Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 58

Discussione: Accumulo inerziale sulla mandata o sul ritorno?

  1. #1
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Accumulo inerziale sulla mandata o sul ritorno?



    Ciao a tutti.
    Nel caso di un impianto in pompa di calore caldo/freddo, dove mettereste l'accumulo inerziale? SUlla mandata o sul ritorno? e perchè?
    Ho visto diversi impianti con soluzioni opposte ma mi sfugge quale sia il vantaggio di una soluzione piuttosto che un'altra.
    Grazie

  2. #2
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito inverter

    metti una pdc ad inverter, così potrai omettere il volano

    ciao

    massimo
    se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

  3. #3
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    metti una pdc ad inverter, così potrai omettere il volano
    Pessima risposa

    Premesso che al momento non mi giunge notizia di PDC Geotermiche con Inverter,
    Il volano termico evita accensioni ed è anche utile per un'altro motivo :
    quasi tutte le PDC hanno il blocco della T di mandata in funzione della T di ritorno
    ovvero si preservano il COP quindi.....
    L'accumulo è utile sulla mandata, ma ogni impianto fa giudizio a se stesso e quindi dipende !
    Nel nuovo millennio l'uomo tornando alla natura distruggerà quei mostri e l'energia dell'atomo pulito costruirà ancora infinite meraviglie e le ferite dell'umanità, come le guerre non saranno che purtroppo molto tristi incidenti dì percorso. (Omero Speri -VR- Pioniere della FF )

  4. #4
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da brunovr Visualizza il messaggio
    Pessima risposa!
    prima di pontificare, aggiornati.
    Alcuni costruttori di geotermiche ad inverter:
    Mitsubishi serie PQHY, NIBE serie Fighter, Heliotherm (non ricordo il codice della gamma), e ce ne saranno altri di sicuro.
    Aggiungo: io ho venduto ed installato diverse pdc, sia ad inverter che non:
    tu?

    ciao

    massimo
    se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

  5. #5
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ah io niente........

    mai installata una.... :-)

    PS
    la tua PDC in diretta nn va....se tanto mi da tanto...!
    Ultima modifica di brunovr; 28-07-2011 a 22:05
    Nel nuovo millennio l'uomo tornando alla natura distruggerà quei mostri e l'energia dell'atomo pulito costruirà ancora infinite meraviglie e le ferite dell'umanità, come le guerre non saranno che purtroppo molto tristi incidenti dì percorso. (Omero Speri -VR- Pioniere della FF )

  6. #6
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da brunovr Visualizza il messaggio
    la tua PDC in diretta nn va....se tanto mi da tanto...!
    ot: la mia pdc in diretta è stata venduta alla ditta Geotecnica Edilpali, mi scuso per il blackout, mi ero scordato di aggiornare la firma.
    Se riesco, a breve la rimetto in diretta, ma con altro impiego.
    Tornando alla questione del volano:
    caro Bruno, anch'io la pensavo come te, perchè prima ho iniziato ad installare caldaie a legna, apparecchi nei quali il volano è insostituibile.
    Nelle pdc on-off pure, anche se per motivi, e con dimensionamenti, diversi.
    Il volano ti costringe cmq sempre a mantenere t di esercizio sempre superiori al necessario, quindi miscele successive,
    penalizzando i rendimenti.
    L'inverter ed il relativo software, superano anche questo limite.
    Prova anche tu, forse cambierai idea.

    Ciao

    massimo
    se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

  7. #7
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    caro tekneri,
    non parlo della mia esperienza per motivi di privacy, ma ti posso garantire che è tanta.....
    L'inverter non supera quel limite, ti evita i picchi e questo è utile ma per i rendimenti dipende tutta dal dT in gioco,
    le PDC che hai menzionato sono tutte molto grosse >20kW il che significa che le calcoli o sull ACS o sul totale del fabbisogno energetico,
    io calcolo una PDC sul mantenimento ed è bandita la produzione di ACS, per quella meglio utilizzare una caldaia.....
    Con questo contesto ho PDC da 7kW che riscaldano abitazioni da 600mq e qualche casa passiva che produce invece che consumare(fotov.+geo+sol)

    Personalmente uso il volano per molti scopi, non solo come volano, come compensatore, come integratore solare, come produttore di ACS come integrazione riscaldamento e addirittura come degasatore quindi per me è insostituibile, la regolazione su misura fa il resto e coordina il tutto (compreso l'EMail della buona notte con i rendimenti!)...

    come sempre ci sono parecchie scuole di pensiero in impianti termotecnici, la mia deriva dall'esperienza e dal mondo elettronico, altri preferiscono affidarsi ad indicazioni di case costruttrici (copia & incolla).....
    ...chi ha ragione ? ...mah...penso che sia l'impianto che consuma meno e che da un comfort abitativo unico e di prestigio.....
    ....ed il cliente che paga....tutto il resto sono solo chiacchiere........

    ciao ciao
    Nel nuovo millennio l'uomo tornando alla natura distruggerà quei mostri e l'energia dell'atomo pulito costruirà ancora infinite meraviglie e le ferite dell'umanità, come le guerre non saranno che purtroppo molto tristi incidenti dì percorso. (Omero Speri -VR- Pioniere della FF )

  8. #8
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da brunovr Visualizza il messaggio
    ma per i rendimenti dipende tutta dal dT in gioco,
    la pdc ad inverter ha la possibilità di "inseguire" la t di lavoro in base ai calcoli della curva climatica,
    quindi "indovinare" sempre la t giusta, quindi sempre cop massimo.
    Passaggi tubi quindi alte portate permettendo, se si mantiente un delta t sul lato smaltimento pari a quello del sottoraffreddamento,
    non sono necessari separatori idraulici, quindi altra semplificazione, quindi altro minor costo.


    Quote Originariamente inviata da brunovr Visualizza il messaggio
    PDC che hai menzionato sono tutte molto grosse >20kW
    no: Heliotherm parte con una 12, e può rallentare fino a 4,1
    Mitsubishi purtroppo parte da 28 kw, peccato...

    Quote Originariamente inviata da brunovr Visualizza il messaggio
    significa che le calcoli o sull ACS o sul totale del fabbisogno energetico
    perchè?
    io faccio acs anche con delle 7 kw aria-acqua



    Quote Originariamente inviata da brunovr Visualizza il messaggio
    calcolo una PDC sul mantenimento ed è bandita la produzione di ACS, per quella meglio utilizzare una caldaia.....
    non puoi applicarlo in via assoluta, le casistiche sono troppe, per esempio:
    disponibilità metano? Impianto gas già esistente, oppure da costruire ex-novo?

    ciao
    se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

  9. #9
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Accumulo inerziale per pompe di calore

    Ho visto che da poco è uscito un micro accumulo da 40/60 l specifico per pompe di calore e che fa pure da collettore di distribuzione, mi pare si chiami BOMBER. A cosa serve?

  10. #10
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    carissimo Sig. Tekneri Massimo, per un momento ho pensato alle acqua acqua inverter da fare, però poi mi sono ritirato perché sembra che costruirle sia diventata una guerra tra poveri.
    Nel momento in cui i costruttori italiani fanno guerra ai cinesi nel prezzo, creando un riferimento di prezzo ridicolo, come vuole che si facciano conoscere le macchine inverter gli installatori ed i termotecnici?
    Giustamente sembra che neanche esistano, ha notato?
    Lei cosa ne pensa, starne alla larga o qualcosa si muove ancora?

    Cordiali saluti e WLF

  11. #11
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Massimo..aldila dell'inverter si o no su una acqua acqua...ma il delta COP ripaga il costo del pozzo con sonde o dell'evaporatore orizzontale o del consumo di una pompa di un pozzo aperto?

    Dai conti che faccio io..mai...per cui escluso le zone Alpine, chi ha realmente interesse a montarne una? forse grosse macchine nel terziario?
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  12. #12
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma alla fine, questo accumulo lo mettiamo sulla mandata o sul ritorno? Lasciamo perdere gli inverter per un attimo...

  13. #13
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ammesso che serva (ad esempio peche hai FC e no radiante), va sul ritorno...perche deve esseer una riserva disponibile per lo sbrinamento.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  14. #14
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    io l'ho messo sulla mandata, separatore idraulico, e ritorno diretto sulla pdc, separatore idraulico dopo pdc -> acculumo 100 litri -> miscelatrice -> pavimento. Mentre ritorno su miscelatrice -> separatore -> pdc.

    altrimenti nel mio caso non servirebbe a nulla.

    nel mio caso serve in quelle stanze che aprono e chiudono spesso e quindi mi serve una disponibilità di acqua già in temperatura, sul ritorno non servirebbe a niente, sarebbe acqua già raffreddata dai pavimenti e andrebbe scaldata per andare in mandata, quindi inutile.

  15. #15
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    capito nulla....ma uno schema?
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  16. #16
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Schema funzionale

    Disegno1.jpg

  17. #17
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ma non si poteva far fare da separatore al piccolo accumulo?
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  18. #18
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Si però poi ci deve passare il ritorno dentro, che senso ha? L'accumulo dentro non ha né serpentine né altro. La PDC per dare acqua calda in uscita lavora di più se ha anche il ritorno più basso di 5°... No?

    Questo è stato elemento di dibattito ieri tra me, idraulico e termotecnico.

    Mettendolo a mò di separatore non aveva senso.

    L'accumulo c'è per avere una stanza in più in casa che però non disperde, facendo diversamente da così non è come il termotecnico voleva fare.

  19. #19
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Alla casa non serve una stanza in più....se così fosse accumulo lo avrebbero messo a vale del disgiuntore..anzi a valle della miscelatrice.

    Quello che serve ad una PDC è un certo numero di litri....che di solito sono già presenti in un impinato radiante..come il tuo...anche se dietro ad un disgiuntore.

    Se la PDC non è in grado di compensare una stanza che apre di colpo, non lo saprà fare comunque...e quindi l'accumulo si fredderà e quindi dopo qualche minuti stai mandando acqua più fredda di prima comunque in tutte le stanze...comunque è una preoccupazione che non esiste, appena sente calare il ritorno aumenta potenza e tiene Mandata costante..almeno la mia così fa.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  20. #20
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Si ma l'aumento di potenza è più graduale ed evita picchi più alti che diversamente si avrebbero in assenza di un surplus di acqua nell'impianto, dovendola produrre tutta di botto, o almeno dovendola produrre in un tempo inferiore rispetto a come se ci fosse l'accumulo già caldo.

  21. RAD
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Accumulo inerziale per grande impianto
    Da Paolo Bosco nel forum GEOTERMICO
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 16-01-2013, 00:24
  2. temperature mandata/ritorno pannelli
    Da leopio nel forum Accumulo inerziale sulla mandata o sul ritorno?Solare TERMICO
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 08-10-2010, 08:43
  3. ritorno AT dentro mandata BT
    Da pachi nel forum In Casa
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 05-12-2008, 08:39
  4. caldaia a combustibili solidi + accumulo inerziale
    Da olinda nel forum Termocamini e Caldaie
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 11-12-2007, 19:15
  5. Accumulo inerziale senza solare: ne vale la pena?
    Da appleforever nel forum Accumulo inerziale sulla mandata o sul ritorno?Solare TERMICO
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 24-08-2007, 07:39

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •