Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 13 su 13

Discussione: Dalla VERA Fusione Fredda 400Watt/grammo

  1. #1
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito Dalla VERA Fusione Fredda 400Watt/grammo



    Ciao a tutti, sulla scia del lavoro del giapponese Arata, vi segnalo uno dei più avanzati lavori sulla VERA fusione fredda, intendo quel fenomeno di Fisica Nucleare della Materia Condensata (solida o liquida) per cui le reazioni nucleari vengono influenzate dalla presenza di orbitali elettronici tipici della struttura reticolare dei metalli.

    E' ad opera di uno dei nostri scienziati Italiani, un irriducibile e perseverante appassionato di questo fenomeno che, praticamente da solo, è andato avanti in questi 20 anni remando 'contro corrente' ed affrontando le più dure prove che l'ambiente accademico gli ha riservato.

    Ebbene, ora siamo arrivati ad un lavoro che, da solo, presenta queste peculiarità:
    1) totalmente riproducibile
    2) densità di potenza di >400W/g di Palladio

    Questo è un preview ancora in inglese, spero di riuscire a tradurlo in Italiano e ad 'ammorbidirlo' un po' perchè è molto tecnico.

    Bravo Celani !

    P.S. Ho postato delle conclusioni sulla GDPE qui.
    "Una nuova verità scientifica non trionfa perché i suoi oppositori si convincono e vedono la luce, quanto piuttosto perché alla fine muoiono, e nasce una nuova generazione a cui i nuovi concetti diventano familiari." Max Planck

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao,
    qui ho messo il pdf originale, ma credo che sia lo stesso.

    http://www.energeticambiente.it/fusi...#post118874813

    ciao

  3. #3
    Monumento

    User Info Menu

    Wink

    Quote Originariamente inviata da mgb2 Visualizza il messaggio
    ciao,
    qui ho messo il pdf originale, ma credo che sia lo stesso.
    Si si, è lui. Scusa, non l'avevo visto. Ma forse nn guasta avergli dato maggiore risalto.
    "Una nuova verità scientifica non trionfa perché i suoi oppositori si convincono e vedono la luce, quanto piuttosto perché alla fine muoiono, e nasce una nuova generazione a cui i nuovi concetti diventano familiari." Max Planck

  4. #4
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    quindi siamo a cavallo?

  5. #5
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    il cavallo per ora ha un guadagno un pò basso, si sta lavorando per renderlo più efficiente ma non so se si arriverà ai livelli che si potrebbero ottenere per via elettrolitica

    ciao

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    non ci ho capito molto... che differenza ha rispetto all'esperimento di Arata? differente matrice, se non ho capito male, e probabilmente minor costo ma stesso problema nell'estrazione dell'elio in modalità distruttiva?
    400 Watt al grammo di palladio potrebbe essere promettente, ma per quanto tempo riesce a lavorare senza interventi? rapporto tra energia immessa ed energia estratta?

    Perché messa così sembra che con 3 grammi di Palladio mi faccio un bello scaldabagno a costo zero vita natural durante. :-)

  7. #7
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da archinauta Visualizza il messaggio
    non ci ho capito molto... che differenza ha rispetto all'esperimento di Arata? differente matrice, se non ho capito male, e probabilmente minor costo ma stesso problema nell'estrazione dell'elio in modalità distruttiva?
    400 Watt al grammo di palladio potrebbe essere promettente, ma per quanto tempo riesce a lavorare senza interventi? rapporto tra energia immessa ed energia estratta?

    Perché messa così sembra che con 3 grammi di Palladio mi faccio un bello scaldabagno a costo zero vita natural durante. :-)
    infatti
    xcè non ci facciamo uno scaldabagno?
    ciao

  8. #8
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti, qualche domandina la ff descritta qui è molto interessante, ed è quella 'vera'... quindi senza iniezione di energia elettrica.
    Ma sfruttando semplicemente la struttura della materia la temperaturea e la pressione, ma la temperatura e pressione cambiano i livelli, tensioni di legame
    chimico quindi è come se si polarizzasse il materiale che fa da catodo ??

    ho letto che il Dt. Arata ha brevettato dei catodi a forma conica qualcuno mi sa spiegare come funzionanno? e sono per la ff a elettrolisi?

    Ciao e grazie a tutti,

    Ps. Credo che quello che voglia dire uforobot e che polarizzando con la tensione il materiale che fa da catodo si dovrebbe ottenere lo stesso effetto, credo che quello sia gia stato fatto, il fusor.

  9. #9
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da GabriChan Visualizza il messaggio
    Ciao a tutti, qualche domandina la ff descritta qui è molto interessante, ed è quella 'vera'... quindi senza iniezione di energia elettrica.
    Ma sfruttando semplicemente la struttura della materia la temperaturea e la pressione, ma la temperatura e pressione cambiano i livelli, tensioni di legame
    chimico quindi è come se si polarizzasse il materiale che fa da catodo ??

    ho letto che il Dt. Arata ha brevettato dei catodi a forma conica qualcuno mi sa spiegare come funzionanno? e sono per la ff a elettrolisi?

    Ciao e grazie a tutti,

    Ps. Credo che quello che voglia dire uforobot e che polarizzando con la tensione il materiale che fa da catodo si dovrebbe ottenere lo stesso effetto, credo che quello sia gia stato fatto, il fusor.
    Al momento non mi risulta che ci sia stato in passato qualche fusor cui anodo era di palladio, ma forse mi sto sbagliando...
    Dovrei fare delle ricerche a tale proprosito, quando avrò tempo.
    ----------------------------------------------------
    ----------------------------------------------------
    Cambiando discorso...
    C'è qualcuno in giro che afferma che grammo di palladio corrisponde ad un certo numero di chilowatt.

    Io consiglio di non prendere per oro colato quel tipo di affermazioni perchè sono affermazioni errate.
    Sono errate perchè i chilowatt dipendono dalla superficie e non dai grammi.

    La peggiore delle ipotesi sarebbe di avere una sfera di palladio pesante (che ne so) 10 grammi.
    Ma la fusione fredda rende molto di più se gli stessi 10 grammi hanno una forma non sferica ma a foglio sottile.

    Vale il discorso dei banali condensatori elettronici in cui la superficie esposta è molto importante e invece NON è importante la massa in grammi dell'elettrodo.
    Ultima modifica di uforobot; 13-11-2008 a 12:28

  10. #10
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, credo che il rendimento dipenda dal numero di atomi di deuterio intrappolati dalla struttura cristallina del palladio. Quindi dipende dal peso, del palladio, ma sicuramente la forma influisce sulla velocità e facilità di caricamento del metallo.

    Ciao.

  11. #11
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,

    vi riporto il link al preprint di Celani.
    E' una scrittura della presentazione che ha tenuto a ICCF14.

    http://www.lnf.infn.it/sis/preprint/...NF-09-1(P).pdf

    Come vedete la ricetta è complessa ma non impossibile (tenendo però presente che nella lista manca lo spettrometro di massa)

    Ovviamente non sono riportati alcuni importanti dettagli perchè il lavoro dovrà essere prima brevettato.

    Ciao
    Ultima modifica di mgb2; 18-02-2009 a 10:14

  12. #12
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho caricato l'articolo della De Ninno et al. che riguarda lo spettrometro di massa utilizzato nel famoso Rapporto41 e che forse utilizzerà Celani per i suoi prossimi esperimenti.

    Il file si chiama: Lavoro sullo spettrometro.

    Come vedete, non è un lavoro da poco quello che hanno fatto e prima di dire di aver trovato He4 hanno usato mille accorgimenti.

    Nonostante tutto, nessuna rivista lo ha voluto pubblicare (il rapporto41, ovviamente)

    Ciao
    I miei file li trovate qui: http://file.webalice.it
    username: genni.rom
    password: martina

  13. #13
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,
    rinverdisco questa discussione apportando un nuovo documento di Celani ove dichiara di aver raggiunto i 1.800 W/g di nichel con l'utilizzo di idrogeno al posto del più costoso deuterio.
    Un risultato, seppur difficilmente riproducibile, ottimo e in supporto e conferma al lavoro che sta svolgendo il prof. Piantelli di Siena.
    A voi il file presentato alla Normale di Pisa il 24 novembre 2010
    Roy

    (se andate su Untitled Document trovate anche una presentazione della Dott. De Ninno tenuta nella stessa sede).
    File Allegati File Allegati
    Comprogreen.it: soluzioni di alta ecologia che supportano il forum. Acquista in piena sicurezza!
    Essere realisti e fare l'impossibile

  14. RAD

Discussioni simili

  1. CR-39 e fusione fredda
    Da francescoG1 nel forum Fusione Fredda (alla Fleischmann-Pons)
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 03-06-2009, 10:48
  2. La storia della 'vera' Fusione Fredda
    Da ElettroRik nel forum Fusione Fredda (alla Fleischmann-Pons)
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 12-02-2007, 23:35
  3. Dalla fusione alla fissione
    Da odisseo nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 19-10-2006, 19:03
  4. fusione fredda oltre la fusione
    Da nitc nel forum Fusione Fredda (alla Fleischmann-Pons)
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 21-05-2006, 23:51
  5. Fusione fredda again....
    Da OggettoVolanteIdentificato nel forum Fusione Fredda (alla Fleischmann-Pons)
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 10-10-2005, 15:12

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •