Mi Piace! Mi Piace!:  54
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  2
Pagina 33 di 33 primaprima ... 13192021222324252627282930313233
Visualizzazione dei risultati da 641 a 647 su 647

Discussione: Gestione batterie: CCM BMS Cell-log fai da te!

  1. #641
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Secondo me un conto è il bilanciamento di celle quasi nuove e quasi identiche con correnti di 100 mA o meno ogni tanto.
    Pratica da fondamentalisti culombiani...
    Un altro conto è avere celle vecchie o non omogenee e dover controllare la ricarica anche con correnti superiori magari ad ogni carica per evitare "gonfiori" pericolosi...
    La carica poi come ben sapete è meglio non farla a fondo come la scarica...
    Quindi a cosa serve bilanciare le celle al millivolt una volta caricate ad esempio al 94% della capacità?
    Cosa mi serve un quarto di Ah in più?
    Ad accorciare la vita della batteria? Probabilmente si.
    Comunque molta teoria e poca pratica.
    Vediamo sul campo quale sarà la migliore soluzione...
    Ciao
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  2. #642
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    perchè tu hai delle batterie ccceezzzionali

    monti sempre le Winston lifepo4 da 60Ah, giusto?

  3. #643
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da stefanoPc Visualizza il messaggio
    Quindi a cosa serve bilanciare le celle al millivolt una volta caricate ad esempio al 94% della capacità?
    Cosa mi serve un quarto di Ah in più?
    forse non mi sono spiegato bene
    se hai un pacco da 60Ah di lifepo usato e messo così così (se sono nuove o quasi, cambia tutto come hai giustamente detto tu)
    dove nella fase di carica, arrivi ad avere la maggior parte delle celle a 3.3v sotto anche 15A e 2/3 celle che invece stanno sopra i 3.5v e quando arriveranno a 3.60 il bms comincerà a ridurre la I fino alla I di bilanciamento.
    ora in questa situazione potresti avere che qualcuna delle celle a 3.3v sia anche a meno dell'80% di carica (cioè le mancano 12Ah) situazione per nulla rara su un pacco non eccezionale.
    per caricare 12Ah anche a 300mA (I di bilanciamento) ci vogliono 200h cioè 8gg.

    purtroppo si fanno queste considerazioni, quando si hanno celle almeno seminuove, ma vi assicuro che con celle abbastanza ciclate, ma con SOH ancora buono, cambia tutto. Provato almeno 4 volte sulla mia pelle.
    L'unica è aumentare la potenza delle resistenze, dopo anni sono giunto a questa conclusione, non vedo altre alternative sui bms passivi.

  4. #644
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Il fatto di derivare corrente protegge la cella dalla tensione troppo alta in fase terminale di carica...diciamo 1A o meno.
    Se a 15A, che non penso sia la fase finale, hai già problemi su una cella siamo oltre le possibilità di bilanciamento.
    La cella è guasta ha la metà della capacità delle altre o anche meno.
    Anche se ha perso 12 Ah su 60 per esempio il bilanciamento non è che la riporta miracolosamente indietro nel tempo.
    Essendo una batteria di elementi in serie quello con capacità minore determina la capacità della intera batteria.
    E una regola dell'elettrotecnica...
    Probabilmente in scarica questa cella è stata spremuta oltre il limite e dopo in ricarca non tiene il passo delle altre perché la capacità è molto diminuita.
    Ripetendo il ciclo un po' di volte il guaio diventa sempre peggiore.
    Un buon bms servirebbe a tutto questo...
    Far lavorare tutte le celle nel loro intervallo migliore prevenendo la scarica a fondo e la sovra carica con celle vecchie o nuove non importa.
    Per prevenire l'invecchiamento rapido occorre mantenere un dod sotto il 60 70%.
    Il mio scopo non è battere il record di autonomia.
    È non cambiare le batterie per piu tempo possibile.
    Ora quelle al Pb sono un po' alla fine. Ma tra un po' si cambia...
    Appena il bms è pronto... ovviamente.
    Ciao
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  5. #645
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Forse gli aspetti più teorici sarebbe meglio dibatterli qui:

    Gestione batterie : DOD, C, funzionamento integrato di BMS, CB e inverter

    Stefano, forse l'ho già scritto ma ci riprovo.
    L'isteresi può essere più ampia di 2-3 mV, ma più è piccola più il PWM che invia potenza sulla R agirà a frequenza elevata. Con una potenza quindi costante.
    Se aumenti troppo l'isteresi per es la R potrebbe dissipare per 1 min e staccare per 1 min, ma è un tempo sufficiente per surriscaldarle (la Pmax che dissipa è parti a V^2/R ovviamente, la Pmedia invece è più bassa)

    Inutile andare fino al 100% di carica ogni volta, meglio stare intorno ai 3,4V IMHO. Ma bilanciare a 3,4V potrebbe essere meno efficace e più dispendioso. Le celle se non sono vicine al 100% sono tutte MOLTO vicine come tensione, e conta perfino la tolleranza delle soglie di isteresi.
    E' per questo (anche) che io non ho mai bilanciato di frequente, e poi ho verificato che in effetti non è necessario purchè si facciano controlli periodici e purchè il circuito avvisi e intervenga in caso di overvoltage e undervoltage.

    Insomma ci sono una serie di considerazioni appunto pratiche, che ho cercato di esporre nei miei articoletti e che avrai sicuramente modo di fare quando inizierai a lavorare e misurare il pacco litio; è un lavoraccio esaminare tutti i dati, ma col tuo sistema automatizzato sarà più semplice, io dovevo prendere molti dati manualmente cella per cella!

    Riguardo le affermazioni di Cristiano mi sembrano teoricamente corrette, forse un po' esagerate:
    io ho celle relativamente economiche (Winston), ormai "vecchie" (6 anni e 70000 km) e continuo a non bilanciarle continuamente, loro continuano a comportarsi uniformemente e essere relativamente bilanciate.

    Quando le bilancio ogni 6 mesi (tipicamente) trovo sbilanciamenti massimi di 2-3 Ah se ricordo bene, in buona parte dovuti anche ai piccoli sbilanciamenti introdotti dal mio circuito ultra low-cost, DIY e analogico...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  6. #646
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    avete scritto tutte cose corrette.
    il punto però è che quando una o più celle perdono anche solo il 5% rispetto alle altre e quindi in condizioni di SOH ancora buono, se la corrente di bilanciamento è bassa relativamente agli Ah delle celle, non solo il bilanciamento ma anche la carica max può richiedere più tempo.
    questa situazione è amplificata nelle lifepo4 dove per molto tempo le celle restano a 3.3v e solo alla fine salgono oltre i 3.4v
    siccome è determinante la I (di carica e di bilanciamento) stavo cercando di capire in che modo Stefano poteva gestirla tramite il pwm, leggendo il suo scritto relativo all'esempio della "resistenza sballata del 9%".

    non è un affare da poco perchè credo che la sfida futura dell'automotive, sarà quella di avere software di gestione delle celle sempre più complessi che potranno intervenire sulla I in modo specifico cella x cella, in modo da limitare anche le perdite per dissipazione in fase di equalizzazione.
    quando cominciamo a parlare di pacchi di 100kWh (e ormai ce ne sono di auto così, Tesla, Jaguar, etc,) queste perdite su pacchi usati, cominciano a farsi sentire.

    forse IMHO assisteremo ad un fase intermedia di BMS semi attivi, per poi passare in futuro a bms attivi per via degli enormi benefici che hanno.
    è una questione soprattutto di costi di RS e industrializzazione.

  7. #647
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Dopo attenta ricerca sul sito orientale ali.....ss e parlato con alcuni venditori il famigerato integrato è disponibile al prezzo di 8 euri.
    Esattamente la metà della quotazione precedente ma con attesa di 4 settimane...
    Intanto prosegue la sperimentazione del chip.
    Che ha anche alcune funzioni di diagnostica.
    Per esempio misura oltre alle 12 celle, 6 ingressi ausiliari, la propria tensione di alimentazione 5v,le due tensioni di riferimento 3v e la sua temperatura interna.
    Il tutto con risuluzione 2^15bit.
    Facendo il confronto fra le due tensioni di riferimento si può monitorare rapidamente l'accuratezza del sistema.
    Sui sei ingressi / uscite ausiliari possiamo mettere per esempio i sensori di temperatura delle celle (ntc o più evoluti).
    Ciao
    Solare termico con intergrazione 4 Buderus Sks bollitore 500 L centralina autocostruita Caldaia condensazione Yunkers Stufa a legna a fiamma rovesciata Xeeos Seicento Elettra Robomow

  8. RAD
Pagina 33 di 33 primaprima ... 13192021222324252627282930313233

Discussioni simili

  1. Gestione Batterie Litio: Cell-log,battery alarm, Bms, Etc
    Da jumpjack nel forum Pile e Batterie (generico)
    Risposte: 36
    Ultimo messaggio: 09-04-2015, 15:23
  2. Sostituzione batterie originali scooter elettrico con batterie piombo da auto.
    Da peppe24 nel forum Categoria L3 (es. moto elettriche)
    Risposte: 126
    Ultimo messaggio: 30-01-2014, 23:20
  3. HHO dry cell
    Da sahachiel nel forum Sistemi per auto a idrogeno/acqua
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 23-10-2012, 01:27
  4. Fuel Cell
    Da Franco52 nel forum CHIMICA
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 14-11-2010, 13:12
  5. joe cell kit
    Da nel forum Sistemi per auto a idrogeno/acqua
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 16-11-2006, 12:22

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •