Mi Piace! Mi Piace!:  5
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 30

Discussione: Acquisto casa, quale impianto conviene ?

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Acquisto casa, quale impianto conviene ?



    Salve a tutti, complimenti innanzitutto per il forum.
    Sto acquistando una casa in zona E/F costruita a fine anni 90, senza un vero e proprio cappotto di quelli moderni, ma comunque con isolante a intercapedine nei muri.
    Premetto che non sono molto esperto, per questo sono qui a chiedervi aiuto.
    La superficie è molto vasta: 3 piani da 100 mq l'uno, 2 fuori terra con riscaldamento a pavimento e 1 interrato con termosifoni.
    All'esterno c'è un giardino molto grande.
    Il mio sogno sarebbe il geotermico con Pdc, un eventuale termocamino o stufa e pannelli FV.
    La casa è sprovvista di metano, anche se ci sarebbe la possibilità di allacciarsi condividendo la spesa con i vicini.
    Chiedo a voi esperti cosa mi consigliate, per ora questo è tutto quello che sono in grado di dirvi in quanto devo ancora procedere all'acquisto.
    Come geotermico, mi piacerebbe un circuito orizzontale, data la presenza di un vasto giardino e l'investimento più ridotto.
    A poca distanza altre case so che hanno già impianto attivi in geotermia verticale.
    D'inverno qui le temperature sono rigide, spesso sotto lo 0.
    Grazie sin d'ora a chi potrà darmi consigli utili
    Ultima modifica di Winston; 24-02-2017 a 15:26

  2. #2
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Nessuno può aiutarmi ?

  3. #3
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai uno storico dei consumi?
    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

  4. #4
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Io lo farei geo solo se
    1 lo sbancamento lo defi fare lo stesso, ma non mi pare
    2 il raffrescamento è una spesa importante, ma non credo.

    senza questi presupposti userei pd ad aria...di certo se poi , anche per diletto, metti un TC o una stufa idro.

    tutti i soldi risparmiati in sonde li metti in Fv.

    tieni conto che col freddo intenso, la pdc ad aria va meglio che con la nebbia...
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Purtroppo non ho nessuno storico né la minima idea dei reali consumi: la casa é sempre stata poco abitata
    marcober mi spieghi perché sostieni sia meglio investire in FV tutti i soldi risparmiati in sonde ?

  6. #6
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    quello che a te interessa non è il COP puntuale di una pdc ma lo SCOP stagionale a fine anno.
    le aria -acqua sono piu efficineti pe rmolte ore7anno delle acqua-acqua..per cui a fine anno si tirano le somme.
    Tieni conto che nel cop delle A-A non è mai compreso il conusmo della pompa delle sonde.

    A me per 2 sonde verticali avevano chiesto 10 mila euro..ma che cop strabiglinate devi fare per ripagarle

    metti che fai 0,5 di SCOP anno in meno con ua Aria-acqua..sihnifica magari consmare 500 kwh anno i piu di energia elettrica..ti serv mezzo kw in piu di fv..1000 euro di investimento contro 10 mila

    comunque fai i tuoi conti e vedrai che ho ragione...se serve, sono qui..io ci sono assato nel 2013 e avevo stesso tuo dubbio..ho ancora i preventivi da qualche parte...
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  7. #7
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai pavimento radiante o termosifoni?
    Ad ogni modo, io penserei ad una buona pdc aria-aria.

  8. #8
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Sta scritto....
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  9. #9
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    Sta scritto....
    Non mi ero accorto...sono un fenomeno...chiedo venia. Sempre aria aria.

  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Intanto grazie per le dritte marcober, mi ridireziono su questa via e appena entro e avrò preventivi magari chiederò ancora consiglio

  11. #11
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Winston Visualizza il messaggio
    Salve a tutti, complimenti innanzitutto per il forum.
    Quote Originariamente inviata da Winston Visualizza il messaggio
    Sto acquistando una casa in zona E/F costruita a fine anni 90, senza un vero e proprio cappotto di quelli moderni, ma comunque con isolante a intercapedine nei muri.
    Premetto che non sono molto esperto, per questo sono qui a chiedervi aiuto.
    La superficie è molto vasta: 3 piani da 100 mq l'uno, 2 fuori terra con riscaldamento a pavimento e 1 interrato con termosifoni.
    All'esterno c'è un giardino molto grande.
    Il mio sogno sarebbe il geotermico con Pdc, un eventuale termocamino o stufa e pannelli FV.
    La casa è sprovvista di metano, anche se ci sarebbe la possibilità di allacciarsi condividendo la spesa con i vicini.
    Chiedo a voi esperti cosa mi consigliate, per ora questo è tutto quello che sono in grado di dirvi in quanto devo ancora procedere all'acquisto.
    Come geotermico, mi piacerebbe un circuito orizzontale, data la presenza di un vasto giardino e l'investimento più ridotto.
    A poca distanza altre case so che hanno già impianto attivi in geotermia verticale.
    D'inverno qui le temperature sono rigide, spesso sotto lo 0.
    Grazie sin d'ora a chi potrà darmi consigli utili



    Gli impianti geotermici con PdC acqua-acqua sono sicuramente un'ottima soluzione, almeno come prestazione ed efficienza del sistema (io ho progettato e realizzato la casa dove vivo nel 2009/2010 ed abbiamo proprio un impianto geotermico a sonde verticali).
    L'unico "problema" sono i costi.

    Oggi ci sono PdC aria-acqua ad altissima efficienza che consentono di non dover spendere per realizzare le sonde di un geotermico, ma che danno praticamente le stesse prestazioni, e sto parlando delle KITA Templari.

    Se rifacessi la casa oggi metterei una bella PdC KITA e sarei a posto.

    Infatti nelle ristrutturazioni e nuove costruzioni che ho in esecuzione in questo periodo... sto facendo installare le KITA. Si va sempre più verso case completamente elettriche, minori costi di gestione, minori costi di manutenzioni negli anni, ZERO pericoli legati al gas.

    Ovviamente installando anche un impianto Fotovoltaico.

    Di che zona sei?

  12. #12
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie del consiglio !
    Sarai mica un commerciale Templari
    eh eh scherzo, ho dato un'occhiata e sembra essere veramente il top, oltretutto é italiana e ce l'ho anche vicina (sono bellunese)
    quel che mi lascia perplesso é il seminterrato con termosifoni, un paio dei quali presenti anche al piano terra
    cosa sarebbe oppurtuno fare secondo voi, andare a sostituirli con fancoil ?
    potete anche indicarmi la kita dei pannelli FV ?
    nel senso, se la kita é il top nelle pdc, l'equivalente nei pannelli FV

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Winston Visualizza il messaggio
    Grazie del consiglio !
    Sarai mica un commerciale Templari
    eh eh scherzo, ho dato un'occhiata e sembra essere veramente il top, oltretutto é italiana e ce l'ho anche vicina (sono bellunese)
    quel che mi lascia perplesso é il seminterrato con termosifoni, un paio dei quali presenti anche al piano terra
    cosa sarebbe oppurtuno fare secondo voi, andare a sostituirli con fancoil ?
    potete anche indicarmi la kita dei pannelli FV ?
    nel senso, se la kita é il top nelle pdc, l'equivalente nei pannelli FV

    Non sono commerciale Templari, ma visto il genere di prestazioni che offre la sto facendo installare a vari clienti, quindi, se fossi dalle parti di Milano mi sarebbe più semplice aiutarti

    Per quanto riguarda il FV, secondo me il discorso è un pochino diverso, ovvero: esistono moduli FV ed inverter ottimamente performanti, nel caso specifico i migliori moduli FV in commercio oggi, anche se i commerciali di sunpower non sono d'accordo sono sicuramente gli LG (dati alla mano!)
    Invece come inverter direi Solaredge.

    Però devi considerare che un impianto da (ipotesi) 6 KWp ... produrrà sempre più o meno quel numero di KWh/anno ... il fatto di mettere moduli più performanti potrebbe farmi ottenere una produzione annuale leggermente maggiore, ma che in termini di vil Denaro sarebbe di poche decine di Euro... a fronte di una differenza di costo del''impianto di, magari, 1500 €.
    Quindi... ne vale la pena?

    Personalmente ai miei clienti sto facendo installare impianti con moduli e inverter con un'ottima qualità/prezzo: Moduli Futurasun (anche loro di Padova ma che hanno in quella zona!?! ) e inverter Omnik Solar (ottimo prodotto, ad un buon prezzo e con un'assistenza clienti clamorosamente efficiente. Provata.)

    Se poi il cliente vuole proprio spendere qualcosa in più, ed avere qualcosa in più... allora può valutare l'inverter Solaredge. Soprattutto se ha problemi di ombre passanti sul suo tetto (antenne, camini, alberi, ecc).
    Direi che in questo caso l'inverter potrebbe ripagarsi... i moduli più costosi no.

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie, nuovamente, per le utilissime info !

  15. #15
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi rifaccio vivo con qualche dato, e ahimé tanta, tanta confusione in più…
    Ho chiesto il parere di 3 diversi termotecnici, e tutti e 3 mi hanno detto di lasciar perdere Pdc e pannelli solari, eliminare il bombolone Gpl e attaccarmi al metano. Dicono che il dispendio per far andare la Pdc nei mesi invernali sarebbe talmente elevato da non valer la pena.
    Uno di loro mi ha consigliato di mettere anche una stube per tenere fissa la temperatura del riscaldamento a pavimento fino ad es. ai 16 gradi, e poi fornire ulteriori 3 o 4 gradi con la stube.
    Ho chiesto il preventivo per l'allaccio al metano e mi verrebbe a costare 1000 euro.
    La caldaia, essendo a condensazione (mod. brotje wgb 34) mi consigliano di tenerla, andando a sostituire solamente gli augelli.

    Il fatto è che nel lungo periodo, non sono certo che sia davvero la soluzione migliore.
    Per questo, dati alla mano, vi chiedo ancora aiuto

    La casa è disposta su 3 piani di circa 100 metri ciascuno, di cui 2 fuori terra da scaldare bene e il seminterrato da scaldare una tantum.

    I muri esterni misurano 38 cm (qui sotto una foto della sezione di quello del seminterrato).
    Il tetto ha un unico strato di isolante di appena 8-9 centimetri di un materiale del tutto simile a polistirolo. Il vicino, che aveva lo stesso identico tetto, lo ha rifatto lo scorso anno al costo di 28mila euro, ventilato e straisolato, perchè gli era entrata acqua e il polistirolo si era tutto bombato, facendo un disastro.

    Allego anche un po' di dati tecnici ricavati dalla legge 10 che ho trovato in comune

    FullSizeRender.jpgFullSizeRender(1).jpgFullSizeRender(2).jpgFullSizeRender(3).jpg

    Qualcuno, per piacere, mi aiuti

  16. #16
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Consigliare ancora caldaie e stufe nel 2017 mi sembra puro anacronismo.

    Probabilmente hai trovato Termotecnici non aggiornati e/o poco preparati.

    Forse dovresti cambiare radicalmente tecnici/consulenti che ti danno questi consigli.


    detto questo... poi dipende anche da quali obiettivi vuoi raggiungere e dal tuo budget.

  17. #17
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Winston, di dove sei? A quanto dici sembra più o meno la mia stessa zona climatica. Hai deciso qualcosa per il generatore di calore?
    Zona climatica E 2790 GG / superficie 97m² / T. di progetto ​-/ PdC Panasonic Aquarea Gen. H 9kW split / Hybridcube 300l / VMC Zehnder ComfoAir 180 / 6,24 kWp di fotovoltaico QCells 260W inverter ABB PVI 6000 attivo dal 24/08/2017

  18. #18
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti, premetto che non sono un termotecnico di professione, ma da bravo ingegnere 4 conti li so fare.
    Vorrei capire (è una domanda, non una critica) su che base gli utenti del forum suggeriscono pdc aria-acqua, pdc acqua-acqua o metano?
    Winston, Burian... vi consiglio di fare quello che ho fatto io: fatevi fare più preventivi per gli impianti che vi interessano (io consiglio di aggiungere alla lista l'accoppiata pellet+pdc per acs), con tanto di schede tecniche delle macchine e se possibile delle stime sui costi di manutenzione su un orizzonte abbastanza ampio (10-15-20 anni...vedete voi).
    Poi, vi fate un foglio excel, in cui per ogni tipo di impianto vi calcolate il costo complessivo tra 10-15-20 anni (vedete voi) considerando investimento iniziale+manutenzioni+consumi kWh/anno .
    Il tutto ovviamente al variare dei consumi ( 1-5-10-15-20-30-50 MWh /anno).
    Se vi risulta che tra 10-15-20 anni avrete speso complessivamente meno usando il metano piuttosto che la PDC geotermica... bhe traete le vostre conclusioni INCONFUTABILI (saprete cosa rispondere a chi vi dirà "eh ma ti conveniva l'altra soluzione").

    Se ci sono degli incentivi o dei costi di mutuo vanno considerati ovviamente.

    Volendo contare anche il raffrescamento la cosa si complica un po'... ma se pò fà.

    Ora passo alla chiacchera da bar (anzi, da forum):
    - Per la storiella dell'abbinata FV + PDC per riscaldamento... La prossima volta che ve lo propongono chiedetegli: "quanti kWh prodotti dal solare riuscirò ad utilizzare con la PDC?"... vedrete che il palco cadrà...da zona E in su riscaldi proprio nei mesi in cui il FV ti da pochissimo.
    - Facendo due conti a spanne per 200m2 poco isolati (consumi elevati) in fascia E, considerando un tempo di 15 anni, conviene in ordine: pdc aria-aria al pari del pellet+pdc ACS, pdc geo al pari del metano. Ora però devi considerare anche altri aspetti (che non conosco): le temperature esterne sono entro i limiti di funzionamento della pdc? hai spazio per stoccare il pellet e hai voglia di andare a caricare il termocamino o la caldaia a pellet? hai voglia e tempo di acquistare il pellet nei periodi giusti dell'anno per risparmiare?
    Morale: visto le poche rotture di scatole (impianto semplice, affidabile), funzionante indipendentemente dalla temperatura esterna, confortevole e a basso investimento, non trascurerei il metano!
    Spero di avervi aiutato, non nella scelta, ma nel ragionamento da fare per arrivarci.
    Ciao!

  19. #19
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Io sono in zona e con casa isolata. Spendo per tutto 500 600 euro anno per tutto. E intendo tutto, considerando ovviamente contributo ssp del gse. Direi che il palco pellet metano è compagnia bella è caduto a priori

  20. #20
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fedonis Visualizza il messaggio
    Io sono in zona e con casa isolata. Spendo per tutto 500 600 euro anno per tutto. E intendo tutto, considerando ovviamente contributo ssp del gse. Direi che il palco pellet metano è compagnia bella è caduto a priori
    ciao fedonis, non perchè non mi fido di te, ma perchè mi fido piu dei numeri che delle parole (parlo in generale)... per fare cadere il palco dovresti dirci anche:
    1- in quei 5-600 €/anno consideri anche altri consumi (elettrodomestici, ecc) o solo il riscaldamento+acd?
    2- puoi dirci il fabbisogno energetico per riscaldamento annuo di casa tua?
    3- stai trascurando due voci importanti: il costo dell'impianto (completo) e le manutenzioni (comprese riparazioni varie)...riesci a stimarle e dircele?

    Perchè senza questi valori ci dici solo che consumi poco, non stai dicendo che hai fatto un investimento che si ripaga...

  21. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. lavaggio impianto fotovoltaico, quale conviene ?
    Da sandra67 nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 08-07-2013, 14:48
  2. quale impianto conviene
    Da mathias23 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 10-10-2012, 11:24
  3. Quale contratto conviene per sfruttare al meglio l'impianto
    Da DaLuX nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 01-08-2012, 17:25
  4. Quale impianto mi conviene realizzare per il mio futuro B&B
    Da tonysbt nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 02-11-2010, 13:20
  5. Quale impianto conviene???
    Da ambres nel forum Termocamini e Caldaie
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 06-01-2010, 19:42

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •