manutenzione impianti fotovoltaici
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 18 su 18

Discussione: Consiglio e aiuto

  1. #1
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Consiglio e aiuto



    Buongiorno a tutti,
    E' oramai da tempo che seguo il forum amche se mi sono iscritto solamente oggi.
    Da novello avrei subito necessità di un aiuto ed un consiglio.
    Mi sto accingendo a costruite il mio impianto FV con le seguenti specifiche
    16 moduli Sharp mono da 170 Wp
    inverter Power One PVI 3.0 outd it
    località montagne torinesi (Torre Pellice)
    Ombreggiamenti parziali in inverno per montagnola a sud-ovest che limita insolazione circa le ore 15,00
    Inclinazione 32 °
    Innanzitutto un commento sull'impianto per favore.
    Il mio problema è però il fatto che l'impianto sarà posizionato su pensilina-parcheggio posto a circa 60 mt dalla casa ed a 83 dal contatore enel (di scambio)
    Il mio progettista ha previsto di fare linea di 60 mt in DC (due linee una per ciascuna stringa) dalla pensilina dove sono i moduli alla casa dove sarà posato l'inverter con ciascuna stringa collegata direttamente ai due MPPT del Power One con cavi 2+2 FG70R2x10 da 10 mmq
    tra inverter e contatore di produzione con cavo 2x6 FG70H2R (2 poli + calza)
    tra inverter e contatore di scambio (sulla recinzione) linea CA con FG70R2x10 da 10mmq
    Impianto di terra unico con abitazione in cui però non devo mettere a terra la struttura di supporto dei moduli (pensilina tutta in ferro verniciato)
    Questo come spiegato dal progettista per avere l'inverter ed il contatore di scambio in zona riparata (esterno casa) e facilmente accessibile
    Ed io ero soddisfatto.
    settimana scorsa però ho visto un impianto in un comune vicino di un mio cliente (sono un impresa edile) in cui combinazione stavano montando i contatori ed era presente pure il progettista che a parere del mio cliente ing, di uno studio rinomato con alle spalle mooolti impianti.
    Parlando del più e del meno ho accennato pure del mio impianto e questi mi ha sconsigliato quanto volevo fare io cioè campo FV - linea DC 60 mt - inverter- contatore di scambio - linea AC 23 mt e contatore di scambio dicendo che sicuramente avrei avuto più problemi di perdita e di pericolosità dell'impianto per la lunga linea DC (peraltro completamnete interrata)
    Il suo consiglio è di fare linea DC più corta possibile, installare inverter e contatore di produzione nella pensilina e poi fare linea AC di 83 mt ed inoltre il collegamento a terra della struttura di sostegno secondo lui potrebbe essere appropriata.
    Avrei però sia l'inverter che il contatore di produzione in posizione esposta maggiormente alle intemperie in quanto non vi sono muri e molto meno comoda per vederne il funzionamento.
    Ora io ho piena fiducia del mio progettista il quale peraltro mi conferma la bontà del suo progetto e naturalmente io non so che pesci pigliare.
    Confidando nella vostra professionalità e nella vostra cortesia nel darmi una mano saluto tutti

  2. #2
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi chiedevo nella linea DC da 60 mt maggiorando il cavo con un FG7OR2x16 da 16 mmq (differenza di prezzo di circa 80 Euro ) potrebbe essere un buon compromesso ? sarebbe solamente l'incentivo di 115 kWh e forse le perdite in 20 anni sono maggiori

  3. #3
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    concordo con il secondo progettista..
    ma non capisco bene le distanze Generatore - casa - contatore di scambio, mi pare ci sia un poca di confusione.
    Ciao

  4. #4
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Anch'io concordo con Portoclima e il secondo progettista. La perdita sulla linea Dc nel primo caso è a tuo carico (non ti viene pagato l' incentivo). Vedo tutto più funzionale e metterei a terra la struttura di sostegno. Vendono a pochissimo dei contenitori in plastica per i contatori e gli inverter. Non dimenticare di mettere l' inverter in modo che possa scambiare bene il calore con l' esterno ! Meno scalda e meglio funziona.

  5. #5
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da portoclimaenergy Visualizza il messaggio
    concordo con il secondo progettista..
    ma non capisco bene le distanze Generatore - casa - contatore di scambio, mi pare ci sia un poca di confusione.
    Ciao
    Preciso meglio:
    Dalla pensilina parcheggio algabbiotto enel sulla recinzione dove attualmente c'è il contatore domestico e dove lo stesso verrà sostituito con il contatore di scambio ci sono 83 mt
    Gli 83 mt sono così suddivisi mt 23 tra recinzione e casa e 60 tra casa e pensilina.

  6. #6
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pero Visualizza il messaggio
    Preciso meglio:
    Dalla pensilina parcheggio algabbiotto enel sulla recinzione dove attualmente c'è il contatore domestico e dove lo stesso verrà sostituito con il contatore di scambio ci sono 83 mt
    Gli 83 mt sono così suddivisi mt 23 tra recinzione e casa e 60 tra casa e pensilina.
    concedono di montare inverter e II° contatore il più vicino possibile al generatore FV giusto per ridurre al minimo le perdite.

  7. #7
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Leo1 Visualizza il messaggio
    Anch'io concordo con Portoclima e il secondo progettista. La perdita sulla linea Dc nel primo caso è a tuo carico (non ti viene pagato l' incentivo). Vedo tutto più funzionale e metterei a terra la struttura di sostegno. Vendono a pochissimo dei contenitori in plastica per i contatori e gli inverter. Non dimenticare di mettere l' inverter in modo che possa scambiare bene il calore con l' esterno ! Meno scalda e meglio funziona.
    Il contatore e l'inverter all'interno della pensilina saranno esposti agli agenti atmosferici perchè il tetto composto da soli pannelli NON sarà a tenuta d'acqua ed è completamente aperto e se li metto dentro ad un contenitore di plastica come faccio a garantire contemporaneamente una buona aerazione (il power one non ha la ventola di raffreddamento) e una protezione da pioggia e umidità; se chiudo troppo non ho aerazione se chiudo troppo poco ho problemi di umidità e pioggia
    Il secondo motivo che ha indotto il mio progettista a prevedere l'inverter e il contatore di misura in corrispondenza della casa è il fatto che la pensilina parcheggio pur essendo posta nella mia proprietà sarà esterna alla recinzione e mentre se per i moduli non vi saranno grossi problemi perchè posti a circa 4 mt di altezza, l'inverter e contatore di scambio andranno posti a terra e facilmente accessibili da chiunque.
    Dando retta al secondo progettista allo stato attuale mi crea altri problemi sia perchè dovrò "litigare" con il mio progettista (per ragioni valide si può fare ) sia perchè il progetto preliminare è già stato spedito all'enel e per modificarlo lui vorrà altri soldi

  8. #8
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da portoclimaenergy Visualizza il messaggio
    concedono di montare inverter e II° contatore il più vicino possibile al generatore FV giusto per ridurre al minimo le perdite.
    Le perdite comunque ci saranno per la linea o nel contatore di produzione ( a 0,49 €/kWh ) oppure nel contatore di scambio ( a 0,20 €/kWh ) mettendolo in posizione 60 mt 23 mt saranno comunque in parte a 0,49 € e in parte a 0,20 €
    E' il discorso maggiore o minore pericolosità della linea e funzionalità dell' impianto che mi interessa maggiormente.

  9. #9
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pero Visualizza il messaggio
    Le perdite comunque ci saranno per la linea o nel contatore di produzione ( a 0,49 €/kWh ) oppure nel contatore di scambio ( a 0,20 €/kWh ) mettendolo in posizione 60 mt 23 mt saranno comunque in parte a 0,49 € e in parte a 0,20 € ???????
    E' il discorso maggiore o minore pericolosità della linea e funzionalità dell' impianto che mi interessa maggiormente.
    Sotto il profilo sicurezza non c'è problema, è la logica che langue, scusa ma mi sembra di trovarmi al cospetto di altri casi dove vengono fatte domande e chi le pone non ascolta le risposte trovando poi giustificazioni alle proprie domande..

  10. #10
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da portoclimaenergy Visualizza il messaggio
    è la logica che langue, ...........e chi le pone non ascolta le risposte trovando poi giustificazioni alle proprie domande..
    Mah sarà che da buon muratore ho la testa dura.

    Stavo solo analizzando secondo me i pro ed i contro visto che non solo i muratori hanno la testa dura pure il mio progettista è convinto di quello che dice ed io volevo solo fare la scelta giusta.

    Il discorso sulla logica legato alle perdite io lo ragiono così e ditemi se sbaglio:
    preso atto che comunque tra pensilina e contatore enel di scambio ci sono circa 83 mt che vanno coperti con linea (DC oppure AC ) e su questo non ci piove le perdite dovute alla linea ci sono sempre e comunque.
    Se faccio la gran parte della linea in AC (mettendo l'inverter e contatore di produzione nella pensilina) avrò minime perdite al contatore di produzione (dove i kWp sono pagati 0,49 €) mentre tutte le perdite della linea graveranno sul contatore di scambio (dove lo scambio implica una minor spesa elettrica valutata in circa 0,20 € ogni kWh)
    Se contrariamente sposto l'inverter ed il contatore di produzione a 60 mt una parte delle perdite sarà a capo della linea DC ed una parte sulla linea AC con una parte delle perdite subita dal contatore di produzione a 0,49 € (dovute alla linea DC) ed una parte ascritta al contatore di scambio a 0,20 € (dovute alla linea AC) quindi la differenza è allo stato attuale di 0,49-0,20 = 0,29 € differenza che tenderà probabilmente a ridursi negli anni con l'aumento del costo dell'energia elettrica mentre l'incentivo di 0,49 è comunque fisso.
    Il fare una linea di 83 mt dovrebbe avere più perdite che non la stessa linea suddivisa in 60 + 23 mt
    Come vedi il discorso di logica è stato da me analizzato forse le mie conclusioni non sono corrette.
    Secondo il mio ragionamento le maggiori perdite che sicuramente ci sono sono compensate dalla migliore posizione per accessibilità e sicurezza dell' inverter e contatore di misura.
    Il problema è che ne so poco di correnti, perdite sicurezze eccc legate all'elettricità io per lavoro mi limito a fare le trincee per interrarci i cavidotti di li in poi non è più ne la mia competenza e conoscenza.
    Se da più problemi una linea DC o AC non lo so
    se vi sono più perdite in una linea DC o AC non lo so
    se è sufficiente un cavo da 6 mmq oppure serve un 16 mmq non lo so
    vedi io non sono migliardario e la mia casa ho sudato parecchio per farla comprese 15 anni di ferie ed ora che voglio costruirmi l'impianto FV con i miei risparmi voglio cercare di fare la migliore soluzione possibile.
    La mia non vuole essere assolutamente arroganza ma semplicemente è paura di sbagliare, non ho voluto fare da me ma mi sono affidato a progettisti specializzati il guaio è che dicono cose differenti.
    Il rivolgermi al forum dove reputo vi sia la presenza di gente preparata e competente da dove poter attingere una pluralità di giudizi per poi fare in autonomia la mia scelta ................. forse sbagliavo e se come 1° messaggio facevo un offerta di moduli a 2,50 o proponevo il mio corso FV personale o il mio esercizio del giorno vi sarebbe stato più eco e aiuto senza nulla togliere a PORTO e LEO che sono intervenuti e che ringrazio.
    Saluti

  11. #11
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pero Visualizza il messaggio
    Mah sarà che da buon muratore ho la testa dura.

    Il rivolgermi al forum dove reputo vi sia la presenza di gente preparata e competente da dove poter attingere una pluralità di giudizi per poi fare in autonomia la mia scelta ................. forse sbagliavo e se come 1° messaggio facevo un offerta di moduli a 2,50 o proponevo il mio corso FV personale o il mio esercizio del giorno vi sarebbe stato più eco e aiuto senza nulla togliere a PORTO e LEO che sono intervenuti e che ringrazio.
    Saluti
    Come dicevo non capivo una cosa, perchè non metti inverter e II° contatore in casa? mica occorre che lo porti alla cabinetta dove c'è quello di misura Enel..
    cosa vuoi non tutti possono sempre intervenire.. quelli che si sono iscritti per proporre il loro corso avrebbero per esempio fatto bella figura ad intervenire intelligentemente.. se uno posta una risposta intelligente non occorre che poi dica noi facciamo questo quello e quell'altro ancora.. basta che sotto metta il suo link e chi è interessato sicuramente curiosa..
    ciao e buon lavoro


    Posizionamento delle apparecchiature di misura
    5.1 Nel caso di impianti di potenza nominale fino a 20 kW, le condizioni tecniche per l’installazione e la manutenzione delle apparecchiature per la misura dell’energia elettrica prodotta sono definite dal medesimo gestore di rete conformemente a quanto indicato nelle norme e guide del Comitato elettrotecnico italiano, e nel rispetto dei principi di cui ai commi 5.2 e 5.3.
    5.2 Il posizionamento delle apparecchiature di misura è concordato con il produttore sulla base di scelte razionali, volte a ottimizzare l’entità ed il costo degli interventi necessari e nel rispetto dei seguenti requisiti minimi:
    a) nel caso di impianti:
    i. fotovoltaici, il più vicino possibile agli apparati di conversione della potenza da continua ad alternata (uno o più inverter);
    ii. diversi da quelli fotovoltaici, il più vicino possibile ai morsetti del generatore e comunque a valle dei servizi ausiliari;
    b) all’interno della proprietà del produttore o al confine di tale proprietà, secondo quanto indicato dal medesimo produttore. Nel primo caso il produttore si impegna a consentire l’accesso alle apparecchiature di misura al personale del gestore di rete per l’espletamento delle attività di sua competenza;

  12. #12
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da portoclimaenergy Visualizza il messaggio
    Come dicevo non capivo una cosa, perchè non metti inverter e II° contatore in casa? mica occorre che lo porti alla cabinetta dove c'è quello di misura Enel..
    A me pare di aver capito che non ha intenzione di portarlo sulla recinzione ma in corrispondenza della casa

  13. #13
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pero Visualizza il messaggio
    Il contatore e l'inverter all'interno della pensilina saranno esposti agli agenti atmosferici perchè il tetto composto da soli pannelli NON sarà a tenuta d'acqua ed è completamente aperto e se li metto dentro ad un contenitore di plastica come faccio a garantire contemporaneamente una buona aerazione (il power one non ha la ventola di raffreddamento) e una protezione da pioggia e umidità; se chiudo troppo non ho aerazione se chiudo troppo poco ho problemi di umidità e pioggia
    Il secondo motivo che ha indotto il mio progettista a prevedere l'inverter e il contatore di misura in corrispondenza della casa è il fatto che la pensilina parcheggio pur essendo posta nella mia proprietà sarà esterna alla recinzione e mentre se per i moduli non vi saranno grossi problemi perchè posti a circa 4 mt di altezza, l'inverter e contatore di scambio andranno posti a terra e facilmente accessibili da chiunque.
    Dando retta al secondo progettista allo stato attuale mi crea altri problemi sia perchè dovrò "litigare" con il mio progettista (per ragioni valide si può fare ) sia perchè il progetto preliminare è già stato spedito all'enel e per modificarlo lui vorrà altri soldi
    Non capisco il problema. a parte un improbabile manomissione da parte di esterni che comunque dovrebbero entrare nella tua proprietà, e probabilmente tra rubarti un inverter ed un lcd 44 pollici sceglieranno quello...a me hanno fato il 23 pollici fai te !!!

    L'inverter sarà acquistato in versione Ip65 e lo andrai a posizionare sul palo nord della tettoia, facendo in modo che non prenda i raggi diretti del sole, ma sara' autoprotetto dai pannelli.
    I quadri saranno anche loro IP 65, puoi farci un armadietto te visto che hai competenza in edilizia, il cont. enel sara' in un armadio ip65 a norma, fornito da loro o da voi secondo le specifiche che vengono rilasciate al momento del sopralluogo.

    Poi ci sarà una linea in CA a dove si necessita.

    Ci sono decine di foto e di testimonianze online di inverter all'aperto orientati non al sole diretto.
    E sinceramente e' anche una cosa ragionevole, porlo dietro ai pannelli...ad esempio a Friburgo al Vauban, un intero quartiere ha le falde sud cablate con pannelli FV e sotto protetti ma all'aperto, il loro bell'inverter che ronza e produce.

    Ripeto, non vedo dove sia il problema di lasciare all'aperto una macchina che puo' lavorarci, ma che comunque puoi proteggere tu facendo un muretto , una nicchia, un finto barbecue ..insomme creando qualcosa visto che sei nell'edilizia e non ti costerebbe quasi nulla.

    il problema che avrai con il uto progettista lo risolverai non ponendogli le cose DA fare, ma discutendone insieme.

    Saluti,
    Andrea
    TUTORIAL VIDEO PER NEOFITI E NON SOLO ( contatore quadri etc )
    http://www.youtube.com/user/socosnc/videos
    web/public?name=SOCO_SOLAR_PLANT[/URL]

  14. #14
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    aggiungo, tutti i contatori enel, i cont. del gas, le cabine ex-sip sono accessibili sempre, perche' ti preoccupi di questo contatore particolare ?
    in realta' e' un contatore normale con armadio con serratura... io sarei moooolto piu' preoccupato per i pannelli !!!!!!!!!

    saluti,
    Andrea
    TUTORIAL VIDEO PER NEOFITI E NON SOLO ( contatore quadri etc )
    http://www.youtube.com/user/socosnc/videos
    web/public?name=SOCO_SOLAR_PLANT[/URL]

  15. #15
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Per pura mia curiosità le perdite di energia dovute alla linea a parità di sezione e nel caso in oggetto con cavi di sezione 10 oppure 16 mmq sono maggiori in linea AC oppure in linea DC
    grazie

  16. #16
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    dedo dipende solo dalla corrente che ci fai passare

    Se i cavi sono di sezioni diverse ma di lunghezza pari, il cavo da 10 scalderà con un numero di amperè minore di quello da 16, ma se non si arrivà a quell'amperaggio i cavi non scalderanno ( o in misura minima) per cui nessuno dei 2 perderà in efficienza ( anche se una minima perdita si avrà inevitabilmente, è per questo che anche su linee AAT non si riesce a non avere perdite)

    Per essere + precisi:

    10 mmq porta 55 A per 100 metri

    16 MMq porta 90 A per 100 metri
    [SIGPIC][/SIGPIC]I problemi di un impianto cominciano con la porta di una banca e finiscono davanti alla sua cassaforte

  17. #17
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ho provato con il simulatore SMA Sunny design a mettere i dati impianto più o meno simile per verificare perdite cavi
    risultati:
    mt 60 linea CC cavo 10 mmq con risultato di dissipazione potenza complessiva di 37,65 W

    mt 60 linea CC cavo 16 mmq dissipazione 23,53 W

    80 mt linea AC cavo da 10 mmq dissipazione 73,69 W (parametri evidenziati in rosso fuori regola)
    80 mt linea AC cavo da 16 mmq dissipazione 46,06 W
    80 mt linea AC cavo da 25 mmq dissipazione 29,48 W

    Simulazione con 5 mt linea CC + 80 mt linea AC e confronto con seconda ipotesi di 60 mt di linea CC e + 23 mt linea AC per un impianto da 2,80 kW/p mi da una differenza di produzione annua stimata di 3191 kWh prima ipotesi e 3189 kWh seconda ipotesi
    Pertanto secondo il simulatore Sunny design tra le due impostazioni di stesso impianto con differente localizzazione dell'inverter e quindi linee CC e AC differenti stima una differenza annuale di soli 2 kWh
    Le due visioni non mi paiono poi così in contrasto come dicevate.

  18. #18
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bellocostruzioni Visualizza il messaggio
    Per essere + precisi:

    10 mmq porta 55 A per 100 metri

    16 MMq porta 90 A per 100 metri
    Come spieghi che il simulatore Sunny design mi dice che 80 mt di linea con cavo 10mmq dissipa 73,69 W - 4,50 V ed evidenzia parametri in rosso ovvero non ammissibili
    L'impianto simulato è solamente un 2,80 kW/p con sicuramente molto meno di 55 A

  19. RAD

Discussioni simili

  1. [AIUTO] Consiglio faidate da 100 a 200w!
    Da khael nel forum EOLICO
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 22-07-2008, 22:37
  2. Aiuto!!!!!!!!!!
    Da nel forum BIOMASSE
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 02-05-2007, 13:13
  3. Aiuto - Consiglio
    Da nel forum Test sperimentali
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 22-01-2006, 08:42

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •