Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 21 a 32 su 32

Discussione: Alimentare climatizzatore con pannelli???

  1. #21
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Ora non so quanto convenga ma si può fare ! stando bassi... 40.000€, ognuno ha passioni differenti e tutte presto o tardi costano! ma altro che condizionatore o cancello impossibile !
    Condivido al 1000 %

  2. #22
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Basta bypassare l'alimentazione AC (ponte diodi) e alimentare IL BUS CC
    P.S.
    Si ma dipende dalla tensione DC del motore, altrimenti non conviene, poi va fatta la gestione on/off, piuttosto converrebbe acquistare uno a 24 o meglio a 48V 100% sistema solare 48v dc condizionatore solare - italian.alibaba.com

  3. #23
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si ma dipende dalla tensione DC del motore

    lascia perdere la tensione DC ... parlo di un comunissimo quanto attuale climatizzatore "inverter" a 410 ... l'ingresso standard per tutti è 220/230 Vac a 50 Hz tensione unificata in UE ... la scheda elettronica interna provvede a raddrizzare e lilvellare la tensione in DC sul BUS ( per la cronaca 220 x 1,41 = +/- 310 Vcc) questa mediante microprocessore e mosfet di potenza alimenta il compressore, che a tutti gli effetti è un brushless DC ...
    P.S.
    la tensione ai capi compressore, per tutti è di circa 160 V (reali non di picco !) modulati in trifase con controllo di larghezza impulso ... e questo NON deve creare dubbi ... ci pensa il micro a gestire tutto !

  4. #24
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Susa stiamo parlando di alimentare un condizionatore in DC a 24 o 48V DC
    lascia perdere la tensione DC
    Ho capito che l'alternata viene raddrizzata,(tralasciamo i valori nominali di tensione in EU che mi viene da ridere a casa vado dai 217 ai 238 si nei limiti,o quando a Roma in alcuni quartieri esiste ancora la 125 "110"V concatenata) so che cosa è un inverter per motori, ma bypassando il ponte raddrizzatore a che tensione continua funzionerebbe dato che andrebbe alimentato dall'impianto FV? e il processore o elettronica del condizionatore con che tensione, voltaggio si alimenta? o semplicemente facciamo girare il compressore come gira gira e lo gestiamo acceso spento con un termostato ambiente?

  5. #25
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Susa stiamo parlando di alimentare un condizionatore in DC a 24 o 48V DC
    incominciamo per gradi ... proseguo con questo contesto:
    si puo fare io ho 6 pannelli da 48 volt in serie e un banco di 23 batterie da 12v 7,2ah in serie e un inverter riesco a far spuntare tranquillamente il compressore
    con tensione finale +/- 290 Vcc
    niente 24/48 v parlo solo di apparecchi standard per l'europa niente cinesate a 48 V ... magari funzionano ma parlo di apparecchi commerciali
    casa vado dai 217 ai 238 si nei limiti,o quando a Roma in alcuni quartieri esiste ancora la 125 "110"V concatenata
    pienamente d'accordo ... la distribuzione in italia è uno schifo !!!
    so che cosa è un inverter per motori,
    sicuro che non confondi il "termine" INVERTER ??? :
    - inverter per controllo motori trifase industriali >>> varia la frequenza in uscita da 0 a 300 e oltre Hz , è utilizzato per clima da una certa potenza in poi
    - clima inverter DC dispone di un controllo DC trifase a frequenza fissa +/- 10 Khz varia la larghezza di segnale, utilizzato nei clima privati
    e il processore o elettronica del condizionatore con che tensione, voltaggio si alimenta? o semplicemente facciamo girare il compressore come gira gira e lo gestiamo acceso spento con un termostato ambiente?
    Il BUS della scheda dispone di alimentatore swiching DC-DC che adatta le tensioni all'elettronica di controllo ... per quanto riguarda il funzionamento è in pratica IMPOSSIBILE bypassare la gestione elettronica di "bordo" ... rimane solo l'alimetazione a monte di tutto da "aggiustare".

  6. #26
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    con tensione finale +/- 290 Vcc
    a ecco OKOK ora ho capito, mi sono confuso io con i 48V invece erano in serie da 48V! chiedo venia !!! ok ok è tutto partito dal mio errore dei 48V DC, raramente si trovano tensioni DC cosi alte in impianti off grid piccoli, so cosa è un inverter non mi confondo,ho giocato anche con uno rigenerativo AFE per un esperimento nell'idroelettrico... Il gioco non valeva la candela anche se è risultato il top. Il tutto è partito col pilotare un condizionatore con una tensione continua uguale a quella degli impianti FV in isola che di solito è di 24V come i frigo e o congelatori a 12/24 ed usare il meno possibile gli inverter da 230V, dunque o si acquista un condizionatore apposito a 12/24/48 V o un buon inverter ad onda sinusoidale pura. Grazie per la pazienza !

  7. #27
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Il gioco non valeva la candela anche se è risultato il top.
    Condivido ... è sempre una questione oggettiva "personale" (disponibiltà di portafoglio)
    uguale a quella degli impianti FV in isola che di solito è di 24V
    è che con la possibilità di acquistare partite di pannelli a prezzi accettabili ... le tensioni in gioco sono variabili e prossime a quelle di casa.
    Grazie per la pazienza !
    nessun problema, siam quà tutti per dialogare, cercare di risolvere "casi" in modo efficace e già che ci siamo in modo economico !!!
    Buonagiornata a tutti.

  8. #28
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao ragazzi,
    anch'io è un po di tempo che ho questa idea ,usando il climatizzatore per fare acqua calda ,ho già usato per questo scopo un 9000 btu carrier per casa mia ,va benissimo da 3 anni ,ma ho 4.7kW di fotovoltaico e la "pompa" è connessa in rete normalmente.
    Per risolvere il problema acs ad un amico pensavo di mettere un bel clima 12000 btu full inverter che tirato a 70 Hz arriva a 15000W ,come dice walter tutto deve essere inverter, anche il ventilatore dell'unità esterna e usare 10 pannelli in serie.I normali pannelli 60 celle lavorano a 27V circa , vorrei connetterli sul 'elettrolitico del bus dc ,lasciando la rete collegata per emergenza e per evitare crolli di tensione ,certo probabilmente senza l'uso di un convertitore mppt serviranno 11 pannelli o comunque 300Vdc . La mia pompa ,limitata in potenza a 1kW max ,con 5 -6 kWh/giorno produce 350l/giorno di acs a 52 gradi da aprile a novembre (abito a 1200mt)
    cosa ne pensate della mia idea ?

  9. #29
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito clima e fotovoltaio agg.to 2015

    Ciao a tutti, sto cominciano per hobby a interessarmi alle energie alternative e in particolare alla possibilità di alimentare un clima inverter split domestico con pannelli off grid, almeno nelle ore pomeridiane quando nella stanza dove è installato il clima batte il sole.
    Ho googlato un po' ma il dibattito si ferma al 2013.

    Oggi con prezzi e tecnologie attuali è pensabile?

    Grazie

  10. #30
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, secondo voi con 1 kw di fotovoltaico è possibile alimentare 4 clima da 9000btu?

  11. #31
    Super_Mod

    User Info Menu


  12. #32
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DISC8 Visualizza il messaggio
    Ciao, secondo voi con 1 kw di fotovoltaico è possibile alimentare 4 clima da 9000btu?
    secondo me nemmeno uno. Uno forse ad aprile maggio giugno a mezzogiorno
    FV 3KWp 12xSharp ND-R250A5 poly + PVI-3.0-out-s-it

  13. RAD
Pagina 2 di 2 primaprima 12

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •