Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 173

Discussione: sogno di una piccola centrale idroelettrica

  1. #21
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Ciao,mi hai anticipato di poco,no la rotativa da 6kw vene usata solo per sgelare i tubi d'inverno !

  2. #22
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao ,
    Davvero, non preoccuparti della regolazione è l'ultimo dei tuoi problemi e anche il meno oneroso !.

  3. #23
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    cari ragazzi
    vi scrivo per ringraziarVi di tutti i consigli
    buran per gli schemi e sandro per l'apologia asincrona!
    mi hai quasi convinto, il problema è che volevamo usare l'energia prodotta anche per la successiva ristrutturazione del mulino,
    quindi betoniera e attrezzi molto induttivi come direste voi!
    solo per questo chiedevo se fosse meglio un sincrono...
    magari ne trovo uno....
    già mi sento le risposte:
    "COMPRATI UN BEL GENERATORE PER I LAVORI E NON ROMPERE!"
    avete pienamente ragione ma dato che per motivi di lavoro uso un generatore 9-10 ore al giorno vi assicuro che si arriva ad odiare quel rumore per quanto lontano e attutito sia.
    a proposito di asincroni leggevo che è possibile introdurre nel rotore dei magneti e renderlo autoeccitante, pensate possa essere una soluzione?
    questa settimana finalmente andrò a prendere le misure di quanto effettivamente potrà essere alta la ruota e quanta acqua riuscirò a deviare
    grazie ancora
    ciao

  4. #24
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Non è una brutta idea , tante volte ,quando ristrutturano le case di montagna o i rifugi ,si fa in questo modo .
    Se vuoi il sincrono devi fare l'ultimo rapporto a cinghie , con un rapporto massimo 1 a 3
    Regolando adeguatamente la tensione delle cinghie (ne servono 2 di tipo B ) ottieni il risultato di evitare picchi di coppia durante un sovraccarico o cortocircuito . La parte elettronica rimane uguale , si usa la frequenza invece della tensione per fare la regolazione .
    Naturalmente Il sincrono è IP23 , non sopporta l'umidità così come le cinghie ,vanno adeguatamente carenati .
    La perdita di efficienza di questo sistema rispetto all'asincrono accoppiato direttamente al moltiplicatore è del 8 % a 5 kW .
    Ciao
    ciao

  5. #25
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Un asincrono da 7.5 kW fa girare anche 2 betoniere contemporaneamente ,
    La smerigliatrice angolare da 2000W ha un motore a spazzole e quindi non è un carico reattivo ,la sega circolare poterbbe avere un po di problemi a partire ,di solito risolvo con un condensatore ausiliario che si sconnette dopo 2 secondi ,se è trifase ,non ci sono problemi .
    Se usi un sincrono tutti gli organi meccanici vanno dimensionati per 10 volte la coppia nominale e vedrai cosa vuol dire in soldi !! altrimenti rischi di sfasciare tutto , o se come dicevo prima usando le cinghie molli , avere gli stessi problemi dell'asincrono .
    Nessun generatore Sincrono è costruito per sopportare il picco di coppia durante un cortocircuito ,non è un motore a scoppio ; una ruota in rotazione da 3 mt piena d'acqua ha una coppia di spunto gigantesca provocata dall'effetto volano .
    E' difficile rendersi conto del problema , quando succede è tardi .
    ciao

  6. #26
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    cinghie dopo il moltiplicatore....
    efficienza -8%....
    dimensionamento x10....
    adesso sì che mi hai convinto!
    w l'asincrono!
    da quanto ho capito basta inserire un altro condensatore che si collega in caso di carichi induttivi e il gioco è fatto.
    cercherò un 6 poli ma se non riesco vorrei adattarmi al 4 poli (che trovo molto facilmente e pago al peso)
    se la velocità del moltiplicatore non è sufficiente potrei costruire una scatola cambio a denti dritti, sicuramente più efficiente e silenziosa delle cinghie.
    grazie
    ciao

  7. #27
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Per costruire o ricostruire una ruota idraulica da 2 , 3 mt serve un progetto ,competenze adeguate e una discreta somma di denaro . Pensare di usare un vecchio rottame come generatore è altrettanto sbagliato .
    Ciao.

  8. #28
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    scusa sandro ma non mi sembra d'aver mai detto che userò un rottame come generatore.
    reperire un motore ad un prezzo più che conveniente non mi sembra un delitto.
    certo non è nelle mie intenzioni spendere una cifra assurda per produrre pochi kw.
    d'altronde lo faccio per gioco.
    per quanto riguarda la progettazione meccanica penso di poterci provare, stiamo comunque parlando di una ruota idraulica non di un discovery.
    grazie per la fiducia

    a proposito, oggi abbiamo effettuato le misurazioni
    abbiamo 1,5 mt/sec 120-140 lt/sec e la ruota sarà di 3,5 mt colpita da sopra

    ciao

  9. #29
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao ragazzi
    posto la prima bozza della ruota
    che ne pensate?
    completamente in inox (ad eccezione dell'albero!)
    adesso manca il dimensionamento dei pali....

    ps peccato che il forum non permetta l'invio di dwg
    File Allegati File Allegati

  10. #30
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Carina la ruota, ma se vorrai costruirla realmente, dovrai passare dalla prospettiva/assonometria alle tre viste quotate con un dettaglio accurato della tazza e delle modalità di fissaggio di raggi ed albero.
    Attenzione in modo particolare alle dimensioni dell'albero che è sicuramente fuori scala.
    Sembri ben motivato, quindi, a scopo di documentazione, ti suggerisco di scaricarti dal web il seguente antico manuale (in inglese): AT Microfiche Reference Library "A Design Manual for Water Wheels" by William G. Ovens 22-501
    oppure WTRWHEEL.HTM
    Se pensi sia fastidioso leggersi un manuale in inglese, con misure e quote in piedi, galloni ecc. puoi acquistare un chiaro manualetto:
    "La costruzione di una ruota idraulica" di Luciano Poli ed. Il Rostro
    Ultima modifica di Wilmorel; 06-06-2011 a 22:12

  11. #31
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao wilmo
    il disegno è già un 3D, l'ho postato in pdf perchè il forum non accetta DWG o DXF, chiaramente non esecutivo perchè come spiegavo mancano i fissaggi e il dimensionamento dei pali (stiamo valutando bene dove poterli ancorare) ma per quanto riguarda il palo è un pieno da 100mm e mi sembra ben sproporzionato per la coppia che riusciremo a fare....
    se mi dai il tuo indirizzo mail te lo posto in tridimensionale
    cmq grazie per le info

  12. #32
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao Simo, complimenti anche per il disegno e non solo per il progetto in cui ti stai addentrando.

    Volevo chiederti una cosa, ma la ruota l'hai dimensionata?

    Nella pubblicazione che ti ha indicato Wil trovi tutti i dati anche per il dimensionamento.

    Buon Lavoro
    Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

  13. #33
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao pion,
    sì la ruota è già stata sovradimensionata
    in pratica calcoli la portata dell'acqua, la velocità e quindi la coppia,
    le possibili vibrazioni o addirittura risonanza
    e poi i tuoi amici d'avventura ti postano dei messaggi del tipo:
    "attento che si spacca! il progetto di una ruota è una cosa seria!"
    e allora ti vengono i dubbi...
    così abbondi
    e alla fine ti viene una ruota come la panoramica di londra!
    scherzi a parte non vorrei esagerare coi pesi

  14. #34
    Monumento

    User Info Menu

    Wink

    A mio parere, sulla base dei dati che hai indicati (diametro ruota 3,5 m , portata 140 l/sec), le caratteristiche rilevabili dal disegno, sono all'incirca centrate.
    Per l'albero, molto dipende dal carico unitario di snervamento del materiale utilizzato e dal coefficente di sicurezza adottato. Siccome per una ruota larga 0,7 m , i supporti dovranno essere collocati ad un interasse di almeno 1,2 m , non lesinerei sulle dimensioni dell'albero, portandolo a 110-:120 mm, fino alle battute dei supporti.

  15. #35
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    in effetti avevo calcolato un interasse più ristretto di 1,2mt ma penso che con un aisi 430 andrebbe bene lo stesso
    stò valutando anche la possibilità di sostituire il pieno con un tubo di diametro maggiore, in questo modo avremmo facilitata la tenuta e la coassialità delle saldature sulle ghiere per i raggi però dovremmo risolvere il problema di accoppiamento sui cuscinetti

  16. #36
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao simo78:a me il disegno della ruota-turbina piace molto.(anche io avevo costruito una cosa simile per gioco)I "cucchiai"li lasci aperti ai lati?

  17. #37
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao peter
    no sono cassetti chiusi, la ruota sarà colpita da sopra e quindi...
    a giorni posterò disegno revisionato

  18. #38
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    SOS c' è nessuno che sa darmi un riferimento normativo, semprechè esista, sul fatto che la VIA (valutazione impatto ambientate) comprende e supera l'autorizzazione unica e quindi anche la DIA (dichiarazione di inizio attività) ola PAS (procedura abilitativa semplificata)?
    grazie a tutti

  19. #39
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Io so che la VIA è un endoprocedimento dell'Autorizzazione Unica.
    I tempi dell'Autorizzazione si interrompono e ripartono una volta acquisita la VIA.

    Ciao
    Spes

  20. #40
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sandroturbine Visualizza il messaggio
    ... una ruota in rotazione da 3 mt piena d'acqua ha una coppia di spunto gigantesca provocata dall'effetto volano .
    E' difficile rendersi conto del problema , quando succede è tardi .
    ciao
    Scusa se m'intrometto, ma nel leggere questo mi sono venuti i brividi.

    Premetto che mi sono già fatto una ruotina per di sopra, diametro 98 cm, lunghezza 100 cm che mi da 380 watt usando un alternatore assiale a magneti permanenti autocostruito il cui rendimento è dell'85% (ma si può fare molto meglio).

    La ruota fa 32 giri, non ho ancora potuto verificare i litri/s, ma spererei fossero 65 (per estrapolazione da un modello preliminare ancora più piccolo).

    Avrei intenzione di fare una ruota "operativa" di 150 cm di diametro e 300 cm di lunghezza. Parrebbe che possa fare 28 giri e, se fossero veri i 65 litri/s precedenti, dovrebbe turbinare circa 360 litri/s e produrre circa 3,6 kW.

    Intendevo utilizzare un moltiplicatore di giri 1/25 appunto da 3,6 kW (che costerebbe, in versione acquatica, sui 1000 euro).
    L'alternatore, a 48 volt, dovrebbe essere realizzato direttamente sull'albero veloce e lavorare nell'acqua (cosa possibile annegando tutto nella resina)

    Ma a quanto pare io ho fatto i conti senza l'oste: dovrei usare un moltiplicatore molto più grosso (e molto più costoso).

    Però non capisco. Io pensavo di portar fuori dall'acqua i 48 volt poi con un trasformatore alzare i volt a quanto richiesto dall'inverter.

    Immaginavo che in caso di distacco dalla rete dovesse subentrare un carico dissipativo in grando da mantenere costanti i giri della ruota. Pensavo che questo meccanismo fosse sufficente per evitare problemi di sovraccarico sugli ingranaggi e/o di accelerazione dell'alternatore.

    Evidentemente qualcosa mi sfugge (di elettricità non ne so nulla, per la verità non so nulla neanche di idraulica: ho solo la presunzione dell'incompetente e il tempo libero del pensionato ).

    Grazie per tutte le informazioni che riesco a scoccare in questo bel posto !

  21. RAD
Pagina 2 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Piccola centrale idroelettrica fai da te.
    Da nuti nel forum Idro Fai Da Te
    Risposte: 33
    Ultimo messaggio: 17-02-2010, 18:13
  2. quanto costa piccola centrale idroelettrica
    Da antonio1970 nel forum Idro Fai Da Te
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 26-06-2009, 18:47
  3. piccola centrale fotovoltaica
    Da hima76 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 16-03-2008, 12:37
  4. Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 11-03-2007, 15:15
  5. Costruzione piccola centrale
    Da Scudero nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 29-01-2007, 17:02

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •