,mi sono accorto che facendo piu fori di aspitazione invece di uno o due, la temperatua di uscita dal pannello era piu alta,sicuramente perche l'aria non passa in un canale unico ma in molti piu piccoli è ha il tempo di riscaldarsi maggiormente,perciò con molti fori di entrata è difficile mettere un ventola di ingresso,forse andrà bene peraltri tipi di pannelli ad aria ma nel mio caso forse non è una buona idea,per il vetro sicuramente ne esiste di piu perfomanti,ma qui all'isola d'elba, è gia difficile trovare il policarbonato,e forse è un pò piu economico,
    una cosa che invece mi fa riflettere e fare una regolazione ingresso dell'aria,anche se in qualche modo nel mio pann. basta tappare dei fori piccoli,invece come già avevo intuito,ho fatto una chiusura nella bocchetta dell'aria calda in uscita come da foto pag.precedenti, perche come l'aria calda entra può anche uscire,ciè quando fuori è freddo e a casa cè caldo...il pann funziona al contrario,
    è vero che esistono gia i pannellil in commercio,ho letto qualcosa da beppegrillo o pagine simili, è non pretendo neanche ri arrivare hai rendimenti delle aziende che li producono,ma vuoi mettere la soddisfazione,di creare qualcosa da solo,è magari funziona.....poi cè anche un aspetto importante,che non se tutti considerano:
    ventola 2.15 euro
    policarbonato 9 euro
    stecca di lamiera zingata 7 euro per il telaio
    lastra rame...quello costa un pò 30 euro ma qui sono un pò ladri..siamo in un isola
    pannello 5watt ebay 30euro
    isolante polistirolo espanso ricoperto da entrambi i lati da alluminio 10euro
    una striscia di retina di alluminio...avanzo di una zanzariera
    termostato ambiente 7euro piu o meno non ricordo
    qualche vite autoforante quelle da cartongesso per capirci esagerando 1 euro
    totale 96€
    penso di non eesrmi dimenticato nulla ma poi questo non è il forum del fai date......
    scusate per alcune risposte non volevo essere scortese verso nessuno,anche se alcune rispote possono sembrare un pò scontrose,non è mie intensione sminuire i consigli delle persone che sono intevenute,anzi continuate a darmi consigli o modifiche,considerate che non ho molti mezzi, tempo e soldi a disposizione,perciò.......
    in ogni caso ho recuperato quasi tutto il metriale per costruirne uno piu grande praticamenete il doppio....vorrei fare alcune modifiche, tipo regolazione aria ingresso,mettere delle piccole ventole in ingresso tipo quelle da processore di pc. il pannello fv metterlo sopra al foro della ventola sollevato dalla lasta di rame verniciato,ma insuppato dalla famosa paglietta....forse...è meglio...dimenticavo nella lista mi sono dimenticato una cosa la sabbia magia per verniciare il rame 235 euro..... "> scherso

    scusate se faccio le cose a rate...ma sto giocando in rete con un mio amico non voglio farlo vincere,e scusate se faccio qualche errore di ortografia, o qualche discorso non torna...ma mi ritrovo la notte a scrivere stanco morto e non rileggo quello che scrivo, ma spero che il senso dei discorsi si capisce..spero...
    rispondento all'ultima domanda che mi ha messo il dubbio,il pannello fv dovrebbe resistere abbastanza bene le temperature alte della camera, forse sarebbe stato meglio,invece di un policristallino, che di colore bluasto viola, un bel colore nero monoscirallino, a film sottile nero opaco e magari era meglio se verniciavo il teaio di alluminio dell fv di nero....acc..perchè non ci ho pensato prima....ma visto che ci sono molti esperti... ache temperature regge un pannello fotovoltaico....???aggiungo economico..
    per adeso ha tenuto 3-4 giorni appoggiato ad un tavolo al sole
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 26-03-2016 a 12:04 Motivo: Unione messaggi consecutivi

  16. #16
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    secondo me infatti , senza complicarsi troppo la vita, è utile montare il pannello fotovolatico attaccato direttamente alla ventolina che possa reggere fino a 18 volt così, sarà il sole in automatico a farla muovere, più sole c'è, più il pannello scalda, più la ventola gira perchè aumenta il voltaggio del pannellino Fv, più automatico ed inteligente di così si muore. La ventolina inizierà a girare già da 6-7 volt in poi aumentando col sole.

    Il sole regolerà sia la portata che l'intervento, non credo che in casa si arriverà mai a dover spengere la ventolina per il troppo caldo, ma se così fosse, basterebbe collegare un semplice termostato (normale che abbiamo tutti) da regolare dalla stanza

  17. #17

    User Info Menu

    Predefinito

    salve a tutti oggi ho fatto le prime misurazioni, verso le 3.30 del pomeriggio le temperaure sono interessanti,ve le mostro,con la bocchetta aperta e chiusa...oggi era una giornata con nuvole passeggere

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1192561385.jpg

    http://image.forumfree.it/fc/1027032/1192561419.jpg

  18. #18

    User Info Menu

    Predefinito

    peppe,
    in effetti la scelta di inserire il modulo fv all'interno del pannello è discutibile anche perchè riduce la superfice di ricezione solare...ma cmq non avrà problemi di temperatura.
    Il problema che sollevo è sul sistema di controllo, penso (ma solo teoricamente) che una partenza della ventola legata alla sola presenza del sole mi rende perplesso. Gli altri sistemi in vendita utilizzano cmqm il tuo sistema...ma io sono molto perplesso.
    Arrivo al dunque, io mi concentrerei (ma sto solo pensando a voce alta) non sul pannello fotovoltaico, la ventola può essere alimentata anche con la 220, ma su la differenza di temperatura pannello / casa in modo da non preoccuparmi di avere spinta di aria fredda all'interno di casa.
    Ho una idea a basso costo...ci penso e ti scrivo.
    Un altro discorso che va analizzato è :l'aria è un isolante termico.
    E' per questo che l'aria non si adatta alla perfezione come trasmettitore di calore.
    Ciao
    Bolle
    PS:Per le altre cose che realizzi...parlane pure...il FORUM HA NECESSITA' di persone come te.

  19. #19

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao bolle all'inizio,come si vede dalle foto il pannello fv era attaccato lateralmente al pann .solare,poi per farlo piu carino,e piu compatto,meno traballante,l'ho messo all'interno,ma hai sicuramente ragione,all'interno almeno ad orecchio la ventola girà molto piu lentamente, quasi la metà,senza considerare,che con le temperature alte oltre 90 gradi,il rendimento del fotovoltaico è di parecchio inferiore,come minimo andrebbe raddoppiato....mi sono accorto anche di un altra cosa...adesso che è montato a parete,la ventola partiva solo quando il sole era quasi perpendicolare,altrimenti la ventola non partiva,in ogni caso ti assicuro che se dimensionato bene potenza ventola,pannello aria fredda non entra anzi ora il problema contrario anche se il pann. aria è caldo parecchio caldo,la ventola gira ancora troppo lentamente,appena un nuvoletta rallenta e si ferma,il prossimo che costruirò ho quasi tutto manca solo la miscela voglia/tempo, raddoppio il volume e trplico il pann fv,e visto che la spesa meggiore è il pann.fv invece che sprecare energia metto un altra ventola nella parete nord e d'estate la faccio lavorare al contrario butta aria fresca,se vedo che non basta,la intubo con pvc sotto terra che sicuramente la temparatura è piu fresca....tipo impianto geotermico,ho magari la inzuppo nel pozzo che ho vicino....

    [24/10/2007] MI rispondo da solo....un utente del forum e bolle avevano ragione.....me ne sono accortoa mie spese,il pannello dentro il pannello ad aria andava levato 1)perche rende la metà è quindo la ventola gira molto piu lentamente 2)il calore ha deformato il conternitore (morsetiiera dietro il pann fv)perciò ho smontato tutto e fatto le modifiche,pannello esterno e visto che orami sembrebbe che tutti la usano ho aggiunto 2 strice di lana metallica all'interno......non so se funziona di sole ce ne stato molto poco in questi 2 giorni,ma vi farò sapere il prima possibile dei dati sulle modifiche del pann.Piu che altro vorrei sapere qualche risultato o esperienza su chi lo ha gia fatto un pannello simile....e se gli funziona,ma gari ha fatto piu prove di me e ha avuto risultati migliori....
    la costruzione del pann piu grande è rimandata non mi sentro troppo bene ho preso la tosse....passerà
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 26-03-2016 a 12:01 Motivo: Unione messaggi consecutivi

  20. #20

    User Info Menu

    Predefinito

    peppe,
    c'è sempre chi ha trovato un sistema migliore, ma non è detto che sia vero. Quindi fai benissimo a cercare confronti ma se analizziamo in modo sintetico il problema pannello solare ad aria ti renderai conto che è solo un problema di rendimenti. Mi spiego meglio: un pannello di n m2 assorbe una certa quantità di energia dal sole e una certa percentuale la convogliera all'interno di casa.
    Il pannello solare ad aria venduto dalla società pioncopallo avrà un rendimento che può essere più alto di un pannello fatto in casa...ma di quanto?
    1% oppure il 5%? Siamo sicuri sicuri che i sistemi 'professionali' abbiano efficienze così elevate rispetto quelli fatti in casa?
    Il problema poi' non è legato solo al pannello ma anche dal percorso che fa l'aria, a diverse perditre etc...
    Nel tempo potrai migliorarlo capirai cosa è meglio e cosa è peggio...dipende da te e dal tempo a tua disposizione.
    Non ho esperienza sui pannelli ad aria, ma posso assicurarti che per quelli termici ad acqua le cose non sono così come vogliono far credere i costruttori. Bè a loro vanno i complimenti quando riescono a vendere un sistema chiavi in mano a 3000 euro, che poi ha bisogno di assistenza....hehehhe.
    Arrivo alla conclusione: io sto aspettando i tuoi risultati pratici per capire meglio...e ti posso assicurare che non sono il solo...tanti leggono e scrivono, altri leggeranno quello che hai scritto tra mesi o anni...quindi fai bene a risponderti da solo!!!!!
    Arrivo alla domanda semplice semplice:
    mi fai capire se dopo una giornata di sole con il tuo pannello riesci a scaldarci almeno una stanza, o quanti gradi si alza la temperatura?
    Insomma peppe...vale la pena oppure no? Tu che dici?
    Ciao
    Bolle

  21. RAD
Pagina 1 di 64 1234567891011121314152151 ... ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •