Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 4 su 4

Discussione: Catalisi fusoria per annichilimento antimateria

  1. #1
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Catalisi fusoria per annichilimento antimateria



    Quote
    Wechselstromdice che il litio ha una sezione d'urto di 0,6 barn (per i protoni),figuriamoci i neutroni...
    Questi ultimi passano indisturbati,quindi niente trizio e niente fusione, tutto falso.



    litio,bario, cosa c'entrano con deuterio e trizio????
    percatalizzare la fusione del deuterio che è in maggior quantitàrispetto al trizio si usa quest'ultimo per abbassare di qualchemilione di gradi la temperatura di fusione del deuterio , i divertorimagnetici interni al reattore non credo siano in litio-boro.
    sarebbeinteressante un approfondimento
    nessunoha ancora dimostrato che dalla fusione si possa ricavare più energiadi quella necessaria per il suo funzionamento"

    Deuterioe Trizio, che selezioni dall'acqua ha un costo
    .L'idrogeno lo dovrai estrarre dall'aqua (per elettrolisi?) altrocosto.
    L'energiatermica che la centrale produce viene convertita in calore da turbinacon un rendimento del 40%.
    Partedi questa (quanta? forse molta o addirittura tutta) dovrà essereutilizzata per la generazione del campo magnetico diconfinamento.
    Allafine quanta energia energia resta da mettere in rete?
    [/QUOTE]

    ineffetti da questo post un po datati si è arrivati a qualche annofa(2015) con l'ammissione che si è prodotta più energia di quellaspesa per accendere una capocchia di oro hidrogeno.
    sipotrebbe ridurre l'energia di estrazione dell'elio prodotto dallafusione
    equella del confinamento magnetopneumatico
    sostituendoil toroide con un cilindro testata pistone tipo quelli navali a ciclosabatè diesel seiliger .
    nelsenso che il pompaggio estrattivo dell'elio sarebbe meccanico comequello di compressione (confinamento catalitico focale laser,plasma,)del trizio deuterio (motore a gas idrogeno) sulla calotta dellatestata dove per confinamento pneumatico meccanico il gas viene fusoda laser (forza forte anzichè farza elettrodebole chimicafluorossidativa) tramite un diffusore ottico collimato al zirconiopuro che innesca la reazione.
    seci pensate le soluzioni più semplici funzionano sempre .
    ilproblema non è la fusione del contenitore che genera la fusionetermonucleare , ma i tempi di smaltimento termico e cinematicoinerziale delle masse del motore che assorbe e converte l'energiatermica in espansione di elio prodotto dall'idrogeno che vienescaricato dalla luci di fine corsa della camera di fusione econvogliati in accumulatori del prezioso gas tecnico che altrimentifinirebbe nello spazio extraterrestre.
    altroproblema di cui non si parla mai è l'innescare con molta menoenergia la reazione di fusione ma il sistema di raffreddamento deltoroide è asimmetrico. mentre l'energia termica liberata si diffondee surriscalda il reattore in maniera omogenea , i flussi di acquarefrigerante per unità di tempo / temperatura crescente ,vaporizzerebbero da un lato opposto al flusso di immissione creandoun'asimmetria termo pressoria che creerebbe dilatazioni asimmetrichedeleterie, , improponibile poi con turbina a vapore per fusionicontinue che fino a quando qualcuno non da delucidazioni chiaresembrano utopiche.Le fissioni avvengono lentamente e le centrali piùgrandi emettono migliaia di metri cubi di vapore al secondo, figuratiuna scatoletta che resiste al massimo a 3000 gradi dovre troverebbeil tempo di smaltire tutto quel calore
    conun cilindro pistone calotta a candela plasma o lentedivergente laserl'insufflaggio triziodeuterio catalizzato da opportuni drogaggichimici (litio-bario ecc...) non ha problemi di conversione termica edi asimmetrie indotte da dilatazioni termiche, sfruttando il ciclodiesel sabatè seiliger a fusione catalizzata, gli uniciinconvenienti sarebbero inerziali (velocità di detonazioni dell'elioper quantità di idrogeno insufflata pre massa inerziale statica delpistone confinatore-espansore-estrattore elio

    CITAZIONE chiedoè questo: se un condensatore di grande capacità vieneistantaneamente scaricato in un periodo di pochi microsecondi siottiene sicuramente una corrente molto elevata, che moltiplicata perla tensione che c'è in quei microsecondi da un picco di watt che sipuò regolare a piacere in base alla capacità dei condensatori, sipossono ottenere anche picchi di milioni di watt volendo lui hascaricato il picco su una bacchetta di carbone ancorata ad una ditungsteno toriato.

    Lapotenza istantanea che puo raggiungere con la scarica delcondensatore dipende soltanto dalla tensione a cui carichi ilcondensatore (oltre naturalmente alla resistenza su cui avviene lascarica). P=V*V/R. La fusione nucleare è una caratteristica degliatomi "leggeri", al contrario della fissione che è unacaratteristica degli atomi "pesanti". E i materiali chenomini nell'esperimento, non mi pare abbiano un numero atomicopiccolo (comunque ripeto che non è il mio campo, quindi possobenissimo sbagliarmi).
    Altra cosa: il problema della fusione non ètanto innescarla, quanto riuscire a mantenerla e soprattutto riuscirea gestire l'enorme quantità di energia che genera, senza che leenormi temperature che si creano, distruggano tutto ciò che èintorno.





    REAZIONIPIEZONUCLEARI - FUSIONE FREDDA - MOTORI TERMICI ACCENSIONECOMANDATA
    NIENTEDI Più SBAGLIATO!!!!!!!!!!!!!!!

    èproprio quello il problema da evitare
    ,non si deve creare un toroide che innesca una fusione continua cheirraggia calore da convertire in vapore da riconvertire in energiacinematica per una turbina che riconverte il tutto in energiaelettromeccanica alternata. per poi spendere parte dell'energia apompaggio laser o plasmatico e elettromagneticopneumatico diconfinamento.
    lafusione deve avvenire ad intermittenza per permettere di recuperarenel tempo "umano" il calore da convertire in elettricitàutile senza sottrarla per il confinamento magnetopneumatico.
    COMESI FA??? un motore ad accenzione comandata e un motore ad accenzionespontanea richiedono rispettivamente energia di attivazione redoxsotto forma di arco voltaico dato da bobina condensatore spinterogeno(impulso interruzione) candela platinoiridio compressione ignizionecarburante.
    l'unicadifferenza è che se si pensa di far volare un razzo o di sparare unacannonata con la polvere pirica invece di usare la dinamite nonarriveremo mai sulla luna.
    aitempi della pirica a sapere il potere detonante della dinamitesarebbe stato assurdo penzare che i missili odierni e i proiettilidei cannomi possono far detonare il tnt senza saltare in aria.
    oggiin effetti già dagli anni 10 cannoni e razzi funzionano anitroderivati ad alto potenziale senza esplodere in prematuro.
    mentrein una redox si sfruttano le forze elettrodeboli per estrarre energiadai vettori energetici fluoro ossigeno idrogeno e carbonio producendouna piccola quantità di energia libera con le fusioni catalizzate silibera più energia (forza forte)
    seliberando forza forte da 1 milligrammo di idrogeno fondendolo conconfinamento pneumatico tradizionale(testata cataliticainiettiva,cilindro termo dissipativo di condenimento e pistone conappropriato cinematismo) si evita la fusione dei materiali dicontenimento e le trasformazioni esoergoniche hanno tempo di essereconvertite in lavoro utile.
    èuna chimera il tokamak a flusso continuo per squilibri temporalitermodinamici insiti nella sua conformazione (deformazioni indotte daasimmetrie strutturali e fluidodinamiche)
    lafusione deve avvenire ad intermittenza e non in continuo (siamo sullaterra non sul sole gravità,entropia ecc..)
    ilclassico motore alternativo a confinamento volumetrico ad accenzionecomandata e confinamento pneumatico a pistone.




    QUOTE
    F(farad)=C(coulomb)/V(volt)---> quindi! 2F=(x)C / 100.000V ---->(x)= 200.000C

    unAh (ampère/ora) sono 3600C ------> totale: 3600coulombsono 55,5Ah

    ......nonso che centrali faccia l'ENEL dalle tue parti Schrödinger, ma da mebasta la batteria della punto.

    Perquanto riguarda :

    Quile cose cambiano, 55Ah*3600*1012fannoqualcosa come..... 198 TeraAmpère!!!! boia dé!

    Perquanto riguarda i Watt non li puoi calcolare, se nn si conosconoesattamente le impedenze del circuito e si conosce soltanto latensione iniziale e non è sufficente per calcolare lapotenza.





    Comunquela tensione la potresti innalzare (rimanendo su valori più bassi)con un generatore Marx:



    Poic'è il problema del deuterio, NON C'è VERSI DI TROVARLO, marecentemente ho letto di alcune "pompe idrosoniche" che-pare- riescono ad indurre in fusione anche lo 0,02% di deuteriopresente in acqua, cosicché con 500W di elettricità riescono atrasferire più di un kilowatt di calore all'acqua

    [/QUOTE]





    inpratica parlate di reazioni piezonucleari ultrasoniche (fusionefredda) , supercapacitori a scarica elettrostatica con modulazione difrequenza di una saldatrice transistorizzata!!!
    lunatico marziale mercenario gioviale venerabile sabatico domotico

  2. #2
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    QUOTE
    Siccometrovare una biglia di vetro piena di gas è impossibile, (bisognafarla fare).

    E' possibile utilizzare un tyratron caricato adidrogeno, anzichè una biglia.
    In questo ultimo caso non c'èbisogno di fare cose impossibili.

    La vera diffcoltà è ilraffreddamento del tyratron che deve essere piuttosto efficiente, epoi questo calore asportato è proprio quello che ci serve perazionare la miniturbina (o lo stirling).



    ilproblema concettuale di attivare una fusione continua che deformatermicamente in contenitore va sostituita con una concezione dicontenitore a camera di espanzione volumetrica che cede calore elio ealtri gas di reazione di scarto e converte l'energia cinetica termicadella fusione in espansione volumica convogliando l'energiatermocinetica e i gas di reazione in cinematismi della camera direazione.
    seci fate caso le analogie con un motore a combustione interna sonoquasi identiche:
    cosafaceva la polvere pirica reagendo con un fiammifero? si espandevafacendo volare un proiettile o un razzo.
    cosafaceva la dinamite in un cannone o in un missile? si espandeva efaceva volare il missile e faceva partire il proiettile dalcannone.
    cosafaceva una bomba alla polvere pirica? esplodeva liberando gas, idemper quella a tnt e idem per quella a fusione termonucleare.
    poihanno scoperto che con i gas, i liquidi infiammabili si potevatrasformare il cannone in una camera di combustione con appositicinematismi convertivano il calore in energia meccanica.
    virendete conto che plasma, tyratron, spinterometro, reattore,convogliatori, FANNO RIMA CON :CANDELA BOBINA ELEVATORE DI TENSIONE,CONDENSATORE SPINTEROGENO, TESTATA , INIETTORI, CAMERA DICOMBUSTIONE, RADIATORE,PISTONE PNEUMATICO, LUCI DI SCARICO-FAP
    ilfusor non funziona perchè non soddisfa il criterio dilawson
    criteriodi lawson - wikipedia

    ilcriterio di lawson dice (in parole povere)...
    ...che nonbasta
    solo latemperatura per fare la fusione.
    Oppure dice....
    Che nonbasta
    solo lapressione fredda per fare la fusione.

    Stabilisce che lamassima produzione con poca spesa di energia la otteniamo con lacombinazione simultanea di 3 parametri che sono:
    1) la temperaturadi 20 kev
    2) la pressione (non ricordo quanto forse 1 milione diatmosfere)
    3) tempo (almeno 1 secondo non meno).






    .

    vivai diesel volumetrici alternativi a forza forte da accensionecomandata




    unpiccolo reattore a isomeri:

    Darpa’sHandheld Nuclear Fusion Reactor | Danger Room | Wired.com








    qualchenovità sulle reazioni a isomeri a distanza di 10 anni????




    [QUOTE
    Inquesto apparecchio la fusione nucleare viene innescata da un'ondad'urto dovuta a 220 pistoni meccanici che vengono azionaticontemporaneamente ogni secondo:
    [/QUOTE]

    liconfinamento inerziale pneumatico con innesco catalitico delcombustibile-fondente a maser , elimina gli sprechi di energia perconfinamento magnetico, e da il tempo di recuperare per dissipazioneil calore utile da cui si estrae l'energia meccanica ed elettrica.
    inpratica si creano reazioni piezonucleari ultrasoniche non radioattivecon possibilità di inoculazione nucleonica impulsiva facilitata percavitazione sonica, e riduzione di energia di attivazione gluonicatramite eccitazione a microonde.

    perinnescare fusione di atomi leggeri oltre al confinamento inerzialelaser, sonica, magnetica , o a torcia plasmatica si può usare unacceleratore di particelle energeticamente più conveniente di unmaser che genera e cumula abbastanza particelle reattive atte allafusione gluonica, generando specie particellari di antimateria cheriducono le cariche resistive dei gluoni, collimando con piùfacilita i nucleoidi cavitazioneli d'innesco



    aoggi non si riesce ancora a sfruttare la reazione D + T la quale, tratutte le reazioni di fusione nucleare studiate, offre la più altasezione d'urto alla più bassa energia; come si può allora pensaredi sfruttare la D + He3 che ha sezione d'urto minore della D + T e,per giunta, serve energia maggiore?


    l'elioche si libera in atmosfera credo che sfugga allattrazionegravitazionale terrestre, come i palloni sonda atmosferici.
    comefa la luna a immagazinare nelle regolite tutto quest'elio???? se hauna pressione atmosferica e un'attrazione gravitazionaleirrisoria?????
    comunquel'elio3 ,litio,boro, dimostrano che i'innesco fusorio catalitico davantaggi energetici di accenzione e da fattibilita alla conversioneenergetica in un motore a espansione volumetrico nonautofertilizzante a ciclo chiuso ma a recupero di specie atomiche dariutilizzare in funzionamento intermittende e non continuo , in modoche le repentine reazioni diano il tempo al motore di assorbire neltempo l'energia e convertirla con appositi cinematismi
    Avevogià scritto e ripeto ancora...

    Bersagliando il litio con ionidi H da 2,5 Mev ottengo neutroni e trizio.

    A sua volta:bersagliando il torio con neutroni ottengo la massa critica q quindienergia, e poi aspettado che il trizio decada ottengoelio3.

    Poi...
    Se l'elio3 è utile per fare altre cose...ben venga.
    lunatico marziale mercenario gioviale venerabile sabatico domotico

  3. #3
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    dissociazionedi carica nucleonica tramite condensazione e scarica di antimateriaper ridurre le interazioni gluoniche di fusione.
    daappurare il bilancio energetico!?

    fondereinsieme protoni e nuclei di
    boroin una reazione estranea alla generazione di neutroni liberi.
    L'unicoproblema è rappresentato dall'altissima temperatura
    necessariaper innescare la fusione, che in questo caso è di un
    miliardodi gradi, oltre dieci volte quella necessaria per avviare
    lareazione deuterio-trizio. I fisici russi sono riusciti a
    realizzarequesto obiettivo usando i laser invece che enormi magneti
    diconfinamento. Secondo il resoconto di Vadim Belyaev, il suo
    gruppoha bombardato con impulsi laser di un milionesimo di
    milionesimodi secondo delle sferette di politene contenenti atomi
    diboro. Gli impulsi hanno incrementato la temperatura delle
    sferettecreando un plasma caldo nel quale i protoni del politene si
    sonofusi agli atomi di boro, portandoli a decadere e liberarare
    nucleidi elio (particelle alfa). Queste particelle, anziché
    scappare,tendono a restare confinate nel mezzo di reazione,
    limitandoulteriormente i sottoprodotti della reazione. L'assenza di
    neutroniemessi permetterebbe a questo studio, descrittosulla
    rivista.[/QUOTE]

    checos'è il reattore a scarto doppler la discussione originale non hapiù il link attivo di riferimento????
    lavostra discussione invece andrebbe chiarita perchè interessante aifini di accensioni catalitiche per annichilimento e trasmutazione




    Lafrequenza del laser circa 600 Thz, che è mediamente la frequenzadella luce visibile.

    600Thz è molto maggiore di 5 Mhz, questo permetterebbe accelerareparticelle in piccolissimo spazio, e quindi di produrre (in pocospazio ingombrante) un fascio di neutroni.

    Rovesciamola cosa: il fascio di neutroni viene inviato ad un materiale esternoopportuno e si realizza la fusione rovesciata.

    Aiutamia modificare il mio avatar, ed io ti aiuto a progettare la fusionerovesciata.[/QUOTE]

    Inaddition, the peak reaction rate of p-11B is only one third that forD-T, so that better confinement of the plasma energy is required. Theconfinement is usually characterized by the time τ the energy mustbe retained so that the fusion power exceeds the power required toheat the plasma. Various requirements can be derived, the mostcommonly used being the product with the density, nτ, and theproduct with the pressure nTτ, both of which are called the Lawsoncriterion. The nτ required for p-11B is 45 times higher than thatfor DT. The nTτ required is 500 times higher.[2] (See here for moredetails). Since the confinement properties of conventional approachesto fusion such as the tokamak and laser pellet fusion are marginal,most proposals for aneutronic fusion are based on radicallydifferentconfinement concepts."

    .....

    "Themost common assumption is to compare the power densities at the samepressure, with the ion temperature for each reaction chosen tomaximize the power density, and with the electron temperature equalto the ion temperature. Although confinement schemes can be andsometimes are limited by other factors, most well-investigatedschemes have, not surprisingly, some kind of pressure limit. Underthese assumptions, the power density for p-11B is about 2100 timessmaller than that for D-T. If the device runs with cold electrons,the ratio is still about 700. These numbers are another indicationthat aneutronic fusion power will not be possible with any mainlineconfinement concept."




    Originariamentescritto da teoriadel tuttoHovisto il link ed e' molto interessante.franco e' come babbo nataleporta sempre regali ma non sempre e' quello che si vuole.stavolta mie' andata bene. Comunque flynn a preso il concetto della cavitazionema senza una teoria e' impossibile raggiungere il suo massimoeffetto. Solo il creare le bolle ne diminuisce l'effetto una solapuo' dare il massimo per non interferire con i campi gravitazionalivicini.andrebbe usata la luce perche' diciamo che agisce piu inprofondita agli atomi.bolle che scoppiano danno si energia ma soloquella di quel secondo che si sono formate e poi esplose.usando ilberillio liquido crea si una bolla ma non gestibile.tutti particolariche ne diminuiscono l'effetto.ci sono molto vicini ma l'energia laene' complicata da realizzare una bolla e' semplice da fare ma qua lasi deve portare a livelli estremi portando il differenziale tradentro e fuori la bolla al di fuori del livello conosciuto.creandogravita e forza centrifuga a livelli limite.un buco nero e' una bollain formazione e come vedete la luce gli si avvolge attorno perche'non riesce ad entrare.il sole e' in una situazione di mezzo mentre laterra e' in una posizione di stallo ma ogni piccola variazione dienergia puo' scatenarla grazie alla presenza della luna che nediminuisce la forza.l'effetto che si ha creando due bolle.
    lacavitazione , le frequenze giuste , l'annichilimento con antimateriae collisioni particellari non devono aumentare l'energia di fusionema devono catalizzare la riduzione volumica tra i nucleoni o inuclidi aumentAre le superfici d'urto e agevolare i gluoni ainteragire per fondere i protoni e i neutroni.
    bisognaridurre l'innesco della fusione riducendo il volume intratomico edexstratomico e poi fornire energia di legame gluonico.


    Inpratica siamo fermi al 1960!!!
    condensatorivariabili a diodi semiconduttori per amplificazione parametrica amicroonde.
    l'obbiettivoprimario è capire se con le frequenze giuste si possono innescarereazioni piezonucleari impulsive a bassa energia.
    ilfunzionamento discontinuo del reattore darebbe il tempo di assorbirel'energia cinetica da convertire in eletttricità usocommerciale.
    bisognerebbecalcolare il volume di reazione di milligrammi di fusibile leggeroper il tempo di reazione totale per la'inerzia cinematica diconversione dell'energia termica in meccanica. non ne parle mainessuno.
    ècome dire mettiamo in un cilindro del tritolo e facciamo girare ilmotore, in effetti dopo la polvere pirica sono riusciti a usare iltnt per far decollare i missili e sparare cannonate senza farscoppiare i contenitori di reazione redox a forzaelettrodebole.
    bisognacapire per 1 mlgr di deuterio trizio quanta energia termica einerziale un reattore riesce a dissipare.
    secondome si dovrebbe ritornare ai motori volumetrici a ciclo alternato acatalisi per collisione antiparticellare e drogaggio del combustibile




    QUOTE
    Il12C , fortemente instabile, si scinde in 4He + 8Be, il quale a suavolta dà i 2 4He.

    ilC12 è stabile ed è circa il 99% del carbonio totale.
    Inogni caso perchè partire dal boro e sparargli un costosissimoprotone mentre abbiamo vagonate di C12 che usiamo solo perbruciare?
    Ilberillio 8 non è citato (sempre nel mio manuale) immagino che abbiaun tempo di decadimento brevissimo. A questo punto dovrei concludereche il carbonio 12 decade spontaneamente in 3 atomi di elio generandoenergia.
    Teoriaaffascinante, ma sono certo che c'è qualche baco.
    Senzacontare che bisognerà anche inventarsi un elettrone perchè il borone ha solo 5 ed il prodotto finale ne ha 6.
    Anchequesto costa.
    lunatico marziale mercenario gioviale venerabile sabatico domotico

  4. #4
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    dicose strane se ne dicono tante, il borotalco che tutti acquistavano apoche migliaia di lire nel 1990 ogginon lo trovi più , sostituitodal talco , mi sembra assurdo che il boro costa più dell'uranio,dove li trovate i dati sul costo di U, TH, Bo,Elio tecnico inbombola.
    nonpuò essere che il boro tanto diffuso in natura costi più dell'elioe del torio odelluranio!!!
    un'assurditàdel genere l'ho sentita riferire anche sul costo del litio , che èil più diffuso dopo lo zinco per estrazione e lavorazione.
    sarebbeinteressante pubblicare in questa discussione il borsino dellematerie prime sui metalli per energia.
    ilfusor per innesco fusorio diretto boro-litio-trizio-deuterio-carbonio, o indiretto th-neutroni-protoni-antimateria-boro-litio-deuteriosembra una buona sostituzione al 'innesco per confinamento laser oplasmatico.
    accumularecariche particellari e antiparticellari da collimare in un reattore afusione di deuterio per annichilimento di elementi più pesantisembra vantaggioso in termini energetici.
    qualcunodovrebbe chiarirne le fattibilità.
    lunatico marziale mercenario gioviale venerabile sabatico domotico

  5. RAD

Discussioni simili

  1. Antimateria
    Da Franco52 nel forum Discussioni sui MASSIMI SISTEMI del mondo ENERGETICO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 01-03-2015, 16:44
  2. Dispositivo ad antimateria
    Da pancia 37 nel forum Apparati IMMOBILI
    Risposte: 33
    Ultimo messaggio: 30-06-2010, 01:02
  3. Apparato ad antimateria
    Da Rodolfo 1961 nel forum Fusione Fredda (alla Fleischmann-Pons)
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 25-08-2009, 22:37
  4. Catalisi Daniel Nocera del MIT
    Da robz40 nel forum [CHIUSA]DIALOGHI e NEWS sull'energia solare
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 15-08-2008, 07:56
  5. Antimateria
    Da nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 25-02-2006, 23:26

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •