Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 26

Discussione: Documenti ufficiali sulla Fusione Fredda

  1. #1
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito



    Per tutti gli amici di progettomeg,

    Vi ricordo che su www.progettomeg.it trovate una pagina con tanti documenti, ufficiali e non, per approfondire l'argomento dal lato scientifico.
    Oggi ho aggiunto 2 nuovi documenti tra cui la storica relazione dell'ENEA di frascati in cui si dimostra la natura nucleare della fusione fredda elettrolitica effettuata con palladio e deuterio.

    Questo il link diretto: www.progettomeg.it/ffdoc.htm

    Buono studio e diffondete il più possibile queste preziose informazioni: tutti devono conoscere la realtà della fusione fredda, ne va del nostro futuro!
    Roy

  2. #2

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti.
    Sto leggendo i post sulla fusione fredda e sto facendo un riassunto sul sito della "mela di Newton", in modo che tutti possano capire leggendo poco.
    Avete fatto qualche pubblicazione sui giornali scientifici?
    Potete mettere sul post una copia?
    A presto,
    Einstein

  3. #3
    Ospite

    Predefinito

    Nel seguente indirizzo:
    http://hardware.slashdot.org/hardware/05/0...&tid=126&tid=14

    è riportata la notizia che incollo di seguito di un interessante tecnica per la produzione di fusione fredda, spero sia utile sopratuto ai nostri sperimentatori:

    Posted by timothy on Wednesday April 27, @04:31PM
    from the warms-the-cockles-of-your-heart dept.
    gnuman99 writes "A UCLA collaboration (Seth Putterman, Brian Naranjo and Jim Gimzewski) appear to have developed a fusion device powered by a pyroelectric crystal, a type of crystal used in cell phones to filter signals. When heated, such a crystal produces a large electric charge on its surface. The UCLA researchers placed a lithium tantalate (LiTaO3) pyroelectric crystal so that one side touches a copper disc. A tiny tungsten probe is then placed at the center of the copper disc. When the crystal is subsequently heated, a very large large electric field is produced at the end of the tugsten tip, ~25 billion volts per meter. This field gradient is so high that it strips the electrons from nearby deuterium atoms. The ionized deuterium atoms then accelerated by this field towards a solid target of erbium deuteride (ErD2). They collide with it at such high energies that some fuse with the target. A measurement of almost 900 neutrons per second was observed. This is 400 times the background! Although the amount of energy produced in this initial experiment was miniscule (~1E-8 jules), this technology could be used for things like microthrusters. There are pictures and movies on the UCLA's physics site." Reader richmlpdx adds a link to coverage at MSNBC.

    Ciao a tutti.

  4. #4
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,

    nell'indirizzo della mia firma troverete, tra gli altri, un nuovo file:

    "Excess Heat and Calorimetric Calculation"

    http://cat.inist.fr/?aModele=afficheN&cpsidt=20639679

    De Ninno, Del Giudice, Frattolillo

    Abstract:
    The aim of this paper is to show that the existence of “cold”
    nuclear fusion in the palladium lattice cannot be just an
    irrelevant oddity since it derives from the peculiar interplay of
    electromagnetic and matter fields. Hence its understanding
    requires the conceptual frame established by Quantum
    Electrodynamics (QED). Here we sketch a conceptual path
    starting from the knowledge of unexplained facts known for
    decades. Along this path we come to the proposal of a new
    field of research initiated by the experiments performed by
    Martin Fleischmann and Stanley Pons (1) from 1984 to 1989.
    We conclude our review with the description of the
    experiments we did in 2002 where we observed
    simultaneously both excess heat and 4He production in an
    electrolytic cell with heavy water and a Pd cathode.

    ciao
    Ultima modifica di mgb2; 06-10-2009 a 10:07
    I miei file li trovate qui: http://file.webalice.it
    username: genni.rom
    password: martina

  5. #5
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,

    report interno della Defense Intelligency Agency

    http://newenergytimes.com/v2/news/20...8-0911-003.pdf

    sebbene sia un report interno, dimostra come i servizi militari USA abbiano seguito gli sviluppi della FF.

    ciao
    I miei file li trovate qui: http://file.webalice.it
    username: genni.rom
    password: martina

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Acs 2010

    Ciao a tutti,
    vi giro un resoconto della conferenza della American Chemical Society

    Spring 2010 - San Francisco National Meeting

    che si è conclusa il 26 marzo.

    Ciao
    File Allegati File Allegati
    I miei file li trovate qui: http://file.webalice.it
    username: genni.rom
    password: martina

  7. #7
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Smentita fusione fredda elettrolitica

    Gli illustri fisici Cirillo e Iorio sembrano ahimè aver fatto un passo indietro smentendo che possano esserci eccessi d' energia nella loro cella elettrolitica. Vedere "aggiornamenti" in pdf sul seguente link: Aggiornamenti sulla cella GDPE - www.ioriocirillo.com - Dettaglio Documento

  8. #8
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao esit3,

    se leggi bene quel documento, non si tratta di 'smentita', ma di revisione dei risultati.

    Le misure elettriche su un plasma sono difficili e quelle fatte finora contengono errori.
    Ciò NON significa che non c'è energia, ma che occorrono più analisi.

    Attualmente, a due anni da quel documento, la situazione è molto più chiara e, a valle di uno studio approfondito del problema, abbiamo compreso la modalità di esecuzione di tali misure e le stiamo approntando.

    Quantum Leap = Domenico Cirillo

    PS: attualmente il gruppo di ricerca è costituito da me, Roberto Germano, Valentino Tontodonato e col supporto teorico di Emilio Del Giudice. Vincenzo Iorio da quasi due anni non collabora più con noi.

  9. #9
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok tutto chiaro il problema è che, se è davvero così difficile misurare e percepire eccessi di energia, come sarà possibile in futuro (ammettendo che questi si confermino) ricavare almeno 6 volte tanto (in energia termica) rispetto a quello che si introduce? Sappiamo benissimo che il rendimento complessivo di una turbina di recupero a vapore o ad olio diatermico non supera il 20%.
    Vedo quindi impossibile uno sviluppo su larga scala per produzione di energia elettrica, tuttalpiù se ciò sarà confermato vedo qualche possibilità per lo scaldabagno domestico o comunque per produzione esclusiva di energia termica.

  10. #10
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ;18929542
    CITAZIONE (Ennio Vocirzio @ 4/2/2005, 18:06)
    Non essere cosi sicuro di un problema molto complesso che neanche io conosco abbastanza. Non e' assolutamente vero quello che dici, anzi potrebbe essere vero il contrario. La fusione Fredda (termine che usiamo molto spesso), annovera pochissimi ricercatori nel mondo, ed e' praticata da troppo poco tempo. Qualcuno comunque (un grande ricercatore), non sappiamo se e' un caso, e' morto anche di uno strano tumore.

    Poiche' questo forum e' visionato da molti amici, giovani, esperti e meno esperti, io credo che deve esserci una grande responsabilita' da parte di chi scrive, ed abusare di sicurezza, potrebbe provocare il male a qualcuno.

    Pesiamo attentamente quello che diciamo nel bene del nostro prossimo.

    Ti saluto nel cuore mio giovane amico.

    Ti ringrazio per il "giovane amico", ma ho i capelli bianchi.
    Allora:
    La fusione fredda annovera pochissimi ricercatori al mondo perchè probabilmente è una bufala. Non è vero che sia praticata da poco tempo; sono trascorsi ben 16 anni dal mitico annuncio di F.P. e non ho ancora visto uno scaldabagno a fusione fredda. Quando nel 1939 fu scoperta la fissione nucleare dell'U-235 da parte dei neutroni, dopo 3 anni Fermi realizzò il primo prototipo di reattore nucleare e 3 anni dopo esplodevano le prime bombe atomiche. Della serie: quando sono rose fioriscono.
    Ho partecipato ad uno dei primi congressi sulla CNF (cold nuclear fusion) a Villa Olmo (Como) assistendo a relazioni dove tutto fondeva e di più....poi?? tutto evaporato (come la memorioa dell'acqua nell'omeopatia, la poliacqua, i raggi N e chi più ne ha più ne metta).
    Non ho nulla contro la CNF anzi, ho speso dal '89 molto tempo libero a provare (metodo elettrchimico, metodo sonochimico) ma sempre con risultati nulli, almeno dal punto di vista radiochimico (produzione di neutroni, raggi gamma, tritio).
    Quindi, se la fusione nucleare a basse energia avviene, non implica emissioni di radiazioni a livello pericoloso.
    Riguardo del ricercatore morto per tumore, non mi sembra possa avere una qualche valenza statistica, visto che questa (il tumore) è la causa di ameno 1/4 delle morti (in Italia); ciò significa che circa 100.000 persone/anno muoiono per tumore indipendentemente dall'avere sperimentato la fusione fredda.
    Enricus2000
    Credo che nessuno possa essere contrario alla f.f. il problema è che non c' è uno straccio di prova scientifica e chi ha condotto esperimenti non è mai riuscito a provare che vi fossero eccessi energetici. Mi trovo pienamente d' accordo col tizio qua in alto ovvero trovo davvero impossibile ricollegare casi di tumore a tali esperimenti. Non è mai stata rilevata in nessun caso emissione di radiazioni e personalmente credo che non verrà mai rilevata. Per assurdo occhio ad usare telefoni cellulari piuttosto, 2 ore al giorno corrispondono a 0,8 mSv (una radiografia comporta in media 1 - 2,5 mSv).

  11. #11
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito

    Pubblico un documento prodotto in questi giorni dal grupopo di lavoro del Prof. Francesco Celani e presentato al SIF 2011 VI sezione.

    Parla degli sviluppi sugli eccessi di calore su apparati metallo-idrogeno ovvero sul filone dei lavori legati alla così detta fusione fredda (LENR).
    Buona lettura.
    Roy
    File Allegati File Allegati
    Ultima modifica di eroyka; 30-05-2011 a 08:12
    Comprogreen.it: soluzioni di alta ecologia che supportano il forum. Acquista in piena sicurezza!
    Essere realisti e fare l'impossibile

  12. #12
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Piezonucleare

    Articolo interessante riconducibile agli effetti piezonucleari?
    Solar-Lunar-Terrestrial Links: Peaks of Neutron Emission and Seismic Activity

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi potreste fornire info sull effetto cohen

  14. #14
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Boss77 l'effetto cohen in sintesi è l'opposto della corrente elettrica, ovvero nella corrente elettrica gli elettroni migrano dalla carica negativa verso la carica positivo, gli elettroni in un conduttore si muovono dal - verso il +, l'effetto cohen è l'esatto opposto ovvero i protoni che hanno carica positiva migrano verso il -, quindi se metti un filamento di Pd lo fai attraversare da una certa corrente elettrica e lo immergi in un elettrolita, i protoni assorbiti del filamento per elettrolisi, migreranno verso il polo negativo, e se li placchi con del rame ottieni un accumulo di protoni in quella zona
    ciao.
    "Non date da mangiare ai troll"
    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

  15. #15
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie mille Gabrichan
    quindi se io faccio "oscillare" la corrente invertendo il piu con il meno ed il meno con il piu piu volte faccio andare avanti e indietro i miei protoni nel filamneto corretto ? basta fermare il tutto con del rame alle estremità
    se invece di ccumulare protono accumulo deutoni posso sfruttare la cosa per caricare il Palladio im maniera rapida ??
    Ultima modifica di boss 77; 05-01-2012 a 19:03

  16. #16
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Si è il famoso effetto Preparate, è un modo per caricare il Pd molto velocemente con il deuterio, anche se non so dirti a che frequenza far oscillare il tutto e alle estremità sarebbe interessante poter placcare con del rame in modo che si formi una specie di cul de sac in modo che i deutoni rimangano intrappolati, c'è sempre il problema però di come fare a scaricare l'elio nel caso il deuterio fonda.
    Ciao.
    "Non date da mangiare ai troll"
    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

  17. #17
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si puo far anche usando. Deuterio gassoso o magari idrogeno e un altro metallo al posto palladio. Non so se mi spiego. O e una cosa insensata

  18. #18
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Boss77, allego il link http://www.22passi.it/downloads/Celani Abstract.doc dell'Abstract dal Dott. Celani che presenterà al WSEC2012 è interessante l'ultimo paragrafo che ha aggiunto alla fine.

    Tradotto

    "In queste settimane il nostro gruppo, lavorando con fili lunghi e sottili in cui la superficie rivestita con micro-nano-particelle, si ri-conferma di un fenomeno, da noi, raramente osservati in alcuni esperimenti precedenti: la lega specifici utilizzati (Cu-Ni) , che di solito ha coefficiente di temperatura positivo (PTC) della resistenza, se assorbe grandi quantità di idrogeno, le modifiche al TC negativa. Tale fenomeno è correlato alla produzione di calore anomalo e aumenta con l'aumentare di calore anomalo. Se tale fenomeno chiave sarà tenuto sotto controllo pieno, perché il suo comportamento può essere osservato con strumentazione semplice, può essere aperta la porta a un lavoro sistematico, in tutto il mondo, per trovare il materiale "ottimale" e punto di lavoro."

    La prova io lo fatta usando un filettino di nichel, immerso in un elettrolita e fatto caricare con dell'idrogeno, e in effetti il fenomeno si rileva, la resistenza cala progressivamente, in vece di aumentare con la temperatura.
    Ciao.
    "Non date da mangiare ai troll"
    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

  19. #19
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Perche' hai immerso il filo in un elettrolita? Celani non usa elettroliti, le sue celle sono a secco.

  20. #20
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Perché è il modo più semplice per avere l'idrogeno e caricare il filo e in più tenere bassa la temperatura del filo.
    Ciao.
    "Non date da mangiare ai troll"
    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

  21. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •