Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 173

Discussione: sogno di una piccola centrale idroelettrica

  1. #81
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    non era mia intenzione offenderti e me ne scuso
    La mia intenzione era quella di evidenziare agli altri utenti come e semplice fare errori di valutazione ,tutti igiorni convivo con queste problematiche, poi quando dico che è improbabile alimentare una betoniera o una sega circolare con 2 o 10 batterie batterie voglio solo evitare facili entusiasmi , è più razionale la scelta di un normale generatore a scoppio da 5 kW ...ti verrà utile anche nelle siccità future e ci potrai alimentare tutti gli utilizzatori.
    saluti
    Sandro

  2. #82
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    .........Lentamente muore chi abbandona un progetto prima d'iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce .............. Pablo Neruda

    Sandro, la tua citazione è davvero bella e "inspirational"! Da coraggio e speranza anche ai vecchi imbolsiti come me...

  3. #83
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie Sandro,
    per il generatore non c'è problema perché ne posseggo già di varie potenze, più che altro è una questione di orgoglio
    mi spiego:
    è davvero umiliante spendere tanto tempo, sogni e denaro in un opera che non mi darà l'autosufficienza energetica
    ho girato parecchio nei vari forum e in effetti non capisco perché, questi tanto cari inverter, non riescano a mandar avanti un carico induttivo, leggo post di chi consiglia onda pura e altri che dicono che comunque non si possono applicare che carichi resistivi...
    quasi quasi modifico tutte le attrezzature con motori cc!!
    mi piacerebbe capire
    immagino ci voglia pazienza con chi, come me, viene da strade molto diverse dalle vostre ma ha la tenacità e la curiosità di imparare e conoscere
    ciao

  4. #84
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma che ci devi alimentare una seggiovia?
    uso un inverter per un trapano tipo da fabbro e un tassellatore, mai avuto problemi al'inverter,ho pure provato a collegare una saldatrice ad inverter ma con l'opzione per gruppi elettrogeni che hanno una funzione tipo softstart per lo spunto,(non tutte si possono alimentare da un gruppo)2 punti li ho pure dati ma non voglio buttare 1000€ tra inverter e saldatrice solo per giocare !

    Di certo con un inverter da 500W non fai girare un motore da 1500W ! con uno serio da 2000w (non di picco) si.

    Cmq un inverter ad onda pura é un investimento sicuramente da meno problemi e i motori godono, ma é a sua volta uno spreco per alimentarci ad sempio delle luci a 230V,esistono pure quelli ad onda trapezioidale, una via di mezzo tra i puti il top e quelli ad onda modificata (quadra) lo schifo ! poi se il nome termina con jack,auguri comprati un pacco di candele che di sicuro non rimani al buio !

    Ma si puo sapere quanti litri al secondo ci sono ora e il salto massimo realizzabile tralasciando la ruota?
    Ciao

  5. #85
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    un inverter adatto a alimentare tutti i tipi di utilizzatori deve poter fornire una potenza di spunto di 5 volte la sua potenza nominale .
    mi spiego meglio . Se voglio avviare un motore monofase da 1 kW ne servono 5 di spunto ...e uno risponde : che ci vuole ? eh no ragazzi ...5 kW di spunto a 12 V sono 400A mica bruscolini ! .. Con questo voglio dire che serve una macchina costruita con certe caratteristiche e che ha un certo prezzo , chi ne sa di elettronica,di batterie e di modulazione pwm sa cosa voglio dire !
    Sono del 64 e da 30 anni +quelli di scuola dal mio professore preferito (I2VIU) realizzo impianti stand -alone ...fidati simo 78 ,se devi alimentare la betoniera e la smerigliatrice angolare, comprati un onesto gruppo elettrogeno da 3-4 kW ...e più economico .
    Tornando all'acqua chiedo anch'io come buran : ma quanta acqua ai ora ? dalle foto mi sembra che il salto potrebbe essere maggiore della ruota idraulica... a proposito di foto : ma chi è che ti ha fatto realizzare un opera in alveo ?
    Saluti

  6. #86
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Concordo pienamente,é assurdo alimentare una betoniera con inverter,che senso a poi per una cosa temporanea,ma la cosa puo andare per una baita o casa isolata,lo si fa appunto col fotovoltaico innisola,che dura poche ore al giorno e neanche tutti i giorni si puo fare tranquillamente col micro idroelettrico (anche 200w) che lavora giorno e notte !
    ciao

  7. #87
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie ragazzi per i consigli,
    ok rinuncio alla betoniera ecologica! bisogna anche saper perdere!
    nei prossimi giorni effettueremo nuove misurazioni e saprò dirvi meglio la portata effettiva...
    comunque il salto utile è sui 4 mt quindi all'incirca l'altezza del colmo ruota.
    ps abbiamo potuto costruire lì (ristrutturare lì) perchè rientra nei confini della proprietà ed esisteva già un accrocchio proprio in quella posizione che sfruttava anch'esso il corso d'acqua...
    ciao buon finesettimana

  8. #88
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Però una ruota per di sopra di 4 metri!!!
    Che bella moltiplica,da circa 6.5 massimo7 RPM a quelli dell'alternatore !
    Se costruita bene dovrebbe rendere come una piccola turbina da 150/200W che ha bisogno di meno acqua ma molta piu pressione, circa il 50% ai morsetti,ma no hai la possibilità di stendere una condotta e prelevare l'acqua piu a monte e usare una piccola turbina,costa meno fatica e da risultati certi e duraturi e magari tiri fuori qualcosa in più, adesempio 10l/s per 4 metri diciamo 200W ma se il salto fosse di 10metri sarebbero 540 W circa,a 20 metri circa 1kW !!! e la tua betoniera é li per girare (vuota)
    Ciao

  9. #89
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    A me interessava far capire quanto sono sbagliate certe affermazioni : "ecologico ad ogni costo ".
    Cosa ci sia di ecologico in quintali di batterie al piombo +acido solforico proprio non lo capisco !
    In certe riviste specializzate affermano quanto sia semplice realizzare un impianto stand-alone per la propria casa ..senza però fare i conti con il sistema di accumulo .
    Poi a proposito della ruota idraulica ,come dice buran che sa il fatto suo , preferisco una piccola turbina se solo fosse possibile avere un salto leggermente superiore e magari fare la ruota idraulica solo " coreografica ".
    Pensa che con 14lt e 6 mt netti con una semplice pompa della lowara funzionante al rovescio (PAT ) ottieni 400 W netti a 230V
    con una spesa irrisoria paragonata alla ruota di 4 mt . Gratuitamente in un MP fornisco a tutti il tipo di pompa utilizzato e la documentazione fotografica della realizzazione.
    saluti

  10. #90
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    in effetti l'ecologia è un concetto astratto e spesso relativo perché soggettivo...
    interessante la PAT, nei primi periodi di navigazione su questo sito scoprivo grazie ai vs post che ogni motore poteva essere anche generatore e mi chiedevo come mai nel micro-idro si costruivano turbine per poi collegarle a generatori quando in commercio esistevano già accoppiamenti girante-motore!! ho desistito dal chiedervi lumi perché pensavo fossero solo frutto di fantasia...

    ad oggi la portata si aggira sui 30-40 lt/sec
    cmq per ora continuiamo con la ruota panoramica (anche perché il piccolo capitale è già stato investito) e cerchiamo di tirarne fuori qualcosa poi in futuro si vedrà
    ciao ciao

  11. #91
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Bé tante preocupazioni sono 650W a 30 litri, in rete ci sono case che vanno con 150W h 24,tieni conto che produrresti più kWh in un anno di quanti io ne consumi con la rete a casa mia quanto consumi tu in un anno? (c'é scritto sulle bollette o sommi le ultime 6) un asincrono lo puoi usare tranquillamente, come batterie ti consiglio almenno circa 450Ah a 24V e ovviamente un bel inverter ad onda pura, ma non per un motore da betoniera che quella é meglio a scoppio o col gruppo,l'invertere consigliato da Sandro sarebbe il top, ha il regolatore di carica e il caricabatterie integrato,se lo alimenti col gruppo in emergenza oltre che avere la tensione dal gruppo lui carica le batterie, altrimenti devi avere tun regolatore di carica esterno e caricare solo le batterie con la ruota,altrimenti ti servirà un caricabatterie serio in caso di emergenza,tieni conto che come ho gia scritto la scarica delle batterie non deve scendere sotto il 20% della loro capacità altrimenti non ti durano almeno 10 anni (le Rolls poco usate in Italia in alcuni modelli lo garantisce !) tieni conto che sarà difficile trovare batterie a 12V di tale amperaggio,si arriva a 350A circa anche in C20,ma si preferisce e conviene usare pacchi in serie da 6V prossimi a tale amperaggio fino ad arrivare ad almeno 24V,generalmente si susa dai 2 ai 6 volt ma esistono anche a 4 e 8 volt, nel tuo caso che non é tanto come amperaggio eanche a 8V può andar bene,sempre per le Rolls pensa che la potenza piu bassa sotto ai 12V é di ben 546Ah in C20 ottimo nel tuo caso ! (io la betoniera con un buon inverter la farei girare per sfida, almenno per 5 ore al giorno !)
    Ciao
    Ultima modifica di buran001; 31-07-2012 a 00:53

  12. #92
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    grande buran!!!!
    ho già inviato richiesta di preventivo per le Rolls, non ho trovato distributori in italia e quindi arriveranno direttamente dall'Inghilterra (spero non siano costose come le omonime automobili!!!)

    per l'inverter consigliato da sandro mi hanno chiesto 1600 euri (cribio)
    ciao ciao

  13. #93
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Il prezzo dell'inverter è buono anzi molto buono per le batterie non impazzire prendi gli elementi a vaso aperto da 2 V 600 Ah ,quelle per i muletti ,tanto non hai problemi di autoscarica , ti costeranno 2000 euro ,devi solo installarle in un locale areato .
    Puoi collegare direttamente la turbina all'ingresso inverter ,se fa 600W hai almeno 20 A di carica . Nelle batterie cariche ci sono 14kWh di energia , supponi di consumarne 10 kWh /giorno ,come una normale abitazione , la turbina immette 14kWh giorno e sei a posto , ti avanza l'energia per caricare un boiler da 100lt e farti la doccia dopo un giorno di duro lavoro !
    I conti "della serva " dicono che con meno di 4000 euro hai poco in mano ! Se fosse mio l'impianto mi tengo i miei 600W di base turbina (che con un generatore da 4 kW e quella ruota ) fa partire anche il più ostico compressore monofase ,e prendo un gruppo supersilenziato honda da 2kW ,quelli che vedi alle fiere ! , consuma pochissimo ,non si rompe mai ,e lo avvia mio figlio di 10 anni .
    Ciao .

  14. #94
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Le roolls sono un esempio,la serie 5000 é garantita 10 anni (alti affermano una data di progetto di 15 ma non garantiscono)sono molto usate in impianti in isola di grossa potenza,anche loro non sono sigillate, ovviamente hanno un prezzo, una buona batteria a piastre TUBOLARI positive di produzione Europea se non Italiana va bene uguale,nel tuo caso previsto andrebbe stazionaria o semi stazionaria,hai corrente di carica costante di marche ce ne sono tante:Varta,Fiamm,Uranio,Tudor,PM,Accu Italia,Yuasa,Exide ...

    L'inverter di Sandro é il top che puoi avere,ha tutto, dal regolatore di carica per le batterie al carica batterie se lo alimenti col gruppo,in caso di ruota ferma,é sinusoidale puro...

    Poi certo puoi optare per fare l'illuminazione a basso consumo e bassa tensione con una batteria normale per livellare la tensione prodotta alla ruota e alimentare praticamente in diretta le luci a 12 o 24V e un piccolo inverter ad onda pura da 300W per la tv e il pc ecc.
    Poi come dice sandro un piccolo gruppo della Honda super silenziato che consuma veramente poco per i carichi difficili o se devi fare una torta ! diciamo che risparmi 1500€ circa.
    Ciao

  15. #95
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito Appena iscritto

    Anch'io sto pensando di sfruttare la roggia del mio mulino. Niente elettricità ma forza meccanica per produrre acqua calda durante l'estate.
    La mia idea è di abbinare il compressore di una pompa di calore all'albero veloce del moltiplicatore. Non so se sia stato tentato prima ma penso che ci possano essere alcuni vantaggi, tra cui un COP migliore e la teorica semplicità della costruzione del tutto.
    Il punto difficile mi sembra trovare chi ti venda tutta la meccanica di una macchina a velocità variabile senza i componenti non necessari al mio scopo.
    C'è qualcuno che ha già pensato a questo?
    Ovviamente il mio è uno sfizio mentale che non è collegato ai soldi; ma dopo aver sostituito il gas con la legna , installato il fotovoltaico ed essere passato a illuminazione a LED in tutta la casa e all'esterno, mi semra un progetto divertente.
    Piccole informazioni: ruota da sopra tipo Pitchback, 1200 Watt utilizzabili, anche se sarebbe meglio parlare di cavalli vapore, in questo caso.
    Ciao

  16. #96
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao mgc ,
    certo , sarebbe la soluzione migliore , esistono ditte italiane che costuiscono compressori frigoriferi di ogni tipo , guarda i cataloghi dorin ad esempio , probabilmente riusciresti anche a fare un moltiplicatore a cinghia.
    Una volta dimensionato il compressore ,comprato uno scambiatore a piastre che funge da condensatore , una valvola di laminazione con relativo controllo ,un evaporatore con relativo ventilatore , una frizione elettromeccanica per fermare la macchina quando non serve oppure una paratoia elettrica per fermare la ruota idraulica , un ultreriore valvola per scambiare in acqua quando l'aria è troppo fredda ,
    ....un frigorista che ti monta il tutto e carica l'impianto .
    Non è impossibile ..se hai gia una formazione tecnica sei avanti altrimenti te la fai ... una mano te la do volentieri , per ora il massimo che ho fatto è prendere un bel climatizzatore inverter mitsub.. da 9000 btu su ebay ,ingannare le sonde del unita' condensante e il sensore del ventilatore per limitare limitare il motore a 1 kw , demolire l'unità interna e mettere a mollo in un accumulo a vaso aperto il suo serpentino ,produrre 300 lt /giorno di acs a 52 gradi con 5 kwh (a 1200mt di quota ) . in 2 altre realizzazioni ho usato come condensante uno scambiatore inox a 40 Bar per R410 applicato ad un boiler esistente .
    Capisci che facendo così è molto più semplice ,se hai veramente 1200 W all'albero ,arrivi circa a 1 kw elettrico e fai funzionare la tua PCD Di sicuro ,in questo modo , funziona sicuramente tutto al primo tentativo ! e poi quando il boiler è carico usi l'energia elettrica prodotta a meno che tu usi 1500 lt di acs al giorno !!
    sandro

  17. #97
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Sandro, grazie per il tempo. Probabilmente sarebbe meglio comperare una piccola pdc acqua/acqua ed eliminare quanto non serve.
    La frizione e/m era già la mia idea. Diciamo che un kw/h di potenza fornita alla macchina(cop 4) potrebbe darmi 4kw/termici reali, quindi le calorie sarebbero sufficienti per un boiler da 150 lt.
    Se ti interessa posso inviarti le foto del vecchio mulino.
    Ciao Marco

  18. #98
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ma dai,io durante l'estate userei semplicemente un pannello solare termico,altro che 150 litri di acqua calda !!!
    Piuttosto durante l'estate userei l'aria condizionata,e per far rendere meglio il tutto dissiperei il calore in acqua,sempre più fredda dell'ambiente durante le ore di punta e all'interno uno o più split in base alla potenza del comperssore/ruota o turbina,se non serve l'aria condizionata allora anche solo un kw scambiato in rete fa molto diciamo che se non manca l'acqua si arriva a 8500kwh e non é poco ! praticamente il fabbisogno di due famiglie !
    Altro che scaldare l'acqua d'estate con una ruota o turbina, la doccia me la faccio fredda piuttosto!
    ciao

  19. #99
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    no no grazie, non farmi vedere "brutte bestie " che ad ogni tentativo di ristrutturazione sono migliaia di euro che se ne vanno e non si sa dove si arriva !!.
    Chiaro buran , non si faceva un discorso di convenienza ma un puro esercizio tecnico. Per la doccia fredda declino ogni mia personale responsabilità !

  20. #100
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    caro Buran,il mio mulino è 500mq e dopo aver installato una caldaia a legna da 73kw, pannelli fotovoltaici da 3,5 KWp, una pompa di calore A/A e convertito tutta la mia illuminazione a LED, pensavo che una pdc mossa da forza idraulica e collegata allo scarico caldo di quella esistente, sarebbe un bel divertimento mentale. Purtroppo non ho più tetti usufruibili per il solare termico.
    Vedi ho altri 30KWp installati sul resto delle superfici, che metto in rete e mia moglie diventerebbe veramente poco cordiale, se le proponessi altri tubi neri sui prati.
    Il problema non è di quante docce facciamo in estate, ma piuttosto il fatto che la casa è grande, il numero di cicli della lavatrice elevato e anche altri bisogni di acs si sommano. Marco

  21. RAD
Pagina 5 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Piccola centrale idroelettrica fai da te.
    Da nuti nel forum Idro Fai Da Te
    Risposte: 33
    Ultimo messaggio: 17-02-2010, 18:13
  2. quanto costa piccola centrale idroelettrica
    Da antonio1970 nel forum Idro Fai Da Te
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 26-06-2009, 18:47
  3. piccola centrale fotovoltaica
    Da hima76 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 16-03-2008, 12:37
  4. Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 11-03-2007, 15:15
  5. Costruzione piccola centrale
    Da Scudero nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 29-01-2007, 17:02

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •